Jump to content

La deriva femminista della serie


Recommended Posts

Ma penso che nessuno ha mai visto le donne di Dorne come personaggi positivi. Cioè, hanno ammazzato Doran e Tristan per non si sa quale motivo, come è possibile che piacciano?

 

Il motivo era che non vogliono più essere governate da uomini deboli. Io comunque non dico che piacciano, dico che secondo me nelle intenzioni degli autori non sono personaggi negativi.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 112
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Deriva femminista direi proprio di no. Posto che se anche fosse non ne parlerei come di deriva.

 

Comunque mi sembra che la forma mentis sociale sia sempre quella patriarcale, come è giusto che sia in una serie ad ambientazione del genere.

Sansa ha appena fatto notare come non abbia possibilità di ambire a nulla essendo donna.

Ci tengo a ricordare il discorso che l'alto passero ha fatto a Margaery, che riassumerei in "Zitta e fai ciò per cui sei al mondo: sforna bambini, non mi interessa se non ne hai voglia".

Daenerys doveva finire nel Dosh Kaleen (o come si chiama), in quanto donna e vedova di un Khal.

Cersei è ridotta ai minimi termini in quanto a libertà di movimento e se è ancora lì è grazie alla Montagna.

 

La società rappresentata è patriarcale, ma questo non vuol dire che non vi sia una deriva verso i personaggi femminili forti. Anzi, il fatto che la società è patriarcale mette in risalto la forza di quelle donne che riescono da portare a termine i loro obbiettivi.

 

L'alto passero ha fatto quel discorso a Margaey, ma da quanto sembra, lei si sta prendendo gioco di lui. L'ambientazione sarà pure maschilista, ma lo spettatore è portato a tifare e sperare per lei. E così anche per le altre!

 

A me quello che dispiace un poco è la mancanza di equilibrio, mi sembra che a fronte di personaggi femminili badass al limite del credibile, abbiamo uomini abbastanza inetti... O malvagi.

Link to post
Share on other sites

Questa non è un deriva feminista, è una totale distruzione di alcuni personaggi (maschili) in favore di altri. In realtà c'è ben poco di femminista nella serie riguardo alcuni personaggi : Yara che per essere tosta viene fatta diventare lesbo, Dany che per essere forte viene fatta diventare una tamarra, Brienne (che nel libro è un personaggio molto bello) viene resa completamente insopportabile ed imbattibile (vi ricordata la scena con i Bolton? 1 contro 5, è impossibile vincere, ma lei ce la fa) ed è imbattibile perchè è un donnone. Di Sansa non voglio nemmeno parlarne, perchè mi viene il rigetto a pensare a quello che è nel libro (con una evoluzione VERA!!!) e quanto sia insopportabile nella sesta stagione.

Vogliamo parlare di Cersei? Un personaggio odioso che per essere reso simpatico, viene messa come paladina della laicità contro i Neo-Isis dei 7 Dei.

Seriamente io comincio ad essere stufo di D&D, si vede proprio che i libri non li hanno nemmeno letti e sapete perchè dico questo? Perchè Martin descrive delle persone, che siano maschi o femine poco conta, hanno pregi e difetti come tutti. D&D sanno solo andare avanti per luoghi comuni, ignoranza e mancanza di fantasia.

Link to post
Share on other sites

Aggiungo un riassunto del pensiero da me espresso prima :

  1. Se sei donna e vuoi essere una comandante di soldati, devi essere LESBICA
  2. Se sei donna e vuoi essere una guerriera forte, devi essere GIGANTE
  3. Se sei donna e vuoi essere una conquistatrice, devi avere dei Draghi ed essere TAMARRA, sennò col piffero che ce la fai.
  4. Se sei donna e vuoi essere saggia, devi essere VECCHIA
  5. Se sei donna e vuoi essere manipolatrice, devi farti VIOLENTARE da un uomo e dopo vedi che ti inventi!
  6. Se sei donna crudele e vuoi sembrare buona, non ti preoccupare, ti facciamo da PALADINA contro dei fanatici religiosi!

Questo sono D&D signori miei! Luoghi comuni all'americana e basta, per me non sono degni nemmeno di leggerlo un libro complesso come ASOIAF ed infatti sono sicuro che non l'hanno letto.

Link to post
Share on other sites

 

 

L'alto passero ha fatto quel discorso a Margaey, ma da quanto sembra, lei si sta prendendo gioco di lui. L'ambientazione sarà pure maschilista, ma lo spettatore è portato a tifare e sperare per lei. E così anche per le altre!

 

A me quello che dispiace un poco è la mancanza di equilibrio, mi sembra che a fronte di personaggi femminili badass al limite del credibile, abbiamo uomini abbastanza inetti... O malvagi.

 

 

Il fatto è che nessuna di loro ha raggiunto l'obiettivo, a parte Daenerys.

Margaery per sopravvivere si è piegata al fondamentalismo religioso: non è femminista se sopravvive, si è piegata a un credo maschilista anzi.

Cersei sta per essere messa a processo e

la sua salvezza è legata a Qyburn tramite altofuoco e/o montagna

 

 

 

Brienne squarciava gente a metà nei libri assieme a Podrick. Non è tutta invenzione di D&D.

Brienne batte loras e diventa guardia reale di Renly, appunto.

 

 

Purtroppo tutti questi elementi li troviamo declinati in salsa Armageddon/Mercenari/MegaShark vs MechaShark, quindi mentre nei libri tramite i POV li apprezziamo, nei libri quelle stesse azioni sono accompagnate da scene quasi da snuff movie e degne di "It's nor porn, it's HBO", quindi la complessità delle faccende scende.

 

 

Aggiungo un riassunto del pensiero da me espresso prima :

  1. Se sei donna e vuoi essere una comandante di soldati, devi essere LESBICA
  2. Se sei donna e vuoi essere una guerriera forte, devi essere GIGANTE
  3. Se sei donna e vuoi essere una conquistatrice, devi avere dei Draghi ed essere TAMARRA, sennò col piffero che ce la fai.
  4. Se sei donna e vuoi essere saggia, devi essere VECCHIA
  5. Se sei donna e vuoi essere manipolatrice, devi farti VIOLENTARE da un uomo e dopo vedi che ti inventi!
  6. Se sei donna crudele e vuoi sembrare buona, non ti preoccupare, ti facciamo da PALADINA contro dei fanatici religiosi!

Questo sono D&D signori miei! Luoghi comuni all'americana e basta, per me non sono degni nemmeno di leggerlo un libro complesso come ASOIAF ed infatti sono sicuro che non l'hanno letto.

Il fatto è esattamente questo, di loro sullo schermo si esalta solo il caps lock grassetto.
Mi permetto di escludere la 4.
Link to post
Share on other sites

Se sono le donne a spadroneggiare nella serie dove sarebbe il problema?
Se vogliamo farne un discorso generale non sono donne o uomini, sono persone e le donne in quanto persone non sottomesse possono tranquillamente spadroneggiare sugli uomini perché sono loro pari. Nessuna deriva femminista.

Link to post
Share on other sites

Se sono le donne a spadroneggiare nella serie dove sarebbe il problema?

Se vogliamo farne un discorso generale non sono donne o uomini, sono persone e le donne in quanto persone non sottomesse possono tranquillamente spadroneggiare sugli uomini perché sono loro pari. Nessuna deriva femminista.

Nessun problema, ma quello che descrivi tu è il libro, non la serie.

Solo che c'è un limite dai. Dimmi un solo personaggio maschile utile, che non sia manovrato da un personaggio femminile in questa stagione.

Non è che è sbagliato, è semplicemente surreale.

Link to post
Share on other sites

Bah, in un modo o nell'altro è come ha già detto qualcuno, esaltazione di personaggi femminili mentre i maschi sono ridotti a gregari striscianti e deboli. Il problema sta nella mancanza di equilibrio, c'è una società feudale? Bene, può starci qualche eccezione di donna che in un modo o nell'altro raggiunge il potere a discapito degli uomini della famiglia o a discapito di quelli che ha intorno, ma qui è diventata una regola. Non ultima Lyanna Mormont, ennesima dimostrazione del femmicentrismo della serie.

E' una deriva perchè se fosse accaduto il contrario ora alla serie farebbero due p**** enormi, accusandola di maschilismo e quant'altro, ma a quanto pare il contrario va bene, anzi se viene fatto notare scattano subito le frecciatine striscianti: "perchè?!?!?! qual'è il probbbema?!?"?" :shock:

Link to post
Share on other sites

È fantasy ok, ma ricordiamoci che è ambientata in un'epoca medievale... fino a poche stagioni fa le donne non avevano nessun potere, mentre adesso la situazione si è capovolta. Ecco, non è una cosa brutta in senso morale, ma non ha comunque senso nella serie.

Link to post
Share on other sites

Bah, in un modo o nell'altro è come ha già detto qualcuno, esaltazione di personaggi femminili mentre i maschi sono ridotti a gregari striscianti e deboli. Il problema sta nella mancanza di equilibrio, c'è una società feudale? Bene, può starci qualche eccezione di donna che in un modo o nell'altro raggiunge il potere a discapito degli uomini della famiglia o a discapito di quelli che ha intorno, ma qui è diventata una regola. Non ultima Lyanna Mormont, ennesima dimostrazione del femmicentrismo della serie.

 

E' una deriva perchè se fosse accaduto il contrario ora alla serie farebbero due p**** enormi, accusandola di maschilismo e quant'altro, ma a quanto pare il contrario va bene, anzi se viene fatto notare scattano subito le frecciatine striscianti: "perchè?!?!?! qual'è il probbbema?!?"?" :shock:

Impara il significato di femminista. Femminismo non è il contrario di maschilismo. Femminismo è parità nei diritti tra donne e uomini. Detto questo ti sei lamentato quando nelle prime stagioni la maggiorparte delle donne erano prostitute, e ve ne erano davvero ovunque usate solo come oggetto sessuale e sottomesse? Chi non era prostituta era solo la moglie che doveva stare al suo posto a fare quello che diceva il marito (Daenerys stessa per esempio).

Il potere in questa serie è incentrato tutto in donne? No. Al nord fin ora dominava Ramsay, uomo. Nella valle Ditocorto, un uomo. Nelle terre dei fiumi Walder Fray, un uomo. Ad approdo del re l'alto passero attraverso Tommen entrambi uomini (cersei sta per essere condannata a morte e a Maegiorina viene detto che deve sbrigarsi a fare il suo lavoro di sfornare pargoli).

Sugli uomoni di ferro comanda Euron, un uomo. Dorne e Meereen sono gli unici due "regni" con donne al potere.

Questa è la deriva femminista della serie? Dove sono i pari diritti tra uomini e donne al potere?

Una donna forte per essere forte l'hanno resa una lesbica, che tratta le altre donne con maschilismo. è questo il potere delle donne?

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...