Jump to content
Emma Snow

La canzone del giorno

Recommended Posts

Uh, bella Don't stop me now!!!:wub:

Bisogna dire che Freddie aveva una vera e propria passione per l'opera, quindi ci sta che si avvertono influenze "classiche" qua e là nelle sue produzioni......Sull'onda dell'entusiasmo, l'altra sera invece mi sono guardata lo speciale proposto da Rai2; Morgan che cantava a parte (nun se poteva sentì!!:shock:) gli interventi erano a proposito e molto centrati......

 

 

La mia canzone di oggi invece è un po' più tamarra:blink:....ma l'ho ascoltata ieri dopo un sacco di tempo ed ora non mi esce più dalla testa!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi è il Giorno della Memoria, e una delle canzoni rock più appropriate per ricordare la Shoah è "Red Sector A", tratta da Grace Under Pressure, il decimo album dei Rush. La famiglia del frontman Geddy Lee era di origine polacca e sopravvisse alla prigionia nei campi di Auschwitz e Bergen-Belsen.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altra bella, bella canzone di una band fantastica ormai sciolta da anni (e sciolta male per giunta! Come nei peggiori divorzi, a piatti in faccia.....quasi letteralmente): una band che ha raggiunto l'apice del proprio successo poco prima dell'esplosione del periodo grunge, una delle tante band di classe e successo a patire l'affermazione del cosidetto "sound di Seattle". Tuttavia, a parte le diatribe legali, quando erano in formazione "originale" hanno scritto cose davvero fantastiche!.

Come questa "Another Rainy Night (without you)" contenuta in quel capolavoro che è Empire del 1991 (mi pare)

 

https://www.youtube.com/watch?v=V5fuP3teihg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nuovo singolo per gli Avantasia! E' la titletrack dell'album che ormai sta per uscire, 15 febbraio è la data fissata.

In questa song Tobias Sammet duetta con Candice Night, moglie di Ritchie Blackmore (che non ha proprio bisogno di presentazioni....:ninja:) e membro insieme a lui del celeberrimo progetto folk rock Blackmore's Night.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E buon compleanno anche ad Axl Rose!

 

Ricordiamolo com'era all'inizio della sua carriera, con questa stupenda Patience

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'omonimo Dream Theater, é stato un album importante per la progressive band più importante del mondo. Dopo il successo altalenante di A Dramatic Turn Of Events, che é stato un album di transizione (ed é stat ocomunque sottovalutato) dopo il cambio di un importante tassello nella loro line up, avevano il bisogno di partire da capo.

Di imporsi con un album statement.

La opener di questo nuovo capitolo (e il primo co-composto da Mike Mangini), The Enemy Inside é volutamente un brano molto tosto, che con aggressivitá sfoggia tutte le note qualitá della band, tecnicismi, giochi di alternanze tra strumenti, ma non perdendo mai la spinta.

Pur sempre di Metal si parla, ed ogni tanto i nostri devono ricordarlo con prepotenza, come in questo The Enemy Inside:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo album e "A Dramatic Turn of Events" sono gli unici che ancora mancano a completare la mia discografia dei DT, ammetto che mi avevano lasciata perplessa per più di un motivo quando uscirono; ma mi rendo conto di aver sbagliato a non comprarli e rimedierò quanto prima.....anche perché quest'anno ho la seria intenzione di andare a Villafranca di Verona il 5 luglio per rivederli live dopo eoni! E quest'anno presenteranno la versione completa di Scenes from a Memory, in occasione del 20° anniversario dalla prima release, come a suo tempo (per il 15° ed il 20° avevano già fatto con Images & Words).....

 

Certo che quando ci si mettono sanno davvero essere belli pesanti......li ho sempre adorati anche per questo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Dramatic Turn of Events mi è piaciuto molto, anche perché la struttura di molte canzoni richiama quelle di Images and Words. Se non ricordo male lo schema era questo:

 

On the Backs of Angels = Pull Me Under

Lost Not Forgotten = Under a Glass Moon

This Is the Life = Another Day

Outcry = Metropolis Pt. 1

Far from Heaven = Wait for Sleep

Breaking All Illusions (la mia preferita!)= Learning to Live

 

Dream Theater, invece, non mi ha fatto impazzire, ma non è assolutamente un brutto album.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto il 22 di questo mese uscirà il nuovo lavoro, Distance over Time....sto ancora cercando di capire quale versione comprare...non è che sono chiarissimi sui contenuti di una rispetto all'altre, mettiamoci poi che non sono proprio a buon mercato. Ma tanto l'album lo comprerò certamente.

 

Spero inoltre, ma mi sa di no perché hanno già in programma 2 date quest'anno in Italia (e mannaggia sono due festivals), che tornino per delle date "vere e proprie", tipo "an evening with" come stanno facendo ora in USA, perché quelli sono i momenti in cui si riesce a godere appieno del loro spessore e della loro resa live:wub:. 3 ore e passa di concerto a livelli assurdamente altissimi.....

 

Curiosa di fare caso anche alla dicotomia che hai mostrato, Jacaerys.....conosco a menadito I&W, ma non altrettanto le altre songs.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, vi scrivo dal mio universo musicale parallelo :) 
La mia canzone del giorno è una canzone che forse conoscono in tantissimi, ma io ho scoperto solo mezz'ora fa. Il testo, se hai vent'anni, forse è solo retorica un po' noiosa. Se ne hai un bel tot di più; se hai già preso le tue brave bastonate dalla vita; se, per inciso, sai per esperienza cosa significa l'immobilità dell'uomo all'inizio del video, l'ambulanza e il flacone della flebo; ma soprattutto se ti senti sbagliato un giorno sì e l'altro pure; e continui a sperare di poter cambiare ma in realtà non hai più lo slancio per farlo... be', allora queste parole sono un pugno nello stomaco. Perchè parlano esattamente di te. E ti sbattono in faccia, uno per uno, i motivi per cui non ci riesci; i motivi per cui, nonostante millemila buoni propositi, sei sempre lo stesso, nello stesso posto, a reiterare le stesse situazioni che si trascinano e, in defintiva, a buttare la tua vita anche se ormai sei anche troppo consapevole che non durerà per sempre. E allora ti guardi dentro e capisci che il motivo principale, il primo ed ultimo, è uno solo: che non ci credi neanche tu, di potercela fare. O che ne valga ancora la pena.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E oggi si va di Pink Floyd......in una delle mie rarissime occasioni in cui ascolto la radio, qualche anima gentile ha deciso di passare questo piccolo capolavoro

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok non è uscito oggi, ma qualche giorno fa.....però domani verrà rilasciato il nuovo album dei Dream Theater, Distance Over Time, quindi mi pare una giusta occasione per postare questo nuovo singolo.

Nuovo album che riconferma, come già anticipato nelle varie interviste fatte a John Petrucci e soci, un sound bello heavy; come a voler rimarcare di non aver dimenticato le proprie origini, dopo il "quasi" orchestrale Astonishing.

Ho sempre le mie piccole riserve sul drumming, ma è un mio problema.......tuttavia quanto ascoltato finora mi piace e, puntualità di poste/corrieri permettendo, domani avrò il CD tra le mie mani e potrò finalmente ascoltarlo......magari a tutto volume in macchina:figo:

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×