Jump to content
Sir Barristan Selmy

Ma Game of Thrones è davvero una serie valida?

Recommended Posts

Mah, far uccidere il NK da un'eroina badass che fino a 2 puntate prima non c'entrava nulla con la trama degli Estranei (e non citate la profezie di Melisandre sugli occhi, perché il colpo di scena è stato deciso da D&D solo 3 anni fa) non è tanto meglio che farlo uccidere dall'eroe predestinato scontatissimo. Tanto valeva dare questo compito a Jaime o addirittura a Beric. Se uno vuole decostruire i cliché del fantasy deve farlo bene, altrimenti tanto vale tenersi gli eroi in armatura scintillante e i duelli finali con il supercattivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti il personaggio che ci ha perso di più con la 8x3 é stata Arya, non Jon. L'hanno resa poco umana, io mi ero emozionata nel trailer perché finalmente ci mostravano Arya che ha paura, che scappa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente io ho trovato da subito fuori da ogni grazia la spiegazione "Jon era troppo scontato". :excl2: Spero tanto fosse una boutade, altrimenti dovrei pensare ad un'implicita conferma del fatto che la "ricerca ossessiva del colpo di scena ad ogni costo" ha finito per "papparsi" qualsiasi logica narrativa di senso legata alla verosimiglianza. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minutes fa, Feanor_Turambar dice:

 Tanto valeva dare questo compito a Jaime o addirittura a Beric.

 

Dai sinceramente... non credo prorpio che una cosa del genere sarebbe stata accolta bene dagli spettatori (e a ragione, direi). Arya è pur sempre uno dei personaggi maggiori e pur non essendo la scelta "logica", resta comunque più sensata e giustificabile.

 

^

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minutes fa, Feanor_Turambar dice:

Mah, far uccidere il NK da un'eroina badass che fino a 2 puntate prima non c'entrava nulla con la trama degli Estranei (e non citate la profezie di Melisandre sugli occhi, perché il colpo di scena è stato deciso da D&D solo 3 anni fa) non è tanto meglio che farlo uccidere dall'eroe predestinato scontatissimo. Tanto valeva dare questo compito a Jaime o addirittura a Beric. Se uno vuole decostruire i cliché del fantasy deve farlo bene, altrimenti tanto vale tenersi gli eroi in armatura scintillante e i duelli finali con il supercattivo.

Esatto, sono assolutamente d'accordo.

 

13 minutes fa, Maya dice:

Personalmente io ho trovato da subito fuori da ogni grazia la spiegazione "Jon era troppo scontato". :excl2:

E anche con questo.

 

Da spettatore, meglio un cliché fatto bene che un "anticliché" che come unico pregio ha il solo fatto di non essere un cliché.

 

Ma questo per me vale al di là di GOT e riguarda un po' tutto. Quando il conformismo del momento  diventa l'essere "anticonformisti" ad ogni costo.

 

(come, mi si passi l'esempio fuori scala, i negazionisti del Global Warming di cui abbiamo vari esempi anche in Italia, che visto che tutti [???tutti???] parlano del cambiamento climatico, loro devono fare i bastian contrari e negare l'evidenza)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me la cosa che ha fatto ridere é che per evitare lo stereotipo dell'eroe predestinato hanno scelto uno dei personaggi principali, dai tratti fortemente eroici e amatissimo dal pubblico, e poi l'hanno spacciato come una "scelta di coraggio". Praticamente come se Tolkien avesse scelto Aragorn per distruggere l'anello sostenendo che Frodo era una scelta troppo scontata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, ryer dice:

 

Dai sinceramente... non credo prorpio che una cosa del genere sarebbe stata accolta bene dagli spettatori (e a ragione, direi). Arya è pur sempre uno dei personaggi maggiori e pur non essendo la scelta "logica", resta comunque più sensata e giustificabile.

 

^

 

 Il pubblico non ha accolto bene la pazzia di Daenerys e sicuramente D&D l'avevano previsto, eppure l'hanno messa lo stesso. Vuoi vedere che Arya assassina del NK è stata inserita solo come "contentino" per il grande pubblico prima dell'epocale delusione dell'altra eroina che diventa cattiva? :figo:

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, Figlia dell' estate dice:

In effetti il personaggio che ci ha perso di più con la 8x3 é stata Arya, non Jon. L'hanno resa poco umana, io mi ero emozionata nel trailer perché finalmente ci mostravano Arya che ha paura, che scappa.

Capirai, io mi ero illuso che venissi ridimensionata, e invece......

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours fa, Feanor_Turambar dice:

 

 Il pubblico non ha accolto bene la pazzia di Daenerys e sicuramente D&D l'avevano previsto, eppure l'hanno messa lo stesso.

Sono cose diverse, quella comunque è una svolta di trama ben precisa e che si presume sarà presente anche nella trama cartacea. Far uccidere il NK da un personaggio minore, senza un minimo di costruzione pregressa che invece Arya ha avuto (addestramento da Faceless, daga di Bran, etc.)  sarebbe risultato ancor più fuori luogo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il percorso di Arya non era finalizzato all'uccisione del Re della Notte, ma al vendicare i torti subiti dalla famiglia.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours fa, Figlia dell' estate dice:

In effetti il personaggio che ci ha perso di più con la 8x3 é stata Arya, non Jon. L'hanno resa poco umana, io mi ero emozionata nel trailer perché finalmente ci mostravano Arya che ha paura, che scappa.

Non concordo su questo. Proprio per vincere la paura, è necessario guardarla in faccia. E Arya questo lo ha imparato a sue spese. A volte, bisogna avere il coraggio di avere paura, paradossalmente. Arya non è stata un robot invincibile, nè un Power Ranger senza paura. Si vede il terrore mentre il Night King le cinge la gola, mentre scappa dai WW, mentre si rende conto di cosa davvero ha davanti a sè. Ma Arya sa reagire, e rialzarsi. Trovo che questo sia il nocciolo di tutta la storyline di Arya. 

 

 

5 hours fa, Maya dice:

Personalmente io ho trovato da subito fuori da ogni grazia la spiegazione "Jon era troppo scontato". :excl2: Spero tanto fosse una boutade, altrimenti dovrei pensare ad un'implicita conferma del fatto che la "ricerca ossessiva del colpo di scena ad ogni costo" ha finito per "papparsi" qualsiasi logica narrativa di senso legata alla verosimiglianza. 

Beh, non è questione di scontato o meno, semplicemente secondo me c'è un gigantesco buco di trama che risale alla settima stagione. Il cambiamento di Jon da eroe senza macchia e gonfio di onore al Jon apparentemente senza spina dorsale è avvenuto chiaramente dopo la sua uccisione, come è giusto che fosse. Lo abbiamo capito durante la sesta stagione, quando questa mancanza è stata controbilanciata dalla maturazione del personaggio di Sansa, che ha veramente preso in mano le forze Stark e le ha portate alla vittoria (anche giocando sporco, chiamando Ditocorto senza dire niente a nessuno). Quello che manca è la settima stagione e la chiarificazione della vera indole di Jon e del suo effettivo destino. La consapevolezza che non è adatto ad essere l'eroe delle canzoni e delle filastrocche, ma un anonimo servitore del regno, come era sotto i Guardiani della Notte. Periodo in cui, nonostante tutto, era felice. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, JasonStark dice:

Arya non è stata un robot invincibile, nè un Power Ranger senza paura.

Dici ? Perché la costruzione del personaggio è quella eh....

 

1 minute fa, JasonStark dice:

Non concordo su questo. Proprio per vincere la paura, è necessario guardarla in faccia. E Arya questo lo ha imparato a sue spese. A volte, bisogna avere il coraggio di avere paura, paradossalmente.

Ok ma ci vuole una costruzione pregressa, non quella roba vista sullo schermo.

 

Sam che prima di piscia addosso e poi in un attimo di disperazione pugnala un Estraneo uccidendolo per caso ci può stare, Arya in difficoltà contro dei non morti che per due parole a caso di Mel dei trasforma in un personaggio di Naruto anche no...

 

 

2 minutes fa, JasonStark dice:

Trovo che questo sia il nocciolo di tutta la storyline di Arya. 

 

Ma manco per nulla.

 

La costruzione di Arya sta nel suo progressivo allontanarsi dal suo lato umano mentre è ossessionata dalla vendetta.

 

La sua storyline non ha mai riguardato gli Estranei o le profezie.....

 

 

4 minutes fa, JasonStark dice:

La consapevolezza che non è adatto ad essere l'eroe delle canzoni e delle filastrocche, ma un anonimo servitore del regno, come era sotto i Guardiani della Notte. Periodo in cui, nonostante tutto, era felice. 

Peccato che Jon sia sempre stato trattato come un leader.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, ryer dice:

Sono cose diverse, quella comunque è una svolta di trama ben precisa e che si presume sarà presente anche nella trama cartacea. Far uccidere il NK da un personaggio minore, senza un minimo di costruzione pregressa che invece Arya ha avuto (addestramento da Faceless, daga di Bran, etc.)  sarebbe risultato ancor più fuori luogo.

 

 

Arya intraprende l'addestramento da Faceless Men per motivi che con gli Estranei non hanno niente a che fare, non si parla mai di profezie e quando torna a Westeros ha in testa solo la vendetta contro Cersei, ma nella S8 di colpo diventa la prescelta al quadrato. Poi finita la battaglia torna al suo proposito originario, ammazzare Cersei. In pratica tutta la storia degli Estranei è solo una parentesi per renderla più f**a al pubblico e creare il grande colpo di scena. E quella che chiami "costruzione pregressa" è, almeno fino alla S6, roba che doveva essere finalizzata ad altro e che è stata retconata alla grande da D&D.

Share this post


Link to post
Share on other sites
58 minutes fa, King Glice dice:

Ma manco per nulla.

 

La costruzione di Arya sta nel suo progressivo allontanarsi dal suo lato umano mentre è ossessionata dalla vendetta.

 

La sua storyline non ha mai riguardato gli Estranei o le profezie.....

 

Perchè no? Non è forse vero che Arya non ha mai provato ad affrontare le sue paure? Non ha passato la sua vita a scappare? Non ho detto che deve riguardare gli Estranei nè le profezie, ma la questione della paura secondo me ci sta un sacco, per come la vedo io. 

 

Sulla costruzione pregressa concordo, manca in toto. Avrebbero dovuto farla. Prolungare di un po' la minaccia estranea per chiarire molti punti trattati troppo fretottolosamente già nella settima

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi, però non bisogna travisare quello che uno scrive. Nessuno ha detto che abbia fatto quel percorso con l'intento di uccidere il NK, ma solo che il percorso che ha fatto non sia così incompatibile con il farle uccidere, in quel contesto, il NK (una volta deciso che non sarebba stato Jon, cioè la scelta apparentemente ovvia).

 

Soprattutto, lo dicevo perchè son stati tirato in ballo alternative a mio avviso assurde, dicendo che sarebbero state meglio di Arya. Davvero se l'avessero fatto uccidere da Jaime  non ci saremmo lamentati tanto quanto, se non di più? Mi permetto di dubitarne  :unsure:

 

%d/%m/%Y %i:%s, JasonStark dice:

Arya non è stata un robot invincibile, nè un Power Ranger senza paura. Si vede il terrore mentre il Night King le cinge la gola, mentre scappa dai WW, mentre si rende conto di cosa davvero ha davanti a sè. Ma Arya sa reagire, e rialzarsi. Trovo che questo sia il nocciolo di tutta la storyline di Arya.

Concordo, anche io la vedo così :)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...