Jump to content
Sign in to follow this  
porcelain.ivory.steel

ADWD- GOT 7 I segreti delle Cripte di Grande Inverno

Recommended Posts

In cinque libri non si accenna mai a nessun corno in Grande Inverno, nemmeno per dire di sfuggita 'guarda lì sopra il caminetto, c'è da spolverare il souvenir del bistrisavolo prima che arrivi re Robert'.

Nemmeno nella serie, a pensarci, ma è vero che lì sarebbe da rigaurdare tutte le inquadrature anche silenziose, si sa mai.

Per come ha scritto Martin finora sarebbe una novità (una svolta caduta dal cielo all'improvviso con zerozero indizi) e ammetto che mi darebbe fastidio non poco :S 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nemmeno io credo che gli Estranei siano creature del tutto negative, poiché sappiamo davvero poco di essi, della loro venuta o creazione e dell'epoca precisa in cui questa avvenne. Se si da per buona la versione GoT, allora sì, la loro prima apparizione è strettamente correlata ai Figli della Foresta, ad una sorta di effetto collaterale del tentativo di difendersi contro gli Uomini che pian piano si stavano impossessando di tutto ciò che era originariamente la terra, con le sue radici, i suoi sassi, i suoi alberi, le sue foglie, insomma, la sua memoria, come ci viene ricordato in un passaggio di ADWD.. "Gli uomini dimenticano, solo gli alberi ricordano".

Ed ancora "Che cosa ricordano gli alberi?" " I segreti degli antichi déi, verità che i Primi Uomini conoscevano, ora dimenticate a Grande Inverno". "La quercia ricorda la ghianda e la ghianda sogna la quercia, e il tronco mutilato continua a vivere in entrambi."

In una ciclicità apparentemente senza punto di rottura.

Se invece confidiamo ancora in colpi di scena da parte di Martin, cosa che non mi dispiacerebbe, potremmo scoprire che quello che noi vediamo mutato attraverso il pugnale di ossidiana nel cuore da Foglia non sia necessariamente il Re della Notte o il loro leader, ma un primo Other

Credo che nei libri la questione verrà dipanata molto meglio ed in maniera più complessa che nella serie tv; certo, alcuni elementi di contatto tra libri e serie devono esserci, Martin almeno su questo avrà dato le linee guida.

 

Io credo che ci sia molto degli Stark interconnesso con le origini dei WW, altro motivo che potrebbe aver portato il Re della Notte a cercare un contatto fisico con Bran/Corvo con tre occhi, quindi non solo per le sue capacità di oltre - vedente e di metamorfo, contatto che gli ha permesso di stabilire con lui anche una connessione cerebrale.

Lo stesso motivo per cui avrebbe per ben due volte scientemente evitato di affrontare Jon, ma su questo punto la cosa potrebbe avere doppia valenza: perchè Jon ha sangue Stark e perchè potrebbe essere Azor Ahai rinato.

Sono sempre scettica verso le teorie che vorrebbero celate nelle cripte vere e proprie armi di distruzione degli Estranei, questo perchè già è grave pensare che Ned Stark, come ultimo protettore del Nord ed ultimo Lord di Grande Inverno, non avesse provveduto a trovare un modo per mettere Jon a conoscenza delle sue origini, ma ancor più grave sarebbe per lui non aver pensato a tramandare un'informazione di questa portata (arma per porre fine alla minaccia degli Estranei), prevedendo che prima o poi la fine sarebbe giunta anche per lui. 

Sul dualismo tra ghiaccio e fuoco anche nelle due religioni, è lo stesso pensiero che ho fatto anche io rileggendo il prologo di ACOK. Ma credo che questo dualismo sia il fil rouge di un po' tutta la saga.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, io continuo a confidare che l'origine degli Estranei sia radicalmente diversa, da quella vista nella serie tv; gli Estranei di GoT sembrano quasi dei Borg in chiave fantasy, un qualcosa molto vicino a come li ha descritti Figlia dell'Estate, che dà un'eccellente lettura circa le connessioni tra Estranei, Figli, Stark e profezie, ma francamente una spiegazione come quella data dalla serie trovo che svilisca enormemente le creature eleganti ed inumane che Martin ha tratteggiato nei libri.

 

Poi certo, un conto è che serie e libri divergano sullo svolgimento degli eventi per ovvie ragioni di tempismo, altro è presentare alcuni elementi radicalmente stravolti nella loro stessa natura, il che mi fa temere "il peggio". Bah, tra 23 anni, quando avremo TWOW per le mani, ne sapremo di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 6/9/2018 at 19:26, porcelain.ivory.steel dice:

Nemmeno io credo che gli Estranei siano creature del tutto negative, poiché sappiamo davvero poco di essi, della loro venuta o creazione e dell'epoca precisa in cui questa avvenne. Se si da per buona la versione GoT, allora sì, la loro prima apparizione è strettamente correlata ai Figli della Foresta, ad una sorta di effetto collaterale del tentativo di difendersi contro gli Uomini che pian piano si stavano impossessando di tutto ciò che era originariamente la terra, con le sue radici, i suoi sassi, i suoi alberi, le sue foglie, insomma, la sua memoria, come ci viene ricordato in un passaggio di ADWD.. "Gli uomini dimenticano, solo gli alberi ricordano".

Ed ancora "Che cosa ricordano gli alberi?" " I segreti degli antichi déi, verità che i Primi Uomini conoscevano, ora dimenticate a Grande Inverno". "La quercia ricorda la ghianda e la ghianda sogna la quercia, e il tronco mutilato continua a vivere in entrambi."

In una ciclicità apparentemente senza punto di rottura.

Se invece confidiamo ancora in colpi di scena da parte di Martin, cosa che non mi dispiacerebbe, potremmo scoprire che quello che noi vediamo mutato attraverso il pugnale di ossidiana nel cuore da Foglia non sia necessariamente il Re della Notte o il loro leader, ma un primo Other

Credo che nei libri la questione verrà dipanata molto meglio ed in maniera più complessa che nella serie tv; certo, alcuni elementi di contatto tra libri e serie devono esserci, Martin almeno su questo avrà dato le linee guida.

 

Io credo che ci sia molto degli Stark interconnesso con le origini dei WW, altro motivo che potrebbe aver portato il Re della Notte a cercare un contatto fisico con Bran/Corvo con tre occhi, quindi non solo per le sue capacità di oltre - vedente e di metamorfo, contatto che gli ha permesso di stabilire con lui anche una connessione cerebrale.

Lo stesso motivo per cui avrebbe per ben due volte scientemente evitato di affrontare Jon, ma su questo punto la cosa potrebbe avere doppia valenza: perchè Jon ha sangue Stark e perchè potrebbe essere Azor Ahai rinato.

Sono sempre scettica verso le teorie che vorrebbero celate nelle cripte vere e proprie armi di distruzione degli Estranei, questo perchè già è grave pensare che Ned Stark, come ultimo protettore del Nord ed ultimo Lord di Grande Inverno, non avesse provveduto a trovare un modo per mettere Jon a conoscenza delle sue origini, ma ancor più grave sarebbe per lui non aver pensato a tramandare un'informazione di questa portata (arma per porre fine alla minaccia degli Estranei), prevedendo che prima o poi la fine sarebbe giunta anche per lui. 

Sul dualismo tra ghiaccio e fuoco anche nelle due religioni, è lo stesso pensiero che ho fatto anche io rileggendo il prologo di ACOK. Ma credo che questo dualismo sia il fil rouge di un po' tutta la saga.

 

 

Conta però che Ned Stark non crede agli Estranei. Non crede minimamente alle parole del disertore e pertanto potrebbe non aver ritenuto l'informazione importante da tramandare. È anche possibile che nel tempo si sia persa conoscenza di questo eventuale manufatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La perdita di memoria storica riguardo la Lunga Notte e gli Estranei e tutto ciò che li riguarda penso sia la causa di queste eventuali sviste, in caso contrario penso che i preparativi per fronteggiare la minaccia sarebbero iniziati ben prima che Ned venisse al mondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti, non lo sanno. Non riconoscono nemmeno i segni. Altrimenti quantomeno non avrebbero permesso che i Guardiani della Notte si sguarnissero così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mica tanto al sud visto che è stato affidato al signore di nido dell' aquila ed mi è nota forse la sua partecipazione o semplice presenza al torneo di harrenal. Ad onor del vero mi pare che a nido dell' aquila non ci sia mai stato un albero diga.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti per me è quanto meno incoerente che il motto  degli Stark sia Winter is coming, un monito a restare sempre vigili , quando poi leggiamo nel primissimo POV, quello di Bran, che l’esecuzione del disertore avviene da parte di Ned senza che questo tenga in alcuna considerazione il suo racconto. 

Addirittura in seguito redarguisce Bran dicendogli di non credere a tutte le storie che gli racconta la vecchia Nan. 

È pur vero che successivamente Ned ne parla con Benjen mostrando invece in quel caso dubbi e preoccupazioni, ma sono più che altro preoccupazioni legate all’avanzata ed alle scorribande dei Bruti di Mance oltre la Barriera. 

Per cui, il pericolo Estranei al tempo della narrazione pare essere stato del tutto dimenticato, anche al Nord. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare di ricordare che Ned in una conversazione con Cat, credo, dice che gli Estranei sono morti, e che secondo i Maestri non sono mai esistiti; se ne può dedurre che alla loro esistenza passata potrebbe anche credere, ciò a cui non crede è che rappresentino una minaccia attuale.

 

Gli Stark hanno avuto a che fare per secoli con incursioni dei Bruti, degli Ironborn e con ribellioni di lord locali. Anche senza la minaccia Estranea di pericoli nei confronti dei quali restare vigili ne hanno avuti a sufficienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ned stark e gli uomini del nord hanno tutto il diritto di dimenticarsi degli estranei visto che questi non si fanno vivi da 7000 anni più o meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il corno di joramun non é un manufatto creato per uccidere gli estranei!!! La sua funzione é distruggere la barriera. Secondo me é andata così : joramun, antico re oltre la barriera, crea il corno per distruggerla e invadere i sette regni. Prima che potesse farlo però il tredicesimo comandante dei guardiani della notte sposa la donna estranea e si autoproclama re della notte. Joramun si allea con il re del nord e insieme sconfiggono il re della notte. Joramun rinuncia ad usare il corno perché capisce che il pericolo degli Estranei non è finito dopo la battaglia dell'alba. Perché i suoi successori non cadano nella tentazioni di usarlo, decide di nasconderlo. La domanda é : dove? Come figlia dell'estate ha ipotizzato prima potrebbe averlo dato agli Stark e loro potrebbero averlo nascosto nelle cripte, oppure, e questa è l'ipotesi che preferisco, potrebbe averlo  seppellito sotto il pugno dei primi uomini e poi ritrovato da Jon ed affidato a Sam. Che ne pensate? 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

se il pericolo persiste consegnarlo agli uomini del nord che per millenni poi avrebbero combattuto i bruti che riuscivano a superare le roccaforti dei guardiani, e sapendo di essere i primi esposti a quel pericolo, non sarebbe stata una gran mossa.....piu probabile l'abbia nascosto nel nord e puo darsi che sia quello ritrovato al pugno...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche il fatto di conservare l'unica cosa che può distruggere la sola difesa contro gli Estranei non avrebbe avuto senso... PIù probabile, a questo punto, che il corno sia stato sottratto ad un Joramun intenzionato ad abbattere la Barriera nel disperato tentativo di salvare la propria gente. Anche perchè, come Jon si decide ad accogliere i Bruti soto la Barriera, rendendosi conto della minaccia Estranea l'idea potrebbe essere venuta anche a qualche altro Re del Nord o Lord Comandante dei Corvi.

 

Senza contare che leggende esistono anche nel mondo di Asoiaf. Quella del Re della Notte potrebbe essere nata da qualche altro evento, legato oppure meno agli Estranei, e portare chi vive attualmente, nei libri, ad interpretazioni sbagliate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...