Jump to content
Sign in to follow this  
AryaSnow

Riassunto puntata 02x05

Recommended Posts

Mi ero dimenticata di non aver ancora risposto :Stralol:

 

Per me già si capisce che Hallyne è un piromante dal fatto che si trovano nella sede dei piromanti e ovviamente da tutto il discorso che fa, visto che descrive l'altofuoco e insiste a spiegare i suoi grandi poteri.

Comunque sì, verso la fine del dialogo viene detto "Sua Saggezza", quindi se lo si vuole aggiungere non mi cambia molto.

 

Ok per l'altra correzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

{{Puntata

| Titolo = 02x05 IL FANTASMA DELLA FORTEZZA

| Stagione = [[seconda stagione]]

| Serie = [[Game of Thrones]]

| Onda = 25 maggio 2012 - Sky

| Immagine = Screen02x05

| Legenda = <center>[[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] a [[Qarth]]</center>

| TitoloO = ''The Ghost of Harrenhal''

| OndaO = 29 aprile 2012 - HBO

| Durata = 55:00

| Scrittura = David Benioff e David B. Weiss

| Direzione = David Petrarca

| Capitoli = [[ACOK20]] - [[ACOK27]] - [[ACOK30]] - [[ACOK33]] - [[ACOK34]] - [[ACOK35]] - [[ACOK36]] - [[ACOK37]] - [[ACOK39]] - [[ACOK40]] - [[ACOK42]] - [[ACOK43]]

| Precedente = [[il giardino di ossa|02x04 - Il giardino di ossa]]

| Corrente = [[il fantasma della fortezza|02x05 - Il fantasma della fortezza]]

| Successivo = [[Vecchi e nuovi dei|02x06 - Vecchi e nuovi dei]]

}}

 

[[il fantasma della fortezza]] (''The Ghost of Harrenhal'' in lingua originale) è la quinta puntata della [[seconda stagione|seconda stagione]] di ''[[Game of Thrones]]''.

 

Il titolo della puntata deriva dall'appellativo che [[Arya Stark]] conia per sé stessa durante la sua permanenza ad [[Harrenhal]].<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Sinossi ==

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Nel corso di un'udienza notturna nell'accampamento di [[Renly Baratheon]], [[Catelyn Tully|Catelyn Stark]] assicura al giovane aspirante sovrano che suo figlio [[Robb Stark|Robb]] non ha alcuna intenzione di avanzare pretese sul [[Trono di Spade]]. Convinto da quelle parole, [[Renly Baratheon|Renly]] dichiara di poter concedere al [[Robb Stark|Giovane Lupo]] il dominio su tutte le terre a nord del [[Moat Cailin]] inclusa la possibilità di farsi chiamare [[Re del Nord]], a patto che gli giuri fedeltà. Dubbiosa su quest'ultimo punto, la donna gli chiede cosa [[Renly Baratheon|Renly]] offrirà in cambio, e questi promette di combattere i [[Nobile Casa Lannister|Lannister]] al fianco degli [[Nobile Casa Stark|Stark]] dopo aver distrutto l'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Catelyn]] cerca di convincerlo ad evitare lo scontro con il fratello, ma l'interlocutore ritiene destinato a fallire ogni tentativo di pace con lui e invita la donna a riferire la sua proposta a [[Robb Stark|Robb]]. Subito dopo, un'ombra entra velocemente dall'ingresso della tenda, e dopo essersi posizionata alle spalle di [[Renly Baratheon|Renly]] lo infilza con una lama uccidendolo. [[brienne Tarth|Brienne]], presente perché incaricata di assisterlo quella notte, urla per la disperazione tenendolo tra le braccia. In quel momento sopraggiungono altri membri della [[Guardia Arcobaleno]], che vedendo il cadavere incolpano dell'accaduto la giovane guerriera e la attaccano. [[brienne Tarth|Brienne]] si difende uccidendoli dopo un breve combattimento e [[Catelyn Tully|Catelyn]] la invita a fuggire, dicendo che se rimane verrà condannata a morte e facendole presente che in tal caso non potrà vendicare la morte di [[Renly Baratheon|Renly]]. Queste ultime parole convincono [[brienne Tarth|Brienne]] e le due donne escono in fretta dalla tenda.

 

Al mattino le navi di [[stannis Baratheon|Stannis]] si avvicinano alla costa su cui è situato l'accampamento di [[Renly Baratheon|Renly]]. Nel frattempo, nella tenda del defunto, [[Loras Tyrell|Loras]] e [[Margaery Tyrell]] parlano sul da farsi quando fa il suo ingresso [[Petyr Baelish]] che fa presente che presto i vecchi alleati di [[Renly Baratheon|Renly]] si uniranno al fratello e cercheranno di vendergli [[Loras Tyrell|Loras]]. Il giovane [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]] vuole restare ad affrontare [[stannis Baratheon|Stannis]] ritenendolo colpevole dell'accaduto, essendo quello che ne ha tratto maggiore profitto, ma [[Petyr Baelish|Ditocorto]] gli fa notare che agendo impulsivamente non riuscirà ad ottenere vendetta e che per avere la sua rivalsa su [[stannis Baratheon|Stannis]] dovrà scegliere una strada più astuta. [[Margaery Tyrell]] concorda con queste parole e invita il fratello a sellare i cavalli per partire. Persuaso, [[Loras Tyrell|Loras]] si allontana lasciando la sorella sola con [[Petyr Baelish|Lord Baelish]]; la giovane vedova allora commenta che, anche se [[Renly Baratheon|Renly]] si definiva re, di fatto non lo era ancora, e dichiara a [[Petyr Baelish|Ditocorto]] la propria volontà di diventare questa volta una vera regina.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Ricevuta la notizia della morte di [[Renly Baratheon]], [[Cersei Lannister|Cersei]] ne discute con [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]], che le riferisce l'esistenza di voci discordanti sull'identità del colpevole. Inoltre consiglia alla sorella di non rallegrarsi troppo per l'evento, facendo presente che ora le forze di [[Renly Baratheon|Renly]] vorranno unirsi a [[stannis Baratheon|Stannis]], che avrebbe così una superiorità numerica sia in terra che in mare. Cambiando argomento, la regina gli rivolge commenti acidi sulle sue intenzioni di mandare la principessa [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] a [[Dorne]], non avendo ancora accettato questa prospettiva. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] cerca però di tornare a parlare di questioni militari, ribadendo l'importanza dell'essere pronti ad un prossimo attacco di [[stannis Baratheon|Stannis]], ma [[Cersei Lannister|Cersei]] si limita a dire che sono già stati presi provvedimenti per tale eventualità, rifiutandosi di fornirgli informazioni più specifiche.

 

Per le strade di [[Approdo del Re]], all'interno della sua portantina, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] incontra segretamente il cugino [[Lancel Lannister|Lancel]], che gli rivela che l'arma a cui alludeva [[Cersei Lannister|Cersei]] è l'[[Altofuoco|altofuoco]]. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] esita a credergli, minacciando di nuovo di svelare la sua relazione con la regina, ma il giovane insiste assicurando che i [[Piromanti|piromanti]] ne hanno già pronte migliaia di ampolle da scagliate dalle mura della città contro gli assalitori. Alla fine [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si mostra più convinto e caccia [[Lancel Lannister|Lancel]] in malo modo dalla portantina.

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Camminando in mezzo all'accampamento del suo accresciuto esercito [[stannis Baratheon]] viene raggiunto da [[Davos Seaworth|Ser Davos]], che gli fa notare che la gente compiange il defunto [[Renly Baratheon|Renly]]. Il pretendente al trono dice di essere triste al ricordo della giovinezza passata insieme al fratello, ma di non sentire la mancanza dell'uomo che poi [[Renly Baratheon|Renly]] è diventato; quando [[Davos Seaworth|Davos]] cerca di parlargli dello spaventoso fenomeno magico a cui ha assistito nella grotta con [[Melisandre]], [[stannis Baratheon|Stannis]] lo liquida dicendo di non volerne sapere niente e mettendo l'accento sul fatto che ora tutti gli alleati di suo fratello, eccetto i [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]], sono passati dalla sua parte, rendendogli possibile conquistare finalmente il [[Trono di Spade]]. Dopo altri inutili tentativi di parlare della magia di [[Melisandre]], [[Davos Seaworth|Davos]] gli chiede delucidazioni sul loro futuro attacco ad [[Approdo del Re]] e suggerisce di non coinvolgere la [[Preti rossi|sacerdotessa rossa]] nell'operazione perché in quel caso i suoi alfieri attribuirebbero il merito della vittoria alla donna anziché a lui. Persuaso da quelle parole, [[stannis Baratheon|Stannis]] gli promette di salpare per [[Approdo del Re]] senza di lei, affidando però a [[Davos Seaworth|Ser Davos]] stesso il comando della flotta.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

[[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e [[bronn]] camminano per le strade di [[Approdo del Re]] e parlano della superiorità numerica dell'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]] e di come affrontarlo. Ad un certo punto, incontrano un predicatore che denuncia ad una folla la corruzione della capitale, citando anche la relazione incestuosa da cui [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] è nato. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] concorda quando il predicatore accusa il giovane sovrano di essere marcio, ma si sorprende quando i suoi gli insulti arrivano a colpire lui stesso, che viene definito scimmia deforme. [[bronn]] allora gli spiega che la gente lo ritiene colpevole di avere una nefasta influenza sulle decisioni di [[Joffrey Baratheon|Joffrey]].

 

=== Continente Occidentale, Isola di Pyke ===

Dalla costa [[Theon Greyjoy|Theon]] guarda con soddisfazione la ''[[strega del mare]]'', la nave a lui assegnata per la missione di saccheggio dei villaggi situati sulla [[Costa Pietrosa]]. Poi si rivolge con fare autoritario al gruppo di [[uomini di Ferro]] intenti a preparare le scialuppe con cui raggiungere l'imbarcazione, promettendo loro ricompense se svolgeranno bene il loro incarico, ma, per nulla impressionati, i pirati ridono alle parole di [[Theon Greyjoy|Theon]] e uno di loro, [[Lorren]], lo prende in giro per la sua inesperienza. Offeso, il giovane reagisce minacciando di farlo impiccare per tradimento, ma in quel momento sopraggiunge [[Asha Greyjoy|Yara]], che si unisce agli altri nello schernirlo mettendo in luce la sua mancanza di autorità e vantandosi del fatto che [[balon Greyjoy|Lord Balon]] le ha affidato il comando di ben trenta navi. Arriva poi un uomo che si presenta come [[Dagmer]], il più alto ufficiale sotto il comando di [[Theon Greyjoy|Theon]], che si offre di accompagnarlo alla nave e gli dice che per ottenere il rispetto degli [[uomini di Ferro]] deve dar prova del suo valore. Il giovane ritiene difficile farlo con il misero incarico che il padre gli ha assegnato, ma [[Dagmer]] sostiene che un vero [[uomini di Ferro|Uomo di Ferro]] fa ciò che desidera invece di obbedire ad ogni ordine. Considerando quelle parole, [[Theon Greyjoy|Theon]] commenta che [[Piazza di Thorren]], bottino ben più allettante dei villaggi della [[Costa Pietrosa]], si trova nelle vicinanze, ma che se dovessero prenderla ben presto giungerebbero truppe da [[Grande Inverno]] per liberarla. Mentre riflette su queste dinamiche, gli viene in mente un piano che lo spinge a sorridere con soddisfazione.

 

=== Continente Occidentale, Harrenhal ===

Svolgendo le sue mansioni di coppiera, [[Arya Stark]] ascolta il consiglio di guerra di [[Tywin Lannister]] e dei suoi alfieri. Questi ultimi cercano di mettere in luce le debolezze di [[Robb Stark]] presentando i motivi per cui potrebbe fallire a breve, ma [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] raccomanda di non sottovalutare il giovane, che si è dimostrato portato per il comando militare ed è adorato dai suoi uomini, e chiede proposte di strategie militari più costruttive. Suo cugino [[Reginald Lannister]] propone di prendersi un po' di riposo, ma [[Tywin Lannister|Tywin]] gli risponde umiliandolo e cacciandolo via. Poi, vedendo che [[Arya Stark|Arya]] è sul punto di versargli del vino, la blocca e le ordina di servire acqua, per poi trattenerla e interrogarla sulle sue origini. La ragazza inizialmente dice di provenire da [[Maidenpool]], ma viene subito smascherata in quanto non riesce a ricordare l'emblema della [[Nobile Casa Mooton|Casa Mooton]] che la governa; confessa allora di essere del [[Nord]], pur inventando di essere cresciuta a [[barrowton]] della [[Nobile Casa Dustin|Casa Dustin]]. [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] le chiede cosa dicano di [[Robb Stark]] dalle sue parti e lei gli riferisce le voci sui suoi presunti poteri sovrannaturali, inclusa l'immortalità, a cui però dichiara di non credere in quanto convinta che chiunque possa essere ucciso.

 

Andando a prendere l'acqua nel cortile, [[Arya Stark|Arya]] incappa in un gruppo di soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], tra cui riconosce con stupore [[Jaqen H'ghar]], il misterioso straniero che ha salvato dalle fiamme durante l'attacco di [[Amory Lorch|Ser Amory]]. Cerca di allontanarsi e di nascondersi alla sua vista, ma poco più avanti, in una galleria del castello, lo incontra da solo; [[Jaqen H'ghar|Jaqen]] le raccomanda di non rivelare a nessuno la sua identità e le rivela di aver sempre saputo che lei è una femmina, ma di non averlo svelato per non rovinare i suoi segreti. [[Arya Stark|Arya]], arrabbiata, lo accusa di essere entrato a far parte dei soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], ma l'uomo le fa notare che anche lei al momento si trova al loro servizio; le dice inoltre di essere in debito con lei di tre vite, corrispondenti ai tre criminali che ha salvato dalle fiamme, e le promette di uccidere tre persone da lei scelte, in modo da controbilanciare le vite scampate alla morte. Impulsivamente [[Arya Stark|Arya]] nomina subito il torturatore [[Messer Sottile]] e l'assassino le lascia intendere che si occuperà della faccenda.

 

=== Continente Occidentale, Pugno dei Primi Uomini ===

I [[Guardiani della Notte]] giungono al [[Pugno dei Primi Uomini]]. Il [[Lord Comandante dei Guardiani della Notte|Lord Comandante]] [[Jeor Mormont]] osserva che [[Qhorin|Qhorin il Monco]] non è ancora arrivato; [[Jon Snow]] ricorda le storie che circolano sul conto del leggendario veterano e [[Jeor Mormont|Lord Mormont]] gliele conferma, dicendo che [[Qhorin]] ha passato un intero inverno nelle [[Terre Oltre la Barriera]] e che solo un uomo come lui è in grado di sopravvivere in tali circostanze. [[samwell Tarly]], invece, contempla la bellezza del posto, ipotizzando che piacerebbe a [[Gilly]]; poi, mentre gli altri confratelli allestiscono l'accampamento, inizia a fare osservazioni storiche sulla sua antichità irritando [[Eddison Tollett|Edd l'Addolorato]], e [[Jon Snow|Jon]] fa notare che probabilmente i [[Primi Uomini]] hanno usato il luogo per difendersi da qualcosa da cui erano spaventati. All'improvviso si sente il suono di un corno e i [[Guardiani della Notte]] rimangono in attesa, visto che un eventuale secondo segnale segnalerebbe l'arrivo dei [[Popoli Libero|Bruti]]. [[samwell Tarly|Sam]] ricorda che tre suoni di corno indicano invece la presenza di [[Estranei]], anche se tale eventualità non si ripresenta da migliaia di anni. Nel frattempo in lontananza [[Jon Snow|Jon]] scorge il contingente di [[Qhorin|Qhorin il Monco]] in arrivo.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Mentre [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] esamina un'ampolla di [[Altofuoco|altofuoco]] nella sede dei [[Piromanti|piromanti]], [[sua Saggezza]] [[Hallyne]] gli raccomanda di maneggiarla con cautela e illustra le straordinarie proprietà distruttive della sostanza, in grado di bruciare pietra, acciaio e carne umana. [[bronn]] si mostra scettico, viste le innumerevoli truffe a cui ha assistito, ma [[Hallyne]] assicura che l'[[Altofuoco|altofuoco]] è fuoco allo stato liquido e che i [[Piromanti|piromanti]] hanno perfezionato per secoli la sua formula. Passa poi a illustrare l'uso militare della sostanza, che dovrebbe essere scagliata contro il nemico tramite catapulte, ma [[bronn]] si dichiara di nuovo diffidente spiegando come in battaglia, a causa della confusione, l'[[Altofuoco|altofuoco]] rischia di ritorcersi contro lo schieramento che lo usa. Nel frattempo, [[Hallyne]] conduce i visitatori nella stanza in cui sono custodite tutte le ampolle, facendo rimanere [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] a bocca aperta per la loro quantità e spiegando che in tutto sono settemilaottocentoundici, frutto del loro lavoro instancabile su incarico della regina [[Cersei Lannister|Cersei]] e sufficienti a bruciare l'intera flotta di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Il Folletto]] è inquieto all'idea e quindi, dopo avergli fatto presente che tutto quell' [[Altofuoco|altofuoco]] potrebbe anche distruggere l'intera città, gli ordina di produrlo da ora in poi per lui anziché per sua sorella.

 

 

=== Continente Orientale, Qarth ===

Nella residenza di [[Xaro Xhoan Daxos]], [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] e [[Doreah]] guardano il piccolo [[Drogon]] sputare una fiammata su un pezzo di carne cruda quando la [[Khaleesi|khaleesi]] pronuncia la parola “Dracarys” e poi mangiarlo. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] commenta soddisfatta che da ora in poi il [[Draghi|drago]] sarà in grado di nutrirsi da solo e ordina all’ancella di metterlo in gabbia a riposare. Quando [[irri]] le parla del lavoro che ha fatto per riparare i suoi indumenti, [[Doreah]] cerca di distogliere l’attenzione della [[Khaleesi|khaleesi]] mostrando il lussuoso vestito che [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] le ha donato, fatto cucire per lei e decantandone la sua ricchezza. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] cerca di essere cauta, dicendosi insicura su di non sapere ancora niente di [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] e suggerendo a [[Doreah]] di sfruttare le sue abilità sessuali per strappare informazioni agli altri abitanti della città; quando questa riprende a decantare elogiare il vestito, dicendo che farà assomigliare [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Dany]] qui userei il diminutvo, siamo pieni di Daenerys e di Khaleesi, che dite? :) ad una principessa, [[irri]] sbotta dicendo che la padrona è una [[Khaleesi|khaleesi]] e non una principessa, ma che dovrebbe indossarlo comunque per educazione verso l’uomo che la ospita.
Più tardi [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] partecipa ad una festa tenuta nella residenza e conversa con i diversi abitanti di [[Qarth]], tenendo d’occhio da lontano [[Doreah]] che cerca di sedurre alcuni uomini. Ad un certo punto nota l’interesse di alcuni suoi guerrieri [[Dothraki|dothraki]] per una statua d’oro ornata di pietre preziose e, interrogandoli, scopre che vorrebbero saccheggiare il palazzo al momento della loro partenza. La [[Khaleesi|khaleesi]] li rimprovera per l’ingratitudine verso chi li ha salvati dalla [[Desolazione Rossa]] e proibisce di fare simili progetti. Poi si sofferma a parlare con [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] delle indesiderate abitudini dei [[Dothraki|dothraki]], dicendo di non volere che compiano simili certe azioni sotto il suo comando, ma viene interrotta dallo stregone [[Pyat Pree]], che le illustra un trucco magico in cui, dopo aver dato alla ragazza una gemma da osservare, fa comparire poco più lontano un uomo identico a lui. La invita quindi a visitare la [[Casa degli Eterni]] quando si sarà stancata degli intrattenimenti di [[Xaro Xhoan Daxos]], ma proprio in quel momento interviene [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] stesso, che si scusa con la [[Khaleesi|khaleesi]] per il disagio e sminuisce i poteri degli stregoni. Mentre [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] guarda la ragazza allontanarsi con il ricco mercante, una donna misteriosa con indosso una strana maschera, [[Quaithe]], gli raccomanda di vegliare su di lei, in quanto gli uomini saranno sempre più desiderosi di impadronirsi dei suoi [[Draghi|draghi]], che sono in grado di fornire grande potere a chi li possiede.
=== Continente Occidentale, Terre dei Fiumi ===
Durante una sosta vicino ad un fiume [[brienne Tarth|Brienne]] dice con insistenza a [[Catelyn Tully|Catelyn]] che l’ombra che ha ucciso [[Renly Baratheon|Renly]] aveva le sembianze di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Lady Stark]] non ne è poco molto convinta a riguardo, ma e cambia argomento dicendo che quando arriveranno all ’accampamento di [[Robb Stark|Robb]] si fermerà lì per breve tempo, solo per raccontargli l’evento a cui ha assistito, e che dopo farà ritorno a [[Grande Inverno]] per rivedere i suoi figli [[brandon Stark (Bran)|Bran]] e [[Rickon Stark|Rickon]]. Ripensando alla propria famiglia, [[brienne Tarth|Brienne]] racconta di non aver mai conosciuto sua madre e [[Catelyn Tully|Catelyn]] confida che anche la sua è morta di parto. Poi la guerriera le chiede il permesso di andare a vendicare [[Renly Baratheon|Renly]] una volta che il loro viaggio sarà finito, ma [[Catelyn Tully|Lady Stark]] le fa presente l’avventatezza di tale piano, visto che [[stannis Baratheon|Stannis]] è circondato da guardie, e conclude che seguire [[Renly Baratheon|Renly]] nell’ oltretomba non servirà a nulla. [[brienne Tarth|Brienne]] si offre allora di entrare al servizio di [[Catelyn Tully|Catelyn]], lodandola per il suo coraggio, per quanto diverso da quello guerriero e tipico di una donna, e chiedendole solo di non trattenerla quando giungerà il momento della sua vendetta. Ottenuta la promessa desiderata, porge la sua spada al piedi di [[Catelyn Tully|Catelyn]] e le recita il suo giuramento di giura fedeltà, venendo ricambiata dal giuramento di darle sempre ospitalità e di non imporle incarichi che possano disonorarla.

 

 

== Audience ==

Il quindicesimo episodio di ''[[Game of Thrones]]'' ha ottenuto alla prima messa in onda il 29 aprile 2012 3,9 milioni di spettatori, raggiungendo i 4,7 milioni durante la messa in onda in differita la medesima sera.<ref name="EWpr">[http: / / w w w .ew.com/article/2012/05/01/game-of-thrones-ratings-2 Entertainment Weekly 01/05/2012]</ref>

 

La prima messa in onda italiana il 25 maggio 2012 su Sky Cinema 1 e Sky Cinema +1 ha visto un pubblico complessivo di 390.000 spettatori.<ref name="ItaSky">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/58848/ascolti-satellite-di-venerdi-25-maggio-2012-in-crescita-criminal-minds-479-000-spettatori-e-il-trono-di-spade-a-quota-380-000-nel-doppio-episodio Dati Auditel canali satellitari 25/05/2012]</ref> In chiaro, il 20 febbraio 2014 su Rai4, la tredicesima puntata della serie televisiva ha invece ottenuto 317.000 spettatori, per uno share complessivo del'1,22%.<ref name="ItaRai">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/93551/ascolti-tv-di-giovedi-20-febbraio-2014 Dati Auditel canali in chiaro 20/02/2014]</ref>

 

== Note ==

<references />

 

 

{{Puntate}}

 

{{Portale | Argomento1 = Serie TV}}

<noinclude>[[Categoria:Puntate]] [[Categoria:Seconda stagione]] [[Categoria:Serie TV]]</noinclude>

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

dicendosi insicura su di non sapere ancora niente di [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]]

 

Qui secondo me è meglio la forma di prima, perché essere insicuri secondo me almeno in questo contesto non è la stessa cosa.

Dany mette l'accento proprio sulla mancanza di informazioni (infatti dice a Doreah di indagare), e non tanto sulla sicurezza di potersi fidare di lui. Poi certo, dalla mancanza di informazioni deriva anche la mancanza di sicurezza, ma preferisco essere più precisa riguardo a cosa dice Dany nella scena.

 

Per il resto ok.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potremmo mettere allora:

 

[[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] cerca di essere cauta, dichiarando di non sapere ancora nulla di o su? [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]]

 

 

 

Che ne dici?

Share this post


Link to post
Share on other sites

{{Puntata

| Titolo = 02x05 IL FANTASMA DELLA FORTEZZA

| Stagione = [[seconda stagione]]

| Serie = [[Game of Thrones]]

| Onda = 25 maggio 2012 - Sky

| Immagine = Screen02x05

| Legenda = <center>[[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] a [[Qarth]]</center>

| TitoloO = ''The Ghost of Harrenhal''

| OndaO = 29 aprile 2012 - HBO

| Durata = 55:00

| Scrittura = David Benioff e David B. Weiss

| Direzione = David Petrarca

| Capitoli = [[ACOK20]] - [[ACOK27]] - [[ACOK30]] - [[ACOK33]] - [[ACOK34]] - [[ACOK35]] - [[ACOK36]] - [[ACOK37]] - [[ACOK39]] - [[ACOK40]] - [[ACOK42]] - [[ACOK43]]

| Precedente = [[il giardino di ossa|02x04 - Il giardino di ossa]]

| Corrente = [[il fantasma della fortezza|02x05 - Il fantasma della fortezza]]

| Successivo = [[Vecchi e nuovi dei|02x06 - Vecchi e nuovi dei]]

}}

 

[[il fantasma della fortezza]] (''The Ghost of Harrenhal'' in lingua originale) è la quinta puntata della [[seconda stagione|seconda stagione]] di ''[[Game of Thrones]]''.

 

Il titolo della puntata deriva dall'appellativo che [[Arya Stark]] conia per sé stessa durante la sua permanenza ad [[Harrenhal]].<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Sinossi ==

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Nel corso di un'udienza notturna nell'accampamento di [[Renly Baratheon]], [[Catelyn Tully|Catelyn Stark]] assicura al giovane aspirante sovrano che suo figlio [[Robb Stark|Robb]] non ha alcuna intenzione di avanzare pretese sul [[Trono di Spade]]. Convinto da quelle parole, [[Renly Baratheon|Renly]] dichiara di poter concedere al [[Robb Stark|Giovane Lupo]] il dominio su tutte le terre a nord del [[Moat Cailin]] inclusa la possibilità di farsi chiamare [[Re del Nord]], a patto che gli giuri fedeltà. Dubbiosa su quest'ultimo punto, la donna gli chiede cosa [[Renly Baratheon|Renly]] offrirà in cambio, e questi promette di combattere i [[Nobile Casa Lannister|Lannister]] al fianco degli [[Nobile Casa Stark|Stark]] dopo aver distrutto l'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Catelyn]] cerca di convincerlo ad evitare lo scontro con il fratello, ma l'interlocutore ritiene destinato a fallire ogni tentativo di pace con lui e invita la donna a riferire la sua proposta a [[Robb Stark|Robb]]. Subito dopo, un'ombra entra velocemente dall'ingresso della tenda e dopo essersi posizionata alle spalle di [[Renly Baratheon|Renly]] lo infilza con una lama uccidendolo. [[brienne Tarth|Brienne]], presente perché incaricata di assisterlo quella notte, urla per la disperazione tenendolo tra le braccia. In quel momento sopraggiungono altri membri della [[Guardia Arcobaleno]], che vedendo il cadavere incolpano dell'accaduto la giovane guerriera e la attaccano. [[brienne Tarth|Brienne]] si difende uccidendoli dopo un breve combattimento e [[Catelyn Tully|Catelyn]] la invita a fuggire, dicendo che se rimane verrà condannata a morte e facendole presente che in tal caso non potrà vendicare la morte di [[Renly Baratheon|Renly]]. Queste ultime parole convincono [[brienne Tarth|Brienne]] e le due donne escono in fretta dalla tenda.

 

Al mattino le navi di [[stannis Baratheon|Stannis]] si avvicinano alla costa su cui è situato l'accampamento di [[Renly Baratheon|Renly]]. Nel frattempo, nella tenda del defunto, [[Loras Tyrell|Loras]] e [[Margaery Tyrell]] parlano sul da farsi quando fa il suo ingresso [[Petyr Baelish]] che fa presente che presto i vecchi alleati di [[Renly Baratheon|Renly]] si uniranno al fratello e cercheranno di vendergli [[Loras Tyrell|Loras]]. Il giovane [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]] vuole restare ad affrontare [[stannis Baratheon|Stannis]] ritenendolo colpevole dell'accaduto, essendo quello che ne ha tratto maggiore profitto, ma [[Petyr Baelish|Ditocorto]] gli fa notare che agendo impulsivamente non riuscirà ad ottenere vendetta e che per avere la sua rivalsa su [[stannis Baratheon|Stannis]] dovrà scegliere una strada più astuta. [[Margaery Tyrell]] concorda con queste parole e invita il fratello a sellare i cavalli per partire. Persuaso, [[Loras Tyrell|Loras]] si allontana lasciando la sorella sola con [[Petyr Baelish|Lord Baelish]]; la giovane vedova allora commenta che, anche se [[Renly Baratheon|Renly]] si definiva re di fatto non lo era ancora, e dichiara a [[Petyr Baelish|Ditocorto]] la propria volontà di diventare questa volta una vera regina.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Ricevuta la notizia della morte di [[Renly Baratheon]], [[Cersei Lannister|Cersei]] ne discute con [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]], che le riferisce l'esistenza di voci discordanti sull'identità del colpevole. Inoltre consiglia alla sorella di non rallegrarsi troppo per l'evento, facendo presente che ora le forze di [[Renly Baratheon|Renly]] vorranno unirsi a [[stannis Baratheon|Stannis]], che avrebbe così una superiorità numerica sia in terra che in mare. Cambiando argomento, la regina gli rivolge commenti acidi sulle sue intenzioni di mandare la principessa [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] a [[Dorne]], non avendo ancora accettato questa prospettiva. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] cerca però di tornare a parlare di questioni militari, ribadendo l'importanza dell'essere pronti ad un prossimo attacco di [[stannis Baratheon|Stannis]], ma [[Cersei Lannister|Cersei]] si limita a dire che sono già stati presi provvedimenti per tale eventualità, rifiutandosi di fornirgli informazioni più specifiche.

 

Per le strade di [[Approdo del Re]], all'interno della sua portantina, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] incontra segretamente il cugino [[Lancel Lannister|Lancel]], che gli rivela che l'arma a cui alludeva [[Cersei Lannister|Cersei]] è l'[[Altofuoco|altofuoco]]. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] esita a credergli, minacciando di nuovo di svelare la sua relazione con la regina, ma il giovane insiste assicurando che i [[Piromanti|piromanti]] ne hanno già pronte migliaia di ampolle da scagliate dalle mura della città contro gli assalitori. Alla fine [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si mostra più convinto e caccia [[Lancel Lannister|Lancel]] in malo modo dalla portantina.

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Camminando in mezzo all'accampamento del suo accresciuto esercito [[stannis Baratheon]] viene raggiunto da [[Davos Seaworth|Ser Davos]], che gli fa notare che la gente compiange il defunto [[Renly Baratheon|Renly]]. Il pretendente al trono dice di essere triste al ricordo della giovinezza passata insieme al fratello, ma di non sentire la mancanza dell'uomo che poi [[Renly Baratheon|Renly]] è diventato; quando [[Davos Seaworth|Davos]] cerca di parlargli dello spaventoso fenomeno magico a cui ha assistito nella grotta con [[Melisandre]], [[stannis Baratheon|Stannis]] lo liquida dicendo di non volerne sapere niente e mettendo l'accento sul fatto che ora tutti gli alleati di suo fratello, eccetto i [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]], sono passati dalla sua parte, rendendogli possibile conquistare finalmente il [[Trono di Spade]]. Dopo altri inutili tentativi di parlare della magia di [[Melisandre]], [[Davos Seaworth|Davos]] gli chiede delucidazioni sul loro futuro attacco ad [[Approdo del Re]] e suggerisce di non coinvolgere la [[Preti rossi|sacerdotessa rossa]] nell'operazione perché in quel caso i suoi alfieri attribuirebbero il merito della vittoria alla donna anziché a lui. Persuaso da quelle parole, [[stannis Baratheon|Stannis]] gli promette di salpare per [[Approdo del Re]] senza di lei, affidando però a [[Davos Seaworth|Ser Davos]] stesso il comando della flotta.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

[[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e [[bronn]] camminano per le strade di [[Approdo del Re]] e parlano della superiorità numerica dell'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]] e di come affrontarlo. Ad un certo punto, incontrano un predicatore che denuncia ad una folla la corruzione della capitale, citando anche la relazione incestuosa da cui [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] è nato. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] concorda quando il predicatore accusa il giovane sovrano di essere marcio, ma si sorprende quando gli insulti arrivano a colpire lui stesso, che viene definito scimmia deforme. [[bronn]] allora gli spiega che la gente lo ritiene colpevole di avere una nefasta influenza sulle decisioni di [[Joffrey Baratheon|Joffrey]].

 

=== Continente Occidentale, Isola di Pyke ===

Dalla costa [[Theon Greyjoy|Theon]] guarda con soddisfazione la ''[[strega del mare]]'', la nave a lui assegnata per la missione di saccheggio dei villaggi situati sulla [[Costa Pietrosa]]. Poi si rivolge con fare autoritario al gruppo di [[uomini di Ferro]] intenti a preparare le scialuppe con cui raggiungere l'imbarcazione, promettendo loro ricompense se svolgeranno bene il loro incarico, ma, per nulla impressionati, i pirati ridono alle sue parole di [[Theon Greyjoy|Theon]] e uno di loro, [[Lorren]], lo prende in giro per la sua inesperienza. Offeso, il giovane reagisce minacciando di farlo impiccare per tradimento, ma in quel momento sopraggiunge [[Asha Greyjoy|Yara]], che si unisce agli altri nello schernirlo mettendo in luce la sua mancanza di autorità e vantandosi del fatto che [[balon Greyjoy|Lord Balon]] le ha affidato il comando di ben trenta navi. Arriva poi un uomo che si presenta come [[Dagmer]], il più alto ufficiale sotto il comando di [[Theon Greyjoy|Theon]], che si offre di accompagnarlo alla nave e gli dice che per ottenere il rispetto degli [[uomini di Ferro]] deve dar prova del suo valore. Il giovane ritiene difficile farlo con il misero incarico che il padre gli ha assegnato, ma [[Dagmer]] sostiene che un vero [[uomini di Ferro|Uomo di Ferro]] fa ciò che desidera invece di obbedire ad ogni ordine. Considerando quelle parole, [[Theon Greyjoy|Theon]] commenta che [[Piazza di Thorren]], bottino ben più allettante dei villaggi della [[Costa Pietrosa]], si trova nelle vicinanze, ma che se dovessero prenderla ben presto giungerebbero truppe da [[Grande Inverno]] per liberarla. Mentre riflette su queste dinamiche, gli viene in mente un piano che lo spinge a sorridere con soddisfazione.

 

=== Continente Occidentale, Harrenhal ===

Svolgendo le sue mansioni di coppiera, [[Arya Stark]] ascolta il consiglio di guerra di [[Tywin Lannister]] e dei suoi alfieri. Questi ultimi cercano di mettere in luce le debolezze di [[Robb Stark]] presentando i motivi per cui potrebbe fallire a breve, ma [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] raccomanda di non sottovalutare il giovane, che si è dimostrato portato per il comando militare ed è adorato dai suoi uomini, e chiede proposte di strategie militari più costruttive. Suo cugino [[Reginald Lannister]] propone di prendersi un po' di riposo, ma [[Tywin Lannister|Tywin]] gli risponde umiliandolo e cacciandolo via. Poi, vedendo che [[Arya Stark|Arya]] è sul punto di versargli del vino, la blocca e le ordina di servire acqua, per poi trattenerla e interrogarla sulle sue origini. La ragazza inizialmente dice di provenire da [[Maidenpool]], ma viene subito smascherata in quanto non riesce a ricordare l'emblema della [[Nobile Casa Mooton|Casa Mooton]] che la governa; confessa allora di essere del [[Nord]], pur inventando di essere cresciuta a [[barrowton]] della [[Nobile Casa Dustin|Casa Dustin]]. [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] le chiede cosa dicano di [[Robb Stark]] dalle sue parti e lei gli riferisce le voci sui suoi presunti poteri sovrannaturali, inclusa l'immortalità, a cui però dichiara di non credere in quanto convinta che chiunque possa essere ucciso.

 

Andando a prendere l'acqua nel cortile, [[Arya Stark|Arya]] incappa in un gruppo di soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], tra cui riconosce con stupore [[Jaqen H'ghar]], il misterioso straniero che ha salvato dalle fiamme durante l'attacco di [[Amory Lorch|Ser Amory]]. Cerca di allontanarsi e di nascondersi alla sua vista, ma poco più avanti, in una galleria del castello, lo incontra da solo; [[Jaqen H'ghar|Jaqen]] le raccomanda di non rivelare a nessuno la sua identità e le rivela di aver sempre saputo che lei è una femmina, ma di non averlo svelato per non rovinare i suoi segreti. [[Arya Stark|Arya]], arrabbiata, lo accusa di essere entrato a far parte dei soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], ma l'uomo le fa notare che anche lei al momento si trova al loro servizio; le dice inoltre di essere in debito con lei di tre vite, corrispondenti ai tre criminali che ha salvato dalle fiamme, e le promette di uccidere tre persone da lei scelte, in modo da controbilanciare le vite scampate alla morte. Impulsivamente [[Arya Stark|Arya]] nomina subito il torturatore [[Messer Sottile]] e l'assassino le lascia intendere che si occuperà della faccenda.

 

=== Continente Occidentale, Pugno dei Primi Uomini ===

I [[Guardiani della Notte]] giungono al [[Pugno dei Primi Uomini]]. Il [[Lord Comandante dei Guardiani della Notte|Lord Comandante]] [[Jeor Mormont]] osserva che [[Qhorin|Qhorin il Monco]] non è ancora arrivato; [[Jon Snow]] ricorda le storie che circolano sul conto del leggendario veterano e [[Jeor Mormont|Lord Mormont]] gliele conferma dicendo che [[Qhorin]] ha passato è riuscito a sopravvivere per un intero inverno nelle [[Terre Oltre la Barriera]] e che solo un uomo come lui è in grado di sopravvivere in tali circostanze. [[samwell Tarly]], invece, contempla la bellezza del posto, ipotizzando che piacerebbe a [[Gilly]]; poi, mentre gli altri confratelli allestiscono l'accampamento, inizia a fare osservazioni storiche sulla sua antichità irritando [[Eddison Tollett|Edd l'Addolorato]], e [[Jon Snow|Jon]] fa notare che probabilmente i [[Primi Uomini]] hanno usato il luogo per difendersi da qualcosa da cui erano spaventati. All'improvviso si sente il suono di un corno e i [[Guardiani della Notte]] rimangono in attesa, visto che un eventuale secondo segnale segnalerebbe l'arrivo dei [[Popoli Libero|Bruti]]. [[samwell Tarly|Sam]] ricorda che tre suoni di corno indicano invece la presenza di [[Estranei]], anche se tale eventualità non si ripresenta da migliaia di anni. Nel frattempo in lontananza [[Jon Snow|Jon]] scorge il contingente di [[Qhorin|Qhorin il Monco]] in arrivo.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Mentre [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] esamina un'ampolla di [[Altofuoco|altofuoco]] nella sede dei [[Piromanti|piromanti]], [[sua Saggezza]] [[Hallyne]] gli raccomanda di maneggiarla con cautela e illustra le straordinarie proprietà distruttive della sostanza, in grado di bruciare pietra, acciaio e carne umana. [[bronn]] si mostra scettico, viste le innumerevoli truffe a cui ha assistito, ma [[Hallyne]] assicura che l'[[Altofuoco|altofuoco]] è fuoco allo stato liquido e che i [[Piromanti|piromanti]] hanno perfezionato per secoli la sua formula. Passa poi a illustrare l'uso militare della sostanza, che dovrebbe essere scagliata contro il nemico tramite catapulte, ma [[bronn]] si dichiara di nuovo diffidente spiegando come in battaglia, a causa della confusione, l'[[Altofuoco|altofuoco]] rischia di ritorcersi contro lo schieramento che lo usa. Nel frattempo, [[Hallyne]] conduce i visitatori nella stanza in cui sono custodite tutte le ampolle, facendo rimanere [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] a bocca aperta per la loro quantità e spiegando che in tutto sono settemilaottocentoundici, frutto del loro lavoro instancabile su incarico della regina [[Cersei Lannister|Cersei]] e sufficienti a bruciare l'intera flotta di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Il Folletto]] è inquieto all'idea e quindi, dopo avergli fatto presente che tutto quell' [[Altofuoco|altofuoco]] potrebbe anche distruggere l'intera città, gli ordina di produrlo da ora in poi per lui anziché per sua sorella.

 

=== Continente Orientale, Qarth ===

Nella residenza di [[Xaro Xhoan Daxos]], [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] e [[Doreah]] guardano il piccolo [[Drogon]] sputare una fiammata su un pezzo di carne cruda quando la [[Khaleesi|khaleesi]] pronuncia la parola "Dracarys" e per poi mangiarlo. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] commenta soddisfatta che da ora in poi il [[Draghi|drago]] sarà in grado di nutrirsi da solo e ordina all'ancella di metterlo in gabbia a riposare. Quando [[irri]] le parla del lavoro che ha fatto per riparare i suoi indumenti Non ho capito il passaggio: come si lega al precedente?, [[Doreah]] cerca di distogliere l'attenzione della [[Khaleesi|khaleesi]] mostrando il lussuoso vestito che [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] le ha donato, decantandone la ricchezza. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] cerca di essere cauta, dichiarando di non sapere ancora nulla di [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] e suggerendo a [[Doreah]] di sfruttare le sue abilità sessuali per strappare informazioni agli altri abitanti della città; quando questa riprende a elogiare il vestito dicendo che farà assomigliare [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Dany]] ad una principessa, [[irri]] sbotta dicendo che la padrona è una [[Khaleesi|khaleesi]] e non una principessa, ma che dovrebbe indossarlo comunque per educazione verso l'uomo che la ospita.

 

Più tardi [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] partecipa ad una festa tenuta nella residenza e conversa con i diversi abitanti di [[Qarth]], tenendo d'occhio da lontano [[Doreah]] che cerca di sedurre alcuni uomini. Ad un certo punto nota l'interesse di alcuni suoi guerrieri [[Dothraki|dothraki]] per una statua d'oro ornata di pietre preziose e, interrogandoli, scopre che vorrebbero saccheggiare il palazzo al momento della loro partenza. La [[Khaleesi|khaleesi]] li rimprovera per l'ingratitudine verso chi li ha salvati dalla [[Desolazione Rossa]] e proibisce loro di fare simili progetti. Poi si sofferma a parlare con [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] delle indesiderate abitudini dei [[Dothraki|dothraki]], dicendo di non volere che compiano certe azioni sotto il suo comando, ma viene interrotta dallo stregone [[Pyat Pree]], che le illustra un trucco magico in cui, dopo aver dato alla ragazza una gemma da osservare, fa comparire poco più lontano un uomo identico a lui. La invita quindi a visitare la [[Casa degli Eterni]] quando si sarà stancata degli intrattenimenti di [[Xaro Xhoan Daxos]], ma proprio in quel momento interviene [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] stesso, che si scusa con la [[Khaleesi|khaleesi]] per il disagio e sminuisce i poteri degli stregoni Stregoni in generale o si sta riferendo agli Eterni?. Mentre [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] guarda la ragazza allontanarsi con il ricco mercante, una donna misteriosa con indosso una strana maschera, [[Quaithe]], gli raccomanda di vegliare su di lei in quanto gli uomini saranno sempre più desiderosi di impadronirsi dei suoi [[Draghi|draghi]], che sono in grado di fornire grande potere a chi li possiede.

 

=== Continente Occidentale, Terre dei Fiumi ===

Durante una sosta vicino ad un fiume [[brienne Tarth|Brienne]] dice con insistenza a [[Catelyn Tully|Catelyn]] che l'ombra che ha ucciso [[Renly Baratheon|Renly]] aveva le sembianze di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Lady Stark]] non ne è molto convinta e cambia argomento dicendo che quando arriveranno all'accampamento di [[Robb Stark|Robb]] si fermerà lì solo per raccontargli l'evento a cui ha assistito e che dopo farà ritorno a [[Grande Inverno]] per rivedere i suoi figli [[brandon Stark (Bran)|Bran]] e [[Rickon Stark|Rickon]]. Ripensando alla propria famiglia, [[brienne Tarth|Brienne]] racconta di non aver mai conosciuto sua madre e [[Catelyn Tully|Catelyn]] confida che anche la sua è morta di parto. Poi la guerriera le chiede il permesso di andare a vendicare [[Renly Baratheon|Renly]] una volta che il loro viaggio sarà finito, ma [[Catelyn Tully|Lady Stark]] le fa presente l'avventatezza di tale piano visto che [[stannis Baratheon|Stannis]] è circondato da guardie Qui secondo me è da intendere in senso figurato, tipo un "Stannis è ben protetto"... sinceramente messo così mi suona male e conclude che seguire [[Renly Baratheon|Renly]] nell' oltretomba non servirà a nulla. [[brienne Tarth|Brienne]] si offre allora di entrare al servizio di [[Catelyn Tully|Catelyn]] stessa, lodandola per il suo coraggio, per quanto diverso da quello guerriero e tipico di una donna, e chiedendole solo di non trattenerla quando giungerà il momento della sua vendetta. Ottenuta la promessa desiderata, porge la sua spada al piedi di [[Catelyn Tully|Catelyn]] e le giura fedeltà, venendo ricambiata dal giuramento di darle sempre ospitalità e di non imporle incarichi che possano disonorarla.

 

== Audience ==

Il quindicesimo episodio di ''[[Game of Thrones]]'' ha ottenuto alla prima messa in onda il 29 aprile 2012 3,9 milioni di spettatori, raggiungendo i 4,7 milioni durante la messa in onda in differita la medesima sera.<ref name="EWpr">[http: / / w w w .ew.com/article/2012/05/01/game-of-thrones-ratings-2 Entertainment Weekly 01/05/2012]</ref>

 

La prima messa in onda italiana il 25 maggio 2012 su Sky Cinema 1 e Sky Cinema +1 ha visto un pubblico complessivo di 390.000 spettatori.<ref name="ItaSky">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/58848/ascolti-satellite-di-venerdi-25-maggio-2012-in-crescita-criminal-minds-479-000-spettatori-e-il-trono-di-spade-a-quota-380-000-nel-doppio-episodio Dati Auditel canali satellitari 25/05/2012]</ref> In chiaro, il 20 febbraio 2014 su Rai4, la tredicesima puntata della serie televisiva ha invece ottenuto 317.000 spettatori, per uno share complessivo del'1,22%.<ref name="ItaRai">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/93551/ascolti-tv-di-giovedi-20-febbraio-2014 Dati Auditel canali in chiaro 20/02/2014]</ref>

 

== Note ==

<references />

 

 

{{Puntate}}

 

{{Portale | Argomento1 = Serie TV}}

 

<noinclude>[[Categoria:Puntate]] [[Categoria:Seconda stagione]] [[Categoria:Serie TV]]</noinclude>

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quando [[irri]] le parla del lavoro che ha fatto per riparare i suoi indumenti Non ho capito il passaggio: come si lega al precedente?

 

 

Semplicemente Irri interviene nel discorso per richiamare l'attenzione di Dany sul vestito.

 

ma proprio in quel momento interviene [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] stesso, che si scusa con la [[Khaleesi|khaleesi]] per il disagio e sminuisce i poteri degli stregoni Stregoni in generale o si sta riferendo agli Eterni?

 

 

Penso si riferisca agli stregoni come Pyat... Non so se lui sia un Eterno però :unsure:

 

una volta che il loro viaggio sarà finito, ma [[Catelyn Tully|Lady Stark]] le fa presente l'avventatezza di tale piano visto che [[stannis Baratheon|Stannis]] è circondato da guardie Qui secondo me è da intendere in senso figurato, tipo un "Stannis è ben protetto"... sinceramente messo così mi suona male

 

 

Beh è quello che dice Brienne. In alternativa come scriveresti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me no.

Non mi sembra simile a quelli che (nel libro) Dany incontra in fondo alla Casa degli Eterni.

Comunque nel dubbio mi limiterei a usare le parole della scena e scrivere stregoni e basta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

{{Puntata

| Titolo = 02x05 IL FANTASMA DELLA FORTEZZA

| Stagione = [[seconda stagione]]

| Serie = [[Game of Thrones]]

| Onda = 25 maggio 2012 - Sky

| Immagine = Screen02x05

| Legenda = <center>[[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] a [[Qarth]]</center>

| TitoloO = ''The Ghost of Harrenhal''

| OndaO = 29 aprile 2012 - HBO

| Durata = 55:00

| Scrittura = David Benioff e David B. Weiss

| Direzione = David Petrarca

| Capitoli = [[ACOK20]] - [[ACOK27]] - [[ACOK30]] - [[ACOK33]] - [[ACOK34]] - [[ACOK35]] - [[ACOK36]] - [[ACOK37]] - [[ACOK39]] - [[ACOK40]] - [[ACOK42]] - [[ACOK43]]

| Precedente = [[il giardino di ossa|02x04 - Il giardino di ossa]]

| Corrente = [[il fantasma della fortezza|02x05 - Il fantasma della fortezza]]

| Successivo = [[Vecchi e nuovi dei|02x06 - Vecchi e nuovi dei]]

}}

 

[[il fantasma della fortezza]] (''The Ghost of Harrenhal'' in lingua originale) è la quinta puntata della [[seconda stagione|seconda stagione]] di ''[[Game of Thrones]]''.

 

Il titolo della puntata deriva dall'appellativo che [[Arya Stark]] conia per sé stessa durante la sua permanenza ad [[Harrenhal]].<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Sinossi ==

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Nel corso di un'udienza notturna nell'accampamento di [[Renly Baratheon]], [[Catelyn Tully|Catelyn Stark]] assicura al giovane aspirante sovrano che suo figlio [[Robb Stark|Robb]] non ha alcuna intenzione di avanzare pretese sul [[Trono di Spade]]. Convinto da quelle parole, [[Renly Baratheon|Renly]] dichiara di poter concedere al [[Robb Stark|Giovane Lupo]] il dominio su tutte le terre a nord del [[Moat Cailin]] inclusa la possibilità di farsi chiamare [[Re del Nord]], a patto che gli giuri fedeltà. Dubbiosa su quest'ultimo punto, la donna gli chiede cosa [[Renly Baratheon|Renly]] offrirà in cambio, e questi promette di combattere i [[Nobile Casa Lannister|Lannister]] al fianco degli [[Nobile Casa Stark|Stark]] dopo aver distrutto l'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Catelyn]] cerca di convincerlo ad evitare lo scontro con il fratello, ma l'interlocutore ritiene destinato a fallire ogni tentativo di pace con lui e invita la donna a riferire la sua proposta a [[Robb Stark|Robb]]. Subito dopo, un'ombra entra velocemente dall'ingresso della tenda e dopo essersi posizionata alle spalle di [[Renly Baratheon|Renly]] lo infilza con una lama uccidendolo. [[brienne Tarth|Brienne]], presente perché incaricata di assisterlo quella notte, urla per la disperazione tenendolo tra le braccia. In quel momento sopraggiungono altri membri della [[Guardia Arcobaleno]], che vedendo il cadavere incolpano dell'accaduto la giovane guerriera e la attaccano. [[brienne Tarth|Brienne]] si difende uccidendoli dopo un breve combattimento e [[Catelyn Tully|Catelyn]] la invita a fuggire, dicendo che se rimane verrà condannata a morte e facendole presente che in tal caso non potrà vendicare la morte di [[Renly Baratheon|Renly]]. Queste ultime parole convincono [[brienne Tarth|Brienne]] e le due donne escono in fretta dalla tenda.

 

Al mattino le navi di [[stannis Baratheon|Stannis]] si avvicinano alla costa su cui è situato l'accampamento di [[Renly Baratheon|Renly]]. Nel frattempo, nella tenda del defunto, [[Loras Tyrell|Loras]] e [[Margaery Tyrell]] parlano sul da farsi quando fa il suo ingresso [[Petyr Baelish]] che fa presente che presto i vecchi alleati di [[Renly Baratheon|Renly]] si uniranno al fratello e cercheranno di vendergli [[Loras Tyrell|Loras]]. Il giovane [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]] vuole restare ad affrontare [[stannis Baratheon|Stannis]] ritenendolo colpevole dell'accaduto, essendo quello che ne ha tratto maggiore profitto, ma [[Petyr Baelish|Ditocorto]] gli fa notare che agendo impulsivamente non riuscirà ad ottenere vendetta e che per avere la sua rivalsa su [[stannis Baratheon|Stannis]] dovrà scegliere una strada più astuta. [[Margaery Tyrell]] concorda con queste parole e invita il fratello a sellare i cavalli per partire. Persuaso, [[Loras Tyrell|Loras]] si allontana lasciando la sorella sola con [[Petyr Baelish|Lord Baelish]]; la giovane vedova allora commenta che anche se [[Renly Baratheon|Renly]] si definiva re di fatto non lo era ancora, e dichiara a [[Petyr Baelish|Ditocorto]] la propria volontà di diventare questa volta una vera regina.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Ricevuta la notizia della morte di [[Renly Baratheon]], [[Cersei Lannister|Cersei]] ne discute con [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]], che le riferisce l'esistenza di voci discordanti sull'identità del colpevole. Inoltre consiglia alla sorella di non rallegrarsi troppo per l'evento, facendo presente che ora le forze di [[Renly Baratheon|Renly]] vorranno unirsi a [[stannis Baratheon|Stannis]], che avrebbe così una superiorità numerica sia in terra che in mare. Cambiando argomento, la regina gli rivolge commenti acidi sulle sue intenzioni di mandare la principessa [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] a [[Dorne]], non avendo ancora accettato questa prospettiva. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] cerca però di tornare a parlare di questioni militari, ribadendo l'importanza dell'essere pronti ad un prossimo attacco di [[stannis Baratheon|Stannis]], ma [[Cersei Lannister|Cersei]] si limita a dire che sono già stati presi provvedimenti per tale eventualità, rifiutandosi di fornirgli informazioni più specifiche.

 

Per le strade di [[Approdo del Re]], all'interno della sua portantina, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] incontra segretamente il cugino [[Lancel Lannister|Lancel]], che gli rivela che l'arma a cui alludeva [[Cersei Lannister|Cersei]] è l'[[Altofuoco|altofuoco]]. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] esita a credergli, minacciando di nuovo di svelare la sua relazione con la regina, ma il giovane insiste assicurando che i [[Piromanti|piromanti]] ne hanno già pronte migliaia di ampolle da scagliate dalle mura della città contro gli assalitori. Alla fine [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si mostra più convinto e caccia [[Lancel Lannister|Lancel]] in malo modo dalla portantina.

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Camminando in mezzo all'accampamento del suo accresciuto esercito [[stannis Baratheon]] viene raggiunto da [[Davos Seaworth|Ser Davos]], che gli fa notare che la gente compiange il defunto [[Renly Baratheon|Renly]]. Il pretendente al trono dice di essere triste al ricordo della giovinezza passata insieme al fratello, ma di non sentire la mancanza dell'uomo che poi [[Renly Baratheon|Renly]] è diventato; quando [[Davos Seaworth|Davos]] cerca di parlargli dello spaventoso fenomeno magico a cui ha assistito nella grotta con [[Melisandre]], [[stannis Baratheon|Stannis]] lo liquida dicendo di non volerne sapere niente e mettendo l'accento sul fatto che ora tutti gli alleati di suo fratello, eccetto i [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]], sono passati dalla sua parte, rendendogli possibile conquistare finalmente il [[Trono di Spade]]. Dopo altri inutili tentativi di parlare della magia di [[Melisandre]], [[Davos Seaworth|Davos]] gli chiede delucidazioni sul loro futuro attacco ad [[Approdo del Re]] e suggerisce di non coinvolgere la [[Preti rossi|sacerdotessa rossa]] nell'operazione perché in quel caso i suoi alfieri attribuirebbero il merito della vittoria alla donna anziché a lui. Persuaso da quelle parole, [[stannis Baratheon|Stannis]] gli promette di salpare per [[Approdo del Re]] senza di lei, affidando però a [[Davos Seaworth|Ser Davos]] stesso il comando della flotta.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

[[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e [[bronn]] camminano per le strade di [[Approdo del Re]] e parlano della superiorità numerica dell'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]] e di come affrontarlo. Ad un certo punto, incontrano un predicatore che denuncia ad una folla la corruzione della capitale, citando anche la relazione incestuosa da cui [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] è nato. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] concorda quando il predicatore accusa il giovane sovrano di essere marcio, ma si sorprende quando gli insulti arrivano a colpire lui stesso, che viene definito scimmia deforme. [[bronn]] allora gli spiega che la gente lo ritiene colpevole di avere una nefasta influenza sulle decisioni di [[Joffrey Baratheon|Joffrey]].

 

=== Continente Occidentale, Isola di Pyke ===

Dalla costa [[Theon Greyjoy|Theon]] guarda con soddisfazione la ''[[strega del mare]]'', la nave a lui assegnata per la missione di saccheggio dei villaggi situati sulla [[Costa Pietrosa]]. Poi si rivolge con fare autoritario al gruppo di [[uomini di Ferro]] intenti a preparare le scialuppe con cui raggiungere l'imbarcazione promettendo loro ricompense se svolgeranno bene il loro incarico, ma, per nulla impressionati, i pirati ridono alle sue parole e uno di loro, [[Lorren]], lo prende in giro per la sua inesperienza. Offeso, il giovane reagisce minacciando di farlo impiccare per tradimento, ma in quel momento sopraggiunge [[Asha Greyjoy|Yara]], che si unisce agli altri nello schernirlo mettendo in luce la sua mancanza di autorità e vantandosi del fatto che [[balon Greyjoy|Lord Balon]] le ha affidato il comando di ben trenta navi. Arriva poi un uomo che si presenta come [[Dagmer]], il più alto ufficiale sotto il comando di [[Theon Greyjoy|Theon]], che si offre di accompagnarlo alla nave e gli dice che per ottenere il rispetto degli [[uomini di Ferro]] deve dar prova del suo valore. Il giovane ritiene difficile farlo con il misero incarico che il padre gli ha assegnato, ma [[Dagmer]] sostiene che un vero [[uomini di Ferro|Uomo di Ferro]] fa ciò che desidera invece di obbedire ad ogni ordine. Considerando quelle parole, [[Theon Greyjoy|Theon]] commenta che [[Piazza di Thorren]], bottino ben più allettante dei villaggi della [[Costa Pietrosa]], si trova nelle vicinanze, ma che se dovessero prenderla ben presto giungerebbero truppe da [[Grande Inverno]] per liberarla. Mentre riflette su queste dinamiche, gli viene in mente un piano che lo spinge a sorridere con soddisfazione.

 

=== Continente Occidentale, Harrenhal ===

Svolgendo le sue mansioni di coppiera, [[Arya Stark]] ascolta il consiglio di guerra di [[Tywin Lannister]] e dei suoi alfieri. Questi ultimi cercano di mettere in luce le debolezze di [[Robb Stark]] presentando i motivi per cui potrebbe fallire a breve, ma [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] raccomanda di non sottovalutare il giovane, che si è dimostrato portato per il comando militare ed è adorato dai suoi uomini, e chiede proposte di strategie militari più costruttive. Suo cugino [[Reginald Lannister]] propone di prendersi un po' di riposo, ma [[Tywin Lannister|Tywin]] gli risponde umiliandolo e cacciandolo via. Poi, vedendo che [[Arya Stark|Arya]] è sul punto di versargli del vino, la blocca e le ordina di servire acqua, per poi trattenerla e interrogarla sulle sue origini. La ragazza inizialmente dice di provenire da [[Maidenpool]], ma viene subito smascherata in quanto non riesce a ricordare l'emblema della [[Nobile Casa Mooton|Casa Mooton]] che la governa; confessa allora di essere del [[Nord]], pur inventando di essere cresciuta a [[barrowton]] della [[Nobile Casa Dustin|Casa Dustin]]. [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] le chiede cosa dicano di [[Robb Stark]] dalle sue parti e lei gli riferisce le voci sui suoi presunti poteri sovrannaturali, inclusa l'immortalità, a cui però dichiara di non credere in quanto convinta che chiunque possa essere ucciso.

 

Andando a prendere l'acqua nel cortile, [[Arya Stark|Arya]] incappa in un gruppo di soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], tra cui riconosce con stupore [[Jaqen H'ghar]], il misterioso straniero che ha salvato dalle fiamme durante l'attacco di [[Amory Lorch|Ser Amory]]. Cerca di allontanarsi e di nascondersi alla sua vista, ma poco più avanti, in una galleria del castello, lo incontra da solo; [[Jaqen H'ghar|Jaqen]] le raccomanda di non rivelare a nessuno la sua identità e le rivela di aver sempre saputo che lei è una femmina, ma di non averlo svelato per non rovinare i suoi segreti. [[Arya Stark|Arya]], arrabbiata, lo accusa di essere entrato a far parte dei soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], ma l'uomo le fa notare che anche lei al momento si trova al loro servizio; le dice inoltre di essere in debito con lei di tre vite, corrispondenti ai tre criminali che ha salvato dalle fiamme, e le promette di uccidere tre persone da lei scelte, in modo da controbilanciare le vite scampate alla morte. Impulsivamente [[Arya Stark|Arya]] nomina subito il torturatore [[Messer Sottile]] e l'assassino le lascia intendere che si occuperà della faccenda.

 

=== Continente Occidentale, Pugno dei Primi Uomini ===

I [[Guardiani della Notte]] giungono al [[Pugno dei Primi Uomini]]. Il [[Lord Comandante dei Guardiani della Notte|Lord Comandante]] [[Jeor Mormont]] osserva che [[Qhorin|Qhorin il Monco]] non è ancora arrivato; [[Jon Snow]] ricorda le storie che circolano sul conto del leggendario veterano e [[Jeor Mormont|Lord Mormont]] gliele conferma dicendo che [[Qhorin]] è riuscito a sopravvivere per un intero inverno nelle [[Terre Oltre la Barriera]]. [[samwell Tarly]], invece, contempla la bellezza del posto, ipotizzando che piacerebbe a [[Gilly]]; poi, mentre gli altri confratelli allestiscono l'accampamento, inizia a fare osservazioni storiche sulla sua antichità irritando [[Eddison Tollett|Edd l'Addolorato]], e [[Jon Snow|Jon]] fa notare che probabilmente i [[Primi Uomini]] hanno usato il luogo per difendersi da qualcosa da cui erano spaventati. All'improvviso si sente il suono di un corno e i [[Guardiani della Notte]] rimangono in attesa, visto che un eventuale secondo segnale segnalerebbe l'arrivo dei [[Popoli Libero|Bruti]]. [[samwell Tarly|Sam]] ricorda che tre suoni di corno indicano invece la presenza di [[Estranei]], anche se tale eventualità non si ripresenta da migliaia di anni. Nel frattempo in lontananza [[Jon Snow|Jon]] scorge il contingente di [[Qhorin|Qhorin il Monco]] in arrivo.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Mentre [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] esamina un'ampolla di [[Altofuoco|altofuoco]] nella sede dei [[Piromanti|piromanti]], [[sua Saggezza]] [[Hallyne]] gli raccomanda di maneggiarla con cautela e illustra le straordinarie proprietà distruttive della sostanza, in grado di bruciare pietra, acciaio e carne umana. [[bronn]] si mostra scettico, viste le innumerevoli truffe a cui ha assistito, ma [[Hallyne]] assicura che l'[[Altofuoco|altofuoco]] è fuoco allo stato liquido e che i [[Piromanti|piromanti]] hanno perfezionato per secoli la sua formula. Passa poi a illustrare l'uso militare della sostanza, che dovrebbe essere scagliata contro il nemico tramite catapulte, ma [[bronn]] si dichiara di nuovo diffidente spiegando come in battaglia, a causa della confusione, l'[[Altofuoco|altofuoco]] rischia di ritorcersi contro lo schieramento che lo usa. Nel frattempo [[Hallyne]] conduce i visitatori nella stanza in cui sono custodite tutte le ampolle, facendo rimanere [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] a bocca aperta per la loro quantità e spiegando che in tutto sono settemilaottocentoundici, frutto del loro lavoro instancabile su incarico della regina [[Cersei Lannister|Cersei]] e sufficienti a bruciare l'intera flotta di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Il Folletto]] è inquieto all'idea e quindi, dopo avergli fatto presente che tutto quell' [[Altofuoco|altofuoco]] potrebbe anche distruggere l'intera città, gli ordina di produrlo da ora in poi per lui anziché per sua sorella.

 

=== Continente Orientale, Qarth ===

Nella residenza di [[Xaro Xhoan Daxos]], [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] e [[Doreah]] guardano il piccolo [[Drogon]] sputare una fiammata su un pezzo di carne cruda quando la [[Khaleesi|khaleesi]] pronuncia la parola "Dracarys" per poi mangiarlo. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] commenta soddisfatta che da ora in poi il [[Draghi|drago]] sarà in grado di nutrirsi da solo e ordina all'ancella di metterlo in gabbia a riposare. Quando [[irri]] le parla del porta il discorso sul lavoro che ha fatto per riparare i suoi indumenti, ma [[Doreah]] cerca di distogliere l'attenzione della [[Khaleesi|khaleesi]] mostrando il lussuoso vestito che [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] le ha donato, decantandone la ricchezza. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] cerca di essere cauta, dichiarando di non sapere ancora nulla di [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] e suggerendo a [[Doreah]] di sfruttare le sue abilità sessuali per strappare informazioni agli altri abitanti della città; quando questa riprende a elogiare il vestito dicendo che farà assomigliare [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Dany]] ad una principessa, [[irri]] sbotta dicendo che la padrona è una [[Khaleesi|khaleesi]], ma che dovrebbe indossarlo comunque per educazione verso l'uomo che la ospita.

 

Più tardi [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] partecipa ad una festa tenuta nella residenza e conversa con diversi abitanti di [[Qarth]], tenendo d'occhio da lontano [[Doreah]] che cerca di sedurre alcuni uomini. Ad un certo punto nota l'interesse di alcuni suoi guerrieri [[Dothraki|dothraki]] per una statua d'oro ornata di pietre preziose e, interrogandoli, scopre che vorrebbero saccheggiare il palazzo al momento della loro partenza. La [[Khaleesi|khaleesi]] li rimprovera per l'ingratitudine verso chi li ha salvati dalla [[Desolazione Rossa]] e proibisce loro di fare simili progetti. Poi si sofferma a parlare con [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] delle indesiderate abitudini dei [[Dothraki|dothraki]], dicendo di non volere che compiano certe azioni sotto il suo comando, ma viene interrotta dallo stregone [[Pyat Pree]], che le illustra un trucco magico in cui, dopo aver dato alla ragazza una gemma da osservare, fa comparire poco più lontano un uomo identico a lui. La invita quindi a visitare la [[Casa degli Eterni]] quando si sarà stancata degli intrattenimenti di [[Xaro Xhoan Daxos]], ma proprio in quel momento interviene [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] stesso, che si scusa con la [[Khaleesi|khaleesi]] per il disagio e sminuisce i poteri degli stregoni. Mentre [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] guarda la ragazza allontanarsi con il ricco mercante, una donna misteriosa con indosso una strana maschera, [[Quaithe]], gli raccomanda di vegliare su di lei in quanto gli uomini saranno sempre più desiderosi di impadronirsi dei suoi [[Draghi|draghi]], che sono in grado di fornire grande potere a chi li possiede.

 

=== Continente Occidentale, Terre dei Fiumi ===

Durante una sosta vicino ad un fiume [[brienne Tarth|Brienne]] dice con insistenza a [[Catelyn Tully|Catelyn]] che l'ombra che ha ucciso [[Renly Baratheon|Renly]] aveva le sembianze di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Lady Stark]] non ne è molto convinta e cambia argomento dicendo che quando arriveranno all'accampamento di [[Robb Stark|Robb]] si fermerà lì solo per raccontargli l'evento a cui ha assistito e che dopo farà ritorno a [[Grande Inverno]] per rivedere i suoi figli [[brandon Stark (Bran)|Bran]] e [[Rickon Stark|Rickon]]. Ripensando alla propria famiglia, [[brienne Tarth|Brienne]] racconta di non aver mai conosciuto sua madre e [[Catelyn Tully|Catelyn]] confida che anche la sua è morta di parto. Poi la guerriera le chiede il permesso di andare a vendicare [[Renly Baratheon|Renly]] una volta che il loro viaggio sarà finito, ma [[Catelyn Tully|Lady Stark]] le fa presente l'avventatezza di tale piano visto che [[stannis Baratheon|Stannis]] è circondato da guardie ben protetto, e conclude che seguire [[Renly Baratheon|Renly]] nell'oltretomba non servirà a nulla. [[brienne Tarth|Brienne]] si offre allora di entrare al servizio di [[Catelyn Tully|Catelyn]] stessa, lodandola per il suo coraggio, per quanto diverso da quello guerriero e tipico di una donna, e chiedendole solo di non trattenerla quando giungerà il momento della sua vendetta. Ottenuta la promessa desiderata, porge la sua spada al piedi di [[Catelyn Tully|Catelyn]] e le giura fedeltà, venendo ricambiata dal giuramento di darle sempre ospitalità e di non imporle incarichi che possano disonorarla.

 

=== Continente Occidentale, Grande Inverno ===

In un'udienza ufficiale [[brandon Stark (Bran)|Bran]] ascolta le lamentele di un pastore, che dopo la partenza dei suoi figli per la guerra non ha nessuno che lo aiuti a guardare le sue pecore. Il giovane lord gli promette con cordialità di mandare due orfani di [[Grande Inverno]] ad aiutarlo e dopo averlo congedato intima a [[Rickon Stark|Rickon]], seduto accanto a lui, di smetterla di fare rumore spaccando le noci. Vorrebbe riuscire a fare una cavalcata prima del tramonto, ma all'improvviso irrompe [[Rodrick Cassel|Ser Rodrick Cassel]], che lo informa che [[Piazza di Thorren]] è stata assediata, ipotizzando. L'anziano cavaliere ipotizza che possa essere opera di mercenari pagati da [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] e chiedendo duecento uomini per liberare la fortezza. [[Maestri|Maestro]] [[Luwin]] è restio a concedergli una forza simile, ma [[brandon Stark (Bran)|Bran]] acconsente, osservando quanto è importante proteggere i castelli dei propri alfieri.

 

Nel Recatosi nel cortile, [[brandon Stark (Bran)|Bran]] parla ad [[Osha]] dei suoi sogni sul corvo con tre occhi Quando abbiamo fatto AGOT17 abbiamo deciso che linkare qui Brynden Rivers era uno spoiler troppo grosso e per il momento di soprassedere, quindi resterei su quella linea... oppure aggiornerei anche AGOT17 se abbiamo cambiato idea, su cui nemmeno [[Luwin]] è in grado di fornire informazioni. Dopo alcune esitazioni, la donna del [[Popolo Libero]] riesce a strappargli maggiori dettagli e [[brandon Stark (Bran)|Bran]] le racconta che in uno dei sogni ha visto il mare inondare [[Grande Inverno]] e i cadaveri dei suoi abitanti galleggiare annegati, incluso quello di [[Rodrick Cassel|Ser Rodrick]]. [[Osha]] osserva che il mare è lontano dal castello e sminuisce la faccenda, dicendo di dover proseguire con i suoi lavori. Prima che si allontani, il bambino cerca di spingerla a raccontare cosa dicono sul corvo con tre occhi nelle [[Terre oltre la Barriera]], ma la donna si limita a rispondere che in quei luoghi ci sono tante dicerie folli.

 

=== Prime apparizioni ===

[[borba]] - [[Dagmer]] - [[Emmon Cuy]] - [[Hallyne]] - [[Harker]] - [[Lorren]] - [[Malakho]] - [[Qhorin]] - [[Quaithe]] - [[Reginald Lannister]] - [[Robar Royce (Ser)|Robar Royce]] - [[stonesnake]]

 

== Audience ==

Il quindicesimo episodio di ''[[Game of Thrones]]'' ha ottenuto alla prima messa in onda il 29 aprile 2012 3,9 milioni di spettatori, raggiungendo i 4,7 milioni durante la messa in onda in differita la medesima sera.<ref name="EWpr">[http: / / w w w .ew.com/article/2012/05/01/game-of-thrones-ratings-2 Entertainment Weekly 01/05/2012]</ref>

 

La prima messa in onda italiana il 25 maggio 2012 su Sky Cinema 1 e Sky Cinema +1 ha visto un pubblico complessivo di 390.000 spettatori.<ref name="ItaSky">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/58848/ascolti-satellite-di-venerdi-25-maggio-2012-in-crescita-criminal-minds-479-000-spettatori-e-il-trono-di-spade-a-quota-380-000-nel-doppio-episodio Dati Auditel canali satellitari 25/05/2012]</ref> In chiaro, il 20 febbraio 2014 su Rai4, la tredicesima puntata della serie televisiva ha invece ottenuto 317.000 spettatori, per uno share complessivo del'1,22%.<ref name="ItaRai">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/93551/ascolti-tv-di-giovedi-20-febbraio-2014 Dati Auditel canali in chiaro 20/02/2014]</ref>

 

== Note ==

<references />

 

 

{{Puntate}}

 

{{Portale | Argomento1 = Serie TV}}

 

<noinclude>[[Categoria:Puntate]] [[Categoria:Seconda stagione]] [[Categoria:Serie TV]]</noinclude>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando abbiamo fatto AGOT17 abbiamo deciso che linkare qui Brynden Rivers era uno spoiler troppo grosso e per il momento di soprassedere, quindi resterei su quella linea... oppure aggiornerei anche AGOT17 se abbiamo cambiato idea

 

No, sono d'accordo con il non spoilerare :)

 

Per me tutto ok come correzioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

{{Puntata

| Titolo = 02x05 IL FANTASMA DELLA FORTEZZA

| Stagione = [[seconda stagione]]

| Serie = [[Game of Thrones]]

| Onda = 25 maggio 2012 - Sky

| Immagine = Screen02x05

| Legenda = <center>[[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] a [[Qarth]]</center>

| TitoloO = ''The Ghost of Harrenhal''

| OndaO = 29 aprile 2012 - HBO

| Durata = 55:00

| Scrittura = David Benioff e David B. Weiss

| Direzione = David Petrarca

| Capitoli = [[ACOK20]] - [[ACOK27]] - [[ACOK30]] - [[ACOK33]] - [[ACOK34]] - [[ACOK35]] - [[ACOK36]] - [[ACOK37]] - [[ACOK39]] - [[ACOK40]] - [[ACOK42]] - [[ACOK43]]

| Precedente = [[il giardino di ossa|02x04 - Il giardino di ossa]]

| Corrente = [[il fantasma della fortezza|02x05 - Il fantasma della fortezza]]

| Successivo = [[Vecchi e nuovi dei|02x06 - Vecchi e nuovi dei]]

}}

 

[[il fantasma della fortezza]] (''The Ghost of Harrenhal'' in lingua originale) è la quinta puntata della [[seconda stagione|seconda stagione]] di ''[[Game of Thrones]]''.

 

Il titolo della puntata deriva dall'appellativo che [[Arya Stark]] conia per sé stessa durante la sua permanenza ad [[Harrenhal]].<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Sinossi ==

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Nel corso di un'udienza notturna nell'accampamento di [[Renly Baratheon]], [[Catelyn Tully|Catelyn Stark]] assicura al giovane aspirante sovrano che suo figlio [[Robb Stark|Robb]] non ha alcuna intenzione di avanzare pretese sul [[Trono di Spade]]. Convinto da quelle parole, [[Renly Baratheon|Renly]] dichiara di poter concedere al [[Robb Stark|Giovane Lupo]] il dominio su tutte le terre a nord del [[Moat Cailin]] inclusa la possibilità di farsi chiamare [[Re del Nord]], a patto che gli giuri fedeltà. Dubbiosa su quest'ultimo punto, la donna gli chiede cosa [[Renly Baratheon|Renly]] offrirà in cambio, e questi promette di combattere i [[Nobile Casa Lannister|Lannister]] al fianco degli [[Nobile Casa Stark|Stark]] dopo aver distrutto l'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Catelyn]] cerca di convincerlo ad evitare lo scontro con il fratello, ma l'interlocutore ritiene destinato a fallire ogni tentativo di pace con lui e invita la donna a riferire la sua proposta a [[Robb Stark|Robb]]. Subito dopo, un'ombra entra velocemente dall'ingresso della tenda e dopo essersi posizionata alle spalle di [[Renly Baratheon|Renly]] lo infilza con una lama uccidendolo. [[brienne Tarth|Brienne]], presente perché incaricata di assisterlo quella notte, urla per la disperazione tenendolo tra le braccia. In quel momento sopraggiungono altri membri della [[Guardia Arcobaleno]], che vedendo il cadavere incolpano dell'accaduto la giovane guerriera e la attaccano. [[brienne Tarth|Brienne]] si difende uccidendoli dopo un breve combattimento e [[Catelyn Tully|Catelyn]] la invita a fuggire, dicendo che se rimane verrà condannata a morte e facendole presente che in tal caso non potrà vendicare la morte di [[Renly Baratheon|Renly]]. Queste ultime parole convincono [[brienne Tarth|Brienne]] e le due donne escono in fretta dalla tenda.

 

Al mattino le navi di [[stannis Baratheon|Stannis]] si avvicinano alla costa su cui è situato l'accampamento di [[Renly Baratheon|Renly]]. Nel frattempo, nella tenda del defunto, [[Loras Tyrell|Loras]] e [[Margaery Tyrell]] parlano sul da farsi quando fa il suo ingresso [[Petyr Baelish]] che fa presente che presto i vecchi alleati di [[Renly Baratheon|Renly]] si uniranno al fratello e cercheranno di vendergli [[Loras Tyrell|Loras]]. Il giovane [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]] vuole restare ad affrontare [[stannis Baratheon|Stannis]] ritenendolo colpevole dell'accaduto, essendo quello che ne ha tratto maggiore profitto, ma [[Petyr Baelish|Ditocorto]] gli fa notare che agendo impulsivamente non riuscirà ad ottenere vendetta e che per avere la sua rivalsa su [[stannis Baratheon|Stannis]] dovrà scegliere una strada più astuta. [[Margaery Tyrell]] concorda con queste parole e invita il fratello a sellare i cavalli per partire. Persuaso, [[Loras Tyrell|Loras]] si allontana lasciando la sorella sola con [[Petyr Baelish|Lord Baelish]]; la giovane vedova allora commenta che anche se [[Renly Baratheon|Renly]] si definiva re di fatto non lo era ancora, e dichiara a [[Petyr Baelish|Ditocorto]] la propria volontà di diventare questa volta una vera regina.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Ricevuta la notizia della morte di [[Renly Baratheon]], [[Cersei Lannister|Cersei]] ne discute con [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]], che le riferisce l'esistenza di voci discordanti sull'identità del colpevole. Inoltre consiglia alla sorella di non rallegrarsi troppo per l'evento, facendo presente che ora le forze di [[Renly Baratheon|Renly]] vorranno unirsi a [[stannis Baratheon|Stannis]], che avrebbe così una superiorità numerica sia in terra che in mare. Cambiando argomento, la regina gli rivolge commenti acidi sulle sue intenzioni di mandare la principessa [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] a [[Dorne]], non avendo ancora accettato questa prospettiva. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] cerca però di tornare a parlare di questioni militari, ribadendo l'importanza dell'essere pronti ad un prossimo attacco di [[stannis Baratheon|Stannis]], ma [[Cersei Lannister|Cersei]] si limita a dire che sono già stati presi provvedimenti per tale eventualità, rifiutandosi di fornirgli informazioni più specifiche.

 

Per le strade di [[Approdo del Re]], all'interno della sua portantina, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] incontra segretamente il cugino [[Lancel Lannister|Lancel]], che gli rivela che l'arma a cui alludeva [[Cersei Lannister|Cersei]] è l'[[Altofuoco|altofuoco]]. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] esita a credergli, minacciando di nuovo di svelare la sua relazione con la regina, ma il giovane insiste assicurando che i [[Piromanti|piromanti]] ne hanno già pronte migliaia di ampolle da scagliate dalle mura della città contro gli assalitori. Alla fine [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si mostra più convinto e caccia [[Lancel Lannister|Lancel]] in malo modo dalla portantina.

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Camminando in mezzo all'accampamento del suo accresciuto esercito [[stannis Baratheon]] viene raggiunto da [[Davos Seaworth|Ser Davos]], che gli fa notare che la gente compiange il defunto [[Renly Baratheon|Renly]]. Il pretendente al trono dice di essere triste al ricordo della giovinezza passata insieme al fratello, ma di non sentire la mancanza dell'uomo che poi [[Renly Baratheon|Renly]] è diventato; quando [[Davos Seaworth|Davos]] cerca di parlargli dello spaventoso fenomeno magico a cui ha assistito nella grotta con [[Melisandre]], [[stannis Baratheon|Stannis]] lo liquida dicendo di non volerne sapere niente e mettendo l'accento sul fatto che ora tutti gli alleati di suo fratello, eccetto i [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]], sono passati dalla sua parte, rendendogli possibile conquistare finalmente il [[Trono di Spade]]. Dopo altri inutili tentativi di parlare della magia di [[Melisandre]], [[Davos Seaworth|Davos]] gli chiede delucidazioni sul loro futuro attacco ad [[Approdo del Re]] e suggerisce di non coinvolgere la [[Preti rossi|sacerdotessa rossa]] nell'operazione perché in quel caso i suoi alfieri attribuirebbero il merito della vittoria alla donna anziché a lui. Persuaso da quelle parole, [[stannis Baratheon|Stannis]] gli promette di salpare per [[Approdo del Re]] senza di lei, affidando però a [[Davos Seaworth|Ser Davos]] stesso il comando della flotta.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

[[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e [[bronn]] camminano per le strade di [[Approdo del Re]] e parlano della superiorità numerica dell'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]] e di come affrontarlo. Ad un certo punto, incontrano un predicatore che denuncia ad una folla la corruzione della capitale, citando anche la relazione incestuosa da cui [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] è nato. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] concorda quando il predicatore accusa il giovane sovrano di essere marcio, ma si sorprende quando gli insulti arrivano a colpire lui stesso, che viene definito scimmia deforme. [[bronn]] allora gli spiega che la gente lo ritiene colpevole di avere una nefasta influenza sulle decisioni di [[Joffrey Baratheon|Joffrey]].

 

=== Continente Occidentale, Isola di Pyke ===

Dalla costa [[Theon Greyjoy|Theon]] guarda con soddisfazione la ''[[strega del mare]]'', la nave a lui assegnata per la missione di saccheggio dei villaggi situati sulla [[Costa Pietrosa]]. Poi si rivolge con fare autoritario al gruppo di [[uomini di Ferro]] intenti a preparare le scialuppe con cui raggiungere l'imbarcazione promettendo loro ricompense se svolgeranno bene il loro incarico, ma, per nulla impressionati, i pirati ridono alle sue parole e uno di loro, [[Lorren]], lo prende in giro per la sua inesperienza. Offeso, il giovane reagisce minacciando di farlo impiccare per tradimento, ma in quel momento sopraggiunge [[Asha Greyjoy|Yara]], che si unisce agli altri nello schernirlo mettendo in luce la sua mancanza di autorità e vantandosi del fatto che [[balon Greyjoy|Lord Balon]] le ha affidato il comando di ben trenta navi. Arriva poi un uomo che si presenta come [[Dagmer]], il più alto ufficiale sotto il comando di [[Theon Greyjoy|Theon]], che si offre di accompagnarlo alla nave e gli dice che per ottenere il rispetto degli [[uomini di Ferro]] deve dar prova del suo valore. Il giovane ritiene difficile farlo con il misero incarico che il padre gli ha assegnato, ma [[Dagmer]] sostiene che un vero [[uomini di Ferro|Uomo di Ferro]] fa ciò che desidera invece di obbedire ad ogni ordine. Considerando quelle parole, [[Theon Greyjoy|Theon]] commenta che [[Piazza di Thorren]], bottino ben più allettante dei villaggi della [[Costa Pietrosa]], si trova nelle vicinanze, ma che se dovessero prenderla ben presto giungerebbero truppe da [[Grande Inverno]] per liberarla. Mentre riflette su queste dinamiche, gli viene in mente un piano che lo spinge a sorridere con soddisfazione.

 

=== Continente Occidentale, Harrenhal ===

Svolgendo le sue mansioni di coppiera, [[Arya Stark]] ascolta il consiglio di guerra di [[Tywin Lannister]] e dei suoi alfieri. Questi ultimi cercano di mettere in luce le debolezze di [[Robb Stark]] presentando i motivi per cui potrebbe fallire a breve, ma [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] raccomanda di non sottovalutare il giovane, che si è dimostrato portato per il comando militare ed è adorato dai suoi uomini, e chiede proposte di strategie militari più costruttive. Suo cugino [[Reginald Lannister]] propone di prendersi un po' di riposo, ma [[Tywin Lannister|Tywin]] gli risponde umiliandolo e cacciandolo via. Poi, vedendo che [[Arya Stark|Arya]] è sul punto di versargli del vino, la blocca e le ordina di servire acqua, per poi trattenerla e interrogarla sulle sue origini. La ragazza inizialmente dice di provenire da [[Maidenpool]], ma viene subito smascherata in quanto non riesce a ricordare l'emblema della [[Nobile Casa Mooton|Casa Mooton]] che la governa; confessa allora di essere del [[Nord]], pur inventando di essere cresciuta a [[barrowton]] della [[Nobile Casa Dustin|Casa Dustin]]. [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] le chiede cosa dicano di [[Robb Stark]] dalle sue parti e lei gli riferisce le voci sui suoi presunti poteri sovrannaturali, inclusa l'immortalità, a cui però dichiara di non credere in quanto convinta che chiunque possa essere ucciso.

 

Andando a prendere l'acqua nel cortile, [[Arya Stark|Arya]] incappa in un gruppo di soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], tra cui riconosce con stupore [[Jaqen H'ghar]], il misterioso straniero che ha salvato dalle fiamme durante l'attacco di [[Amory Lorch|Ser Amory]]. Cerca di allontanarsi e di nascondersi alla sua vista, ma poco più avanti, in una galleria del castello, lo incontra da solo; [[Jaqen H'ghar|Jaqen]] le raccomanda di non rivelare a nessuno la sua identità e le rivela di aver sempre saputo che lei è una femmina, ma di non averlo svelato per non rovinare i suoi segreti. [[Arya Stark|Arya]], arrabbiata, lo accusa di essere entrato a far parte dei soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], ma l'uomo le fa notare che anche lei al momento si trova al loro servizio; le dice inoltre di essere in debito con lei di tre vite, corrispondenti ai tre criminali che ha salvato dalle fiamme, e le promette di uccidere tre persone da lei scelte, in modo da controbilanciare le vite scampate alla morte. Impulsivamente [[Arya Stark|Arya]] nomina subito il torturatore [[Messer Sottile]] e l'assassino le lascia intendere che si occuperà della faccenda.

 

=== Continente Occidentale, Pugno dei Primi Uomini ===

I [[Guardiani della Notte]] giungono al [[Pugno dei Primi Uomini]]. Il [[Lord Comandante dei Guardiani della Notte|Lord Comandante]] [[Jeor Mormont]] osserva che [[Qhorin|Qhorin il Monco]] non è ancora arrivato; [[Jon Snow]] ricorda le storie che circolano sul conto del leggendario veterano e [[Jeor Mormont|Lord Mormont]] gliele conferma dicendo che [[Qhorin]] è riuscito a sopravvivere per un intero inverno nelle [[Terre Oltre la Barriera]]. [[samwell Tarly]], invece, contempla la bellezza del posto, ipotizzando che piacerebbe a [[Gilly]]; poi, mentre gli altri confratelli allestiscono l'accampamento, inizia a fare osservazioni storiche sulla sua antichità irritando [[Eddison Tollett|Edd l'Addolorato]], e [[Jon Snow|Jon]] fa notare che probabilmente i [[Primi Uomini]] hanno usato il luogo per difendersi da qualcosa da cui erano spaventati. All'improvviso si sente il suono di un corno e i [[Guardiani della Notte]] rimangono in attesa, visto che un eventuale secondo segnale segnalerebbe l'arrivo dei [[Popoli Libero|Bruti]]. [[samwell Tarly|Sam]] ricorda che tre suoni di corno indicano invece la presenza di [[Estranei]], anche se tale eventualità non si ripresenta da migliaia di anni. Nel frattempo in lontananza [[Jon Snow|Jon]] scorge il contingente di [[Qhorin|Qhorin il Monco]] in arrivo.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Mentre [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] esamina un'ampolla di [[Altofuoco|altofuoco]] nella sede dei [[Piromanti|piromanti]], [[sua Saggezza]] [[Hallyne]] gli raccomanda di maneggiarla con cautela e illustra le straordinarie proprietà distruttive della sostanza, in grado di bruciare pietra, acciaio e carne umana. [[bronn]] si mostra scettico, viste le innumerevoli truffe a cui ha assistito, ma [[Hallyne]] assicura che l'[[Altofuoco|altofuoco]] è fuoco allo stato liquido e che i [[Piromanti|piromanti]] hanno perfezionato per secoli la sua formula. Passa poi a illustrare l'uso militare della sostanza, che dovrebbe essere scagliata contro il nemico tramite catapulte, ma [[bronn]] si dichiara di nuovo diffidente spiegando come in battaglia, a causa della confusione, l'[[Altofuoco|altofuoco]] rischia di ritorcersi contro lo schieramento che lo usa. Nel frattempo [[Hallyne]] conduce i visitatori nella stanza in cui sono custodite tutte le ampolle, facendo rimanere [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] a bocca aperta per la loro quantità e spiegando che in tutto sono settemilaottocentoundici, frutto del loro lavoro instancabile su incarico della regina [[Cersei Lannister|Cersei]] e sufficienti a bruciare l'intera flotta di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Il Folletto]] è inquieto all'idea e quindi, dopo avergli fatto presente che tutto quell' [[Altofuoco|altofuoco]] potrebbe anche distruggere l'intera città, gli ordina di produrlo da ora in poi per lui anziché per sua sorella.

 

=== Continente Orientale, Qarth ===

Nella residenza di [[Xaro Xhoan Daxos]], [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] e [[Doreah]] guardano il piccolo [[Drogon]] sputare una fiammata su un pezzo di carne cruda quando la [[Khaleesi|khaleesi]] pronuncia la parola "Dracarys" per poi mangiarlo. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] commenta soddisfatta che da ora in poi il [[Draghi|drago]] sarà in grado di nutrirsi da solo e ordina all'ancella di metterlo in gabbia a riposare. [[irri]] porta il discorso sul lavoro che ha fatto per riparare i suoi indumenti, ma [[Doreah]] cerca di distogliere l'attenzione della [[Khaleesi|khaleesi]] mostrando il lussuoso vestito che [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] le ha donato, decantandone la ricchezza. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] cerca di essere cauta, dichiarando di non sapere ancora nulla di [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] e suggerendo a [[Doreah]] di sfruttare le sue abilità sessuali per strappare informazioni agli altri abitanti della città; quando questa riprende a elogiare il vestito dicendo che farà assomigliare [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Dany]] ad una principessa, [[irri]] sbotta dicendo che la padrona è una [[Khaleesi|khaleesi]], ma che dovrebbe indossarlo comunque per educazione verso l'uomo che la ospita.

 

Più tardi [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] partecipa ad una festa tenuta nella residenza e conversa con diversi abitanti di [[Qarth]], tenendo d'occhio da lontano [[Doreah]] che cerca di sedurre alcuni uomini. Ad un certo punto nota l'interesse di alcuni suoi guerrieri [[Dothraki|dothraki]] per una statua d'oro ornata di pietre preziose e, interrogandoli, scopre che vorrebbero saccheggiare il palazzo al momento della loro partenza. La [[Khaleesi|khaleesi]] li rimprovera per l'ingratitudine verso chi li ha salvati dalla [[Desolazione Rossa]] e proibisce loro di fare simili progetti. Poi si sofferma a parlare con [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] delle indesiderate abitudini dei [[Dothraki|dothraki]], dicendo di non volere che compiano certe azioni sotto il suo comando, ma viene interrotta dallo stregone [[Pyat Pree]], che le illustra un trucco magico in cui, dopo aver dato alla ragazza una gemma da osservare, fa comparire poco più lontano un uomo identico a lui. La invita quindi a visitare la [[Casa degli Eterni]] quando si sarà stancata degli intrattenimenti di [[Xaro Xhoan Daxos]], ma proprio in quel momento interviene [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] stesso, che si scusa con la [[Khaleesi|khaleesi]] per il disagio e sminuisce i poteri degli stregoni. Mentre [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] guarda la ragazza allontanarsi con il ricco mercante, una donna misteriosa con indosso una strana maschera, [[Quaithe]], gli raccomanda di vegliare su di lei in quanto gli uomini saranno sempre più desiderosi di impadronirsi dei suoi [[Draghi|draghi]], che sono in grado di fornire grande potere a chi li possiede.

 

=== Continente Occidentale, Terre dei Fiumi ===

Durante una sosta vicino ad un fiume [[brienne Tarth|Brienne]] dice con insistenza a [[Catelyn Tully|Catelyn]] che l'ombra che ha ucciso [[Renly Baratheon|Renly]] aveva le sembianze di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Lady Stark]] non ne è molto convinta e cambia argomento dicendo che quando arriveranno all'accampamento di [[Robb Stark|Robb]] si fermerà lì solo per raccontargli l'evento a cui ha assistito e che dopo farà ritorno a [[Grande Inverno]] per rivedere i suoi figli [[brandon Stark (Bran)|Bran]] e [[Rickon Stark|Rickon]]. Ripensando alla propria famiglia, [[brienne Tarth|Brienne]] racconta di non aver mai conosciuto sua madre e [[Catelyn Tully|Catelyn]] confida che anche la sua è morta di parto. Poi la guerriera le chiede il permesso di andare a vendicare [[Renly Baratheon|Renly]] una volta che il loro viaggio sarà finito, ma [[Catelyn Tully|Lady Stark]] le fa presente l'avventatezza di tale piano visto che [[stannis Baratheon|Stannis]] è ben protetto, e conclude che seguire [[Renly Baratheon|Renly]] nell'oltretomba non servirà a nulla. [[brienne Tarth|Brienne]] si offre allora di entrare al servizio di [[Catelyn Tully|Catelyn]] stessa, lodandola per il suo coraggio, per quanto diverso da quello guerriero e tipico di una donna, e chiedendole solo di non trattenerla quando giungerà il momento della sua vendetta. Ottenuta la promessa desiderata, porge la sua spada al piedi di [[Catelyn Tully|Catelyn]] e le giura fedeltà, venendo ricambiata dal giuramento di darle sempre ospitalità e di non imporle incarichi che possano disonorarla.

 

=== Continente Occidentale, Grande Inverno ===

In un'udienza ufficiale [[brandon Stark (Bran)|Bran]] ascolta le lamentele di un pastore, che dopo la partenza dei suoi figli per la guerra non ha nessuno che lo aiuti a guardare le sue pecore. Il giovane lord gli promette con cordialità di mandare due orfani di [[Grande Inverno]] ad aiutarlo e dopo averlo congedato intima a [[Rickon Stark|Rickon]], seduto accanto a lui, di smetterla di fare rumore spaccando le noci. Vorrebbe riuscire a fare una cavalcata prima del tramonto, ma all'improvviso irrompe [[Rodrick Cassel|Ser Rodrick Cassel]], che lo informa che [[Piazza di Thorren]] è stata assediata. L'anziano cavaliere ipotizza che possa essere opera di mercenari pagati da [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] e chiedendo duecento uomini per liberare la fortezza. [[Maestri|Maestro]] [[Luwin]] è restio a concedergli una forza simile, ma [[brandon Stark (Bran)|Bran]] acconsente, osservando quanto è importante proteggere i castelli dei propri alfieri.

 

Recatosi nel cortile, [[brandon Stark (Bran)|Bran]] parla ad [[Osha]] dei suoi sogni sul corvo con tre occhi, su cui nemmeno [[Luwin]] è in grado di fornire informazioni. Dopo alcune esitazioni, la donna del [[Popolo Libero]] riesce a strappargli maggiori dettagli e [[brandon Stark (Bran)|Bran]] le racconta che in uno dei sogni ha visto il mare inondare [[Grande Inverno]] e i cadaveri dei suoi abitanti galleggiare annegati, incluso quello di [[Rodrick Cassel|Ser Rodrick]]. [[Osha]] osserva che il mare è lontano dal castello e sminuisce la faccenda, dicendo di dover proseguire con i suoi lavori. Prima che si allontani il bambino cerca di spingerla a raccontare cosa dicono sul corvo con tre occhi nelle [[Terre oltre la Barriera]], ma la donna si limita a rispondere che in quei luoghi ci sono tante dicerie folli.

 

=== Continente Occidentale, Pugno dei Primi Uomini ===

[[Qhorin|Qhorin il Monco]] mostra agli altri confratelli la presenza di un fuoco dei [[Popolo Libero|bruti]], in lontananza su una montagna e quasi invisibile, concludendo che quando passeranno da quelle parti i [[Guardiani della Notte]] verranno subito segnalati a [[Mance Rayder]]. Alla domanda di [[Jeor Mormont]] sulla quantità di uomini di cui il [[Re oltre la Barriera]] dispone, risponde che probabilmente tutti i [[Popolo Libero|bruti]] si sono uniti a lui con l'intenzione di dirigersi verso sud, in terre più calde. Il contingente dei [[Guardiani della Notte]] non ha le forze per attaccare apertamente un simile numero e al tempo stesso non sarebbe in grado difendersi da una loro offensiva. [[Qhorin|Qhorin]] conclude quindi che, così come [[Mance Rayder]] insegnerà ai suoi uomini la disciplina e l'organizzazione della confraternita, anche loro dovranno adottare alcuni approcci tipici dei [[Popolo Libero|bruti]], introducendosi di nascosto nel loro accampamento e uccidendo il [[Re oltre la Barriera]]. Prima di tutto occorre però liquidare le sentinelle nei pressi del fuoco avvistato, e per fare ciò [[Qhorin|Qhorin]] prende con sé alcuni uomini fidati, capaci di muoversi velocemente e in silenzio. [[Jon Snow|Jon]] si offre di partecipare alla missione e dopo una breve riluttanza del [[Lord Comandante dei Guardiani della Notte|Lord Comandante]], che gli fa notare che è un [[Guardiani della Notte#Attendenti|attendente]], riesce ad ottenere il consenso anche grazie al sostegno di [[samwell Tarly|Sam]], che si dichiara disposto a sostituirlo nei suoi vecchi incarichi.

 

=== Continente Orientale, Qarth ===

Durante una passeggiata [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] interroga [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] sull'infatuazione di [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] nei suoi confronti; lei nega la cosa, dicendo che il cavaliere è solo il suo amico e consigliere, ma il mercante sostiene di saper intuire i reali desideri degli uomini. Poi, dopo aver premesso che conoscere le volontà delle donne invece è più complicato, le domanda la sue intenzioni, e [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] risponde apertamente di voler attraversare il [[Mare Stretto]] e conquistare il [[Trono di Spade]]. Quando [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] le chiede il motivo, inizialmente dice di voler procurare una patria stabile al suo [[Khalasar|khalasar]], ma poi ammette di volerlo fare perché ritiene che i [[sette Regni]] le spettino di diritto. Nel sentirsi definire una conquistatrice, fa notare al mercante che anche lui, che è nato povero ed è in seguito riuscito a procurarsi immense ricchezze, in un certo senso è un conquistatore, soltanto meno ambizioso, e infine lo interroga sulla vera ragione per cui ha voluto accoglierla nella città. [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] la conduce presso un'enorme cassaforte situata nel suo palazzo, con la porta fatta di [[Acciaio di Valyria|acciaio di Valyria]], resistente ad ogni impatto a apribile solo con la chiave che lui porta al collo. L: le promette quindi di donarle la metà delle ricchezze lì contenute, più che sufficienti per comprare navi e soldati per la sua opera di conquista, se [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] accetterà di sposarlo.

 

La ragazza discute la proposta con [[Jorah Mormont|Ser Jorah]], che le sconsiglia animatamente di accettarla, sostenendo che non avrà conquisterà mai il favore degli abitanti dei [[sette Regni]] se li conquisterà soggiogherà con un esercito di mercenari pagati da uno straniero, e che ha invece bisogno di cercare appoggio all'interno del territorio. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] però è impaziente e convinta che questo sia il momento giusto per lanciarsi nella conquista, approfittando della del caos in cui la morte dell'usurpatore [[Robert Baratheon]] e dello stato di guerra in cui il continente di trova in seguito ad essa ha lasciato i [[sette Regni]]. Il cavaliere continua a cercare di dissuaderla facendole notare che in cambio dei suoi doni [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] avrà per sempre potere su di lei, e Irritata, [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]], irritata, gli chiede la vera ragione per cui lui vuole vederla sul [[Trono di Spade]], e; [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] le risponde di aver osservato che, oltre ad avere il titolo per sostenere la pretesa, lei è anche dotata di un cuore gentile, qualità estremamente rara per un governante. Le consiglia quindi di trovare da sé anche una sola nave per sbarcare sul [[Continente Occidentale]], per poi stabilire alleanze sul territorio, e si propone di cercare di procurargliene una. La [[Khaleesi|khaleesi]] allora lo incarica di portare a termine questo compito.

 

=== Continente Occidentale, Harrenhal ===

Nel cortile del castello, guardando [[Gendry]] tirare alcuni fendenti con una spada appena fabbricata, [[Arya Stark|Arya]] gli consiglia di mettersi di profilo, aggiungendo che se si sta allenando nel combattimento dovrebbe farlo nel modo giusto. All'improvviso si sentono delle urla. Andando a scoprire di cosa si tratta, [[Arya Stark|Arya]] vede della gente radunata attorno ad un cadavere di un uomo che sembra essersi rotto il collo cadendo dall'alto e che si rivela essere quello di [[Messer Sottile]]. Alzando lo sguardo, la ragazza tra le persone presenti scorge sul camminamento vede [[Jaqen H'ghar]], che le indica con un dito il numero della prima delle tre vittime.

 

=== Prime apparizioni ===

[[borba]] - [[Dagmer]] - [[Emmon Cuy]] - [[Hallyne]] - [[Harker]] - [[Lorren]] - [[Malakho]] - [[Qhorin]] - [[Quaithe]] - [[Reginald Lannister]] - [[Robar Royce (Ser)|Robar Royce]] - [[stonesnake]]

 

== Audience ==

Il quindicesimo episodio di ''[[Game of Thrones]]'' ha ottenuto alla prima messa in onda il 29 aprile 2012 3,9 milioni di spettatori, raggiungendo i 4,7 milioni durante la messa in onda in differita la medesima sera.<ref name="EWpr">[http: / / w w w .ew.com/article/2012/05/01/game-of-thrones-ratings-2 Entertainment Weekly 01/05/2012]</ref>

 

La prima messa in onda italiana il 25 maggio 2012 su Sky Cinema 1 e Sky Cinema +1 ha visto un pubblico complessivo di 390.000 spettatori.<ref name="ItaSky">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/58848/ascolti-satellite-di-venerdi-25-maggio-2012-in-crescita-criminal-minds-479-000-spettatori-e-il-trono-di-spade-a-quota-380-000-nel-doppio-episodio Dati Auditel canali satellitari 25/05/2012]</ref> In chiaro, il 20 febbraio 2014 su Rai4, la tredicesima puntata della serie televisiva ha invece ottenuto 317.000 spettatori, per uno share complessivo del'1,22%.<ref name="ItaRai">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/93551/ascolti-tv-di-giovedi-20-febbraio-2014 Dati Auditel canali in chiaro 20/02/2014]</ref>

 

== Note ==

<references />

 

 

{{Puntate}}

 

{{Portale | Argomento1 = Serie TV}}

 

<noinclude>[[Categoria:Puntate]] [[Categoria:Seconda stagione]] [[Categoria:Serie TV]]</noinclude>

Share this post


Link to post
Share on other sites

OK, allora è il momento di iniziare a tagliare, così com'è la puntata è più lunga di quella di Jon Snow (e mancano le immagini). Per arrivare alla più lunga delle puntate fino ad ora pubblicate dobbiamo tagliare almeno 4000 caratteri (contando le foto, direi anche 4500).

 

Inizio con una sforbiciata piccolina.

 

{{Puntata

| Titolo = 02x05 IL FANTASMA DELLA FORTEZZA

| Stagione = [[seconda stagione]]

| Serie = [[Game of Thrones]]

| Onda = 25 maggio 2012 - Sky

| Immagine = Screen02x05

| Legenda = <center>[[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] a [[Qarth]]</center>

| TitoloO = ''The Ghost of Harrenhal''

| OndaO = 29 aprile 2012 - HBO

| Durata = 55:00

| Scrittura = David Benioff e David B. Weiss

| Direzione = David Petrarca

| Capitoli = [[ACOK20]] - [[ACOK27]] - [[ACOK30]] - [[ACOK33]] - [[ACOK34]] - [[ACOK35]] - [[ACOK36]] - [[ACOK37]] - [[ACOK39]] - [[ACOK40]] - [[ACOK42]] - [[ACOK43]]

| Precedente = [[il giardino di ossa|02x04 - Il giardino di ossa]]

| Corrente = [[il fantasma della fortezza|02x05 - Il fantasma della fortezza]]

| Successivo = [[Vecchi e nuovi dei|02x06 - Vecchi e nuovi dei]]

}}

 

[[il fantasma della fortezza]] (''The Ghost of Harrenhal'' in lingua originale) è la quinta puntata della [[seconda stagione|seconda stagione]] di ''[[Game of Thrones]]''.

 

Il titolo della puntata deriva dall'appellativo che [[Arya Stark]] conia per sé stessa durante la sua permanenza ad [[Harrenhal]].<ref name="ACOK30">[[ACOK30]]</ref>

 

 

__TOC__

 

== Sinossi ==

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Nel corso di un'udienza notturna nell'accampamento di [[Renly Baratheon]], [[Catelyn Tully|Catelyn Stark]] assicura al giovane aspirante sovrano che suo figlio [[Robb Stark|Robb]] non ha alcuna intenzione di avanzare pretese sul [[Trono di Spade]]. Convinto da quelle parole, [[Renly Baratheon|Renly]] dichiara di poter concedere al [[Robb Stark|Giovane Lupo]] il dominio su tutte le terre a nord del [[Moat Cailin]], inclusa la possibilità di farsi chiamare [[Re del Nord]], a patto che gli giuri fedeltà. Dubbiosa su quest'ultimo punto, la donna gli chiede cosa [[Renly Baratheon|Renly]] offrirà in cambio, e questi promette di combattere i [[Nobile Casa Lannister|Lannister]] al fianco degli [[Nobile Casa Stark|Stark]] dopo aver distrutto l'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Catelyn]] cerca di convincerlo ad evitare lo scontro con il fratello, ma l'interlocutore ritiene destinato a fallire ogni tentativo di pace con lui e invita la donna a riferire la sua proposta a [[Robb Stark|Robb]]. Subito dopo, un'ombra entra velocemente dall'ingresso della tenda e dopo essersi posizionata alle spalle di [[Renly Baratheon|Renly]] lo infilza con una lama uccidendolo. [[brienne Tarth|Brienne]], presente perché incaricata di assisterlo quella notte, urla per la disperazione tenendolo tra le braccia. In quel momento sopraggiungono altri membri della [[Guardia Arcobaleno]], che vedendo il cadavere incolpano dell'accaduto la giovane guerriera e la attaccano. [[brienne Tarth|Brienne]] si difende uccidendoli dopo un breve combattimento e [[Catelyn Tully|Catelyn]] la invita a fuggire, dicendo facendole presente che se rimane verrà condannata a morte e facendole presente che in tal caso non potrà vendicare la morte di [[Renly Baratheon|Renly]]. Queste ultime parole convincono [[brienne Tarth|Brienne]] e le due donne escono in fretta dalla tenda.

 

Al mattino le navi di [[stannis Baratheon|Stannis]] si avvicinano alla costa su cui è situato l'accampamento di [[Renly Baratheon|Renly]]. Nel frattempo, nella tenda del defunto, [[Loras Tyrell|Loras]] e [[Margaery Tyrell]] parlano sul da farsi quando fa il suo ingresso [[Petyr Baelish]], che fa presente che presto i vecchi alleati di [[Renly Baratheon|Renly]] si uniranno al fratello e cercheranno di vendergli [[Loras Tyrell|Loras]]. Il giovane [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]] vuole restare ad affrontare [[stannis Baratheon|Stannis]] ritenendolo colpevole dell'accaduto, essendo quello che ne ha tratto maggiore profitto, ma [[Petyr Baelish|Ditocorto]] gli fa notare che agendo impulsivamente non riuscirà ad ottenere vendetta e che per avere la sua rivalsa su [[stannis Baratheon|Stannis]] dovrà scegliere una strada più astuta. [[Margaery Tyrell]] concorda con queste parole e invita il fratello a sellare i cavalli per partire. Persuaso, [[Loras Tyrell|Loras]] si allontana lasciando la sorella sola con [[Petyr Baelish|Lord Baelish]]; la giovane vedova allora commenta che anche se [[Renly Baratheon|Renly]] si definiva re di fatto non lo era ancora, e dichiara a [[Petyr Baelish|Ditocorto]] la propria volontà di diventare questa volta una vera regina.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Ricevuta la notizia della morte di [[Renly Baratheon]], [[Cersei Lannister|Cersei]] ne discute con [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]], che le riferisce l'esistenza di voci discordanti sull'identità del colpevole. Inoltre consiglia alla sorella di non rallegrarsi troppo per l'evento, facendo presente che ora le forze di [[Renly Baratheon|Renly]] vorranno unirsi a [[stannis Baratheon|Stannis]], che avrebbe così una superiorità numerica sia in terra che in mare. Cambiando argomento, la regina gli rivolge commenti acidi sulle sue intenzioni di mandare la principessa [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] a [[Dorne]], non avendo ancora accettato questa prospettiva. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] cerca però di tornare a parlare di questioni militari, ribadendo l'importanza dell'essere pronti ad un prossimo attacco di [[stannis Baratheon|Stannis]], ma [[Cersei Lannister|Cersei]] si limita a dire che sono già stati presi provvedimenti per tale eventualità, rifiutandosi di fornirgli informazioni più specifiche.

 

Per le strade di [[Approdo del Re]], all'interno della sua portantina, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] incontra segretamente il cugino [[Lancel Lannister|Lancel]], che gli rivela che l'arma a cui alludeva [[Cersei Lannister|Cersei]] è l'[[Altofuoco|altofuoco]]. Il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] esita a credergli, minacciando di nuovo di svelare la sua relazione con la regina, ma il giovane insiste assicurando che i [[Piromanti|piromanti]] ne hanno già pronte migliaia di ampolle da scagliate dalle mura della città contro gli assalitori. Alla fine [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si mostra più convinto e caccia [[Lancel Lannister|Lancel]] in malo modo dalla portantina.

 

=== Continente Occidentale, Terre della Tempesta ===

Camminando in mezzo all'accampamento del suo accresciuto esercito, [[stannis Baratheon]] viene raggiunto da [[Davos Seaworth|Ser Davos]], che gli fa notare che la gente compiange il defunto [[Renly Baratheon|Renly]]. Il pretendente al trono dice di essere triste al ricordo della giovinezza passata insieme al fratello, ma di non sentire la mancanza dell'uomo che poi [[Renly Baratheon|Renly]] è diventato; quando [[Davos Seaworth|Davos]] cerca di parlargli dello spaventoso fenomeno magico a cui ha assistito nella grotta con [[Melisandre]], [[stannis Baratheon|Stannis]] lo liquida dicendo di non volerne sapere niente e mettendo l'accento sul fatto che ora tutti gli alleati di suo fratello, eccetto i [[Nobile Casa Tyrell|Tyrell]], sono passati dalla sua parte, rendendogli possibile conquistare finalmente il [[Trono di Spade]]. Dopo altri inutili tentativi di parlare della magia di [[Melisandre]], [[Davos Seaworth|Davos]] gli chiede delucidazioni sul loro futuro attacco ad [[Approdo del Re]] e suggerisce di non coinvolgere la [[Preti rossi|sacerdotessa rossa]] nell'operazione perché in quel caso i suoi alfieri attribuirebbero il merito della vittoria alla donna anziché a lui. Persuaso da quelle parole, [[stannis Baratheon|Stannis]] gli promette di salpare per [[Approdo del Re]] senza di lei, affidando però a [[Davos Seaworth|Ser Davos]] stesso il comando della flotta.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

[[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e [[bronn]] camminano per le strade di [[Approdo del Re]] e parlano della superiorità numerica dell'esercito di [[stannis Baratheon|Stannis]] e di come affrontarlo. Ad un certo punto, incontrano un predicatore che denuncia ad una folla la corruzione della capitale, citando anche la relazione incestuosa da cui [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] è nato. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] concorda quando il predicatore accusa il giovane sovrano di essere marcio, ma si sorprende quando gli insulti arrivano a colpire lui stesso, che viene definito scimmia deforme. [[bronn]] allora gli spiega che la gente lo ritiene colpevole di avere una nefasta influenza sulle decisioni di [[Joffrey Baratheon|Joffrey]].

 

=== Continente Occidentale, Isola di Pyke ===

Dalla costa [[Theon Greyjoy|Theon]] guarda con soddisfazione la ''[[strega del mare]]'', la nave a lui assegnata per la missione di saccheggio dei villaggi situati sulla [[Costa Pietrosa]]. Poi sSi rivolge con fare autoritario al gruppo di [[uomini di Ferro]] intenti a preparare le scialuppe con cui raggiungere l'imbarcazione promettendo loro ricompense se svolgeranno bene il loro incarico, ma, per nulla impressionati, i pirati ridono alle sue parole e uno di loro, [[Lorren]], lo prende in giro per la sua inesperienza. Offeso, il giovane reagisce minacciando di farlo impiccare per tradimento, ma in quel momento sopraggiunge [[Asha Greyjoy|Yara]], che si unisce agli altri nello schernirlo mettendo in luce la sua mancanza di autorità e vantandosi del fatto che [[balon Greyjoy|Lord Balon]] le ha affidato il comando di ben trenta navi. Arriva poi un uomo che si presenta come [[Dagmer]], il più alto ufficiale sotto il comando di [[Theon Greyjoy|Theon]], che si offre di accompagnarlo alla nave e gli dice che per ottenere il rispetto degli [[uomini di Ferro]] deve dar prova del suo valore. Il giovane ritiene difficile farlo con il misero incarico che il padre gli ha assegnato, ma [[Dagmer]] sostiene che un vero [[uomini di Ferro|Uomo di Ferro]] fa ciò che desidera invece di obbedire ad ogni ordine. Considerando quelle parole, [[Theon Greyjoy|Theon]] commenta che [[Piazza di Thorren]], bottino ben più allettante dei villaggi della [[Costa Pietrosa]], si trova nelle vicinanze, ma che se dovessero prenderla ben presto giungerebbero truppe da [[Grande Inverno]] per liberarla. Mentre riflette su queste dinamiche, gli viene in mente un piano che lo spinge a sorridere con soddisfazione.

 

=== Continente Occidentale, Harrenhal ===

Svolgendo le sue mansioni di coppiera, [[Arya Stark]] ascolta il consiglio di guerra di [[Tywin Lannister]] e dei suoi alfieri. Questi ultimi cercano di mettere in luce le debolezze di [[Robb Stark]] presentando i motivi per cui potrebbe fallire a breve, ma [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] raccomanda di non sottovalutare il giovane, che si è dimostrato portato per il comando militare ed è adorato dai suoi uomini, e chiede proposte di strategie militari più costruttive. Suo cugino [[Reginald Lannister]] propone di prendersi un po' di riposo, ma [[Tywin Lannister|Tywin]] gli risponde umiliandolo e cacciandolo via. Poi, vedendo che [[Arya Stark|Arya]] è sul punto di versargli del vino, la blocca e le ordina di servire acqua, per poi trattenerla e interrogarla sulle sue origini. La ragazza inizialmente dice di provenire da [[Maidenpool]], ma viene subito smascherata in quanto non riesce a ricordare l'emblema della [[Nobile Casa Mooton|Casa Mooton]] che la governa; confessa allora di essere del [[Nord]], pur inventando di essere cresciuta a [[barrowton]] della [[Nobile Casa Dustin|Casa Dustin]]. [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] le chiede cosa dicano di [[Robb Stark]] dalle sue parti e lei gli riferisce le voci sui suoi presunti poteri sovrannaturali, inclusa l'immortalità, a cui però dichiara di non credere in quanto convinta che chiunque possa essere ucciso.

 

Andando a prendere l'acqua nel cortile, [[Arya Stark|Arya]] incappa in un gruppo di soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], tra cui riconosce con stupore [[Jaqen H'ghar]], il misterioso straniero che ha salvato dalle fiamme durante l'attacco di [[Amory Lorch|Ser Amory]]. Cerca di allontanarsi e di nascondersi alla sua vista, ma poco più avanti, in una galleria del castello, lo incontra da solo; [[Jaqen H'ghar|Jaqen]] le raccomanda di non rivelare a nessuno la sua identità e le rivela di aver sempre saputo che lei è una femmina, ma di non averlo svelato per non rovinare i suoi segreti. [[Arya Stark|Arya]], arrabbiata, lo accusa di essere entrato a far parte dei soldati [[Nobile Casa Lannister|Lannister]], ma l'uomo le fa notare che anche lei al momento si trova al loro servizio; le dice inoltre di essere in debito con lei di tre vite, corrispondenti ai tre criminali che ha salvato dalle fiamme, e le promette di uccidere tre persone da lei scelte, in modo da controbilanciare le vite scampate alla morte. Impulsivamente [[Arya Stark|Arya]] nomina subito il torturatore [[Messer Sottile]] e l'assassino le lascia intendere che si occuperà della faccenda.

 

=== Continente Occidentale, Pugno dei Primi Uomini ===

I [[Guardiani della Notte]] giungono al [[Pugno dei Primi Uomini]]. Il [[Lord Comandante dei Guardiani della Notte|Lord Comandante]] [[Jeor Mormont]] osserva che [[Qhorin|Qhorin il Monco]] non è ancora arrivato; [[Jon Snow]] ricorda le storie che circolano sul conto del leggendario veterano e [[Jeor Mormont|Lord Mormont]] gliele conferma dicendo che [[Qhorin]] è riuscito a sopravvivere per un intero inverno nelle [[Terre Oltre la Barriera]]. [[samwell Tarly]], invece, contempla la bellezza del posto, ipotizzando che piacerebbe a [[Gilly]]; poi, mentre gli altri confratelli allestiscono l'accampamento, inizia a fare osservazioni storiche sulla sua antichità irritando [[Eddison Tollett|Edd l'Addolorato]], e [[Jon Snow|Jon]] fa notare che probabilmente i [[Primi Uomini]] hanno usato il luogo per difendersi da qualcosa da cui erano spaventati. All'improvviso si sente il suono di un corno e i [[Guardiani della Notte]] rimangono in attesa, visto che un eventuale secondo segnale segnalerebbe l'arrivo dei [[Popoli Libero|Bruti]]. [[samwell Tarly|Sam]] ricorda che tre suoni di corno indicano invece la presenza di [[Estranei]], anche se tale eventualità non si ripresenta da migliaia di anni. Nel frattempo in lontananza Alla fine [[Jon Snow|Jon]] scorge in lontananza il contingente di [[Qhorin|Qhorin il Monco]] in arrivo.

 

=== Continente Occidentale, Approdo del Re ===

Mentre [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] esamina un'ampolla di [[Altofuoco|altofuoco]] nella sede dei [[Piromanti|piromanti]], [[sua Saggezza]] [[Hallyne]] gli raccomanda di maneggiarla con cautela e illustra le straordinarie proprietà distruttive della sostanza, in grado di bruciare pietra, acciaio e carne umana. [[bronn]] si mostra scettico, viste le innumerevoli truffe a cui ha assistito, ma [[Hallyne]] assicura che l'[[Altofuoco|altofuoco]] è fuoco allo stato liquido e che i [[Piromanti|piromanti]] ne hanno perfezionato per secoli la sua formula. Passa poi a illustrare l'uso militare della sostanza, che dovrebbe essere scagliata contro il nemico tramite catapulte, ma [[bronn]] si dichiara di nuovo diffidente spiegando come in battaglia, a causa della confusione, l'[[Altofuoco|altofuoco]] rischia di ritorcersi contro lo schieramento che lo usa. Nel frattempo [[Hallyne]] conduce i visitatori nella stanza in cui sono custodite tutte le ampolle, facendo rimanere [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] a bocca aperta per la loro quantità e spiegando che in tutto sono settemilaottocentoundici, frutto del loro lavoro instancabile su incarico della regina [[Cersei Lannister|Cersei]] e sufficienti a bruciare l'intera flotta di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Il Folletto]] è inquieto all'idea e quindi, dopo avergli fatto presente che tutto quell'[[Altofuoco|altofuoco]] potrebbe anche distruggere l'intera città, gli ordina di produrlo da ora in poi per lui anziché per sua sorella.

 

=== Continente Orientale, Qarth ===

Nella residenza di [[Xaro Xhoan Daxos]], [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] e [[Doreah]] guardano il piccolo [[Drogon]] sputare una fiammata su un pezzo di carne cruda quando la [[Khaleesi|khaleesi]] pronuncia la parola "Dracarys" per poi mangiarlo. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] commenta soddisfatta che da ora in poi il [[Draghi|drago]] sarà in grado di nutrirsi da solo e ordina all'ancella di metterlo in gabbia a riposare. [[irri]] porta il discorso sul lavoro che ha fatto per riparare i suoi indumenti, ma [[Doreah]] cerca di distogliere l'attenzione della [[Khaleesi|khaleesi]] mostrando le mostra il lussuoso vestito che [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] le ha donato, decantandone la ricchezza. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] cerca di essere cauta, dichiarando di non sapere ancora nulla di [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] e suggerendo a [[Doreah]] di sfruttare le sue abilità sessuali per strappare informazioni agli altri abitanti della città; quando questa riprende a elogiare il vestito dicendo che farà assomigliare [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Dany]] ad una principessa, [[irri]] sbotta dicendo che la padrona è una [[Khaleesi|khaleesi]], ma che dovrebbe indossarlo comunque per educazione verso l'uomo che la ospita.

 

Più tardi [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] partecipa ad una festa tenuta nella residenza e conversa con diversi abitanti di [[Qarth]], tenendo d'occhio da lontano [[Doreah]] che cerca di sedurre alcuni uomini. Ad un certo punto nota l'interesse di alcuni suoi guerrieri [[Dothraki|dothraki]] per una statua d'oro ornata di pietre preziose e, interrogandoli, scopre che vorrebbero saccheggiare il palazzo al momento della loro partenza. La [[Khaleesi|khaleesi]] li rimprovera per l'ingratitudine verso chi li ha salvati dalla [[Desolazione Rossa]] e proibisce loro di fare simili progetti. Poi si sofferma a parlare con [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] delle indesiderate abitudini dei [[Dothraki|dothraki]], dicendo di non volere che compiano certe azioni sotto il suo comando, ma viene interrotta dallo stregone [[Pyat Pree]], che le illustra un trucco magico in cui, dopo aver dato alla ragazza una gemma da osservare, fa comparire poco più lontano un uomo identico a lui. La invita quindi a visitare la [[Casa degli Eterni]] quando si sarà stancata degli intrattenimenti di [[Xaro Xhoan Daxos]], ma proprio in quel momento interviene [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] stesso, che si scusa con la [[Khaleesi|khaleesi]] per il disagio e sminuisce i poteri degli stregoni. Mentre [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] guarda la ragazza allontanarsi con il ricco mercante, una donna misteriosa con indosso una strana maschera, [[Quaithe]], gli raccomanda di vegliare su di lei in quanto gli uomini saranno sempre più desiderosi di impadronirsi dei suoi [[Draghi|draghi]], che sono in grado di fornire grande potere a chi li possiede.

 

=== Continente Occidentale, Terre dei Fiumi ===

Durante una sosta vicino ad un fiume [[brienne Tarth|Brienne]] dice con insistenza a [[Catelyn Tully|Catelyn]] che l'ombra che ha ucciso [[Renly Baratheon|Renly]] aveva le sembianze di [[stannis Baratheon|Stannis]]. [[Catelyn Tully|Lady Stark]] non ne è molto convinta e cambia argomento dicendo che quando arriveranno all'accampamento di [[Robb Stark|Robb]] si fermerà lì solo per raccontargli l'evento a cui ha assistito e che dopo farà ritorno a [[Grande Inverno]] per rivedere i suoi figli [[brandon Stark (Bran)|Bran]] e [[Rickon Stark|Rickon]]. Ripensando alla propria famiglia, [[brienne Tarth|Brienne]] racconta di non aver mai conosciuto sua madre e [[Catelyn Tully|Catelyn]] confida che anche la sua è morta di parto. Poi la guerriera le chiede il permesso di andare a vendicare [[Renly Baratheon|Renly]] una volta che il loro viaggio sarà finito, ma [[Catelyn Tully|Lady Stark]] le fa presente l'avventatezza di tale piano visto che [[stannis Baratheon|Stannis]] è ben protetto, e conclude che seguire [[Renly Baratheon|Renly]] nell'oltretomba non servirà a nulla. [[brienne Tarth|Brienne]] si offre allora di entrare al servizio di [[Catelyn Tully|Catelyn]] stessa, lodandola per il suo coraggio, per quanto diverso da quello guerriero e tipico di una donna, e chiedendole solo di non trattenerla quando giungerà il momento della sua vendetta. Ottenuta la promessa desiderata, porge la sua spada al piedi di [[Catelyn Tully|Catelyn]] e le giura fedeltà, venendo ricambiata dal giuramento di darle sempre ospitalità e di non imporle incarichi che possano disonorarla.

 

=== Continente Occidentale, Grande Inverno ===

In un'udienza ufficiale [[brandon Stark (Bran)|Bran]] ascolta le lamentele di un pastore, che dopo la partenza dei suoi figli per la guerra non ha nessuno che lo aiuti a guardare le sue pecore. Il giovane lord gli promette con cordialità di mandare due orfani di [[Grande Inverno]] ad aiutarlo e dopo averlo congedato intima a [[Rickon Stark|Rickon]], seduto accanto a lui, di smetterla di fare rumore spaccando le noci. Vorrebbe riuscire a fare una cavalcata prima del tramonto, ma all'improvviso irrompe [[Rodrick Cassel|Ser Rodrick Cassel]], che lo informa che [[Piazza di Thorren]] è stata assediata. L'anziano cavaliere ipotizza che possa essere opera di mercenari pagati da [[Tywin Lannister|Lord Tywin]] e chiede duecento uomini per liberare la fortezza. [[Maestri|Maestro]] [[Luwin]] è restio a concedergli una forza simile, ma [[brandon Stark (Bran)|Bran]] acconsente, osservando quanto è importante proteggere i castelli dei propri alfieri.

 

Recatosi nel cortile, [[brandon Stark (Bran)|Bran]] parla ad [[Osha]] dei suoi sogni sul corvo con tre occhi, su cui nemmeno [[Luwin]] è in grado di fornire informazioni. Dopo alcune esitazioni, la donna del [[Popolo Libero]] riesce a strappargli maggiori dettagli e [[brandon Stark (Bran)|Bran]] le racconta che in uno dei sogni ha visto il mare inondare [[Grande Inverno]] e i cadaveri dei suoi abitanti galleggiare annegati, incluso quello di [[Rodrick Cassel|Ser Rodrick]]. [[Osha]] osserva che il mare è lontano dal castello e sminuisce la faccenda, dicendo di dover proseguire con i suoi lavori. Prima che si allontani il bambino cerca di spingerla a raccontare cosa dicono sul corvo con tre occhi nelle [[Terre oltre la Barriera]], ma la donna si limita a rispondere che in quei luoghi ci sono tante dicerie folli.

 

=== Continente Occidentale, Pugno dei Primi Uomini ===

[[Qhorin|Qhorin il Monco]] mostra agli altri confratelli la presenza di un fuoco dei [[Popolo Libero|bruti]], in lontananza su una montagna e quasi invisibile, concludendo che quando passeranno da quelle parti i [[Guardiani della Notte]] verranno subito segnalati a [[Mance Rayder]]. Alla domanda di [[Jeor Mormont]] sulla quantità di uomini di cui il [[Re oltre la Barriera]] dispone, risponde che probabilmente tutti i [[Popolo Libero|bruti]] si sono uniti a lui con l'intenzione di dirigersi verso sud, in terre più calde. Il contingente dei [[Guardiani della Notte]] non ha le forze per attaccare apertamente un simile numero esercito e al tempo stesso non sarebbe in grado difendersi da una loro offensiva. [[Qhorin|Qhorin]] conclude quindi che, così come [[Mance Rayder]] insegnerà ai suoi uomini la disciplina e l'organizzazione della confraternita, anche loro dovranno adottare alcuni approcci tipici dei [[Popolo Libero|bruti]], introducendosi di nascosto nel loro accampamento e uccidendo il [[Re oltre la Barriera]]. Prima di tutto occorre però liquidare le sentinelle nei pressi del fuoco avvistato, e per fare ciò [[Qhorin|Qhorin]] prende con sé alcuni uomini fidati, capaci di muoversi velocemente e in silenzio. [[Jon Snow|Jon]] si offre di partecipare alla missione e dopo una breve riluttanza del [[Lord Comandante dei Guardiani della Notte|Lord Comandante]], che gli fa notare che è un [[Guardiani della Notte#Attendenti|attendente]], riesce ad ottenere il consenso anche grazie al sostegno di [[samwell Tarly|Sam]], che si dichiara disposto a sostituirlo nei suoi incarichi.

 

=== Continente Orientale, Qarth ===

Durante una passeggiata [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] interroga [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] sull'infatuazione di [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] nei suoi confronti; lei nega la cosa, dicendo che il cavaliere è solo suo amico e consigliere, ma il mercante sostiene di saper intuire i reali desideri degli uomini. Poi, dopo aver premesso che conoscere le volontà delle donne invece è più complicato, le domanda la sue intenzioni, e [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] risponde apertamente di voler attraversare il [[Mare Stretto]] e conquistare il [[Trono di Spade]]. Quando [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] le chiede il motivo, inizialmente dice di voler procurare una patria stabile al suo [[Khalasar|khalasar]], ma poi ammette di volerlo fare perché ritiene che i [[sette Regni]] le spettino di diritto. Nel sentirsi definire una conquistatrice, fa notare al mercante che anche lui, che è nato povero ed è in seguito riuscito a procurarsi immense ricchezze, in un certo senso è un conquistatore, soltanto meno ambizioso, e infine lo interroga sulla vera ragione per cui ha voluto accoglierla nella città. [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] la conduce presso un'enorme cassaforte situata nel suo palazzo, con la porta fatta di [[Acciaio di Valyria|acciaio di Valyria]]: le promette quindi di donarle la metà delle ricchezze lì contenute, più che sufficienti per comprare navi e soldati per la sua opera di conquista, se [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] accetterà di sposarlo.

 

La ragazza discute la proposta con [[Jorah Mormont|Ser Jorah]], che le sconsiglia animatamente di accettarla sostenendo che non conquisterà mai il favore degli abitanti dei [[sette Regni]] se li soggiogherà con un esercito di mercenari pagati da uno straniero, e che ha invece bisogno di cercare appoggio all'interno del territorio. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] però è impaziente e convinta che sia il momento giusto per lanciarsi nella conquista, approfittando del caos in cui la morte dell'usurpatore [[Robert Baratheon]] ha lasciato i [[sette Regni]]. Il cavaliere continua a cercare di dissuaderla facendole notare che in cambio dei suoi doni [[Xaro Xhoan Daxos|Xaro]] avrà per sempre potere su di lei, e [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]], irritata, gli chiede la vera ragione per cui lui vuole vederla sul [[Trono di Spade]]; [[Jorah Mormont|Ser Jorah]] le risponde di aver osservato che, oltre ad avere il titolo per sostenere la pretesa, lei è anche dotata di un cuore gentile, qualità estremamente rara per un governante. Le consiglia quindi di trovare da sé anche una sola nave per sbarcare sul [[Continente Occidentale]], per poi stabilire alleanze sul territorio, e si propone di cercare di procurargliene una. La [[Khaleesi|khaleesi]] allora lo incarica di portare a termine questo compito.

 

=== Continente Occidentale, Harrenhal ===

Nel cortile del castello, guardando [[Gendry]] tirare alcuni fendenti con una spada appena fabbricata, [[Arya Stark|Arya]] gli consiglia di mettersi di profilo, aggiungendo che se si sta allenando nel combattimento dovrebbe farlo nel modo giusto. All'improvviso si sentono delle urla. Andando a scoprire di cosa si tratta, [[Arya Stark|Arya]] vede della gente radunata attorno ad un cadavere di un uomo che sembra essersi rotto il collo cadendo dall'alto e che si rivela essere quello di [[Messer Sottile]]. Alzando lo sguardo, la ragazza scorge sul camminamento [[Jaqen H'ghar]], che le indica con un dito il numero della prima delle tre vittime.

 

=== Prime apparizioni ===

[[borba]] - [[Dagmer]] - [[Emmon Cuy]] - [[Hallyne]] - [[Harker]] - [[Lorren]] - [[Malakho]] - [[Qhorin]] - [[Quaithe]] - [[Reginald Lannister]] - [[Robar Royce (Ser)|Robar Royce]] - [[stonesnake]]

 

== Audience ==

Il quindicesimo episodio di ''[[Game of Thrones]]'' ha ottenuto alla prima messa in onda il 29 aprile 2012 3,9 milioni di spettatori, raggiungendo i 4,7 milioni durante la messa in onda in differita la medesima sera.<ref name="EWpr">[http: / / w w w .ew.com/article/2012/05/01/game-of-thrones-ratings-2 Entertainment Weekly 01/05/2012]</ref>

 

La prima messa in onda italiana il 25 maggio 2012 su Sky Cinema 1 e Sky Cinema +1 ha visto un pubblico complessivo di 390.000 spettatori.<ref name="ItaSky">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/58848/ascolti-satellite-di-venerdi-25-maggio-2012-in-crescita-criminal-minds-479-000-spettatori-e-il-trono-di-spade-a-quota-380-000-nel-doppio-episodio Dati Auditel canali satellitari 25/05/2012]</ref> In chiaro, il 20 febbraio 2014 su Rai4, la tredicesima puntata della serie televisiva ha invece ottenuto 317.000 spettatori, per uno share complessivo del'1,22%.<ref name="ItaRai">[http : / / w w w .davidemaggio.it/archives/93551/ascolti-tv-di-giovedi-20-febbraio-2014 Dati Auditel canali in chiaro 20/02/2014]</ref>

 

== Note ==

<references />

 

 

{{Puntate}}

 

{{Portale | Argomento1 = Serie TV}}

 

<noinclude>[[Categoria:Puntate]] [[Categoria:Seconda stagione]] [[Categoria:Serie TV]]</noinclude>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me questi tagli vanno tutti bene.

 

Ne servono altri?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...