Jump to content
Sign in to follow this  
Lord Beric

Fantasy Death Match

Recommended Posts

Sarei tentato di votare Bux essendo l'unico che conosco, attendo però di vedere qualche commento su Elric dato che non ho mai letto Moorcock

 

Così per curiosità, quanti saranno gli scontri?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bastian per me.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elric di Melnibone', sperando di leggere anche il suo ciclo un giorno.. :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Acc, uno scontro bello tosto, tra due personaggi che conosco e mi piacciono molto.

 

E' comunque facile per me dare il voto ad uno dei personaggi più interessanti di tutta la letteratura, non solo fantasy, cioè Elric di Melnibonè. Qui stiamo parlando di uno dei pesi massimi del genere, creato per giunta da uno degli autori più importanti nella storia della letteratura fantastica, quel Michael Moorcock che fu figura di primo piano nella new wave degli anni '60, la quale contribuì non poco a svecchiare il genere dalle sue convenzioni.

E la classe si sente in quello che è forse l'antieroe fantasy per eccellenza. L'ultimo imperatore di Melnibonè è uno dei personaggi più tormentati del genere, il discendente di una stirpe di dominatori raffinati, crudeli e bellissimi, che avevano reso il mondo il loro personale giardino di caccia, e che è invece afflitto dalla maledizione di avere una coscienza. I melniboneani, per come li descrive Moorcock, sono una versione corrotta degli elfi tolkieniani...e forse proprio per questo infinitamente più attraente e intrigante. Servi fedeli del Caos (l'altro piatto della bilancia cosmica che lo vede contrapposto alla Legge), i melniboeani hanno dominato per diecimila anni sugli altri popoli del mondo creato da Moorcock, forti della loro magia (legata, come tutta la magia in questo mondo, al volere di spiriti evocati da varie regioni soprannaturali) legata al Caos, dei loro splendidi e maestosi draghi (solo in Martin ho ritrovato descrizioni di queste temibili creature in grado di rendere la loro incomparabile maestà) e di arti guerresche affinante nel corso di millenni di guerra.

Elric è il pinnacolo di questa razza, un individuo in grado di attingere a grandi poteri e ricchezze...che però rifiuta la cultura di violenza e crudeltà della sua razza, interrogandosi invece sul suo posto nell'universo. La sua debolezza intrinseca di albino lo costringe a basarsi su potenti droghe per rimanere in forze, almeno finché il destino non lo condurrà a Tempestosa, potente spada incantata in grado di trasmettergli la forza vitale dei nemici uccisi assorbendone l'anima, ma anche oggetto temuto e maledetto da Elric, che non riesce ad accettare fino in fondo di dover dipendere da un'arma così malefica.

Elric vivrà molte avventure, sempre con la maledetta lama al fianco, in cerca del suo posto nel mondo, viaggiando in terre misteriose, trovando grandi amici ma anche nemici mortali, ma sempre SPOILER

senza trovare mai un luogo dove poter essere veramente in pace con se stesso e col mondo.

 

 

Per comprendere totalmente la grandezza di questa figura, bisogna però spiegare brevemente il concetto di Campione Eterno.

SPOILER BELLO GROSSO SULLO SVOLGIMENTO E SULL'AMBIENTAZIONE

Nel Multiverso che fa da sfondo a tutti i romanzi di Moorcock, esiste da sempre una guerra tra Legge e Caos, due forze primordiali che si battono costantemente per acquisire il predominio. Questo sarebbe però ugualmente pericoloso per l'esistenza: un mondo dominato dalla Legge sarebbe immobile, mentre uno dominato dal Caos non avrebbe alcuna forma. In entrambi i casi, subentrerebbe la fine della vita. Per questo motivo la terza forza coinvolta, cioè l'Equilibrio Cosmico, "sceglie" ogni volta un guerriero, il Campione Eterno appunto, che si batte per ripristinare l'equilibrio minacciato. Il Campione Eterno spesso non sa di esserlo e anzi capita che sia un campione di una delle altre due forze, con tutta la dramamaticità narrativa che ne consegue. Elementi comuni ai vari Campioni Eterni creati da Moorcock sono l'essere guerrieri di grande abilità, l'avere a fianco un compagno, l'essere coinvolti in relazioni sentimentali e il brandire, sempre, diverse incarnazioni della medesima Lama Nera (Tempestosa, Kanajan, etc). Questi campioni dell'equilibrio ogni tanto attraversano le barriere spaziotemporali e s'incontrano, creando situazioni pericolose per l'equilibrio del Multiverso e della loro salute mentale, ma anche amplificando enormemente i loro poteri.

Non è necessario ovviamente leggere gli altri cicli creati da Moorcock per gustare al meglio le avventure di Elric, ma conoscere questo elemento dona al personaggio un'aura di grandezza assolutamente ineguagliabile. Ah, se ve lo state chiedendo: si, Elric incontrerà altri Campioni Eterni nelle sue avventure (almeno un paio di volte, mi pare di ricordare).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ELRIC

Il piu' grande anti - eroe della letteratura

Talmente uomo da ammettere i propri limiti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non conoscevo il ciclo di Moonrock ma dal poco che ho imparato in pochi minuti desidero fortemente leggerlo.

 

Sulla fiducia voto Elric

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elric, conosco il personaggio pur non avendo mai letto il ciclo, ed è uno di quegli "eroi" come piacciono a me. E facciamo vincere qualche personaggio massiccio, dopo che pure il mio povero Druss ha perso contro il gentil sesso!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bastian! Ottimo esempio di anti eroe!

Share this post


Link to post
Share on other sites

conosco solo bastiano ma mi sta antipatico, sia come bambino che come eroe super-figo, perciò voto elric, sembra interessante da come è presentato.

 

PS:a quando personaggi di Tolkien? ce ne sono una caterva di interessanti, si potrebbe fare un deathmach solo sui personaggi tolkieniani

Share this post


Link to post
Share on other sites

Così per chiarire: 'Tempestosa' è la traduzione non completamente letterale di 'Stormbringer'. Chi pensa di non conoscere Elric probabilmente ha sentito almeno parlare della sua (?) spada, in fumetti o citazioni.

Metto (?) perchè bisogna ricordare che Moorcock inaugura anche gli anti-talismani...quei begli oggetti più o meno potenti o forse no che dovrebbero aiutare il protagonista figo a diventare più figo o forse no XD. Stormbringer sembra intralciare Elric quanto lo aiuta, è una droga come i suoi stimolatori, lo porta continuamente su una strada 'non buona', anche se non ha la dignità di vero e proprio avversario con volontà sua come l'Anello. Anche lei è un manufatto maledetto ma non troppo, contraddittoria come chi la porta.

 

Detto questo sono pesantemente indecisa perchè Bastiano, non il bambolotto inerte dei due film ma il complesso bellissimo personaggio normale-ma-straodinario del libro (soprattutto la seconda parte) è un gran gran personaggio **

Share this post


Link to post
Share on other sites

la storia infinita l'ho vista un paio di volte da piccolo e ricordo che mi faceva schifo. Comunque voto Bastiano perchè tutto sommato non ho un brutto ricordo... ah, le contraddizioni delle infanzia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

conosco solo bastiano ma mi sta antipatico, sia come bambino che come eroe super-figo, perciò voto elric, sembra interessante da come è presentato.

 

PS:a quando personaggi di Tolkien? ce ne sono una caterva di interessanti, si potrebbe fare un deathmach solo sui personaggi tolkieniani

 

Tranquillo, credo proprio che quelli non mancheranno <img alt="> .

 

Comunque la tua idea non è niente male, sai?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bastiano.

Come ho già scritto, La storia infinita è uno di quei libri che mi hanno fatto scoprire il fantasy. Avevo già letto Lo Hobbit e Il signore degli anelli, Ende mi ha confermato che esisteva tutto un genere da scoprire. Comunque chi non conosce il libro non si basi su quel pessimo film che ne hanno tratto (parlo solo per il primo, il secondo mi sono rifiutata di guardarlo), storia, ambientazione e personaggi sono tutt'altro. Certo, ci sono il libro, il regno di Fantasia e un drago al quale hanno pure cambiato nome.

Quanto a Elric, confesso che è il primo personaggio in questi scontri del quale non ho letto nessun romanzo. Ho letto però un paio di racconti di Moorcock, non ricordo più dove, e non mi erano piaciuti affatto. Problemi di stile, se non sbaglio. Per questo l'ho sempre ignorato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa volta non ho dubbi <img alt=" />

Bastian lo conosco avendo letto il libro, ma come è successo per Atreju apprezzo più tutta la storia in sè anche se di certo Bastian è uno dei personaggi più intriganti psicologicamente.

Di contro Elric per ora lo conosco solo attraverso i racconti di Luca che mi ha fatto sempre ottima pubblicità di questo personaggio e che mi deve far leggere al più presto i libri. Se a questo aggiungo anche la descrizione molto più dettagliata di Gdn, ne esce fuori che personaggio e ambientazione sono davvero interessanti e dunque il mio voto va a

Elric

<img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...