Sign in to follow this  
Followers 0
Euron Gioiagrigia

Medioevo tecnologico

29 posts in this topic

Pensavo da tempo di iniziare questa discussione, ma il casino successo attorno al servizio di Report sui vaccini mi ha dato lo spunto.

In pratica, la mia idea è che nonostante il sempre maggiore sviluppo scientifico e tecnologico che caratterizza la nostra epoca si siano diffusi in seno alla società pensieri, attitudini e credenze tutt'altro che rispondenti ad una cultura scientifica, ma che sono amplificati dalla tecnologia stessa, e da Internet in particolare.

Più precisamente, questi sono secondo me i punti più dolenti:

 

- Vaccini. E' il caso più eclatante: nonostante siano una delle conquiste più eclatanti ed eccezionali della scienza moderna, è in corso di diffusione un movimento di sfiducia e condanna verso di essi, a causa di varie facezie diffuse in Rete a cui molti, incredibilmente, danno retta. E non aiuta il fatto che alcuni personaggi politici non abbiano espresso un chiaro sostegno a questo fondamentale strumento di lotta contro le malattie;

 

- Teorie del complotto. Argomento che in qualche modo racchiude la questione vaccini, ma che si estende anche oltre. Dando un occhiata su Youtube, è incredibile quanti video si possano trovare riguardanti alieni, armi supersegrete, fantasmi, foto misteriose, sparizioni, complotti politici ecc ecc. Ed è ancora più preoccupante guardare quante views raggiungono i suddetti video, segno che la gente ha quasi bisogno di credere alle più incredibili fandonie. Se poi ti azzardi a far timidamente osservare che si tratta di teorie non provate, subito arriva la risposta: "Eh, ma non puoi mica smentirmi!";

 

- Ignoranza informatica. Tutti noi abbiamo uno smartphone e la possibilità di accedere alla rete e ai social quanto e come vogliamo. Ma la domanda è, su 100 che usano Internet, quanti hanno vere conoscenze informatiche? E con esse non intendo la programmazione che è giustamente una cosa per pochi, ma anche la conoscenza di programmi basilari (Excel, Word) e dei metodi per gestire il computer (deframmentazione, autoanalisi, scansione ecc.). La risposta mi lascerebbe depresso, ma rende felice chi di mestiere si occupa di riparare computer e smartphone;

 

- Fanatismo religioso. Un'altra cosa che balza all'occhio e che forse in fondo è la più preoccupante di questa lista, è la diffusione di molte forme di fanatismo religioso in tutto il mondo, e non solo islamico. Un altro indizio della progressiva sconfitta della razionalità.

 

Voi che ne pensate? Sono troppo pessimista e rompiscatole o stiamo vivendo una nuova epoca buia sotto l'aspetto culturale? Se sì, avete altri punti da postare oltre ai miei?

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso di essere un semicomplottista perchè non mi fido dei "padroni del discorso" cit. :D Internet ha regalato i 15 minuti di celebrità a chiunque (orwell?? ) e la diffusione delle idee stramapalate è aumentata. In era pre internet la diffusione cartacea di un' idea stramba avrebbe richiesto più tempo oltre ad un editore che ti permettesse di pubblicarla. Il fanatismo religioso esiste da millennni e a seconda dei paesi è stato fermato, istituzionalizzato o è diventato parte dello stato. Diciamo che non cambierà niente a breve periodo e forse nemmeno a lungo. Sull' informatica penso che la situazione sia a macchia di leopardo e continuerà ad esserlo: mia mamma ha 80 anni e usa da 5 uno smartphone anche se va aiutata.. :) mentre conosco altre persone giovani che alla domanda su quale brownser usino rispondono internet.. :(. I vaccini sono la prosecuzione con altri mezzi del detto: i dottori non capiscono niente.. Penso che la situazione sarà sempre a macchia di leopardo e non ci sarà mai un livellamento o conoscenze scientifiche minime nella popolazione. Per fare un esempio citerò star trek. in tutte le serie vediamo gli equipaggi delle varie enterprise che smanettano su schermi multicolore. Facendo questo sembra che tutti siano allo stesso livello di conoscenza sulla gestione delle astronavi ma alla fine solo un pugno di sapienti/personaggi è in grado di gestire al meglio guasti e altri problemi.

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente la cassa di risonanza delle opinioni antiscientifiche è aumentata a dismisura, e al tempo stesso il periodo di crisi (economica e non solo) per certi versi esacerba gli animi. Le teorie del complotto offrono una bella spiegazione, molto autoassolutoria, del perché le cose vanno male, creando terreno fertile per le opinioni antiscientifiche di cui sopra.

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli antivaccini sono figli del "i dottori non capiscono nulla" e di tutti quelli che andavano o vanno dal medico solo quando stanno per tirare le cuoia. Che poi il pensiero scientifico, la scienza è una disciplina relativamente recente e che è stata accettata molto in ritardo perchè non se ne vedono o non si capiscono gli effetti. La tecnica figlia della scienza ha portato ad una riduzione del lavoro manuale e dunque l' uomo qualunque si è sentito defraudato della sua funzione. L' invenzione di internet e la libera circolazione delle idee hano portato allo sfogo liberatorio verso le teorie scientifiche. Poi tra tutti questi antiscienza ci sono mille sfaccetature perchè per fare un esempio gli ufologi e i complottisti la scienza la usano a loro uso e consumo, gli antivaccino usano una parascienza che deriva da una tradizione di "buon senso dei tempi andati". Il problema degli antivaccini è che non si rendono conto che nei bei tempi andati senza cure si crepava molto più velocemente.

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siamo una società in evidentissima decadenza economica (e vabbè), intellettual-culturale (vedi vaccini, bufale, sistemi scolastici per scimmie) e probabilmente pure etico-morale (vedi fanatismi vs relativismi, la via di mezzo è sempre più rara).


Ciononostante, restiamo in vantaggio e continuiamo a godere dei vantaggi derivanti dalla nostra posizione dominante secolare.



Mantenere la superiorità tecnologica (anzi, RINNOVARE la superiorità tecnologica) è l'unico modo per mantenere tale posizione, perché negli altri parametri siamo in caduta libera.


Quindi spero fortemente che il medioevo tecnologico sia tutt'altro che prossimo, anzi.


Tra l'altro è una delle poche cose sul quale sono abbastanza ottimista, un nuovo balzo in avanti nella tecnologia e più in generale in vari campi della scienza/ricerca potrebbe anche non essere lontano.


0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla tecnologia ci siamo, è in continuo miglioramento e non pare arrestarsi il progresso.

Il problema, per come la vedo io, è la MENTALITA': si sta diffondendo in seno alla società una cultura antiscientifica, a favore delle bufale e contro i ragionamenti pacati e le dimostrazioni ragionate.

Per fare un esempio demenziale, è come avere le auto volanti ma la gente crede che volano grazie alla magia

1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come avevo scritto in altro loco quello che e' il grosso problema attuale e' l'ignoranza ,del resto la scuola non forma ne' culturalmente ,ne' educando la gente a pensare con la propria testa e partendo da solide basi per la discussione

Troppa gente incompetente trancia giudizi senza sapere di cosa parla ma solo per adeguarsi al proprio credo,si fa per dire,politico

Quando un Freccero dice che i vaccini fanno venire malattie degenerative cerebrali senza aver alcun supporto di trial clinici, non solo disinforma ma confonde le idee della gente

Prima di parlare Freccero dovrebbe sapere che le malattie degenerative sono in aumento perché la vita media e' in aumento e perché lo stile di vita e' cambiato,alimentazione in primis ,ma pure attività fisica ridotta ,vita in casa dietro un PC,,hanno portato per esempio ad alterazioni dello sviluppo del cervello già in epoca perinatale ,sempre causa alterazione microbiota e carenza di vitamina D ,cui si aggiungono i danni per esempio di una alimentazione scorretta ricca in acidi grassi saturi(altro che solo olio di palma) troppo ricca in zuccheri,fruttosio,prodotti terminali della glicazione ,carni rosse e processate.

Ma e' molto piu' facile attaccare le multinazionali del farmaco che la Coca cola, i prodotti da forno, le patatine ,gli hamburgers e cioè i Mac Donalds...che sponsorizzano Expo e le trasmissioni anche della tv pubblica che dovrebbe fare servizio pubblico cioè insegnare i corretti stili di vita,caro Freccero ...

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Il problema, per come la vedo io, è la MENTALITA': si sta diffondendo in seno alla società una cultura antiscientifica, a favore delle bufale e contro i ragionamenti pacati e le dimostrazioni ragionate.

 

secondo me non si sta diffondendo, tendenzialmente la gente/la massa è sempre stata mediamente abbastanza ignorante e/o credulona.

le facoltà cognitive medie sono rimaste inalterate.

 

semplicemente la presenza dello Stato e dei suoi vari organi (compresi i partiti) nel campo delle opinioni e delle ideologie si è molto allentata, è molto meno uniforme, e quindi ci sembra che molta più gente abbracci idee balzane e stravaganti. Ma una volta in tantissimi credevano ai protocolli dei savi di sion, o alle reliquie dei santi che vincevano le battaglie, o al comunismo come panacea di tutti i mali dell'umanità, tutte cose molto peggiori che dubitare dei vaccini...

 

Con 5 quotidiani e un singolo canale rai la quantità di scemenze che venivano date in pasto al pubblico ogni giorno era necessariamente minore (se non qualitativamente, quantomeno quantitativamente), e quindi ci sembra che sempre più gente sia improvvisamente diventata scema, ma secondo me è una percezione falsata, ed in realtà la mentalità della massa è rimasta tutto sommato la stessa.

 

E' della sempre più scadente preparazione delle classi dirigenti che dobbiamo aver paura, della crescente mediocrità di chi prende le decisioni, non delle capacità critiche e di ragionamento logico della massa: quella si beve qualunque balla gli venga propinata sin dai tempi dei primi faraoni e probabilmente continuerà a farlo anche quando avremo terraformato marte.

1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai dimenticato il potere della rete dove ogni notizia errata,farlocca può essere sostenuta e diffusa

1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrei quotare molte delle vostre affermazioni... purtroppo sono d'accordo che si stia assistendo a una sorta di degenerazione sia culturale che etica. Da un lato credo c'entri anche la diffusione a macchia d'olio della rete con la sua caratteristica che chiunque può scrivere sempre qualunque cosa e questa diventare virale in 2 secondi. E difatti negli ultimi 15 anni abbiamo assistito al diffondersi del qualunquismo e del pressapochismo di massa nonché di nuovi falsi miti, come la storia dei vaccini.

Poi credo ci metta del suo anche una certa tendenza umana a perseguire il trash, il cattivo gusto e tutto ciò che è poco edificante. Cosa che è stata tanto piú amplificata dall'età "social" in poi: l'importante è stupire, essere popolari, far parlare di sé, non importa in che modo.

Ciò che inquieta, e qui cito ser Balon, è che figlia di questo panorama ormai è anche la classe dirigente così come lo sarà quella del futuro e ciò naturalmente avrà delle conseguenze e delle ripercussioni negative poiché non sarà in grado di affrontare i problemi che già si avvertono ora e che tenderanno ad amplificarsi per forza di cose, anzi alcuni verranno magari pure peggiorati.

Basta vedere la situazione coi migranti o l'instabilità politico/militare degli ultimi mesi: io la trovo incredibile se penso che siamo nel 2017!!! Mica nel Medioevo, ma riusciamo a mandare le sonde su altri pianeti e a risolvere questi problemi no! ^^"

1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai dimenticato il potere della rete dove ogni notizia errata,farlocca può essere sostenuta e diffusa

c'è anche da dire che se usata bene la rete può far emergere notizie vere, che in altri tempi avrebbero tenuto nascoste, sostenerla e diffonderla, e più in generale è una poderosa fonte di informazioni e conoscenza.

 

Alla fin fine gli effetti che internet ha dipendono per larghissima parte dall'intelligenza/istruzione del fruitore finale.

Le due cose si bilanciano (o potrebbero bilanciarsi), tutto sommato.

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda che circa la rete sfondi una porta aperta

Ti faccio l'esempio sulla possibilità di leggere articoli di riviste scientifiche mondialii prestigiossime specializzate in vari settori e di tutto il mondo ,entrando nel loro sito anche se spesso sono necessari username e pw :hai la possibilità di accedere ad articoli importantissimi in tempo reale e anche di discuterne sui blog dedicati di dette riviste

Ma se vai in rete utilizzando per esempio google potrai essere sommerso da notizie farlocche e pericolose

Tutto qui

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che la rete ha aumentato di molto le teorie farlocche o quelle false in generale ma ha al suo interno gli anticorpi che sono gli utenti di fronte al pc. Riallacciandomi al topic dei posti di lavoro persi per colpa delle macchine nessuno può sostituire un uomo che contesta una teoria antiscientifica con altre idee. Andare per biblioteche nei deceni andati per contrastare teorie assurde (penso ai protocolli dei sai di sion per esempio) non sarebe stato così facile come oggi che accediamo all' 80% dello scibile umano via pc. Quello che mi lascia perplesso sugli antiscienza sono i magistrati che agiscono spesso sulla base di sentito dire. Una legge che preveda che i magistrati debbano seguire le teorie scientifiche e non altre penso sia quantomeno necessaria.

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è così,dipende dai magistrati,ma in genere essi si avvalgono di consulenti specializzati che a loro volta si basano su precise linee guida validate in tutto i mondo

0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0