Jump to content

L'evoluzione di Brandon Stark dalla Season 7 di GoT. Analisi e ipotesi future.


Recommended Posts

%d/%m/%Y %i:%s, Ancalagon dice:

Scusatemi un secondo, quando il vecchio corvo con tre occhi gli dice "imparerai a volare", si riferiva nel viaggiare nel tempo giusto?

Ci sono diverse teorie ma la più plausibile sembra quella riferita al controllo dei corvi. Poi c'è quella dei viaggi nel tempo ed infine quella che, Bran = NK permettendo, viene attribuita al fatto che cavalchi Vyserion non morto...

 

P.S. Bran potrebbe aver scritto buona parte della storia di Planetos viaggiando di continuo nel passato. Basta pensare a zio Benjen (arruolatosi "all'improvviso" nei GdN), a Willys (divenuto "improvvisamente" Hodor), a Rhaegar ("improvvisamente" intenzionato a diventare cavaliere), a Aerys II (divenuto "improvvisamente" folle) e probabilmente anche altri avvenimenti (anche le resurrezioni di Beric e di Jon?)...

Link to post
Share on other sites
  • Replies 122
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

12 minutes fa, Ser Jorah dice:

Ci sono diverse teorie ma la più plausibile sembra quella riferita al controllo dei corvi. Poi c'è quella dei viaggi nel tempo ed infine quella che, Bran = NK permettendo, viene attribuita al fatto che cavalchi Vyserion non morto...

 

P.S. Bran potrebbe aver scritto buona parte della storia di Planetos viaggiando di continuo nel passato. Basta pensare a zio Benjen (arruolatosi "all'improvviso" nei GdN), a Willys (divenuto "improvvisamente" Hodor), a Rhaegar ("improvvisamente" intenzionato a diventare cavaliere), a Aerys II (divenuto "improvvisamente" folle) e probabilmente anche altri avvenimenti (anche le resurrezioni di Beric e di Jon?)...

Visto che i viaggi nel tempo sembrano essere la cosa più plausibile spero che ci mostreranno qualcosa in più del passato. Magari altri avvenimenti storici in cui Bran ha avuto un ruolo fondamentale 

Link to post
Share on other sites
Il 04 settembre 2017 at 15:53, Ermengarda dice:

Anche io ho ripensando al vecchio Corvo a Tre occhi,  non avevo la stessa sensazione di gelo che trasmette Bran.  Non so se sia un modo per esaltarlo, o se siano peculiarità  interpretative.  Resta l'immagine trascendentale ma il precedente corvo comunicava onniscienza non gelo.  Io ho notato che anche la storyline di Winterfell è  stata piegata alla necessità  di farci vedere i poteri  di Bran.  Ora se tutto va come calcolato Bran sarà  un elemento chiave. Probabilmente le sue visioni muoverannno  uomini ed eserciti.  E non trascuro che possa avere anche un ruolo coercitivo sulle due sorelle a questo punto! Non nel senso peggiore del termine,  ma già  si è  fatta intendere una forte capacità  di guidare le azioni di Arya e Sansa.  Spero che  estendano molto limitatamente questa cosa anche a Daenerys e Jon perché  in dosi robuste sarebbe cosa inaccettabile. 

 

E' anche possibile comunque che essendo ogni persona differente dall'altra, essa possa reagire altrettanto diversamente a questo tipo di ''trasformazione'' in essere onnisciente. Fatto sta che il suo predecessore aveva una struttura emotiva completa ed esplicita, mentre egli al momento latita in questo, adducendo questa mancanza alla sua stessa condizione. 

Link to post
Share on other sites

Ho spostato un mio messaggio dal topic della linea di successione. Si discuteva di come e perchè bran fosse riuscito a convincere la corte che le sue afermazioni sul re della notte erano vere. Ovviamente ci sono tagli nella sceneggiatura perchè noi vediamo bran sempre da solo o al massimo con le sorelle.

 

La scena di bran che tenta di spiegare cosa sia diventato di fronte ai lord del nord sarebbe stata divertente da vedere anche sepenso che sia banalotta (quanti sognatori abbiamo visto di fronte a commissioni esaminatrici sorde alle richieste??). Bran sarebbe stato però il rivelatore di tutti i particolari che i D&D non hanno raccontato. C' è un episodio di friends dove i protagonisti si divertono con i quiz su di loro e vengono fuori cose strane. Ecco io pensavo a bran che spiega molte cose a chi gli sta davanti. Il problema non risolto è se lui come corvo a tre occhi possa rivelare i fatti del mondo a chiunque.

Link to post
Share on other sites

Certo che leggendo i libri è davvero sorprendente la personalità di Bran pre-corvo. Un ragazzino vivace, intelligente, sveglio seppur caratterizzato da una cocciutaggine - a tratti capricciosa - tipica della sua età. Certo che nella serie non traspare - o almeno, io non l'ho percepita - l'intuizione, la fantasia dello Stark. Certo che se nei libri l'evoluzione di Bran dovesse prendere una simile piega apatica sarebbe davvero un duro colpo. Io ho sempre pensato che il volare fosse riferito al wargare uno dei draghi ma visto l'andazzo credo che abbia ragione chi lo associa al volare dei corvi: credo abbia proprio la connotazione di viaggio fisico, vista l'insistenza di Bran sul camminare. 

Onestamente, non riesco a pronunciarmi sul ruolo avuto dal ragazzo nella disputa fra i tre e LF... Voglio ancora convincermi che tutto ciò non sia mai accaduto... 

Link to post
Share on other sites
6 hours fa, Northern Moon dice:

Certo che leggendo i libri è davvero sorprendente la personalità di Bran pre-corvo. Un ragazzino vivace, intelligente, sveglio seppur caratterizzato da una cocciutaggine - a tratti capricciosa - tipica della sua età. Certo che nella serie non traspare - o almeno, io non l'ho percepita - l'intuizione, la fantasia dello Stark. Certo che se nei libri l'evoluzione di Bran dovesse prendere una simile piega apatica sarebbe davvero un duro colpo. Io ho sempre pensato che il volare fosse riferito al wargare uno dei draghi ma visto l'andazzo credo che abbia ragione chi lo associa al volare dei corvi: credo abbia proprio la connotazione di viaggio fisico, vista l'insistenza di Bran sul camminare. 

Onestamente, non riesco a pronunciarmi sul ruolo avuto dal ragazzo nella disputa fra i tre e LF... Voglio ancora convincermi che tutto ciò non sia mai accaduto... 

 

Il volare, per quanto qui un risvolto concreto sarebbe tutt'altro che spoetizzante, credo sarà sempre inteso come una mera metafora. Il volo interpretato come onniscienza, dunque il sapere che porta a guardare gli altri dall'alto, inevitabilmente. 

Link to post
Share on other sites

Bran potenzialmente è onnisciente ma all'atto, non è detto sappia tutto, sa quello che ha avuto il tempo di vedere. Ce lo dice lui stesso quando incontra Sam ed è un concetto ribadito anche nei libri.

Il suo distacco probabilmente è dovuto al fatto che lui mentre vive coi suoi simili a Winterfell nel frattempo è ancora in una sorta di fase di download: del resto già seguire solo il presente è un'ampia fascia, ha anche millenni passati da recuperare e sul futuro la questione non è chiarita.

Forzeranno la trama, facendo sì che lui non abbia scaricato le info sulle intenzioni di Cersei perché ne staba scaricando altre più importanti per la battaglia dell'alba.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...