Jump to content
Kevan Lannister

Calcio Internazionale di Club 2017/18 (Campionati Esteri + Coppe)

Recommended Posts

Il 26/5/2018 at 14:17, Euron Gioiagrigia dice:

Su Diretta Stadio hanno detto che la UEFA ha bocciato il piano di rifinanziamento del debito verso Elliott, per colpa dei conti non in ordine dai tempi della gestione Berlusconi

Ma è il bilancio in perdita dell’ultimo anno a contare di più (così ho capito). Con maggiore attenzione si sarebbero messi d’accordo sul settlement agreement, che è praticamente un piano di rientro come quelli di Roma, Inter e Atletico M. con sanzioni più lievi.   Se lievi vogliamo chiamarle, perché mettono le società più ricche in condizione di saccheggiare le altre squadre come squali spendendo meno del dovuto, vedi Salah, Griezmann (che però ha sorpreso tutti rifiutando il Man Uni), Cancelo e Rafinha, che l’Inter non può riscattare non potendo acquistare fino alla chiusura del bilancio a fine giugno. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche cifra

Terza Champions consecutiva, quarta in cinque anni, tredicesima in assoluto (ne manca una e ne avranno il doppio della seconda squadra d'europa, il Milan)...come abbiamo detto in molti l'utopia Pereziana di ricreare la legacy del Grande Real (altro che Galacticos) è riuscita.
Il Barca ha i suoi due triplete, il Real quest'altro.
 



Zidane (che ieri ci ha tenuto a precisare di ritenersi migliore come giocatore che come allenatore) in 3 anni di professionismo ha conquistato 3 Coppe come mostri sacri del calibro di Paisley e Ancelotti, una in più dei giganti Mourinho e Guardiola. Pazzesco.

Pari e patta tra Blanocos e Reds, almeno per quanto riguarda le vittorie una contro l'altra in finale. Il Liverpool adesso ha 5 vittorie e 3 sconfitte in 8 finali, stesse identiche cifre del Barca.

Salah e Carvajal sfortunati davvero, forse perdono anche il Mondiale. Come ha detto Klopp, questa è la parte del calcio che non piace a nessuno.
A inizio stagione credo di averlo scritto proprio su questo topic, uno dei motivi per cui continuare a credere nelle imprese del Real era, oltre alla rottura del tabù decennale, il dovere da parte di Bale di riscattarsi (da quando è a Madrid si è perso la metà delle partite).
La dichiarazione di CR7 è chiaramente riferita all'adeguamento contrattuale, immagino che per noi mortali sia difficile comprenderne motivazioni e tempistiche, ma tutto sommato vedere la tua nemesi presente (Messi) e futura (Neymar?) guadagnare più di te, non deve essere simpaticissimo. Poi chiaro, il carattere del portoghese è quello che conosciamo, per fortuna eh, altrimenti non ci avrebbe regalato le imprese dell'ultimo decennio. In ogni caso era la sua sesta finale, quinta vittoria (tante quante Bayern, Liverpool e Barca...) e parafrasandomi direi che uno dei motivi per cui continuare a credere nel dominio di questo gruppo (senza dimenticare che la prossima finale si gioca al Wanda Metropolitano di Madrid, casa dell'Atletico) è la voglia di Ronaldo di segnare nella sua quarta finale (record). Prafrasando lui stesso invece, dico che non smetterà di giocare (34 anni a febbraio 2019) finchè non avrà conquistato 7 Champions, 7 Palloni d'Oro...e 7 figli (l'ha detto sul serio).

Una sola breve considerazione sulla partita vera e propria : nei primi 30 minuti il Liverpool ha tentato di massacrare il Real esattamente come era riuscito a fare contro City e Roma. Non è riuscito a farlo e dopo per ovvi motivi (oltre alla mancanza del suo uomo migliore) non ha potuto sostenere ancora a lungo quel ritmo infernale, mentre gli avversari avevano il lusso di poter inserire oltre al Gallese, anche un Asensio e magari un Lucas. 
E' anche questa la differenza tra il Real Madrid e tutte le altre.

Passo e chiudo ma fatemi prima dire che questa Champions (nonostante l'apparente monotonia nel risultato finale) ha regalato a tutti noi, nel bene e nel male, alcune delle partite più epiche di sempre e alcuni dei gesti tecnici più leggendari. 
:)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una piccola curiosità statistica: dal 2014 ad oggi le squadre spagnole si sono aggiudicate tutte le competizioni europee tranne una: l'Europa League dello scorso anno.

Dal 2009 al 2011 il Barcellona si aggiudicò tutte le competizioni a cui partecipò (16) tranne 3: la champions 2010 (Inter), la coppa del re lo stesso anno (Siviglia) e quello successivo (Real Madrid, che l'anno dopo vinse anche la Liga).

Esclusa la coppa del re non vinta dal Barcellona del 2010, il comune denominatore delle altre competizioni "uscite dalle regole" (se così vogliamo chiamarle) si chiama Josè Mourinho. Se volete interrompere una dittatura, ecco chi fa per voi e uno dei motivi per cui lo considero, a mio parere, tra i primi 5 allenatori al mondo.

Gli altri? Ancelotti, Guardiola, Simeone, Klopp (con riserva). Zidane andrebbe visto anche in altro contesto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mourinho mi sembra mezzo bollito, da quando è andato al Real non ne ha azzeccata una. Vedremo la prossima stagione ma finora anche a Manchester non è che abbia impressionato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zizou ha deciso di lasciare il Real, il presidente ha ammesso di essere triste e sorpreso ma di rispettarne la scelta "è un arrivederci non un addio".
Rispondendo alle domande dei giornalisti in conferenza stampa ha detto che la vittoria più bella per lui è stata la Liga dell'anno scorso, il momento più bello il giorno in cui Perez lo ha scelto come allenatore e quello più brutto la sconfitta col Leganes in Coppa del Re di questa stagione mi pare.

Credo sia dai tempi di Del Bosque che un allenatore del Real non dura almeno 4 stagioni, per un motivo o per l'altro.
Adesso si aprono scenari interessanti per la panchina (da tempo si parla di Pochettino) e per i giocatori in arrivo (da tempo si parla di Lewandoski) e in partenza, senza Zidane è più probabile che Bale resti mentre potrebbe salutare qualcuno della BBC al suo posto
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ha fatto una cosa completamente sbagliata, se ne va da vincente, con tre Champions League di fila vinte di cui una quest'anno.

Mi chiedo se Ronaldo lo seguirà a ruota...

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 hours fa, Gedeont dice:

Mourinho mi sembra mezzo bollito, da quando è andato al Real non ne ha azzeccata una. Vedremo la prossima stagione ma finora anche a Manchester non è che abbia impressionato.

Con lui il Real è tornato a vincere dopo qualche anno asciutto: una coppa di Spagna, una Liga, una supercoppa. Poi al Chelsea ha rivinto il campionato. Ora al United ha vinto un’europa League dopo un bel po’ che non vincevano nulla e sta ricostruendo una squadra che era allo sfascio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al Real secondo me ha fatto abbastanza male non tanto dal punto di vista dei risultati (doveva competere con un Barcellona mostruoso) quanto in quello dell'atteggiamento, per contrastare i catalani non ha trovato niente di meglio che buttarla pateticamente in rissa.

Al Chelsea ha sì vinto un campionato ma la stagione successiva è stato cacciato in malo modo; allo United ha speso cifre mostruose per ottenere risultati mediocri. Vedremo, ma ripeto, mi sembra in calando.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bè, vedremo. Comunque quello inglese è il campionato più competitivo, quindi non è facile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Decisioni sul FFP. 

Roma ok.

 

L'Inter avrà un limite sulla lista per la Champions (come nell'ultima partecipazione in Europa): meno giocatori (21) e non potrà inserire giocatori che sforino dall'equilibrio tra entrate e uscite. Se ad esempio comprasse un giocatore da 50 milioni, per schierarlo dovrà togliere dalla lista un altro da 50 milioni (quindi venderlo). In poche parole non potrà acquistare grandi giocatori perché senza poter giocare in Champions nessuno verrebbe. La parte amministrativa è accettata con il bilancio ok; la parte sportiva viene separata, tante entrare, tante uscite. Ha i soldi ma non può spenderli. Probabile un’altra stagione di transizione, sperando di arrivare minimo quarta e che poi finisca lo stillicidio del settlement agreement. Impensabile competere con Juve o Napoli o sperare più del superamento del girone Champions. La colpa è anche del contratto del piano di rientro (settlement agreement) stipulato dall’ex proprietario di maggioranza Tohir, che contava di non spendere soldi. 

 

Continua la farsa del PSG. Nessuna sanzione dopo 5 giorni di discussioni. In pratica hanno accettato che Neymar sia stato pagato dalla società che organizza il mondiale in Qatar, il cui presidente è il proprietario dello stesso PSG. Mbappè pagato grazie alle sponsorizzazioni delle società della famiglia dello stesso proprietario. Ma terranno i francesi sotto "stretta osservazione". Ridicoli. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Povero Milan, mi dispiace tantissimo. Comunque l'altra sera guardavo Tiki Taka dove giustamente qualcuno (chiedo venia, non ricordo chi :ehmmm:)  ha fatto notare come sia incredibile che squadre come il Psg, dopo tutti gli scandali dell'anno scorso sul fair play finanziario e quant'altro non si sia preso sanzioni e il Milan adesso debba saltarsi l'Europa. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×