Jump to content

Game of Thrones, Episodio 8x03


Recommended Posts

  • Replies 1.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

41 minutes fa, AldoMoro123 dice:

Comunque a me la cosa che fa ancora rodere è che non c'è neanche la mezza morale da due soldi del:

 

Mentre ci si scanna per il Trono, si è troppo ciechi per capire che il vero pericolo viene dal Nord e senza l'unire le forze di tutti il Trono sarà una semplice sedia su cui sedere, ma senza un regno su cui governare.

 NO! Neanche quello, hanno fatto bene Cercei e i Glover a farsi i cavoli loro.

 

Il fulcro centrale della serie costruito passo dopo passo, stagione dopo stagione, distrutto (nella maniera ancor più fastidiosa) in quei 3 minuti finali di puntata.

Esattamente, Cersei ora passa come il personaggio più furbo e scaltro di GOT mentre gli altri come dei poveretti che si fanno dimezzare gli eserciti dal NK. 

Sarebbe stato bello far vedere la morte in faccia a Cersei, ma ovviamente non possono giocarsi il personaggio badass di turno.

Link to post
Share on other sites

Ma 'sto c****o del Re della notte, che sì ha fatto un po' una fine da pollo e per cui tanto viene massacrato... Per essere preso seriamente cosa avrebbe dovuto fare? Sterminarne ancora di più? Resistere ad altri attacchi (già s'é era salvato dalla carica di Jon, dal fuoco, dallo scontro aereo)?

 

Un duello con Jon sarebbe con molta probabilità andato così: l'eroe è parecchio più debole, ma ha il cuore di un leone, le prende e le prende, sta per essere decapitato ma con la forza della disperazione trova il fendente magico, una mossa inattesa o qualche altro espediente, tipo una pugnalata alle spalle da un soccorritore e boom... stesso risultato. Belissimo e sorprendente eh?

Edited by Darklady
Perfavore, ATTENZIONE AL LINGUAGGIO!!!!!!!!!
Link to post
Share on other sites
19 hours fa, Don Piero Ocompo dice:

Ma 'sto c****o del Re della notte, che sì ha fatto un po' una fine da pollo e per cui tanto viene massacrato... Per essere preso seriamente cosa avrebbe dovuto fare? Sterminarne ancora di più? Resistere ad altri attacchi (già s'é era salvato dalla carica di Jon, dal fuoco, dallo scontro aereo)?

 

Un duello con Jon sarebbe con molta probabilità andato così: l'eroe è parecchio più debole, ma ha il cuore di un leone, le prende e le prende, sta per essere decapitato ma con la forza della disperazione trova il fendente magico, una mossa inattesa o qualche altro espediente, tipo una pugnalata alle spalle da un soccorritore e boom... stesso risultato. Belissimo e sorprendente eh?

Avere un background oltre il semplice essere stato creato dai Figli della notte?

Avere motivazioni per le sue azioni?

Avere motivazioni per la sua voglia di distruggere?

Avere autoconsapevolezza che lui era il punto forte, ma soprattutto punto debole dell'armata? (persino in Naruto c'è una migliore consapevolezza, my God) e quindi stare riparatissimo?

Avere una vera motivazione credibile per uscire fuori a viso aperto e quindi a rischio di essere colpito?

Avere una protezione sul presunto punto debole?

Riuscire a portare un minimo di senso di distruzione paventato da 8 anni a Westeros?

 

E tanti tanti altri quesiti che rimarranno senza risposta.

 

Link to post
Share on other sites
13 minutes fa, Don Piero Ocompo dice:

Ma 'sto cristo del Re della notte, che sì ha fatto un po' una fine da pollo e per cui tanto viene massacrato... Per essere preso seriamente cosa avrebbe dovuto fare? Sterminarne ancora di più? Resistere ad altri attacchi (già s'é era salvato dalla carica di Jon, dal fuoco, dallo scontro aereo)?

 

Vincere a Winterfell, invadere il nord, costringere i superstiti a scappare e l'umanità ad unirsi sul serio per sconfiggerlo, ad esempio.

Insomma, essere all'altezza della sua fama di minaccia di estinzione per tutto ciò che è vivo invece di risultare un cialtrone che viene annientato nel giro di qualche ora.

Link to post
Share on other sites
11 minutes fa, Don Piero Ocompo dice:

Ma 'sto cristo del Re della notte, che sì ha fatto un po' una fine da pollo e per cui tanto viene massacrato... Per essere preso seriamente cosa avrebbe dovuto fare? Sterminarne ancora di più? Resistere ad altri attacchi (già s'é era salvato dalla carica di Jon, dal fuoco, dallo scontro aereo)?

Ma mi dici i danni effettivi che il Re della Notte ha fatto? A parte dimezzare l'esercito straniero di Daenerys e quel poco rimasto del Nord? Westeros in che modo ne ha risentito? 

Link to post
Share on other sites

La prospettiva sul Re della Notte cambia nell'istante in cui se la ride, quando Dany non riesce a bruciarlo e scappa via incapace di affrontarlo. Il personaggio perde l'alone di morte e freddezza e rivela che il suo grosso punto debole è l'eccessiva sicurezza che lo porterà inevitabilmente all'essere colto di sorpresa da Arya, durante la camminata vittoriosa ma malriposta verso un Bran indifeso e su un piatto d'argento

Link to post
Share on other sites
21 hours fa, lalt dice:

per quanto adori Davos e avrei pianto le mie peggiori lacrime se fosse morto... vogliamo dire che è sopravvissuto senza brandire neanche per un secondo una spada in mano?

Infatti. Per me si era chiuso in bagno.

Link to post
Share on other sites

Ripensando ad altre incongruenze, Bran ha salvato Jaime dal processo glissando sulla questione del lancio dalla finestra, dicendogli di averlo fatto perché avrebbe avuto un ruolo importante nella battaglia. Ora, io adoro Jaime che è praticamente il mio personaggio preferito (nei libri, almeno), ma davvero in quei due minuti scarsi di battaglia ha avuto screentime il gemello Lannister ha dato un contributo così pregnante che ha rovesciato le sorti dei nostri eroi? Un contributo tale da poter soprassedere sugli orrori da lui commessi in passato? Hanno dato davvero scarsissima rilevanza ai personaggi "guerrieri" nella 8x03 come Jaime, Brienne, Tormund e per assurdo anche lo stesso Jon più defilato del solito, e il pathos della puntata ne ha risentito parecchio secondo me. Oppure il ruolo "speciale" di Jaime che gli è valso la grazia di Bran deve ancora accadere, presumibilmente contro Cersei a questo punto? E se così fosse, i poteri di Bran vengono da questi usati anche per dirimere questioni politico/umane? Non sarebbe la prima volta (vedi processo di Ditocorto), ma mi lascia una sensazione un po' strana.

Link to post
Share on other sites
8 minutes fa, Dargil dice:

La prospettiva sul Re della Notte cambia nell'istante in cui se la ride, quando Dany non riesce a bruciarlo e scappa via incapace di affrontarlo. Il personaggio perde l'alone di morte e freddezza e rivela che il suo grosso punto debole è l'eccessiva sicurezza che lo porterà inevitabilmente all'essere colto di sorpresa da Arya, durante la camminata vittoriosa ma malriposta verso un Bran indifeso e su un piatto d'argento

Esattamente. Come rivela che non è stupido e per arrivare al suo scopo non intende combattere contro il predestinato Jon (ormai chiaro anche a lui dato le varie volte che si incontrano) come succederebbe in tutti i fantasy.

Lo evita direttamente per essere sicuro di non perdere.

L’unica cosa che non aveva considerato era Arya. Sottovalutare gli avversari.

Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, AldoMoro123 dice:

Comunque a me la cosa che fa ancora rodere è che non c'è neanche la mezza morale da due soldi del:

 

Mentre ci si scanna per il Trono, si è troppo ciechi per capire che il vero pericolo viene dal Nord e senza l'unire le forze di tutti il Trono sarà una semplice sedia su cui sedere, ma senza un regno su cui governare.

 NO! Neanche quello, hanno fatto bene Cercei e i Glover a farsi i cavoli loro.

 

Il fulcro centrale della serie costruito passo dopo passo, stagione dopo stagione, distrutto (nella maniera ancor più fastidiosa) in quei 3 minuti finali di puntata.

Questo temo sia in problema a monte perché riscontro la stessa cosa nei libri

Link to post
Share on other sites
4 hours fa, Metalupa dice:

@niphredil Ho letto anch'io quella teoria.

Ho riguardato la scena. Condizionati dal cercare di sentire che dica GO! GO!, lo si sente, ma senza saperlo è solo un urlo.

Dicono che mentre è nascosto dietro le macerie cambi sguardo mentre guarda in una certa direzione. A me è sembrato che strizzasse gli occhi un paio di volte come per mettere a fuoco... ma non si capisce se è realmente così o è solo dolore/espressione di disperazione.

Non saprei proprio.

Anche secondo me non ha senso come teoria. Non avrebbe potuto in alcun modo capire che Arya voleva andare dal Night King, pure se l’avesse vista. Poi riguardando la puntata non ci sarebbe proprio il tempo, praticamente due secondi dopo che lui urla contro al drago lei uccide il Night King. Secondo me lei stava già al Parco degli Dei.

Dobbiamo rassegnarci al fatto che Jon non sia stato minimamente determinante questa  volta!

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...