Jump to content

La deriva femminista della serie


Recommended Posts

Come da titolo..

Ma D&D si sono trasformati in due militanti femministi frustrati? La piega che ha preso la serie inizia a darmi sui nervi, c'è l'invincibile Brienne che sconfigge tutti ed è superiore agli uomini che le sono vicini sia per capacità combattive che per morale, Ellaria e le serpi che ormai dominano Dorne, Daenerys e Yara unite contro gli "uomini cattivi" e praticamente circondate da zerbini (verme grigio, daario, jorah, Theon), Sansa che omette parecchi particolari a Jon e sembra prendere il sopravvento visto che ormai "l'esercito" di Jon è ridotto a qualche centinaio di uomini. Casa Targaryen, Casa Stark, Casa Martell, Casa Tyrell..le linee maschili di queste casate o sono estinte o sono in bilico, tutto viene retto dalle donne.

A questo punto sono convinto che trash per trash Daenerys sbarcherà a Dorne o comunque cercherà il sostegno di Dorne, lì dove ci sono le iperfemministepowa serpi, quindi tutte insieme in un magico Daenerys-Yara-Serpi nella loro crociata femminista contro gli "uomini cattivi che vogliono sottometterle perchè temono le loro superiori doti femminili".

Non lo so, l'avete notato anche voi? Non inizia a stancare?

Link to post
Share on other sites
  • Replies 112
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

per non parlare di arya......

 

non solo c'è questo predominio totale, ma sono proprio sviliti gli uomini.....

 

1)jamie nemmeno serve commentare, vediamo tutti come "evolve" in questa stagione

2)il pesce nero fa l'entrata da leone e poi l'uscita da trota appunto...

3)varys ridotto quasi sempre a fare la spalla comica, preso a badilate anche dalla nuova sacerdotessa rossa

4)theon vittima di battute in ogni dove, forse proprio la sorella riesce un po a scuoterlo

5)euron gradasso che fa battute

6)tyrion battute e alcolismo

7)jon totalmente svuotato e demotivato, ancora piu in risalto perche ogni volta c'è il paragone con daenerys

8)jorah e daario a livello sit com

9)i vari kal ridicoli

10)tommen non ne partiamo

 

quasi quasi ne esce bene verme grigio...

 

di uomini, con i loro pro e contro, dopo la fine di ramsay ci sono al momento il mastino e qualcuno della fratellanza, il passero, tormund, bran e ditocorto!

Link to post
Share on other sites

Come da titolo..

 

Ma D&D si sono trasformati in due militanti femministi frustrati? La piega che ha preso la serie inizia a darmi sui nervi, c'è l'invincibile Brienne che sconfigge tutti ed è superiore agli uomini che le sono vicini sia per capacità combattive che per morale, Ellaria e le serpi che ormai dominano Dorne, Daenerys e Yara unite contro gli "uomini cattivi" e praticamente circondate da zerbini (verme grigio, daario, jorah, Theon), Sansa che ometti parecchi particolari a Jon e sembra prendere il sopravvento visto che ormai "l'esercito" di Jon è ridotto a qualche centinaio di uomini. Casa Targaryen, Casa Stark, Casa Martell, Casa Tyrell..le linee maschili di queste casate o sono estinte o sono in bilico, tutto viene retto dalle donne.

 

A questo punto sono convinto che trash per trash Daenerys sbarcherà a Dorne o comunque cercherà il sostegno di Dorne, lì dove ci sono le iperfemministepowa serpi, quindi tutte insieme in un magico Daenerys-Yara-Serpi nella loro crociata femminista contro gli "uomini cattivi che vogliono sottometterle perchè temono le loro superiori doti femminili".

 

Non lo so, l'avete notato anche voi? Non inizia a stancare?

Per non paralre di Olenna che sicuramente dopo l'eccidio dei Tyrrel prenderà le tendini dell'Altopiano e si unirà alle super femmine.
Link to post
Share on other sites

Mah. Sinceramente io questa svolta non la vedo. Per esempio Sansa mi sembra completamente in balia del sesso maschile. È vero che è stata lei a convincere jon allo scontro con Bolton... ma lo ha fatto perché non è in grado di condurre l'esercito da sola. Inoltre, dopo aver avuto un debole guizzo d'orgoglio, si è vista costretta a "tornare" da Petyr strisciando.

Poi Cersei mi sembra il classico stereotipo di donna schiava della propria emotività, incapace di governare e prendere decisioni basate sul pensiero logico.

Che Daenerys sia un personaggio femminista lo trovo al quanto opinabile, visto che prima ha sviluppato una sorta di morbosa sindrome di Stoccolma verso l'uomo che la comprata e stuprata e poi ha passato due stagioni a correre dietro a Daario come una assatanata in calore.

Le esaltate di dorne mi rifiuto persino di commentarle (come vendichiamo Oberyn? Ma ovviamente assassinato suo fratello e suo nipote! Come abbiamo fatto a non pensarci prima??? Lui avrebbe voluto senz'altro questo!) Di nuovo abbiamo donne stereotipate vestite in bikini di pelle e incapaci di ponderare le conseguenze delle loro azioni.

Quindi, per concludere, direi che dipende dal punto di vista da cui guardi la questione.

È vero che D&D stanno dando molto spazio alle donne in termini di tempo ma, a dirla tutta, non mi sembra diano una rappresentazione lusinghiera del sesso femminile

Link to post
Share on other sites

Potete dire tutto, ma non mettete Yara e femminista nella stessa frase. Yara non è femminista (Asha sì!). Yara è solo un uomo rozzo e maschilista vestito da donna.

Per il resto. Qual'è il problema di avere un po' di donne al potere? :) Dico sul serio... Non voglio fare la polemica, ma non capisco dove sia il problema. Perchè non ci possono essere donne forti al potere? Meglio avere donne schiave, sottomesse, oggetti sessuali, prostitute, donne buone solo a fare figli?

Link to post
Share on other sites

 

Per il resto. Qual'è il problema di avere un po' di donne al potere? :) Dico sul serio... Non voglio fare la polemica, ma non capisco dove sia il problema. Perchè non ci possono essere donne forti al potere? Meglio avere donne schiave, sottomesse, oggetti sessuali, prostitute, donne buone solo a fare figli?

 

Penso che chi ha aperto la discussione si riferisca al fatto che non è "un pò" di potere: ormai praticamente solo le donne sono al comando.

 

 

Ad Oriente, Daenerys spadroneggia incontrastata. E Arya è l'eroina.

 

Ad Approdo, Cersei domina sulla mente di Jaime e i Tyrell al comando sono soltanto donne;

 

A Dorne. Dominano incontrastate le donne.

 

Al Nord. Jon è messo in mezzo tra Sansa e Melisandre.

 

 

Tra i guerrieri, Brienne viene presentata come imbattibile.

 

 

Però c'è da dire che anche Martin ha una predisposizione verso il potere al femminile.

Link to post
Share on other sites

Deriva femminista direi proprio di no. Posto che se anche fosse non ne parlerei come di deriva.

 

Comunque mi sembra che la forma mentis sociale sia sempre quella patriarcale, come è giusto che sia in una serie ad ambientazione del genere.

Sansa ha appena fatto notare come non abbia possibilità di ambire a nulla essendo donna.

Ci tengo a ricordare il discorso che l'alto passero ha fatto a Margaery, che riassumerei in "Zitta e fai ciò per cui sei al mondo: sforna bambini, non mi interessa se non ne hai voglia".

Daenerys doveva finire nel Dosh Kaleen (o come si chiama), in quanto donna e vedova di un Khal.

Cersei è ridotta ai minimi termini in quanto a libertà di movimento e se è ancora lì è grazie alla Montagna.

 

Quando le altre donne hanno una situazione di potere, è perchè abbiamo avuto veramente "un banchetto di corvi" e sono rimaste le sole donne a colmare i vuoti di potere.

Sottolineo però che Brienne è forte anche nei libri ed è enorme e ha una spada in acciaio di valyria. Poi non mi pare che abbia fatto superman.

Olenna Tyrell non ha bisogno di prendere redini di niente, perchè da quando è comparsa le ha avute. Grazie a lei è stato ucciso Joffrey, non è salito al trono Stannis e la Corona sostiene i debiti con la banca di ferro.

Ma se anche ci fosse tale potere, non parlerei di femminismo: Brienne è stata più volte a rischio stupro e Olenna è capostipite della famiglia più ricca di Westeros.

Si parla di situazioni di fatto in cui è capitato che queste due avessero tanto potere.

 

Daenerys non c'è nulla da dire: ha i draghi, come poteva essere "relegata"?

 

Discorso diverso per Dorne e Greyjoy.

A Dorne c'è un diverso ambiente culturale: le donne possono ereditare. Posto ciò, come sono andate le cose lo definisco trash e fuori da ogni logica, più che femminismo. Tre ragazzine e una bastarda mettono fuori gioco una regione intera uccidendo il re? Non ha senso.

Per Yara: hanno deciso di caratterizzarla come lesbica butcher, è diventata una caricatura di Big Boo di Orange is the new black. Il tutto è terribilmente stonato nei continui approcci e le battutine a Daenerys, con lei che ride come una scolaretta di fronte all'esperienza tabù. A me la cosa ha fatto ridere, ma perchè era trash. Anzi, il fatto che un personaggio femminile omosessuale abbia dovuto assumere tratti machisti lo trovo, più che femminista, maschilista.

 

 

Ma fatta eccezione per questi due esempi, ripeto, non perlerei di deriva nè di femminismo. Non siamo in una narrazione dove non c'è una componente normativa e non c'è nessuna morale.

 

L'unica cosa è stata nel discorso Daenerys-Arya il voler rimandare continuamente il fatto all'argomento noi-loro: però alla contrapposizione uomini-donne lì si aggiungeva quella vecchia generazione-nuova generazione. Quindi assume diversi tratti.

Link to post
Share on other sites

 

Sottolineo però che Brienne è forte anche nei libri ed è enorme e ha una spada in acciaio di valyria. Poi non mi pare che abbia fatto superman.

 

 

Disintegra chiunque le capiti a portata di spada. E ha preso a schiaffi il Mastino. Letteralmente. A mani nude.

Link to post
Share on other sites

Prima stagione: Ned lord di Winterfell e primo Cavaliere, così adorato da Robert che quando Cersei lo insulta la schiaffeggia. Tyrion, ingegnoso e puttaniere, lo mette nel deretano a Cat e Lysa umiliandole di fronte ai loro sudditi. Baelish, colui che tutto sa, che ci propina un discorso sul potere durante una scena lesbo in un bordello.

 

Ma seriamente criticate ogni cosa che non vi va a genio senza neanche badare alla coerenza? Davvero sto leggendo critiche riguardanti la parità dei sessi quando la maturazione dei personaggi femminili finora è frutto di stagioni intere di evoluzioni e tutt'altro che trash?

 

Io non ho parole

Link to post
Share on other sites

È vero che D&D stanno dando molto spazio alle donne in termini di tempo ma, a dirla tutta, non mi sembra diano una rappresentazione lusinghiera del sesso femminile

 

Sarei anche d'accordo, il problema è che secondo me l'intenzione è proprio quella, elementi come Ellaria e le bad pussy dovrebbero essere visti come personaggi positivi.

Link to post
Share on other sites

Ma penso che nessuno ha mai visto le donne di Dorne come personaggi positivi. Cioè, hanno ammazzato Doran e Tristan per non si sa quale motivo, come è possibile che piacciano?

Link to post
Share on other sites

Prima stagione: Ned lord di Winterfell e primo Cavaliere, così adorato da Robert che quando Cersei lo insulta la schiaffeggia. Tyrion, ingegnoso e puttaniere, lo mette nel deretano a Cat e Lysa umiliandole di fronte ai loro sudditi. Baelish, colui che tutto sa, che ci propina un discorso sul potere durante una scena lesbo in un bordello.

 

Ma seriamente criticate ogni cosa che non vi va a genio senza neanche badare alla coerenza? Davvero sto leggendo critiche riguardanti la parità dei sessi quando la maturazione dei personaggi femminili finora è frutto di stagioni intere di evoluzioni e tutt'altro che trash?

 

Io non ho parole

 

Aggiungo una stagione intera in cui Cersei si consuma di rancore nei confronti del padre all'insegna di "se solo fossi nata maschio...".

Fatta eccezione per Yara, mi sembra di rivedere la domanda che fecero a Martin circa il modo in cui approfondiva i personaggi femminili, a cui lui rispose qualcosa tipo "beh sì, le descrivo come fossero persone".

 

 

[aggiungo]

Aggiungo che ovviamente vedere Arya ignorare pugnalate all'addome e saltare alla mortal kombat fa storcere il naso. Ma lo storciamo anche di fronte a Jamie/Bronn o Jorah/Daario. Non trovo corretto chiamare in causa la questione di genere in casi come il primo e definire semplicemente trash i secondi. Sono tutte mancanze narrative a cui siamo abituatissimi guardando la serie.

Link to post
Share on other sites

Concordo.

 

Parlare di femminismo non ha senso.

 

Però non si può negare che i personaggi femminili hanno preso il potere, e che la maggior parte di essi ha connotazioni positive (aggiungo anche i personaggi minori tipo Meera o Missandei), mentre i personaggi maschili sono stati indeboliti in questa stagione (oltre al fatto che i malvagi/antagonisti sono tutti maschi: Ramsey, Roose, Walder, Euron, Schiavisti, ecc.).

 

Non è per forza una cosa negativa. E' una costatazione.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...