Jump to content
Sign in to follow this  
senza volto

Incongruenze della serie

Recommended Posts

Ovviamente non posso non dire 2 parole anche io sull'argomento

Non credo che il discorso sia tirato,le colpe dei padri ricadono sui figli come le eredita' dei padri passano ai figli, Roose Bolton era il traditore numero uno delle nozze rosse perché stava con il giovane lupo che non gli aveva fatto alcun torto ,sconfiggendo Ramsay,uccidendolo quasi a mani nude,di fatto Jon ha vendicato le nozze rosse anche perché ha azzerato la discendenza di Roose...lo ha annichilito ,lo ha reso un NULLA ,e non c'è peggiore e piu godibile vendetta
E poi dei maggiori cospiratori solo Frey era in vita...e si e' provveduto anche a lui.Ma Frey non ha il grande peso di un tradimento incredibile,inatteso,concepibile solo nell'ambito di una ambizione sfrenata per la quale Roose voleva essere lord e protettore del Nord,cane da guardia di una corona illegittima ,dato che a Stannis toccava il titolo di re....il peggiore dei tradimenti...giuda ecco
Secondo me,ovvio


 

Ma Frey non ha il grande peso di un tradimento incredibile,inatteso,concepibile solo nell'ambito di una ambizione sfrenata per la quale Roose voleva essere lord e protettore del Nord,cane da guardia di una corona illegittima ,dato che a Stannis toccava il titolo di re....il peggiore dei tradimenti...giuda ecco


No aspetta, i Frey hanno infranto il "guest right", che nel mondo di Westeros è una cosa orrenda, tant'è che il loro nome ha iniziato ad essere usato come insulto. Al confronto quello che ha fatto Roose è un'inezia, un banale tradimento.

 


E' vero che quello che è commesso dai Frey è un crimine orrendo agli occhi degli dei e degli uomini, e Bran ci racconta con la storia del Cuoco dei Topi quanto sia sentita la gravità del tradimento dell'ospitalità (tema presente nella letteratura fin dai tempi di Omero), tuttavia anche io reputo molto peggiore il tradimento dei Bolton.
Non solo, infatti, Roose tradisce il proprio re e Lord Paramount, ma va oltre: svende il Nord e i suoi abitanti, e mette tutti i lord del Nord alla mercè dei Lannister e dei Frey, gettando il Nord in una condizione di guerra civile proprio con l'inverno alle porte SOLO per una questione di convenienza personale.
E non ditemi che ha colto l'occasione, lui meditava di tradire Robb già da parecchio tempo, ma da grandissimo paraculo ha solo fatto in modo che la colpa maggiore se la prendessero i Frey.

 

Concordo in pieno con:

Le Nozze Rosse non sono solo state l'evento in cui ciascuna casata del Nord ha perso almeno un congiunto. Sono state di fatto la fine del primo Regno del Nord. Il sogno di indipendenza svanito a causa del tradimento di uno di loro, un lord del Nord, autore materiale del regicidio ed usurpatore del "trono" degli Stark. Un uomo che ha governato il Nord col terrore, scuoiando, minacciando e uccidendo gente. Li capisco questi lord terrorizzati che rifiutano di aiutare Jon. E d'altra parte, eccezion fatta per Karstark e Umber, non aiutano nemmeno Ramsay (rimarremo con la curiosità di sapere come si sarebbero comportati de Ramsay avesse radunato i vessilli del Nord ed essi fossero stati costretti a scegliere.....)

Che Jon non abbia direttamente vendicato le Nozze Rosse è chiaro, ma ha guidato la rivolta che ha liberato il Nord dal giogo dei Bolton, e tanto basta per tornare a sognare l'indipendenza del regno del Nord. Non ha vendicato le persone morte quel giorno, ma gli ideali che sembravano sconfitti. Io l'ho interpretata così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Roose Bolton non ha ha tradito solo gli Stark, ma ha tradito l'intero Nord per questo dal mio punto di vista il suo tradimento è ben peggiore di quello di Walder Frey.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo anche che Bolton era un alfiere degli Stark, Frey no. Un tradimento è più sentito se viene da uno dei tuoi.

 

Un'altra piccola incongruenza, se ne avete già parlato mi è sfuggita: ma perchè l'elezione del Lord Comandante successore di Jon Snow non viene messa ai voti? E' già successo nella storia della Guardia che un comandante venga nominato su indicazione del suo predecessore? Non si parla della confraternita come di una piccola democrazia in cui tutti hanno le stesse chance di carriera? Eppure Jon, quando dichiara conclusa la sua guardia, molla allegramente il Castello Nero a Edd come se fosse la cosa più normale del mondo, e senza che nessuno batta ciglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh.. Jon snow è ancora il comandante dei guardiani della notte. E' solo andato a riprendersi il nord lasciando edd al comando. Non so se tornerà al castello nero come comandante ma fino alla fine della stagione non ha mai cambiato colore dei vestiti.. Altro che white wolf!! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo anche che Bolton era un alfiere degli Stark, Frey no. Un tradimento è più sentito se viene da uno dei tuoi.

 

Un'altra piccola incongruenza, se ne avete già parlato mi è sfuggita: ma perchè l'elezione del Lord Comandante successore di Jon Snow non viene messa ai voti? E' già successo nella storia della Guardia che un comandante venga nominato su indicazione del suo predecessore? Non si parla della confraternita come di una piccola democrazia in cui tutti hanno le stesse chance di carriera? Eppure Jon, quando dichiara conclusa la sua guardia, molla allegramente il Castello Nero a Edd come se fosse la cosa più normale del mondo, e senza che nessuno batta ciglio.

non è detto che edd non venga effettivamente eletto con la classica votazione del lord comandante. Potrebbe essere avvenuta offscreen. Ed in effetti la barriera non viene mostrata dal momento in cui Jon, Sansa e gli altri abbandonano il castello nero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono d'accordo che il tradimento più grave sia quello dei Bolton.

In ottica medievale, quando il potere s'indebolisce c'è sempre pronto qualcuno a prenderlo in modo più o meno violento. Non a caso, appena Robert muore si scatena la guerra dei 5 re. E non a caso Varys trama da decenni per riportare i Blackfyre/Brightflame sul trono.

È molto grave invece infrangere una consuetudine consolidata come quella dell'ospitalità. Quando Cat e Robb si recano alle Torri Gemelle, la loro priorità è accettare il salt and mead di Lord Frey perché questo dà loro la sicurezza che non dovranno temere cattive intenzioni da chi li ospita. È una sorta di sicurezza che permette alle casate di entrare in contatto, scambiarsi ambasciate, discutere di termini da concordare, etc. Se questo viene meno, nessuno in tutta Westeros, potrà sentirsi al sicuro nei territori altrui e peobabilmente neanche nei suoi. Ci sarà meno disponibilità alla comunicazione e risoluzione politica delle questioni. Se non è grave questo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

E' vero che quello che è commesso dai Frey è un crimine orrendo agli occhi degli dei e degli uomini, e Bran ci racconta con la storia del Cuoco dei Topi quanto sia sentita la gravità del tradimento dell'ospitalità (tema presente nella letteratura fin dai tempi di Omero), tuttavia anche io reputo molto peggiore il tradimento dei Bolton.

Non solo, infatti, Roose tradisce il proprio re e Lord Paramount, ma va oltre: svende il Nord e i suoi abitanti, e mette tutti i lord del Nord alla mercè dei Lannister e dei Frey, gettando il Nord in una condizione di guerra civile proprio con l'inverno alle porte SOLO per una questione di convenienza personale.

E non ditemi che ha colto l'occasione, lui meditava di tradire Robb già da parecchio tempo, ma da grandissimo paraculo ha solo fatto in modo che la colpa maggiore se la prendessero i Frey.

 

Al Nord non mi sembra ci sia nessuna guerra civile, anzi il tradimento di Roose avrebbe posto fine ad ogni conflitto nella regione se non fosse stato per l'attacco di Stannis, che era oggettivamente impensabile. Non mi sembra neanche che il nord sia alla mercé dei Frey.

Meditava di tradire Robb da quando questo ha iniziato a perdere la guerra, quindi direi dal sacco di Winterfell. La cosa non rende certo Roose una bella persona, ci mancherebbe, ma il suo tradimento è "banale", non ha fatto niente di che; le azioni dei Frey invece sono viste come mostruose.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nordici contro nordici per ristabilire gli Stark e liberarsi dai Bolton a me pare guerra civile... nel senso che si uccidono/in procinto di uccidersi tra loro.

Poi ripeto, nessuno lo dice ma Roose è un kingslayer tanto quanto e peggio di Jaime.

Il fatto che nel Medioevo fosse "costume" cercare di fare le scarpe al lord di turno in difficoltà non mi pare lo ristabilisca o sminuisca la gravità del suo comportamento. È vero accadeva, ma non era una cosa ben vista da nessuno.

Dal mio punto di vista i Bolton hanno le loro belle responsabilità sull'andamento della guerra: il vero sacco di Winterfell lo fa Ramsay. Se i Bolton si fossero comportati con onore Bran e Rickon sarebbero ancora belli che a casa loro. E Robb magari fuori dal letto di Jeyne Westerling. E se Roose avesse consegnato Jaime di nuovo a Robb invece di pararsi il didietro con Tywin sarei stata curiosa di vedere cosa sarebbe successo.

Senza contare che dopo questo Roose manda di proposito un bel po' dell'esercito di Robb a sfracellarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto mi riguarda il tradimento peggiore a livello personale è stato quello perpetrato dai Bolton. Quello di Walder Frey è un dissacrare, una violazione divina, un tradimento che in sé comporta la rottura di leggi astratte ed ultraterrene. Ma rimane un tradimento giustificato, almeno in parte, da un'offesa ricevuta nel peggiore e bislacco dei modi. Probabilmente avrebbe tradito comunque qualora le sorti della guerra lo avessero spinto su quella strada, ma basandosi solo sui fatti avvenuti è un voltafaccia in cui gli Stark hanno le responsabilità maggiori. L'atto del quasi centenario Walder Frey è sicuramente grave, meschino, si potrebbe dire anche blasfemo, ma sono azioni garantite da una motivazione di fondo evidente, ove la controparte ha le sue colpe.

 

Differente è la situazione di Roose Bolton. Lì vi è opportunità personale, ambizione, egoismo della sopravvivenza. Ovviamente è ciò che arriva per primo nel prenderne atto, ma non banalizzerei troppo le azioni del Lord Sanguisuga. Essendo il personaggio più criptico della Saga, si ha sempre ragione di pensare di più di quel che si vede. Io credo che, implicitamente, Roose abbia anche sofferto gli eventi come un'offesa personale alla sua Casata. Perdere il Nord per via degli uomini di ferro, perdere contro il Sud per mosse di un Re giovane e sconsiderato, sono un'accozzaglia di eventi ruvidi e imperdonabili che mettono alla berlina sia lui in quanto Lord della seconda Casata più importante di sempre al Nord, sia il Nord stesso.

 

Che Roose l'abbia voluto o meno, il suo pugnale ha posto fine a quelle stesse azioni sconsiderate. Al Re che ha perso il Nord. Stava riportando una condizione, paradossalmente, pacifica per una terra alla deriva, consumata. Questo volente o nolente. E' un riflesso consequenziale al suo tradimento personale. Roose Bolton ha tradito gli Stark, Robb Stark, qualche altra casata del Nord coinvolta alla Nozze Rosse, ma non ha tradito il regno del Nord. Se si vuole proseguire sul metaforico, si può dire che lo stesso Robb, pur non volontariamente, abbia tradito la sua terra, per quanto avesse buone intenzioni.

 

Quanto poi all'incongruenza tra Manderly e Jon, è facilmente notabile ma anche perché alla fin fine è Sansa quella che ha vendicato il Red Wedding. E conseguentemente Arya.

Fosse stato per Jon Snow, tutto sarebbe rimasto come prima. Non voleva neanche scendervi in guerra contro i Bolton.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah tralasciamo la questione religioso, ma anche dal punto di vista etico trucidare il tuo ospite non è il massimo

 

Poi almeno nella serie il vero traditore del Nord è Robb che se ne sbatte della sua terra e vuole sprecare le sue risorse in un attacco suicida contro i Lannister

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma resta il fatto che Jon è sceso in guerra contro la sua volontà e pure sapendo di non poter vincere per rispetto di quella che era pur sempre la sua famiglia

Se Jon non scendeva in guerra,Ditocorto non avrebbe potuto dire di essersi alleato con gli Stark

Ergo Jon ha vendicato anche con il suo personale sacrificio le nozze rosse,lui e non altri...no perché Arya ha ucciso un Frey e sul discorso Frey e anche Roose concordo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto per quello che hanno fatto Jon e soci...giusto Wun Wun ha avuto l-utilità di sfondare il portone evitando un assedio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Wun Wun era un alleato che aveva scelto di seguire Jon

Ergo a maggior ragione la debacle dei Bolton è dipesa ANCHE da Jon che era il capo dell'alleanza con i bruti ,il riconosciuto re corvo che li aveva salvati ad Hardhome

Trodotto si conferma che Jon ,spazzando via i Bolton ,con l'aiuto essenziale di un SUO ALLEATO ( i cavalieri della valle non so quanto avrebbero retto un assedio lungo e con l'inverno arrivato),ha vendicato le nozze rosse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nordici contro nordici per ristabilire gli Stark e liberarsi dai Bolton a me pare guerra civile... nel senso che si uccidono/in procinto di uccidersi tra loro.

Poi ripeto, nessuno lo dice ma Roose è un kingslayer tanto quanto e peggio di Jaime.

Il fatto che nel Medioevo fosse "costume" cercare di fare le scarpe al lord di turno in difficoltà non mi pare lo ristabilisca o sminuisca la gravità del suo comportamento. È vero accadeva, ma non era una cosa ben vista da nessuno.

Dal mio punto di vista i Bolton hanno le loro belle responsabilità sull'andamento della guerra: il vero sacco di Winterfell lo fa Ramsay. Se i Bolton si fossero comportati con onore Bran e Rickon sarebbero ancora belli che a casa loro. E Robb magari fuori dal letto di Jeyne Westerling. E se Roose avesse consegnato Jaime di nuovo a Robb invece di pararsi il didietro con Tywin sarei stata curiosa di vedere cosa sarebbe successo.

Senza contare che dopo questo Roose manda di proposito un bel po' dell'esercito di Robb a sfracellarsi.

 

Sì ma dipende tutto da Stannis, non ci fosse stato lui il nord sarebbe in pace.

 

Roose non faceva parte della guardia reale, come fa a essere peggio di Jaime?

 

Quanto al resto, mai detto che Roose sia una bella persona, tutt'altro. Ma i suoi tradimenti sono perfettamente normali, non hanno nulla di orribile o mostruoso, al contrario di quello dei Frey che è una cosa mai vista.

Certo che i Bolton hanno responsabilità sull'andamento della guerra, sono pur sempre dei traditori, il contrario sarebbe assurdo; tutte le cose che scrivi sono vere a parte la questione di Jeyne che è colpa solo ed esclusivamente di Robb. Ma questo non mi sembra cambi le carte in tavola.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa Gedeont, per le nozze rosse i Bolton sono colpevoli almeno quanto i frey...

("Tanti saluti dai Lannister")

                          Roose Bolton

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...