Jump to content
Sign in to follow this  
TWoD

Noi c'avemo er core grosso

Recommended Posts

Credo che parte del problema sia anche nel valore tecnico di Totti in rapporto alla squadra.

Per la Juve fu più "facile" dire addio a Del Piero perché Alessandro, pur restando il calciatore più importante della storia della juve, raramente è stato anche il calciatore più forte o decisivo che avevamo in rosa, mentre Totti è ancora (o lo era fino a poco tempo fa) il giocatore più forte e decisivo che la Roma ha a disposizione. Probabilmente il motivo di questa difficoltà nel "distacco" (che concordo comunque nel definire patologica, eccessiva e da provinciali) è così forte perché i tifosi percepiscono anche il vuoto tecnico oltre che quello affettivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

È vero il rigore non c'era, ma devi mettere in evidenza il fatto che l'arbitro non ha dato alla Roma altri 2 rigori nettissimi, altrimenti passa il messaggio che la Roma abbia vinto solo grazie all'errore dell'arbitro.

 

D'accordo con te sull'involuzione del gioco della Roma.

 

Inviato dal mio D5803 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla vicenda Totti, Joramun ha centrato il problema... La fama, l'importanza e la riconoscibilità del "marchio" Totti è infinitamente più grande di quella del "marchio" Roma e questo agli americani non va giù!!! E sono talmente ottusi da non capire che se la Roma negli ultimi 20 anni è stata più o meno ai vertici del calcio italiano è stato grazie a lui.

 

Se la Roma è andata in Champions negli ultimi 2 anni e se arriverà terza quest'anno è stato grazie a lui (5 punti fondamentali portati a casa nelle ultime 3 partite proprio in corrispondenza di un calo evidente nelle prestazioni della squadra).

 

Tra l'altro hanno gestito malissimo questo ultimo anno di contratto: avrebbero fatto un sacco di soldi creando eventi ad hoc come la partita di addio!!!

 

Senza contare le affermazioni pubbliche in cui hanno sempre detto che la scelta spettava Totti se voler continuare oppure no, salvo poi far circolare con la stampa le voci per cui la società non vuole rinnovargli il contratto!!!

 

Per rispondere a Sharingan, la Roma non è ostaggio di Totti, ma è Totti che è la Roma!!! La Roma senza di lui non vale niente!!!

 

Totti è il giocatore che ci ha fatto alzare dalla sedia più di 300 volte (senza contare tutti gli assist vincenti che ha servito ai suoi compagni di squadra), è quello che, per amore, ha sposato la causa Roma rifiutando le offerte di grandi squadre (Inter, Milan, Real) dove avrebbe vinto molto di più e guadagnato molto di più, è quello che nelle annate peggiori si è caricato la squadra sulle spalle portandola anche a risultati inaspettati.

 

Adesso lui non sta chiedendo né un contratto milionario, né di giocare sempre titolare: chiede solo di poter giocare un altro anno (e adesso ha dimostrato di poterlo fare). Vi sembra una richiesta assurda?

 

Nell'intervista alla RAI, ha chiesto rispetto e chiarezza perché voleva che la società uscisse allo scoperto e dicesse quali sono le loro intenzioni.

 

E tutto questo vuol dire essere ostaggi di Totti?

 

Inviato dal mio D5803 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per rispondere a Sharingan, la Roma non è ostaggio di Totti, ma è Totti che è la Roma!!! La Roma senza di lui non vale niente!!!

 

Beh però questo, se mi permetti, evidenzia più la pochezza della Roma come squadra che non la grandezza di Totti come calciatore. Una squadra che (come il Napoli) aspira a diventare la quarta grande del nostro campionato, non può dipendere cosi fortemente dalle lune di un giocatore che va per i quaranta.

 

Adesso lui non sta chiedendo né un contratto milionario, né di giocare sempre titolare: chiede solo di poter giocare un altro anno (e adesso ha dimostrato di poterlo fare). Vi sembra una richiesta assurda?

 

Nell'intervista alla RAI, ha chiesto rispetto e chiarezza perché voleva che la società uscisse allo scoperto e dicesse quali sono le loro intenzioni.

 

E tutto questo vuol dire essere ostaggi di Totti?

 

Si ma non si può negare che Totti si sia comportato a volte più come un capo ultrà che come un professionista e un capitano attento a certi equilibri: è un "marchio" molto forte, come dicevi tu, e di questa forza lui a mio avviso non solo ne è consapevole, ma l' ha spesso utilizzata per portare i tifosi dalla sua parte, quando magari il suo ruolo o la sua posizione erano in discussione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguardo al giocare da un'altra parte: non sarà che fuori da Roma, Totti non si sentiva così sicuro di ottenere gli stessi risultati? La si chiama generosità ma io l'ho sempre visto come egoismo: da un lato una squadra e una città ai suoi piedi, pronta a perdonargli ogni cosa e a viziarlo a più non posso, dall'altro i top-club europei dove avrebbe comunque dovuto giocarsi il posto da titolare e sarebbe comunque stato uno dei tanti. Io questa certezza che Totti al Real Madrid/Milan/Manchester, etc.... avrebbe vinto valanghe di palloni d'oro mica ce l'ho.

 

Riguardo alla questione del marchio, gli americani vogliono portare quel minimo di gestione imprenditoriale che permetta alla squadra di elevarsi dallo stato di mediocrità nella quale è sempre stata. Può piacere o può non piacere ma al giorno d'oggi è poco importante che mezza Roma sbavi per Totti, quello che dovrebbe preoccupare di più è che le magliette della squadra vengano vendute in Cina, negli USA, in Arabia, etc.... tutti i grandi club europei hanno fatto questo e la strada per far crescere il calcio italiano è questa. Per questo Juventus e Real hanno potuto fare a meno di Del Piero e Raul senza che avvenissero drammi troppo particolari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Totti avrebbe vinto molti più titoli al Real, come al Milan e all'Inter, perché per vincere con la Roma è difficilissimo.

 

Sarebbe stato vero altrettanto che i meriti delle vittorie fuori da Roma, non sarebbero stati quasi completamente suoi.

 

Non so se ha avuto paura a lasciare Roma, sinceramente non credo, ma è certo che a Roma stava bene.

 

L'unica cosa che rimprovererei a Spalletti, sono le ultime dichiarazioni:"la Roma non è Totti"(che va anche bene concettualmente), salvo poi dire dopo la gara col Toro:"con Totti è un'altra Roma"(ma sarà un po' paracu..?).

 

Di certo non ha gestito al meglio le dichiarazioni e forse nemmeno le ultime uscite della squadra, però da quando è tornato al timone della Roma, ha ripreso una squadra ormai in caduta libera e l'ha riportata in champions, persino col fiato sul collo alla seconda...

 

Per quanto riguarda il fatto che dopo Totti ci sia il vuoto, beh direi che a parte la Juve, nessuna altra squadra della recente serie A abbia un campione erede di Francesco Totti.

 

Però resto dell'idea che l'organico della Roma è secondo solo alla Juve e comunque pari al Napoli, le altre sono dietro, e visti i risultati credo ci resteranno anche il prossimo anno (salvo miracoli).

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Joramun

 

Infatti la colpa massima della società (sia quella attuale, sia quelle dei Sensi padre e figlia) è stata l'incapacità di costruire attorno a Totti una squadra all'altezza di un campione come lui, una squadra che potesse essere forte anche senza di lui.

Sul Totti professionista dipende da cosa intendi: se pensi al fatto che alla sua età sia ancora sufficientemente in forma fa fare la differenza in serie A, questo denota professionalità. Altre volte si è messo in mostra per episodi condannabili tipo lo sputo a Poulsen o il calcio a Balotelli... di certo non è stato un esempio da seguire...

Sinceramente non capisco a cosa ti riferisci quando dici che Totti ha approfittato del suo nome e del suo ruolo per portare i tifosi dalla sua parte.

I tifosi romanisti sono sempre dalla parte di Totti, lo amano, ma sono sempre pronti a criticarlo. Per i tifosi è come un figlio. Lo amano quando segna e/o fa vincere la squadra. Ti fa disperare quando non ci riesce.
Però Totti è prima di tutto un tifoso, è uno di loro (anzi uno di noi perché mi ci metto anch'io).

@Sharingan

 

Può anche darsi che si sentisse inadeguato per andare a giocare da altre parti, questo non lo sapremo mai. Di sicuro avrebbe vinto più trofei di 1 scudetto, un paio di Coppe Italia e un paio di Supercoppe.

 

Sulla gestione imprenditoriale degli americani: hai notato i titoli delle testate sportive di tutta europa dopo la doppietta dell'altra sera? Questo vuol dire che Totti fa ancora notizia ovunque!!! E un imprenditore americano (che dovrebbe vedere solo gli aspetti di business) non sfrutta questa cosa? Allora di tutti gli americani danarosi che ci potevano acquistare abbiamo preso il più sfigato!!!

 

Le magliette (poche) della Roma che si vendono in giro per il mondo sono sempre e solo quelle di Totti.

 

Inviato dal mio D5803 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fatto che si vendano solo le magliette di Totti denota come le società, attuale e soprattutto passate, non abbiano saputo sfruttarlo per far crescere tutta la squadra.

Mettiamo che il prossimo anno o quello dopo ancora, totti vada in pensione, che ne sarà della Roma? Continuerete a vendere magliette di totti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente non capisco a cosa ti riferisci quando dici che Totti ha approfittato del suo nome e del suo ruolo per portare i tifosi dalla sua parte.

 

I tifosi romanisti sono sempre dalla parte di Totti, lo amano, ma sono sempre pronti a criticarlo. Per i tifosi è come un figlio. Lo amano quando segna e/o fa vincere la squadra. Ti fa disperare quando non ci riesce.

Però Totti è prima di tutto un tifoso, è uno di loro (anzi uno di noi perché mi ci metto anch'io).

 

 

Proprio questo intendevo: il fatto che a Roma si abbia la percezione di Totti come qualcosa di diverso dal semplice capitano storico, dalla "semplice" bandiera, e che appunto ricopre anche il ruolo di "primo tifoso". In una situazione del genere la societàa sarà sempre in difficoltà, perchè il solo tentare di mettere in discussione la figura di Totti provoca per riflesso una reazione dei tifosi, che difendono non solo la Bandiera o il Capitano, ma "uno di loro".

 

Del Piero, che non aveva questo tipo di rapporto con i tifosi (per non parlare di Maldini, che fu addirittura fischiato da una parte della curva milanista), quando la Juve decise di scaricarlo accettò la decisione con un garibaldino "obbedisco", nonostante fosse evidentemente dispiaciuto e di idee diverse. Perchè il punto è che a decidere delle sorti di una squadra deve essere la società che la gestisce, non i tifosi o i giocatori. Neppure quelli leggendari come Totti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 90% dei tifosi della Roma ha sbroccato, e attacca la Società per aver venduto un fenomeno ad una concorrente.

 

Io la vedo diversamente. Ho visto tutte le partite della Roma degli ultimi 5 anni, e per me Pjanic è molto sopravvalutato. La gente ricorda quel 30% di partite in cui gioca buone partite, e le punizioni segnate. Dimentica completamente il 70% delle partite in cui è nullo o quasi.

Come esempio, basta pensare alle 14 partite in Champions, dove ha fatto pena.

La stagione scorsa ha fatto più di mezza stagione orribile. Anche in questa stagione, dopo i gol delle prime partite, ci sono stati 3 mesi in cui è stato inguardabile. Perfino i suoi estimatori cominciavano ad additarlo come "mezzo giocatore". Poi appena ha fatto tre buone partite e un paio di gol, si è dimenticato tutto, ed è ritornato ad essere osannato.

 

E' incostante, manca di fisico e di personalità (si nasconde soprattutto nelle partite importanti). Tecnicamente ha un ottimo controllo palla (altra cosa che fa pensare a tanti che sia un fenomeno) ma, anche se non sembra, dà molti meno assist (intesi come passaggi filtranti/fantasiosi) di quanto si pensi (e non è bravo in quello). Ha un bel tiro dalla distanza ma è frustrante il fatto che non lo provi quasi mai. Si pensa che segni valanghe di gol, ma la media è di 6 gol a stagione, che non sono pochi ma nemmeno tanti per un giocatore che filtra poco a centrocampo, che tira tutte le punizioni dal limite e anche qualche rigore.

 

Tutto ciò nella Roma. Se ora nella Juve si trasforma, allora è un altro conto. Se rimane quello della Roma, 32 milioni sono una buona entrata e si può trovare qualcuno più utile e costante a centrocampo, guadagnandoci anche qualche milione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche se non sembra, dà molti meno assist (intesi come passaggi filtranti/fantasiosi) di quanto si pensi (e non è bravo in quello).

 

Miglior assistman degli ultimi 3 anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

anche se non sembra, dà molti meno assist (intesi come passaggi filtranti/fantasiosi) di quanto si pensi (e non è bravo in quello).

 

Miglior assistman degli ultimi 3 anni.

 

 

Conosco le statistiche su di lui.

Le statistiche vanno interpretate. I numeri possono essere fallaci, soprattutto quando si parla di assist e passaggi riusciti.

Ha anche una percentuale alta di passaggi riusciti. Se guardi tante partite della Roma, ti accorgi che ha quelle percentuali anche perchè passa spesso la palla indietro o a giocatori vicini, senza cercare la giocata importante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chissà perchè mi sembra di essere tornato a quando abbiamo preso Emerson, e dalla Capitale erano sicuri di averci mollato il pacco....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...