Jump to content
Iceandfire

I cantautori della "scuola genovese", chi preferite e perchè?

Recommended Posts

Rileggendovi mi rendo conto di una cosa: nessuno ha menzionato Fossati. Fa parte della generazione successiva della scuola genovese (anche se manco poi tanto, ha 11 anni meno di De Andrè) ma sempre scuola genovese è, e come dicevo con De Andrè ha anche collaborato. A me piace moltissimo, direi che dopo De Andrè dei genovesi è il mio preferito. A differenza di De Andrè è un bravissimo musicista e compositore e ha scritto molto anche per altri, soprattutto per le donne: Loredana Bertè, Anna Oxa, Patty Pravo, Fiorella Mannoia e Mia Martini, con la quale ha avuto una lunga relazione. Nei testi spesso pecca un po' di intellettualismo, di "guardate quanto sono bravo" -difetto che De Andrè non ha mai, i suoi testi benchè "colti" sono sempre molto immediati, vanno dritto al cuore- ma ha scritto canzoni splendide. Vi metto le mie due preferite, meno note di altre ma secondo me entrambe straordinariamente belle  e suggestive:

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pongi, bellissime le tue parole su De André. :wub:

 

Volevo segnalare un'iniziativa di quei cari vecchi comunistoni :stralol: di Radio Capital, che nell'ambito della collana Capital 45 hanno inserito quattro uscite dedicate proprio alla scuola genovese:

  • Fabrizio De André – Un matto / Un giudice
  • Bruno Lauzi – Amore caro, amore bello / La casa nel parco
  • Gino Paoli – Sapore di sale / La nostra casa
  • Luigi Tenco – Ciao amore, ciao / E se ci diranno

 

Ovviamente si tratta di alcuni tra i pezzi più commerciali e conosciuti, però penso sia comunque un'iniziativa interessante per chi non li conosce e vuole avvicinarvisi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arrivo tardi a questa discussione dove leggo che avete già detto molto.

Mi limito a postare una delle mie preferite del grandissimo Amico Faber..

".. tu regalagli un trucco che con me non portavi

e loro si stupiranno che tu non mi bastavi.

[...] continuerai ad ammirarti tanto 

da volerti portare al dito,

farai l'amore per amore

o per avercelo garantito?

[...] o resterai semplicemente 

dove un attimo vale un altro 

senza chiederti come mai,

continuerai a farti scegliere

o finalmente sceglierai?"

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×