Jump to content
Sign in to follow this  
Metamorfo

Abercrombie e "The First Law"

Recommended Posts

 

In Italia sono troppo occupati a pubblicare monnezza per bambini, scritti di adolescenti e robaccia su vampiri figaccioni.

Infatti, una cosa molto triste. Temo che in Italia non arriveranno mai proposte originali come la saga "Shadows of the Apt" di Adrian Tchaikovsky e il ciclo "The Temeraire" di Naomi Novik... Almeno c'è Jordan, Sanderson, GRRM e Rothfuss <img alt=" />

Veramente la saga dei Temeraire della Novak è stata pubblicata in italia dalla Fanucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti... vedo che questa sezione più che altro viene utilizzata per vendere libri, e quindi forse sono nel posto sbagliato visto che sono sommerso dalla carta stampata e non mi sbarazzo di un libro a meno che non mi abbia disgustato (e quindi senza averlo finito) il che è successo solo una volta con un libro di Franco Forte (i bastioni del coraggio) pessimo; non leggetelo mai! :-)

 

Chiusa questa inutile quanto lunga parentesi :-) sto scrivendo perché ho da poco comprato un libro: "il richiamo delle spade" the blade itself in inglese, di joe abercrombie, che viene indicato come erede di George Martin.

Mi piacerebbe quindi discutere con voi di questo titolo. Premetto che non ho ancora letto il libro! Vorrei capire se qualcuno l'ha letto e, insomma... secondo voi è vero? è l'erede di Martin? ci possiamo aspettare grandi cose?

 

Fatemi sapere, grazie ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora letto niente, aspetto la versione tascabile/brossurata.

 

E' uno degli autori consigliati dallo stesso Martin: un' occhiata dovremo buttarcela per forza. <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti la sezione è quella sbagliata.

Reindirizzo la discussione nel luogo ad essa deputato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho letto il primi due volumi, adesso sto leggendo il terzo e devo dire che mi sta piacendo davvero.

Era un sacco che non mi divertivo così tanto leggendo un libro fantasy.

 

Per certi versi ripropone un ambiente geograficamente parlando un po' martiniano, una terra del Nord chiamata un po' ironicamente Angland (che un inglese leggerebbe England).

 

In somma, ve lo consiglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti la sezione è quella sbagliata.Reindirizzo la discussione nel luogo ad essa deputato.

 

Grazie mille e scusa per l'errore!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora letto niente, aspetto la versione tascabile/brossurata.E' uno degli autori consigliati dallo stesso Martin: un' occhiata dovremo buttarcela per forza. <img alt=" />

 

Per il momento procede bene, mi aspetto però che contestualizzi meglio le azioni dei personaggi con un'ambientazione credibile e corposa come quella di George. Aspetto di finirlo per farmi un'idea precisa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho preso il primo libro della saga in italiano, penso lo inizierò in settimana, ho avuto un bel po' da leggere in questi giorni tra i fuochi di Valyria zerozerozero, niente e così sia ecc......appena finito inferno lo leggo e vi farò sapere!!!!!

Comunque heroes mi ha impressionato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi mi è arrivato il super-blocco Abercrombiano cioè tutti i suoi libri pubblicati finora (ad eccezione di The Blade Itself e Before They Are Hanged che possiedo già). Che dire, appena finirò Mistborn: Il Campione delle Ere mi getterò su quelli...

 

FINALMENTE! <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi hanno detto che Abercrombie è l'erede di Martin e chi ha già letto la trilogia in inglese (da noi è uscito il richiamo delle spade i primi di marzo) mi ha assicurato che è bella avvincente e che ha un mix di fantasy, battaglie, conquista del trono.. proprio come le cronache del ghiaccio e del fuoco Immagine inserita L'ho comprato ieri. Non vedo l'ora di iniziarlo! Speriamo non mi deluda!
Poi Martin di lui ha detto: "un Dumas che dialoga con Michael John Moorcock. [...] Battaglie formidabili e viscerali, azione brutale, ritmo impetuoso, Abercrombie accumula tradimenti e ribaltamenti prospettici, e la narrazione si dipana in maniera vertiginosa, spingendo il lettore a chiedersi come andrà a finire"
Perciò voglio fidarmi (al massimo gli chiedo indietro i 16 euro che ho speso Immagine inserita )

Qui c'è il primo capitolo il richiamo delle spade. Appena ho letto "mastino", "spade", "trono", "nord", "inverno".. non ci ho capito più niente e l'ho preso senza pensarci Immagine inseritaImmagine inserita

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appena ho letto "mastino", "spade", "trono", "nord", "inverno".. non ci ho capito più niente e l'ho preso senza pensarci Immagine inseritaImmagine inserita

 

Ottima scelta per il libro, non te ne pentirai <img alt=" />

 

Ma sull'edizione italiana...

Lo sapevo io che la Gargoyle traduceva qualcosa senza pensarci... Il personaggio conosciuto in italiano come "Mastino" in inglese si chiama "Dogman". E tra tutte le traduzioni possibili che hanno tirato fuori? Mastino, ovvio, per far contenti noi della Barriera (ma anche no) <img alt=" />

 

Giusto per qualche somiglianza in più: anche qui ci becchiamo SPOILER da IL GRANDE INVERNO

IL RE DEL NORD (precisamente delle Terre del Nord e dell'Angland, ovviamente autoproclamatosi tale) ma si tratta di un nord molto diverso e di un re pure molto diverso... Altro che Robb Stark! (ah si, è uno dei cattivi principali della trilogia... non è uno spoiler, lo veniamo a sapere tipo a tempo zero <img alt=" /> )

 

 

PS. Ricordatevi sempre, ogni volta che leggete ALLEANZA in verità si tratta di UNIONE. Non so come si fa a tradurre così a caso la parola UNION, davvero... <img alt=" />

Edited by Koorlick
anche gli spoiler dai libri di Martin vanno segnalati ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io volevo leggerlo, ma ero stata scoraggiata perchè mi dicevano che è un genere di fantasy più maschile e che di solito alle ragazze non piace (che poi... In base a cosa si decide? <img alt="> ) Poi ho iniziato altri libri e non ci ho più pensato... Streghetta poi dimmi cosa ne pensi, così magari lo recupero anch'io!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto la trilogia in inglese, e ne abbiamo parlato qui: http://www.labarriera.net/forum/index.php?showtopic=11500

 

Diciamo che il livello di cinismo/disperazione/pessimismo della saga rende Le Cronache di Martin un libro ottimista.

 

Ho pensato che potesse non piacere ad un largo pubblico femminile perchè personaggi femminili praticamente non ce ne sono (l'unico POV femminile è più mascolino dei maschi), storie d'amore non ce ne sono (se non una, e molto vaga), e in generale ci sono quei tratti fantasy alla sword&sorcery che un tempo attraevano i maschi ma poco le femmine. Magari i tempi sono cambiati.

 

Poi non so, può darsi che intrighi anche le ragazze. Ci farete sapere...

 

Ps: Mastino per Dogman non se pò sentì. Alleanza per Union meno ancora. Gli dei abbiano pietà di chi leggerà la versione tradotta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...