Jump to content

Come reagirà Jon alla scoperta delle proprie origini? E gli altri personaggi?


Recommended Posts

E' un'ipotesi anche quella delle origini nascoste che rimangono poi nella leggenda...

Teniamo conto però anche del fattore Sam: io sono convinta che lui sarà l'autore delle "Cronache del Ghiaccio e del Fuoco", e lui sa tutta la verità, quindi credo la scriverà. Potrebbe anche tenere questo scritto per sè su richiesta di Jon stesso, ed essere ritrovata dopo secoli da un giovane aspirante maestro alla Cittadella? 

anche questo scenario sarebbe affascinante.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 161
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

37 minutes fa, Meri dice:

Questo di Jaime sarebbe uno sviluppo interessante in effetti. 

Comunque credo anche io che se prenderà il trono di spade, Jon non lo farà per la legittimità (e meno che mai lo pretenderebbe!) , ma perchè altri gli chiederanno di farlo ,e per uno scopo salvifico. Non ce lo vedo, a guerra finita e magari a trono vacante (se c'è Dany son quasi certa che le direbbe di tenersi il trono lei), dire : io sono un Targaryen, il trono allora è mio. Purtroppo però, nonostante sia vero che lui ha sangue Stark, penso che rinuncerà , anche alla guida del Nord (che sia come re o come protettore). 

Quindi per lui vedo o Trono di Spade, o autoesilio, o morte. 

 

Chiunque dica io sono il Re non è il Re, dopotutto. 

Link to post
Share on other sites

A prescindere da tutte le considerazioni, può anche essere che Jon reagisca peggio all'idea di ciò che Ned ha dovuto nascondere, e a quella di essere potenzialmente in competizione con l'amata, che non all'incesto. In fondo a dirla tutta questa faccenda dell'incesto è un polverone esagerato in un universo dove comunque, anche al Nord, ci si sposa fra cugini, e magari con le nipoti.

Link to post
Share on other sites

Per come è stato educato Jon non è proprio un polverone. Lo è nell'ottica di noi spettatori che non siamo partecipi in prima persona del caso. Comunque sì, anche quest'ipotesi emotiva è valida. Dopotutto è sempre più chiaro come non gli interessino titoli e corone e come non ami essere riverito, lodato o posto su piedistalli. Anche il tener da parte il discorso resurrezione lo evidenzia. 

Link to post
Share on other sites
Il 31/8/2017 at 08:26, Gedeont dice:

 

No, Rhaegar ha provocato la reazione di Brandon Stark.

Robert e Ned sono entrati in guerra insieme, quando Aerys li ha condannati a morte senza motivo.

Scusami per il puntiglio, ma più che Robert e Ned, direi Jon Arryn. Poi, Robert e Ned, come scudieri (fostering), lo seguono perché oltre a preoccuparsi delle proprie teste, avevano entrambi dei motivi per non amare la famiglia reale, oltre alla nota sparizione di Lyanna, Aerys aveva ucciso il padre e il fratello maggiore di Ned e, insieme a Rhaegar, era stato la causa indiretta della morte dei genitori di Robert.

 

In questa vicenda, mi trovo generalmente d'accordo con le opinioni di @sharingan e @Gedeont. Però, mi sento di andare controcorrente su un punto, una volta scoperti i suoi natali e accettato la propria eredità, oltre al senso del dovere in Jon, vedo anche molto bisogno di riscatto. Lui fino ad ora si è mosso in sordina, perché, nonostante le sue ambizioni (oltre alla reazione iniziale che ha verso i GdN, mi sento di citare anche i suoi sogni di ereditare Ice da Ned), sa di essere un bastardo e quindi di muoversi su un livello sociale inferiore rispetto ad altri attori. Ma una volta scoperte le proprie origini, credo che abbraccerà il proprio destino sia per senso del dovere da buono Stark, ma anche per compiere il destino che pesa sulle sue spalle da Targaryen. Del resto, non si è tirato indietro né all'elezione a Lord Commander, né a quella a King in the North.

Un altro punto importante della reazione di Jon sarà rendersi conto, non solo come ha detto @sharingan, che l'onorevolezza di Ned fosse una sorta di menzogna, alla quale Jon ha cercato di ispirare la propria vita, ma che lui sia stato la causa di tutto ciò. 

 

Oltre alla reazione di Jon però, sarà importante anche quella di Dany. Secondo me, dopo uno shock iniziale, si sentirà liberata dalla notizia: non avrà più il peso di essere l'ultima Targaryen, né il dovere di riprendersi da sola ciò che fu della sua casata; inoltre, finalmente potrà avere un modo per relazionarsi al fratello mitologico che ha potuto conoscere soltanto attraverso i racconti di Jorah e Barristan. Del resto già in questa serie, la love story, nonostante l'inginocchiamento di Jon, ha già iniziato a porla verso Jon in modo subalterno.

 

Per la storia d'amore, se Dany resterà incinta dopo il viaggio in barca, zia o non zia, Jon sentirà il dovere di sposarla per non dare alla luce bastardi ed esporre il sangue del suo sangue alla sofferenza che lui stesso ha provato.

 

Infine, mi piacerebbe toccare un punto non ancora sollevato nel topic. Oltre alla reazioni psicologiche, che possono determinare in un modo o nell'altro la trama della 8, mi chiedo:

Bran, il cui focus ci lasciano intendere sia la battaglia della lunga notte ed il ripristino dell'equilibrio tra le forze, perché ritiene fondamentale la legittimità di erede al trono di spade di spade?

La blood magic non ha mai avuto bisogno della legittimità terrena per funzionare, quello che importa è sempre stato che fosse sangue di re, non che la progenie fosse legittima.

Jon da erede può raggruppare il massimo numero di armate per sconfiggere gli estranei?

Oppure va preservato da questa lotta?

Oppure è semplicemente un espediente per metterci a conoscenza dei suoi natali e, dopo averlo informato, Bran si interesserà di tutt'altro?

 

Link to post
Share on other sites

Infatti Bran è l'interrogativo maggiore: in teoria, essendo il corvo a tre occhi che si deve preoccupare del bene comune e non dei fatti propri e della famiglia, non gli dovrebbe importare più di tanto di dire a Jon che è un Sand... invece aspetta una stagione per dire alle sorelle quanto è infame Ditocorto, ma appena arriva a GI subito gli preme parlare con Jon... ma che gli frega al corvo?  si certo Jon deve saperlo, ma quando lo vede, col tono con cui ha detto a Sansa che l'ha vista la notte di nozze... e invece per lui è prioritario... ma lo è prima di sapere della legittimità...Perchè?

Io penso che lui pensi che Jon abbia un ruolo nella Lunga Notte in quanto fuoco e ghiaccio... ma appunto se da erede può riunire tutti. da Sand poco avrebbe fatto, anzi avrebbe persino perso l'appoggio dei lord del nord forse (gli unici a cui non cambiava nulla erano i bruti di fatto). Magari era per quello? per avvertirlo che rischiava di perdere il comando e di poter avere le forze contro gli Estranei?

Boh non si capisce...

Link to post
Share on other sites

Come avete detto, a Bran sembra interessare solo la magia del sangue di Jon. Ragioni più scontate: ruolo nel conflitto finale, possibilità di cavalcare un drago. La visione del matrimonio tra Rhaegar e Lyanna e conseguente rivelazione della legittimità di Jon mi sembra solo una curiosità che Bran vuole togliersi dopo aver parlato con Sam ( nonché spiegone dovuto, se si pensa alla diffusa convinzione, tra gli spettatori meno attenti, che Jon sia figlio del Re Folle).

Link to post
Share on other sites
8 hours fa, ***Silk*** dice:

Infine, mi piacerebbe toccare un punto non ancora sollevato nel topic. Oltre alla reazioni psicologiche, che possono determinare in un modo o nell'altro la trama della 8, mi chiedo:

Bran, il cui focus ci lasciano intendere sia la battaglia della lunga notte ed il ripristino dell'equilibrio tra le forze, perché ritiene fondamentale la legittimità di erede al trono di spade di spade?

La blood magic non ha mai avuto bisogno della legittimità terrena per funzionare, quello che importa è sempre stato che fosse sangue di re, non che la progenie fosse legittima.

Jon da erede può raggruppare il massimo numero di armate per sconfiggere gli estranei?

Oppure va preservato da questa lotta?

Oppure è semplicemente un espediente per metterci a conoscenza dei suoi natali e, dopo averlo informato, Bran si interesserà di tutt'altro?

 

L'ultima che hai detto, i superpoteri di Bran sono stati usati solo come mezzo per far sapere agli spettatori la verità su Jon. Verità che al momento mi sembra completamente ininfluente ai fini della storia: certo avrà un peso su Jon, ma per il resto è solo una perdita di tempo. Tutta la stagione a dire che le scaramucce per il trono non contano nulla perché la fine del mondo è vicina e all'improvviso diventa di importanza fondamentale il fatto che Jon non sia un bastardo? Che senso ha?

 

Sempre sull'utilizzo di Bran: questo qui è onnisciente e si mette a spiare i parenti invece di rivelare dettagli come ad esempio il fatto che i WW non possono oltrepassare la Barriera quindi magari sarebbe il caso di starsene a casa invece di regalar loro un drago. Così, per fare un esempio.

Link to post
Share on other sites
14 hours fa, Gedeont dice:

 

L'ultima che hai detto, i superpoteri di Bran sono stati usati solo come mezzo per far sapere agli spettatori la verità su Jon. Verità che al momento mi sembra completamente ininfluente ai fini della storia: certo avrà un peso su Jon, ma per il resto è solo una perdita di tempo. Tutta la stagione a dire che le scaramucce per il trono non contano nulla perché la fine del mondo è vicina e all'improvviso diventa di importanza fondamentale il fatto che Jon non sia un bastardo? Che senso ha?

 

Sempre sull'utilizzo di Bran: questo qui è onnisciente e si mette a spiare i parenti invece di rivelare dettagli come ad esempio il fatto che i WW non possono oltrepassare la Barriera quindi magari sarebbe il caso di starsene a casa invece di regalar loro un drago. Così, per fare un esempio.

quindi nn dovremo stupirci se bran combinerà poco nello scontro finale e il suo viaggio oltre barriera sarà servito solo a scoprire le origini di jon

Link to post
Share on other sites
26 minutes fa, osservatore dal nord dice:

quindi nn dovremo stupirci se bran combinerà poco nello scontro finale e il suo viaggio oltre barriera sarà servito solo a scoprire le origini di jon

Beh no, mi auguro che possa avere un incidenza maggiore nella prossima stagione. Avrà un ruolo fondamentale nello sconfiggere il NK

Link to post
Share on other sites

Bran ha fatto di peggio che spiare i parenti invece di avvertire di non andare oltre la Barriera... sono i suoi corvi, specie quello inviato a Dragonstone, ad aver innescato la mission impossible dell'A-Team di Westeros... e statti zitto la prossima volta!

 

 Forse alla fin fine è quasi meno distruttivo, come Alfonso Signorini di Westeros...

"Sul prossimo numero di Three Eyes Magazine, non perdetevi tutti i particolari sulla notte scabrosa di Sansa e Ramsey!"  "Scoop!! Jon Snow e le sue vere origini!" "Sensazionale: tutta la verità sulla relazione segreta tra Rhaegar e Lyanna: fu vero amore!":stralol:

 

Link to post
Share on other sites

Leggendo il primo libro  mi viene la curiosità nel pensare a come reagirà Sansa alla notizia. Lo definisce sempre un bastardo quasi schifandolo, sarà felice alla scoperta che Jon è un Targaryen,sapendo così che sarà lei la regina del Nord...

Link to post
Share on other sites

Quella Sansa non è più la Sansa di ora. La sua reazione non differirà molto da quella di Arya. Stupore, stupore, stupore. Stranezza. Poi sì, un sospiro di sollievo nel ritrovarsi WF tra le mani. Bran permettendo, s'intende. 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...