Jump to content
Sign in to follow this  
Maya

George R. R. Martin è davvero un bravo scrittore?

Recommended Posts

Questo argomento meriterebbe davvero una discussione a parte (nella pagina Facebook del forum abbiamo appena lanciato un sondaggio https://www.facebook.com/GRRMLaBarriera/). Magari ora la apro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minutes fa, Metamorfo dice:

ma leggere il racconto fatto da qualcun altro non è certamente un'alternativa che mi piace.

 

 

Se basato sui suoi appunti ci può anche stare. In fondo non è che lo stile di Martin non possa essere riprodotto da qualche altro bravo scrittore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vero, ma sapere che stai leggendo qualcun'altro finirebbe inevitabilmente per condizionare la lettura. Almeno per me.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes fa, Euron Gioiagrigia dice:

 

Se basato sui suoi appunti ci può anche stare. In fondo non è che lo stile di Martin non possa essere riprodotto da qualche altro bravo scrittore.

 

Ma sapendo che di appunti non ne lascerà...

E comunque non basta lo stile, ci sono tante altre cose da valutare. Per citarne soltanto una, la conoscenza intima della personalità e della psicologia dei personaggi di chi li ha creati ed ha vissuto nella loro testa per decenni, non può essere ben riprodotta da chi ha soltanto letto i libri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes fa, Metamorfo dice:

Ma sapendo che di appunti non ne lascerà...

 

Infatti è tutto un ragionamento speculativo purtroppo :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho aperto una discussione specifica su questo tema con un sondaggio in Torre del Re così non andiamo troppo OT qui: 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, Maya dice:

Sinceramente gli unici che accontenta con questa strategia sono i produttori di fan-fiction ispirate ad ASOIAF che possono così immaginare un finale a propria misura. :ehmmm:Per tutti gli altri è tutt'altro che appagante e, anzi, mi sembra piuttosto frustrante.

E perchè secondo te i milioni di teorie che circolano qui sul forum e su tutto il web in che cosa differiscono dalle "fan fiction"? 

Anche quelle sono fan fiction fintanto che non verranno sbugiardate o verificate. Ed inoltre, il processo per cui un lettore si costruisce le proprie teorie e le proprie aspettative, processo che OGNI lettore fa leggendo un libro, è importantissimo e va molto oltre le mere parole che legge. 

Che poi la situazione sia frustrante sono d'accordo, è il motivo per cui poco sopra si diceva che il rapporto dei fan con Martin è complicato.

 

2 hours fa, Maya dice:

Infine, questo eccessivo timore del giudizio dei lettori... boh! In generale, se hai questa paura non inizi proprio a scrivere, o meglio, non rendi pubblico quello che scrivi. Chiaramente l'opinione di chi legge è importante. Tuttavia, soprattutto a certi livelli, il giudizio più importante è quello dello stesso autore. Martin ha sempre detto che in ogni caso sarà il "suo finale", vale a dire quello che soddisferà prima di tutti lui stesso. Ad alcuni lettori piacerà da impazzire. Altri lo disprezzeranno. Altri, forse i più, resteranno indifferenti e, dopo tanta attesa, magari anche delusi. E' il risvolto della medaglia quando si creano grandi aspettative.

Appunto, ma se continui a rimandare al contempo solleticando la fantasia dei tuoi lettori secondo te le aspettative si ampliano o si ridimensionano? Senza considerare quello che è accaduto con la serie TV. :ehmmm:

 

%d/%m/%Y %i:%s, Metamorfo dice:

Peraltro, una volta che Martin ha vietato esplicitamente di non completare la sua opera, dubito che uno degli scrittori bravi e famosi che potrebbero finirla forse degnamente, si screditi andando contro il suo volere.

Non è tanto una questione di rispetto, ma proprio di tutela personale: considerato che il prode si vedrà massacrato dai fan praticamente qualunque cosa faccia, nessuno di famoso sarebbe disposto a screditare la propria fama così a gratis per reggere il moccolo a qualcuno che gli ha lasciato una patata bollente. Eventualmente lo potrebbe fare sotto qualche pseudonimo o qualcuno di sprovveduto. Poi per carità c'è chi di fronte al guadagno non si fa scrupoli, ma dubito che qualcuno di già famoso di accollerà questo onere. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minutes fa, Lyra Stark dice:

E perchè secondo te i milioni di teorie che circolano qui sul forum e su tutto il web in che cosa differiscono dalle "fan fiction"? 

 

è una domanda seria?

 

13 minutes fa, Lyra Stark dice:

Appunto, ma se continui a rimandare al contempo solleticando la fantasia dei tuoi lettori secondo te le aspettative si ampliano o si ridimensionano?

 

Si ampliano ed è esattamente quello che stavo dicendo: ormai le aspettative sono tali e tanti per cui è facile che comunque molti restino delusi anche dal finale di Martin.

 

13 minutes fa, Lyra Stark dice:

Non è tanto una questione di rispetto, ma proprio di tutela personale: considerato che il prode si vedrà massacrato dai fan praticamente qualunque cosa faccia, nessuno di famoso sarebbe disposto a screditare la propria fama così a gratis per reggere il moccolo a qualcuno che gli ha lasciato una patata bollente.

 

Il caso "La Ruota del Tempo" mi pare basti come obiezione a questa affermazione.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rispondo:

1 - Certo, io ti ho risposto con serietà mi piacerebbe che la cosa valesse anche per te, dato che millanti spesso la serietà di tutte le discussioni su Barriera e deduco tu sia la prima a metterla in campo. Le teorie sul web sono teorie elaborate dai fan che prendono più o meno spunto dai dati dei libri (alcune più di altre). Così vale per le fan fiction: sono storie inventate (fiction) realizzate dagli appassionati (fan) di un certo fandom che prendono spunto da basi più o meno concrete, ve ne sono di più attinenti e di più con componente inventiva. Personalmente non vedo affatto questa grande differenza. Tecnicamente tutto quello che noi lettori "fan" immaginiamo per il futuro è al momento una "fiction", vuoi più affidabile vuoi più inventata perchè basata su aspettative personali. E non c'è niente per cui offendersi.

2 - Appunto, quindi vale il mio discorso: meglio non produrlo affatto questo finale e rimanere nel cuore dei lettori come il migliore scrittore di fantasy della storia, anche se tanto meticoloso da non riuscire ad arrivare alla fine.

3 - "La Ruota del tempo" non è un ciclo di romanzi ormai lanciato a livello mondiale da una serie TV seguitissima (oltre al fatto che magari qualcuno mi dirà non è al livello di quello che scrive Martin nè ha raccolto così tanti premi - su questo punto non mi soffermo perchè non è così fondamentale) e non ha dato origine a un fenomeno di massa come è ASOIAF, anche se per gli appassionati di Fantasy rimane un titolo fondamentale. Nel caso specifico comunque Jordan aveva lasciato appunti e registrazioni vocali alla moglie e all'editore con la chiara volontà che qualcuno proseguisse. Nel caso di Martin ti è già stata fatta notare una cosa nota da anni ai suoi conoscitori, ovvero che Martin è contrarissimo al fatto che qualcuno usi le sue creazioni motivo per cui ha proibito le fanfiction e motivo per cui onde evitare di perdere il controllo postumo delle sue creature non intende lasciare appunti perchè qualcuno prosegua laddove lui si è interrotto. Mi pare quindi che l'approccio di un altro scrittore, famoso oppure no, sarebbe molto diverso perchè in primis andrebbe contro la volontà dello stesso collega (e di una parte dei suoi sostenitori) in secundis abbiamo già tutti avuto il piacere di osservare l'accoglienza riservata a chi ha osato mettere le mani sul lavoro di Martin. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minutes fa, Lyra Stark dice:

1 - Certo, io ti ho risposto con serietà mi piacerebbe che la cosa valesse anche per te, dato che millanti spesso la serietà di tutte le discussioni su Barriera e deduco tu sia la prima a metterla in campo. Le teorie sul web sono teorie elaborate dai fan che prendono più o meno spunto dai dati dei libri (alcune più di altre). Così vale per le fan fiction: sono storie inventate (fiction) realizzate dagli appassionati (fan) di un certo fandom che prendono spunto da basi più o meno concrete, ve ne sono di più attinenti e di più con componente inventiva. Personalmente non vedo affatto questa grande differenza. Tecnicamente tutto quello che noi lettori "fan" immaginiamo per il futuro è al momento una "fiction", vuoi più affidabile vuoi più inventata perchè basata su aspettative personali. E non c'è niente per cui offendersi.

 

Mi dispiace che tu l'abbia presa così male. :unsure:Ti ho chiesto se la tua fosse una domanda seria perché, prima di risponderti, volevo levarmi il dubbio che non fosse invece una domanda retorica-ironica. :huh:Per conto mio, infatti, c'è una grande differenza tra fan-fiction e teoria. Una fan-fiction è un racconto costruito partendo da un mondo inventato da altri e aggiungendo situazioni e personaggi che non sono "farina del sacco" del primo autore. Le teorie e le ipotesi che fanno i fan e i lettori superano per forza di cose il testo scritto, ma non aggiungono storyline o personaggi che non esistono nell'originale. Ad esempio, in una fan fiction io potrei inserire una terza sorella Stark, o un gemello perduto di Tyrion, o addirittura un'intera Casata e una nuova regione. Per quanto una teoria possa essere fantasiosa e originale, invece, non arriverebbe a tanto senza diventare - appunto - fan fiction. Da qui la mia domanda se la tua fosse una domanda seria o meno, perché avevo il dubbio che avessimo un'idea diversa di cos'è fan-fiction e cos'è teoria. Ed è proprio così. :)

 

38 minutes fa, Lyra Stark dice:

2 - Appunto, quindi vale il mio discorso: meglio non produrlo affatto questo finale e rimanere nel cuore dei lettori come il migliore scrittore di fantasy della storia, anche se tanto meticoloso da non riuscire ad arrivare alla fine.

 

Su questo non sono d'accordo. Per conto mio una storia incompiuta è peggio di una storia che finisce in un modo che non mi piace. Come si dice? Non è tanto importante la destinazione, ma il viaggio. Potrei essere straordinariamente clemente rispetto a un finale che non mi piace affatto, se almeno il viaggio fosse piacevole.

 

38 minutes fa, Lyra Stark dice:

3 - "La Ruota del tempo" non è un ciclo di romanzi ormai lanciato a livello mondiale da una serie TV seguitissima (oltre al fatto che magari qualcuno mi dirà non è al livello di quello che scrive Martin nè ha raccolto così tanti premi - su questo punto non mi soffermo perchè non è così fondamentale) e non ha dato origine a un fenomeno di massa come è ASOIAF, anche se per gli appassionati di Fantasy rimane un titolo fondamentale. Nel caso specifico comunque Jordan aveva lasciato appunti e registrazioni vocali alla moglie e all'editore con la chiara volontà che qualcuno proseguisse. Nel caso di Martin ti è già stata fatta notare una cosa nota da anni ai suoi conoscitori, ovvero che Martin è contrarissimo al fatto che qualcuno usi le sue creazioni motivo per cui ha proibito le fanfiction e motivo per cui onde evitare di perdere il controllo postumo delle sue creature non intende lasciare appunti perchè qualcuno prosegua laddove lui si è interrotto. Mi pare quindi che l'approccio di un altro scrittore, famoso oppure no, sarebbe molto diverso perchè in primis andrebbe contro la volontà dello stesso collega (e di una parte dei suoi sostenitori) in secundis abbiamo già tutti avuto il piacere di osservare l'accoglienza riservata a chi ha osato mettere le mani sul lavoro di Martin. 

 

La mia obiezione non era rispetto al caso specifico, ma alla riflessione generale che prendendo in mano un lavoro famoso per ultimarlo al posto dell'autore originario, un scrittore debba essere per forza massacrato dai fan o screditare se stesso. Non mi pare che a Sanderson sia capitata nessuna delle due cose per cui non lo assumerei come un principio generale, ma al più come un'ipotesi molto specifica e tutta da verificare. :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è che la prendo male, mi pareva che il mio discorso fosse serio e tutt'altro che fraintendibile, ma evidentemente quella del non capivo se stavi scherzando, variante del non ho capito quello che hai scritto, è una scusa che viene sempre buona per salvarsi in corner. Ad ogni modo ni, aldilà del mero prodotto scritto (di cui esistono ampie varietà alcune anche molto fedeli al testo), le fan fiction prendono spunto dall'esistente ma non necessariamente lo modificano in altro, alcune semplicemente lo proseguono, specialmente laddove è incompleto, secondo quella che è l'idea dell'autore, che a volte è pure un buon conoscitore della materia su cui si basa. 

 

2 hours fa, Maya dice:

Su questo non sono d'accordo. Per conto mio una storia incompiuta è peggio di una storia che finisce in un modo che non mi piace. Come si dice? Non è tanto importante la destinazione, ma il viaggio. Potrei essere straordinariamente clemente rispetto a un finale che non mi piace affatto, se almeno il viaggio fosse piacevole.

Riguardo a questo allora sarai una di quelli a cui dovrò porgere le mie condoglianze in futuro.

Tra l'altro noto anche un po' di idee confuse perchè prima dici che è peggio una storia incompiuta di una che finisce in un modo che non ti piace, poi però dici che è più importante il viaggio della destinazione... E' la pubblicità dell'Amaro Montenegro o era una macchina? (si adesso sto scherzando! :stralol:) Ad ogni modo riprendendo solo la parte finale è proprio lo stesso discorso che facevo io: meglio non avere una destinazione se deludente e continuare a godersi il viaggio a questo punto no? E' lo stesso discorso dell'attesa che vale di più del piacere e quel genere di ragionamenti. Sinceramente non è facile scegliere, di sicuro nel secondo caso la delusione è molto più cocente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute fa, Lyra Stark dice:

Evidentemente quella del non capivo se stavi scherzando, variante del non ho capito quello che hai scritto, è una scusa che viene sempre buona per salvarsi in corner.

 

OMG!!! Non penso di dovermi nascondere dietro una scusa così puerile.:unsure: 

Comunque, io resto dell'idea che una fan fiction sia un cosa molto diversa da una teoria perché riconosco un merito maggiore a chi le realizza. Anche solo "agganciarsi" in maniera logica e credibile a una storia esistente non credo sia cosa da poco. Elaborare una teoria non richiede un simile impegno. Secondo me, fai un torto a chi scrive fan fiction mettendole sullo stesso livello di chi elabora una teoria per quanto complessa e fantasiosa. 

 

14 minutes fa, Lyra Stark dice:

Tra l'altro noto anche un po' di idee confuse perchè prima dici che è peggio una storia incompiuta di una che finisce in un modo che non ti piace

 

Ho detto questo?  Dove? Devo essermi espressa malissimo se è passato un simile messaggio! Il mio pensiero definitivo: meglio un brutto finale che nessun finale. Sono completamente d'accordo @Euron Gioiagrigia 

( "quello che conta è il viaggio, non la destinazione" lo ha detto Thomas Eliot, ma non mi sorprenderebbe se la pubblicità se ne fosse appropriata).  

 

21 minutes fa, Lyra Stark dice:

meglio non avere una destinazione se deludente e continuare a godersi il viaggio a questo punto no?

 

A questo punto mi viene in mente una versione di ASOIAF tipo sceneggiato-telenovela di quelli che si sa che non avranno mai fine. Brrr! :shock:No, per carità! Va bene anche un finale che non mi soddisfi. In fondo è un rischio che corro ogni volta che inizio qualsiasi libro.

 

Complessivamente quello ho letto di Martin mi è piaciuto: alcune cose di più, altre di meno (chi ha detto Duncan ed Egg? :stralol:). Non lo definirei il migliore, il più bravo, il sommo, il vate ecc. ma è secondo me è uno scrittore molto bravo. Se così non fosse paradossalmente non saremmo tutti qui e non ne staremmo parlando. :) 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, Maya dice:

OMG!!! Non penso di dovermi nascondere dietro una scusa così puerile.:unsure:

Strano, perchè il tuo comportamento, anche con questo solo post per non parlare del resto del testo, denota proprio un atteggiamento simile. 

Tornando a: 

2 hours fa, Maya dice:

Se così non fosse paradossalmente non saremmo tutti qui e non ne staremmo parlando. :) 

 

penso che concordiamo tutti sul fatto che parlare di qualcosa, così come la sua popolarità, non implica necessariamente che questa cosa sia di valore, nè implica che se ne parli in modo positivo. Mi pare un'affermazione un po' troppo ottimista la tua :stralol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 hours fa, Lyra Stark dice:

non implica necessariamente che questa cosa sia di valore, nè implica che se ne parli in modo positivo

 

Sulla seconda ti posso anche dar ragione, ma sulla prima...non è che ASOIAF dall'oro in cui se ne parlava fino al 2011 è diventata improvvisamente ciarpame. La saga è ancora lì, l'unico problema è che è monca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...