Jump to content
Sign in to follow this  
BiancaStark

Il finale di GOT8 quanto sarà fedele al finale di ASOIAF?

Recommended Posts

Il 6/5/2019 at 14:06, osservatore dal nord dice:

Daenerys che non trova molti ammiratori a westeros e che provoca la distruzione di approdo durante lo scontro con Griff junior sono teorie molto probabili ora. 

Per il resto non credo che alcuni suoi sottoposti cercheranno di tradirla

 

 

Nei libri è ancora più chiaro che nelle serie TV che i Taragaryen non sono mai stati amati nei 7 regni.

Sono stati tollerati perché avevano i draghi.

Si sono imposti per quello. Al nord specialmente ma non solo.

 

E di fatto quando i draghi sono scomparsi (complici anche i maestri, ecc...) le manovre per eliminarli sono iniziate anche se ovviamente c'è voluto tempo.

 

Credo che un ulteriore aiuto per ribadire il concetto verrà dato dallo svelare la "vera natura" della ribellione di Robert.

Io sono pressoché convinta che il "rapimento" di Lyanna sia il casus belli ma che si sarebbe arrivati comunque a quello se non addirittura una montatura.

 

Nello specifico, non sono neanche convinta che sia una fuga d'amore come ce la raccontano nello show.

Credo possa essere una messa in scena per fregare i Targaryen sin dall'inizio, orchestrata da Jon Arryn (alle spalle degli Stark e di Robert stesso) con o senza Tywin sin dall'inizio e/o dai Martell.

 

Poi ovviamente le cose prendono una piega leggermente diversa, ma nella sostanza Jon Arryn, Tywin e i Martell volevano tutti il rovesciamento dei Targaryen.

 

Perché mai dovrebbero accettarli adesso?

Certo c'è la minaccia degli Estranei, ma anche lì... mi sembra si vada verso la presentazione di Estranei e Draghi come dei due estremi di cui liberarsi.

 

GOT apre con gli Estranei nel prologo, finisce con i Draghi.

Il parallelismo mi sembra non sia metalupi-draghi.

In universe infatti i metalupi sono animali "normali". I draghi no, sono comunque creature magiche.

 

Credo quindi che sia più corretto Estranei / Draghi e che la dinamica potrebbe non essere cattivi vs eroi ma due facce dello stesso problema.

 

Stessa cosa... il corvo a 3 occhi /le 3 teste del drago qualunque cosa voglia dire.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jon Arryn tutto mi sembra tranne che un complottista. Stiamo parlando di uno che ha favorito inconsapevolmente l'amante di sua moglie (nonché uno degli uomini piú pericolosi di Westero), che da Primo Cavaliere del Re non é mai riuscito a imporsi su Robert Baratheon (e l'aveva cresciuto lui), che ha impiegato circa quattordici anni per scoprire che Cersei e Jaime avevano una relazione incestuosa (anzi se non fosse stato per Stannis non l'avrebbe scoperto mai) e che una volta scoperto questo non ha minimamente pensato di proteggersi, nonostante Varys gli avesse praticamente detto: "Vedi che ti vogliono avvelenare".

Chi complottava era Lord Hoster Tully che infatti aveva accordi anche con Tywin Lannister (originariamente Lysa doveva sposare Jaime, non Jon Arryn).

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour fa, Amber Tremayne dice:

sono d'accordo con lady Relena

trovo assurdo che per stagioni intere poi ci si sia focalizzati sulle orgini di jon per poi boh

a cosa è servito ? e non ditemi per fare impazzire dany , perchè è assurdo..

e poi alla riunione di condominio nel dragonpit non ne parla nessuno????? nemmeno per cerare di salvarlo ??

bah

se lui fosse andato spontaneamente con i bruti "schifato" dalla situazione sarebbe stato mille volte meglio ma esiliato per aver ucciso la regina per non far arrabbiare verme grigio noooo - notare che se ne va subito via ... quindi jon poteva rimanere e non se ne sarebbero mai accorti

 

Il punto è esattamente questo. Il "mistero" da un lato e la "rivelazione" dall'altro - nello show - sono stati

entrambi costruiti con grandissima enfasi.

Potevano non farlo, ma lo hanno fatto.

Ragion per cui è "logico" aspettarsi che abbiano importanza nella storia e in particolare nell'arco narrativo di Jon

(a prescindere da come finisce).

Ragion per cui è ridicolo che siano serviti solo a far "impazzire" Dany.

Cioè che abbiano "servito" lo sviluppo narrativo di un personaggio che non è Jon (tralasciando il discorso estranei).

 

Da un punto di vista... tecnico proprio. Non si tratta di rovesciare un tropo letterario.

Si tratta di usare male degli strumenti di narrazione.

 

Per altro, l'evoluzione di Dany ci può piacere/convincere o no... ma è un'evoluzione.

I personaggi come le persone, affrontano delle situazioni e... reagiscono, le elaborano, alle volte cambiano.

 

Per me è semplicemente assurdo che Jon non cambi di una virgola.

La sua intera identità è messa in discussione.

La sua intera vita. La sua infanzia ecc....

Che non si ponga neanche il problema  "è questo quello che dovrei fare?" (anche lì indipendentemente da come lo risolve) è sconcertante.

Alla fine per lui è solo una questione di onore/amore vs difendere la sua famiglia.

Mi potete anche dire che "Jon è questo", che è coerente.

Io dico che è una pietra, non un personaggio.

 

Bisogna avere l'intelligenza e la capacità di far cambiare i personaggi coerentemente alla loro storia/psicologia. Sembra quasi un ossimoro, ma la sfida è questa. Altrimenti non hanno una storia.

E Jon non ha avuto una storia in questa stagione (e forse neanche in quella prima).

 

@Figlia dell' estate sappiamo pochissimo di Jon Arryn. Solo che ha piazzato il suo figlioccio sul trono, che l'altro suo figlioccio dopo la morte di Brandon (assai "prevedibile" visto il carattere di Brandon, di Arys II, e la scenata di Brandon ad Harrenal) era a capo della casa Stark, mentre lui faceva il primo cavaliere. E che ha "favorito" Dito Corto. Io mi chiedo da chi abbia imparato Dito Corto...

Se Jon Arryn è coinvolto in maniera diversa da come sembra nella ribellione, la notizia del "rapimento" di Lyanna non è diverso dalla lettera che Lyza scrive a Cat sotto dettatura di Dito Corto. Quanto a Cersei e Jamie, è una cosa abbastanza diversa. Non si tratterebbe di lui che complotta ma di un segreto mantenuto abbastanza bene. E che comunque alla fine scopre. Al di là di tutto, penso solo sia una possibilità da tenere a mente e che certamente ha bisogno di molti altri pezzettini per reggersi.  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esatto, concordo tutto, ci sono vari tipi di costruzione narrativa che possono o meno essere sovvertiti. Quello di Jon è finito nell'inutilità del dimenticatoio, per due stagioni di fila hanno trattato la grande rivelazione come momento clou. E se il risultato è questo, dopo tutto il tempo che gli han dato, allora lo screentime dedicatogli è stato inutile. Jon, ma anche altri come Sansa e Arya, secondo me, in questa serie avevano chiuso le loro storyline già alla sesta stagione. A dispetto di quello che gli han provato a far fare, si sentiva che fossero lì solo per apparire in mezzo ad eventi dedicati ad altri, tra cui Daenerys. Credo che su ASOIAF almeno metà di questo cast che è arrivato fino alla fine concluderà le proprie vicende, con tanto di uscita di scena, ben prima dell'epilogo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io mi interrogo su "l'effetto farfalla" citato in una delle ultime dichiarazioni di Martin.

Le variabili sono tantissime, pensiamo già solo a Rickon: se tutta la questione del "cagnaccio" fosse solo una trollata e invece lui avesse un ruolo (e quale se non quello di prossimo lord Stark e prosecutore della stirpe?) ecco che si aprirebbe già un abisso tra i 2 universi.

 

Senza contare le altre innumerevoli storyline parallele:

Euron e Aeron;

la questione LS e lo stallo di Jaimie / Brienne.

Il nodo di Meeren, Victarion, etc.

Stannis, Stannis, Stannis (e Shireen e Macchia e il dio Abissale)

Tutta la questione Estranei, 3ER, Bran, AA (profezia planetaria a ricordo di un evento planetario - sullo stile dell'estinzione dei dinosauri o delle glaciazioni, che non può risolversi con una pugnalata fuori da GI...)

Mad Dany: ok che potrebbe starci, e che sarebbe un modo non convenzionale di "chiudere" un'eroina apparentemente troppo perfetta, ma ci sono 10000 "Ma" nel modo in cui si è chiuso il tutto nella serie.

fAegon e i Blackfire e la compagnia dorata, di accenni ai quali sono piene le Cronache (la famosa insegna arrugginita), oltre che tutta la narrativa parallela di D&E e probabilmente di F&B.

 

Poi mi fermo, che forse mi sto ripetendo un po' troppo (con l'età tendo a raccontare sempre la stessa...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@lalt: Il segreto di Cersei e Jaime non era affatto tenuto bene. Cersei e Jaime erano quelli che facevano allegramente sesso in una torre di Grande Inverno, a me sono sempre sembrati due incoscienti. :ehmmm: Jon Arryn ha vissuto con loro per quattordici anni e se non ci fosse stato Stannis ad aprirgli gli occhi non se ne sarebbe mai accorto. Ned Stark ci ha messo un anno di tempo per arrivare alla veritá. Poi non ho capito perché Ditocorto dovrebbe aver imparato da Jon Arryn. Io penso che Ned Stark abbia imparato da Jon Arryn e Ditocorto abbia imparato da Hoster Tully.

 

Su Bran Re mi permetto di far notare un'altra cosa. Tyrion afferma che d'ora in poi vigerá la monarchia elettiva. Ora:

1) Bran nei libri vivrá per centinaia di anni. Glielo dice chiaramente Jojen in ADWD. Passeranno secoli perché ci sia una nuova elezione. Praticamente hanno reso Re un essere onnisciente semi-immortale (Orwell levati).

2) Se Bran diventa Re per il fatto che é il Corvo con tre Occhi, la cosa più logica sarebbe che il potere passasse al nuovo Corvo con tre Occhi (che difficilmente sará scelto da un concilio).

Quindi abbiamo due possibili finali:

1) Monarchia elettiva;

2) Bran Re;

Share this post


Link to post
Share on other sites

su bran .. nella serie ce lo vogliono far passare per un essere senza sentimenti, emozioni

come fa a prendere decisioni giuste una persona che non sa nemmeno valutare la sofferenza?

la costruzione del personaggio ha delle incongruenze enormi

potrebbe diventare un tiranno peggiore di qualsiasi altra persona ..

con una vita dalla durata imprecisata..

a me sembra la scelta peggiore che si potesse fare...

personalmente a me fa venire la nausea

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Figlia dell' estateContinuo a non condividere e temo siamo destinate a non farlo. :) Per come la vedo io, Ned ci ha messo "solo" un anno, ma proprio perché era già stato messo sulla buona strada da qualcun altro: è stato "mandato" a indagare sui Lannister per la morte di Jon Arryn. Altrimenti non ci sarebbe mai arrivato. Ci hanno messo tutti un po', Stannis compreso (tutti tranne Varys e Belish, forse...  ma i loro personaggi sono i più "furbi" non a caso). Quello che dico su Dito Corto è appunto un sospetto... mi piace pensare che l'dea che il caos sia una scala si sia formata in lui "osservando" (quanto meno) qualcuno altro. E Jon Arryn è stato almeno parzialmente un mentore per lui. Narrativamente parlando poi, avrebbe un senso (a maggior ragione perché Martin li usa) il parallelismo tra le due vicende. Ma come detto è solo un'idea che mi ronza per la testa (come me ne ronzano altre) che andrebbe approfondita altrove.

 

Non so se Bran vivrà per secoli. Io ho l'impressione che quello col dono e dunque sacrificato/collegato all'albero sia jojen (occhi verdi come il muschio, così come bloodraven ha quelli rossi, i due richiesti). Ma certamente Bran è potente. E onniscente. Quindi si: condivido, fa impressione, orwellianamente...

 

Sulla monarchia elettiva.. da un punto di vista di dottrina, in teoria, ogni monarchia lo è.

Per via del principio di acclamazione che "fonda" una monarchia.

Poi, morto un re, solitamente la dignità regale viene trasmessa alla sua progenie (anche se un'ombra del principio "costituente" dell'acclamazione rimane, magari solo simbolicamente, proprio perché fondamentale per fare un re).

 

Ma a parte queste questioni fin troppo tecniche, di sicuro, si può:

- passare da una dinastia a un'altra attraverso un'elezione/acclamazione. Anzi.

Quindi una roba del genere è possibile.

 

Se poi si stabilisca o meno che da allora in poi, bisogna sempre eleggere il re... come detto il Sacro Romano Impero medievale era questo. Ma non ha funzionato brillantemente. Il papato dall'altra parte lo è...ed è ancora là.

 

Per tirare due somme: Re Brandon sarebbe - visti i suoi poteri "spirituali" - un'involontaria celebrazione del potere temporale del papa.

Lo troverei assolutamente ironico. Da scompisciarsi.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

considerando il poco impatto avuto dalla rivelazione, sclero di daenerys a parte, mi viene il dubbio che nei libri la cosa potrebbe uscire fuori ma rimanere un segreto per 4-5 eletti e basta, e ci pensera faegon a far venire le paranoie a daenerys circa la sua legittimita al trono! per esempio arya e sansa potrebbero non scoprirlo mai....

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, Figlia dell' estate dice:

1) Bran nei libri vivrá per centinaia di anni. Glielo dice chiaramente Jojen in ADWD. Passeranno secoli perché ci sia una nuova elezione. Praticamente hanno reso Re un essere onnisciente semi-immortale (Orwell levati).

Beh, non è un grosso problema, nei libri viene spiegato che Bloodraven allunga la sua vita tramite gli alberi diga, e presumibilmente potrà farlo pure Bran.

 

Se pure nei libri Bran tornerà nel mondo civilizzato, non avrà la possibilità di fare lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, the neck dice:

considerando il poco impatto avuto dalla rivelazione, sclero di daenerys a parte, mi viene il dubbio che nei libri la cosa potrebbe uscire fuori ma rimanere un segreto per 4-5 eletti e basta, e ci pensera faegon a far venire le paranoie a daenerys circa la sua legittimita al trono! per esempio arya e sansa potrebbero non scoprirlo mai....

In realtà lo sclero non è dovuto tanto allo scoprire che ha un contendente ma al fatto che a Westeros questo ha già un suo bel seguito (ancor prima di rivelare la sua vera identità) ed è amato mentre lei continua a essere vista come lo straniero invasore.

Però penso che non ci sarà una legittimazione Targaryen di Jon (non ho mai digerito la scusa inventata nella serie). Ma chi può dirlo, in realtà le teste devono essere 3.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me le origini di Jon avranno poco impatto a livello del gioco del trono. Dany dovrebbe essere contenta di scoprire di avere un nipote, perché dovrebbe farsi problemi? C'ha visto bene Tyrion, appena lei scoprirà l'esistenza di fAegon correrà ad aiutarlo. E come hanno fatto notare altri, nella famiglia Stark ci sono stati matrimoni tra consanguinei, quindi neppure per Jon dovrebbe esserci questo problema insormontabile.

Per me la sua ascendenza serve soltanto ai fini "fantasy" della trama, incarnare il ghiaccio e il fuoco, appunto. E visto che D&D hanno asfaltato questa parte, la rivelazione ha perso il suo senso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me hanno fuso la storia di fAegon con quella di Jon nella serie . 

Poi una delle storie che andrà in modo completamente diverso sarà quella di Arya sicuro , è impossibile che il suo ruolo sia solo quello di uccidere i Frey , lei era il personaggio femminile principale  nell'idea originale , e nel riguardare indietro a quelle note ,  Dany era un nemico  e tale è rimasto , Jon e tyrion hanno tutti e due un ruolo da protagonisti ma la parte di Arya rimane la più impossibile da capire dove voglia andare a parare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour fa, Angorian dice:

 

Per me la sua ascendenza serve soltanto ai fini "fantasy" della trama, incarnare il ghiaccio e il fuoco, appunto. E visto che D&D hanno asfaltato questa parte, la rivelazione ha perso il suo senso.

Verissimo, darebbe pure senso alla visione di Rhaegal avuta da Dany.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che abbiano fuso più Cersei ed Aegon, dubito che la Lannister arriverà così in fondo e sarà una tale spina nel fianco per Daenerys, Griff invece si.

 

@Angorianconcordo, Jon è l'unione di ghiaccio e fuoco e probabilmente la rivelazione servirà anche per capire che diavolo aveva in mente Rhaegar, la questione delle profezie, ecc...

 

Per me i veri spoileroni sono stati fondamentalmente tre: trauma di Hodor, rogo di Shereen e morte di Dany per mano di Jon. Poi chi vive e chi muore tra i principali, anche ho un dubbio su Jon...per quanto ci possa stare un finale dove si auto-esilia, sarebbe più coerente una sua morte. La vita gli era stata ridata per un scopo, una volta concluso sarebbe dovuto morire come Beric. Forse D&D, dopo che era già morta Daenerys, non hanno osato...

Anche se dubito che il suo scopo fosse uccidere Daenerys, il dio della luce ha come nemico il grande estraneo, stop. E questo mi porta a pensare che la battaglia contro gli estranei sarà l'ultima e che in quella circostanza Jon ucciderà Daenerys. E forse, a battaglia conclusa, R'hllor si riprenderà la vita che gli ha ridato.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...