Jump to content
Sign in to follow this  
osservatore dal nord

Twow e fire and blood- nuove informazioni e possibili ricadute su asoiaf

Recommended Posts

La prima volta che ho letto i libri di Martin fu amore a prima vista, capii che sarebbe diventato il mio autore e la mia saga preferita no matter what.
Quando fu la volta di TWOIAF pensai che George mi leggesse i pensieri (o il cuore), la pubblicazione di un volume sul mondo da lui creato era esattamente ciò che il me appassionato di civiltà e culture (o worldbuilding) sognava.
Lands, che lo dico a fare, esaudì la mia sete di geografia & cartine, reali o inventate.
Nel frattempo mi sono innamorato una seconda volta, se possibile ancora di più, leggendo ASOIAF in originale, quei meravigliosi 5 compatti splendidi libri che non sono altro. Alla faccia di Mondadori (e dei +100 euro che sono costati quei 12 dai titoli e copertine insensati).
Gli anni sono passati inesorabili, tra una rilettura e un'attesa, la passione è rimasta la stessa; è stato anche il turno dei racconti raccolti in Dreamsongs, che hanno stuzzicato gusti diversi e sopratutto mi hanno fatto approfondire la conoscenza di Martin stesso e della sua vita.

 

Una sola cosa rimaneva, una "storiografia" per il lato "Storico" della mia personalità. Per l'ennesima volta, Martin mi ha accontentato e soddisfatto.

FIRE & BLOOD 1 è simile in effetti al The History of the Decline and Fall of the Roman Empire di Gibbon piuttosto che (e per fortuna) al Silmarillion, paragonabile invece a una versione Tolkienana della Bibbia + Omero + Gilgamesh.
Copre in gran dettaglio circa 140 anni della dinastia Targaryen, dalla Conquista alla ribellione del Credo, alla Conciliazione e fino alla Danza e conseguenze. In futuro, chissà quando, FIRE & BLOOD 2 tratterà com'è noto i restanti 140 anni e rotti di dominio Targaryen su Westeros, cioè l'invasione di Dorne, l'Indegno, la altre guerre civili della casata in versione dragonless, poi Summerhall, i Ninepenny Kings sino alla Ribellione.


Quanto vale la pena acquistare F&B dipende da diversi fattori, il primo è chiaramente il pre-esistente coinvolgimento nell'universo Asoiaf. Se al lettore piace (come nel mio caso) ... leggere retroscena immaginari e trattare il fantasy come storia vera, approfondire il senso socio economico degli eventi e tanti più dettagli e lore tanto meglio ... allora assolutamente è da non perdere.

A grandissime linee la storia è già tutta nota, ma viene approfondita, c'è materiale completamente nuovo, episodi minori, guerre e schermaglie mai sentite prima. Narrativamente è più scorrevole e vivace di quanto uno possa aspettarsi (se solo a scrivere non fosse Martin, un gigante di fantasy, horror, fantascienza ecc.). La voce è quella dell'Arcimaestro Gyldain, sufficientemente caratteristica, ma non mancano differenti prospettive, fonti e teorie, volutamente contrastanti, ambigue tra loro.

Altri aspetti in cui il Maestro si esalta è affrontare alcuni grandi temi specifici; ad esempio l'apparente (?) casualità della Storia, il numero di volte in cui accade X e non Y, solo perchè Z quel giorno ha infilato lo stivale destro prima del sinistro (per dire). A proposito di storia, ASOIAF, TWOIAF, quest'ultimo volume....pur con tutta la loro complessità impallidiscono (o quasi) rispetto alla nostra realtà, caso mai si pensi che Martin certe volte ecceda e si faccia prendere la mano. Ma proprio lo sforzo di cercare la verosimilità e dare una certa profondità e sostanza e causalità (oltre alla casualità di cui sopra) è da apprezzare grandemente.

Ancora, il costo della Pace. Il lungo regno del Conciliator viene riempito di intrighi, misteri, interessanti personaggi secondari e terziari. Le vite di Jaehaerys e Alysanne sono difficili, pagano duramente il mantenimento della prosperità che caratterizza il periodo e questo probabilmente è il miglior trionfo del libro: rendere le parti in cui tizi non si spaccano la faccia a vicenda con mazze ferrate, avvincenti quanto quelle in cui lo fanno.

Non ci sono mappe in tutte le centinaia di pagine, nonostante le svariate locations e campagne militari. Ma tanto conosciamo Westeros meglio della piantina della nostra città no? E poi insomma, uno può sempre lanciare uno sguardo ai Libri, o esagerare con quelle grandi, o dare un'occhiata all'app ! Ci sono invece le oltre 70 illustrazioni bianconere di Doug Wheatley, nella versione americana almeno. Che è l'unica versione degna di essere acquistata e letta, se possibile.

 

 

Risultati immagini per fire and blood

 



Giudizio : summa cum laude + laurea honoris causa del genere "fictional historiography" * 

se solo in passato non ci fossero stati gli estratti e la sezione sui re targaryen nel libro sul Mondo (rispetto ai quali è comunque nettamente superiore);
e fosse stato pubblicato interamente (ma è difficile anche solo immaginare un mastodonte di questo tipo da 1400 pagine su 280 anni, in una botta sola)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con @Mar, il libro è di qualità, anche se OVVIAMENTE non era quello che ci aspettavamo.

Comunque sono arrivato a quando Jaehaerys perdona Rogar/Robar Baratheon, e ricordare tutte le parentele sta diventando stancante.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Curiosità  su Fire & Blood

 Jaehaerys I il Conciliatore, considerato il miglior re nella storia di Westeros, come ci viene detto nel testo , celebra il suo onomastico (il suo compleanno ai nostri giorni) "il ventesimo giorno della  luna nuova ". Secondo i nostri standard, è il 20 settembre. Sai chi compirà gli anni  il 20 settembre? Esattamente: George R.R. Martin.

E dall'altra parte, il regno di Maegor è durato 6 anni e 66 giorni. 666, il numero del diavolo,ergo  era il peggior re nella storia di Westeros.



In Fire and Blood, Jaehaerys menziona esplicitamente "i corni infernali della leggenda di Valyria, che ha attratto morte e distruzione su coloro che ne hanno ascoltato suono". Considerando che questo è menzionato nella parte di Jaehaerys I, che come sappiamo è stata scritta nell'ultimo anno ... sarà un cenno alla teoria del Corno di Joramun e / o alla Teoria dell'Apocalisse Spettrale in Oldtown ?

 

Tre volte il suono del corno

Continuiamo con i corni. In Song of Ice and Fire abbiamo sentito suonare il corno tre volte in due circostanze. Sul Muro e oltre, suona tre volte per avvertire dell'arrivo degli Estranei. Suona anche tre volte in un altro caso: quando Euron Greyjoy viene presentato all'Assemblea della successione.

In Fire and Blood, tre volte il corno suona in un momento specifico: quando una certa persona della quale non abbiamo saputo nulla ritorna al King's Landing. E proprio come con gli Estranei e con Euron Greyjoy, quel passaggio è puro terrore.


Il muro è una  barriera  magica

Come discusso nel frammento della regina Alysanne, Ali di Argento in generale e i draghi in particolare non sembrano in grado di attraversare il Muro:

   “ Per tre volte ho sorvolato il Black Castle con Ali di Argento e ho provato tre volte a guidarlo verso nord, oltre il Muro - Alysanne avrebbe scritto a Jaehaerys - ma si è sempre girato a sud e si è rifiutato di continuare. Non ho mai pensato che si rifiutasse di portarmi dove volevo”…
Da ciò possiamo dedurre che il Muro ha una magia che non permette ai draghi di attraversarlo: la stessa magia che blocca i White Walkers da Nord a Sud fa sì che i draghi, anche magici, si incrocino da sud a nord. La spiegazione alternativa è che è una paura ancestrale degli Estranei che impedisce loro di attraversare questa barriera magica . In ogni caso, ciò confermerebbe che la trama del penultimo capitolo della scorsa stagione di Game of Thrones non sarà la stessa di ASOIAF.

 

Uova di drago

Continuiamo con i draghi.Ci viene detto che tre uova di drago vengono rubate. Esse sono anche di  Dreamfyre, uno dei più grandi e potenti draghi del tempo. Si dice che esse furono vendute  e che "alcuni mercanti di spezie di Pentos sono in possesso di tre pietre molto costose".

Non abbiamo quasi alcun dubbio che queste sono le tre uova di drago che il magister Illyrio Mopatis dà a Daenerys Targaryen in Game of Thrones e da cui nasceranno Drogon, Viserion e Rhaegal. Lui stesso ha detto che erano pietre di Asshai ...


L’ ossessione di GRRM per i  Tully ( the Muppets)

Grazie a The World of Ice and Fire e alle storie delle antologie, abbiamo scoperto che a George piaceva mettere ai Tully i nomi  dei Muppets : abbiamo avuto Grover Tully, Kermit Tully ed Elmo Tully nella Dance of the Dragons per esempio

https://it.wikipedia.org/wiki/Casa_Tully
Nel caso non fosse abbastanza, in Fire and Blood ne abbiamo di più. Innanzitutto, ci viene detto che Kermit (la rana Gustaf) Tully era "verde come erba estiva" ... verde come la rana Gustaf / Kermit. Ma abbiamo anche scoperto che il fratello di Kermit si chiama Oscar, come Oscar the Grouch, il Muppet che vive in un bidone della spazzatura ed era "ancora più verde" di suo fratello.

https://it.wikipedia.org/wiki/Oscar_the_Grouch

mod da https://lossietereinos.com/curiosidades-huevos-pascua-fuego-sangre/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io sto leggendo fire and blood, che mi é stato regalato per natale e lo trovo pienissimo di informazioni che potrebbero essere essenziali per la saga vera e propria (oppure no). 

Oltre a tutte quelle che che avete menzionato mi sembra piuttosto importante l' incontro tra jacaerys velaryon e lord stark. 

A parte le varie dicerie, come quella delle uova deposte da Vermax a grande inverno o il matrimonio tra Jace e una bastarda stark mezza bruta, la vera chicca sarebbe il "patto del ghiaccio e del fuoco". 

Il principe Jace promette una principessa Targaryen in sposa all'erede di grande inverno. 

Che questo patto fosse parte della profezia che ossessionata Rhaegar? 

La canzone del ghiaccio e del fuoco, che sarebbe anche la canzone che secondo Rhaegar é destinata al principe della profezia appartiene al discendente di questa unione? 

Jon Snow (se sarà effettivamente figlio di Rhaegar è Lyanna) nasce quindi a causa di un patto stipulato durante la danza dei draghi e che mai era stato onorato? 

Rhaegar sapeva di questo o ha generato un terzo figlio con Lyanna perché sua moglie era troppo debole per sopportare una terza gravidanza? 

O se Jon Snow fosse un figlio bastardo di lord Eddard, la sua unione con Daenerys (come avviene nella serie tv) é il compimento della profezia e del patto tra Jace Velaryon e Cregan Stark?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Solo due cose veloci:

 

When the hammer shall fall upon the dragon, a new king shall arise, and none shall stand before him. Eheheheh

- Maegor è morto sul trono, e Rhaenyra si ferisce il continuazione stando su esso. Non è che stò trono ha effettivamente qualche potere malefico?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La prima è proprio una simpatica anticipazione. 

Sulla seconda, in effetti, la stessa cosa capita anche a Joffrey. 

 

Aggiungo altre amenità:

- L'identità di aspetto nei colori tra Cannibal e Shaggydog. Alcuni la vedono come prefigurazione del carattere selvaggio di Shaggy, non che avessimo bisogno di conferme! XD

- Le caratteristiche necessarie per essere dragonrider. A giudicare dalle affermazioni di Jaehaerys sembra che fosse sufficiente sangue Valiryano per poter formare un legame con un drago e diventarne cavaliere (vedasi la sua preoccupazione per la schiusa delle uova vendute dalla Farman in luoghi dove forte è il sangue di Valirya). Le affermazioni di Rhaena sembrano andare addirittura oltre, nel momento in cui non vede Androw Farman come pericolo a Dragonstone perché mancante del coraggio di provare a legare a sé un drago.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La continua e ambigua partecipazione della casata Strong alla Danza dei Draghi mi ha fatto venire in mente questa discussione. Secondo voi c'è qualcosa di ambiguo nel fatto che Qyburn abbia soprannominato il non morto Gregor Clegane col nome della casata estinta Strong, o è solo una strizzatina d'occhio di GRRM verso di noi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me il nome Robert Strong ha finalità principalmente pratiche: Robert è un prenome comune, nonché un omaggio al re Baratheon, e Strong è il cognome di una casata ufficialmente estinta, quindi il cavaliere può essere spacciato per nobile evitando indagini sulla sua parentela.

 

Allo stesso tempo, però, ci vedo anche un po' di ironia martiniana: la possanza di Gregor Clegane rende il cognome Strong alquanto appropriato, ed è buffo pensare che il protettore di Cersei si chiami Robert proprio come il suo odiato marito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono arrivato all'Ora del Lupo. Anticipando che sono contento che alla fine il buon vecchio Serpente di Mare è stato assolto, direi che Cregan Stark come Primo Cavaliere è un'anticipazione di Ned Stark nello stesso ruolo sotto Robert. Peccato che a Ned le cose vadano un pò meno bene...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

ho avuto l'impulso di iscrivermi al Forum dopo anni che vi leggo proprio per commentare questa discussione,

mi è infatti venuto un dubbio relativo a Elissa Farman.

 

La sua storyline è funzionale al fatto di aver rubato le 3 uova di drago che con ogni probabilità sono quelle arrivate a Dany, e fin qui tutto ok.

Però trovo che in F&B Martin le abbia dedicato parecchio spazio, in particolare l'aneddoto secondo cui:

Spoiler F&B

alla nave di Elissa, la inseguitrice del sole, nel viaggio verso ovest si siano unite 2 navi di vecchia città, una delle quali affonda mentre l'altra riesce a tornare per dire che la inseguitrice del sole è riuscita a proseguire.



Al termine del racconto si dice che niente meno che Corlys Velarion, nei suoi viaggi fino ad Asshai, avrebbe visto una nave che secondo lui era proprio la "inseguitrice del sole", da lui vista all'età di sei anni in occasione della partenza 

(sono nuovo e non sapevo se questa parte andava sotto spoiler o no, spero così vada bene)

 

Quindi mi chiedo: tutto questo spazio e questi aneddoti sono utili soltanto come riempitivo in Fire & Blood, oppure avranno qualche seria ripercussione sulla saga principale? Sicuramente ciò certifica che planetos è sferico e che si può navigare verso ovest fino a circumnavigarlo tutto, ma se ci fosse dell'altro?

A me è venuto in mente che Elissa Farman potrebbe essere la vera identità di Quaithe delle Ombre. Certo, dovrebbe avere più di 250 anni, ma vista tutta la magia e il mistero di Asshai questo non dovrebbe essere un problema...

Che dite?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour fa, Meribald Blackwood dice:

 

A me è venuto in mente che Elissa Farman potrebbe essere la vera identità di Quaithe delle Ombre. Certo, dovrebbe avere più di 250 anni, ma vista tutta la magia e il mistero di Asshai questo non dovrebbe essere un problema...

Che dite?

 

 

Se ne parla in questo video (a 7:40):

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Meribald Blackwood In questa discussione  a pag 2 ho ipotizzato qualcosa su Planetos sferica. Se poi Quaithe = elissa... Beh sarebbe ancor più vera la mia tesi...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sempre relativamente a "aneddoti" raccontati in F&B che potrebbero avere qualche significato in più oltre al semplice riempitivo, mi chiedo la ragione di insistere con il fantomatico matrimonio di Jachaeris con Sara Snow, oltre a buttar lì il "patto del ghiaccio e del fuoco" e dire che "forse" sono rimaste uova di drago a GI.

Eventuali figli nascosti? 200 anni dopo però quale rilevanza potrebbero avere?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...