Jump to content
Sign in to follow this  
Euron Gioiagrigia

Tutela dell'ambiente, sviluppo sostenibile, energie rinnovabili ecc.

Recommended Posts

Buongiorno,

dato che sotto traccia stavano emergendo questi argomenti nella discussione sulla caccia, prima che andassimo OT ho deciso di aprire una discussione apposita.

Insomma, quali sono le vostre idee per affrontare il crescente impatto che l'uomo, con la sua società e il suo stile di vita moderno, sta avendo sull'ambiente? Controllo dell'aumento della popolazione? Energie rinnovabili? Tutela maggiore dell'ambiente? Oppure è tutta un'esagerazione, come dice Trump? Tipo uomoorsomaiale

Accanto a questo, come risolvere il problema del crescente aumento della popolazione nei paesi in via di sviluppo? Come diceva @Loki di Asgard nell'altra discussione, è innegabile che è difficile dir loro che non possono avere il nostro livello di benessere perché il pianeta è già abbastanza inquinato, quindi come si fa?

 

Butto lì le mie idee: per l'aspetto energetico, bisogna incentivare nucleare ed energie rinnovabili. Per il resto, serve nei paesi più popolosi introdurre la cultura del controllo delle nascite, senza ovviamente arrivare a cose aberranti come la politica del figlio unico, che si usava in Cina fino a non molto tempo fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il controllo delle nascite è una barbarie , in qualsiasi modo lo fai , anche perchè scommetto che poi lo farebbero in Italia dove non nasce più nessuno mentre sarebbe impossibile imporlo a chiunque altro:ehmmm:

Se i cinesi , il popolo più incline ad eseguire gli ordini , non ci sono riusciti .....

Qui arriviamo al paradosso di Thanos , e non è bello 

Come ho detto nell'altro topic , la natura si riequilibra da sola , finiranno delle risorse , e mentre finiscono ci saranno delle guerre che dimezzeranno la popolazione mondiale

sono pessimista ? secondo me realista 

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche perchè l'unica soluzione è l'evoluzione tecnologica , e non siamo messi bene , non conta tanto quanto spendi in ricerca e cose simili , credo siamo arrivati ad un punto dove è possibile migliorare le tecnologie esistenti ma non ci sono idee rivoluzionarie , le rinnovabili sono un palliativo , l'esplorazione spaziale è fuffa nel momento in cui non riusciamo ad andare più veloci di cosi 

urgono geni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per controllo non intendo mica la sterilizzazione, intendo diffondere la cultura del controllo delle nascite, attraverso la contraccezione e via dicendo.

In realtà, alcuni studi mostrano che quando nei paesi in via di sviluppo si diffonderà un maggior livello di benessere, la popolazione si stabilizzerà in automatico, ma nel frattempo saremo già aumentati a dismisura sul pianeta.

Meglio tentar questo, prima di una bella guerra livellatrice.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes fa, Loki di Asgard dice:

le rinnovabili sono un palliativo

 

Fior di aziende ci stanno investendo milioni: Enel, Terna, ERG (che ha addirittura cambiato mission aziendale, passando da petrolio a rinnovabili), tutte le aziende energetiche in pratica. Secondo te stanno buttando via i loro soldi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

io la guerra mica la propongo come soluzione , è semplicemente una costante della natura , non solo della razza umana 

 

sono daccordo sulla cultura della contraccezione , però mi sa che la cultura della contraccezione è molto collegata alla cultura occidentale come il nostro concetto di benessere , stiamo facendo i conti senza l'oste , stiamo diminuendo mentre gli altri aumentano e crediamo di poter loro imporre i nostri sistemi

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute fa, Euron Gioiagrigia dice:

 

Fior di aziende ci stanno investendo milioni: Enel, Terna, ERG (che ha addirittura cambiato mission aziendale, passando da petrolio a rinnovabili), tutte le aziende energetiche in pratica. Secondo te stanno buttando via i loro soldi?

non raggiungono gli standard delle risorse non rinnovabili però il loro uso viene incentivato dai governi , quando i governi non avranno più i soldi da regalare che succede ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel mercato elettrico girano un sacco di soldi sugli impianti a fonte rinnovabile, perché tali impianti possono entrare sui Mercati dell'Energia a prezzi competitivi rispetto agli altri impianti. 

In realtà, il problema degli impianti rinnovabili è più tecnico, perché indeboliscono la rete e durano poco (20 anni, massimo 30). Però confido che la ricerca porterà miglioramenti in tale senso.

Come ho detto, se tutti i paesi della UE ci stanno investendo, non penso che hanno preso tutti decisioni improvvide.

Share this post


Link to post
Share on other sites

più che un fatto di decisioni improvvide è una questione di affari a breve termine pe chi certe cose le vuole vendere ed ha potere di farle imporre per legge .

però ci spero eh 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un ottimo tema, che sento molto. A volte ho l'impressione che sia sottovalutato, ma è innegabile che in pochi secoli abbiamo prodotto danni ingentissimi al pianeta. In tutta coscienza da parte mia sarei portata a lasciare un posto non dico migliore ma neanche peggiore di come l'ho trovato. 

Parto col dire che si tratta di scenari complessi e che bisognerebbe agire globalmente con provvedimenti comuni. Il che mi rendo conto è al momento pura utopia. Ma è lo stesso discorso del blocco del traffico: ha poco senso farlo in un paese e non in quello vicino. Tuttavia se mai si comincia non si otterrà alcun risultato.

Credo che la cosa più indispensabile sia proprio instillare questa cultura del rispetto e della tutela del pianeta che ci ospita, cosa che purtroppo oggi è latente. Solo allora si potrà dare inizio a politiche forse efficaci. 

Io non ho alcun dubbio che l'uomo se lo volesse potrebbe trovare le soluzioni ai problemi ambientali, è proprio la mancanza di interesse e il fatto che questo cozzi contro ben altri interessi il problema principale. Tuttavia la questione ambientale potrebbe rappresentare una nuova fonte di profitto, dato che tristemente sembra essere spesso l'unico motore di tanti interventi, creando posti di lavoro e ricchezza. 

Personalmente non sono un'ambientalista d'assalto, ma cerco di fare quello che posso nel mio piccolo:  evitare gli sprechi (acqua, corrente, cibo), raccolta differenziata, riutilizzo, elettrodomestici a consumo ridotto. Poche e piccole cose, forse, ma se tutti le facessimo sarebbe già un passo avanti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il risanamento della terra o quantomeno una sua corretta utilizzazione ha il grosso problema che i vari paesi non sono in grado di portare avanti le stesse politiche ambientali. In occidente ci sono costantemente campagna "green" come se fossimo solo noi gli inquinatori. Tutte questa campagne però ignorano i paesi meno sviluppati e più inquinanti. Giusto per fare un esempio in italia per smaltire una nave ci vogliono autorizzazioni e cantieri adeguati ma se volessimo risparmiare basterebbe mandarla in turchia, pakistan o bangladesh senza curarci di inquinamenti o infortuni sul lavoro. Stessa cosa per esempio in paesi come l' india dove le condizioni igieniche della popolazione non sono confrontabili alle nostre. Per permettere politiche green al resto del mondo dobbiamo fare in modo che i vari paesi non siano più del terzo mondo. La riduzione delle emissioni si può fare solo con contributi di rottamazione consistenti visto il parco macchine euro zero che gira per le strade. In soldoni per potersi permettere politiche green ci vogliono i soldi e pure tanti. In occidente o nei paesi democratici abbiamo la pratica del nimby ossia not in may backyard.  Questo no ad ogni costo blocca qualsivoglia politica più o meno green. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'emergenza Coronavirus ha portato ad un drastico calo dei consumi energetici e del traffico automobilistico. Secondo molte ricerche (non le riporto, tanto ce ne sono molte e le trovate facilmente), questo ha portato ad un drastico calo dell'inquinamento.

Tutto questo è quasi un monito su quale sia una delle due strategie per abbattere l'inquinamento e salvare il pianeta: diminuire drasticamente i consumi (ma così si distruggono le economie e si porta la gente al fallimento).

Vi è un'altra strategia: trovare tecnologie alternative e usarle per uno sviluppo sostenibile. Ma ho l'impressione che le tecnologie attuali (come fotovoltaico, eolico, auto elettriche, materiali riciclati) siano ancora primitive, quindi è un bel dilemma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bonus monopattino e plastic tax, questo è il livello ,uccidere chi lavora plastica e ha un automobile 

Che le automobili italiane siano vecchie,  e  solo aiutando a sostituire quelle si farebbe qualcosa ......silenzio, d3vono ascoltare Greta, mica gente che studia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...