Jump to content
Sign in to follow this  
Eddard Stark_

Qual'è il personaggio peggio trasposto dalla serie TV?

Recommended Posts

Già dalla prima stagione ma nella seconda molto di più m'ha dato un pò fastidio (a tratti l'urto di nervi) il modo in cui è stato trasposto il personaggio di Jon Snow che la serie tv fa di tutto per far apparire diverso da quello che è nel romanzo.

 

Avete avuto anche voi la stessa impressione?

 

Quali sono i personaggi peggio trasposti a vostro avviso?

 

 

P.S.

Nella seconda stagione c'è stato un episodio in cui Arya si è comportata come mai avrebbe fatto nel romanzo ma se per Arya s'è trattato solo di un momento nel caso di Jon la cosa viene portata avanti per tutta la serie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nn mi ha convinto a pieno Melisandre non mi trasmetteva inquietudine e nella serie tv il personaggio non e'stato neanke citato per qualche puntata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Renly della prima stagione fa schifo, ma nella seconda, in parte, si riprende.

Anche Cersei è diversa, ma anche lei nella seconda si riavvicina al personaggio dei libri.

Jon è mediocre nella prima stagione, e nella seconda riesce nell'impresa di peggiorare. Pessimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Renly della prima stagione fa schifo, ma nella seconda, in parte, si riprende.

Anche Cersei è diversa, ma anche lei nella seconda si riavvicina al personaggio dei libri.

Jon è mediocre nella prima stagione, e nella seconda riesce nell'impresa di peggiorare. Pessimo.

 

Anche perchè a Jon hanno cambiato praticamente tutta la trama... lo fan girare in tondo senza meta per il nord praticamente per 9 episodi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me non piace per niente come hanno fatto Catelyn, la mammina buona e gentile con tutti mentre nel libro è una coi controc***i che fa di tutto per la famiglia. Poi il suo fare accondiscendente sui sentimenti di Robb per Jeyne/Talisa è terribile, proprio non c'entra nulla, lei si sarebbe cavata gli occhi piuttosto di dare la benedizione al loro matrimonio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi il suo fare accondiscendente sui sentimenti di Robb per Jeyne/Talisa è terribile, proprio non c'entra nulla, lei si sarebbe cavata gli occhi piuttosto di dare la benedizione al loro matrimonio!

Peggio della scena in cui Shae fa tutta l'amorevole con Tyrion ferito non può essere!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo, il più "maltrattato" è Jon Snow.

Sembra una marionetta in preda dagli eventi esteri, una specie di bamboccio.

 

Il personaggio di Melisandre non rende quanto nei libri, dov'è tutta quella tensione? Sembra una cortigiana dagli abiti rossi che spara cretinate su un Dio nuovo, così, senza un reale motivo.

 

Cersei, Sansa, Sandor e Renly sono migliorati nella seconda stagione, per fortuna. <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Poi il suo fare accondiscendente sui sentimenti di Robb per Jeyne/Talisa è terribile, proprio non c'entra nulla, lei si sarebbe cavata gli occhi piuttosto di dare la benedizione al loro matrimonio!

Peggio della scena in cui Shae fa tutta l'amorevole con Tyrion ferito non può essere!

 

E' possibile che nella serie

lei in quel momento è davvero innamorata, e il tradimento lo compirà in futuro. O non lo compirà mai e Tyrion capirà male una situazione.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jon, non ho dubbi.

Ci sono vari errori nella serie, la seconda sopratutto, ma Jon è il più macroscopico, non fosse altro perchè è tra i più presenti nella serie (e perchè è tra i pochi che potremmo osare chiamare, con tre-quattro virgolette, """"protagonisti"""" del libro)

Nella prima serie in realtà non c'è niente di estremamente grave. Perchè non succede praticamente niente a Jon. Ma i limiti dell'attore già si intuivano. L'aspetto forse ci potrebbe stare, ma per un personaggio come Jon, che fa una pagina di pensieri e una riga di dialogo, serviva forse il migliore del cast per renderlo bene e non farlo trasformare in un ragazzino stupido-emo e basta. Anche l'amicizia che stringe con Sam e gli altri secondo me emerge male. Ce la potevano concedere una scena in cui si facevano una risata insieme, invece di far vedere solo quando lui, sempre perennemente triste, li tratta male. Anche nel libro sono quelle le scene che si vedono, ma nel libro lui pensa che si diverte con loro e noi leggiamo i suoi pensieri.

 

La seconda stagione era facile. La storia lineare e con più colpi di scena e ambientazione per distrarci dall'attore. Plus metalupo.

Spettro assente sempre, capisco i costi.. no non è vero. Elimina la scena simpatica (e anche ben riuscita) con Gilly e faccelo vedere che lo aiuta con Qhorin! Cioè il legame con Spettro è il più fondamentale dei legami con i metalupi. Non averlo inserito in questa serie, pregiudica alcuni dei più bei momenti di ASOS, zero pathos. Quale telespettatore avrà il patema per una bestia che si vede tre volte e puntualmente abbandona il padrone nei momenti di difficoltà.

 

La storia viene complicata inutilmente, i colpi di scena mutilati indecentemente ed alcuni inventati senza alcun criterio. Anche qui, gli amici.. chissene. Il vetro di drago lo trova Sam, mica che Jon si mette a costruire armi per tutti e Sam poi gli potrà essere eternamente grato per una determinata cosa che gli sarà d'aiuto. Nah.

Jon verginello in difficoltà poi è osceno!! Quello che è uscito fuori è che alla fine lui dubita se tradire il giuramento e farsi Ygritte, perchè semplicemente, diciamolo, non se lo tiene nelle mutande.

Nel libro lui prima sta con Ygritte perchè deve, poi si accorge di trarne piacere, poi di amarla! Direi che la cosa è importante..

 

Insomma, un personaggio facile, facile, facile, nato per essere un personaggio da televisione che piace. Ha tutto quello che conta nei cliche dei protagonisti: non sa chi siano i genitori -o almeno uno- subisce discriminazioni per un suo stato di nascita, è costretto ad apparire come reietto ma in realtà rimane sempre onesto, tranne quando cede per amore. E, tanto per non sbagliarsi, SPOILER ASOS (quindi stagioni 3-4 suppongo)

alla fine tradisce il suo grande amore, struggendosi per questo e causandone in pratica la morte, come in ogni tragedia che si rispetti

. Il tipico personaggio che più combatte la solitudine più ne viene circondato e che riesce a rimanere calmo solo grazie al legame col suo amico (Spettro), che trascende la normalità.

 

Questo era il Jon di ASOIAF.

 

Il Jon di AGOT 1 e 2

 

Un ragazzo con la faccia perennemente triste, arrabbiato e abbastanza lento di capoccia con unico talento l'essere capace con la spada. Quando sembra migliorare, farsi degli amici, partire finalmente per oltre la barriera, prima si fa abbattere da un vecchio, poi fa i capricci per partire in una missione pericolosissima dove alla prima si perde inseguendo una bella pupa da cui è attratto perchè, anche se sa where to put it, non c'ha mai provato. Insomma, come dicevano su, un bamboccio che fa quello che gli capita, senza la minima profondità.

 

Anche altri personaggi sono stati rovinati, ma nessuno come Jon, tre volte grave, una perchè hai sbagliato un personaggio, una perchè era uno dei personaggi più importanti, una perchè era il personaggio in assoluto più facile da rendere bene e super-amato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco alcune cose che mi avevano dato fastidio nel corso della seconda stagione:

 

Durante la permanenza dei Guardiani della notte da Craster la serie tv mostra che durante il colloquio Jon prende la parola, a quel punto Craster lo maltratta verbalmente e Lord Mormont fa la stessa cosa dopo di lui spiegando a Jon che deve tenere la bocca chiusa e stare al suo posto.

Nel romanzo tutto questo non accade nel senso che Jon sa da solo che non è il caso di prendere la parola durante l'incontro con Craster visto che lui è Guardiano della notte solo da poco tempo.

 

Nella serie tv Jon assiste al sacrificio di uno dei figli maschi di Craster agli Dei Freddi e dopo questo fatto viene malmenato e nuovamente ripreso da Lord Mormont.

Nel romanzo a Jon il sacrificio viene solo raccontato da una delle ragazze, Jon non viola le regole di Craster di sua iniziativa e non riceve nessun rimprovero da Mormont.

 

Nella serie tv Jon si offre volontario per andare con Qorin il monco, Mormont salutandolo arriva addirittura a dirgli "non sei stato un granchè come attendente speriamo tu sia migliore come Ranger".

Nel romanzo Jon non si offre volontario ma viene scelto e viene chiesto il suo consenso ad unirsi alla spedizione.

Nel romanzo Mormont ha grande stima di Jon e del suo metalupo albino e Jon ha stima per il Lord Comandante.

La serie tv vuole far passare l'idea che Jon sia insofferente ad ogni minima regola e faccia sempre e comunque di testa sua non rendendosi conto che ha poca esperienza ma nel romanzo le cose non stanno proprio così.

 

Oltre a falsare il rapporto tra Jon e Lord Mormont la serie tv falsa anche il rapporto tra Jon e Ygritte che nel romanzo è molto più bello di quanto riescano a fare nella serie tv. Ciò che Ygritte dice a Jon suona ridicolo rispetto ai bei dialoghi del romanzo.

 

 

Anche nella prima stagione Jon passa per quello che non è nei romanzi però dovrei rileggermi i primi due romanzi e rivedere la prima stagione per fare un confronto preciso, punto per punto.

Secondo me Jon è un personaggio complesso, veramente al limite e mentre il romanzo ha tutto il tempo e lo spazio per farci comprendere ogni minima sfaccettatura del personaggio la serie fallisce miseramente per quanto riguarda Jon stando costantemente fuori fuoco su questo personaggio in particolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come non essere d'accordo con tutti gli altri.

Certo, se avessero preso un attore capace e non uno monoespressivo e con la faccia da fesso, avrebbe aiutato, al di là degli errori di sceneggiatura...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come non essere d'accordo con tutti gli altri.

Certo, se avessero preso un attore capace e non uno monoespressivo e con la faccia da fesso, avrebbe aiutato, al di là degli errori di sceneggiatura...

 

A mio modesto parere non più di tanto!

Non puoi fare i miracoli quando la sceneggiatura e i dialoghi sono quello che sono!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Come non essere d'accordo con tutti gli altri.

Certo, se avessero preso un attore capace e non uno monoespressivo e con la faccia da fesso, avrebbe aiutato, al di là degli errori di sceneggiatura...

 

A mio modesto parere non più di tanto!

Non puoi fare i miracoli quando la sceneggiatura e i dialoghi sono quello che sono!

 

Concordo in tutto e per tutto con la discussione di cui sopra su Jon, soprattutto dall'analisi di Eddard Stark_: nei libri Jon è perennemente insicuro di sè e di quello che dovrebbe fare. Nella serie l'hanno reso completamente all'opposto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Come non essere d'accordo con tutti gli altri.

Certo, se avessero preso un attore capace e non uno monoespressivo e con la faccia da fesso, avrebbe aiutato, al di là degli errori di sceneggiatura...

 

A mio modesto parere non più di tanto!

Non puoi fare i miracoli quando la sceneggiatura e i dialoghi sono quello che sono!

 

Concordo in tutto e per tutto con la discussione di cui sopra su Jon, soprattutto dall'analisi di Eddard Stark_: nei libri Jon è perennemente insicuro di sè e di quello che dovrebbe fare. Nella serie l'hanno reso completamente all'opposto.

 

concordo anch' io su questo, non mi piace come viene interpretato Jon nella serie tv

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oltre a Jon, a me non convince per niente nemmeno Yara/Asha. L'attrice può anche essere brava (di certo più brava del monoespressivo Jon) ma non ha proprio il piglio da Asha, oltre al fatto dell'aspetto che è proprio tutta un'altra cosa.

 

Addirittura mi sembra che invece che migliorarla con il trucco di scena, l'abbiano persino imbruttita, mentre il personaggio dovrebbe essere una capace di far girare la testa agli uomini.

 

Non è detto che i personaggi debbano essere identici alle descizioni di Martin per funzionare, ma nell'insieme il modo in cui hanno reso Yara mi ha molto deluso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...