Jump to content

Game of Thrones, Episodio 7x01


Recommended Posts

  • Replies 229
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Si può dire tutto quello che si vuole sul dialogo tra Sansa e Jon... chi ha ragione, chi non ce l'ha etc etc etc... ma NESSUNO DEL SUO ENTOURAGE dovrebbe permettersi di contraddirlo apertamente in pubblico. Questa è una caduta di stile che fa apparire  Sansa assolutamente stupida e infantile. Basta guardare la faccia di Davos per vedere cosa ne pensa anche lui di questo comportamento. Sansa e Jon  in privato possono litigare quanto vogliono... ma davanti ai sudditi no... dai.... che bambinata!!!!

Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Darya dice:

Si può dire tutto quello che si vuole sul dialogo tra Sansa e Jon... chi ha ragione, chi non ce l'ha etc etc etc... ma NESSUNO DEL SUO ENTOURAGE dovrebbe permettersi di contraddirlo apertamente in pubblico. Questa è una caduta di stile che fa apparire  Sansa assolutamente stupida e infantile. Basta guardare la faccia di Davos per vedere cosa ne pensa anche lui di questo comportamento. Sansa e Jon  in privato possono litigare quanto vogliono... ma davanti ai sudditi no... dai.... che bambinata!!!!

Esattamente Sansa fa una pessima figura 

non sei d'accordo ?Bene ma ne parli con lui in privato

E poi il fatto che ammiri Cersei ....questa cretina non ha imparato nulla e ancora tiene a un potere che con gli estranei alle porte conta meno di zero

Le sue vicissitudini non l'hanno cambiata ,cretina era e cretina rimane e vuole pure comandare  ma mi faccia il piacere mi faccia 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
Visto ora e andiamo di voti:
 
Arya:
Sarà stata l'astinenza, sarà che Arya è uno dei miei personaggi preferiti, sarà che i Frey li avrei ammazzati anch'io, ma ho amato la scena.
"Se qualcuno domanda cos'è successo, ditegli che il nord non dimentica e che l'inverno per i Frey è arrivato!" Lupa fino in fondo! E si vendica solo con i colpevoli infatti non ha fatto bere la ragazzina. Rimarca questa cosa  l'incontro con i soldati Lannister, che sono solo ragazzi come Frittella, non colpevoli come Cersei.
Voto 8
 
Barriera:
Bran è arrivato alla barriera e tra breve arrivano anche i suoi amichetti "occhi belli". Sembra più un ricordare a noi dove eravamo rimasti, niente di più.
Voto: 5
 
Nord:
Jon cerca di fare il Re, ma a Sansa non piace come lo fa. Lei preferisce gli uomini che la prendono a sberloni, e sincermente comincio a convincermi che se li merita pure. E meno male che c'è Jon, Sansa probabilmente ora sarebbe pure d'accordo di tagliare la testa a suo padre.
Ma... Spettro? E che cribbio! La storia di cappuccetto rosso deve aver traumatizzato i due sceneggiatori, i lupi proprio non gli sono simpatici!
Voto: 7, ma senza Spettro diventa un 6
 
Approdo del Re:
Anche qui ci ricordano dove eravamo rimasti, con Cersei impazzita e Jaime che non capisce un cavolo. Poi arriva quel gran burlone di Euron che invece capisce tutto, anche come tromb... ehmm... sposare Cersei.
Voto: 6
 
Vecchi Città:
Sam voleva diventare maestro, ma per il momento riesce solo a vuotare pitali. L'uccisore di Estranei! La scena rende bene l'umiliazione e la frustrazione a cui è sottoposto.
Jorah è ancora vivo e quindi ha ancora qualcosa da dire in questa storia.
Voto 7
 
Roccia del Drago:
Silenzio. Qui parlano solo i draghi. Draghi che volano, statue di draghi, teste di drago, bassorilievi di drago.
Finalmente casa. Bene, ed ora da dove cominciamo?
Voto 7
 
In generale mi è piaciuta. Bisogna ammettere che tra le serie televisive resta sopra la media. Non all'altezza dei libri (se solo Giorgione si decidesse a finirli), ma comunque gradevole. Dal mio punto di vista la puntata in generale si prende un bel 7.
Link to post
Share on other sites
4 hours fa, ***Silk*** dice:

A me pareva lui. Non ho capito se sei d'accordo o dissenti. C'aveva anche l'occhio offeso dalla freccia finale di Ramsey (avevo guardato le ultime 3 della 6 nell'attesa).

Secondo me usano sempre la stessa fisionomia per i giganti ecco perché assomigliava a wun wun

Link to post
Share on other sites

Beh.. la cgi è bella ma costa tempo e denaro e quindi si crea una sagoma e poi la si riutilizza come hanno già fatto per l' albero diga e altre cose. Wun wun è morto a grande inverno e si devono essere anche diveriti a scavargli la fossa..

Link to post
Share on other sites
28 minutes fa, Iceandfire dice:

Esattamente Sansa fa una pessima figura 

non sei d'accordo ?Bene ma ne parli con lui in privato

E poi il fatto che ammiri Cersei ....questa cretina non ha imparato nulla e ancora tiene a un potere che con gli estranei alle porte conta meno di zero

Le sue vicissitudini non l'hanno cambiata ,cretina era e cretina rimane e vuole pure comandare  ma mi faccia il piacere mi faccia

 

Credo che Sansa parta da due preconcetti: primo, che dopo anni passati in prigionia ad Approdo con Cersei e dopo mesi passati in un diverso tipo di prigionia con Ditocorto e Ramsey, adesso è a casa, è libera ed è tra la sua gente. Secondo, Jon non è mai stato niente per lei, ha iniziato a costruire con lui un rapporto solo dopo averlo ritrovato al Castello Nero credendolo tutto ciò che resta della sua famiglia e della sua vecchia vita, e per certi aspetti, è ancora uno sconosciuto verso il quale non sente poi grande affetto. E comunque, è attualmente ancora il semplice bastardo di Ned Stark.

 

Aggiungi Ditocorto che probabilmente le fa notare l'ultimo passaggio...

Link to post
Share on other sites

Ho rivisto la puntata 

i giganti sono 2 e il primo non assomiglia a Wun Wun ,il secondo si intravede solo

 

12 hours fa, Menevyn dice:

 

Credo che Sansa parta da due preconcetti: primo, che dopo anni passati in prigionia ad Approdo con Cersei e dopo mesi passati in un diverso tipo di prigionia con Ditocorto e Ramsey, adesso è a casa, è libera ed è tra la sua gente. Secondo, Jon non è mai stato niente per lei, ha iniziato a costruire con lui un rapporto solo dopo averlo ritrovato al Castello Nero credendolo tutto ciò che resta della sua famiglia e della sua vecchia vita, e per certi aspetti, è ancora uno sconosciuto verso il quale non sente poi grande affetto. E comunque, è attualmente ancora il semplice bastardo di Ned Stark.

 

Aggiungi Ditocorto che probabilmente le fa notare l'ultimo passaggio...

Ergo è troppo cretina ed ha usato Jon

Un'altra cretina le ha insegnato tanto ..

Ditocorto ha ammazzato Joffrey e la zia ma la intelligentona crede di poterlo usare...

 

 

Link to post
Share on other sites

Visto l'episodio, alcune considerazioni. Inizio abbastanza interlocutorio, che del resto conferma la stagione di transizione.

 

Torri Gemelle:

Resto della mia opinione originaria: per quanto Martin sia lodevole nel distaccarsi dal canone del buono che riesce nei propri intenti, egli non è ineccepibile nel momento in cui ciò significa una perenne e totale disfatta dello stesso. Sarebbe, dunque, un'eventualità che lascia spazio ad uno sbilanciamento inaccettabile, poiché parimenti inconsistente e monotono. Come in ogni situazione, l'equilibrio è la chiave. Dunque trovo totalmente razionale e coerente che Arya riesca a depennare qualche nome dalla propria lista, centrando l'obiettivo. Sarebbe stato completamente assurdo in senso inverso se non fosse invece riuscita a centrare neanche un singolo obiettivo. Fanservice non è quindi il raggiungimento dell'obiettivo, ma le modalità dello stesso. L'atmosfera e le battute, per quanto punitive e da cerchio della vita, trasudano esattamente ciò che il pubblico vorrebbe sentire. Quindi è un assecondare in tutto e per tutto il palato medio, a sfavore di uno spessore più complesso. Questa l'unica pecca.

Ps. Mi sfugge come sia possibile per un faceless modificare completamente corporatura e tono di voce. 

Pps. Ho gradito la scena con i soldati Lannister, un breve intermezzo atto più che altro a sottolineare il significato più realistico e profondo della guerra, le sue conseguenze sui meno agiati e soprattutto il fatto che bene e male esistono ovunque in ogni forma, laddove un mantello di colore rosso non indichi una mancanza di morale a priori. Anche nelle file dei Lannister può esserci gente a cui non manca umanità. E questo, in GoT, che tanto ama dividere il bene ed il male nel più classico dei modi, non si vede spesso. 

 

Castello Nero:

L'obiettivo della scena mi è sembrato più che altro quello di mostrare una maturazione mistica di Bran, piuttosto che l'avanzata degli Estranei. La trasposizione è dunque coerente con il cambiamento di atteggiamento e personalità del ragazzo, ma pecca di logica nello scambio di battute, in quanto dare prova di essere a conoscenza degli eventi vissuti da Edd non è un qualcosa in grado di confermare l'identità dei due. L'importante per loro, comunque, era sorprendere l'audience con il nuovo stile Brandon. 

 

Winterfell:

Situazione più interessante di tutte, almeno per me. Il Jon della S6 è un lontano ricordo. Come si presumeva, quello della S7 è la versione più fedele e vicina al Jon cartaceo, ciò non può che apportare un notevole miglioramento della psicologia e della qualità del personaggio in sé, ad oggi più consapevole, risoluto e a tratti cinico nel raggiungimento dello scopo. Non cambia l'indole primaria e ossia ciò che porta Jon ad ottemperare, come sempre, alle esigenze altrui e al compimento di ciò che è giusto, tuttavia differiscono i metodi e gli atteggiamenti, con meno benevolenza e più decisione, al punto da sembrare in parte presuntuoso. La mossa di Sansa di contestarlo in pubblico è invece dettata da impulsività e mancanza di prudenza. Ella è estremamente toccata dalle nefandezze di Umber e Karstark, al punto da non essere disponibile a voltare pagina senza un atto di retribuzione personale. Punto di vista che non condanno, poiché giunge sincero e passionale e potrebbe inoltre incontrare il favore di molti, in quanto al suo posto avrebbero per la maggior parte elaborato gli stessi pensieri. Non ci sono secondi fini dietro la contestazione pubblica. E' stato un atto di semplice ingenuità. Jon, per contro, si dimostra all'altezza della situazione, rinsaldando ancor di più la sua posizione e ponendosi in maniera chiara e perentoria verso gli altri. La scena del giuramento dei due eredi è stata più che altro solenne ed adrenalinica grazie alla rituale Winterfell/Tower di sottofondo, in un remix ancora più regale. 

Il dialogo esterno tra Jon e Sansa è altrettanto sincero. Per quanto i due la pensino diversamente, sembrano parlarsi in maniera più aperta e confidenziale, nonostante si concentrino ancora sulle presunte incapacità dell'altro. Nell'occasione, per quanto Sansa sia contraddittoria nelle sue rimostranze, mi trovo ad empatizzare maggiormente con lei piuttosto che con Jon, in quanto questi si dimostra abbastanza privo di tatto e comprensione con una frase poco elegante nei suoi confronti, atta a dichiarare la stupidità senza pari della sorella. A riguardo di Cersei, poi, viene davvero fuori il Jon dei libri. ''Sembra quasi che l'ammiri''. Un'osservazione arguta, atta a cogliere un dettaglio, esattamente ciò a cui ci ha abituati il cerebrale e profondo personaggio dei libri. Battuta totalmente incoerente con la trasposizione televisiva fin qui vista. Ma ciò non può che essere positivo. 

 

Nel confronto tra Sansa e Ditocorto si ha la conferma che i tentativi di quest'ultimo siano più rantoli di disperazione e non abbiano più la facoltà di attecchire su di lei. Dunque sì, Sansa abbastanza bistrattata e data per scontato dai più.

 

Approdo del Re:

Un Jaime come sempre spento e a tratti mansueto, ma più razionale della sorella. Egli non l'abbandona ma emerge, indubbiamente, come il lato più sano dello schieramento Lannister. Su Tommen non vedo incoerenze. Jaime, quello vero, ha sempre visto i suoi figli come uno schizzo di sperma e niente più. Non vedo perché avrebbe dovuto rimpiangerli tutti ora. Per contro Cersei ha raggiunto una sua dimensione, molto differente dalla controparte cartacea, ma non inferiore di qualità. E' ingabbiata nella propria schizofrenia paranoide e assuefatta da un narcisismo senza pari. Quindi sì, l'apprezzo, anche perché Lena è sempre sugli scudi, seconda a nessuno.

Euron si distanzia in modo totale e finale dal personaggio che ben conosciamo. Per quanto la sua scrittura sia una rivisitazione rudimentale di Vikings, l'attore riesce comunque a conferire un minimo di carisma al personaggio, tanto da risultare perlomeno accettabile. E' indubbio che, come avvenuto per Ramsay, essi preferiscano un perverso essere umano con tratti da guascone, piuttosto che un perverso essere umano totalmente cupo e controverso. 

 

Fratellanza senza Vessilli:

Una delle parti migliori. GoT ha sempre saputo scrivere il Mastino, con un'inconsueta sapienza, oserei dire. C'è stato qualche taglio al rapporto con Sansa in favore di quello con Arya, ma egli ne esce altrettanto umano e profondo, non soffrendo quindi una scrittura grezza e inconsistente. La scena delle fiamme è solo la rinascita finale, l'ultimo spartiacque, l'accettazione delle proprie paure più che il superamento delle stesse. Nonostante ciò non è snaturato, mantiene la propria sagacia e spacconeria, completandola con un'apprezzabile umanità un tempo sopita e ora ritrovata. Come sempre, sia che si tratti di GoT od ASOIAF, egli si conferma tra i migliori pg minori. 

 

Cittadella:

Non considererei trash i pitali, né il montaggio. Martin ci ha abituato a descrizioni dettagliate e stracolme di dovizia di particolari su ferite, infezioni, secrezioni, escoriazioni, scottature, escrementi, sporcizie ed ogni tipo di oscenità, dallo scorrere del siero, al pus, alla fuoriuscita di ogni liquido. Dunque è coerente con il suo stile crudo e realistico, affinché nulla, neanche i comportamenti e le parti più spinte di un essere umano siano celate. Inoltre il montaggio ha il dovere di sottolineare una certa fatica e di farla provare allo spettatore nell'osservare i vari frame. Certamente l'escamotage per giungere alla chiave rimane classico e banalotto, ma non è un dramma. Piuttosto ho apprezzato i dialoghi con l'Arcimaestro, nulla di trascendentale, ma neanche banalità. 

 

Dragonstone:

Il personaggio in sé non mi emoziona, l'ho sempre trovato pesante e poco profondo rispetto ai suoi pari, ma in questo caso la mancanza di attrazione e coinvolgimento verso la scena la imputerei più all'attrice che a Daenerys in sé, che non è riuscita a rendere la solennità del momento. Anche perché la scelta di un rigoroso silenzio è stata forse la più saggia. 

 

 

In definitiva ciò che ho gradito maggiormente è la rappresentazione delle bufere di neve e dell'Inverno, finalmente giunto. Qui sì, si sono superati. Ma sarà che sono proprio io che, colpevolmente, lo adoro a priori. 

 

Ultima postilla: vergognoso il fatto che non sia stata riservata neanche una scena a Ghost, che a questo punto, per quanto vivo, è realmente un fantasma. Legame del tutto spezzato e trascurato in GoT, ma si è arrivati a livelli ridicoli. Si poteva risparmiare su un po' di volo draghesco in favore di qualcosa che ci ricordasse che è ancora qui con noi. 

Link to post
Share on other sites

Mah, io non farei tutta questa tragedia su Sansa. Addirittura darle della cretina? Perché tutto questo astio? 

Le opinioni dei due erano entrambe valide, derivano dai vissuti, diversi, dei due. Sansa è palesemente preoccupata che Jon faccia la fine di padre e fratello, ma ha decisamente sbagliato a contraddirlo davanti a tutti, avrebbe dovuto farlo in privato, un po' come faceva Cat con Robb. E comunque pure Jon non è che sia stato proprio carino a dirle che la sua opinione è inutile.

A me è sembrata molto simile a Cat nei consigli che da a Jon. Non avrebbe dovuto sminuirlo davanti a tutti ma ovviamente questo serve per lo sviluppo della trama. Poi dai si capisce che non pensa sul serio che Jon sia Joffrey (e lo dice pure). Come si capisce che ammira Jon per quello che sta facendo. Cerca solo di fargli capire il suo punto di vista e che non si dovrebbe sottovalutare Cersei, che insomma ok gli Estranei ma deve considerare anche il resto. Mi è sembrata una semplice discussione tra fratelli. 

Poi è vero che Cersei le ha insegnato molto, non è che uno impara solo dalle persone che stima.

Sansa ha passato praticamente tutto il tempo con persone orribili e con la paura di essere uccisa o peggio, senza poter dire nulla. Ora che è a casa si sente finalmente libera di poter dire la sua, giusta o sbagliata che sia, non ci vedo nulla di male.

Riguardo il resto, a me la puntata è complessivamente piaciuta (anche la parte di Sam, disgustosa ma divertente).

Mi aspettavo di meglio nell'arrivo di Dany a Dragonstone. Tutto molto bello, ma la recitazione di lei non mi è piaciuta affatto, ha fatto certe facce...

Ha senso nell'ottica della serie un arrivo così, in un castello vuoto eccetera, la presenza di una guarnigione inutile avrebbe rovinato la scena finale.

Link to post
Share on other sites
28 minutes fa, JonSnow; dice:

Ultima postilla: vergognoso il fatto che non sia stata riservata neanche una scena a Ghost, che a questo punto, per quanto vivo, è realmente un fantasma. Legame del tutto spezzato e trascurato in GoT, ma si è arrivati a livelli ridicoli. Si poteva risparmiare su un po' di volo draghesco in favore di qualcosa che ci ricordasse che è ancora qui con noi. 

 

Dopo la sua assenza nella battaglia dei bastardi (nella quale appare addirittura la testa di Cagnaccio), possiamo considerarlo ormai andato. :(

 

Tornando a Sam... ma come funziona la vita dei novizi alla Cittadella? Come fa ad avere una casa con "moglie" e "figlio"? >_>

Link to post
Share on other sites

Comunque, rettifico. L'Inverno è stato sì ben rappresentato, ma paradossalmente solo dall'incollatura in sù. Mi sarei aspettato un clima simile verso Approdo e Cittadella, con tonalità peraltro più spente rispetto al solito. 

Link to post
Share on other sites

Temo si confermi il trend delle due (pessime) ultime due stagioni, dove gli episodi di transizione (o quelli dove non succede nulla se preferite) risultino poi  i migliori...

Ho trovato una regia piu' "elegante" del solito ed al contrario di quanto scritto da Gedeont, con il quale di solito sono sempre d'accordo, perfino i dialoghi mi sono sembrati piu' sobri che striminziti, tutto sommato efficaci. Non ha mi convinto del tutto la scena iniziale di Arya , secondo me manca di pathos, troppo lunga la reiterazione della giornata tipo di Sam, inverosimilmente tamarro Euron, ad un certo punto mentre parlava con Cersei mi aspettavo che gli squillasse lo smartphone... Nel complesso cmq non mi è affatto dispiaciuto, ma non mi faccio illusioni...

Link to post
Share on other sites

Perché cretina?

Perche il fratellastro e' stato appena insignito di un titolo importante ed acclamazione a parte,deve imporre a tutti la sua leadership e lei la mina con grande saccenza

Cretina perché lei vorrebbe che anche i figli dei traditori subissero quello che a conti fatti lei stessa ha subito ergo le sue sofferenze non l'hanno migliorata 

Cretina perché vuole imporre il suo punto di vista al fratello coram populo trattandolo da incapace di avere una vera leadership

Cretina perché Jon ha parlato del pericolo estranei eppure lei pensa a una lotta di potere 

Cretina perché certe cose le riconosce in privato quando nessuno sente,mentre in pubblico attacca Jon come se cercasse alleati per scalzarlo e ricordo che i Bruti non sono ancora visti bene

Etc

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...