Jump to content
Sign in to follow this  
Emma Snow

La canzone del giorno

Recommended Posts

Oggi vado sul prog, postando questa canzone degli indiscussi inventori del genere, i Fates Warning, tratta da un bellissimo disco, Disconnected, che io amo particolarmente perché oltre ad essere comunque validissimo dal punto di vista musicale, per me è la perfetta rappresentazione di uno stato d'animo che ho provato tante volte in tanti periodi della mia vita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scoperta grazie allo spot della Volkswagen (in cui Dave Gahan compare anche in un cameo) :)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un inno all'idealismo puro....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia canzone di oggi (ancora per poco) è un pezzo di un gruppo mio conterraneo, i Vortice Cremisi, che due giorni fa ho avuto la fortuna di vedere, e dal vivo hanno suonato talmente bene che non ho potuto fare a meno di comprare il loro unico disco, a fine concerto (e questo pezzo viene proprio da lì).

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia canzone del giorno: un pezzo degli Wiz, side project dei Nostradameus, gruppo svedese power, che nel loro unico album si producono in un power oscuro, con indubbiamente molti cliché ma che nonostante tutto riesce a risultare molto buono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia canzone del giorno invece è dei Dream Theater, forse una delle meno note ed una delle pochissime scritte da John Myung; "Lifting Shadows off a Dream", contenuta nel loro terzo album, lo splendido Awake, è ricca di atmosfere e la mano del grande Kevin Moore si sente pesantemente in tutto il disco permeandolo di una sorta di "leit-motiv" che fa capolino qua e là in quasi tutte le canzoni.

Quando i Dream Theater erano ancora i Dream Theater......

 

http://www.youtube.com/watch?v=bECsMlSTDCo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi un videoclip, oltre ad una canzone: questa è Left Hand Path degli Entombed, uno dei pezzi death metal più belli mai usciti, io credo (ed ho detto tutto):

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'altro tutto nel passato; dopo aver visto Rock of Ages, mi è venuta voglia di riascoltare una band che erano aaaanni che, per varie ragioni, avevo accandonato. Eppure per questi 5 figlioli, a suo tempo avrei fatto carte false!!

Visti due volte dal vivo ed in prima fila; tra i concerti più duri, fisicamente parlado (dannati ragazzoni alle mie spalle e dannate transenne contro le mie costole!!), ma che rivedrei volentieri....

Da "Slave to the Grind" del 1991 loro secondo, stupendo album; Skid Row, Quicksand Jesus

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da "Slave to the Grind" del 1991 loro secondo, stupendo album; Skid Row, Quicksand Jesus

Bella, anche se credo che in quell'album ci sia di meglio, per non parlare poi dell'esordio che per me è un album di quelli veramente da ricordare, e nel genere doveva avere la fama di Appetite for Destruction, visto che come qualità è alla pari, se non addirittura meglio!

 

Comunque anche il mio pezzo è melodico, oggi: questi qui sono gli Whitesnake, gruppo hard rock che con l'album in questione, 1987, passano dal blues rock degli esordi ad un hair metal tipico del periodo; a dire il vero, secondo me non è riuscitissimo, come tentativo (troppe canzoni troppo mosce, nella seconda metà del disco), ma alcuni pezzi sono invece bellissimi, come questo, appunto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, l'album omonimo Skid Row, era spettacolare! Non credo che fosse considerato migliore di Appetite for Distruction quando uscì (si era nel 1989 ed in quel periodo sia l'album, sia i Guns 'n Roses erano già delle "leggende" viventi).

Però qualitativamente Skid Row era sicuramente molto molto buono; musicisti con la M maiuscola, e la voce di Sebastian Bach una vera chicca per canzoni che già di loro erano quasi perfette.

 

Whitesnake, altra band "leggenda" anche se, per ciò che concerne il pezzo (ma pure l'intero omonimo album "Whitesnake") non posso che essere d'accordo con te. Io personalmente ho amato moltissimo "Slide in it" e "Slip of the Tongue"; poi vabbé, la voce di Coverdale.....è la voce di Coverdale!

Share this post


Link to post
Share on other sites



Bellissima, parte finale semplicemente stupenda

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio pezzo di oggi è di un gruppo molto difficile da categorizzare, gli Oxbow... metal, stoner, avant-garde, noise, ha di tutto un po', ed anche se la definizione più calzante sarebbe "avant-garde metal", di sicuro non saprei se si può. Comunque sia, è veramente un pezzo fuori di testa, pazzia pura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partecipo per la prima volta al post per omaggiare i VERI vincitori del festival di quest'anno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...