Jump to content
Sign in to follow this  
Dio Amiga

La "Duologia" di Ken Follet

Recommended Posts

Che mi dite di questi due Libri?

Io li ho praticamente divorati, credo che gli intrighi di potere presenti in ambedue i libri siano simili a quelli del gioco del trono. Di Jofrey, Cersei, Varys e Ditocorto ne abbiamo a iosa in questi libri. Lo stile è molto più tetro e dark, quasi sempre ambientato in monasteri (ambienti alla "il nome della rosa")e, anche se non sono fantasy, sento di consigliarli veramente di cuore a tutti quelli che come me amano follemente le Cronache di Martin.

 

Pilastri della terra - Trama (fonte Wikipedia):

 

I pilastri della Terra è un romanzo storico pubblicato nel 1989 da Ken Follett. Racconta la costruzione di una cattedrale a Kingsbridge (una località immaginaria [1] nel Wiltshire in Inghilterra); ed è ambientato nel XII secolo (precisamente tra il 1123 e il 1174), dall'affondamento della Nave Bianca (la nave in cui morì l'erede al trono inglese) fino all'assassinio dell'Arcivescovo di Canterbury Thomas Becket, già descritto da T. S. Eliot nel suo dramma teatrale del 1935 Assassinio nella cattedrale.

Sullo sfondo degli avvenimenti storici si snodano le avventure dei personaggi verosimili e viene illustrato con efficacia lo scontro in atto nel medio evo, tra la nobiltà, ancora arroccata a difesa dei propri privilegi e la nascente borghesia mercantile, che si stava sviluppando nelle città, la quale tentava di liberarsi dagli arcaici fardelli del feudalesimo.

 

Mondo senza fine - Trama (fonte Wikipedia):

 

Il romanzo è ambientato sempre a Kingsbridge (una località immaginaria [1] nel Wiltshire in Inghilterra), al pari de I pilastri della terra, ma le vicende si svolgono due secoli dopo. Alcuni dei protagonisti sono discendenti dei personaggi della precedente storia, in particolare di Tom il costruttore e di Jack Jackson, mastro costruttore della cattedrale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da amante di antica data del genere storico, non riesco purtroppo a condividere il tuo stesso entusiasmo per questi libri; anzi, ad essere sincera, mi sono obbligata a finire I Pilastri della Terra.

 

Libro che, senza dubbio alcuno, offre moltissimi e validissimi spunti, tuttavia sono assolutamente convinta che quanto raccontato da Ken Follett in poco più di 1000 pagine, poteva essere meglio organizzato in almeno la metà. Non è il primo libro di Follett che leggo; in altri romanzi lo stile era molto meno "pretenzioso", più diretto e sicuramente molto più scorrevole. La dialettica de I Pilastri della Terra è oltremodo "logorroica"...e lo dico da lettrice di Dorothy Dunnett, scrittrice famosa per le sue minuziosissime descrizioni (fonte di amore e odio per sostenitori e detrattori). Facendo un improbabile paragone, la dialettica della Dunnett scorre, il più delle volte, fluida nonostante la pomposità dello stile infarcito di citazioni più o meno dotte; mentre la dialettica de I Pilastri della Terra, a mio personalissimo parere, è quanto meno soporifera.

 

Gli "intrighi, sempre a mio avviso, non sono certo paragonabili per complessità a quelli delle Cronache.....e mi piacerebbe capire chi, tra i vari personaggi, hai associato ai vari Varys, Ditocorto & company....

 

Mi dispiace molto dare un giudizio così negativo su questo libro, che avevo pure cominciato con entusiasmo, andato via via scemando man mano che progredivo nella lettura. Una vera delusione.

Per questi motivi, mi sono ben guardata dal prendere in mano il suo "pseudo-sequel" Il Mondo senza Fine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I Pilastri della Terra l'ho trovato gradevole e appassionante mentre Mondo senza fine e stata molto dura terminarlo e il mio giudizio è pessimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto i Pilastri della Terra dopo la miniserie che ne hanno tratto. Anzi, è stata proprio quella a destare il mio interesse.

Ho divorato questo libro in pochissimo e mi è piaciuto molto, tanto che da quello in poi mi sono divorata una decina buona di libri di Ken Follett, compreso Mondo Nuovo (il tutto nel giro di un paio di mesi =.=).

 

Devo dire che Mondo Nuovo è, a mio personalissimo parere, la brutta copia dei Pilastri della Terra: la storia dei due è molto simile; l'intrigo promesso nella presentazione da copertina è piuttosto banale e non aggiunge quasi nulla alla storia. E' stato una lettura tutto sommato piacevole, ma che probabilmente non consiglierei.

 

Comunque, i Pilastri della Terra mi hanno fatto scoprire questo autore e ora, dopo aver letto la Caduta dei Giganti, sono in attesa dell'uscita del secondo e del terzo libro del Ciclo Century <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io li ho letti entrambi, e devo dire che li ho trovati una lettura magari non originalissima ma molto piacevole.

Il giudizio è decisamente positivo per I pilastri della Terra, meno per il successivo, che, come dice Amberlith, sembra un po' una brutta copia del precedente.

Con una differenza: mi sembra che nel libro più recente tutto sia meno netto, i cattivi meno cattivi, i furbi meno furbi, i buono meno buoni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me Mondo senza fine è piaciuto quanto il primo, ok, non c'erano personaggi dalla Tempra di Jack , Tom, Valeran e Wiliam Hambley ma la storia catturava e poi quando arriva la morte nera (la peste) mi ha lasciato col fiato sospeso da metà libro in poi. era una lotteria di morte, e cadevano tutti come pere cotte. Io l'ho trovato originale e penso che si sia differenziato dal primo con stile..

poi o.. de gustibus non disputandum est

Share this post


Link to post
Share on other sites

La parte relativa alla peste è senz'altro la parte migliore.

Però obiettivamente la trama base non si discosta molto da "I Pilastri della Terra". E' un bel libro, scritto bene, ma, IMHO, non si può dire sia originale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito qualcuno sta seguendo la serie TV su Rete4 il Mercoledì sera tratta dai Pilastri della Terra? Finora l'ho trovata abbastanza ben fatta tanto che perfino mia madre <img alt=" /> (non molto propensa al genere) la sta seguendo e si è appassionata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho amato I pilastri della terra. E' stato uno di quei libri storici che mi hanno fatto appassionare al genere. Di Mondo senza fine ne ho sentito parlare malino o quantomeno con poco entusiasmo...e così ho deciso di non leggerlo, in modo da non rovinarmi i bei ricordi del libro precedente!

 

Ho invece acquistato La caduta dei giganti ed attende di essere letto nella mia lunga coda sul comodino. Spero che si riveli all'altezza delle mie aspettative.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito qualcuno sta seguendo la serie TV su Rete4 il Mercoledì sera tratta dai Pilastri della Terra? Finora l'ho trovata abbastanza ben fatta tanto che perfino mia madre <img alt=" /> (non molto propensa al genere) la sta seguendo e si è appassionata.

 

Eccomi qui, strano ma vero ciò che scrivi su tua madre si adatta perfettamente anche alla mia <img alt=" />

Trovo anch'io che la serie sia fatta abbastanza bene e anche le scelte narrative che si discostano dal libro (lo spazio dedicato ai contendenti della successione al trono, lo sviluppo della figura di Regan Hamleigh) funzionano egregiamente nella trasposizione sullo schermo... certo il romanzo è un'altra cosa, anche perchè Follett è molto bravo nel delineare la psicologia dei personaggi e nel far immedesimare il lettore nelle loro esperienze; lo sceneggiato riesce a ricostruire la trama e l'ambientazione ma buona parte della drammaticità del racconto scritto va persa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordo le pagine su pagine dedicate alla descrizione di come si sono consunti e rovinati i piedi di Aliena....delle giornate dopo il matrimonio....

Sono sempre stata convinta che il libro in sé fosse troppo prolisso; in questo la trasposizione TV è molto meglio. Non si perde di vista il fulcro della storia, pur ricamando su personaggi che nel libro non avevano tutto questo spazio; ciò che conta, le cose importanti ci sono tutte ed inoltre la serie ha anche il pregio di avere una buona attinenza alla sua controparte cartacea.

Per me è promossa a pieni voti, quando al libro ho dato una risicata sufficienza (pur amando il romanzo storico)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto guardando queste sere la serie tv trasmessa su Rete 4 e l'ho trovata molto bella. Non ho mai letto "I pilastri della terra", ma ora mi è presa la curiosità e credo che sarà la mia prossima lettura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non per scoraggiarti, ma il ritmo del libro è ben diverso....ci sono parti che, almeno su di me, avevano un'effetto soporifero...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece ti consiglio al 100% la lettura!...certo l'avessi letta prima di vedere la serie era meglio...ma anche dopo I pilastri della terra è un libro meraviglioso.

 

Anche io ho letto il libro dopo aver visto i Pilastri della Terra in tv (su Sky è andato in onda circa un anno fa) e confermo che la serie è molto ben fatta. Si prende delle libertà rispetto al racconto, ma nulla che non funzioni e nulla che distorca la storia.

 

Ho già letto anche La Caduta dei Giganti e mi è piaciuto moltissimo. Attendo con impazienza il seguito, che dovrebbe uscire il prossimo anno.

Pensate che i Pilastri della Terra mi sono piaciuti tanto che in un paio di mesi circa ho letto quello, Mondo Senza Fine, la Caduta dei Giganti e altri 4 libri di Follet (ok, c'erano di mezzo le vacanze di Natale, perciò avevo più tempo del solito per leggere :P)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×