Jump to content
Sign in to follow this  
Darklady

Game of Thrones, episodio 8x05

Recommended Posts

2 minutes fa, JonSnow1992 dice:

Anche Daenerys prima di distruggere Approdo del Re ha offerto la resa nello scorso episodio...

Si deve fare distinzione tra Cersei (e il suo esercito) e il popolo.

Daenerys ha ammazzato il popolo che non c'entrava niente (l'unica colpa della popolazione di KL è stata quella di aver esultato alla decapitazione di Ned Stark, io c'ero e non dimentico)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma non direi, da spettatore ti direi che in due sole puntate non puoi approfondire chissà che.

 

Ma nessuno chiedeva un approfondimento, quanto una ragiona di assistenza. Se non fosse mai esistita nello show cosa sarebbe cambiato ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Oblivion dice:

Dico la mia sulla 8x05
Siamo ancora alle prese con l'accelerazione eccessiva non solo degli spostamenti ma anche delle situazioni (vedi esecuzione di Varys in 35 secondi netti).
Eserciti totalmente inutili al fine dell'assedio, praticamente fa tutto Daenerys con Drogon, distrugge la flotta, distrugge i presidi sulle mura, brucia la golden company e 3/4 dell'esercito Lannister rimasto.

[...]
La città cade, le campane suonano, l'esercito depone le armi e Daenerys invece che (al limite) puntare diritta alla fortezza rossa, inizia a bruciare case e innocenti compresi, ancor più ridicolo l'esercito del nord e gli immacolati che attaccano i soldati inermi che sono costretti a riprendere le spade da terra per difendersi, addirittura gli integerrimi uomini del nord che si mettono a sgozzare donne indifese e addirittura i soldati Lannister che tentano di difendere la popolazione indicando vie d'uscita.
Succede l'esatto contrario di ciò che è stato per 7 stagioni.
Cersei che da tigre diventa una gattina impaurita e piagnucolosa, senza parlare dello strepitoso piano di difesa che avrebbe dovuto preparare da persona scaltra qual è, in pratica guardare la città bruciare dal balcone?
Unico punto coerente il Cleganbowl, col Mastino che termina decentemente il suo arco narrativo vendicandosi del fratello (diventato nel frattempo una sorta di zombie immortale).
Bello anche l'addio fra Jaime e Tyrion, peccato che poi lo sterminatore di re faccia la fine del topo assieme a Cersei, morti schiacciati nei sotterranei della fortezza rossa (patetico).
[...]
Jon in tutto ciò non classificabile, ha probabilmente il merito di rendersi conto che le parole di varys non erano del tutto infondate.
Tyrion che suo malgrado ha la stessa presa di coscienza avuta da Jon ed Arya,l'aver appoggiato probabilmente la persona più sbagliata da far sedere su quel trono.
 

L'ho vista solo ora e non ho letto tutte le pagine di discussione ma quoto il post di Oblivion perchè ha riassunto bene il mio pensiero sulla puntata.

In particolare, concordo sul senso di frettolosità palpabile, nell'esecuzione di Varys in primis ma anche in generale e sull'assurdità dei soldati del Nord che "impazziscono" di colpo e senza motivo Ok, è una guerra e quelloc he volete, ma messa in scena così stonava parecchio).

 

Viene anche da chiedersi perchè il popolo di Approdo dovesse considerare Cersei un tiranno, visto che non ci vengono mai concretamente mostrati gli effeti o i sintomi di questa sua dichiarata tirannia.

 

Metto anch'io tra le cose riuscite  l'ultimo dialogo tra Tyrion e Jamie, che mi ha ricordato le prime stagioni, e come sempre le scene di Arya col Mastino (mi mancheranno tantissimo). Sono contenta che Sandor abbia avuto per lo meno una fine coerente anche se non mi toglierò mai dalla testa che avrebbero dovuto farlo "finire", stavolta per affetto e pietà, da Arya stessa. Penso che una scena con lui che, ferito a morte dopo lo scontro, le dice "You remember where the heart is?" e lei che con Ago pone fine alla sua sofferenza, se l'aspettassero in molti e personalmente la rimpiangerò per sempre  (cattivi D&D, cattivi).

Jaime e Cersei che muoiono assieme ci sta anche e penso sarà così anche nei libri, ma non in quel modo davvero anticlimatico e poco incisivo.

 

Insomma, una grandissima messa in scena, pervasa però da un senso di frustazione che stranamente mi ha fatto sembrare la puntata molto più breve di quello che era. Trovo la tanto criticata puntata 3 superiore non di poco a questa, che nel complesso ha funzionato  meno sul piano narrativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minutes fa, Ancalagon dice:

Again... non passi 7 stagioni a mostrarmi un determinato pg e poi lo distruggi in 2 puntate. 

Scelta orrida squallida penosa. 

 

Ma su questo sono d'accordo, infatti ho scritto che l'episodio mi è piaciuto in sé, considerandolo slegato dalla serie.

Se si considerano anche le puntate precedenti (come si dovrebbe fare, chiaramente) le magagne saltano fuori. E non solo su Daenerys, ad esempio cosa pensi di Jaime?

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minutes fa, ilprocionehasempreragione dice:

Vi giuro che inizio a pensare di essermi perso qualcosa perché io di saccheggi non ne ho visti.

La fortezza rossa con tutte le ricchezze è stata bruciata e abbattuta, nessuno si è preso la briga di portare via i beni. Si sono viste solo strade di zone piene di popolani, povertà assoluta, nulla da portare via. 

 

 

In teoria non ti hanno mostrato i saccheggi, ma non puoi escludere che si siano verificati. Quando si parla di 'saccheggio' si intendono tutta una serie di pratiche che vanno dal furto tout court all'omicidio fino allo stupro delle donne. Siccome non è stata saccheggiata la Fortezza Rossa non significa che la città (o parte di essa) non sia stata depredata dai soldati. In epoca medievale e moderna il saccheggio di una città era una pratica regolata da norme ben precise ed era consuetudine anche spartirsi i settori della città da depredare. A taluni reparti spettavano quartieri più ricchi (con maggiori possibilità di fare incetta di bottino), mentre ad altri toccavano quelli più umili, con minori possibilità di arricchirsi. Nel caso della puntata non si assiste a un saccheggio regolamentato, tuttavia mi pare evidente che, una volta entrati, i soldati siano impossibili da controllare e si lascino andare agli atti più turpi (Jon prova a richiamarli all'ordine senza successo). Tra questi, gli sceneggiatori hanno preferito mostrare, secondo me perché più suggestivo in senso negativo per il telespettatore, un tentativo di stupro (impedito da Jon).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes fa, King Glice dice:

Ma non direi, da spettatore ti direi che in due sole puntate non puoi approfondire chissà che.

 

Ma nessuno chiedeva un approfondimento, quanto una ragiona di assistenza. Se non fosse mai esistita nello show cosa sarebbe cambiato ?

Nulla ma infatti il senso è proprio quello.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
 
No, anche secondo me non è impazzita: ha spiegato chiaramente le sue motivazioni, non riesce a farsi amare quindi sceglie di essere temuta. E' passata da "mhysa" a tiranno, tutto qui. Al momento almeno, poi magari la prossima settimana scopriremo che ha fatto quel macello perché gliel'hanno detto le voci nella sua testa.
Fra l'altro saccheggiare le città conquistate è una cosa normalissima, Tywin aveva fatto lo stesso proprio a King's Landing e nessuno ha mai pensato che fosse matto.
Ma si confonde spietatezza e tirannia con pazzia.

Maegor per esempio non era assolutamente pazzo e noto moltissime cose in comune con l'ultima Danaerys

Inviato dal mio D5803 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi colpisce sempre che ogni tanto esca fuori l'accusa di Lesa Nordicità per contestare scelte narrative.

Un esercito che certamente non conosce la Convenzione di Ginevra si abbandona alla pazza gioia quando viene dato il segnale che si può fare tutto ciò che si vuole nella città che è stata negli ultimi anni il simbolo del Nemico? Lesa Nordicità!

Dopo lustri alcuni non hanno capito che questo non è un fantasy con razze e allineamenti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resto un po' 

2 minutes fa, spawn dice:

In teoria non ti hanno mostrato i saccheggi, ma non puoi escludere che si siano verificati. Quando si parla di 'saccheggio' si intendono tutta una serie di pratiche che vanno dal furto tout court all'omicidio fino allo stupro delle donne. Siccome non è stata saccheggiata la Fortezza Rossa non significa che la città (o parte di essa) non sia stata depredata dai soldati. In epoca medievale e moderna il saccheggio di una città era una pratica regolata da norme ben precise ed era consuetudine anche spartirsi i settori della città da depredare. A taluni reparti spettavano quartieri più ricchi (con maggiori possibilità di fare incetta di bottino), mentre ad altri toccavano quelli più umili, con minori possibilità di arricchirsi. Nel caso della puntata non si assiste a un saccheggio regolamentato, tuttavia mi pare evidente che, una volta entrati, i soldati siano impossibili da controllare e si lascino andare agli atti più turpi (Jon prova a richiamarli all'ordine senza successo). Tra questi, gli sceneggiatori hanno preferito mostrare, secondo me perché più suggestivo per il telespettatore, un tentativo di stupro (impedito da Jon).

 

Un saccheggio è un furto collettivo che si verifica in determinate condizioni come la guerra appunto ma anche in seguito a calamità naturali (terremoti per esempio).

La devastazione, gli stupri, le uccisioni, sono azioni che possono andare di pari passo al saccheggio ma non lo sono.

Sono invece d'accordo con te sul fatto che "potrebbe" essere accaduto off screen, tuttavia ritengo non sia corretto, da parte della produzione, contare sulle pezze logiche che possiamo metterci noi.

O me lo mostri o almeno mi dici che è avvenuto, dare a me (spettatore) il compito di supporlo non mi pare efficace.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Puntata potente, che non c'entra nulla col resto della serie. Varys diventa un farlocco improvvisamente. Dany diventa pazza, così, dal nulla. Preparata malissimo sta cosa.

Non parliamo del finale di jaime e cersei. Violenza pura per chi ha amato personaggi così complessi. Tyrion e Jon inutili ormai da un pezzo. Arya in formato avengers si prepara a fare cacao nella 8x6. Chissà che finalmente non usi i suoi superpoteri.

Che dire? Sembra che d&d puntino ormai solo a stupire i fan. Della trama e dei personaggi, chi se ne frega.

Se lo scopo era questo, l'hanno raggiunto.  Io mi aspettavo ben altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minutes fa, Krammer dice:

 

 

i, e tutte le ultime serie non sono rivolte agli appassionati puristi bensì al mainstream, che mediamente non solo non ha letto i libri ma probabilmente non ha neanche visto tutte le puntate di tutte le serie e non si ricorda bene la trama. questo è il target, volenti o nolenti.

 

 

Vorrei sottolineare questa tua affermazione 

Gran parte delle critiche provengono dai fan di Daenerys che non accettano la svolta mad queen o dai lettori. Quest’ultima categoria si è appassionata al mondo di Game of Thrones per i personaggi, per il loro arco narrativo, la loro grande caratterizzazione, i loro pensieri e tutto il loro background storico. Oltre che per le profezie, teorie e la storia antecedente agli eventi narrati

 

Lo spettatore medio si è appassionato perchè è un fantasy, per i colpi di scena, per la trama intricata, per gli effetti speciali ed è disinteressato dall’evoluzione dei personaggi, dalla coerenza con la loro storia, del perchè compino certe azioni

Ai loro occhi questa puntata è un capolavoro, perché contiene TUTTO quello che li ha portati a guardare got. Molti criticano il finale della 8x03, semplicemente perché quella era una stupidata

I lettori invece, dalla quinta stagione, hanno perso molto di tutto ció, rendendo la serie tv ridicola ai propri occhi 

 

L’errore nostro (noi lettori) è stato considerare GOT come una riflessione su schermo del libro, l’errore degli sceneggiatori è stato distaccarsi dal libro e agire in modo indipendente (ok, non c’è una base sui libri, ma c’è proprio un netto cambio di scrittura tra quarta/quinta in poi) e l’errore di Martin è stato di accettare la realizzazione di una serie tv su un lavoro incompiuto. Solo la mente intricata del creatore di Westeros poteva concludere la storia, è un mondo troppo pesante per D&D, ma lo sarebbe per chiunque

Share this post


Link to post
Share on other sites
Anche Daenerys prima di distruggere Approdo del Re ha offerto la resa nello scorso episodio...
Resa che c'era stata però ad un certo punto

Inviato dal mio D5803 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi colpisce sempre che ogni tanto esca fuori l'accusa di Lesa Nordicità per contestare scelte narrative.
Un esercito che certamente non conosce la Convenzione di Ginevra si abbandona alla pazza gioia quando viene dato il segnale che si può fare tutto ciò che si vuole nella città che è stata negli ultimi anni il simbolo del Nemico? Lesa Nordicità!
Dopo lustri alcuni non hanno capito che questo non è un fantasy con razze e allineamenti...
Questo però è un problema solo di chi non ha letto i libri secondo me

Inviato dal mio D5803 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

maxresdefault.jpg

Bhe... ce lo avevano detto alla prima stagione cosa sarebbe successo.

Leggendo i vari commenti sono d'accordo che molti cambiamenti sono stati frettolosi e con passaggi poco logici. Però la puntata se presa di per se, nel suo sviluppo in una giornata è secondo me quasi perfetta. Non si può dire ne che è insensata ne frettolosa. Una battaglia di una giornata, la guerra contro Cersei dura da 6 stagioni la battaglia finale è normale che sia finale. Tra l'altro gli avvenimenti avvengono in modo rapido semplicemente perchè accadono. Non capisco perchè per forza ci deve esser un percorso che ci porti a... Daenerys sbrocca e basta, impazzita come molti prima di lei; secondo me anzi ce lo hanno fatto capire fin troppo. Purtroppo è vero che il passaggio di personalità è poco sviluppato ma penso che più di cosi in una realizzazione cinematografica sarebbe stato stucchevole. 

Io sono  molto soddisfatto della puntata, mi ha entusiasmato come riprese, come momenti topici, come velocità degli avvenimenti. E' chiaro che ciò che mi sarei aspettato da amante dei libri è diverso. Per fare solo un piccolo esempio mi sembra che Robb nella battaglia del bosco dei sussurri venga esaltato per aver ucciso in battaglia 6-7 uomini, Jon ha superato Gimli e Legolas probabilmente; non si resta cosi immuni in una battaglia...però questo è un prodotto commerciale e come tale va preso.

Le sequenze che più mi son piaciute:

 

- L'addio tra Tyrion e Jaime, in maniera molto coerente anche con i due personaggi del libro penso sia stata una bella scena che chiude il ciclo del rapporto non solo di Tyrion con Jaime ma anche con Cersei. Ricordando i capitoli su Tyrion riguardo questo devo dire mi ha dato un qualcosa in più che va oltre la storia stessa.

 

- La sbroccata di Daenerys, i avrei preferito nelle puntate precedenti che covasse tutto dentro abbozzando ai suoi consiglieri che la vogliono distogliere da una cieca furia di vendetta per arrivare però poi ad un'esplosione del genere.

 

- Jon che si sveglia; non è la sua battaglia, non è quello che voleva. Se non erro anche Eddard rinfacciava sempre a Robert quello che successe dopo la presa di Approdo del Re. Ci ho rivisto quello, i suoi ideali disillusi, disonorati. Lui impotente davanti alla sola colpa di aver seguito la sua regina.

I soldati del Nord si sono dimostrati tali e quali agli altri, come ovvio e giusto che fosse. Nella realisticità della battaglia rientra tutto nella pochezza di valori dei semplici soldati. Senza escludere che in fin dei conti stanno combattendo da anni contro quel nemico che gli ha tolto tanto. Non si sono voluti fermare.

 

- Arya che chiama il Mastino "Sandor"; forse è la prima volta che succede in tutta la serie (ditemi se sbaglio), lo riabilita alla sua persona, lui che è sempre stato trattato come cagnolino ai piedi di un padrone.

 

- La fine di Cersei; non solo la sua morte ma la fine della sua instabile sicurezza di superiorità. Sa che è vicina alla morte e la maschera di spavalderia non regge di fronte a questa paura. 

 

Quelle su cui invece sono insoddisfatto:

 

- Morte di Varys, è sembrato uno sciocco (da qualche puntata). Penso che volessero mandare un messaggio come se lui volesse morire, in fondo è sempre riuscito a scappare. Vedremo se ne sapremo qualcosa in più nella prossima puntata (in particolare alle lettere che scriveva, a chi?), ma se così restasse credo sia stata resa proprio male. 

Sarei molto contento se fosse come ha scritto un utente, che nelle fiamme il giorno della sua evirazione abbia sentito il "dracarys" di Daenerys.

 

- Euron che incontra Jaime, doveva essere morto nell'esplosione della nave. Nelle battaglie può succedere anche quello, che il più importante della flotta muoia in modo insignificante (lo hanno fatto con il capitano Strickland). Insensato che sbuchi proprio lì.

 

- Verme Grigio che combatte con la lancia, è un'arma fondamentalmente da formazione, nel pieno della battaglia a spazi limitati si lascia e si impugna la spada. L'assenza dei superguerrieri era piuttosto identificativa dei libri.

 

- Montagna (detto anche Dart Fener,  senza elmo ancor di più) contro Mastino; mi è sembrata troppo banale all'interno di una battaglia così grossa, anche qui sono rese poco le motivazioni dell'odio tra i due. Un po' si intravede una cosa che traspare un anche nei libri, ovvero il senso di dovere del Mastino di fermare il fratello come se sentisse su di se le colpe delle sue barbarie.

 

Ditemi  la vostra anche su questi aspetti che magari possono essere un po' secondari.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minutes fa, ilprocionehasempreragione dice:

Resto un po'  

Un saccheggio è un furto collettivo che si verifica in determinate condizioni come la guerra appunto ma anche in seguito a calamità naturali (terremoti per esempio).

La devastazione, gli stupri, le uccisioni, sono azioni che possono andare di pari passo al saccheggio ma non lo sono.

Sono invece d'accordo con te sul fatto che "potrebbe" essere accaduto off screen, tuttavia ritengo non sia corretto, da parte della produzione, contare sulle pezze logiche che possiamo metterci noi.

O me lo mostri o almeno mi dici che è avvenuto, dare a me (spettatore) il compito di supporlo non mi pare efficace.

Drago a parte (siamo comunque in un fantasy), quello rappresentato nella puntata è né più né meno quello che si sarebbe verificato nel momento in cui un esercito fosse entrato all'interno di una città assediata. Al momento del saccheggio i soldati si lasciavano andare a tutta una serie di atrocità che i comandanti non si sarebbero sognati minimamente di sanzionare. IMHO, circoscrivere un saccheggio a "un furto collettivo" mi sembra riduttivo perché omicidi, devastazioni e stupri sono spesso complementari alle rapine. Pertanto, forse non nel migliore dei modi, la produzione ha cercato di rappresentare un esercito assediante che entra in città e si lascia andare a qualsiasi tipo di azione efferata.

Come te credo che avrebbero potuto rappresentare meglio lo svolgersi degli eventi. Probabilmente gli sceneggiatori volevano focalizzare l'attenzione del telespettatore sulla ferocia di Daenerys e delle sue truppe, contrapponendole a Jon (figura positiva) che avrebbe voluto concedere quartiere ai nemici arresi (infatti uccide solo se attaccato per salvare la propria vita e difende una donna dal tentivo di uno stupro).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...