Jump to content
Sign in to follow this  
AryaSnow

Arya Stark

Recommended Posts

"Caratteristica legata a qualità fisiche" è diverso da "caratteristica che è una qualità fisica".

 

Sì, un certo legame c'è, ma appunto solo un certo legame. Ci sono anche molte persone magre che negli sport sono imbranatissime (anche più di alcune persone grasse).

 

Inoltre, siccome l'abilità in battaglia tendiamo a metterla sul lato psicologico, mi sembra un po' contraddittorio mettere come fisica invece la capacità di arrampicarsi.

 

Comunque mi sembra un aspetto molto secondario che forse è meglio che non blocchi tutta la revisione. Mentre aspettiamo altri pareri possiamo proseguire?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

 

{{ Personaggio

| Nome = Arya

| Cognome = Stark

| POV = X

| Casata = [[Nobile Casa Stark]]

| Nascita = [[289]]

| Soprannomi = Arry<br />Arya faccia di cavallo<br />Arya dappertutto<br />Donnola<br />Nan<br />Nymeria

| Apparizioni = [[A Game of Thrones]] - [[A Clash of Kings]]

| Attore = [[Margaret Constance Williams]]

| Doppiatore = Sara Labidi

| Stagioni = [[Prima stagione]] - [[seconda stagione]]

| StemmaF = St_Stark

}}

 

[[Arya Stark]] è la terza figlia di [[Eddard Stark|Lord Eddard Stark]] di [[Grande Inverno]] e sua moglie [[Catelyn Tully]].<ref name="AGOTAB">[[AGOT - Appendici#Appendice B|AGOT - Appendice B]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Descrizione fisica ==

Arya è l'unica tra i figli di [[Eddard Stark|Eddard]] e [[Catelyn Tully|Catelyn]] ad aver ereditato dal padre i tratti tipici degli [[Nobile Casa Stark|Stark]], con il volto allungato, occhi scuri<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> e capelli color castano spento<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref>, che porta spesso spettinati<ref name="AGOT19">[[AGOT19]]</ref>.

 

È di corporatura magra<ref name="AGOT07" /> ed è mancina<ref name="AGOT22">[[AGOT22]]</ref>. A differenza di sua sorella [[sansa Stark|Sansa]], Arya non viene Pur non venendo mai definita bella, anche se secondo [[Eddard Stark|Eddard]] il padre assomiglia all'avvenente zia [[Lyanna Stark|Lyanna]].<ref name="AGOT22" />

 

Pur essendo di estrazione nobile, non ama vestirsi in modo raffinato. In particolare, durante i suoi allenamenti e le sue esplorazioni indossa un abbigliamento semplice e maschile<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref>, che a volte spinge la gente a scambiarla per un ragazzino di strada<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref>.

 

Durante il viaggio da [[Approdo del Re]] verso il [[Nord]] ha i capelli tagliati rozzamente corti<ref name="ACOK01">[[ACOK01]]</ref>; il suo aspetto si fa via via più trasandato, con le scarpe ormai inutilizzabili, i vestiti strappati, calli sui piedi e gomiti scorticati<ref name="ACOK19">[[ACOK19]]</ref>.

 

Ad [[Harrenhal]], mentre serve sotto la supervisione di [[Weese]], Arya indossa una tunica di lana grezza e un paio di scarpe sformate.<ref name="ACOK26">[[ACOK26]]</ref> Quando passa al servizio di [[Roose Bolton]], le vengono dati vestiti con lo stemma della sua [[Nobile Casa Bolton|Nobile Casa]].<ref name="ACOK64">[[ACOK64]]</ref>

 

Possiede una spada chiamata [[Ago]], donatale da [[Jon Snow]] e adatta alla sua corporatura.<ref name="AGOT10" />

 

== Descrizione psicologica ==

Arya è sottoposta all'educazione tipica delle fanciulle nobili, ma si rivela poco per nulla portata per le arti femminili come il ricamo o la musica, al punto che la sua educatrice [[Septa]] [[Mordane]] sostiene che abbia le mani di un fabbro. Pur detestando ricamare e ritenendo ingiusto essere costretta a farlo, Arya trova umilianti i propri insuccessi e i rimproveri che le vengono rivolti a riguardo. Riesce invece La sua dimestichezza con i numeri la porta a riuscire bene nello studio della contabilità domestica, essendo brava coi numeri, ed è abile anche nell'equitazione.<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref> Non bada troppo all'ordine<ref name="AGOT10" /> e alla bellezza esteriore, né tantomeno ha paura sporcarsi di fango o di procurarsi lividi.<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref> È dotata di una grande capacità di adattamento alle condizioni più dure, arrivando anche a nutrirsi di insetti per sopravvivere.<ref name="ACOK19" />

 

Arya è una ragazza curiosa e attiva. Ama andare a cavallo ed esplorare luoghi nuovi, anche inospitali e pericolosi, e scoprire piante e animali che non ha mai visto prima.<ref name="AGOT15" /> La sua indole ribelle la porta spesso a desiderare le cose che le vengono proibite.< ref name="ACOK50">[[ACOK50]]</ref> Tende a osservare con attenzione l'ambiente che la circonda e a raccogliere in questo modo informazioni utili.<ref name="AGOT65">[[AGOT65]]</ref> Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> È dotata di notevole coraggio<ref name="AGOT32" /> e orgoglio, e non ama mostrare pubblicamente le proprie paure e debolezze<ref name="ACOK01" /><ref name="ACOK14">[[ACOK14]]</ref>, pur essendo consapevole della sua giovane età ed effettiva vulnerabilità<ref name="ACOK09">[[ACOK09]]</ref>. Trova frustranti le situazioni in cui è costretta a fuggire e vorrebbe essere sempre in grado di affrontare i suoi nemici. Il suo coraggio talvolta sfocia nell'incoscienza e la spinge a comportamenti avventati.<ref name="ACOK05">[[ACOK05]]</ref> Nonostante questo, in altre occasioni si dimostra dotata di astuzia e di capacità di ideare piani in grado di ingannare anche gli adulti.<ref name="ACOK47" />

 

Ha un carattere testardo, impulsivo e combattivo, che la porta a reagire con forza a situazioni che considera ingiuste o minacciose, manifestando la propria ostilità talvolta anche in modo violento.<ref name="AGOT15" /> Sviluppa presto un'antipatia per [[Joffrey Baratheon]]<ref name="AGOT07" />, che dopo la morte di [[Mycah]] si trasforma in vero e proprio odio<ref name="AGOT22" />. Ben presto Arya comincia a covare dentro di sé molto rancore per via dei rovesci di fortuna che si abbattono sulla sua famiglia<ref name="AGOT22" /> e impara a diffidare di coloro che non conosce bene<ref name="AGOT50" />, arrivando a evitare di stringere nuove amicizie per paura di perdere altre persone care<ref name="ACOK30" />. Le sue tendenze aggressive si fanno più marcate dopo la morte del padre, spingendola a sfogarsi con comportamenti violenti.<ref name="ACOK01" /> Al tempo stesso si dimostra capace di slanci di grande generosità e talvolta è addirittura disposta a mettere a repentaglio la propria incolumità per aiutare le persone a cui vuole bene.<ref name="ACOK14" /> La spaventosa esperienza nel magazzino sulla riva dell'[[Occhio degli Dei]] segna un altro momento cruciale nella trasformazione di Arya, che si ritrova per la prima volta completamente impotente e incapace di ogni minimo gesto di ribellione. È in quell'occasione che la ragazza forma la sua lista dell'odio, che contiene i nomi delle specifiche persone contro cui vorrebbe vendicarsi.<ref name="ACOK26" /> Per questi motivi, Arya in seguito resta affascinata dalle abilità di assassino di [[Jaqen H'ghar]] in occasione degli omicidi che gli commissiona ad [[Harrenhal]], che le permettono di mettere in pratica alcune vendette e soprattutto riescono a farle riacquistare la fiducia nelle proprie potenzialità. Inizia quindi ad associare la capacità di uccidere alla capacità di reagire alle situazioni critiche.<ref name="ACOK30" />

 

La sua appartenenza a una casata nobiliare non la frena dal fare amicizia con la gente del più basso ceto sociale e spesso Arya addirittura preferisce la loro compagnia a quella di altri nobili.<ref name="AGOT15" /> Nel rapportarsi con gli altri, tende a essere spontanea e diretta, senza badare troppo alla cortesia.<ref name="AGOT32" /> Nutre un grande affetto per [[Jon Snow]], che considera vicino come un fratello benché in realtà sia un fratellastro.<ref name="AGOT07" /> Le piace scherzare con lui<ref name="AGOT10" /> e riesce sempre a farlo sorridere<ref name="AGOT19" />. Quando viene costretta a separarsene sente molto la sua mancanza, sentimenti che estende al resto della famiglia quando nel corso della [[Guerra dei Cinque Re]] si ritrova infine da sola. Qui credo che manchi qualche fonte, mancava anche nella versione che ho rimosso da sotto. Ha un forte legame con il padre [[Eddard Stark|Eddard]].<ref name="AGOT22" /> Il suo rapporto con la sorella [[sansa Stark|Sansa]] invece è spesso burrascoso a causa della loro grande diversità di carattere e di interessi. Arya si sente sminuita dal confronto con la sorella maggiore, che la supera in bellezza e in tutte le attività tipicamente femminili, e che viene spesso lodata per questo, mentre [[Sansa Stark|Sansa]] disapprova il comportamento anticonformista di Arya.<ref name="AGOT07" /> Tra le due ragazze si verificano quindi frequenti litigi e dissapori.<ref name="AGOT22" /> Nonostante questo, dopo che le due sorelle vengono separate dalle vicissitudini della [[Guerra dei Cinque Re]], Arya si ritrova spesso a ripensare a [[Sansa Stark|Sansa]] con nostalgia. <ref name="ACOK05" /> Ammira la regina guerriera [[Nymeria (Regina)|Nymeria]], tanto da dare al suo [[Metalupi|metalupo]] lo stesso nome.<ref name="AGOT07" /> È molto affezionata alla sua [[Metalupi|metalupa]] [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]. Prima di essere costretta a cacciarla, ci passa insieme più tempo possibile<ref name="AGOT07" /> e anche in seguito continua a ripensare a lei<ref name="AGOT22" />. Durante il viaggio con [[Yoren]] verso il [[Nord]], stringe un rapporto di amicizia con [[Gendry]].<ref name="ACOK05" /> Tra i due si instaura una sempre maggiore confidenza, con l'alternarsi di piccoli litigi e momenti scherzosi.<ref name="ACOK19" /> Dopo i primi dissapori, Arya inizia a sviluppare un legame pure con [[Frittella] e lo aiuta diverse volte nei momenti di difficoltà.<ref name="ACOK14" />

 

È piuttosto atletica: sa nuotare ed è in grado di correre, saltare, arrampicarsi e divincolarsi con agilità.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Si dimostra inoltre abile nel muoversi di soppiatto, <ref name="ACOK19" /> spostarsi nell'oscurità<ref name="ACOK47">[[ACOK47]]</ref> e raccogliere informazioni origliando le conversazioni altrui.<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref> Qui non stiamo però parlando principalmente di caratteristiche fisiche?

 

È una ragazza curiosa e attiva. Le piace andare a cavallo ed esplorare luoghi nuovi, anche inospitali e pericolosi, e scoprire piante e animali che non ha mai visto prima.<ref name="AGOT15" /> La sua indole ribelle la porta spesso a desiderare le cose che le vengono proibite.< ref name="ACOK50">[[ACOK50]]</ref> Tende a osservare con attenzione l'ambiente che la circonda e a raccogliere in questo modo informazioni utili.<ref name="AGOT65">[[AGOT65]]</ref>

 

È dotata di un coraggio notevole per la sua età e il motto insegnatole da [[syrio Forel]], "la paura uccide più della spada", la aiuta ancora di più a non perdersi d'animo nelle situazioni difficili.<ref name="AGOT32" /> È orgogliosa e non ama mostrare le proprie paure<ref name="ACOK14">[[ACOK14]]</ref>, pur rendendosi in certi momenti conto essendo consapevole della sua giovane età ed effettiva debolezza<ref name="ACOK09">[[ACOK09]]</ref>. Trova frustranti le situazioni in cui è costretta a fuggire e vorrebbe essere sempre in grado di affrontare i suoi nemici. Il suo coraggio talvolta sfocia nell'incoscienza e la spinge a comportamenti avventati.<ref name="ACOK05">[[ACOK05]]</ref> Nonostante questo, in altre occasioni si dimostra dotata di astuzia e di capacità di ideare piani in grado di ingannare anche gli adulti.<ref name="ACOK47" />

 

Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> È scettica nei confronti delle superstizioni.<ref name="ACOK14">[[AGOT14]]</ref> Non bada troppo all'ordine<ref name="AGOT10" /> e alla bellezza esteriore, né tantomeno ha paura sporcarsi di fango o di procurarsi lividi.<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref> È dotata di una grande capacità di adattamento alla condizioni più dure e in caso di necessità non esita a fare scelte poco gradevoli, come quella di nutrirsi di insetti.<ref name="ACOK19" /> La sua appartenenza a una casata nobiliare non la frena dal fare amicizia con la gente del più basso ceto sociale e spesso Arya addirittura preferisce la loro compagnia a quella di altri nobili.<ref name="AGOT15" /> Nel rapportarsi con gli altri, tende a essere spontanea e diretta, senza badare troppo alla cortesia.<ref name="AGOT32" />

 

È attratta dall'allenamento con la spada<ref name="AGOT07" /> e si dedica con entusiasmo alle lezioni di scherma di [[syrio Forel]], riuscendo a impararne i rudimenti.<ref name="AGOT22" /> Le travagliate vicende che seguono lo scoppio della [[Guerra dei Cinque Re]] le offrono alcune occasioni per mettere a frutto tali insegnamenti.<ref name="ACOK01" /> Ammira la regina guerriera [[Nymeria (Regina)|Nymeria]], tanto da dare al suo [[Metalupi|metalupo]] lo stesso nome.<ref name="AGOT07" /> Dal giorno in cui riceve [[Ago]] in regalo da [[Jon Snow|Jon]]<ref name="AGOT10" />, Arya diventa molto legata alla spada e la considera il suo oggetto più prezioso<ref name="AGOT65" />: stringerne l'elsa la fa sentire più forte, oltre a farle tornare in mente il fratellastro.<ref name="AGOT50" />

 

Ha un carattere testardo, impulsivo e combattivo, che la porta a reagire con forza a situazioni che considera ingiuste o minacciose, manifestando la propria ostilità talvolta anche in modo violento.<ref name="AGOT15" /> Il padre osserva in lei segni di una personalità selvaggia, che definisce "sangue del lupo".<ref name="AGOT22" /> Sviluppa presto un'antipatia per [[Joffrey Baratheon]]<ref name="AGOT07" />, che dopo la morte di [[Mycah]] si trasforma in vero e proprio odio<ref name="AGOT22" />. In generale, quando le disavventure iniziano ad abbattersi sulla sua famiglia, Arya comincia a covare dentro di sé molto rancore<ref name="AGOT22" /> e impara a diffidare di coloro che non conosce bene<ref name="AGOT50" />. Assume inoltre un atteggiamento sempre più duro verso l'esterno: non ama piangere in pubblico, preferisce difendersi da sola in caso di difficoltà<ref name="ACOK01" />, inizia ad evitare di stringere nuove amicizie per paura di perdere altre persone care<ref name="ACOK30" />.

 

Le sue tendenze aggressive si fanno più marcate dopo la morte del padre [Eddard Stark|Eddard]], spingendola a sfogarsi con comportamenti violenti.<ref name="ACOK01" /> Oltre a queste manifestazioni di rabbia, Arya inizia anche a prendere in considerazione scelte ciniche per aumentare le proprie possibilità di sopravvivenza.<ref name="ACOK19" /> Al tempo stesso si dimostra capace di slanci di grande generosità e talvolta è addirittura disposta a mettere a repentaglio la propria incolumità per aiutare gli altri.<ref name="ACOK14" /> La spaventosa esperienza nel magazzino sulla riva dell'[[Occhio degli Dei]] segna un altro momento cruciale nella trasformazione di Arya, che si ritrova per la prima volta completamente impotente e incapace di ogni minimo gesto di ribellione. È in quell'occasione che la ragazza forma la sua lista dell'odio, che contiene i nomi delle specifiche persone contro cui vorrebbe vendicarsi.<ref name="ACOK26" /> Per questi motivi, Arya in seguito resta affascinata dalle abilità di assassino di [[Jaqen H'ghar]] durante i tre omicidi che gli commissiona ad [[Harrenhal]], che le permettono di mettere in pratica alcune vendette e soprattutto riescono a farle riacquistare la fiducia nelle proprie potenzialità. Inizia quindi ad associare la capacità di uccidere alla capacità di reagire alle situazioni critiche.<ref name="ACOK30" />

 

Nutre un grande affetto per [[Jon Snow]] e lo considera suo fratello benché in realtà sia un fratellastro.<ref name="AGOT07" /> Le piace scherzare con lui<ref name="AGOT10" /> e riesce sempre a farlo sorridere<ref name="AGOT19" />. Quando viene costretta a separarsene sente molto la sua mancanza, ripensando con nostalgia ai momenti in cui le scompigliava i capelli, la chiamava "sorellina" e finiva le frasi insieme a lei. Quando si ritrova separata dalla sua famiglia, sente la mancanza anche del resto dei suoi fratelli. Ha un forte legame con il padre [[Eddard Stark|Eddard]].<ref name="AGOT22" /> Il suo rapporto con la sorella [[sansa Stark|Sansa]] invece è spesso burrascoso a causa della loro grande diversità di carattere e di interessi. Arya si sente sminuita dal confronto con la sorella maggiore, che la supera in bellezza e in tutte le attività tipicamente femminili, e che viene spesso lodata per questo, mentre [[sansa Stark|Sansa]] disapprova il comportamento anticonformista di Arya.<ref name="AGOT07" /> Tra le due ragazze si verificano quindi frequenti litigi e dissapori.<ref name="AGOT22" /> Nonostante questo, dopo che le due sorelle vengono separate dalle vicissitudini della [[Guerra dei Cinque Re]], Arya si ritrova spesso a ripensare a [[sansa Stark|Sansa]] con nostalgia. <ref name="ACOK05" />

 

Arya è molto affezionata alla sua [[Metalupi|metalupa]] [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]. Prima di essere costretta a cacciarla, ci passa insieme più tempo possibile<ref name="AGOT07" /> e anche in seguito continua a ripensare a lei<ref name="AGOT22" />. Durante il viaggio con [[Yoren]] verso il [[Nord]], stringe un rapporto di amicizia con [[Gendry]].<ref name="ACOK05" /> Tra i due si instaura una sempre maggiore confidenza, con l'alternarsi di piccoli litigi e momenti scherzosi.<ref name="ACOK19" /> Dopo i primi dissapori, Arya inizia a sviluppare un legame pure con [[Frittella] e lo aiuta diverse volte nei momenti di difficoltà.<ref name="ACOK14" />

 

È scettica nei confronti delle superstizioni.<ref name="ACOK14">

 

Ha l'abitudine di mordersi il labbro inferiore.<ref name="AGOT44">[[AGOT44]]</ref>

 

Apprezza il gusto della birra.<ref name="AGOT05" />

 

Ho provato a riorganizzare la parte psicologica: molte informazioni erano semplicemente accodate una dopo l'altra senza una vera soluzione di continuità, ho cercato di raggrupparle per temi concettuali.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

 

{{ Personaggio

| Nome = Arya

| Cognome = Stark

| POV = X

| Casata = [[Nobile Casa Stark]]

| Nascita = [[289]]

| Soprannomi = Arry<br />Arya faccia di cavallo<br />Arya dappertutto<br />Donnola<br />Nan<br />Nymeria

| Apparizioni = [[A Game of Thrones]] - [[A Clash of Kings]]

| Attore = [[Margaret Constance Williams]]

| Doppiatore = Sara Labidi

| Stagioni = [[Prima stagione]] - [[seconda stagione]]

| StemmaF = St_Stark

}}

 

[[Arya Stark]] è la terza figlia di [[Eddard Stark|Lord Eddard Stark]] di [[Grande Inverno]] e sua moglie [[Catelyn Tully]].<ref name="AGOTAB">[[AGOT - Appendici#Appendice B|AGOT - Appendice B]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Descrizione fisica ==

Arya è l'unica tra i figli di [[Eddard Stark|Eddard]] e [[Catelyn Tully|Catelyn]] ad aver ereditato dal padre i tratti tipici degli [[Nobile Casa Stark|Stark]], con il volto allungato, occhi scuri<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> e capelli color castano spento<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref>, che porta spesso spettinati<ref name="AGOT19">[[AGOT19]]</ref>.

 

È di corporatura magra<ref name="AGOT07" /> ed è mancina<ref name="AGOT22">[[AGOT22]]</ref>. Pur non venendo mai definita bella, secondo il padre assomiglia all'avvenente zia [[Lyanna Stark|Lyanna]].<ref name="AGOT22" />

 

Pur essendo di estrazione nobile, non ama vestirsi in modo raffinato. In particolare, durante i suoi allenamenti e le sue esplorazioni indossa un abbigliamento semplice e maschile<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref>, che a volte spinge la gente a scambiarla per un ragazzino di strada<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref>.

 

Durante il viaggio da [[Approdo del Re]] verso il [[Nord]] ha i capelli tagliati rozzamente corti<ref name="ACOK01">[[ACOK01]]</ref>; il suo aspetto si fa via via più trasandato, con le scarpe ormai inutilizzabili, i vestiti strappati, calli sui piedi e gomiti scorticati<ref name="ACOK19">[[ACOK19]]</ref>.

 

Ad [[Harrenhal]], mentre serve sotto la supervisione di [[Weese]], Arya indossa una tunica di lana grezza e un paio di scarpe sformate.<ref name="ACOK26">[[ACOK26]]</ref> Quando passa al servizio di [[Roose Bolton]], le vengono dati vestiti con lo stemma della sua [[Nobile Casa Bolton|Nobile Casa]].<ref name="ACOK64">[[ACOK64]]</ref>

 

Possiede una spada chiamata [[Ago]], donatale da [[Jon Snow]] e adatta alla sua corporatura.<ref name="AGOT10" />

 

== Descrizione psicologica ==

Arya è sottoposta all'educazione tipica delle fanciulle nobili, ma si rivela per nulla portata per le arti femminili. Pur detestando ricamare e ritenendo ingiusto essere costretta a farlo, Arya trova umilianti i propri insuccessi e i rimproveri che le vengono rivolti a riguardo. La sua dimestichezza con i numeri la porta a riuscire bene nello studio della contabilità domestica, ed è abile anche nell'equitazione. (mi sa che per com'è stata riformulata la frase è grammaticalmente sbagliata, nel senso che il soggetto sottinteso dell'abile nell'equitazione risulta essere la dimestichezza :unsure: Quindi lo lascerei come prima o lo riformulerei in modo diverso<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref> Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> (lo lascerei) Non bada troppo all'ordine<ref name="AGOT10" /> e alla bellezza esteriore, né tantomeno ha paura sporcarsi di fango o di procurarsi lividi.<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref> È dotata di una grande capacità di adattamento alle condizioni più dure, arrivando anche a nutrirsi di insetti per sopravvivere.<ref name="ACOK19" />

 

Arya è una ragazza curiosa e attiva. Ama andare a cavallo ed esplorare luoghi nuovi, anche inospitali e pericolosi, e scoprire piante e animali che non ha mai visto prima.<ref name="AGOT15" /> La sua indole ribelle la porta spesso a desiderare le cose che le vengono proibite.< ref name="ACOK50">[[ACOK50]]</ref> Tende a osservare con attenzione l'ambiente che la circonda e a raccogliere in questo modo informazioni utili.<ref name="AGOT65">[[AGOT65]]</ref> Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> È dotata di notevole coraggio<ref name="AGOT32" /> e orgoglio, e non ama mostrare pubblicamente le proprie paure e debolezze<ref name="ACOK01" /><ref name="ACOK14">[[ACOK14]]</ref>, pur essendo consapevole della sua giovane età ed effettiva vulnerabilità<ref name="ACOK09">[[ACOK09]]</ref>. Trova frustranti le situazioni in cui è costretta a fuggire e vorrebbe essere sempre in grado di affrontare i suoi nemici. Il motto insegnatole da [[Syrio Forel]], "la paura uccide più della spada", la aiuta ancora di più a non perdersi d'animo nelle situazioni difficili.<ref name="AGOT32" /> (è una cosa talmente ricorrente, al punto da essere una delle frasi simbolo del personaggio, che sinceramente la lascerei) Il suo coraggio talvolta sfocia nell'incoscienza e la spinge a comportamenti avventati.<ref name="ACOK05">[[ACOK05]]</ref> Nonostante questo, in altre occasioni si dimostra dotata di astuzia e di capacità di ideare piani in grado di ingannare anche gli adulti.<ref name="ACOK47" />

 

Ha un carattere testardo, impulsivo e combattivo, che la porta a reagire con forza a situazioni che considera ingiuste o minacciose, manifestando la propria ostilità talvolta anche in modo violento.<ref name="AGOT15" /> Sviluppa presto un'antipatia per [[Joffrey Baratheon]]<ref name="AGOT07" />, che dopo la morte di [[Mycah]] si trasforma in vero e proprio odio<ref name="AGOT22" />. Ben presto Arya comincia a covare dentro di sé molto rancore per via dei rovesci di fortuna che si abbattono sulla sua famiglia<ref name="AGOT22" /> e impara a diffidare di coloro che non conosce bene<ref name="AGOT50" />, arrivando a evitare di stringere nuove amicizie per paura di perdere altre persone care<ref name="ACOK30" />. Le sue tendenze aggressive si fanno più marcate dopo la morte del padre, spingendola a sfogarsi con comportamenti violenti.<ref name="ACOK01" /> Oltre a queste manifestazioni di rabbia, Arya inizia anche a prendere in considerazione scelte ciniche per aumentare le proprie possibilità di sopravvivenza.<ref name="ACOK19" /> (mi sembra un aspetto importante e non specificato altrove, quindi non lo toglierei) Al tempo stesso si dimostra capace di slanci di grande generosità e talvolta è addirittura disposta a mettere a repentaglio la propria incolumità per aiutare le persone a cui vuole bene.<ref name="ACOK14" /> La spaventosa esperienza nel magazzino sulla riva dell'[[Occhio degli Dei]] segna un altro momento cruciale nella trasformazione di Arya, che si ritrova per la prima volta completamente impotente e incapace di ogni minimo gesto di ribellione. È in quell'occasione che la ragazza forma la sua lista dell'odio, che contiene i nomi delle specifiche persone contro cui vorrebbe vendicarsi.<ref name="ACOK26" /> Per questi motivi, Arya in seguito resta affascinata dalle abilità di assassino di [[Jaqen H'ghar]] in occasione degli omicidi che gli commissiona ad [[Harrenhal]], che le permettono di mettere in pratica alcune vendette e soprattutto riescono a farle riacquistare la fiducia nelle proprie potenzialità. Inizia quindi ad associare la capacità di uccidere alla capacità di reagire alle situazioni critiche.<ref name="ACOK30" />

 

La sua appartenenza a una casata nobiliare non la frena dal fare amicizia con la gente del più basso ceto sociale e spesso Arya addirittura preferisce la loro compagnia a quella di altri nobili.<ref name="AGOT15" /> Nel rapportarsi con gli altri, tende a essere spontanea e diretta, senza badare troppo alla cortesia.<ref name="AGOT32" /> Nutre un grande affetto per [[Jon Snow]], che considera vicino come un fratello benché in realtà sia un fratellastro.<ref name="AGOT07" /> Le piace scherzare con lui<ref name="AGOT10" /> e riesce sempre a farlo sorridere<ref name="AGOT19" />. Quando viene costretta a separarsene sente molto la sua mancanza, sentimenti che estende al resto della famiglia quando nel corso della [[Guerra dei Cinque Re]] si ritrova infine da sola. Qui credo che manchi qualche fonte, mancava anche nella versione che ho rimosso da sotto-->io metterei ACOK01 per via dei pensieri che fa a fine capitolo. Ha un forte legame con il padre [[Eddard Stark|Eddard]].<ref name="AGOT22" /> Il suo rapporto con la sorella [[Sansa Stark|Sansa]] invece è spesso burrascoso a causa della loro grande diversità di carattere e di interessi. Arya si sente sminuita dal confronto con la sorella maggiore, che la supera in bellezza e in tutte le attività tipicamente femminili, e che viene spesso lodata per questo, mentre [[Sansa Stark|Sansa]] disapprova il comportamento anticonformista di Arya.<ref name="AGOT07" /> Tra le due ragazze si verificano quindi frequenti litigi e dissapori.<ref name="AGOT22" /> Nonostante questo, dopo che le due sorelle vengono separate dalle vicissitudini della [[Guerra dei Cinque Re]], Arya si ritrova spesso a ripensare a [[Sansa Stark|Sansa]] con nostalgia. <ref name="ACOK05" /> Ammira la regina guerriera [[Nymeria (Regina)|Nymeria]], tanto da dare al suo [[Metalupi|metalupo]] lo stesso nome.<ref name="AGOT07" /> È molto affezionata alla sua [[Metalupi|metalupa]] [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]. Prima di essere costretta a cacciarla, ci passa insieme più tempo possibile<ref name="AGOT07" /> e anche in seguito continua a ripensare a lei<ref name="AGOT22" />. Durante il viaggio con [[Yoren]] verso il [[Nord]], stringe un rapporto di amicizia con [[Gendry]].<ref name="ACOK05" /> Tra i due si instaura una sempre maggiore confidenza, con l'alternarsi di piccoli litigi e momenti scherzosi.<ref name="ACOK19" /> Dopo i primi dissapori, Arya inizia a sviluppare un legame pure con [[Frittella] e lo aiuta diverse volte nei momenti di difficoltà.<ref name="ACOK14" />

 

È piuttosto atletica: sa nuotare ed è in grado di correre, saltare, arrampicarsi e divincolarsi con agilità.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Si dimostra inoltre abile nel muoversi di soppiatto, <ref name="ACOK19" /> spostarsi nell'oscurità<ref name="ACOK47">[[ACOK47]]</ref> e raccogliere informazioni origliando le conversazioni altrui.<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref> Qui non stiamo però parlando principalmente di caratteristiche fisiche?

 

 

È attratta dall'allenamento con la spada<ref name="AGOT07" /> e si dedica con entusiasmo alle lezioni di scherma di [[Syrio Forel]], riuscendo a impararne i rudimenti.<ref name="AGOT22" /> Le travagliate vicende che seguono lo scoppio della [[Guerra dei Cinque Re]] le offrono alcune occasioni per mettere a frutto tali insegnamenti.<ref name="ACOK01" /> Dal giorno in cui riceve [[Ago]] in regalo da [[Jon Snow|Jon]]<ref name="AGOT10" />, Arya diventa molto legata alla spada e la considera il suo oggetto più prezioso<ref name="AGOT65" />: stringerne l'elsa la fa sentire più forte, oltre a farle tornare in mente il fratellastro.<ref name="AGOT50" />

 

È scettica nei confronti delle superstizioni.<ref name="ACOK14">

 

Ha l'abitudine di mordersi il labbro inferiore.<ref name="AGOT44">[[AGOT44]]</ref>

 

Apprezza il gusto della birra.<ref name="AGOT05" />

 

 

Ho trovato altri casi di trasformazione di maiuscole e minuscole e dove li ho visti li ho corretti. :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguardo le nuove segnalazioni in blu.

 

1) Secondo me è evidente che il soggetto è Arya e non la dimestichezza... :unsure:

2) La frase sulle intuizioni veloci e l'approccio pratico l'avevo messa nel paragrafo sottostante

3) OK, sarà una frase caratteristica del personaggio, ma cosa offre alla sua descrizione psicologica?

4) La parte sulle scelte ciniche francemente mi convince poco. In primo luogo messa così sembra che sia un aspetto del suo carattere che prima non c'era, mentre probabilmente era solo latente; inoltre credo che tutta la parte restante del paragrafo arrivi a ribadire lo stesso concetto.

5) OK per la fonte.

 

Resta sempre il dubbio per la parte dell'atleticità, se altri vogliono intervenire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) E' ovvio che si capisca, visto che materialmente non è che la dimestichezza può essere abile nell'equitazione. Il punto è che proprio come correttezza grammaticale non mi convince.

2) Ah ok, non lo avevo notato :unsure:

3) Aggiunge il fatto che è un dettaglio del suo carattere legato ad una cosa abituale che lei fa, con lo scopo preciso di farsi coraggio. Fa capire che quando il coraggio per un attimo le manca utilizza questo espediente per ritrovarlo. E' diverso rispetto ad una persona che ha coraggio e basta, di default, senza bisogno di trovare queste strategie psicologiche. Dà un'altra sfumatura.

4)  Il fatto che fosse latente o meno questo aspetto è una visione totalmente soggettiva e non supportata dai fatti. Per me ad esempio non c'è motivo di credere che fosse così. Io mi atterrei al testo. Le parti successive della descrizione secondo me non esplicitano affatto questo aspetto. perché parlano più che altro della rabbia e del sentimento di potenza legato alla capacità di uccidere. Non mi pare che altrove si parli del carattere utilitaristico di certe scelte, che invece c'è. Non è che Arya sia solo una ragazzina arrabbiata che uccide chi odia. No, certe volte ha anche un approccio più "freddo" e pragmatico alla violenza o quantomeno alla possibilità di commetterla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

1- Per me sarebbe corretta anche cosí la frase, ma nel caso propongo:  "è molto abile nell'equitazione ed è brava nello studio della contabilità domestica grazie alla sua dimistichezza con i numeri". O una cosa simile, non so se vi possa suonare meglio :)

2- ok

3- concordo con Ania

4- tendo a concordare con Ania, ma riformulerei il periodo, cosí mi convince poco. Metterei un "Come conseguenza di tutti questi eventi inizia a prendere in considerazione scelte ciniche ecc ecc" :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Smarchiamo anche il discorso atleticità, così cerco di formulare una nuova revisione. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però se non riusciamo a farlo  a breve io nel frattempo andrei avanti. :D C'è parecchio nuovo testo della biografia da correggere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me l'atleticità è una caratteristica principalmente fisica (anche se possono esserci dei risvolti in termini psicologici). Per cui metterei il concetto "È piuttosto atletica: sa nuotare ed è in grado di correre, saltare, arrampicarsi e divincolarsi con agilità.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Si dimostra inoltre Per questo è anche piuttosto abile nel muoversi di soppiatto, <ref name="ACOK19" /> spostarsi nell'oscurità<ref name="ACOK47">[[ACOK47]]</ref>" nella descrizione fisica (con la correzione in rosso)

 

Mentre il fatto di essere brava a "raccogliere informazioni origliando le conversazioni altrui.<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>" per me è invece un'abilità psicologica.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

{{ Personaggio

| Nome = Arya

| Cognome = Stark

| POV = X

| Casata = [[Nobile Casa Stark]]

| Nascita = [[289]]

| Soprannomi = Arry<br />Arya faccia di cavallo<br />Arya dappertutto<br />Donnola<br />Nan<br />Nymeria

| Apparizioni = [[A Game of Thrones]] - [[A Clash of Kings]]

| Attore = [[Margaret Constance Williams]]

| Doppiatore = Sara Labidi

| Stagioni = [[Prima stagione]] - [[seconda stagione]]

| StemmaF = St_Stark

}}

 

[[Arya Stark]] è la terza figlia di [[Eddard Stark|Lord Eddard Stark]] di [[Grande Inverno]] e sua moglie [[Catelyn Tully]].<ref name="AGOTAB">[[AGOT - Appendici#Appendice B|AGOT - Appendice B]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Descrizione fisica ==

Arya è l'unica tra i figli di [[Eddard Stark|Eddard]] e [[Catelyn Tully|Catelyn]] ad aver ereditato dal padre i tratti tipici degli [[Nobile Casa Stark|Stark]], con il volto allungato, occhi scuri<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> e capelli color castano spento<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref>, che porta spesso spettinati<ref name="AGOT19">[[AGOT19]]</ref>.

 

È di corporatura magra<ref name="AGOT07" /> ed è mancina<ref name="AGOT22">[[AGOT22]]</ref>. Pur non venendo mai definita bella, secondo il padre assomiglia all'avvenente zia [[Lyanna Stark|Lyanna]].<ref name="AGOT22" />

 

È piuttosto atletica: sa nuotare ed è in grado di correre, saltare, arrampicarsi e divincolarsi con agilità.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Per questo è anche piuttosto abile nel muoversi di soppiatto<ref name="ACOK19" /> e spostarsi nell'oscurità<ref name="ACOK47">[[ACOK47]]</ref>

 

Pur essendo di estrazione nobile, non ama vestirsi in modo raffinato. In particolare, durante i suoi allenamenti e le sue esplorazioni indossa un abbigliamento semplice e maschile<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref>, che a volte spinge la gente a scambiarla per un ragazzino di strada<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref>.

 

Durante il viaggio da [[Approdo del Re]] verso il [[Nord]] ha i capelli tagliati rozzamente corti<ref name="ACOK01">[[ACOK01]]</ref>; il suo aspetto si fa via via più trasandato, con le scarpe ormai inutilizzabili, i vestiti strappati, calli sui piedi e gomiti scorticati<ref name="ACOK19">[[ACOK19]]</ref>.

 

Ad [[Harrenhal]], mentre serve sotto la supervisione di [[Weese]], Arya indossa una tunica di lana grezza e un paio di scarpe sformate.<ref name="ACOK26">[[ACOK26]]</ref> Quando passa al servizio di [[Roose Bolton]], le vengono dati vestiti con lo stemma della sua [[Nobile Casa Bolton|Nobile Casa]].<ref name="ACOK64">[[ACOK64]]</ref>

 

Possiede una spada chiamata [[Ago]], donatale da [[Jon Snow]] e adatta alla sua corporatura.<ref name="AGOT10" />

 

== Descrizione psicologica ==

Arya è sottoposta all'educazione tipica delle fanciulle nobili, ma si rivela per nulla portata per le arti femminili. Pur detestando ricamare e ritenendo ingiusto essere costretta a farlo, Arya trova umilianti i propri insuccessi e i rimproveri che le vengono rivolti a riguardo. È molto abile nell'equitazione, e grazie alla sua dimestichezza con i numeri èbrava nello studio della contabilità domestica La sua dimestichezza con i numeri la porta a riuscire bene nello studio della contabilità domestica, ed è abile anche nell'equitazione.<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref> Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> Non bada troppo all'ordine<ref name="AGOT10" /> e alla bellezza esteriore, né tantomeno ha paura sporcarsi di fango o di procurarsi lividi.<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref> È dotata di una grande capacità di adattamento alle condizioni più dure, arrivando anche a nutrirsi di insetti per sopravvivere.<ref name="ACOK19" />

 

Arya è una ragazza curiosa e attiva. Ama andare a cavallo ed esplorare luoghi nuovi, anche inospitali e pericolosi, e scoprire piante e animali che non ha mai visto prima.<ref name="AGOT15" /> La sua indole ribelle la porta spesso a desiderare le cose che le vengono proibite.< ref name="ACOK50">[[ACOK50]]</ref> Tende a osservare con attenzione l'ambiente che la circonda e a raccogliere in questo modo informazioni utili.<ref name="AGOT65">[[AGOT65]]</ref> Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> È dotata di notevole coraggio<ref name="AGOT32" /> e orgoglio, e non ama mostrare pubblicamente le proprie paure e debolezze<ref name="ACOK01" /><ref name="ACOK14">[[ACOK14]]</ref>, pur essendo consapevole della sua giovane età ed effettiva vulnerabilità<ref name="ACOK09">[[ACOK09]]</ref>. Trova frustranti le situazioni in cui è costretta a fuggire e vorrebbe essere sempre in grado di affrontare i suoi nemici. Il motto insegnatole da [[Syrio Forel]], "la paura uccide più della spada", la aiuta ancora di più a non perdersi d'animo nelle situazioni difficili.<ref name="AGOT32" /> Il suo coraggio talvolta sfocia nell'incoscienza e la spinge a comportamenti avventati.<ref name="ACOK05">[[ACOK05]]</ref> Nonostante questo, in altre occasioni si dimostra dotata di astuzia e di capacità di ideare piani in grado di ingannare anche gli adulti.<ref name="ACOK47" />

 

Ha un carattere testardo, impulsivo e combattivo, che la porta a reagire con forza a situazioni che considera ingiuste o minacciose, manifestando la propria ostilità talvolta anche in modo violento.<ref name="AGOT15" /> Sviluppa presto un'antipatia per [[Joffrey Baratheon]]<ref name="AGOT07" />, che dopo la morte di [[Mycah]] si trasforma in vero e proprio odio<ref name="AGOT22" />. Ben presto Arya comincia a covare dentro di sé molto rancore per via dei rovesci di fortuna che si abbattono sulla sua famiglia<ref name="AGOT22" /> e impara a diffidare di coloro che non conosce bene<ref name="AGOT50" />, arrivando a evitare di stringere nuove amicizie per paura di perdere altre persone care<ref name="ACOK30" />. Le sue tendenze aggressive si fanno più marcate dopo la morte del padre, spingendola a sfogarsi con comportamenti violenti.<ref name="ACOK01" /> Oltre a queste manifestazioni di rabbia, Arya; inizia anche a prendere in considerazione scelte ciniche per aumentare le proprie possibilità di sopravvivenza.<ref name="ACOK19" />, come raccogliere informazioni origliando le conversazioni altrui<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>. Al tempo stesso si dimostra capace di slanci di grande generosità e talvolta è addirittura disposta a mettere a repentaglio la propria incolumità per aiutare le persone a cui vuole bene.<ref name="ACOK14" /> La spaventosa esperienza nel magazzino sulla riva dell'[[Occhio degli Dei]] segna un altro momento cruciale nella trasformazione di Arya, che si ritrova per la prima volta completamente impotente e incapace di ogni minimo gesto di ribellione. È in quell'occasione che la ragazza forma la sua lista dell'odio, che contiene i nomi delle specifiche persone contro cui vorrebbe vendicarsi.<ref name="ACOK26" /> Per questi motivi, Arya in seguito resta affascinata dalle abilità di assassino di [[Jaqen H'ghar]] in occasione degli omicidi che gli commissiona ad [[Harrenhal]], che le permettono di mettere in pratica alcune vendette e soprattutto riescono a farle riacquistare la fiducia nelle proprie potenzialità. Inizia quindi ad associare la capacità di uccidere alla capacità di reagire alle situazioni critiche.<ref name="ACOK30" />

 

La sua appartenenza a una casata nobiliare non la frena dal fare amicizia con la gente del più basso ceto sociale e spesso Arya addirittura preferisce la loro compagnia a quella di altri nobili.<ref name="AGOT15" /> Nel rapportarsi con gli altri, tende a essere spontanea e diretta, senza badare troppo alla cortesia.<ref name="AGOT32" /> Nutre un grande affetto per [[Jon Snow]], che considera vicino come un fratello benché in realtà sia un fratellastro.<ref name="AGOT07" /> Le piace scherzare con lui<ref name="AGOT10" /> e riesce sempre a farlo sorridere<ref name="AGOT19" />. Quando viene costretta a separarsene sente molto la sua mancanza, sentimenti che estende al resto della famiglia quando nel corso della [[Guerra dei Cinque Re]] si ritrova infine da sola.<ref name="ACOK01" /> Ha un forte legame con il padre [[Eddard Stark|Eddard]].<ref name="AGOT22" /> Il suo rapporto con la sorella [[Sansa Stark|Sansa]] invece è spesso burrascoso a causa della loro grande diversità di carattere e di interessi. Arya si sente sminuita dal confronto con la sorella maggiore, che la supera in bellezza e in tutte le attività tipicamente femminili, e che viene spesso lodata per questo, mentre [[Sansa Stark|Sansa]] disapprova il comportamento anticonformista di Arya.<ref name="AGOT07" /> Tra le due ragazze si verificano quindi frequenti litigi e dissapori.<ref name="AGOT22" /> Nonostante questo, dopo che le due sorelle vengono separate dalle vicissitudini della [[Guerra dei Cinque Re]], Arya si ritrova spesso a ripensare a [[Sansa Stark|Sansa]] con nostalgia. <ref name="ACOK05" /> Ammira la regina guerriera [[Nymeria (Regina)|Nymeria]], tanto da dare al suo [[Metalupi|metalupo]] lo stesso nome.<ref name="AGOT07" /> È molto affezionata alla sua [[Metalupi|metalupa]] [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]. Prima di essere costretta a cacciarla, ci passa insieme più tempo possibile<ref name="AGOT07" /> e anche in seguito continua a ripensare a lei<ref name="AGOT22" />. Durante il viaggio con [[Yoren]] verso il [[Nord]], stringe un rapporto di amicizia con [[Gendry]].<ref name="ACOK05" /> Tra i due si instaura una sempre maggiore confidenza, con l'alternarsi di piccoli litigi e momenti scherzosi.<ref name="ACOK19" /> Dopo i primi dissapori, Arya inizia a sviluppare un legame pure con [[Frittella] e lo aiuta diverse volte nei momenti di difficoltà.<ref name="ACOK14" />

 

È piuttosto atletica: sa nuotare ed è in grado di correre, saltare, arrampicarsi e divincolarsi con agilità.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Si dimostra inoltre abile nel muoversi di soppiatto, <ref name="ACOK19" /> spostarsi nell'oscurità<ref name="ACOK47">[[ACOK47]]</ref> e raccogliere informazioni origliando le conversazioni altrui.<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>

 

È attratta dall'allenamento con la spada<ref name="AGOT07" /> e si dedica con entusiasmo alle lezioni di scherma di [[Syrio Forel]], riuscendo a impararne i rudimenti.<ref name="AGOT22" /> Le travagliate vicende che seguono lo scoppio della [[Guerra dei Cinque Re]] le offrono alcune occasioni per mettere a frutto tali insegnamenti.<ref name="ACOK01" /> Dal giorno in cui riceve [[Ago]] in regalo da [[Jon Snow|Jon]]<ref name="AGOT10" />, Arya diventa molto legata alla spada e la considera il suo oggetto più prezioso<ref name="AGOT65" />: stringerne l'elsa la fa sentire più forte, oltre a farle tornare in mente il fratellastro.<ref name="AGOT50" />

 

È scettica nei confronti delle superstizioni.<ref name="ACOK14">

 

Ha l'abitudine di mordersi il labbro inferiore.<ref name="AGOT44">[[AGOT44]]</ref>

 

Apprezza il gusto della birra.<ref name="AGOT05" />

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, non mi sembra una "scelta cinica" quella di ascoltare le informazioni in giro e tenerle a mente.

Anche perché da quello che vediamo non è che faccia chissà quali intrusioni nella privacy altrui, come intrufolarsi di nascosto in zone proibitissime dove le gente ha diritto di stare sola ecc. Ascolta semplicemente i discorsi che sente dalla gente del castello mentre svolge le mansioni. Discorsi probabilmente fatti davanti a lei, non dando troppa importanza al fatto che lei si senta visto che è solo una servetta. Semplicemente lei, invece di pensare nel frattempo ad altro, sta attenta a tutte queste informazioni :unsure:

 

Le "scelte ciniche" per me sono ben altre, e infatti io nella citazione mi riferivo ad esempio al suo pensiero di uccidere Gendry quando questi scopre la sua identità. Non la mette in pratica ed è solo un pensiero, ma appunto una cosa cinica che prende in considerazione.

 

Il collegamento con il sentire le informazioni sinceramente lo vedo abbastanza debole e discutibile.

 

Per il resto, ok.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

{{ Personaggio

| Nome = Arya

| Cognome = Stark

| POV = X

| Casata = [[Nobile Casa Stark]]

| Nascita = [[289]]

| Soprannomi = Arry<br />Arya faccia di cavallo<br />Arya dappertutto<br />Donnola<br />Nan<br />Nymeria

| Apparizioni = [[A Game of Thrones]] - [[A Clash of Kings]]

| Attore = [[Margaret Constance Williams]]

| Doppiatore = Sara Labidi

| Stagioni = [[Prima stagione]] - [[seconda stagione]]

| StemmaF = St_Stark

}}

 

[[Arya Stark]] è la terza figlia di [[Eddard Stark|Lord Eddard Stark]] di [[Grande Inverno]] e sua moglie [[Catelyn Tully]].<ref name="AGOTAB">[[AGOT - Appendici#Appendice B|AGOT - Appendice B]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Descrizione fisica ==

Arya è l'unica tra i figli di [[Eddard Stark|Eddard]] e [[Catelyn Tully|Catelyn]] ad aver ereditato dal padre i tratti tipici degli [[Nobile Casa Stark|Stark]], con il volto allungato, occhi scuri<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> e capelli color castano spento<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref>, che porta spesso spettinati<ref name="AGOT19">[[AGOT19]]</ref>.

 

È di corporatura magra<ref name="AGOT07" /> ed è mancina<ref name="AGOT22">[[AGOT22]]</ref>. Pur non venendo mai definita bella, secondo il padre assomiglia all'avvenente zia [[Lyanna Stark|Lyanna]].<ref name="AGOT22" />

 

È piuttosto atletica: sa nuotare ed è in grado di correre, saltare, arrampicarsi e divincolarsi con agilità.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Per questo è anche piuttosto abile nel muoversi di soppiatto<ref name="ACOK19" /> e spostarsi nell'oscurità<ref name="ACOK47">[[ACOK47]]</ref>

 

Pur essendo di estrazione nobile, non ama vestirsi in modo raffinato. In particolare, durante i suoi allenamenti e le sue esplorazioni indossa un abbigliamento semplice e maschile<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref>, che a volte spinge la gente a scambiarla per un ragazzino di strada<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref>.

 

Durante il viaggio da [[Approdo del Re]] verso il [[Nord]] ha i capelli tagliati rozzamente corti<ref name="ACOK01">[[ACOK01]]</ref>; il suo aspetto si fa via via più trasandato, con le scarpe ormai inutilizzabili, i vestiti strappati, calli sui piedi e gomiti scorticati<ref name="ACOK19">[[ACOK19]]</ref>.

 

Ad [[Harrenhal]], mentre serve sotto la supervisione di [[Weese]], Arya indossa una tunica di lana grezza e un paio di scarpe sformate.<ref name="ACOK26">[[ACOK26]]</ref> Quando passa al servizio di [[Roose Bolton]], le vengono dati vestiti con lo stemma della sua [[Nobile Casa Bolton|Nobile Casa]].<ref name="ACOK64">[[ACOK64]]</ref>

 

Possiede una spada chiamata [[Ago]], donatale da [[Jon Snow]] e adatta alla sua corporatura.<ref name="AGOT10" />

 

== Descrizione psicologica ==

Arya è sottoposta all'educazione tipica delle fanciulle nobili, ma si rivela per nulla portata per le arti femminili. Pur detestando ricamare e ritenendo ingiusto essere costretta a farlo, Arya trova umilianti i propri insuccessi e i rimproveri che le vengono rivolti a riguardo. È molto abile nell'equitazione, e grazie alla sua dimestichezza con i numeri è brava nello studio della contabilità domestica.<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref> Non bada troppo all'ordine<ref name="AGOT10" /> e alla bellezza esteriore, né tantomeno ha paura sporcarsi di fango o di procurarsi lividi.<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref> È dotata di una grande capacità di adattamento alle condizioni più dure, arrivando anche a nutrirsi di insetti per sopravvivere.<ref name="ACOK19" />

 

Arya è una ragazza curiosa e attiva. Ama andare a cavallo ed esplorare luoghi nuovi, anche inospitali e pericolosi, e scoprire piante e animali che non ha mai visto prima.<ref name="AGOT15" /> La sua indole ribelle la porta spesso a desiderare le cose che le vengono proibite.< ref name="ACOK50">[[ACOK50]]</ref> Tende a osservare con attenzione l'ambiente che la circonda e a raccogliere in questo modo informazioni utili.<ref name="AGOT65">[[AGOT65]]</ref> Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> È dotata di notevole coraggio<ref name="AGOT32" /> e orgoglio, e non ama mostrare pubblicamente le proprie paure e debolezze<ref name="ACOK01" /><ref name="ACOK14">[[ACOK14]]</ref>, pur essendo consapevole della sua giovane età ed effettiva vulnerabilità<ref name="ACOK09">[[ACOK09]]</ref>. Trova frustranti le situazioni in cui è costretta a fuggire e vorrebbe essere sempre in grado di affrontare i suoi nemici. Il motto insegnatole da [[Syrio Forel]], "la paura uccide più della spada", la aiuta ancora di più a non perdersi d'animo nelle situazioni difficili.<ref name="AGOT32" /> Il suo coraggio talvolta sfocia nell'incoscienza e la spinge a comportamenti avventati.<ref name="ACOK05">[[ACOK05]]</ref> Nonostante questo, in altre occasioni si dimostra dotata di astuzia e di capacità di ideare piani in grado di ingannare anche gli adulti.<ref name="ACOK47" />

 

Ha un carattere testardo, impulsivo e combattivo, che la porta a reagire con forza a situazioni che considera ingiuste o minacciose, manifestando la propria ostilità talvolta anche in modo violento.<ref name="AGOT15" /> Sviluppa presto un'antipatia per [[Joffrey Baratheon]]<ref name="AGOT07" />, che dopo la morte di [[Mycah]] si trasforma in vero e proprio odio<ref name="AGOT22" />. Ben presto Arya comincia a covare dentro di sé molto rancore per via dei rovesci di fortuna che si abbattono sulla sua famiglia<ref name="AGOT22" /> e impara a diffidare di coloro che non conosce bene<ref name="AGOT50" />, arrivando a evitare di stringere nuove amicizie per paura di perdere altre persone care<ref name="ACOK30" />. Le sue tendenze aggressive si fanno più marcate dopo la morte del padre, spingendola a sfogarsi con comportamenti violenti<ref name="ACOK01" />; inizia anche a prendere in considerazione scelte ciniche per aumentare le proprie possibilità di sopravvivenza.<ref name="ACOK19" />, come e impara a raccogliere informazioni origliando le conversazioni altrui<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>. Al tempo stesso si dimostra capace di slanci di grande generosità e talvolta è addirittura disposta a mettere a repentaglio la propria incolumità per aiutare le persone a cui vuole bene.<ref name="ACOK14" /> La spaventosa esperienza nel magazzino sulla riva dell'[[Occhio degli Dei]] segna un altro momento cruciale nella trasformazione di Arya, che si ritrova per la prima volta completamente impotente e incapace di ogni minimo gesto di ribellione. È in quell'occasione che la ragazza forma la sua lista dell'odio, che contiene i nomi delle specifiche persone contro cui vorrebbe vendicarsi.<ref name="ACOK26" /> Per questi motivi, Arya in seguito resta affascinata dalle abilità di assassino di [[Jaqen H'ghar]] in occasione degli omicidi che gli commissiona ad [[Harrenhal]], che le permettono di mettere in pratica alcune vendette e soprattutto riescono a farle riacquistare la fiducia nelle proprie potenzialità. Inizia quindi ad associare la capacità di uccidere alla capacità di reagire alle situazioni critiche.<ref name="ACOK30" />

 

La sua appartenenza a una casata nobiliare non la frena dal fare amicizia con la gente del più basso ceto sociale e spesso Arya addirittura preferisce la loro compagnia a quella di altri nobili.<ref name="AGOT15" /> Nel rapportarsi con gli altri, tende a essere spontanea e diretta, senza badare troppo alla cortesia.<ref name="AGOT32" /> Nutre un grande affetto per [[Jon Snow]], che considera vicino come un fratello benché in realtà sia un fratellastro.<ref name="AGOT07" /> Le piace scherzare con lui<ref name="AGOT10" /> e riesce sempre a farlo sorridere<ref name="AGOT19" />. Quando viene costretta a separarsene sente molto la sua mancanza, sentimenti che estende al resto della famiglia quando nel corso della [[Guerra dei Cinque Re]] si ritrova infine da sola.<ref name="ACOK01" /> Ha un forte legame con il padre [[Eddard Stark|Eddard]].<ref name="AGOT22" /> Il suo rapporto con la sorella [[Sansa Stark|Sansa]] invece è spesso burrascoso a causa della loro grande diversità di carattere e di interessi. Arya si sente sminuita dal confronto con la sorella maggiore, che la supera in bellezza e in tutte le attività tipicamente femminili, e che viene spesso lodata per questo, mentre [[Sansa Stark|Sansa]] disapprova il comportamento anticonformista di Arya.<ref name="AGOT07" /> Tra le due ragazze si verificano quindi frequenti litigi e dissapori.<ref name="AGOT22" /> Nonostante questo, dopo che le due sorelle vengono separate dalle vicissitudini della [[Guerra dei Cinque Re]], Arya si ritrova spesso a ripensare a [[Sansa Stark|Sansa]] con nostalgia. <ref name="ACOK05" /> Ammira la regina guerriera [[Nymeria (Regina)|Nymeria]], tanto da dare al suo [[Metalupi|metalupo]] lo stesso nome.<ref name="AGOT07" /> È molto affezionata alla sua [[Metalupi|metalupa]] [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]. Prima di essere costretta a cacciarla, ci passa insieme più tempo possibile<ref name="AGOT07" /> e anche in seguito continua a ripensare a lei<ref name="AGOT22" />. Durante il viaggio con [[Yoren]] verso il [[Nord]], stringe un rapporto di amicizia con [[Gendry]].<ref name="ACOK05" /> Tra i due si instaura una sempre maggiore confidenza, con l'alternarsi di piccoli litigi e momenti scherzosi.<ref name="ACOK19" /> Dopo i primi dissapori, Arya inizia a sviluppare un legame pure con [[Frittella] e lo aiuta diverse volte nei momenti di difficoltà.<ref name="ACOK14" />

 

È attratta dall'allenamento con la spada<ref name="AGOT07" /> e si dedica con entusiasmo alle lezioni di scherma di [[Syrio Forel]], riuscendo a impararne i rudimenti.<ref name="AGOT22" /> Le travagliate vicende che seguono lo scoppio della [[Guerra dei Cinque Re]] le offrono alcune occasioni per mettere a frutto tali insegnamenti.<ref name="ACOK01" /> Dal giorno in cui riceve [[Ago]] in regalo da [[Jon Snow|Jon]]<ref name="AGOT10" />, Arya diventa molto legata alla spada e la considera il suo oggetto più prezioso<ref name="AGOT65" />: stringerne l'elsa la fa sentire più forte, oltre a farle tornare in mente il fratellastro.<ref name="AGOT50" />

 

È scettica nei confronti delle superstizioni.<ref name="ACOK14">

 

Ha l'abitudine di mordersi il labbro inferiore.<ref name="AGOT44">[[AGOT44]]</ref>

 

Apprezza il gusto della birra.<ref name="AGOT05" />

 

== Resoconto biografico ==

 

=== L'infanzia a Grande Inverno ===

{{Citazione | Testo = Tutti storti. I punti del suo ricamo erano un disastro, di nuovo.}}

Nasce a [[Grande Inverno]] nel [[289]], senza mai conoscere un inverno nel corso della sua infanzia.<ref name="AGOTAB" />

 

In tenera età, un giorno viene presa dal timore di essere una bastarda a causa della propria diversità fisica dagli altri figli legittimi di [[Eddard Stark|Eddard]] e della sua maggiore somiglianza con [[Jon Snow|Jon]], ma è proprio quest'ultimo a rassicurarla a riguardo.<ref name="AGOT07" />

 

In un’altra occasione, mangia un insetto per indispettire sua sorella [[sansa Stark|Sansa]], facendola urlare. <ref name="ACOK19" /> Secondo me è un passaggio abbastanza irrilevante.

 

All'età di circa sei anni viene portata per la prima volta da suo fratello [[Robb Stark|Robb]] nelle [[Grande Inverno#Le cripte|cripte di Grande Inverno]], insieme a [[sansa Stark|Sansa]] e a [[brandon Stark (Bran)|Bran]]. Quando [[Jon Snow|Jon]] emerge da una tomba coperto di farina nel tentativo di imitare un fantasma, [[sansa Stark|Sansa]] e [[brandon Stark (Bran)|Bran]] si spaventano, mentre Arya gli tira un pugno e lo rimprovera per aver messo paura al fratellino. Quando però [[Robb Stark|Robb]] e [[Jon Snow|Jon]] scoppiano a ridere, Arya e [[Brandon Stark (Bran)|Bran]] fanno lo stesso.<ref name="AGOT50" /> In seguito tutti loro tornano di frequente a giocare nelle cripte.<ref name="AGOT66">[[AGOT66]]</ref> Valuterei l'ipotesi di togliere l'episodio dalla bio di tutti i ragazzini Stark.

 

Nel [[298]], all'età di nove anni, riceve in regalo uno dei [[Metalupi|metalupi]] trovati nella [[Foresta del Lupo]] e se ne innamora subito. Si mette a discutere con i suoi fratelli nelle cucine del castello sui nomi da dare ai cuccioli<ref name="AGOT02">[[AGOT02]]</ref> e sceglie di chiamare il proprio [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]<ref name="AGOT07" />.

 

Il giorno dell'arrivo di [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon]] a [[Grande Inverno]], i figli legittimi di [[Eddard Stark|Lord Eddard]] sfilano nella [[Grande Inverno#La Sala Grande|Sala Grande]] insieme a quelli del re, e ad Arya tocca [[Tommen Baratheon|Tommen]] come compagno. Durante il banchetto che segue, Arya siede ai piedi della piattaforma rialzata insieme ai suoi fratelli e ai principi. In quell'occasione le viene concesso di bere una coppa di vino.<ref name="AGOT05">[[AGOT05]]</ref>

 

Quando [[Eddard Stark|Eddard]] decide di accettare la proposta di [[Robert Baratheon|Robert]] di diventare suo [[Primo Cavaliere]], viene deciso che Arya dovrà trasferirsi ad [[Approdo del Re]] insieme a lui e a [[sansa Stark|Sansa]]<ref name="AGOT06">[[AGOT06]]</ref>, ma prima della partenza ha modo di trascorrere altre giornate a [[Grande Inverno]]. Una mattina, durante una lezione di ricamo sotto la supervisione di [[septa]] [[Mordane]] a cui partecipano anche altre fanciulle tra cui [[sansa Stark|Sansa]], [[Jeyne Poole]] e la [[Myrcella Baratheon|Principessa Myrcella]], Arya scopre che sua sorella è stata promessa in sposa al [[Joffrey Baratheon|Principe Joffrey]] e poi ha con lei una discussione in cui difende [[Jon Snow|Jon]], il quale pensa che [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] sembri una femmina e che viene accusato di gelosia da [[sansa Stark|Sansa]] perché è un bastardo. Quando [[septa]] [[Mordane]] le si avvicina criticando pubblicamente il suo ricamo, Arya si sente in imbarazzo e scappa dalla lezione. Assieme a [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]] si reca sul ponte coperto che si affaccia sul cortile degli addestramenti, dove trova [[Jon Snow|Jon]] intento a osservare [[Tommen Baratheon|Tommen]] duellare con [[Brandon Stark (Bran)|Bran]]. Contenta di vedere il suo amato fratello, Arya resta a parlare con lui, mentre insieme assistono al litigio che si scatena tra [[Robb Stark|Robb]] e [[Joffrey Baratheon|Joffrey]]. Quando il cortile inizia a svuotarsi [[Jon Snow|Jon]] si allontana e Arya fa ritorno alla sua stanza per affrontare i rimproveri di [[Septa]] [[Mordane]].<ref name="AGOT07" />

 

Quando Arya finisce di preparare i bagagli per la partenza per [[Approdo del Re]], [[Septa]] [[Mordane]] la rimprovera dicendo che i vestiti non sono stati piegati adeguatamente e le costringe a restare in camera a rifarli, senza concederle di uscire per gli addii. Arya teme che [[Jon Snow|Jon]] parta per la [[Barriera]] senza che lei riesca a salutarlo, ma poi lo vede entrare nella sua stanza e gli corre incontro abbracciandolo. Il fratellastro le consegna una spada, a cui a cui ha dato il nome di [[Ago]], come regalo d'addio e le raccomanda di allenarsi ogni giorno.<ref name="AGOT10" />

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Occhio che alcune maiuscole sono diventate minuscole, tipo i link di Sansa :unsure:

 

Comunque io gli episodi di Arya da piccola preferirei tenerli, non tanto perché abbiano chissà quale importanza in senso assoluto ma perché sono tra le poche cose che sappiamo dell'epoca precedente alla parte precedente alla trama di ASOIAF e mi sembra che quindi possano essere interessanti per un lettore.

Ok invece togliere la parte in cui Arya difende Jon alla lezione di ricamo e ok alle altre modifiche.

 

PS: nel caso dovessimo attendere altre opinioni, nel frattempo possiamo proseguire con la bio, che se no la finiamo tra un anno?:ehmmm:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

{{ Personaggio

| Nome = Arya

| Cognome = Stark

| POV = X

| Casata = [[Nobile Casa Stark]]

| Nascita = [[289]]

| Soprannomi = Arry<br />Arya faccia di cavallo<br />Arya dappertutto<br />Donnola<br />Nan<br />Nymeria

| Apparizioni = [[A Game of Thrones]] - [[A Clash of Kings]]

| Attore = [[Margaret Constance Williams]]

| Doppiatore = Sara Labidi

| Stagioni = [[Prima stagione]] - [[seconda stagione]]

| StemmaF = St_Stark

}}

 

[[Arya Stark]] è la terza figlia di [[Eddard Stark|Lord Eddard Stark]] di [[Grande Inverno]] e sua moglie [[Catelyn Tully]].<ref name="AGOTAB">[[AGOT - Appendici#Appendice B|AGOT - Appendice B]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Descrizione fisica ==

Arya è l'unica tra i figli di [[Eddard Stark|Eddard]] e [[Catelyn Tully|Catelyn]] ad aver ereditato dal padre i tratti tipici degli [[Nobile Casa Stark|Stark]], con il volto allungato, occhi scuri<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> e capelli color castano spento<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref>, che porta spesso spettinati<ref name="AGOT19">[[AGOT19]]</ref>.

 

È di corporatura magra<ref name="AGOT07" /> ed è mancina<ref name="AGOT22">[[AGOT22]]</ref>. Pur non venendo mai definita bella, secondo il padre assomiglia all'avvenente zia [[Lyanna Stark|Lyanna]].<ref name="AGOT22" />

 

È piuttosto atletica: sa nuotare ed è in grado di correre, saltare, arrampicarsi e divincolarsi con agilità.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Per questo è anche piuttosto abile nel muoversi di soppiatto<ref name="ACOK19" /> e spostarsi nell'oscurità<ref name="ACOK47">[[ACOK47]]</ref>

 

Pur essendo di estrazione nobile, non ama vestirsi in modo raffinato. In particolare, durante i suoi allenamenti e le sue esplorazioni indossa un abbigliamento semplice e maschile<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref>, che a volte spinge la gente a scambiarla per un ragazzino di strada<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref>.

 

Durante il viaggio da [[Approdo del Re]] verso il [[Nord]] ha i capelli tagliati rozzamente corti<ref name="ACOK01">[[ACOK01]]</ref>; il suo aspetto si fa via via più trasandato, con le scarpe ormai inutilizzabili, i vestiti strappati, calli sui piedi e gomiti scorticati<ref name="ACOK19">[[ACOK19]]</ref>.

 

Ad [[Harrenhal]], mentre serve sotto la supervisione di [[Weese]], Arya indossa una tunica di lana grezza e un paio di scarpe sformate.<ref name="ACOK26">[[ACOK26]]</ref> Quando passa al servizio di [[Roose Bolton]], le vengono dati vestiti con lo stemma della sua [[Nobile Casa Bolton|Nobile Casa]].<ref name="ACOK64">[[ACOK64]]</ref>

 

Possiede una spada chiamata [[Ago]], donatale da [[Jon Snow]] e adatta alla sua corporatura.<ref name="AGOT10" />

 

== Descrizione psicologica ==

Arya è sottoposta all'educazione tipica delle fanciulle nobili, ma si rivela per nulla portata per le arti femminili. Pur detestando ricamare e ritenendo ingiusto essere costretta a farlo, Arya trova umilianti i propri insuccessi e i rimproveri che le vengono rivolti a riguardo. È molto abile nell'equitazione, e grazie alla sua dimestichezza con i numeri è brava nello studio della contabilità domestica.<ref name="AGOT07">[[AGOT07]]</ref> Non bada troppo all'ordine<ref name="AGOT10" /> e alla bellezza esteriore, né tantomeno ha paura sporcarsi di fango o di procurarsi lividi.<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref> È dotata di una grande capacità di adattamento alle condizioni più dure, arrivando anche a nutrirsi di insetti per sopravvivere.<ref name="ACOK19" />

 

Arya è una ragazza curiosa e attiva. Ama andare a cavallo ed esplorare luoghi nuovi, anche inospitali e pericolosi, e scoprire piante e animali che non ha mai visto prima.<ref name="AGOT15" /> La sua indole ribelle la porta spesso a desiderare le cose che le vengono proibite.< ref name="ACOK50">[[ACOK50]]</ref> Tende a osservare con attenzione l'ambiente che la circonda e a raccogliere in questo modo informazioni utili.<ref name="AGOT65">[[AGOT65]]</ref> Ha una mente portata a intuizioni veloci e un approccio pratico alla vita.<ref name="AGOT10">[[AGOT10]]</ref> È dotata di notevole coraggio<ref name="AGOT32" /> e orgoglio, e non ama mostrare pubblicamente le proprie paure e debolezze<ref name="ACOK01" /><ref name="ACOK14">[[ACOK14]]</ref>, pur essendo consapevole della sua giovane età ed effettiva vulnerabilità<ref name="ACOK09">[[ACOK09]]</ref>. Trova frustranti le situazioni in cui è costretta a fuggire e vorrebbe essere sempre in grado di affrontare i suoi nemici. Il motto insegnatole da [[Syrio Forel]], "la paura uccide più della spada", la aiuta ancora di più a non perdersi d'animo nelle situazioni difficili.<ref name="AGOT32" /> Il suo coraggio talvolta sfocia nell'incoscienza e la spinge a comportamenti avventati.<ref name="ACOK05">[[ACOK05]]</ref> Nonostante questo, in altre occasioni si dimostra dotata di astuzia e di capacità di ideare piani in grado di ingannare anche gli adulti.<ref name="ACOK47" />

 

Ha un carattere testardo, impulsivo e combattivo, che la porta a reagire con forza a situazioni che considera ingiuste o minacciose, manifestando la propria ostilità talvolta anche in modo violento.<ref name="AGOT15" /> Sviluppa presto un'antipatia per [[Joffrey Baratheon]]<ref name="AGOT07" />, che dopo la morte di [[Mycah]] si trasforma in vero e proprio odio<ref name="AGOT22" />. Ben presto Arya comincia a covare dentro di sé molto rancore per via dei rovesci di fortuna che si abbattono sulla sua famiglia<ref name="AGOT22" /> e impara a diffidare di coloro che non conosce bene<ref name="AGOT50" />, arrivando a evitare di stringere nuove amicizie per paura di perdere altre persone care<ref name="ACOK30" />. Le sue tendenze aggressive si fanno più marcate dopo la morte del padre, spingendola a sfogarsi con comportamenti violenti<ref name="ACOK01" />; inizia anche a prendere in considerazione scelte ciniche per aumentare le proprie possibilità di sopravvivenza.<ref name="ACOK19" />, e impara a raccogliere informazioni origliando le conversazioni altrui<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>. Al tempo stesso si dimostra capace di slanci di grande generosità e talvolta è addirittura disposta a mettere a repentaglio la propria incolumità per aiutare le persone a cui vuole bene.<ref name="ACOK14" /> La spaventosa esperienza nel magazzino sulla riva dell'[[Occhio degli Dei]] segna un altro momento cruciale nella trasformazione di Arya, che si ritrova per la prima volta completamente impotente e incapace di ogni minimo gesto di ribellione. È in quell'occasione che la ragazza forma la sua lista dell'odio, che contiene i nomi delle specifiche persone contro cui vorrebbe vendicarsi.<ref name="ACOK26" /> Per questi motivi, Arya in seguito resta affascinata dalle abilità di assassino di [[Jaqen H'ghar]] in occasione degli omicidi che gli commissiona ad [[Harrenhal]], che le permettono di mettere in pratica alcune vendette e soprattutto riescono a farle riacquistare la fiducia nelle proprie potenzialità. Inizia quindi ad associare la capacità di uccidere alla capacità di reagire alle situazioni critiche.<ref name="ACOK30" />

 

La sua appartenenza a una casata nobiliare non la frena dal fare amicizia con la gente del più basso ceto sociale e spesso Arya addirittura preferisce la loro compagnia a quella di altri nobili.<ref name="AGOT15" /> Nel rapportarsi con gli altri, tende a essere spontanea e diretta, senza badare troppo alla cortesia.<ref name="AGOT32" /> Nutre un grande affetto per [[Jon Snow]], che considera vicino come un fratello benché in realtà sia un fratellastro.<ref name="AGOT07" /> Le piace scherzare con lui<ref name="AGOT10" /> e riesce sempre a farlo sorridere<ref name="AGOT19" />. Quando viene costretta a separarsene sente molto la sua mancanza, sentimenti che estende al resto della famiglia quando nel corso della [[Guerra dei Cinque Re]] si ritrova infine da sola.<ref name="ACOK01" /> Ha un forte legame con il padre [[Eddard Stark|Eddard]].<ref name="AGOT22" /> Il suo rapporto con la sorella [[Sansa Stark|Sansa]] invece è spesso burrascoso a causa della loro grande diversità di carattere e di interessi. Arya si sente sminuita dal confronto con la sorella maggiore, che la supera in bellezza e in tutte le attività tipicamente femminili, e che viene spesso lodata per questo, mentre [[Sansa Stark|Sansa]] disapprova il comportamento anticonformista di Arya.<ref name="AGOT07" /> Tra le due ragazze si verificano quindi frequenti litigi e dissapori.<ref name="AGOT22" /> Nonostante questo, dopo che le due sorelle vengono separate dalle vicissitudini della [[Guerra dei Cinque Re]], Arya si ritrova spesso a ripensare a [[Sansa Stark|Sansa]] con nostalgia. <ref name="ACOK05" /> Ammira la regina guerriera [[Nymeria (Regina)|Nymeria]], tanto da dare al suo [[Metalupi|metalupo]] lo stesso nome.<ref name="AGOT07" /> È molto affezionata alla sua [[Metalupi|metalupa]] [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]. Prima di essere costretta a cacciarla, ci passa insieme più tempo possibile<ref name="AGOT07" /> e anche in seguito continua a ripensare a lei<ref name="AGOT22" />. Durante il viaggio con [[Yoren]] verso il [[Nord]], stringe un rapporto di amicizia con [[Gendry]].<ref name="ACOK05" /> Tra i due si instaura una sempre maggiore confidenza, con l'alternarsi di piccoli litigi e momenti scherzosi.<ref name="ACOK19" /> Dopo i primi dissapori, Arya inizia a sviluppare un legame pure con [[Frittella] e lo aiuta diverse volte nei momenti di difficoltà.<ref name="ACOK14" />

 

È attratta dall'allenamento con la spada<ref name="AGOT07" /> e si dedica con entusiasmo alle lezioni di scherma di [[Syrio Forel]], riuscendo a impararne i rudimenti.<ref name="AGOT22" /> Le travagliate vicende che seguono lo scoppio della [[Guerra dei Cinque Re]] le offrono alcune occasioni per mettere a frutto tali insegnamenti.<ref name="ACOK01" /> Dal giorno in cui riceve [[Ago]] in regalo da [[Jon Snow|Jon]]<ref name="AGOT10" />, Arya diventa molto legata alla spada e la considera il suo oggetto più prezioso<ref name="AGOT65" />: stringerne l'elsa la fa sentire più forte, oltre a farle tornare in mente il fratellastro.<ref name="AGOT50" />

 

È scettica nei confronti delle superstizioni.<ref name="ACOK14">

 

Ha l'abitudine di mordersi il labbro inferiore.<ref name="AGOT44">[[AGOT44]]</ref>

 

Apprezza il gusto della birra.<ref name="AGOT05" />

 

== Resoconto biografico ==

 

=== L'infanzia a Grande Inverno ===

{{Citazione | Testo = Tutti storti. I punti del suo ricamo erano un disastro, di nuovo.}}

Nasce a [[Grande Inverno]] nel [[289]], senza mai conoscere un inverno nel corso della sua infanzia.<ref name="AGOTAB" />

 

In tenera età, un giorno viene presa dal timore di essere una bastarda a causa della propria diversità fisica dagli altri figli legittimi di [[Eddard Stark|Eddard]] e della sua maggiore somiglianza con [[Jon Snow|Jon]], ma è proprio quest'ultimo a rassicurarla a riguardo.<ref name="AGOT07" />

 

In un’altra occasione, mangia un insetto per indispettire sua sorella [[Sansa Stark|Sansa]], facendola urlare. <ref name="ACOK19" /> Secondo me è un passaggio abbastanza irrilevante, io questo sarei proprio per toglierlo; vero che info sull'infanzia ne abbiamo poche, ma mi sembra proprio una cosa marginale.

 

All'età di circa sei anni viene portata per la prima volta da suo fratello [[Robb Stark|Robb]] nelle [[Grande Inverno#Le cripte|cripte di Grande Inverno]], insieme a [[Sansa Stark|Sansa]] e a [[Brandon Stark (Bran)|Bran]]. Quando [[Jon Snow|Jon]] emerge da una tomba coperto di farina nel tentativo di imitare un fantasma, [[Sansa Stark|Sansa]] e [[Brandon Stark (Bran)|Bran]] si spaventano, mentre Arya gli tira un pugno e lo rimprovera per aver messo paura al fratellino. Quando però [[Robb Stark|Robb]] e [[Jon Snow|Jon]] scoppiano a ridere, Arya e [[Brandon Stark (Bran)|Bran]] fanno lo stesso.<ref name="AGOT50" /> In seguito tutti loro tornano di frequente a giocare nelle cripte.<ref name="AGOT66">[[AGOT66]]</ref> Personalmente valuterei l'ipotesi di togliere l'episodio dalla bio di tutti i ragazzini Stark.

 

Nel [[298]], all'età di nove anni, riceve in regalo uno dei [[Metalupi|metalupi]] trovati nella [[Foresta del Lupo]] e se ne innamora subito. Si mette a discutere con i suoi fratelli nelle cucine del castello sui nomi da dare ai cuccioli<ref name="AGOT02">[[AGOT02]]</ref> e sceglie di chiamare il proprio [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]<ref name="AGOT07" />.

 

Il giorno dell'arrivo di [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon]] a [[Grande Inverno]], i figli legittimi di [[Eddard Stark|Lord Eddard]] sfilano nella [[Grande Inverno#La Sala Grande|Sala Grande]] insieme a quelli del re, e ad Arya tocca [[Tommen Baratheon|Tommen]] come compagno. Durante il banchetto che segue, Arya siede ai piedi della piattaforma rialzata insieme ai suoi fratelli e ai principi. In quell'occasione le viene concesso di bere una coppa di vino.<ref name="AGOT05">[[AGOT05]]</ref>

 

Quando [[Eddard Stark|Eddard]] decide di accettare la proposta di [[Robert Baratheon|Robert]] di diventare suo [[Primo Cavaliere]], viene deciso che Arya dovrà trasferirsi ad [[Approdo del Re]] insieme a lui e a [[Sansa Stark|Sansa]]<ref name="AGOT06">[[AGOT06]]</ref>, ma prima della partenza ha modo di trascorrere altre giornate a [[Grande Inverno]]. Una mattina, durante una lezione di ricamo sotto la supervisione di [[septa]] [[Mordane]] a cui partecipano anche altre fanciulle tra cui [[Sansa Stark|Sansa]], [[Jeyne Poole]] e la [[Myrcella Baratheon|Principessa Myrcella]], Arya scopre che sua sorella è stata promessa in sposa al [[Joffrey Baratheon|Principe Joffrey]]. Quando [[septa]] [[Mordane]] le si avvicina criticando pubblicamente il suo ricamo, Arya si sente in imbarazzo e scappa dalla lezione. Assieme a [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]] si reca sul ponte coperto che si affaccia sul cortile degli addestramenti, dove trova [[Jon Snow|Jon]] intento a osservare [[Tommen Baratheon|Tommen]] duellare con [[Brandon Stark (Bran)|Bran]]. Contenta di vedere il suo amato fratello, Arya resta a parlare con lui, mentre insieme assistono al litigio che si scatena tra [[Robb Stark|Robb]] e [[Joffrey Baratheon|Joffrey]]. Quando il cortile inizia a svuotarsi [[Jon Snow|Jon]] si allontana e Arya fa ritorno alla sua stanza per affrontare i rimproveri di [[Septa]] [[Mordane]].<ref name="AGOT07" />

 

Quando Arya finisce di preparare i bagagli per la partenza per [[Approdo del Re]], [[Mordane]] la rimprovera dicendo che i vestiti non sono stati piegati adeguatamente e le costringe a restare in camera a rifarli, senza concederle di uscire per gli addii. Arya teme che [[Jon Snow|Jon]] parta per la [[Barriera]] senza che lei riesca a salutarlo, ma poi lo vede entrare nella sua stanza e gli corre incontro abbracciandolo. Il fratellastro le consegna una spada, a cui a cui ha dato il nome di [[Ago]], come regalo d'addio e le raccomanda di allenarsi ogni giorno.<ref name="AGOT10" />

 

=== Il viaggio verso sud: eEsplorazioni e tragedie ===

{{Citazione | Testo = Era così minuta tra le sue braccia, una ragazzina tutta pelle e ossa. Chi poteva credere che fosse stata in grado di creare tanti e così gravi problemi?}}

Durante il viaggio lungo la [[Strada del Re]], Arya si allontana spesso dalla carovana reale per dedicarsi alle sue esplorazioni insieme a [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]]. Fa amicizia anche con un garzone di macellaio di nome [[Mycah]], col quale inizia a passare le giornate. Mentre attraversano l'[[Incollatura]], Arya si avventura persino nelle paludi, dove vede per la prima volta le [[Lucertole-leone|lucertole-leone]] e diversi nuovi fiori, tra cui i [[baci velenosi|baci velenosi]], che ingenuamente raccoglie e dona a suo padre. In altre tappe del viaggio, lei e [[Mycah]] inseguono un branco di cavalli selvaggi e trovano una torre di guardia ritenuta stregata.<ref name="AGOT15" /> Anche qui mi chiederei se è veramente necessario il dettaglio delle esperienze che fa Arya.

 

Quando la carovana passa vicino al [[Tridente]], Arya decide di andare con [[Mycah]] a cercare i rubini caduti dall'armatura di [[Rhaegar Targaryen]] nel fiume durante la [[Ribellione di Robert Baratheon#La Battaglia del Tridente|Battaglia del Tridente]], rifiutando l'invito di [[Sansa Stark|Sansa]] a trascorrere il pomeriggio con lei e la regina. Ad un certo punto della giornata, Arya chiede a [[Mycah]] di duellare con dei bastoni di legno e durante il gioco il ragazzo la colpisce alle dita. Proprio in quel momento i due vengono visti da [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] e [[Sansa Stark|Sansa]], a passeggio nelle vicinanze. Il principe umilia il garzone verbalmente poi, incurante delle proteste di Arya, lo minaccia con la sua spada [[Dente di Leone]]. Arya allora lo colpisce alla nuca con il bastone di legno, dando a [[Mycah]] il tempo di scappare nel frattempo. Ne segue una lotta in cui [[Joffrey Baratheon|Joffrey]], armato di spada, riesce ad avere la meglio, ma all'improvviso il principe viene attaccato da [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]], che permette così anche alla propria padrona di allontanarsi.<ref name="AGOT15" />

 

Entrambe restano nascoste nel bosco per quattro giorni, fino a quando non vengono ritrovate da [[Jory Cassel]], capitano delle guardie di [[Eddard Stark|Eddard]].<ref name="AGOT16">[[AGOT16]]</ref> Con l'aiuto di quest'ultimo, Arya lancia delle pietre contro [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]] fino a cacciarla via, consapevole che se la [[Metalupi|metalupa]] tornerà alla carovana reale con lei verrà uccisa per aver morso il principe.<ref name="AGOT22" />

 

Arya viene quindi condotta a [[Darry (Castello)|Darry]], castello in cui si è fermato il re con il suo seguito. Lì viene tenuto un processo sull'accaduto, in cui la ragazza espone la propria versione, mentre [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] ne racconta una falsata in cui presenta Arya e [[Mycah]] come i primi e unici soli aggressori. Dopo il rifiuto di [[Sansa Stark|Sansa]] di fornire la propria testimonianza, [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon|Robert]] decide di liquidare la questione senza conseguenze per nessuno dei due ragazzi, ma accetta la richiesta di [[Cersei Lannister|Cersei]] di far giustiziare [[Lady]], la [[Metalupi|metalupa]] di [[sansa Stark|Sansa]], in quanto animale pericoloso.<ref name="AGOT16" /> Più tardi Arya scopre che [[Mycah]] è stato ritrovato e ucciso da [[sandor Clegane]], e reagisce chiudendosi per tutto il resto del viaggio in un cupo silenzio. [[Sansa Stark|Sansa]] invece continua a incolpare Arya per la morte della sua [[Metalupi|metalupa]], dicendo che sarebbe dovuta morire [[Nymeria (Metalupo)|Nymeria]] al posto suo.<ref name="AGOT20">[[AGOT20]]</ref>

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'episodio di Arya che mangia l'insetto lo toglierei anch'io, al contrario il legame con le cripte mi sembra invece particolare nei ragazzi Stark (forse meno in Sansa). Magari si potrebbe accorciare scrivendo solo che Arya a circa sei anni viene portata da Robb nelle cripte e in seguito i fratelli vanno spesso a giocarci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...