Jump to content
Sign in to follow this  
AryaSnow

Tornei

Recommended Posts

Inutile, io qui continuo a pensare che organizzare il paragrafo sulla giostra su formati standard con le informazioni che abbiamo sia sbaglato se non addirittura impossibile :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi rinunceresti del tutto al paragrafo o lo affronteresti in un modo differente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, se facciamo la voce sui tornei va bene anche metterci il paragrafo sulle giostre. Però non lo strutturerei indicando dei formati standard: farei semmai un paragrafo discorsivo, specificando che i regolamenti variano di volta in volta e vengono decisi dagli organizzatori, ed eventualmente elencando alcuni elementi tipici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uhm... non mi è chiarissimo... ti andrebbe di buttare giù una bozza?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, volentieri, ma non so se riesco nel brevissimo: se non vedi nulla, magari me lo ricordi a settembre :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla buon'ora, ho riguardato il testo scritto da Beric a suo tempo.

 

La mia impressione è che, se da un lato, come detto, non sarebbe corretto parlare di veri e propri formati standard, è vero anche che sui singoli possibili elementi del torneo non abbiamo per ora informazioni sufficienti per organizzare la voce in modo credibile secondo la suddivisione in paragrafi che avevo proposto io.

 

Quindi penso che la cosa migliore, allo stato attuale, sia limitarci ad un paragrafo per la gara di tiro con l'arco, uno per la grande mischia ed uno per la giostra, senza sottoparagrafi, che eventualmente introdurremo più avanti.

 

Per esempio, riprendendo quanto scritto a suo tempo:

 

I [[Tornei|tornei]] sono competizioni marziali organizzate da una casata nobiliare o regnante nell'ambito di festività o ricorrenze.

 

Un torneo è in grado di richiamare partecipanti e spettatori da ogni parte del [[Westeros|Continente Occidentale]], e la sua organizzazione ha un grande impatto sul prestigio del lord che lo ha organizzato. I tornei rappresentano inoltre una grande occasione per i cavalieri ed i loro scudieri di mettere in mostra la propria abilità e accrescere la propria fama. Nei periodi pacifici della storia di [[Westeros]] la prestazione in un torneo diventa una delle principali misure di forza delle varie casate nobiliari.

 

Vista l'importanza di questi eventi e la quantità di nobili che vi accorrono, nelle feste che accompagnano i tornei sono comuni manovre politiche e matrimoniali.

 

Cappello introduttivo da organizzare in termini di fonti.

 

 

__TOC__

 

== Formati ==

 

== Gara di tiro con l'arco ==

Nelle gare di tiro con l'arco i partecipanti si sfidano a colpire dei bersagli con le loro frecce.<ref name="AGOT30">[[AGOT30]]</ref>

 

La competizione è suddivisa in varie fasi, al termine delle quali solo i partecipanti migliori vengono ammessi al turno successivo. Ad ogni turno i bersagli vengono posti progressivamente più lontano per aumentare la difficoltà della gara ed esaltare le doti dei concorrenti più abili.<ref name="AGOT30" />

 

== Grande Mischia ==

La Grande Mischia è una brutale forma di competizione in cui un gruppo di combattenti si affronta in uno scontro che termina solo nel momento in cui resta in piedi un solo concorrente. Ogni partecipante gareggia singolarmente, ma lungo il corso della gara è comune il formarsi di alleanze temporanee volte all'eliminazione di un avversario particolarmente temuto.<ref name="AGOT30" />

 

== Giostra ==

La giostra è il formato più comune tra quelli utilizzati nei tornei, e prevede scontri in singolar tenzone nei quali i partecipanti si caricano l'un l'altro armati di lancia e scudo con lo scopo di disarcionarsi a vicenda. Oltre all'effettiva efficacia della propria azione, i partecipanti vengono valutati anche per l'eleganza dell'esecuzione.<ref name="AGOT29">[[AGOT29]]</ref>

 

Per il resto, l’effettiva formula del torneo viene decisa dall’organizzatore, ma possono essere comunque individuati alcuni elementi tipici che pure possono variare da torneo a torneo.

 

Uno degli elementi caratterizzanti di molti tornei, per esempio, è il fatto che l'ammissione alla giostra può essere limitata solo a coloro che hanno il titolo di cavaliere,<ref name=”THK” /> oppure essere aperta a tutti coloro che possono permettersi l'equipaggiamento necessario.<ref name=”AGOT29” />

 

In talune occasioni, inoltre, le giostre sono organizzate in onore di nobili dame<ref name="THK">''[[il cavaliere errante]]''</ref>, oppure viene concesso al vincitore della giostra di dedicare ad una donna la propria impresa, nominandola regina d'amore e di bellezza<ref name="AGOT58">[[AGOT58]]</ref>.

 

Nella maggior parte dei casi, la giostra avviene ad eliminazione diretta: chi viene sconfitto in una singola sfida viene eliminato. Si tratta delle giostre più comuni, nelle quali i partecipanti vengono suddivisi in coppie e gli scontri si svolgono uno alla volta per eliminazione diretta, riducendo sempre di più il numero dei partecipanti fino allo scontro finale.<ref name="AGOT29" />

 

Una importante variante su questo tema è quella che prevede la presenza di campioni e sfidanti. In questi casi, la situazione iniziale prevede una serie di campioni, idealmente posti a difesa della dama a cui il torneo è dedicato. Costoro possono essere sfidati dagli altri partecipanti, e se uno sfidante riesce a disarcionare uno dei campioni ne prende il posto. In questo caso è possibile che vi siano più scontri contemporaneamente, se più campioni vengono sfidati nello stesso momento.<ref name="THK" />

 

Al termine del torneo coloro che occupano in quel momento il posto di campioni decretano se la regina d'amore e di bellezza debba essere la stessa dama dell'inizio della competizione, oppure se volgere i propri favori verso un'altra donna.<ref name="THK" />

 

Penso sia meglio così perché i formati che conosciamo non sono ben differenziati, né ne sono del tutto chiari i margini, ed anzi l'impressione è che, appunto, ciascuna caratteristica sia inserita in un modo o nell'altro ad assoluta discrezione dell'organizzatore. Per dire, secondo me "eliminazione diretta" e "formula con campioni e sfidanti" non sono due formule diverse, ma solo parziali varianti della stessa cosa (a parte il fatto che nessuno torneo è descritto abbastanza bene da permetterci di discriminare in modo completo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

I [[Tornei|tornei]] sono competizioni marziali organizzate da una casata nobiliare o regnante nell'ambito di festività o ricorrenze.

 

Un torneo è in grado di richiamare partecipanti e spettatori da ogni parte del [[Westeros|Continente Occidentale]], e la sua organizzazione ha un grande impatto sul prestigio del lord che lo ha organizzato. I tornei rappresentano inoltre una grande occasione per i cavalieri ed i loro scudieri di mettere in mostra la propria abilità e accrescere la propria fama. Nei periodi pacifici della storia di [[Westeros]] la prestazione in un torneo diventa una delle principali misure di forza delle varie casate nobiliari. 

 

Vista l'importanza di questi eventi e la quantità di nobili che vi accorrono, nelle feste che accompagnano i tornei sono comuni manovre politiche e matrimoniali. 

 

Cappello introduttivo da organizzare in termini di fonti.

 

 

__TOC__ 

 

== Formati == 

 

=== Gara di tiro con l'arco ===

Nelle gare di tiro con l'arco i partecipanti si sfidano a colpire dei bersagli con le loro frecce.<ref name="AGOT30">[[AGOT30]]</ref>

 

La competizione è suddivisa in varie fasi, al termine delle quali solo i partecipanti migliori vengono ammessi al turno successivo. Ad ogni turno i bersagli vengono posti progressivamente più lontano per aumentare la difficoltà della gara ed esaltare le doti dei concorrenti più abili.<ref name="AGOT30" />

 

=== Grande Mischia ===
La Grande Mischia è una brutale forma di competizione in cui un gruppo di combattenti si affronta in uno scontro che termina solo nel momento in cui resta in piedi un solo concorrente. Ogni partecipante gareggia singolarmente, ma lungo il corso della gara è comune il formarsi di alleanze temporanee volte all'eliminazione di un avversario particolarmente temuto.<ref name="AGOT30" />

 

=== Giostra ===

La giostra è il formato più comune tra quelli utilizzati nei tornei Se diciamo che è il più comune non converrebbe metterlo per primo?, e prevede scontri in singolar tenzone nei quali i partecipanti si caricano l'un l'altro armati di lancia e scudo con lo scopo di disarcionarsi a vicenda. Oltre all'effettiva efficacia della propria azione, i partecipanti vengono valutati anche per l'eleganza dell'esecuzione.<ref name="AGOT29">[[AGOT29]]</ref>

 

Per il resto, lL’effettiva formula del torneo viene decisa dall’organizzatore, ma possono essere comunque individuati alcuni elementi tipici che pure possono variare da torneo a torneo. Possiamo individuare una fonte per questa frase?

 

Uno degli elementi caratterizzanti di molti tornei, per esempio, è il fatto che l' riguarda le regole di ammissione alla giostra, che può essere limitata solo a coloro che hanno il titolo di cavaliere,<ref name=”THK” /> oppure essere aperta a tutti coloro che possono permettersi l'equipaggiamento necessario.<ref name=”AGOT29” />

 

In talune occasioni, inoltre, le giostre sono organizzate in onore di nobili dame<ref name="THK">''[[il cavaliere errante]]''</ref>, oppure viene concesso al vincitore della giostra di dedicare ad una donna la propria impresa, nominandola regina d'amore e di bellezza<ref name="AGOT58">[[AGOT58]]</ref>.

 

Nella maggior parte dei casi, la giostra avviene ad eliminazione diretta: chi viene sconfitto in una singola sfida viene eliminato. Si tratta delle giostre più comuni, nelle quali i partecipanti vengono suddivisi in coppie e gli scontri si svolgono uno alla volta per eliminazione diretta, riducendo sempre di più il numero dei partecipanti fino allo scontro finale.<ref name="AGOT29" /> Una importante variante su questo tema è quella che prevede la presenza di campioni e sfidanti. In questi casi, la situazione iniziale prevede una serie di campioni, idealmente posti a difesa della dama a cui il torneo è dedicato. Costoro possono essere sfidati dagli altri partecipanti, e se uno sfidante riesce a disarcionare uno dei campioni ne prende il posto. In questo caso è possibile che vi siano più scontri contemporaneamente, se più campioni vengono sfidati nello stesso momento.<ref name="THK" /> Al termine del torneo coloro che occupano in quel momento il posto di campioni decretano se la regina d'amore e di bellezza debba essere la stessa dama dell'inizio della competizione, oppure se volgere i propri favori verso un'altra donna.<ref name="THK" />

 

Riguardo la lista dei tornei, al momento caricati nella wiki abbiamo, in ordine puramente cronologico:

Sappiamo poi che c'è stato un torneo nel 294, in cui Barristan fu campione, se non vado errato.

 

In ACOK poi abbiamo per certo il torneo di Approdo di Dontos (Torneo per il Compleanno del Re Joffrey) nel 299 e il torneo di Lannisport in cui Ser Jorah si laureò campione nel 289.

Me ne sto perdendo qualcuno?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me ok mettere la giostra per prima.

 

La fonte per la frase sugli elementi della giostra mi sembra difficile da trovare, perché nasce dal confronto tra i tornei che vediamo (in particolare Ashford e Primo Cavaliere).

 

La lista dei tornei a memoria mi sembra completa, salvo forse per la mischia di Bittebridge, se ci facciamo una voce: hai provato a vedere se nello schedone ne vengono elencati altri?

Share this post


Link to post
Share on other sites

OK, verificati gli schedoni e non sembra ci sia altro per ora. Chiaramente Bitterbridge sarà da mettere.

 

Riguardo le fonti nulla vieta di mettere sia THK sia AGOT29-30 per quella frase.

 

Invece per quelle del cappello introduttivo cosa potremmo mettere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dove eravamo rimasti qui? :D

Il mio problema è che non sapendo nulla di THK la mia conoscenza del materiale è un po' limitata.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, sostanzialmente bisognava cercare di attribuire delle fonti "ragionevoli" al cappello introduttivo della voce. Dico ragionevoli perché alla fine sono più che altro frasi introduttive di circostanza spesso evinte più dal contesto generale che da singoli passaggi dei libri, e non è facile individuare con precisione delle fonti specifiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...