Jump to content
hacktuhana

Scrivi tu che scrivo anche io

Recommended Posts

Ma quando sarebbe il tempo dei giusti?

Quando arriverebbe il momento per gli umili?

Dove sono i virtuosi e i meritevoli a cambiare il mondo?

E quale poi sarebbe questo nuovo mondo a cambiare?

 

Il nostro?

 

E' cambiato troppe volte

e mai.

 

Ed io non vorrò questi eroi e questi santi.

Ne li seguirei, ne li ucciderei.

Non vorrei altro che un nero perenne.

E neanche...

 

Dopotutto vorrei proprio niente.

E solo per me, almeno una volta.

Per sempre.

 

 

----------------------

 

Riprendiamo con allegria questo topic! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh beh...l'hai ripreso proprio con grande allegria , Hack (!)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi ci pensi

a quei giorni passati oscurati

da ricordi perduti e forse nemmeno vissuti

 

Che però fanno parte del tempo in cui sei,

o sei stato.

Qualcosa che non ti appartiene

eppure al momento a prenderti il posto non c'era nessuno.

 

E ti chiedi chi sei.

O che cosa sia poi diventato il tuo senso a osservare.

 

Da certezze che imprimi a marchiare il tuo cuore

ti ci aggrappi sia per saltare,

per poterti rialzare al cadere,

ed in fondo, sempre col sogno di potersi aprire a volare.

 

Ma...

forse son proprio i frammenti perduti

che ci legano a terra.

 

Firmatari di soliti accordi,

compromessi addolcenti ricatti sociali

convenzioni da strette di mani sudate.

 

Il problema non è "non avere le ali"

ma mancare perenne in qualcosa,

e non chiamo coraggio, nemmeno ambizione

no,

 

son le piccole cose perdute.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di piccole cose perdute... mi hai fatto venire nostalgia per i "tempi del Contest". La voglia di tornare a scrivere c'è, il tempo un po' meno, l'ispirazione per niente... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh...

 

Aeron, anche io ho nostalgia dei vostri scritti.

 

Capisco il discorso dell'ispirazione.

 

Il contest serviva anche a questo, a dare una sorta di scadenza/dovere entro cui poter scrivere.

Potrebbe sempre tornare... uff!

 

Nel frattempo perché no, proviamo a prendere l'idea della traccia di Hugorhill, sulle realtà alternative del tempo mi pare.

 

Boh... chissà se qualcosa ci esce :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bella, Hack......

Anche io sto passando un periodo di "scarsa ispirazione"....

Il contest aveva il grande pregio, tra le altre cose, di "indirizzarti"....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siamo un po' orfanelli in effetti :)

 

Non si può dire che non ci abbiamo provato a tenerlo su.

 

Spero torni... qui non è la stessa cosa, anche se volendo si potrebbe postare anche scritti passati, e perché no, commentarli rivedendoli ad oggi :) per come si è cambiati.

 

Ecco, un possibile tema "il cambiamento".

 

Non ricordo sia stato affrontato :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

:D

:D Finalmente! :D

:D

:saiyan: Ci voleva che qualcuno pensasse a un thread libero

dalla spada di Damocle di Letter Count. :saiyan:

:angry: E poi non ci sono più quelle odiose stelline. :angry:

 

:idea: Ed ora possiamo sbizzarrirci come vogliamo? :scrib:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'acqua

generosa

di anni

c'è un fiore

che tempo

non conosce

e sospende

i suoi occhi

bianchi

sul silenzio

tremulo

che ci accompagna.

Ed è un maggio

sfiorito

che passa

la sua fioca

mano

sul volto

del sole,

ed è una

sinuosa

estate

che adesso

nuda

danza

sulle parole

delle ninfe,

ed è

un unico,

singolo,

attimo

soltanto

che ancor

ci conduce

nei sogni

di glicine

e grano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nell'acqua
generosa
di anni
c'è un fiore
che tempo
non conosce
e sospende
i suoi occhi
bianchi
sul silenzio
tremulo
che ci accompagna.
Ed è un maggio
sfiorito
che passa
la sua fioca
mano
sul volto
del sole,
ed è una
sinuosa
estate
che adesso
nuda
danza
sulle parole
delle ninfe,
ed è
un unico,
singolo,
attimo
soltanto
che ancor
ci conduce
nei sogni
di glicine
e grano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si prese la speranza

la si volle mescolare

con la voglia di volare

cedendo il passo

ad un solo amare.

Per sempre.......

poetare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'acqua

generosa

di anni

c'è un fiore

che tempo

non conosce

e sospende

i suoi occhi

bianchi

sul silenzio

tremulo

che ci accompagna.

Ed è un maggio

sfiorito

che passa

la sua fioca

mano

sul volto

del sole,

ed è una

sinuosa

estate

che adesso

nuda

danza

sulle parole

delle ninfe,

ed è

un unico,

singolo,

attimo

soltanto

che ancor

ci conduce

nei sogni

di glicine

e grano.

 

Apperò. *inchino*

 

Cavoloooo, mi state facendo tutti venire voglia di scrivereee!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×