Jump to content
Sign in to follow this  
senza volto

Incongruenze della serie

Recommended Posts

Se è per questo nella 7 cersei sapeva a menadito lo schieramento di deanerys e ogni dettaglio dei suoi piani di guerra 

2 hours fa, King Glice dice:

Un altra incongruenza che ho trovato io è il fatto che Missandei sia stat presa in ostaggio.

 

Ok, lo sappiamo noi spettatori che Missandei è importante per Dany, ma per Cersei e Euron chi è ? L'hanno vista mezza volta alla Fossa dei Draghi, come fanno a sapere che è cosi importante per lei  ?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

una cosa che mi è venuta in mente. riguarda meereen....

 

ma daenerys paga in qualche modo i secondi figli? perche che il loro capo diventi un pupazzo di daenerys ci sta, ma nel momento in cui comanda loro di rimanere a gestire la baia degli schiavisti, questo non "esula" un po dalle situazioni in cui i secondi figli decidono di cimentarsi? e per quanto magari sistemati da qualche parte, con la possibilita anche di rimorchiare chi vogliono e tutto il resto, perche dovrebbero rimanere ancorati li senza fiatare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io, al posto di Daenerys, avrei lasciato Missandei a governare Meereen assieme a una parte degli Immacolati. Sarebbe stata un conclusione per Missandei e Verme Grigio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma Verme Grigio e MIssandei servono comunque come personaggi che interagiscono con Dany a livello personale, 

 

 

Dario invece in vista della love story con Jon sarebbe stato solo d'impiccio. 

 

Poi si condivido che lasciare una città in mano a dei mercenari non sia esattamente una mossa saggia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto online di come la scrittura smemorato del duo    faccia sembrare arya una grande ipocrita :

1)nella s2 la vediamo farsi a momenti raccontare le storie da nonno tywin nonostante un jaqen a disposizione. 

Nella 7 arya accusa sansa di collaborazionismo per la storia della lettera in cui chiedeva a Robb di sottomettersi. Secondo arya la tredicenne sansa avrebbe avuto la grave colpa di farsi spaventare da cersei e dalle sue minacce. 

2)arya dice di riconoscere in daenerys un'assassina. 

Ma lei è tanto migliore visto che non ha mai detto a nessuno che stava andando a eliminare cersei, cosa che avrebbe reso inutile un assalto alla città? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo quelli che citi sono solo due dei millemila casi in cui, pur di ottenere un certo effetto emotivo o narrativo, D&D se ne f*****o altamente della coerenza. Serviva che Arya rinfacciasse quelle cose a Sansa perché bisognava farle sembrare il più possibile una contro l'altra e rendere ancora più scioccante lo scherzone finale a Ditocorto; e serviva che Arya definisse Daenerys un'assassina per rimarcare ancora più di più il fatto che ormai era diventata una cattiva.

 

Tra parentesi, considerando che nella S7 erano riusciti a far entrare di nascosto Tyrion ad Approdo del Rer per discutere della tregua con Jaime, una volta sconfitti gli Estranei e conoscendo le abilità da killer di Arya potevano prendere in considerazione fin da subito la stessa idea e ammazzare Cersei senza spargere altro sangue, invece di buttarsi subito nell'ennesima guerra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minutes fa, osservatore dal nord dice:

2)arya dice di riconoscere in daenerys un'assassina. 

Ma lei è tanto migliore visto che non ha mai detto a nessuno che stava andando a eliminare cersei, cosa che avrebbe reso inutile un assalto alla città? 

Quello che è ridicolo è Arya che si permetta di fare la morale a Dany o venga ritenuta una pazza anche lei,

 

Ok non ha sterminato una città, ma un intera famiglia si, per non parlare di decine di persone a caso. 

 

Se lei fa giustizia sommaria tutto bene, se lo fa Dany no ?

 

12 minutes fa, Feanor_Turambar dice:

Purtroppo quelli che citi sono solo due dei millemila casi in cui, pur di ottenere un certo effetto emotivo o narrativo, D&D se ne fottono altamente della coerenza. Serviva che Arya rinfacciasse quelle cose a Sansa perché bisognava farle sembrare il più possibile una contro l'altra e rendere ancora più scioccante lo scherzone finale a Ditocorto; e serviva che Arya definisse Daenerys un'assassina per rimarcare ancora più di più il fatto che ormai era diventata una cattiva

Concordo

 

12 minutes fa, Feanor_Turambar dice:

Tra parentesi, considerando che nella S7 erano riusciti a far entrare di nascosto Tyrion ad Approdo del Rer per discutere della tregua con Jaime, una volta sconfitti gli Estranei e conoscendo le abilità da killer di Arya potevano prendere in considerazione fin da subito la stessa idea e ammazzare Cersei senza spargere altro sangue, invece di buttarsi subito nell'ennesima guerra.

Il guaio è che a quanto pare Tyrion non voleva uccidere Cersei alla fine XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il vero guaio è che Tyrion Hand of King non ne azzecca una ma Daenerys continua per non si capisce bene quale motivo ad ascoltarlo (e magari salta fuori che ignora le campane e dà fuoco alla città proprio per ripicca per tutti i cattivi consigli che le ha dato :stralol:). Sarebbe bastato mandare il nano a quel paese, chiedere a Davos se poteva portare Arya in barca fino alla spiaggia di Approdo del Re, chiedere a Varys se poteva farle una mappa dei passaggi segreti della Fortezza Rossa per arrivare fino alle camere di Cersei, e il gioco era fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

piccola precisazione, in realta cersei sapeva della toccata e fuga di tyrion e del coinvolgimento di bronn, in ogni caso se ci avesse provato arya non le sarebbe servito un passaggio segreto, bastava accoppasse una guardia appena uscita dalle mura, prenderne il volto e poi aspettare l'occasione giusta seguendo i movimenti di cersei...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Col passaggio segreto faceva prima e si evitava l'inutile morte di una guardia. Nessuno pensa mai alle povere guardie sacrificate, manco non avessero una famiglia e una vita <_<

Comunque il succo del discorso è sempre quello: tutti sono al corrente delle mirabolanti capacità omicide di Arya, con lei potevano chiudere la guerra in un attimo. E invece no, ha molto più senso mobilitare un esercito appena sopravvissuto a una devastante battaglia con gli Estranei, perché San Tyrion non vuole che la sorella sia uccisa e Daenerys spera in un bagno di folla del popolo non appena arriverà di fronte alla città. Poi un giorno mi spiegheranno da dove un parricida abbia tirato fuori questo improvviso amore fraterno e soprattutto perché il popolo dovrebbe ribellarsi a Cersei che, esplosione del tempio di Baelor a parte, non si è mai comportata male con i suoi sudditi. O almeno non ha compiuto genocidi col fuoco :figo:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bé l'esplosione del tempio di Baelor é un genocidio col fuoco. Dentro il tempio c'erano molti nobili, e con l'altofuoco sono esplose anche tutte le case vicino, si vede molto chiaramente l'esplosione che si propaga e i popolani che scappano e vengono colpiti dalle campane. Oltre a ció Cersei ha sempre disprezzato il popolo, e il popolo ha sempre disprezzato i Lannister (oltre alla rivolta della seconda stagione, c'é una scena della quinta dove i popolani insultano Tommen chiamandola "bastardo"), mentre adorava Margaery Tyrell (che guardacaso é stata uccisa proprio da Cersei). Lo stesso movimento dei passeri é sempre stato presentato nella serie come un movimento contro la nobiltá e i suoi privilegi (vedi il discorso dell'Alto Passero a Lady Olenna nella quinta stagione).

Di conseguenza non si capisce perché il popolo sia felice dei successi dei Lannister ed esulti al passaggio di Euron Greyjoy (o anche perché la Cittadella si preoccupi dell'invasione di Daenerys dopo che Cersei li ha insultati ammazzando il Gran Maestro e promuovendo Qyburn).

La spiegazione che dá Jaime nella 7x03 é che il popolo é stupido, quindi segue il piú forte, ma allora non si spiega perché Tyrion si preoccupi di assaltare Approdo con un esercito di sole forze Westerosi (peró le Westerlands possono essere invase da stranieri, perché lá non ci abita nessuno).

Le uniche spiegazioni sono:

1) un volgare tentativo di D&D di lanciare un messaggio anti-razzista (guardate bambini: i Westerosi credono alle fake news e odiano gli immigrati proprio come noi oggi);

2) l'ossessione di D&D per il personaggio di Cersei;

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour fa, Feanor_Turambar dice:

Col passaggio segreto faceva prima e si evitava l'inutile morte di una guardia. Nessuno pensa mai alle povere guardie sacrificate, manco non avessero una famiglia e una vita <_<

Comunque il succo del discorso è sempre quello: tutti sono al corrente delle mirabolanti capacità omicide di Arya, con lei potevano chiudere la guerra in un attimo. E invece no, ha molto più senso mobilitare un esercito appena sopravvissuto a una devastante battaglia con gli Estranei, perché San Tyrion non vuole che la sorella sia uccisa e Daenerys spera in un bagno di folla del popolo non appena arriverà di fronte alla città. Poi un giorno mi spiegheranno da dove un parricida abbia tirato fuori questo improvviso amore fraterno e soprattutto perché il popolo dovrebbe ribellarsi a Cersei che, esplosione del tempio di Baelor a parte, non si è mai comportata male con i suoi sudditi. O almeno non ha compiuto genocidi col fuoco :figo:

Beh ci sarebbe pure il piccolo sterminio dei bastardi di Robert.

 

Inoltre è sempre stato messo in risalto quanto Cersei fosse odiata e disprezzata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella serie tv il massacro dei bastardi è opera di Joffrey stesso, non di Cersei. Così come l'ordine a Mandon Moore di ammazzare Tyrion in battaglia si intuisce sia suo e non della madre.

 

 

%d/%m/%Y %i:%s, Figlia dell' estate dice:

Bé l'esplosione del tempio di Baelor é un genocidio col fuoco. Dentro il tempio c'erano molti nobili, e con l'altofuoco sono esplose anche tutte le case vicino, si vede molto chiaramente l'esplosione che si propaga e i popolani che scappano e vengono colpiti dalle campane. Oltre a ció Cersei ha sempre disprezzato il popolo, e il popolo ha sempre disprezzato i Lannister (oltre alla rivolta della seconda stagione, c'é una scena della quinta dove i popolani insultano Tommen chiamandola "bastardo"), mentre adorava Margaery Tyrell (che guardacaso é stata uccisa proprio da Cersei). Lo stesso movimento dei passeri é sempre stato presentato nella serie come un movimento contro la nobiltá e i suoi privilegi (vedi il discorso dell'Alto Passero a Lady Olenna nella quinta stagione).

Di conseguenza non si capisce perché il popolo sia felice dei successi dei Lannister ed esulti al passaggio di Euron Greyjoy (o anche perché la Cittadella si preoccupi dell'invasione di Daenerys dopo che Cersei li ha insultati ammazzando il Gran Maestro e promuovendo Qyburn).

La spiegazione che dá Jaime nella 7x03 é che il popolo é stupido, quindi segue il piú forte, ma allora non si spiega perché Tyrion si preoccupi di assaltare Approdo con un esercito di sole forze Westerosi (peró le Westerlands possono essere invase da stranieri, perché lá non ci abita nessuno).

Le uniche spiegazioni sono:

1) un volgare tentativo di D&D di lanciare un messaggio anti-razzista (guardate bambini: i Westerosi credono alle fake news e odiano gli immigrati proprio come noi oggi);

2) l'ossessione di D&D per il personaggio di Cersei;

 

Il popolo ha una visione limitata e bisogni immediati. Ai popolani basta avere un tetto sopra la testa e la pancia piena, e queste cose non sembrano mancare con la Lannister. E' vero, la distruzione del tempio di Baelor è un atto grave (mai quanto quello che fa Daenerys) ma rimane isolato. Nella s7 e nella s8 non viene mai detto nei dialoghi o mostrato sulla scena che Cersei abbia affamato il popolo o introdotto nuove tasse o compiuto altre crudeltà gratuite. E se non si sono ribellati subito dopo la distruzione del tempio, perché avrebbero dovuto farlo dopo? Per questo trovo ridicolo che Daenerys si lamenti tanto di non essere amata e accolta a braccia aperte, pretende dal popolo un'azione che non ha senso di esistere. Se D&D volevano rendere credibile questa cosa potevano ingegnarsi e dedicare due minuti alle impopolari politiche fiscali di Cersei o mostrarci che ad Approdo del Re i soldati Lannister e i mercenari della Compagnia Dorata fanno il bello e il cattivo tempo. Invece niente.

Non dimentichiamo anche che Cersei è comunque una regina westerosi, è autoctona. Daenerys è una straniera che dopo 20 anni di vita all'estero sbarca con un esercito di nomadi Dohtraki e tre draghi, creature che non si vedevano da un secolo e mezzo. Xenofobia o meno, ci credo che il popolo trovi preferibile una sovrana impopolare ma che comunque è del posto (vabbé, si fa portare da Essos la Compagnia Dorata, ma quella non mi risulta abbia creato problemi alla popolazione) a una che si porta dietro mostri sputafuoco e nomadi che hanno una pessima nomea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perdonami, ma come fai a dire che con i Lannister il cibo non manca? Siamo in inverno, i Lannister non hanno un soldo e il grano conquistato con la presa di Altogiardino é stato bruciato da Dany. I Tyrell erano quelli che portavano il cibo e lo distribuivano alla popolazione, per questo il popolo li amava.

Poi se al popolo importa solo dei bisogni immediati ("Franza o Spagna, purché se magna" si dice dalle mie parti), allora sicuramente non vanno a guardare alla composizione etnica dell'esercito di Dany. 

Anche perché l'esercito di Cersei é composto da uomini di ferro (che nel Sud sono abbastanza disprezzati) e da mercenari. L'esercito di Dany é composto da Dothraki, dagli uomini del Nord (disprezzati anche loro) e dagli Immacolati, che sono stranieri ma almeno non possono stuprare. Perché una delle paure principali legate alla guerra é quella di stupri e sacchegggi (ma ovviamente Tyrion questo non l'ha considerato).

Se poi temono i mostri sputafuoco allora devono anche temere la pazza piromane che hanno in casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 hours fa, Feanor_Turambar dice:

Il vero guaio è che Tyrion Hand of King non ne azzecca una ma Daenerys continua per non si capisce bene quale motivo ad ascoltarlo (e magari salta fuori che ignora le campane e dà fuoco alla città proprio per ripicca per tutti i cattivi consigli che le ha dato :stralol:). Sarebbe bastato mandare il nano a quel paese, chiedere a Davos se poteva portare Arya in barca fino alla spiaggia di Approdo del Re, chiedere a Varys se poteva farle una mappa dei passaggi segreti della Fortezza Rossa per arrivare fino alle camere di Cersei, e il gioco era fatto.

Sì e no, sarebbe comunque rimasto in giro Euron. 

La vera incongruenza che vedo io è che Daenerys quando decide di fregarsene delle campane perda tempo a bruciare la città invece di andare direttamente a tirar giù la Fortezza Rossa. Che senso ha? Per far fuori gente che non ti ha fatto niente (rischiando oltretutto di bruciare anche i tuoi eserciti, che sono dentro le mura pure loro) lasci a Cersei molto più tempo per scappare. E meno male che Cersei è ancora più fessa di te, e invece di darsela a gambe rimane al balcone a godersi lo spettacolo... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...