Jump to content
Sign in to follow this  
Guest Flochamonium

Game of Thrones - Sesta stagione

Recommended Posts

Secondo me poi nella sesta stagione non ci sarà, è quasi una certezza... Se sarà ancora vivo/resuscitato apparirà solo nella settima, secondo me...

 

 

Però in questo modo, provando a immaginarsi come sarà la prossima stagione, come sarebbero le scene alla Barriera?

Mostreranno giusto un paio di scene con Davos e Melisandre che litigano? E i Bruti, cosa ne faranno? Fanno vedere Tormund che scopre il cadavere e dà l'ordine di ammazzare tutti i Guardiani della Notte rimasti?

 

Bho, narrativamente non lo vedo molto sensato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La prossima stagione si risolleverà grazie al ritorno di Hodor, il personaggio più carismatico, coerente e a tutto tondo rimasto nel cast della serie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Secondo me poi nella sesta stagione non ci sarà, è quasi una certezza... Se sarà ancora vivo/resuscitato apparirà solo nella settima, secondo me...

 

Però in questo modo, provando a immaginarsi come sarà la prossima stagione, come sarebbero le scene alla Barriera?

Mostreranno giusto un paio di scene con Davos e Melisandre che litigano? E i Bruti, cosa ne faranno? Fanno vedere Tormund che scopre il cadavere e dà l'ordine di ammazzare tutti i Guardiani della Notte rimasti?

 

Bho, narrativamente non lo vedo molto sensato.

Come ho già detto, gli sceneggiatori ne hanno già fatte si cotte e di crude, quindi perché no? O magari alla Barriera ci arriva Bran...

 

Ovvio che la prospettiva che hai scritto non avrebbe senso, ma ce ne sono parecchie di cose che non hanno avuto un briciolo di senso, e solo in questa stagione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il punto è che io la penso come Feanor, pur adorando Asoiaf a livello narrativo non penso che Martin sia chissà che grande rivoluzionario (e personalmente non mi dispiace affatto che non lo sia)! E di certo non reputo innovazione o originalità uccidere personaggi a go go senza senso! Ned, ripeto, è morto alla fine del primo libro, quindi, se anche Martin si è divertito a farlo passare per "protagonista" lo ha fatto per un libro, non di più, non ha scritto di lui per 5 libri, mostrandoci il suo percorso di crescita, la sua evoluzione, costruendo intorno a lui un mistero che dura da 5 libri. Perciò la situazione è imparagonabile. Robb e Renly erano chiaramente personaggi minori rispetto a gente come Jon, Dany, Tyrion, ... Jon deve compiere chissà quale destino o comunque deve fare altro prima di crepare perché Martin ha costruito e sviluppato in questo modo il suo personaggio, a differenza di quanto fatto con altri, non perché lo dico io! :salta:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche secondo me si tende a vedere Martin un po' troppo per l'innovativo a qualunque costo. Per quanto voglia rappresentare in maniera molto realistica la vita vera, cioè che chiunque, anche quelli che dovrebbero essere i protagonisti buoni, possono morire per una cavolata qualsiasi, ci si scorda che si sta parlando comunque di una saga letteraria, dove delle regole ci sono. Un minimo di personaggi importanti, il nucleo, quelli a cui la gente si affeziona durante la lettura, devono rimanere almeno fino al finale. Soprattutto se hanno archi narrativi ancora aperti. Uno scrittore che uccide gente a caso solo per portare avanti la storia in maniera diversa dagli altri e far vedere quanto è "rivoluzionario" non è un buon scrittore, perché se mi uccidi Jon così e magari poi Tyrion casca dalle scale e si rompe il collo, Stannis muore così senza senso, bravo ci hai sorpreso e ora che fai?

Che poi, se devo dirla tutta, mi ha anche molto infastidito far finire l'ultimo libro in quel modo su Jon. A prescindere dagli anni che ci sta mettendo per scrivere il seguito, un libro (anche all'interno della saga) non si finisce così, non stiamo parlando di una serie TV o una serie di film.

In ogni caso non condivido questa cosa che non deve essere tutto scontato o che deve esserci il colpo di scena per forza perché così si è un genio, senza una base logica sotto tutto ciò lascia il tempo che trova.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Corvina Intendevo che secondo me non avrebbe senso tergiversare per un'intera stagione e poi farlo ritornare nella settima.

 

Sono d'accordo che di cose arraffazzonate ne hanno già fatte varie, ma qui si tratta di darsi proprio la zappa sui piedi da soli :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Martin ci ha abituato ormai che non necessariamente un persomaggio di cui si è scritto e discusso tanto ed in cui si riponevano speranze debba necessariamente compiere il suo destino.Vedi Robb Stark... Vedi Renly... Poi ovviamente Ned, se fosse tornato a Grande Inverno avrebbe appoggiato la causa di Stannis, Robb invece pretendeva l'indipendenza, Renly con 3/4 dei lord delle terre della tempesta e i tyrell al suo fianco...

Ora avevamo immaginato Jon Snow brandire Lungo Artiglio e spazzare via gli estranei con l'aiuto di Daenerys... Ma Martin forse ha pensato "dite la verità ci avete creduto eh?"... Forse lo zio ha altri piani in mente, intanto ora pare chiaro che senza Jon, tra i bruti e i guardiani salterà ogni schema...

 

Credo che si tenda a vedere in Martin un autore più rivoluzionario di quanto sia, manco fosse un avanguardista o uno sperimentatore, quando alla fine racconta una storia molto "tradizionale", a livello narrativo proprio. Quindi non è che ammazza tutti i personaggi per essere innovativo o inganna i lettori facendo loro credere che ogni personaggio è in pericolo, rispetta più di tanta altra gente le consuetudini e le regole della buona narrativa e una di questa prevede che non si può ammazzare un personaggio fintanto che ha qualcosa da dire: Robb, Renly e Nedd non avevano più nulla da dire, Jon sì. Inoltre la morte di Ned, di Robb, di Renly ha delle conseguenze IMPORTANTI e TANGIBILI per la storia, la morte di Jon non vale, come si suol dire, la candela. Ripeto, se deve morire morirà quando avrà compiuto il suo destino, ammazzarlo ora sarebbe come uccidere, che so, Aragorn alla fine de La compagnia dell'anello.

 

Nella serie tv il discorso forse è come dice hugorhill, c'è molta meno logica e coerenza e si sacrificano personaggi a caso per scioccare, ma alla fine anche lì Jon è uno dei pilastri e la sua morte sarebbe poco utile allo show. Inoltre, se gli autori conoscono il finale e sanno il peso che avrà Jon nella lotta contro gli Estranei, dubito vorranno cambiare così radicalmente la storia.

Eheh e se Jon Snow non fosse l'Aragorn che credevamo? Tu magari mi risponderai "non ha senso farlo morire ora", e sono d'accordo ma potrei dire la stessa cosa per tanti altri personaggi, in fondo la morte di Jon apre nuovi scenari al Castello Nero tra bruti e guardiani e credo che l'inventiva di Martin stia proprio in questo : immaginare la morte di un personaggio e le conseguenze a livello di storia nella saga...

Poi Martin é bravo a promuovere personaggi di secondo, terzo piano a personaggi principali, quindi per uno che va ce n'é uno che viene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Corvina Intendevo che secondo me non avrebbe senso tergiversare per un'intera stagione e poi farlo ritornare nella settima.

 

Sono d'accordo che di cose arraffazzonate ne hanno già fatte varie, ma qui si tratta di darsi proprio la zappa sui piedi da soli :wacko:

So solo che con una prossima stagione completamente senza Jon Snow e Stannis io sclero :wacko:

Comincerò a invocare un'apocalisse di Estranei/zombie...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ned è morto per dare inizio ad una guerra. Renly e Robb sono morti in qualche modo per concluderla. Jon Snow muore per portare scompiglio tra bruti e GdN? Mi pare pochino come cosa per sacrificare uno dei personaggi a cui Martin ha dedicato più spazio all'interno della sua opera. E comunque resta sempre la storia del mistero delle sue origini, che ci portiamo dietro dal primo libro e che verrà svelato prima o poi, e farlo quando Jon è ormai morto sarebbe assurdo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il punto è che io la penso come Feanor, pur adorando Asoiaf a livello narrativo non penso che Martin sia chissà che grande rivoluzionario (e personalmente non mi dispiace affatto che non lo sia)! E di certo non reputo innovazione o originalità uccidere personaggi a go go senza senso! Ned, ripeto, è morto alla fine del primo libro, quindi, se anche Martin si è divertito a farlo passare per "protagonista" lo ha fatto per un libro, non di più, non ha scritto di lui per 5 libri, mostrandoci il suo percorso di crescita, la sua evoluzione, costruendo intorno a lui un mistero che dura da 5 libri. Perciò la situazione è imparagonabile. Robb e Renly erano chiaramente personaggi minori rispetto a gente come Jon, Dany, Tyrion, ... Jon deve compiere chissà quale destino o comunque deve fare altro prima di crepare perché Martin ha costruito e sviluppato in questo modo il suo personaggio, a differenza di quanto fatto con altri, non perché lo dico io! :salta:

Il tuo discorso non fa una piega ma é ciò che TU ti aspetti, ciò che TU vuoi accada... Io ci sono rimasto di m***a quando: é morto robert baratheon perché IO volevo che sapesse la verità sui suoi figli, é morto Vyseris perché IO pensavo avesse portato i dothraki a westeros per riprendersi il trono, é morto khal Drogo perché IO volevo che conquistasse il trono di spade insieme a Daenerys, é morto Ned perché IO volevo che vendicasse Robert, Jon Arryn e Bran per la caduta dalla torre eccetera eccetera...

Se ci siamo rimasti male per la morte di Jon e per altre decine di personaggi é perché nella nostra mente nutrivamo aspettative e speranze... Ma lo scrittore é Martin e lui compie il suo destino vedendoci impazzire immaginando la trama dei suoi prossimi libri 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eheh e se Jon Snow non fosse l'Aragorn che credevamo? Tu magari mi risponderai "non ha senso farlo morire ora", e sono d'accordo ma potrei dire la stessa cosa per tanti altri personaggi, in fondo la morte di Jon apre nuovi scenari al Castello Nero tra bruti e guardiani e credo che l'inventiva di Martin stia proprio in questo : immaginare la morte di un personaggio e le conseguenze a livello di storia nella saga...

Poi Martin é bravo a promuovere personaggi di secondo, terzo piano a personaggi principali, quindi per uno che va ce n'é uno che viene.

 

 

Tu continui a commettere l'errore di equiparare, a livello narrativo, Jon Snow a Robb, a Renly o persino a Ned.

E ripeto: continui a vedere in Martin (come tanti altri, non sei il solo) uno scrittore più innovativo e fuori dagli schermi di quanto lo sia davvero.

 

Comunque a parlare di libri stiamo finendo OT :ehmmm:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ned è morto per dare inizio ad una guerra. Renly e Robb sono morti in qualche modo per concluderla. Jon Snow muore per portare scompiglio tra bruti e GdN? Mi pare pochino come cosa per sacrificare uno dei personaggi a cui Martin ha dedicato più spazio all'interno della sua opera. E comunque resta sempre la storia del mistero delle sue origini, che ci portiamo dietro dal primo libro e che verrà svelato prima o poi, e farlo quando Jon è ormai morto sarebbe assurdo.

Ma la guerra avrebbero potuto portarla benissimo Stannis e Ned, non c'era necessità che Ned morisse (se ci riferiamo allo scatenare una guerra) ma Martin ha deciso di farlo morire perché aveva già sviluppato una trama sulla sua morte. Magari se non ci avesse pensato avrebbe potuto pensare ad una guerra Stark-Baratheon-Lannister e sviluppare in modo diverso la storia...

Non so se mi spiego, alla fine secondo me per Martin, l'importante, quello che ci chiediamo tutti, é dove voglia andare a parare, come finisce questa saga che ci ha fatto conoscere deCine e decine di personaggi facendoci passare in secondo piano il focus principale che sono gli estranei. Siamo più interessati a chi siederà sul trono che al pericolo degli estranei ormai imminente esattamente come i personaggi della serie.

E che gli estranei fossero il principale motivo del romanzo ce lo ha sbattuto in faccia fin da subito...

Perché allora narrarci la storia di miriadi di personaggi che si ammazzano fra di loro per poi reinserire prepotentemente gli estranei nella storia? A noi interessa più la storia degli uomini, delle vendette, del trono... Degli estranei chi se ne frega? Diciamoci la verità... ed è proprio questo il senso del romanzo di Martin, almeno secondo il mio punto di vista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la possibilità che torni solo nella settima... Non è da escludere ma non la vedo molto plausibile. Certo, potrebbero fare una pausa come per Bran, ma l'inverno è praticamente quasi arrivato e non ha senso che non ci facciano vedere la barriera. E poi non mostrare Jon implicherebbe non mostrare Melisandre e non mostrare Davos, cose improbabili

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la possibilità che torni solo nella settima... Non è da escludere ma non la vedo molto plausibile. Certo, potrebbero fare una pausa come per Bran, ma l'inverno è praticamente quasi arrivato e non ha senso che non ci facciano vedere la barriera. E poi non mostrare Jon implicherebbe non mostrare Melisandre e non mostrare Davos, cose improbabili

 

Anche io vedo poco probabile che non ci mostrino la Barriera per tutta la sesta stagione, anche perché alla "morte" di Jon qualcosa deve pur succedere, e non penso lo faranno accadere off-screen.

 

Il caso di Bran è diverso perché il suo personaggio è andato ad allenare i suoi poteri magici e un'intera stagione di scene d'allenamento sarebbe stata noiosa, nel suo caso, quindi hanno potuto tagliarlo; ma per la Barriera è diverso, è come se tagliassero per un'intera stagione Meereen o il Nord.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì in effetti è parecchio OT questo discorso, comunque concludo dicendo che forse mi sono spiegata male Ser Jorah, perché il discorso che faccio io non riguarda le mie aspettative, quello che io volevo o vorrei accadesse, il mio è un discorso meramente narrativo, ed è basandomi sulle regole della narrativa (che Martin, checché se ne dica, non tende a stravolgere, tutt'altro) che reputo assai poco plausibile, per non dire impossibile, la morte definitiva di Jon alla fine del 5 libro, per tutta una serie di ragioni che sono già state esposte. E concordo nuovamente con Feanor quando dice che non è possibile porre sullo stesso piano tutti i personaggi dopo aver letto cinque, non uno ma cinque, libri delle Cronache, perché chiaramente non tutti i personaggi hanno lo stesso peso all'interno della saga di Martin, quindi continuare a paragonare personaggi che chiaramente, arrivati a questo punto, si sono rivelati avere peso diverso (come Robb Stark, piuttosto che Renly o Robert Baratheon, ad esempio, e Jon Snow) per me non ha molto senso. Chiudo dicendo che se nel prossimo libro vedrò Daenerys morire precipitando da Drogon o Tyrion perire ucciso che so da Penny, allora potrò credere che forse anche Jon Snow è definitivamente morto alla fine del 5 libro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...