Jump to content

ADWD - Progetto Rilettura ASOIAF


Recommended Posts

Beh ma mi pare che dicano nel capitolo che la Barriera "piange" per cui le persone non possono essere morte di freddo...

Quindi magari veramente non faceva così freddo.

inviato tramite Corvo da Tapatalk

Adesso non vorrei fare il pignolo ma tra morire per ipotermia e congelarsi le labbra(ad esempio), ce ne passa. :)

 

Il fatto che la Barriera pianga non toglie che ci sia abbastanza freddo da rendere una superficie metallica causa di gelone.

Anzi, è certo praticamente che ci sia molto umido, vista la presenza di neve fresca che ammanta l'erba. Beh con l'umidità si corre parimenti il rischio di congelarsi.

 

Comunque dai, non è importante :D

Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Beh dai una svista possiamo perdonargliela ad Altieri :D

 

Belle riflessioni ancora, compresa quella del freddo nella cripta Stark. Ho pensato anche io che George non sapesse di cosa stesse parlando, scrivendo molto ad effetto più che altro.

 

Sul dark e sul fair, una contrapposizione di carattere non credo proprio di carnagione.

 

Al momento della visita è ancora estate, per cui è probabile che la temperatura esterna sia più alta di quella delle cripte, ma anche Catelyn durante il funerale di lord Hoster definisce gelide le cripte di Grande Inverno.

Martin fa l'associazione Tombe -> freddo, o che sia un anticipo del famigerato drago di ghiaccio?

 

Altre frasi che mi sono rimaste particolarmente impresse:

 

Jory e Hullen sono spaventati e percepiscono un cattivo presagio alla vista del metalupo morto

 

Born with the dead,” another man put in. “Worse luck.”

 

Ora probabilmente mi sto facendo mille pare, ma leggendo questa frase ho immediatamente pensato a Jon, Tyrion e Dany. Tutti e tre hanno in comune di essere nati con la morte (delle rispettive madri).

 

 

 

Non avevo riflettuto sulla frase, ma pensandoci per Dany e Jon al momento della nascita anche il padre è già morto.

Se Jon è figlio di Rhaeger, nasce più o meno quando Ned arriva alla torre della Gioia, per cui la battaglia del tridente è già avvenuta,

e Daenerys nasce alla roccia del drago alcuni mesi dopo il sacco di Approdo del re.

 

 

Per quanto riguarda il pugnale tra i denti è probabile che non facesse abbastanza freddo da gelare la lama, poche righe più sotto è scritto "il gorgogliare dell'acqua gelida del torrente", per cui la temperatura non è così bassa da gelare l'acqua. Solo quando gli Estranei si avvicinano arriva "un freddo improvviso e innaturale", lo stesso che descrive Sam nella fuga dal pugno dei primi uomini, e probabilmente anche il freddo che ha ucciso i bruti è causato dalla presenza degli Estranei.

 

Edited by Jhon D'oh
Link to post
Share on other sites

Io non vorrei insistere con sta cosa del pugnale :D

 

Però anche a temperature esterne di sette otto gradi sotto zero(forse anche di più), la temperatura di un ruscello o comunque di acqua corrente(quindi in movimento), si mantiene sopra lo zero, almeno tre quattro gradi.

 

Però dai era una lama ancora temperatura protetta e l'ha tenuta in bocca per poco :D

 

Sulle cripte... potrebbe essere anche motivato il freddo eccessivo, anche da suggestione :) oltre che, può darsi eh, da qualcosa...

Link to post
Share on other sites

Un'osservazione..se è già stato detto scusate

 

Cap 4 pov Ned

Sopra di loro, nell'aria fredda, sventolavano vessilli dai colori azzurri e dorati: il cervo incoronato, em-blema della Casa Baratheon, campeggiava su di essi.

 

Ma azzurro di che?!

 

Stessa cosa nel pov di Jon dei capitoli di questa settimana

Le alte pareti di pietra grigia erano adornate di stendardi, un caleidoscopio di bianco, azzurro e oro: il meta-lupo degli Stark, il leone dei Lannister, il cervo incoronato dei Baratheon.

 

Ho controllato l'originale e il pov di Ned recita

Over their heads a dozen golden banners whipped back and forth in the northern wind, emblazoned with the crowned stag of Baratheon.

e quello di Jon

White, gold, crimson: the direwolf of Stark, Baratheon’s crowned stag, the lion of Lannister

 

 

E quindi..Sergio, azzurro di che?! :mellow:

 

Ho quasi voglia di leggere in italiano e in inglese..

Link to post
Share on other sites

In qualche modo ce l'ho fatta anch'io, che nostalgia tornare agli inizi degli Stark quando erano tutti vivi, insieme e tranquilli (più o meno) ;_;

Ho affrontato la lettura in inglese ma mi fermavo tipo ogni quattro righe per consultar il dizionario, ehm...quindi son passata all'italiano. Magari per i prossimi farò la doppia lettura per ciascuno.

 

Molto interessanti le vostre osservazioni, in particolare il simbolismo nei capitoli di Bran e Cat (una Cat molto più ricettiva di Ned nei segnali!), il fatto che sia evidente da subito nel cap di Ned che la promessa fatta a Lyanna nasconda dell'altro, e nel cap di Dany che Illyrio si aspetti già una prematura dipartita di Viserys e non tenga in nessun conto il possibile valore di Dany (che tenerezza ritrovarla come una ragazzina impaurita che sogna la sua casa rossa)

 

Mi hanno fatto sorridere poi le piccole aggiunte della traduzione italiana che avete segnalato. Capisco travisare il senso di una parola, può succedere (a parte l'unicorno che non so dove se lo siano sognato), ma aggiungere qualcosa no...

 

 

 

 

Inviato dal mio GT-S5301 utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Ho letto i capitoli di Jon e Catelyn. Mi sono piaciuti.

 

Nel capitolo di Jon, ci sono due cose su Tyrion che ho trovato molto interessanti.

 

1) Subito dopo la famosa frase sui nani che sono tutti bastardi agli occhi del padre, Jon dice a Tyrion: "You are your mother's trueborn son of Lannister".

Tyrion risponde, sardonico: "Am I?" e poi aggiunge: "Do tell my lord father. My mother died birthing me, and he's never been sure".

 

In questo scambio, Tyrion esprime i dubbi di Tywin sulla sua nascita. Cosa che ritorna più volte nei libri, e che indebolisce l'idea di alcuni secondo cui, nei momenti in cui Tywin rinnova quei dubbi, non intenda in senso genetico.

 

2) Nel finale del capitolo, Tyrion torna dentro. Il capitolo si conclude così: "When he opened the door, the light from within threw his shadow clear across the yard, and for just a moment Tyrion Lannister stood tall as a king."

 

Torna un'altra immagine che ci verrà mostrata altre volte in seguito: Tyrion è piccolo, ma proietta una grossa ombra di potere (torna subito alla mente la frase di Varys sul folletto).

Qui c'è qualcosa in più: "tall as a king". Potrebbe essere un indizio di Tyrion sul Trono di Spade alla fine. Io l'ho preso seriamente in considerazione.

 

In generale, gli indizi dei primi tre libri, del primo in particolare, secondo me sono molto più importanti degli altri, perchè fin dall'inizio Martin voleva mostrarci di conoscere il destino dei personaggi importanti e non ha lesinato indizi forti. In seguito, resosi conto del successo della saga, del potere di internet per lo scambio di informazioni e teorie, ha iniziato a buttar fumo negli occhi, con falsi indizi e divagazioni.

Link to post
Share on other sites

Per adesso ho letto solo il capitolo di Jon e mi è piaciuto un sacco.

 

Oltre alle battute tra Jon e Tyrion mi ha incuriosito molto uno scambio tra Jon e Benjen.

 

Daeren Targaryen was only fourteen when he conquered Dorne,” Jon said. The Young Dragon was one of his heroes.
“A conquest that lasted a summer,” his uncle pointed out. “Your Boy King lost ten thousand men taking the place, and another fifty trying to hold it. Someone should have told him that war isn’t a game.” He took another sip of wine. “Also,” he said, wiping his mouth, “Daeren Targaryen was only eighteen when he died. Or have you forgotten that part?”

 

Tralasciando Daeron che era ancora Daeren ,potrebbe essere davvero un'associazione veritiera. Considerando che Jon all'inizio ha davvero 14 anni e, considerando il piano originario con il gap di cinque anni, Jon avrebbe dovuto ricevere le pugnalate a 18 anni. E se Jon fosse davvero morto? Forse il buon Benjen aveva ragione.

Non tutto coincide nella frase di Benjen (Jon non resta LC solo per un'estate, ne perde uomini per diventarlo) ma Martin potrebbe aver avuto ancora un'idea vaga all'inizio.

 

 

Non so, ho pensato subito a questo paragone, secondo voi funziona?

 

EDIT: mi ero dimenticato che con Martin le estati funzionano in modo diverso :ehmmm: . L'affermazione potrebbe coincidere anche in quel senso allora, e possiamo anche dire che gli uomini persi sono quelli durante l'attacco dei Bruti.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,893
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    Carlo67
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,153
    • Total Posts
      752,166
×
×
  • Create New...