Jump to content
Sign in to follow this  
Masula

Nazionali Italiane di Calcio

Recommended Posts

una partita storta capita a tutti ...

 

non è che ci deve essere la volontà di giocare male

 

anche perché a priori la Germania non era matematicamente qualificata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh niente.

 

Stavamo pure facendo una partita dignitosa evitando la figuraccia.

 

Ma no, Gagliardini non era d'accordo e voleva riequilibrare le cose....

 

 

Comunque davvero, in sta Nazionale ci sono 4 giocatori in croce che si salvano, quattro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho azzeccato la presenza di Petagna e la vittoria della Spagna :ehmmm:

 

Ma com'è sta storia che i giocatori acquistati dall'Inter diventano scarsi o esauriti? Pure con la Germania aveva messo le mani alla gola a un loro tizio..

 

La Spagna2018 avrà tre colonne: i vecchi reduci dal ciclo dorato (e personalmente di questi userei il solo Ramos), la rojita del 2013 e di questa under qua ..Saul, Asensio, Llorente, Ceballos e Bellerin sono maturi per la lista dei 23. 

 

Per quanto riguarda noi, Donnarumma è incommentabile, i centrali sono chiusi dai 3 juve, i terzini non sono così male Barreca a sinistra potrebbe farcela. I centrocampisti sono ancora un'incognita ma va detto che con la pochezza degli Azzurri grandi non c'è da fare troppo gli schizzinosi. Berardi per adesso è solo un Balotelli bianco, Bernardeschi spero mandi a casa Candreva, Chiesa si è già detto ma anche lui ha troppa gente davanti 

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Dire che Maradona e Ronaldo abbiano giocato bene solo ogni 4 anni mi pare azzardato. Hanno fatto delle stagioni splendide. Se hanno vinto poco a livello di club, è dovuto ad altri fattori.

 

- i giovani italiani tendono a maturare dopo quelli delle altre nazioni. I motivi dono molti e potremmo parlarne quasi all'infinito. Tutti msturano tardi tranne, di solito, i figli d'arte. Loro arrivano prima al top di rendimento. Chiesa piace molto anche a me ma aspetterei a dire che è meglio degli altri che, pur essendo più vecchi, potrebbero avere un più ampio margin di miglioramento

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dispiace dirlo ma nel mio post di giugno (una pagina fa) ho azzeccato tutto quanto: 

 

-Buffon e i centrali sembravano quelli di Cardiff

-Verratti non funziona a due, figuriamoci supportato da cadaveri come De Rossi/Montolivo/Parolo/Marchisio

-Insigne per rendere bene deve partire largo in un tridente come nel Napoli

-Belotti si è spompato per dare una mano ai centrocampisti presi a pernacchie dal palleggio avversario

 

Fossi in Lopetegui, per evitare di ripetere le figuracce dell'ultimo europeo e dell'ultimo mondiale, panchinerei il più presto possibile Alba, Busquets, Iniesta e Silva sacrificati sull'altare della meritocrazia e del tempo che scorre inclemente per dar spazio a Alonso, Saul, Thiago e Morata

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la partita non l'ho vista, ma quella della difesa e Buffon è relativa.

 

La difesa per essere forte e tosta (come la juve il 99% della stagione scorsa) ha bisogno di due cose, la fase difensiva e di conseguenza un certo tipo di CC.

 

 

Alla Juve a Cardiff è mancata la fase difensiva alla base in quanto al 30esimo avevamo i due CC morti, Pjanic infortunato e Khedira....vabbè, Khedira era uno zombie già dal primo minuto.

 

Poi si sa che Bonucci è un ottimo libero ma un centrale normalissimo.

Chiellini assieme a Godin è il miglior marcatore al mondo, ovvio che giocare senza di lui sia un malus...

 

Specie se come ho sentito Barzagli non ha fatto bene

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lavagna tattica di Eurosport (2 ore fa):
 

Cita

(...) Abbiamo compiuto un viaggio piuttosto lungo, ma non possiamo che tornare al punto d’inizio per concludere la nostra analisi.
Il modulo scelto da un allenatore dovrebbe esaltare i punti di forza dei propri uomini e nasconderne i difetti (non essenzialmente tecnici, ma anche dinamici). Motivo per cui una riflessione sul 4-4-2 è indispensabile. Il test di sabato potrebbe portarci a pensare che si tratti di uno schieramento utile a sfruttare la forza d’urto dei nostri attaccanti quando ci si trova al cospetto di avversari più deboli. Ma che, contro avversari di pari o superiore livello, finisca per evidenziare le carenze strutturali del nostro centrocampo.
Esattamente come il 4-2-3-1 di Allegri aveva illuso pubblico e critica nel corso della scorsa primavera, finendo per naufragare al cospetto del Real Madrid. Il problema? Se non si dispone di due centrocampisti centrali dal valore straordinario o dalla fisicità estrema, si finisce per lasciare la coppia di mediana in costante isolamento contro formazioni abili a intasare le zone centrali con tre centrali e un gioco di posizione sfiancante sulla trequarti. Quello che è accaduto a Cardiff e si è ripetuto puntualmente a Madrid, dove De Rossi e soprattutto Verratti sono stati ridicolizzati. Allora come adesso, la sconfitta non arrivò per colpa del modulo. Ma ci obbliga a porci delle domande sul modulo con i "due in mezzo". Nel caso dell'Italia, viene da chiedersi se il 4-4-2 sia il più adatto per valorizzare i calciatori con più talento. Verratti esprime da sempre il meglio di sé da interno in un centrocampo a tre, mentre Insigne ha dato la svolta alla propria carriera da esterno in un tridente. Aggiungete un dinamismo sempre più ridotto da parte dei due mediani davanti alla difesa designati (De Rossi come Montolivo e Marchisio) e avrete il punto d’arrivo della nostra analisi. È possibile ripensare l’Italia sulla base di un 4-3-3? Sì. E, questo, è l’obbligo di Ventura da qui ai prossimi Mondiali. Ancor più del portare l'Italia in Russia.


 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Analisi correttissima e anche banale, può dirsi. Penso che anche un bambino possa capire quello che sembra non capire ventura: i talenti di questa nazionale si contano sulle dira di una mano, quindi devi farli giocare in modo che vengano esaltati, altrimenti hai perso in partenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours fa, Mar dice:

Lavagna tattica di Eurosport (2 ore fa):
 


 

 

 

 

Continuo a non capire perchè continuare a fare parallelismi con Cardiff.

 

Ripeto, è facile parlare di Cardiff quando a Cardiff a metà primo tempo i due CC erano entrambi rotti.

Il Barca il CC a 3 lo ha usato eppure la Juve li ha arati con Pjanic e Khedira.

 

Khedira che assieme a Kroos ha formato una delle mediane a 2 migliori al mondo in Nazionale.

Kroos che come Pjanic non fa dell'atletismo e della forza fisica l'arma primaria, bensì ha come arma primaria i piedi con passaggi precisi e quasi mai rischiosi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema principale della nostra nazionale è che due decenni di vacche magrissime, persi tra scartine e false promesse mai esplose, hanno fatto si che adesso qualsiasi calciatore appena decente venga visto come il salvatore della patria, il nuovo Baggio/Del Piero/Pirlo/Maldini. La verità è che la nostra nazionale è una squadra dal livello mediocre e piena zeppa di sopravvalutati. 

La linea di attaccanti di domenica sera non è stata imbarazzante perchè molti erano fuori ruolo (e lo erano); è stata imbarazzante perchè Candreva, Belotti, Insigne e Immobile sono quattro sopravvalutati, che in una qualsiasi delle altre nazionali top sarebbero la seconda o la terza riserva. Il centrocampo non è andato in crisi perchè in inferiorità numerica o ingabbiato in chissà quale barbatrucco tattico: è andato in crisi perchè De Rossi è un picchiatore che si avvia a concludere la propria carriera da eterno incompiuto, e Verratti è un sopravvalutato pure lui, uno che come Cassano continueremo a vederci spacciato come fenomeno (il nuovo Pirlo) a intervalli regolari, quando è solo un buon centrocampista. Dietro abbiamo l'unico giocatore di livello internazionale che c'è in rosa, che è Bonucci; se si fa male lui abbiamo Conti che pare buon(in)o, boh...forse...vedremo, Barzagli che è una vecchia cariatide, Chiellini che è sempre rotto, Astori che è un signor nessuno, Romagnoli che un difensore appena passabile, Darmian che è il classico terzino senza infamia e senza lode alla Pessotto o alla Lichtesteiner.

Buffon ha più energia e più piglio nelle interviste che nelle parate.

 

Tutto questo mentre la Francia silura senza patemi Benzema, l'Argentina lascia a casa come se niente fosse Higuain, il Brasile va a fare una gita di piacere in Uruguay senza Casemiro, Marcelo, Fernandinho e Alex Sandro.

 

No, ma venitemi a dire che la colpa è del 424, del 433, del 486 e dello 037 per chi chiama da fuori Piacenza.

 

Cita

Fossi in Lopetegui, per evitare di ripetere le figuracce dell'ultimo europeo e dell'ultimo mondiale, panchinerei il più presto possibile Alba, Busquets, Iniesta e Silva sacrificati sull'altare della meritocrazia e del tempo che scorre inclemente per dar spazio a Alonso, Saul, Thiago e Morata

 

Io fossi in Lopetegui manderei a ramengo questa favola stucchevole della "linea verde" che continuano a propinarci: il miglior portiere della scorsa Champions aveva 39 anni, il miglior difensore 31, il miglior centrocampista e il miglior attaccante ne avevano 32.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours fa, joramun dice:

Il problema principale della nostra nazionale è che due decenni di vacche magrissime, persi tra scartine e false promesse mai esplose, hanno fatto si che adesso qualsiasi calciatore appena decente venga visto come il salvatore della patria, il nuovo Baggio/Del Piero/Pirlo/Maldini.

 

Hai dimenticato un calciatore, una mezza "pippa", uno che al mondiale del 2006 appena rientrato da un infortunio gravissimo giocò con due viti nella caviglia e riuscì comunque a fare un assist contro la rep. ceca, a fare il lancio per Grosso contro l'Australia e a tirare il rigore che ne venne fuori, a fare un altro assist contro l'Ucraina e a consegnare un passaggio (contro la Germania) millimetrico a Gilardino che poi passò la palla a Del Piero....

 

Nel top team di quel mondiale stilato dalla FIFA Totti c'è, Pinturicchio no....

 

Nonostante la mediocrità della nostra nazionale io sono convinto che con un modulo meno scellerato un pareggio potevamo strapparlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco che dimenticare il Sacro Nome per taluni sia passibile di condanna penale, ma ho semplicemente inserito i primi quattro nomi che mi sono venuti in mente per esemplificare il concetto. >_>

Se avessi dovuto inserire il nome di ogni calciatore del 2006 superiore a quelli di questa squadra, avrei scritto per 24 ore. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il discorso di Joramun lo condivido e non lo condivido...

 

nel senso, chiaramente il calcio italiano è in rovina e non stiamo investendo nei nostri giovani, il che porta ad esaltarci per un minimo... ma non è neanche vero che di giocatori talentuosi non ne abbiamo. Li abbiamo, e dovremmo giocare facendo rendere quelli al meglio, esaltando le loro doti. O ri-mettere su una squadra stile conte, brutta e concreta. 

 

Anche la questione del palcoscenico internazionale conta fino a un certo punto... Vero, di giocatori che giocano la Champions ne abbiamo un paio, se vogliamo passare oltre portiere e difesa rodati in quel campo, ma gli stessi isco e asensio che sono i nuovi gioiellini hanno da poco iniziato ad essere seriamente usati in partite di alto livello....

 

purtroppo c'è un mix di cose che a noi svantaggia, ma il nostro allenatore non ce le facilita. Avere un modulo adatto non fa miracoli, ma almeno puó contenere i danni di fare una figuraccia.

Fermo restando che, guardando altre rose, siamo ovviamente scarsi, ma non siamo i soli.

Per dirne le te citate, vero, l'Argentina lascia a casa Higuain (che, seguendo il discorso di palcoscenici internazionali, non ha mai brillato) ma ormai lascia qualcuno a casa a rotazione, tanto si è capito che qualsiasi figurina metti, compresa la stella più luminosa, a poco serve se poi la squadra vale poco a livello di gioco e difesa/centro campo. (Questo a dimostrazione che anche se si ha il talento, e non si può dire che l'Argentina non lo abbia, non si va da nessuna parte senza un minimo di organizzazione e compattezza.)

 

La Francia anche ha una rosa eccezionale, ma a me continua a non convincere. Ovviamente, il loro problema di lasciare a casa benzema è diverso da quello higuain, perché loro lasciano a casa l'unica degna punta che hanno. Ma scelte loro, che hanno già pagato e continuano a pagare.

 

attualmente, veramente forti vedo Brasile (su tutti), Germania, Spagna... un gradino sopra...

per poi passare alle buone squadre Chile, Croazia, Belgio, Colombia, Portogallo...

poi ci sono le incognite Inghilterra, Galles, Polonia ecc...

 

in ogni caso, tornando all'oggetto vero (forse dovremmo aprire un topic sui mondiali?), io non ci vedo ancora completamente senza speranza, almeno di arrivarci e fare un mondiale decente. Ma bisogna ragionare prima di mettere palla al centro... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours fa, joramun dice:

Capisco che dimenticare il Sacro Nome per taluni sia passibile di condanna penale, ma ho semplicemente inserito i primi quattro nomi che mi sono venuti in mente per esemplificare il concetto. >_>

 

È che mi sembrava strano inserire del Piero e non Totti visto che il 10 della Juve è stato un calciatore inferiore al 10 giallorosso.

Non sono un "tottiano" come tu vuoi far credere, avrei scritto la stessa cosa anche per altri calciatori.

Buon proseguimento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

All'interno del raccordo immagino che Totti sia ritenuto meglio anche di Maradona, ma non è questo il punto né del topic né del mio discorso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...