Jump to content
Sign in to follow this  
Darklady

Game of Thrones, episodio 8x05

Recommended Posts

20 minutes fa, Simo98 dice:

A me la scena di Cersei e Jaime è piaciuta molto, ma è evidente come non sia coerente con il personaggio costruito in 8 stagioni. Giustificazioni come quella della dipendenza dei drogati non hanno senso, perché se facessimo così troveremmo una legittimazione in ogni ca***ta fatta da D&D

 

Quindi capisco chi è delusissimo per come hanno trattato Jaime e Daenerys. A me personalmente poco importa, dato che leggo i libri e guardo le serie TV come divertimento e passa tempo. L’8x05 mi ha intrattenuto molto bene e me la guarderó più volte fino a stancarmi:ehmmm:

 

 

Invece lo è,perfettamente coerente .Lui stimava Brienne ,sapeva che rivestiva come tale ideali cavallereschi ma la donna che amava era Cersei e lui ha detto in altra stagione :non possiamo scegliere chi amare .

E poi in GoT L’amore è la tomba del dovere e anche questo fatto è stato ribadito e probabilmente è riferibile anche a Jon il quale ancora soffriva per essere stato costretto ad eseguire la sentenza capitale sui confratelli e sul figlio Olly .

Jon aborre gli orrori della guerra e ammazza Mance per pietà legando a se i bruti che di certo non si erano inginocchiati

Il parallelo tra i due ( opposti tra loro ma solo Jon regnante necessario ) è preciso dalle prime stagioni pur essendo entrambi dei diversi  e Jon per parole di Thorne prima di morire

continuerà all’infinito a combattere le sue battaglie per proteggere i deboli ,quella frase non è casuale .

Sarebbe importante fare mente locale a tutte le 8 stagioni per collegare bene quanto sia pure di fretta , ci è mostrato : ha una sua logica come logica e’ instillare il terrore e la riprovazione per tutte le guerre che nascono sempre da brama di potere 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che schifezza!

Daenaerys impazzita per esigenze di copione, come diceva un altro utente in un altra discussione!

Jaime che viene ucciso da Euron ma anche lui per esigenze di copione doveva morire con Cersei. E riguardo lei viene voglia improvvisamente di tifarla, quella che fece un falò con il tempio di Baelor.

Arya immortale perché si, talmente tanto c*lo che si salva ogni volta (dovrà uccidere la regina dagli occhi verdi per completare la collezione?) e trova pure un cavallo in mezzo alla cenere!

Drogon che, dopo aver imparato dal fratello fesso morto con tre lanci al primo colpo, devasta la flotta e riesce a percorrere tutta la città per sbaragliare l'esercito più inutile della storia.

Tyrion e Jon due fessi di proporzioni biblici.

Varys morto perché boh, forse perché era troppo complicato gestirlo nuovamente come un tempo.

L'esercito di Daenaerys che si rimpolpa improvvisamente (Dothraky spuntati dal nulla) e dal prossimo trailer sembra che aumenterà ancora di più! Il re della notte gli fa un baffo (il vero Azor Ahai che ci avrebbe salvato da tale scempio).

Possibile che ci fossero altre scempiaggini ma erano talmente tante che non bastava un pallottoliere.

Comunque complimenti agli autori, pensavo non si potesse fare peggio della 3 e della 4 e invece si sono superati! Quindi mi aspetto grandi cose per la 6!

Non ricordo serie tv più devastata di questa, forse manco The Walking Dead.

E la cosa buffa è che verrà ricordata come una grande serie. Questa stagione per me cancella tutto buono che c'era prima. Un finale indegno.

Spero che D&D finiscano a sceneggiare spettacoli di burattini, ma non accadrà. Per loro c'è Star Wars. Che la forza sia con noi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dany impazzisce può starci, ma bastava anche un po' meno.... 

La fine di jaime non mi è piaciuta per nulla. Cersei pure.

Mastino mitico, ma stupiscimi e fallo vivere

Arya ci può stare

Spero che i libri che verranno daranno una miglior fine ai miei puledri (mastino, jaime, sansa e anche ghost)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'è nulla da dire. E' uno show visivamente appagante. Le immagini incorniciate da una colonna sonora da sballo, lasciano davvero a bocca aperta. 
Però...

 

Sono sette stagioni, dico SETTE stagioni, che mi hanno fatto conoscere i personaggi in una maniera e in tre puntate me li hanno devastati!

 

Cersei che si ravvede? Cersei? Quella che nella battaglia delle acque nere pur di non farsi prendere e imprigionare si voleva uccidere con il veleno e con lei, il figlio? Quella Cersei li? Quella che ha fatto avvelenare il marito, quella che ha fatto imprigionare e condannare Ned?
E nemmeno farla morire da sola come un cane, ma insieme all'amato fratello (oddio lo voleva morto, ma stai li a queste quisquiglie).
Altre due puntate e la santificavano insieme a Jon.

 

Daeneris, che finalmente non si fa più consigliare le strategie e fa di testa sua, invece di apparire dove tutti l'aspettano, arriva dall'altra parte, in controsole. Poi gli suonano le campane vicino alle orecchie e questo l'ha molto infastidita tanto da farla andare fuori di melone. in sua difesa dico che pure io ammazzerei volentieri il prete che mi suona le campane la domenica mattina. E che cribbio, se devi farmela impazzire, almeno fallo in modo serio, che so, una balestata in testa, che fino due puntate fa pareva Madre Teresa di Calcutta!

 

Jon, quello risorto e ancora non si capisce il perchè. E' così tanto adatto a fare il Re, che manco i suoi lo ascoltano più. E non dimentichiamo che ha sangue di drago, che non gli venga in mente a Tyrion di far suonare le campane anche nelle sue orecchie, che non si sa mai di questi tempi!

 

La montagna, ormai uno zombi che esegue solo ordini, ma vede il fratello e scoppia l'ammmmmmore, quello con la a maiuscola!

 

Arya e la sua lista... ma tanto ha ucciso il Re della Notte, chi se ne frega della lista! Vuoi mettere vederla scappare su un cavallo bianco, che Vidal spostati (chi ha un po' di anni ricorderà la pubblicità).

 

Tyrion che si domanda ancora dove vanno le put... Dov'è finita la sua arguzia? Dov'è finita la sua cultura, la sua intelligenza? Non può essere Tyrion quel nanetto li, dai, sinceramente, non può!

 

Sansa, possibile che non abbia imparato nulla? Non lo sa che spifferare le cose non porta a niente di buono? Non si ricorda cosa successe a suo padre dicendo a Joffrey cose di cui avrebbe dovuto tacere?

 

Verme Grigio, le campane hanno fatto impazzire anche lui. Il drago ha tre teste, vuoi vedere che si riferiva a Verme Grigio? E' lui il terzo Targaryen? Che poi gli immacolati non dovrebbero avere sti sbazi di umore, no?

 

Ecco, se invece di essere "Game of Throne", fosse stato "Non suonare quella campana", non avrei niente da dire se non gridare al capolavoro, ma visto che sono SETTE stagioni che seguo questa serie, ho delle grosse perplessità su dove siano andati a finire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, miloso dice:

un conto e' sciogliere....un conto e' far esplodere...qui e' esploso il portone , son saltate le torri...suvvia..manco smaug faCEVA STE COSE

 

Non è la prima volta che si vedono le esplosioni con il fuoco del drago. Inoltre quelle esplosioni possono essere giustificate in due modi. Uno la pressione del fuoco che potrebbe, più che far esplodere, sfondare il muro. Può sembrare una esplosione ma in realtà potrebbe essere il muro che cade per la potenza del fuoco. Due l'eccessivo innalzamento di temperatura può portare ad esplosioni. Ad esempio con il calcestruzzo in questo caso, se non ricordo male, si parla di spalling. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per una volta non concordo con tutte le critiche sulla puntata, quantomeno se la confrontiamo a quanto (male) ci avessero abituato le ultime 2 stagioni. Pur non capendo di fondo la strategia di attacco di Dany, come ho già scritto, il resto della battaglia lo trovo molto forte soprattutto dal punto di vista emotivo, così come le parabole dei personaggi. Il tormento e la disillusione di Jon, la sofferenza di Tyrion nel prendere decisioni difficili, Dany che scivola sempre più nella follia, Jaime che "ricade nel tunnel" di Cersei fino alla morte....bello per me, niente da dire.L'unica che mi sembra fuori luogo è Arya, e la scena del cavallo bianco finale che appare tipo visione angelica...boh, non l'ho capita.

Una domanda pratica: in diverse scene si vedono esplosioni e fiamme verdi di altofuoco, non ho capito bene come sarebbero da intendere...Drogon che dà fuoco a posti in cui si trovano le riserve? Altro non saprei...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drogon dovrebbe essere la "reincarnazione" di Balerion il Terrore Nero. Stando ai libri le sue fauci potevano fare un sol boccone di un Mammut adulto e i suoi denti erano grandi come spade. 

Drogon alla fine dell'ultima stagione è grande poco meno della metà di Balerion ma è molto giovane e potenzialmente potrebbe diventare anche più grande del primo drago a mettere piede a Westeros. 

Il suo fuoco era nero e scioglieva la pietra. Harren impiegò anni per costruire la fortezza di Harrenal, la più grande del mondo conosciuto; ma bastò una notte ad Aegon in sella a Balerion per distruggere la fortezza. Inoltre è col suo soffio che è stato forgiato il trono di spade. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@viperarossa il mastino sarebbe anche cieco se sopravvivesse... Doveva pagare per il garzone del macellaio della prima stagione...

Che bella la prima stagione <_<

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes fa, Ser Jorah dice:

@viperarossa il mastino sarebbe anche cieco se sopravvivesse... Doveva pagare per il garzone del macellaio della prima stagione...

Che bella la prima stagione <_<

Mi andava bene anche cieco a smadonnare per i 7 regni.

Martin aveva parlato di finale doce amaro per i libri. Qua di dolce ne ho visto pochino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, così a caldo, mi viene da dire che è stata una puntata semplicemente insensata e sbrigativa. Un tripudio di fuoco e sangue buttato là perchè, evidentemente, a questo punto della serie non si può fare diversamente. 

I personaggi principali si sono appiattiti e ripiegati su sè stessi neanche fossero acciaio di Valyria. D'accordo tutto, il poco tempo a disposizione; certo, sei episodi non sono molti, ma, grande giove, con due anni di tempo per scrivere la stagione qualcosa di meglio lo si poteva tirare fuori. Daenerys ha perso Missandei, che tanto le era cara, e vabbè. La classica ultima goccia che ha fatto traboccare il (già sgangherato) vaso. Ma per quale motivo si sia scelto di farle sorvolare per mezz'ora abbondante KL e raderla al suolo, fatico a spiegarmelo, visto anche che Dany sbrocca non ad inizio battaglia, ma quando ha capito di averla vinta, quella e la guerra. Nel momento in cui suonala campana, è già Regina. E invece no (ma suvvia, che finale sarebbe stato, no?). Sarebbe stato più coerente farle puntare dritta sulla Fortezza Rossa e affumicare quella, tanto più che Drogon più che fuoco sembra sputare siluri fotonici. Infierire su Cersei, una donna sconfitta ed incinta, anche per dare una lezione a Tyrion. Avrebbe avuto più senso, e si sarebbe potuto ottenere il medesimo risultato. Ed invece...

Euron e Qyburn vengono fatti fuori senza tanti complimenti e nel modo più sbrigativo possibile. Ho gradito giusto il commiato di Sandor da Arya, e lo scontro tra i due Clegane. Si sapeva che ci si sarebbe arrivati, e dopotutto, non è stato neanche così male.

Varys. Restarsene tranquillamente alloggiato a DS mentre complotta per assassinare la Regina mentalmente instabile non è stata proprio una gran mossa; che ne è stato del Ragno Tessitore, l'uomo dai mille travestimenti, che tiene in pugno re e lord, che nei libri, pur dovendo improvvisare la propria fuga dopo l'omicidio di Tywin, riesce comunque a lasciarsi dietro quella monetina che spinge ulteriormente Cersei a non fidarsi dei Tyrell? Scomparso anche lui, pare. Nel momento in cui decide che Dany ha finito, non prende la benchè minima precauzione per garantirsi la seppur minima possibilità di riuscita. Lo arrestano e via, al barbecue.

Tralasciando l'inutilità della GC (una delle cose che aspettavo con più interesse), della Flotta di Ferro e degli scorpioni che sembravano dover'essere chissà cosa e che invece sono stati falciati via in un minuto, si arriva infine a Jaime e Cersei. La fine di Jaime è in qualche modo in continuità col personaggio, lui che ha sempre detto che gli sarebbe piaciuto morire tra le braccia della donna che ama. Che nonostante tutto ama. Accontentato. E Cersei, nel momento in cui deve cedere la corona di mostro sanguinario a Daenerys, ci viene presentata nuovamente umana, fragile, spaventata. Nonostante tutto, il loro epilogo, insieme, ancora una volta insieme, è una delle cose meglio riuscite dell'episodio.

 

Nel complesso, io ho visto una quinta puntata molto frettolosa (come del resto sembra tutta questa ottava stagione, una corsa a perdifiato verso l'ultimo episodio), gratuita e poco emozionante. Vabbè dai, meno male che ne manca una sola.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ho rivisto l'episodio altre due volte..
Nulla da dire a livello della resa visiva, della fotografia, della colonna sonora in cui vengono inserite  tante dissonanze o della regia di Sapochnik che in questi contesti bellici in cui si consumano ogni tipo di brutalità e vediamo il lato drammatico della guerra, da il meglio di se.

Buone alcune interazioni soprattutto quelle tra il Mastino e Arya con il primo che finalmente riesce a trasmettere un insegnamento all'allieva  e a farla desistere dai suoi piani di vendetta che altrimenti gli sarebbero costati la vita

Ottime le interpretazioni della Clarke, di Dinklage e soprattutto sopra le righe quelle della  Headey e di Coster-Waldau

Il percorso di Jaime da me tanto criticato forse alla fine si rivela più coerente di quello di tanti altri protagonisti anche se rimane l'amaro in bocca per quello che poteva e doveva essere un epilogo diverso.

Forzato e di cattivo gusto il tentativo di far redimere il personaggio di Cersei agli occhi degli spettatori

Eppure il loro tragico epilogo è uno dei momenti più riusciti di questa stagione

Molto coerente, realistico e crudo il racconto dell'atrocità della guerra. Vediamo che anche i soldati del Nord e della Valle si lasciano andare ad ogni tipo di barbarie con Jon Snow che non riesce minimamente a farli desistere

Le note positive finiscono qui

 

La sceneggiatura non funziona, la costruzione della svolta dark di Daenerys non convince, è decisamente troppo accelerata e soprattutto finisce per sconfessare le scelte di D&D fatte nelle scorse 7 stagioni(bisogna però apprezzare la capacità di D&D di andare controcorrente fregandosene delle reazioni indignate dei fans che vedono la loro eroina macchiarsi di crimini che superano di gran lunga quelli commessi dal padre o da personaggi spregevoli come Walder Frey o  Tywin Lannister.

Kit Harington e il suo personaggio invece sottotono e spaesati

La sua fedeltà alla regina a cui ha giurato fedeltà vacilla più una volta e alla fine crolla come crollano anche le sue convinzioni

Varys maestro dei sussurri si fa scoprire troppo facilmente 

Euron trash all'ennesima potenza

La Flotta di Ferro, la Compagnia Dorata e gli scorpioni che fino a qualche giorno prima turbavano i sogni della regina dei draghi e dei suoi fidati consiglieri si rivelano uno specchietto per alloddole

Arya ancora una volta scopre di avere mille plot armor. Suggestiva la scena finale che mi auguro venga sviluppata e abbia un proseguo nell'ultimo episodio e non si riveli l'ennesimo fronzolo poi abortito a metà strada da parte di D&D

Daenerys che ha perso gran parte del suo esercito e alcuni dei suoi consiglieri più fidati, circondata da tradimenti, riesce addirittura a superare il padre in crudeltà e paranoia, si abbandona alle sue pulsioni e istinti peggiori  e abbraccia pienamente il motto di Casa Targaryen Fuoco e Sangue. E' tanto diversa da Aegon il Conquistatore? No ma lei è priva del carisma, della sagacia e dell'acume del suo illustre predecessore.

La sua opera di conquista(e di distruzione)  è una vittoria di Pirro, l'ultima. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vista una prima volta, se non penso ai personaggi e ai libri, allora posso dire buona visione. Però di cose assurde ce ne sono: da Arya che non muore mai, agli arpioni antidrago che pure se a suffunn( come direbbe qualcuno) restano inutili, dal fuoco di Drogon che distrugge da solo un'intera città, alla stupida morte di Jamie... mio figlio mi ha chiesto perchè il fuoco del drago fa bruciare le mura ma non ha disintegrato la GC... però bello ( in senso artistico) il riferimento a Pompei con la mamma è la figlia morte carbonizzate e fossilizzate in un abbraccio che resisterà nel tempo ( forse le uniche veramente arrostite !).

Per ora faccio come Jon: sto zitta con la faccia da ebete.>_>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto ora. Mii è piaciuto parecchio, a parte un paio di cadute tipo l'idiozia di Varys (va a parlare di tradimento a JON, dai siamo seri) o la presenza di Euron, e la scena fra Jaime e Cersei l'ho trovata un po' stucchevole.

Per il resto niente da dire, tutto molto bello. Se dovessi valutare la puntata in sé e per sé darei un voto molto alto. Il problema è che fa a pugni con tipo le ultime 4 o 5 stagioni, e non è una cosa trascurabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La fine diJaime Cercei intrappolati in una sorta di caverna, abbracciati come nel grembo materno... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Puntata molto spettacolare, cruda, avvincente, tecnicamente perfetta e molto sentita da parte mia. Secondo me non è umanamente concepibile, a livello di tecnica e sceneggiatura, fare meglio. Tutti gli attori sono stati eccellenti (tranne il solito Kit Harington, che secondo me alla vista della battaglia e quando non è riuscito a fermare il massacro dei Lannister dopo aver gettato le spade non ha saputo esprimere bene sgomento, o non bene come gli altri). Ad Emilia Clarke serviva solo farle fare la Mad Queen perché finalmente la sua performance splendesse. Nel dettaglio:

1. Varys

Il personaggio di Varys è stato uno dei personaggi con la miglior evoluzione. Lo abbiamo conosciuto come viscido ragno che tramava nelle segrete della Fortezza Rossa con Illyrio e come una delle tante cause della caduta in disgrazia di Eddard Stark. Poi, piano piano, è nata l’affinità con Tyrion e, dopo quel “Hai dimenticato, Lord Varys?” del processo si sono spalancate le porte di un personaggio singolare, che usa mezzi sporchi per fini nobili, contrariamente a quanto pensato all’inizio. Il suo ciclo si conclude dimostrando allo spettatore o al lettore che lui è forse il più saggio di tutta Westeros, e che conosce meglio di chiunque altro i meccanismo della storia. Il suo tramonto è stato dolce, come doveva essere: molti si sono lamentati del fatto che è durato troppo poco il suo piano, ma dopo aver tramato per trent’anni, è come se io avessi percepito la sua stanchezza di lottare per moltissimi anni per un reame che sembra non voglia essere salvato dai suoi cattivi governanti, motivo per il quale non si ribella o non prova a fuggire nemmeno. Magistrale. Singolare come, mentre Varys è andato contro tutto e tutti per salvare Tyrion, Tyrion non sia in grado di fare altrettanto con un personaggio di tale valore.

2. Daenerys Targaryen

Non sono mai stato fan di Daenerys, il personaggio non ha mai attratto le mie simpatie e non mi è mai piaciuta nemmeno Emilia Clarke come attrice. Ma ora che la sua deriva folle è compiuta, trovo che il personaggio sia di gran lunga più prezioso a livello letterario di prima. Ciò controbilancia sette stagioni e mezzo di una Dany troppo smielata prima, fortunata e idealista poi, e infine pomposa e arrogante? Non lo so, forse no. Ciò non toglie che la svolta del personaggio è stata molto apprezzata. Anche solo come tenga i capelli sempre spettinati, mentre prima li aveva sempre perfetti con tremila trecce intrecciate, o le occhiaie mentre prima era sempre perfetta. È il ritratto del Re Folle. Molto ben costruita, a mio parere. Ormai per lei non vedo più motivi per andare avanti, è totalmente spenta e secondo me nella sei assisteremo alla sua dipartita finale, magari di lei che torna a Meereen. La deriva di Daenerys poi si inserisce in uno stato d’animo molto cupo da parte di tutti i personaggi, da Arya a Jon, da Davos a Cersei, da Dany a Verme Grigio, da Tyrion a Jaime. Sembra che la gioia e il sorriso siano morti a Grande Inverno con il Re della Notte.

3. Jon Snow

Un personaggio con le più grandi potenzialità letterarie totalmente distrutto dall’assenza della base letteraria di Martin. I POV di Jon di AGOT, ASOS, AFOC sono solo ricordi lontani, quegli alti pensieri e quella psicologia interiore così finemente costruita ed elaborata, con tanto labor limae, svanita. Ridotto a semplice comparsa, a personaggio inerme e senza spina dorsale. L’akmè del personaggio è stato senza dubbio la battaglia di Aspra Dimora, ma dopo la resurrezione lui non è più lo stesso. Ma i conti su questo personaggio non tornano: tutte le menate su Azor Ahai, sul PCFP, sul fatto che lui fosse l’unione di Ghiaccio e Fuoco? Tutte le aspettative, tutte le teorie, le speranze? Buttate nel ce**o. E perché è risorto? Per fare la bella statuina ad Approdo del Re? O per farsi quasi uccidere da Viserion? O per aver causato praticamente la morte di Rhaegal? E tutto il peso della R+L=J, così faticosamente studiata dai lettori prima e poi mostrata nella serie? E Bran in tutto questo a cosa è servito? Quale è stata la sua utilità? Insomma: PERCHÉ?

4. Arya Stark

E fu così che anche l’invincibile assassina Arya Stark è tornata la bambina spaventata che fuggì da Approdo del Re dopo l’arresto di Ned Stark. A livello di trama potrebbe non avere senso, ma era necessaria per rendere così avvincente e crudo l’orrore della battaglia. Vivendo gli orrori attraverso gli occhi di colei che ha ucciso il NK, si può comprendere con la sua paura, il suo affanno quanto effettivamente sia drammatica la situazione. E Sandor Clegane sembra fermare quella che potrebbe essere la sua deriva killer e vendicativa, insegnandole che, forse, è ora di voltare pagina e chiudendo la crescita del personaggio inziata con Yoren e continuata con Jaqen. Forse non sarà la miglior evoluzione della serie, ma è sicuramente ben fatta.

5. Jaime Lannister

Che Jaime rimanesse nel lettuccio caldo di Brienne, penso non se lo aspettasse nessuno. Era evidente che doveva chiudere un conto aperto nella capitale, e un Lannister ripaga sempre i propri debiti. Ma non così. L’evoluzione del personaggio, che finalmente si era riscosso,durata troppo poco e sacrificata in nome della morte sdolcinata di Cersei. Per me è un gigantesco no. E il valonqar? E la profezia di Maggy? Altro personaggio rovinato. Dozzinale il combattimento con Euron. Molto bello anche il confronto con Tyrion, dove anche qua si invertono i ruoli. Unica parentesi positiva di Tyrion, che alla fine rimane sempre dalla parte dei Lannister.

6. Considerazioni sulla battaglia

La battaglia è la migliore di sempre, senza ombra di dubbio. Meraviglioso il CleganeBowl, morte insignificante di Qyburn la più azzeccata dell’episodio, e bellissimo il fatto che sia a senso unico, come doveva essere. Il crollo psicologico di Cersei è stata la migliore interpretazione di Lena di sempre, a dir poco mozzafiato. Molto bella la scena in cui Dany ignora le campane e stermina tutti.  Ci sono due grandi pecche però. La prima è una questione di trama, che lascia molto a desiderare: una battaglia simile doveva avvenire prima degli Estranei, o se proprio insieme a loro. Non è plausibile che dopo otto stagioni passate a dirci quanto siano terribili e diabolici gli estranei, alla fine la peggior battaglia sia quella contro Cersei. La cosa era iniziata con i WW, e doveva finire con i WW. Era l’ordine naturale delle cose. Anche se, senza questo escamotage, molti altri aspetti positivi non sarebbero stati possibili, come la pazzia di Dany, la visione della crudeltà degli uomini e il loro sfinimento. Il secondo grande punto interrogativo è: da quando i Dothraki hanno imparato la magica arte di far saltar fuori continuamente soldati dal nulla? Solo l’esercito di Tywin si moltiplicava magicamente come loro, avranno forse capito il barbatrucco?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...