Jump to content
Sign in to follow this  
Axel8

ADWD - Le candele d'Ossidiana

Recommended Posts

Oggi, rileggendo distrattamente AFFC in inglese, mi sono imbattuto nel capitolo conclusivo del libro, e...

 

 

"Ossidiana" disse l'altra persona.

"Chiamala vetro di drago" disse l'arcimaestro "Brucia ma non si consuma"

"Che cosa alimenta la fiamma?" Disse Sam

"Che cosa alimenta il fuoco del drago? Tutta la stregoneria dell'antica Valyria si basava sul fuoco e sul sangue. Con una di queste candele di vetro, gli stregoni di Freehold erano in grado di vedere attraverso montagne, mari e deserti. Oppure ognuno seduto davanti alla propria candela, parlarsi tra di loro. Pensi che potrebbe essere utile?"

"Non avremmo più bisogno dei corvi messaggeri"

"Solo dopo le battaglie"

 

 

ed ancora:

 

"Fortuna che Aemon targaryen è morto, se fosse arrivato qui lo avrebbero ucciso quei pecoroni della cittadella"

[CUT]

Perché credi che Aemon sia stato mandato alla barriera quando per diritto sarebbe dovuto diventare arcimaestro? Fu a causa del suo sangue. è questo il motivo. Non potevano fidarsi di lui, Per lo stesso motivo per cui non possono fidarsi di me"

 

Fin dall'inizio, per bocca del maestro Luwin, Martin ci ha parlato delle candele d'ossidiana come la prova finale per diventare maestro, e di come nessuno fosse riuscito ad accenderle passando la notte al buio... E leggendo questi due passi son rimasto contraddetto.

 

Com'è possibile che sia riuscito ad accenderla?

Quali battaglie?

"A causa del suo sangue, e lo stesso motivo mio"!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi, rileggendo distrattamente AFFC in inglese, mi sono imbattuto nel capitolo conclusivo del libro, e...

 

 

 

"Ossidiana" disse l'altra persona.

"Chiamala vetro di drago" disse l'arcimaestro "Brucia ma non si consuma"

"Che cosa alimenta la fiamma?" Disse Sam

"Che cosa alimenta il fuoco del drago? Tutta la stregoneria dell'antica Valyria si basava sul fuoco e sul sangue. Con una di queste candele di vetro, gli stregoni di Freehold erano in grado di vedere attraverso montagne, mari e deserti. Oppure ognuno seduto davanti alla propria candela, parlarsi tra di loro. Pensi che potrebbe essere utile?"

"Non avremmo più bisogno dei corvi messaggeri"

"Solo dopo le battaglie"

 

 

ed ancora:

 

"Fortuna che Aemon targaryen è morto, se fosse arrivato qui lo avrebbero ucciso quei pecoroni della cittadella"

[CUT]

Perché credi che Aemon sia stato mandato alla barriera quando per diritto sarebbe dovuto diventare arcimaestro? Fu a causa del suo sangue. è questo il motivo. Non potevano fidarsi di lui, Per lo stesso motivo per cui non possono fidarsi di me"

 

Fin dall'inizio, per bocca del maestro Luwin, Martin ci ha parlato delle candele d'ossidiana come la prova finale per diventare maestro, e di come nessuno fosse riuscito ad accenderle passando la notte al buio... E leggendo questi due passi son rimasto contraddetto.

 

Com'è possibile che sia riuscito ad accenderla?

Quali battaglie?

"A causa del suo sangue, e lo stesso motivo mio"!

 

E' una parte decisamente interessante perchè mette in evidenza ciò che è stata sempre sullo sfondo nel corso di tutti i libri.

Non ho i libri con me in questo momento. Ma ho sussultato nel punto in cui dice che sono stati i maester della cittadella a far 'estinguere' i draghi.

E' come se i vertici della cittadella volessero un mondo senza magia.

A me sembra che in quel POV Martin sveli l'ultima grande fonte di potere in Westeros nella battaglia che si sta giocando.

E naturalmente sono incuriosito da come svilupperà il tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo con Lord Edric Dayne, se non ricordo male anche il maestro è incuriosito dal fatto che la candela si sia accesa, secondo me è per lo stesso motivo dell'alta produzione di alto fuoco, dei ritrovati poteri dei preti rossi etc... con i draghi di nuovo liberi per il mondo è rinata la magia,e si i maestri della cittadella vogliono un mondo privo di magia, dove solo scienza e ragione governano le leggi del mondo (aumentando il loro potere)

 

edit: quando parla di Aemon dice che era in pericolo perchè essendo un targaryen oltre ai vari possibili casini dovuti alla sua discendenza, aveva anche un qualcosa di "magico" nel sangue(vedi il controllo sui draghi etc) o comunque così pensavano i maestri,

sul fatto che sia in pericolo anche lui mi viene da dire che sia dovuto più alle sue ricerche e conoscenze che al suo sangue

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei misteri più interessanti di tutte le Cronache...

 

Queste sono le poche cose che sappiamo su queste misteriose candele: sono di origine valyriana, sono state portate alla Cittadella ancora prima che il disastro si abbattesse su Valyria, ce ne sono quattro in tutto, ma di due colori diversi (una verde e tre nere), bruciano senza consumarsi, sembrano essere state utilizzate in passato come delle specie di “palantiri”, dato che Marwyn il Mago afferma che gli stregoni potevano entrare nei sogni di un uomo o comunicare tra loro attraverso di esse, la luce che proiettano è più vivida e i colori sono più intensi, sono alimentate dalla stessa fonte (la Magia??) che alimenta anche il fuoco dei draghi. La notte prima di pronunciare il giuramento da maestro gli accoliti devono stare a vegliare al buio nella cripta senza nessun’altra fonte di luce, ad eccezione della candela che però devono essere in grado di accendere, cosa non facile.

 

Sappiamo anche che la Cittadella non è la sola a possedere questi ogetti magici e misteriosi: secondo Xaro Xoan Daxos, le candele di ossidiana sono tornate ad ardere anche nella casa di Urrathon il Vagabondo Notturno (Urrathon il Vagabondo chi????) dopo che Drogon ha bruciato gli Stregoni di Qarth, e la stessa Qaithe menziona le candele durante la sua apparizione notturna a Dany nei giardini della Piramide di Meereen..

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Quali battaglie?

 

 

Intende dire credo che i corvi non saranno più utilizzati e l'unica cosa che faranno è mangiare i morti dopo una battaglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

E quindi anche a Westeros in arrivo i telefoni. I Lannister, senza miniere d'oro, si occuperanno di telecomunicazioni. <img alt=" /><img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rileggendo ASOIAF mi si è accesa la lampadina su un passaggio riguardo alla luce della candela di ossidiana che Sam vede nello studio del maestro Marwyn:

 

<<Quella luce aveva strani effetti anche sui colori: i bianchi erano candidi come neve appena caduta, i gialli brillavano come oro, i rossi parevano fuoco, mentre le ombre erano così nere da sembrare voragini nel mondo.>>

 

Io l'ho interpretata così:

Neve = Jon Snow

Oro = Tyrion Lannister

Fuoco = Daenerys Targaryen

Nero = La lunga notte

 

Sarà un indizio sulle 3 teste del drago che combatterà l'oscurità?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il riferimento alle battagli probabilmente indica il prezzo da pagare per usare le candele ... molto sangue.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...