Jump to content
Sign in to follow this  
AlysanneTarg

Terrorismo - attacchi in Italia

Recommended Posts

Ciao a tutti, dopo i tragici fatti di ieri sera ho visto rimbalzare su Internet o nei discorsi della gente la solita domanda "Quando accadrà in Italia?/Perchè non è ancora successo?"

 

Secondo me esistono una serie di concause: sicuramente l'immigrazione da certi Paesi per noi è un fenomeno più recente e su scala minore, e mi sembra che in Italia le comunità islamiche siano meno ghettizzate rispetto alla Francia o al Belgio; poi c'è da considerare che l'Italia è (o quantomeno potrebbe essere) un comodo punto di passaggio per arrivare in Europa, e che qui da noi c'è il Vaticano, ed un attacco diretto a Roma e al Papa potrebbe davvero dare il via ad una guerra su larga scala.

 

Voi cosa ne pensate? So che il tema è molto caldo, spero che si possa avere una discussione costruttiva e civile :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fa riflettere che quasi tutti gli autori degli attacchi terroristi sia in Francia che in Belgio siano persone nate e cresciute in questi stati.

Io non credo alla storia "è l'immigrato clandestino che porta il terrorismo". Purtroppo non è così semplice.

Di solito questi terroristi hanno un mix tra storie difficili, piccola delinquenza (alcuni erano rapinatori o spacciatori), persone nate e vissute nel degrado e nella ghettizzazione. Non si sentivano appartenenti a questo tipo di civiltà e si sono estremizzati andando a fare i guerriglieri in Siria.

In Italia non abbiamo questi episodi di ghettizzazione, per fortuna. Tanto in Italia, fa anche questo.

Questa tesi l'ho sentita in uno dei tanti servizi in tv dopo l'attentato di parigi. In Italia abbiamo servizi segreti più efficaci, visto che sono abituati a combattere il terrorismo. La storia italiana purtroppo si è macchiata già di stragi terroristiche come quella delle brigate rosse. Per quanto ne so il Belgio per esempio no, e nemmeno la Francia.

Spero che non avvengano mai attentati in Italia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sembrerà brutto ,sembrerà strano ma ci sono tre cause per cui l'italia non è stata ancora attaccata , cosa diversa per gli italiani che all'estero sono stati attaccati .

 

il primo motivo è che in italia non ci sono controlli ne sui luoghi di aggregazione musulmani ne sui profughi ,praticamente l'italia è uno dei luoghi da cui molti foreign fighters poi diventati isis sono rientrati in italia e quindi in europa grazie a schengen ,quindi non gli conviene che l'italia cambi governo o diventi un paese normale .

 

il secondo motivo è che abbiamo dei servizi segreti inferiori solo al mossad nel mondo ,so già che non ci crederà nessuno ma tant'è .

 

il terzo motivo è di natura pratica , questo tipo di terrorista ha bisogno sia della protezione del ventre debole della società , ovvero i quartieri "etnici" dove nascondersi in piena luce ,e questi in italia ci sono ma non sono ancora come in francia o belgio dove vige addirittura una legislazione a parte e la polizia non ci entra piu.

ma soprattutto il terrorista ha bisogno di accedere alle armi ,ai mezzi rubati , corrompere qualcuno ,insomma ha bisogno di una criminalità locale compiacente.

in italia non c'è ,in italia ci sono le mafie africane o medio-orientali ma vengono schiacciate da quelle italiane e cinesi ,e sudamericane che mai e poi mai per motivi religiosi sacrificherebbero il loro fine economico.

insomma che se la camorra vendesse un kalshnikov ad uno che poi fa un attentato fallisce la camorra .

quindi per motivi che esulano dal patriottismo o il salvare vite la mafia esercita un controllo sulla situazione sostitutivo delle forze dell'ordine

Share this post


Link to post
Share on other sites

nel frattempo colpo di stato in turchia in corso

 

cresce in me la spiacevole sensazione di trovarmi in età da combattente in uno snodo della storia , vabbè meglio combattente che bambino inerme o vecchio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fatto che in Italia questi attentati non si sono ancora verificati ha IMHO due spiegazioni:

 

- la prima è che le comunità di fede musulmana in Italia sono meno numerose e meglio integrate di altre comunità e minoranze (alle volte penso che se per assurdo esistesse un terrorismo rom, ad esempio, noi saremmo fo**uti), e più integrate di quanto non siano in Francia, che tra l'altro ha nei confronti dei paesi di provenienza di queste comunità un rapporto tutt'altro che semplice, avendo la storia coloniale che ha.

- le nostre forze dell'ordine e i nostri servizi di intelligence, negli anni, hanno dovuto contrastare minacce interne tutt'altro che semplici da gestire (terrorismo rosso e nero, mafie), ed hanno quindi accumulato un know-how di tutto rispetto nel fronteggiare situazioni di questo tipo. Know-how che gli altri paesi non hanno, evidentemente. Ma se non si crea un organismo internazionale (almeno europeo) che gestisca e coordini tra loro i servizi di intelligence delle varie nazioni, è solo questione di tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

erdogan è fuggito e gli hanno negato l'atterraggio in germania

 

quanto vorrei prenderlo,garantirgli la sua incolumità a patto che parli sugli ultimi 7 anni di ciò che è realmente successo in medio-oriente e cosa hanno realmente fatto obama,la merken ,hollande

Share this post


Link to post
Share on other sites

Moderatore MODE/ON

 

nel frattempo colpo di stato in turchia in corso

 

cresce in me la spiacevole sensazione di trovarmi in età da combattente in uno snodo della storia , vabbè meglio combattente che bambino inerme o vecchio.

 

 

erdogan è fuggito e gli hanno negato l'atterraggio in germania

 

quanto vorrei prenderlo,garantirgli la sua incolumità a patto che parli sugli ultimi 7 anni di ciò che è realmente successo in medio-oriente e cosa hanno realmente fatto obama,la merken ,hollande

 

Davide Blackfyre, questi messaggi sono OT rispetto a questa discussione!

Se ne parla già in Politica Internazionale.

 

Moderatore MODE/OFF

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una volta una persona mi ha detto che qui in Italia c'è la mafia, per questo attacchi terroristici non ce ne sono ancora stati.

Non so se può essere una spiegazione plausibile. Essendoci loro impediscono che altri si approprino del territorio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo dire che la mafia ci """"""protegge""""""" fa quasi ridere...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ci protegge, evita semplicemente che il suo territorio diventi di altri ma è l'opinione di un giornalista che conosco mica Legge!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io penso che sia l'insieme delle cause elencate.

- I nostri servizi segreti sono tra i migliori del mondo e collaborano molto con le forze dell'ordine.

- Procurarsi un'arma in Italia è molto difficile, se non affidandosi alla malavita. Malavita che non ha nessun interesse a vendere qualche arma per ritrovarsi con il fiato sul collo di chi vigila, come succederebbe se rifornissero anche un solo terrorista. Magari contribuiscono a rifornirli in zona di guerra con grossi carichi, ma non in Italia.

- Inoltre va considerato che gli immigrati in Italia sono molti meno che in Francia, Germania o Belgio (in rapporto al territorio e alla popolazione) e, checché se ne dica, più controllati, in particolare rispetto alla Francia. Questa cosa però si rapporta con il numero. Con le stesse presenze non so come andrebbe.

 

- Vedo che anche la Spagna non ha il problema ma, pur essendoci stato e avendo lì degli amici, non conosco la condizione degli immigrati in terra iberica e ne ho sentito parlare poco. Qualcuno ne sa più di me?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che l'Italia non sia ancora stata vittima di attentati anche perché a differenza della Francia non siamo in prima linea nella lotta all'ISIS. La Francia ha aiutato a combattere daesh in Mali (se non sbaglio), inoltre la Francia si è sempre "messa in mezzo" nella politica dell'Africa e del Medio Oriente anche perché è un ex paese coloniale. L'Italia non è niente di tutto ciò e quindi è un obiettivo secondario a mio parere. Anche se però attaccare o minacciare l'Italia ha un forte significato simbolico in quanto a Roma si trova il papa e inoltre il nostro paese è un "ponte" tra l'Africa e l'Europa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'attentatore di Berlino veniva dall'Italia, ed è tornato in Italia dopo l'attentato.

 

A conferma dell'Italia come luogo di passaggio e organizzazione. Cosa che, secondo me, è un motivo per cui finora non è stata toccata: un giro di vite qui, a seguito di un attentato, sarebbe dannoso per loro.

 

 

 

Una cosa che mi sfugge. Perchè l'attentatore ha lasciato i documenti nel tir? Se voleva fuggire, perchè dare un vantaggio così grande alle forze dell'ordine?

 

In generale, perchè questi ritrovamenti di documenti sui luoghi degli attentati?

 

Gli attentatori vogliono far sapere i loro nomi per rivendicare? Hanno bisogno di lasciare i documenti? Se vengono uccisi, i loro nomi saranno comunque rivelati. Se riescono a fuggire, una volta in salvo possono postare un video o roba del genere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provando a rispondere a quelle ipotesi:

 

- Vogliono farsi riconoscere. Ok. Ma lasciare un documento ai nemici, che tanto decidono comunque loro chi incolpare, è il modo migliore? Uno schedato come il tunisino non sarebbe stato riconosciuto lo stesso? Se poi vuoi fuggire, a scopo far sapere subito chi sei, permettendo la caccia immediata?

 

- L’attentatore non ne esce vivo. Serve il documento per dimostrare che ha compiuto l’attentato?

 

- Il martirio. Questo però è fuggito, non ha cercato il martirio, quindi non seguiva il manuale del buon terrorista.

Per loro può pure aver senso il tentare di sopravvivere, per compiere un altro attentato, o riciclarsi nella guerra in Siria, o altro.

 

- Lo “schermo” delle fonti. Questa è un’ipotesi che può avere senso: per tagliare corto o per non rivelare qualcosa di segreto con l’opinione pubblica su come si è arrivati ad individuare la persona responsabile, si dice di aver trovato i suoi documenti.

 

- I passaporti falsificati. Avrebbero commesso tutti l’errore di essersi dimenticati i documenti?

 

- Stranezze, non complotti. Sì, infatti si cerca di trovare una logica nelle stranezze.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×