Jump to content

Game of Thrones, Episodio 1x05


Recommended Posts

Bellissima questa puntata, mi ha preso parecchio! Devo dire che più la serie va avanti e più migliora! Forse all'inizio l'impressione risultava (almeno a me) un pò dispersiva perchè compaiono così tanti personaggi, ambientazioni e legami che comprenderli e assaporarli tutti subito è assai complesso; invece nel proseguire della storia e degli episodi c'è tempo per approfondire tante cose e tanti personaggi prima solo intravisti.

Un pregio di quest'episodio poi è che è stato ricco di azione, siamo entrati nel cuore della stagione, con la "rottura" tra Robert e Ned e i vari intrighi di corte, fino al duello finale, bello (anche se triste!). Ottimo la Montagna che Cavalca, è davvero erculeo, barbaro, come me lo immaginavo. Anche il Cavaliere di Fiori me lo aspettavo così: un pò esteta, un pò damerino, a cui piace farsi guardare e ammirare. Del resto, il soprannome la dice lunga. <img alt=" />

Che fosse l'amante di Renly Baratheon invece proprio non me lo ricordavo. Però la scena mi piace (anche se almeno un bacio potevano mettercelo http://www.labarriera.net/forum/public/style_emoticons/default/rolleyes.gif ). L'impressione che ho avuto è che sia il Cavaliere dei Fiori quello più effemminato, diciamo, modaiolo, e Renly lo assecondi. Infatti gli chiede: Davvero ti piaccio così? (senza peli..).

Con l'ottica di poi (quando Renly reclamerà il trono), potremmo vedere in questo breve dialogo l'inizio di un processo di crescita di Renly, di presa di coscienza di sè e di emancipazione dal fratelloTra l'altro, nel dialogo tra i due, mi si è accesa una mezza lampadina quando Loras parla della possibilità che Renly diventi re: non è che i Tyrrell stavano (già) pensando ad arrivare al trono? Sono una famiglia strana. Anche nei libri successivi danno sempre l'idea di essere coinvolti ma non espressamente. Boh, vedremo..

 

 

Bello il Nido dell'Aquila, e povero Tyrion, l'unico Lannister che mi piace. :)

Favolosa Lysa e il figlio, un'ottima interpretazione! Pazza lei e bambinesco lui, proprio come nel libro.

Non male le scene con Theon Greyoy e con Bran e Mastro Luwin, fa piacere rivedere anche loro. Ottima come sempre Arya, soprattutto all'ingresso della cittadella quando parla con i soldati.

Peccato solo non aver visto il grande Jon Snow in questo episodio! Spero che ritorni presto! <img alt=" />

 

PS: Dalla preview, fremo al pensiero del prossimo episodio! Si preannuncia parecchio denso di eventi! ;)

Link to post
Share on other sites
  • Replies 249
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

 

Ma io ricordo che nel libro lo allatta sul serio, anzi sono sicurissima di questa cosa perchè ne sono rimasta scioccata.

Io ho riletto e... non mi pare proprio. Si dice solo che quando Robert toglie la bocca dal capezzolo questo è "umido", ma evidentemente è umido per la saliva.

 

credi abbia ragione ladysnow. lo allatta proprio. non ricordo se viene mostrato (ma credo di si) o se venga solo fatto dire dal maestro del Nido dell'Aquila. Ma che lo allatti è sicuro <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Ragazzi tra tutte le cose che avete detto, riprendo una piccola parte di un commmento qui sopra di Gendry86 passato quasi inosservato.

 

E siamo arrivati al punto in cui ogni lettore inizia il suo rapporto amore-odio con Martin e le sue vittime...

Dopo questa puntata posso dire che D&D hanno capito tutto. Sono riusciti a introdurre tutti gli elementi che Martin ha usato nella prima parte di AGOT e che mi hanno portato inevitabilmente a rimanere con la bocca spalancata, incredulo, il giorno in cui ho letto l'ultimo capitolo. Ned, Robert e i fratelli Lannister sono dei personaggi mostruosi. La puntata n.10 farà volare in aria parecchi telecomandi. Sento già le bestemmie..e la voglia di vedere la stagione 2. <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

sulla crescita di Renly... inutile che cercate di metabolizzare la scelta di D&D, Renly è un ameba, fine.

 

E' un uomo di trent'anni, con tanto di barba e posto nel concilio ristretto, che "intraprende un processo di crescita" (ribadisco, il soggetto ha almeno trent'anni) sotto la guida di un languido sedicenne.

 

Ora, mi dispiace ma una persona simile è proprio patetica. Uno sfigato di livelli cosmici.

Potrà risultare tenero e suscitare amorevole comprensione, magari essere interessante da un punto di vista neuro-psichiatrico, ma resta un poverello.

 

 

Tra l'altro, è sempre stato Renly il complottatore della situazione, inutile anche che cerchiate di giustificare l'interpretazione di D&D. Tra le altre cose, prima che Robert morisse non complottava affatto il trono, anzi stava cercando di rafforzare la posizione della famiglia, progettando di fargli sposare Margaery (infatti va a chiedere a Ned se il ritratto di Marg gli ricorda Lyanna), e in questo modo eliminare i Lannister dal gioco del trono. Quindi, nemmeno così ambizioso da mettersi contro il fratello (con cui c'era un buon rapporto).

E' pieno diritto degli sceneggiatori stravolgere (migliorare, per alcuni) la saga, ma non venitemi a dire che la loro è un interpretazione è compatibile con il libro, perché non lo è.

Più realistica, più geniale, più migliorissima, ma non compatibile.

 

Stesso discorso per Cersei: scene capolavoro quanto si vuole, ma quella non è Cersei. Fine. E' un altro personaggio.

 

 

 

Lysa allatta Robert anche nel libro.

 

 

Concordo con Joramun, per il resto... c'è un po' troppa esaltazione collettiva, in generale la serie è molto bella, ci sono delle scene bellissime ma per chi conosce a fondo la saga.

 

Piccola riflessione/provocazione... mi sembra che tendenzialmente (ci sono delle eccezioni, si capisce) chi apprezza di più la serie tv siano i lettori diciamo "superficiali"... insomma quelli che hanno letto una volta le cronache e stop.

Costoro hanno un doppio vantaggio: quello dei lettori esperti, che non rischiano di farsi travolgere dal grande numero di trame, sottotrame e personaggi; e quello dei novizi che sentono parlare per la prima volta delle cronache e che quindi non colgono tutte le storpiature, i tagli brutali e soprattutto l'innegabile perdita del perfetto gioco d'incastri che c'è nei libri.

Link to post
Share on other sites

 

Piccola riflessione/provocazione... mi sembra che tendenzialmente (ci sono delle eccezioni, si capisce) chi apprezza di più la serie tv siano i lettori diciamo "superficiali"... insomma quelli che hanno letto una volta le cronache e stop.

Costoro hanno un doppio vantaggio: quello dei lettori esperti, che non rischiano di farsi travolgere dal grande numero di trame, sottotrame e personaggi; e quello dei novizi che sentono parlare per la prima volta delle cronache e che quindi non colgono tutte le storpiature, i tagli brutali e soprattutto l'innegabile perdita del perfetto gioco d'incastri che c'è nei libri.

 

E' troppo bello leggerti perchè io possa arrabbiarmi con te.

Firmato:

Lettore che ha letto la saga tra agosto e ottobre 2010 e che ha da poco cominciato la rilettura, nonostante la pila di libri accatastati da tempo sulla scrivania.

Link to post
Share on other sites

Non volevo offendere nessuno con il mio commento, sia chiaro.

Per chiarire un po' il mio punto di vista, penso semplicemente che la scena tra Renly e Loras non funzioni. Penso che sia stata scritta male, e realizzata male. La situazione, la vasca, la depilazione, mi sembra assolutamente pacchiana e ridicola. Loras piuttosto che un cavaliere senza macchia, appare come una specie di subdolo cospiratore che sfrutta il suo bell'aspetto per insinuare nel povero Renly/bamboccione l'ambizione per il trono. Senza contare che con Robert vivo e vegeto non ha neppure troppo senso secondo me.

 

Non vorrei sbagliare, ho letto i libri ormai qualche annetto fa, ma mi sembra che Loras venga considerato dagli altri come un guerriero di assoluto spessore un braccio che regge la spada e nient'altro (nonostante le battute sulla sua sessualità). Se avesse avuto un ruolo nella discesa in campo di Renly come pretendente al trono di spade, penso che Martin ce lo avrebbe fatto sapere, o quantomeno intuire.

Link to post
Share on other sites

Non mi é piaciuta affatto la scena finale fra Ned e Jaime, orrenda secondo me; nel libro é sera e piove, e quando Jaime dice con un sorriso malefico "uccideteli tutti" é un momento epico.

Così alla luce del sole invece sembra solo una rissa da paese.

Link to post
Share on other sites

Piccola riflessione/provocazione... mi sembra che tendenzialmente (ci sono delle eccezioni, si capisce) chi apprezza di più la serie tv siano i lettori diciamo "superficiali"... insomma quelli che hanno letto una volta le cronache e stop.

Costoro hanno un doppio vantaggio: quello dei lettori esperti, che non rischiano di farsi travolgere dal grande numero di trame, sottotrame e personaggi; e quello dei novizi che sentono parlare per la prima volta delle cronache e che quindi non colgono tutte le storpiature, i tagli brutali e soprattutto l'innegabile perdita del perfetto gioco d'incastri che c'è nei libri.

 

oppure sono quei lettori che oltre ad essere fan delle cronache, sono anche fan dei lavori della HBO, e vogliono vedere un bello show, anche se (e nel mio caso, addirittura SPERANDO) dovesse essere pieno di differenze con i libri, di storpiature e di caratterizzazioni modificate ;)

 

non che io rientri in alcuna categoria, eh.."non ci sono spettatori 'come me'. ci sono io e basta" <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Piccola riflessione/provocazione... mi sembra che tendenzialmente (ci sono delle eccezioni, si capisce) chi apprezza di più la serie tv siano i lettori diciamo "superficiali"... insomma quelli che hanno letto una volta le cronache e stop.

Costoro hanno un doppio vantaggio: quello dei lettori esperti, che non rischiano di farsi travolgere dal grande numero di trame, sottotrame e personaggi; e quello dei novizi che sentono parlare per la prima volta delle cronache e che quindi non colgono tutte le storpiature, i tagli brutali e soprattutto l'innegabile perdita del perfetto gioco d'incastri che c'è nei libri.

 

Io continuo a sostenere che ad apprezzare di più la serie tv siano i lettori con una visione più fantasy delle Cronache.

 

Da notare che, dei quattro libri, il primo è anche quello con maggiori elementi simili al fantasy classico. Soprattutto in fatto di personaggi: nel primo libro come POV abbiamo un po' i classici protagonisti buoni (e gli antagonisti non POV sembrano un po' i classici cattivoni), con i libri successivi ecco che si cominciano a cogliere molto di più tutte le sfumature di grigio. Tra l'altro, dei quattro è pure quello che mi è piaciuto di meno (beh, più che altro sono il secondo e il terzo a essere una spanna al di sopra, ma il discorso non cambia).

 

Non mi ha dato fastidio che abbiano tagliato la mischia e il tiro con l'arco. Anche Martin ha rissunto brevemente queste parti, perchè gli interessavano solo per nominare dei personaggi che poi sarebbero stati importanti. Nella serie hanno fatto bene per il momento ad evitare di introdurre Thoros, Beric e Anguy. C'è un sacco di tempo prima che diventino importanti. C'è un limite entro cui uno spettatore, a cui la trama è nuova, può reggere la continua introduzione di 2445 personaggi. Già in GoT la questione e molto delicata e alcuni si lamentano.

Meglio aspettare a presentarli, visto che non era assolutamente indispensabile farlo in questa puntata.

Beric probabilmente arriverà nella prossima puntata o in quella dopo ancora, dove Ned dovrebbe inviarlo contro i Lannister. Gli altri due possono aspettare pure molto di più.

 

Sui personaggi sono d'accordo. Ma mi riferivo all'effetto visivo: per il torneo a cavallo mi andavano benone quattro o cinque scontri con delle comparse con delle armature variopinte a interpretare cavalieri sconosciuti, e per la grande mischia e il tiro con l'arco idem, bastavano una trentina di secondi per far vedere giusto la folla e i vari arcieri intenti a scoccare le frecce, altra folla, scudieri vari, comparse con tanti bei costumi e fine. Unicamente per dare un senso di sfarzo e ricchezza a tutto quanto, così invece la resa è stata piuttosto povera.

Link to post
Share on other sites

oppure sono quei lettori che oltre ad essere fan delle cronache, sono anche fan dei lavori della HBO, e vogliono vedere un bello show, anche se (e nel mio caso, addirittura SPERANDO) dovesse essere pieno di differenze con i libri, di storpiature e di caratterizzazioni modificate

beh, però ci sono delle incongruenze che non possono lasciare indifferenti. Un lettore esperto se ne accorge.

 

Per esempio: Ditocorto mette Ned sulla pista di Ser Hugh. Ma sappiamo che

spoiler asos

 

è stato Ditocorto a far fuori jon arryn; quindi Hugh deve essere una pista falsa.

A voler essere complottisti si potrebbe pensare che fosse una pista vera, e che Ditocorto abbia sguinzagliato Ned sulla pista di Ser Hugh in modo da allarmare i Lannister, i quali hanno deciso di mandare Gregor a chiudergli la bocca. Insomma Ditocorto che usa la paura dei Lannister per eliminare un suo scomodo complice. Tuttavia, sembrerebbe un piano eccessivamente complicato e rischioso anche per Ditocorto. Troppe variabili.

Oppure è possibile che Ditocorto, sapendo che Ned avrebbe comunque trovato questo ser hugh, abbia deciso di guadagnarsi la sua fiducia indicandolo lui per primo, riservandosi di eliminarlo in seguito. Ma in ogni caso non hanno senso i sospetti sulla Montagna e sul sorteggio pilotato: la montagna non ha mai avuto il minimo rapporto con Ditocorto.

Inoltre, usare lo scudiero come assassino è un buon piano (è una persona vicina alla vittima, che può facilmente somministrare il veleno).. ma Ditocorto poteva contare addirittura sulla moglie della vittima (e così ha fatto)! Perchè coinvolgere anche Hugh?

Nei libri, la verità ci arriva per bocca del Mastino: Hugh era inesperto, aveva l'armatura messa male, Gregor è una belva e quando ha visto un pesce piccolo da uccidere, l'ha fatto con gioia.

Martin è bello anche per questo: piste false, o comunque ambigue. Nel libro Ned è molto meno sicuro (a ragion veduta) del coinvolgimento di Ser Hugh, e Martin stesso da molto meno peso alla faccenda.

Nella serie tv, invece passa un messaggio, e direi abbastanza chiaro: ser hugh era coinvolto e qualcuno gli ha tappato la bocca, vedi tutta la storiella (inventata) delle pagliuzze, il fatto che la scena saliente del torneo sia proprio la morte di hugh eccetera.

 

 

cose come questa, non possono far piacere se si sanno, no? Dettagli, certo, ma sufficienti a far sbollire la passionale esaltazione (l'ammirazione per la qualità della serie in generale rimane, quella sì) :)

Link to post
Share on other sites

Spettacolarità.Una serie di questo tipo non può rinunciarci.....altrimenti sarebbe stato meglio che alla HBO avessero comprato i diritti per "I Malavoglia"

E ti sembra che la serie abbia rinunciato alla spettacolarità? Indica almeno i tuoi termini di paragone in fatto di spettacolarità televisiva, altrimenti la critica diventa sterile.

 

 

E' pieno diritto degli sceneggiatori stravolgere (migliorare, per alcuni) la saga, ma non venitemi a dire che la loro è un interpretazione è compatibile con il libro, perché non lo è.

La scena di Renly ha lo scopo principale di narrare elegantemente gli eventi, alludendo alle motivazioni che spingeranno il personaggio a fare quello che ha fatto anche nei libri, senza essere costretti a parlarne dopo. In breve: scavalcare non Robert, ma chi è davanti a Renly in linea di successione. Robert morirà tra pochissimo, non c'è il tempo per pensare ad altro.

Presentandone i dubbi, inoltre, gli hanno anche offerto il ruolo di maggior risalto, laddove Loras rappresenta solo una voce interna.

Come nella scena tra Ned, Catelyn e Luwin, o in tutte quelle di Daenerys: parlano gli altri, ma lo scopo è mostrare il conflitto interiore del protagonista.

 

Da notare che, dei quattro libri, il primo è anche quello con maggiori elementi simili al fantasy classico. Soprattutto in fatto di personaggi: nel primo libro come POV abbiamo un po' i classici protagonisti buoni (e gli antagonisti non POV sembrano un po' i classici cattivoni)

Visto che nella serie non esistono più i punti di vista, che la maggior parte dei "cattivi" risultano più umani, e che gli elementi più fantasy sembrano meno prominenti, dovresti arrivare alla conclusione opposta.
Link to post
Share on other sites

 

Comunque ancora una volta fanno sesso sempre in una sola maniera (Theon-Ros). <img alt="> E' forse uno dei particolari più assurdi e immotivati della serie. Sembrerebbe quasi che sia una fantasia degli sceneggiatori.

 

A me invece sembra realistico: un uomo del medioevo che penetra una prostituta, il 90% delle volte lo fa in quel modo. Percentuale identica con le serve/popolane. Percentuale leggermente più bassa con le Lady: è un mondo dove permane una certa dose di selvatichezza, e di dominanza del maschio sulla femmina, piuttosto che amore, romanticismo e ricerca delle "variazioni sul tema".

 

Qui si tratta di Jaime e Cersei, Drogo e Dany, Dothraki e Dothraki donne e adesso anche Theon e Ros. Quindi non si tratta solo di uomini con prostitute. E poi ci vuole comunque un po' di varietà.

 

Completamente irrealistica è invece la rappresentazione che danno di Loras e Renly: decisamente troppo effemminati. Ogni essere vivente dei Setti Regni si accorgerebbe della loro omosessualità.

 

Tutti sanno che Loras e Renly se la intendono. Non il popolino ovviamente, ma i Lord sì. E comunque la scena che abbiamo visto era privata.

 

mentre per quanto riguarda gli attori non sono affatto soddisfatto di bronn (troppi sguardi di intesa con tiryon, anche se magari un non lettore non li avrebbe notati)

 

Non sono d'accordo, anzi secondo me è meglio così. Così risulta molto più credibile il prossimo azzardo di Tyrion quando chiederà di essere giudicato con un duello.

 

che ci fosse qualcosa tra Loras e Renly era già piuttosto evidente dalla scena del torneo e secondo me era sufficiente.

 

Tutte le relazioni amorose hanno bisogno di essere rese esplicite in uno show televisivo/cinematografico. Poi magari è sufficiente un bacetto, ma è fondamentale che allo spettatore venga presentato un determinato rapporto per quello che è.

 

Per questo mi pare che il problema di molti qua dentro sia proprio la rappresentazione esplicita dell'omosessualità. Che poi esplicita non lo è neanche tanto, se confrontata con le altre scene di sesso: qui la scena di sesso vera e propria durerà sì e no dieci secondi, in cui comunque non si vede niente. Non c'era nei libri, è vero, ma nè Loras nè Renly erano pdv, ci sarebbe voluto un guardone che li spiava in camporella @_@

 

Il problema della rappresentazione dell'omosessualità esiste e non solo per GOT. Io credo che le difficoltà nascano soprattutto dal fatto che spesso il pubblico non riesce ad avere una chiara estetica di questa tendenza sessuale. Tendenzialmente un omosessuale maschio è identificato per via degli atteggiamenti più o meno femminili che sarebbero parte del proprio atteggiamento. Il prototipo artistico potrebbe essere "Il vizietto". Negli ultimi tempi però ci si è "accorti" che esistono anche gay dagli atteggiamenti e dall'aspetto assolutamente "più maschile" e che non si differenziano per nulla da un qualsiasi maschio etero. I cowboy di "Brokeback Mountain" sono un esempio calzante. Da qui ne scaturiscono differenti idee su quale sia il modello di gay più aderente alla realtà, atteggiamento che secondo me è totalmente sbagliato. Ho notato che spesso questo tipo di atteggiamento è inflazionato anche tra gli stessi gay, dove per esempio quelli più "mascolini" tendono a criticare rappresentazioni troppo fru-fru di un omosessuale. Mi sembra insomma che si assista a una sorte di opposti estremismi. Penso invece che l'omosessualità possa essere rappresentata in vari modi e che possano essere tutti egualmente validi, proprio perchè il prototipo del gay non esiste affatto.

 

Nel caso più specifico di Loras e Renly, la scena è abbastanza credibile per il fatto che noi non li abbiamo mai visti nell'intimità ma c'è da chiedersi cosa vogliano trasmettere gli sceneggiatori. Ora, è del tutto vero che la depilazione è uno strumento che al giorno d'oggi è piuttosto inflazionato anche tra i maschi, ma bisogna chiedersi piuttosto se lo fosse nel Medioevo. E poi è chiaro che se gli sceneggiatori hanno messo questo particolare, lo hanno fatto proprio perchè nella loro testa, depilazione maschile=cura del corpo=omosessuale. Da questo punto di vista, per me non è una scena irrealistica quanto un po' "facile". Si è preso un luogo comune e lo si è sfruttato.

 

E' pieno diritto degli sceneggiatori stravolgere (migliorare, per alcuni) la saga, ma non venitemi a dire che la loro è un interpretazione è compatibile con il libro, perché non lo è.

 

Sì e no. Per quello che leggiamo di Renly nei libri, questo che viene rappresentato in TV è parecchio diverso. Difficile negarlo. Però bisogna anche chiedersi se ci sia qualcosa d'altro. Quello che mi lascia perplesso è che molti di voi vedete in Renly una persona carismatica, quando invece era solo una persona che si sapeva "vendere bene". Il carisma per me è un'altra cosa. Non basta dire "Io sono forte, io sono il migliore" per esserlo davvero. IMO per me Renly è molto sopravvalutato come personaggio. E comunque non è un POV e quindi le motivazioni, le angolature e le particolarità del suo carattere non ci sono del tutto note. Ma poi.... è lecito piangere tutte queste lacrime per Renly? Sembra che stiamo parlando di un gigante delle Cronache....

 

Molto più interessante è la caratterizzazione di Cersei e qui sì ho dei forti dubbi per come viene resa. Non capisco se l'hanno resa davvero più complessa e sfaccettata o se semplicemente vogliono dire che ogni tanto lei mente apposta per poter magheggiare meglio (anche se non capisco come). Perchè che lei amasse Robert mi sembra una panzana un po' troppo grossa....

Link to post
Share on other sites

oppure sono quei lettori che oltre ad essere fan delle cronache, sono anche fan dei lavori della HBO, e vogliono vedere un bello show, anche se (e nel mio caso, addirittura SPERANDO) dovesse essere pieno di differenze con i libri, di storpiature e di caratterizzazioni modificate

beh, però ci sono delle incongruenze che non possono lasciare indifferenti. Un lettore esperto se ne accorge.

 

Per esempio: Ditocorto mette Ned sulla pista di Ser Hugh. Ma sappiamo che

spoiler asos

 

è stato Ditocorto a far fuori jon arryn; quindi Hugh deve essere una pista falsa.

A voler essere complottisti si potrebbe pensare che fosse una pista vera, e che Ditocorto abbia sguinzagliato Ned sulla pista di Ser Hugh in modo da allarmare i Lannister, i quali hanno deciso di mandare Gregor a chiudergli la bocca. Insomma Ditocorto che usa la paura dei Lannister per eliminare un suo scomodo complice. Tuttavia, sembrerebbe un piano eccessivamente complicato e rischioso anche per Ditocorto. Troppe variabili.

Oppure è possibile che Ditocorto, sapendo che Ned avrebbe comunque trovato questo ser hugh, abbia deciso di guadagnarsi la sua fiducia indicandolo lui per primo, riservandosi di eliminarlo in seguito. Ma in ogni caso non hanno senso i sospetti sulla Montagna e sul sorteggio pilotato: la montagna non ha mai avuto il minimo rapporto con Ditocorto.

Inoltre, usare lo scudiero come assassino è un buon piano (è una persona vicina alla vittima, che può facilmente somministrare il veleno).. ma Ditocorto poteva contare addirittura sulla moglie della vittima (e così ha fatto)! Perchè coinvolgere anche Hugh?

Nei libri, la verità ci arriva per bocca del Mastino: Hugh era inesperto, aveva l'armatura messa male, Gregor è una belva e quando ha visto un pesce piccolo da uccidere, l'ha fatto con gioia.

Martin è bello anche per questo: piste false, o comunque ambigue. Nel libro Ned è molto meno sicuro (a ragion veduta) del coinvolgimento di Ser Hugh, e Martin stesso da molto meno peso alla faccenda.

Nella serie tv, invece passa un messaggio, e direi abbastanza chiaro: ser hugh era coinvolto e qualcuno gli ha tappato la bocca, vedi tutta la storiella (inventata) delle pagliuzze, il fatto che la scena saliente del torneo sia proprio la morte di hugh eccetera.

 

 

cose come questa, non possono far piacere se si sanno, no? Dettagli, certo, ma sufficienti a far sbollire la passionale esaltazione (l'ammirazione per la qualità della serie in generale rimane, quella sì) :)

 

invece è proprio quello che intendo...queste scelte non mi fanno storcere il naso neppure un pò..perchè confido che la HBO modificherà qualcosa anche nelle sottotrame (quando non fondamentali) per incastrare i dettagli. E magari per 'stupire' anche i lettori con qualche mistero 'nuovo' o 'differente' nello sviluppo, che comunque non pregiudica la trama ad ampio raggio <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

queste scelte non mi fanno storcere il naso neppure un pò..perchè confido che la HBO modificherà qualcosa anche nelle sottotrame (quando non fondamentali) per incastrare i dettagli.

Sopravvaluti l'HBO. Quella di ser hugh al 99% non è stata una modifica voluta, è stata una semplice (scusabile, chi dice niente) disattenzione. D&D non hanno incastrato bene i dettagli, e ne è venuta fuori questa (scorretta) enfatizzazione della colpevolezza di hugh.

 

Quando ci saranno le incredibili rivelazioni di ditocorto alla fine di Asos, nessuno si ricorderà di ser hugh.

 

 

La scena di Renly ha lo scopo principale di narrare elegantemente gli eventi, alludendo alle motivazioni che spingeranno il personaggio a fare quello che ha fatto anche nei libri, senza essere costretti a parlarne dopo. In breve: scavalcare non Robert, ma chi è davanti a Renly in linea di successione. Robert morirà tra pochissimo, non c'è il tempo per pensare ad altro.

Presentandone i dubbi, inoltre, gli hanno anche offerto il ruolo di maggior risalto, laddove Loras rappresenta solo una voce interna.

 

quello che vuoi, sta di fatto che il renly televisivo non è compatibile, per carattere, motivazioni e azioni, con quello del libro.

 

è un personaggio diverso. Sarà più elegantemente funzionale alla trama, ma è diversissimo dall'originale.

 

Secondo me questo è un male, ma è legittimo pensare che sia un bene. E' invece scorretto pensare che "tutto sommato il renly televisivo non stato stravolto più di tanto".

 

E' stato stravolto alla grande, altroché.

Link to post
Share on other sites

Da notare che, dei quattro libri, il primo è anche quello con maggiori elementi simili al fantasy classico. Soprattutto in fatto di personaggi: nel primo libro come POV abbiamo un po' i classici protagonisti buoni (e gli antagonisti non POV sembrano un po' i classici cattivoni)

Visto che nella serie non esistono più i punti di vista, che la maggior parte dei "cattivi" risultano più umani, e che gli elementi più fantasy sembrano meno prominenti, dovresti arrivare alla conclusione opposta.

 

No. L'unico elemento fantasy meno prominente sono i lupi, e gli entusiasti della serie mi pare che se ne siano lamentati, infatti. Nido dell'aquila non potevano renderlo più fantasy di così. E mi pare che Cersei sia tra i personaggi più criticati da questi stessi entusiasti, proprio perché non è la cattivona dei libri. Joffrey invece è stato lodato inizialmente, "perché c'ha proprio la faccia da schiaffi" (quindi il fatto che sia meno attraente rispetto ai libri è stato visto come un pregio, immagino perché più in linea con lo stereotipo dell'antagonista brutto e cattivo). Viserys viene acclamato, e secondo me proprio per la sua interpretazione estremizzata del personaggio. Lysa, beh, si è vista solo in quest'ultima puntata quindi è un po' presto, però mi pare di notare che gli entusiasti della serie abbiano apprezzato questa interpretazione ancora più pazza.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...