Jump to content
Sign in to follow this  
AemonTargaryen

Il futuro dell'Europa

Il futuro dell'Europa  

35 members have voted

  1. 1. Su quale Unione europea punteresti per il futuro dell'Europa?

    • Stati Uniti d'Europa
      16
    • L'Unione europea attuale
      1
    • Un'Unione europea diversa (specificare)
      10
    • Nessuna Unione europea
      8


Recommended Posts

In Svezia la destra doveva prendersi il paese ma non è andata come speravano.

 

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/09/09/elezioni-svezia-aperti-i-seggi-un-voto-che-preoccupa-leuropa-_9bcbb00e-e66b-47d4-88d9-e696ad52689c.html

 

Il Parlamento europeo ha approvato la relazione Sargentini sullo stato di diritto in Ungheria, dando così l'ok all'applicazione dell'articolo 7 dei Trattati, che nella sua fase più avanzata può condurre a sanzioni contro il Paese. Maggioranza italiana PentaLeghista divisa sul voto.

 

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2018/09/12/il-parlamento-ue-condanna-orban-ora-decidono-i-leader_a335f6ad-5ed3-45fd-956f-f3bf0add9292.html

 

È cominciata la riscossa delle forze pro Europa contro le forze sovraniste?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che invece della riscossa dell' europa la votazione contro l' ungheria sia soltanto un colpo di coda in vista delle elzioni di maggio. Andando a memoria in nessun paese europeo i pro europa hanno avuto vita facile dopo le elezioni e tra spagna o germania o italia i tempi per la formazione del governo si sono dilatati. L' unico paese che sembra europeista è la francia ma al momento macron è in picchiata nei consensi e alle elezioni è stato votato da poche persone (almeno per i nostri standard). Penso che a maggio il parlamento europeo vedrà sconfitti ppe e blocco socialista e la commissione ne subirà le conseguenze. Rimane da capire se il "deep state" di bruxelles sarà vittima o meno dello spoil system. In ogni caso penso e spero che l' unione europa odierna non ci sarà più dopo le elezioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena letto l'articolo. Moscovici dice cose ovvie, quasi banali. Le risposte di Di Maio e Salvini non entrano nel merito e si esauriscono in una alzata di voce sterile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minutes fa, Aegon il mediocre dice:

non entrano nel merito e si esauriscono in una alzata di voce sterile

 

Che poi sono più o meno tutte le munizioni che ha questo governo e i suoi prodi leader.

 

Sull'Europa, beh, così com'è non funziona, e temo che procedendo sulla lunga e dissestata strada della maggior integrazione le cose andrebbero anche peggio. Chi prende ad esempio gli USA per modellare l'Europa sbaglia, gli Stati Europei sono troppo vecchi e troppo diversi per poter arrivare ad un'entità federale come quella statunitense. Quantomeno non in tempi brevi.

Quelli di cui parla Moscovici comunque non sono solo problemi nei rapporti Bruxelles-Roma, non c'è solo l'impatto italiano sull'UE; sono problemi urgenti che riguardano noi, e non è che in Italia le cose vadano male perchè ci sono i mercati internazionali, i poteri forti e il tetto del 3% che ci impediscono di spiccare il volo; siamo zavorrati dagli stessi problemi da decenni, problemi assolutamente made in Italy. La tragedia arriva quando la maggioranza nel Paese preferisce eleggere una banda di scappati di casa che propugna la solita tesi per cui i danni ce li sono venuti a fare in casa da fuori e adesso bisogna che siano gli altri a venire a pulire, noi neanche ci muoviamo.

 

Ma quando a una critica rispondi con "non permetterti, sciacquati la bocca", c'è poco da fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A bruxelles lavorano per salvini e gli altri sovranisti visto che con ogni loro parola e azione si fanno volere sempre più bene.. Il problema dell' europa e della commissione è il scarso rispetto per le votazioni democratiche e le differenze di vedute in campo economico. Chi sgarra viene additato come fascista e senza possibilità di appello. Questa commissione verrà mandata a casa alle elezioni di maggio e penso che nessuno la rimpiangerà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto Importante: Previsto tra pochi mesi la conclusione della Riforma del MES. Per come è concepita attualmente è particolarmente punitiva per L’Italia e sembra pensata per costringerla ad uscire dall’euro in caso di crisi di debito.

 

https://www.giampaologalli.it/2019/11/il-meccanismo-europeo-di-stabilita-funzionamento-e-prospettive-di-riforma-audizione-presso-le-commssioni-riunite-v-e-xiv-della-camera-dei-deputati-6-novembre-2019/

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non hanno permesso alla Grecia di uscire dall'Euro, non costringeranno l'Italia a farlo: sarebbe destabilizzante per la stabilità della moneta, non credo sia una cosa "realmente" fattibile......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con la nuova riforma il MES sarà possibile farlo, perché gli stati a rischio contagio potranno beneficiare dei prestiti del MES mentre l’Italia dovrà ristrutturare il debito in automatico con conseguenze drammatiche. Comunque si tratta di uno scenario ipotetico in caso di crisi di debito, quello che succederà quasi sicuramente è che lo spread aumenterà di molto e questo costringerà il governo a realizzare avanzi primari del 4-5% minimo ed a implementare le famose riforme, sperando che funzionino ancora .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se è il Topic giusto o ne esistesse un altro, ma mi chiedevo: con la brexit come siamo rimasti?

Non ne ho più sentito parlare.

Che farsa. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche qui direi che va bene.

 

Tuttavia, se preferite, esiste una discussione dedicata a Brexit: 

 

Ormai è ferma da tempo, ma secondo si può riprendere da lì. Essendo però, appunto, "datata", nessun problema se volete aprirne una nuova ripartendo da qualche spunto recente.

 

Altrimenti, credo se ne sia parlato ultimamente anche in "Politica Internazionale" (questo però non ve lo assicuro al 100% :ehmmm:). Comunque, ovviamente il tema va bene anche lì: 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con la Brexit siam rimasti che il 12 dicembre ci son le elezioni generali che sono di fatto un referendum brexit 2.0, dopo quel giorno sapremo se si andrà ad un nuovo referendum vero e proprio o se si riapriranno i negoziati per un accordo d'uscita entro il 31 gennaio, anche se johnson ha affermato che in caso di vittoria usciranno prima di natale.

E' sempre tutto molto incasinato e chissà se riusciranno a mantenere la parola data.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie del recap. Questa storia sta assumendo contorni sempre più surreali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul MES ho trovato anche questo articolo molto significativo: https://www.ilpost.it/2019/11/27/mes-spiegato/.

Spero vivamente che non si arrivi alla "ristrutturazione" del debito italiano, perché avrebbe conseguenze drammatiche. Oltre a quelle delle famose "riforme lacrime e sangue", ma mi sa che da quel punto di vista possiamo farci poco...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, come è spiegato nell'articolo che hai linkato, non è la ristrutturazione in sé il problema, ma è il fatto che sapendo a priori che ci potrebbe essere una ristrutturazione, fondi e banche potrebbero non comprare i nostri titoli o pretendere interessi più alti per via del maggior rischio.

Tuttavia, poiché si parla di una categoria di titoli specifici e ben identificabili, il problema non si estenderebbe all'intero parco titoli emesso dal Paese. Bisognerebbe quindi capire se in caso di uso del MES un Paese potrebbe continuare ad emettere normali bond oppure se fosse costretto ad emettere solo gli SL-CAC.

Nel primo caso gli impatti a livello di spread sarebbero limitati (ipoteticamente mi vien da dire 20-30 punti base), nel secondo la questione sarebbe più seria.

 

Poi vedendo quanto avvenuto in Portogallo e Irlanda, per me la Troika potrebbe arrivare anche domani mattina. :stralol: In ogni caso il problema di fondo per l'Italia è piantarla di fare debito per finanziare la spesa corrente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...