Jump to content
Sign in to follow this  
Exall

Astronomia

Recommended Posts

 

 

Non importa la tecnologia che usi. La velocitá della luce (e i suoi dintorni piú immediati) sono per quanto ne sappiamo inaccessibili perché richiederebbero energie quasi infinite

 

Allora ogni discussione in merito è inutile: o si restringe lo spazio tra due punti, o si inventano dei wormhole (ma come?) o dovremo "accontentarci" del nostro pianeta che in fondo mi sembra la cosa più logica

 

@Gil

Mi ricorda quella puntata di South Park dove gli abitanti sono terrorizzati dal riscaldamento globale che (cito testualmente) "abbasserà le temperature e ci farà tornare all'era glaciale".

 

Questo per dire che in fatto ambientale i pareri sono ancora discordanti, fermo restando che dobbiamo assolutamente diminuire le emissioni di CO2. Ma questo è un altro discorso

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

Non importa la tecnologia che usi. La velocitá della luce (e i suoi dintorni piú immediati) sono per quanto ne sappiamo inaccessibili perché richiederebbero energie quasi infinite

 

Allora ogni discussione in merito è inutile: o si restringe lo spazio tra due punti, o si inventano dei wormhole (ma come?) o dovremo "accontentarci" del nostro pianeta che in fondo mi sembra la cosa più logica

 

 

Purtroppo c'è questo da dire: abbiamo iniziato l'esplorazione spaziale dalla luna e dalle sonde. Ora stiamo pensando ad un primo viaggio con equipaggio verso un altro pianeta. E' tutto molto bello e tra nuove sonde ed eventuali missioni umane ne avremo per almeno un secolo e mezzo/due secoli. Ma rimane il fatto che, un volta oltrepassati i confini del sistema solare, non c'è praticamente nulla che possiamo raggiungere.

 

Alle volte mi domando se, nel corso della mia vita riuscirò a vedere una nuova rivoluzione scientifica come quella che avvenne all'inizio del '900, o negli anni '70... spero di assistere al primo viaggio umano verso un altro pianeta, o alla formulazione della gravità quantistica o alla scoperta di un fenomeno inspiegabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se si ragiona sulla base di tempi lunghissimi, è praticamente certo che il destino dell'uomo (o di una sua irriconoscibile discendenza) sarà quello di affermarsi come specie interplanetaria. Tanto per dirne una.....se fra 4,5 miliardi ci saremo ancora come specie, dovremo obbligatoriamente trovare un modo per andare via dalla Terra, perchè la trasformazione del sole in gigante rossa renderà impossibile la vita sul nostro pianeta.

Iniziare a "guardarsi intorno" non penso sia un esercizio di stile fine a se stesso, PROPRIO in virtù del fatto che siamo ancora lontanissimi dalla scoperta di una efficace modalità per spostarsi tra i pianeti e le stelle.

 

Recentemente ho letto un articolo che mi ha demoralizzato a proposito...

Tra 4,5 Miliardi di anni la Terra plausibilmente cesserà di esistere come pianeta, ma la vita complessa (proprio in virtù dell'espansione del Sole) si estinguerà fra solo 500 milioni di anni.

 

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=3&cad=rja&uact=8&ved=0CDAQFjACahUKEwjsheCm1vPHAhWHyRQKHWAKBl0&url=http%3A%2F%2Fwww.nationalgeographic.it%2Fscienza%2F2013%2F10%2F29%2Fnews%2Fconto_alla_rovescia_per_la_terra_mancano_2_8_miliardi_di_anni_alla_fine-1867135%2F&usg=AFQjCNF9mqnePkXYMSjJY3ZfV5z0I-bzIQ&sig2=4kRoNjVE35PEjMlksOoe0g

E' una riduzione significativa dell'aspettativa di vita... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già, è tristemente vero...

 

Certo che mi ha fatto specie vedere ridotto così drasticamente il tempo rimasto alla vita sulla Terra.

E' ancora un bel po' di tempo... Ma comunque non è il caso di sprecarlo con disastri ambientali ed estinzioni provocate!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se anche il genere umano si trasformasse nell'essere più ecologista del pianeta, negli ultimi 500 milioni di anni abbiamo avuto ben 5 estinzioni di massa sul nostro pianeta:

https://it.wikipedia.org/wiki/Estinzione_di_massa

 

il nostro ecologismo e ambientalismo può valere per l'immediato, ma sulla lunga distanza non farà molta differenza, temo.

 

Chissà se l'uomo è tanto capace da riuscire a sopravvivere persino alla morte della propria stella? E se dovesse davvero sopravvivere per altri milioni di anni, a quale livello di tecnologia arriverà? Abbastanza da, addirittura, condizionare il destino dell'universo? O come tutti gli altri animali è destinato all'estinzione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

il nostro ecologismo e ambientalismo può valere per l'immediato, ma sulla lunga distanza non farà molta differenza, temo.

 

 

A me interessa cosa succede nel prossimo secolo infatti.

In ogni caso su lunga scala non vedo bene il genere umano in ogni caso perché potranno accadere diverse cose:

 

- Ere glaciali;

- Inversione dei poli magnetici;

- Tempeste solari;

- Asteroidi;

- Uomoorsomaiale

 

tutte cose che stanno alla base delle estinzioni globali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come siete pessimisti... Non possiamo estinguerci tutti prima varie guerre tra lato chiaro e scuro della forza e aver costruito stazioni spaziali grandi quanto una luna, abbiamo prove video di ciò

 

P.S

Anche viaggiare tra galassie, una cosa considerata impossibile anche dagli scrittori sci-fi, sarà "un po' meno difficile" visto che Andromeda ci sta aiutando venendo lei qui

Meda: "Toc toc!"

Tea: "chi è?"

Meda: "sono io, meda! è dal nig bang che dovevamo fare una pizzata, no?!"

Tea: "già! Ma attenta, mi sono buscata gli umani!"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche Caronte, il grosso satellite di Plunoe, ha il suo perchè:

 

2zzoxv9.jpg

 

(massima risoluzione QUI )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cosa ne pensate della notizia relativa alla stella KIC 8462852, recentemente apparsa su vari siti?

Detta in breve, secondo le osservazioni del telescopio Kepler la stella ha dei cicli più o meno periodici in cui appare oscurata fino all'80%, e questa situazione pare essere poco compatibile con l'età della stella. Quindi alcuni scienziati hanno iniziato a pensare ad un oscuramento di tipo artificiale, ovvero ad una civiltà aliena tecnologicamente avanzata.

Qui un paper in merito da parte dell'équipe dello scienziato Boyajian, di Yale, che cerca di elencare le possibile cause naturali del comportamento della stella, ed i relativi dubbi in merito.

 

Qui l'articolo su Repubblica.

Qui quello su Focus.

 

Da gennaio le antenne di SETI saranno puntate su questa stella.

 

 

Tenendo ovviamente la dovuta cautela... che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che non siamo pronti come pianeta al contatto con una civiltà extraterrestre. Quindi, se da un lato il mio amore per la scifi mi spinge a sperare che l'ipotesi civiltà extraterrestre sia vera, dall'altro la mia cautela mi spinge a desiderare che si tratti di qualche errore nella lettura degli strumenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'idea aliena é affascinante: ho sempre pensato, influenzato dal cinema e dai libri, che un primo contatto con una civiltá extraterrestre sarebbe stato in un loro arrivo sul nostro pianeta. Penso peró, in effetti, che potrebbe essere diverso: noi scopriamo che una stella lontana centinaia di anni luce, é abitata. Forse loro scoprono noi. E rimaniamo cosí, consapevoli della nostra reciproca esistenza, ma separati da una distanza troppo alta da coprire. Persino da segnali radio, a meno di non pazientare centinaia di anni.

É una prospettiva che improvvisamente trovo piú realistica dei vari contatti presentati in tv, ma anche piú triste.

 

Detto questo, temo che questa faccenda si rivelerá qualcosa di molto meno eccitante, come al solito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questo articolo, si parla di un oscuramento del 22% un dato comunque enorme.

Trovo l'ipotesi aliena come il tipico riempimento fantasioso del buco ancora da colmare con una tesi scientifica più credibile.

Certo, l'idea è affascinante, come addirittura si ipotizza una sfera di Dyson. Se una civiltà aliena fosse in grado di costruire una mostruosità del genere, penso che sarebbero in grado di superare i ridicoli 13 biliardi di km che ci separano. In fondo la sfera di Dyson dovrebbero averla costruita almeno 1400 anni fa, quando in Italia regnavano i Longobardi. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...