Jump to content
Lord Beric

THE WINDS OF WINTER: news e speculazioni

Recommended Posts

La mia idea continua a essere che lui avesse un certo canovaccio iniziale con un certo inizio e fine e vari accadimenti clou nel mezzo. Il problema è che questo canovaccio già difficile da delineare con precisione su pagina si è ampliato e complicato nel tempo in modo esponenziale, perciò anche se rispetto all'idea iniziale sa come dovrebbe finire diventa davvero proibitivo incastrare tutti i pezzi.

Anche perché al contempo continua ad aggiungere roba piuttosto che tagliare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah a sto punto forse è meglio che inizi a prendere idee e pure se alla fine non convincono, decida di metterle a costo di suonare banale, almeno avremmo qualcosa.

 

Es deve risolvere il problema Mereen, risultato: Day doma i Dotrhaki, torna in città, mette fine al casino e tanti saluti, tutti a Westeros.

 

Oppure la faccenda Aegon. Fallo morire nei primi capitoli di WOW e fine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi pare sia stato riportato, ma in un post del 30 giugno in cui dice che registrerà video e farà dirette streaming per il Worldcon in Nuova Zelanda, ricorda (in tono che sembra un un pò acido), le altre cose che fa quotidianamente oltre a scrivere TWOW:

((And before anyone starts to panic, “oh my god he is making videos in place of writing,” OF COURSE I am still working on WINDS OF WINTER as well.   That really should go without saying, yet somehow I need to say it, or someone might make stupid assumptions.   I am also doing some editorial work on three new Wild Cards books, reading scripts and making notes on a couple of exciting Hollywood projects, texting with agents, editors, and friends about this and that, eating several meals a day, watching television, reading books, and from time to time using the toilet.   Just because I do not mention it in every Not A Blog does not mean it is not happening)).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posso dirlo? Che post stupido. Dimentica troppo spesso che sono 10 anni che i lettori aspettano e che se spesso non basta quando dice "sto lavorando benissimo a TWOW" per rassicurarci, come puó rassicurarci quando NON lo dice?

 

Sembra come con mia figlia:

-metti a posto la camera

-ora lo faccio

...

-allora, l'hai messa a posto?

-lo sto facendo, abbi pazienza!

...

-é ancora in questo stato e tu sei lá a giocare?

-ma si, piano piano lo faccio!

...

-la stai mettendo a posto?

-non é che perché non te lo dico significa che non lo faccio, eh!

 

:blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tua figlia però 1. è piccola 2. è simpatica

 

Francamente questo "lasciatemi almeno il tempo di andare in bagno" è davvero di cattivo gusto appunto quando sono 10 anni che sta dietro al libro.

Ad ogni modo non si preoccupi sig. Martin, io i suoi libri non li compro così avrà tutto il tempo che vuole per andare al bagno in santa pace >_>

Altri commenti si sprecano. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho conosciuto troppi amici universitari simpaticamente cazzari per non riconoscere lo stesso identico pattern psicologico.

 

Questi non facevano una mi***ia dalla mattina alla sera, erano mostruosamente indietro con gli esami principali, e accampavano le stesse identiche scuse di Martin.

 

- ovvio che sto studiando! Ma che ti credi! Ho anche fatto un sacco di esami complementari, ho preso 28 in Wild Card pure, finiti quelli! (effettivamente erano molto performanti negli esamini da 1 credito... ovviamente le bestie da 12 o 15 crediti addio, manco aperto i libri)

- no no, ma in realtà ho quasi finito tutto eh, mi mancano pochi esami in realtà, ce ne sono un paio che proprio non mi vanno giù ma ci sto venendo a capo, ho già chiesto la tesi eh! Quasi fatto, quest'anno o al massimo all'inizio del prossimo dottoreeee editoooooree (ballaccia clamorosa ripetuta fin dal primo anno fuori corso ai genitori e a volte anche agli amici per tutti i successivi 4-5-6 anni)

- e comunque ho anche una vita eh, passioni, viaggi, sport, il mio cinema di santa fe, insomma! (come se studiare "il giusto" precludesse divertimenti i vita sociale...)

- eh ma poi di esami ne ho rifiutati parecchi eh, ho dovuto rifare alcuni esami tosti perché il voto non mi convinceva, il prof era str***o, l'assistente mi ha chiesto cose che non c'erano sui libri, ho dovuto riscriver... eh ri-frequentare il corso, e poi la sessione era finita, persi 6 mesi, ma mica era colpa mia, sono un perfezionista io! (ma certo, in 7 anni hai fatto 15 esami su 30 e hai la media del 23... però rifiuti i 18, certo, come no)

- e comunque che palle, che noia, che pressione, basta starmi sul fiato sul collo, ho tutto sotto controllo, tranquilli, maronna, basta assillarmi, la vita è mia (ok)

 

Gli esiti? Immancabilmente due.

O a un certo punto qualcuno o qualcosa gli metteva er pepe ar c**o (tipo i genitori tagliavano i fondi, la ragazza restava incinta, improvvisa maturazione) e ingranavano la sesta e incredibilmente chiudevano tutto in un annetto, oppure mollavano e andavano a fare altro.

E - purtroppo - non vedo chi o cosa possa impepare le bianche chiappone di George.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minutes fa, Ser Balon Swann dice:

Ho conosciuto troppi amici universitari simpaticamente cazzari per non riconoscere lo stesso identico pattern psicologico.

Abbiamo avuto la stessa immediata associazione allora :excl2:

Anche nel mio caso la fine era una: o si laureavano impiegando 8000 anni per una triennale e poi andavano a fare altro oppure mollavano e basta.

Di base comunque il problema è che chi ha un atteggiamento così ce l'ha con l'università, col lavoro e in qualunque frangente della sua vita e tendenzialmente ottiene risultati mediocri in ogni ambito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours fa, Manifredde dice:

Posso dirlo? Che post stupido.

 

Puoi dirlo forte! L'ho pensato anche io. ;)

 

Sarebbe da rispondergli che se finire i suoi libri non preme a lui... Poi, per quanto mi riguarda, può trascorrere le sue giornate a fare colouring theraphy, imparare il punto-croce, guardare Netflix, ecc. :stralol: 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 hours fa, Metamorfo dice:

That really should go without saying, yet somehow I need to say it, or someone might make stupid assumptions

 

Questa é la parte piú divertente :stralol:E perché mai a qualcuno dovrebbe passare per la mente l'idea di fare qualche audace e stupida assunzione? Davvero non riesco ad immaginarlo :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti sono questo genere di esternazioni in cui "dà paro paro degli stupidi" a quelli che si interrogano che per quanto mi riguarda sono proprio mancanza di rispetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, Ser Balon Swann dice:

Ho conosciuto troppi amici universitari simpaticamente cazzari per non riconoscere lo stesso identico pattern psicologico.

 

Questi non facevano una mi***ia dalla mattina alla sera, erano mostruosamente indietro con gli esami principali, e accampavano le stesse identiche scuse di Martin.

[...]

 

Quoto tutto.

Da anni oramai il nostro caro George è poco più di un caso editoriale ai confini del caso umano.

Per altro vedo che adesso parla di generici "Hollywood projects", chissà se un giorno qualcuno dei suoi progetti verrà mai alla luce, tenuto conto che alcuni dovrebbero oramai essere prossimi all'età scolastica.

Sono oramai fermamente convinto che dalla fine del 2013 non faccia praticamente più nulla, se non apporre la propria firma in calce al lavoro di terzi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse gli editori potrebbero essere gli unici a scuoterlo, qualcosa del tipo "se entro un anno non fai uscire almeno il penultimo libro chiudiamola qui"...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo ovviamente non possono farlo, non è che possono minacciarlo di non far uscire un libro che semmai vedesse la luce gli farebbe comunque incassare (considerando le frotte che si precipiteranno a comprarlo).

Anche ammesso che col dilungarsi e sfilacciarsi della situazione andassero in pochi a comprarlo, sempre meglio di niente per loro. 

E nel frattempo se non esce nulla agli editori non cambia niente perchè tanto guadagnano pubblicando altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minutes fa, MezzoUomo dice:

Per altro vedo che adesso parla di generici "Hollywood projects", chissà se un giorno qualcuno dei suoi progetti verrà mai alla luce, tenuto conto che alcuni dovrebbero oramai essere prossimi all'età scolastica.

Dalle mie parti vige il detto fai 2 cose ma falle (e magari anche bene), non IMMAGINARE di farne 3000 di cui neanche una in concreto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...