Jump to content
Sign in to follow this  
Neshira

Rilettura AFFC/ADWD

Recommended Posts

Mea culpa! 

Ho interpretato malissimo i tempi di lettura e di post! XD

 

ADWD 02 - Danaerys I - parte I

(lo posto a metà che ultimamente i post non mi restano salvati) 

 

Questi due capitoli mi hanno entusiasmato di più rispetto a quello di Aeron ed è una sorpresa perché, in prima lettura, avevo la smania che partisse per Westeros e questo me li aveva fatti apprezzare un gran poco. Cercherò di essere sintetica. 

 

Mi ha colpito quanto ancora Dany sia mentalmente legata a Drogo e a quella prima esperienza di comando a cui si aggrappa (resti del khalasar, pelle del leone bianco) per infondersi sicurezza, sicurezza che vacilla data la situazione. 

In questa esperienza di governo Dany sta mostrando innegabilmente dei limiti, però non concordo pienamente con @Lady DragonSnow che propone un paragone con Bobby Baratheon. Ci può stare se la vediamo come una dothraki. Però Dany si inserisce nella conquista fuoco e sangue di Aegon, Visenya, e Rhaenys, quindi il discorso si fa differente. Soprattutto perché lei nell'esperienza col khalasar ha dimostrato tutta la sua capacità di sapersi porre culturalmente verso una tradizione così estranea come quella dothraki. Difatti, il suo limite è quello di non immergersi nella cultura della baia schiavista (si veda tutta la questione del vestito ghiscari): rifiuta totalmente ciò che gli schiavisti rappresentano, ma non li ha estirpati; non governa neanche totalmente a favore degli ex schiavi, è persa in un cerchiobottismo mal riuscito; soprattutto, si è mossa su basi ideologiche rompendo con la tradizione precedente, senza proporre una nuova idea di società che concretamente avesse un senso e potesse essere sostenibile. Gli ex schiavi salvo rare eccezioni sono per assurdo in balia di condizioni ancora più misere, perché i padroni, disponendo ancora di ingenti mezzi, possono sfruttarli ancor più.

Inoltre, col tema del peso della corona, mi ricorda di più l'immagine di Stannis da un lato, e ancor più Robb. Quest'ultimo infatti non è stato capace di gestire la sua compagine che lo ha portato all'epilogo che sappiamo. 

 

Più tardi aggiungo le osservazioni sulle profezie ed altri punti sparsi e il terzo pov. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Meribald Blackwood il punto che hai citato è a favore della mia teoria. Tutti gli altri casi di incenerimento da fuoco di drago, nei libri, provocano una morte istantanea. E Quentyn muore dopo giorni di agonia? Sono l'unica a trovarlo un pochino sospetto?

 

Comunque perché dubbi e domanda che sorgono dovrebbero essere OT? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, intendevo solo che tutta la discussione che ho aperto su "cosa avreste fatto voi" forse era OT qui.

E anche un dibattito su chi sia l'arpia sulla base dei tutti i capitoli rilasciati mentre qui commentiamo un capitolo per volta.

 

Se non è OT meglio ancora, io pecco di eccesso di prudenza... :):ehmmm:

 

Circa la morte di Quentyn, non mi ricordo bene il capitolo della sua morte. Certo che sarebbe una bella trollata se, dopo secoli di discussioni sul forum e altrove dove tutti  molti pensano che Doran sia un incapace e Quentyn un "bamboccio" (io no, sono un fan di ogni masterplan complottista per definizione), scoprire che c'è la sorpresa... :stralol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me non è OT perché è comunque una discussione relativa al capitolo alla luce del tutto trattandosi di rilettura. Almeno con le precedenti ci si era sempre regolati così, altrimenti si perde la parte più entusiasmante dell'attività stessa: scoprire indizi per possibili sviluppi visto che TWOW tarda ad arrivare! XD

 

Riprendo con

 

ADWD02 - Danaerys I - parte 2

 

Un'altra cosa che mi ha colpito è che l'educazione da immacolati, per quanto li abbia resi un'ottima macchina da guerra, non li ha annientati del tutto a livello individuale. Si capisce dalle abitudini dell'immacolata ucciso e dal fatto che un certo numero di essi abbia scelto di riprendere il nome originario. 

 

Sui draghi. In altri topic c'era chi si era posto domande riguardo alla cultura di Danaerys: qua scopriamo che si è informata sulla natura dei draghi (per quanto possibile) grazie al libro regalatole da Jorah. Viene introdotto il tema della gestione della loro crescita: si delinea una incompatibilità di convivenza tra draghi e umani, attraverso gli occhi di Barristan e dei Meereenesi, che culmina con la vicenda della bimba mangiata da Drogon. Tema che sarà ampliato nel POV successivo. 

 

Il 20/7/2019 at 01:53, Lady DragonSnow dice:

Leggendo i pensieri di Daenerys, si potrebbe pensare che un'unione con Aegon (vero o falso che sia) non sia una cosa campata in aria in fin dei conti. Lei potrebbe anche essere d'accordo.

Sono d'accordo con te. E non dimentichiamoci che questa unione sarebbe anche nei piani di Illyrio e Varys ché puntano ai draghi. È invece Tyrion a complicare il ricongiungimento tra i due, instigando in fAegon il dubbio di non aver ancora dimostrato nulla. 

 

Il 20/7/2019 at 01:53, Lady DragonSnow dice:

Chi sarà il terzo tradimento di Daenerys? Qualcuno che lei ha già incontrato o qualche westerosiano? Io opto per quest'ultima ipotesi. Riguardo a chi possa essere potremmo stare qui a discuterne per pagine, visto che ci sono troppe possibilità. Tyrion? Jon? fAegon? 

All'epoca della rilettura di ACOK avevamo concordato tutti (io, Aegon, Aemon, Jon) che la profezia fosse da vedere in ottica futura. In questo post trovate maggiori dettagli. 

Quindi non vedevamo in Mirri il tradimento di sangue, ma in Illyrio per fAegon, che si supponeva potesse essere suo figlio e tutta la teoria Blackfyre che ne consegue. 

Anche l'idea che Jorah sia il tradimento per l'oro non mi convince perché sappiamo che Jorah fosse un agente di Varys e lo scopo non era nuocere, ma fingere di farlo per conto Robert per poter controllare i risultati dei piani di assassinio e pilotarli a vantaggio. 

Sul tradimento per amore, anche io ritengo che avverrà a Westeros. Chi ha visto la serie sa che cosa aspettarsi. Personalmente non escludo neanche che possa trattarsi di fAegon qualora cedesse alle avances di Arianne. Ma potrebbe anche essere il tradimento per l'oro se scegliesse di unirsi ai Tyrell per convenienza. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infine

 

ADWD 11 - Danaerys II

Il 21/7/2019 at 01:34, Lady DragonSnow dice:

Il capitolo inizia con Daenerys che sogna di nuovo una casa con la porta rossa, stavolta con Daario. Probabilmente lei sta cominciando a sentire il peso del suo ruolo e vorrebbe una vita normale?

Sono d'accordo con te. Il motivo della porta rossa è il simbolo del suo desiderio di normalità. Normalità che già anelava dai tempi di AGOT. Che Viserys le nega perché non era quella la loro casa, ma la fortezza rossa e lei doveva contribuire a riconquistarla assicurandogli l'esercito dothraki. 

Finito Viserys, è prima per Rhaego e poi come ultima superstite Targaryen e quindi per responsabilità verso il suo retaggio che porta avanti l'impresa. 

 

Interessante questa parte:

She was the blood of the dragon. She could kill the sons of the Harpy, and the sons of the sons, and the sons of the sons of the sons. But a dragon could not feed a hungry child nor help a dying woman's pain. And who would ever dare to love a dragon. 

Dany ha molti dubbi anche sulla sua stessa natura. Si rende conto che essere un drago, e quindi un conquistatore, non è abbastanza per essere un buon governante. Un buon governante deve anche poter dare qualcosa alla propria gente e Dany ai meereenesi non ha ancora dato alcun vantaggio tangibile, né agli ex schiavisti, né agli ex schiavi. Missandei invece che ha visto la sua condizione migliorare ha un'opinione completamente dov'era di Dany che assurge ad archetipo della madre. 

Oltre che sul suo sangue di drago, Dany ha anche molti dubbi sui draghi, tanto da imprigionati, nonostante le ossa bruciate non rappresentino una vera prova. Nel perseverare col suo atteggiamento cerchiobottista, cerca di imprigionarli e questo, come avete già rilevato lo ritengo un errore. Tra l'altro, il modo con cui i draghi hanno reagito alla cattura mi ha fatto pensare alla possibilità che essi, come i metalupi, possano avere un legame telepatico. Se fosse vero, questo sarebbe interessante anche retrospettivamente per l'analisi dei comportamenti dei draghi nella danza dei draghi.

È anche interessante vedere le loro diversità caratteriali: Viserion anche in catene continua a cercare Dany, Rhaegal è incattivito, Drogon è l'unico che ha avuto la forza e la capacità di fuggire. 

Il 21/7/2019 at 01:34, Lady DragonSnow dice:

Poi Daenerys si ricorda i percorso che deve fare secondo Quaithe.

"I go north to go south, east to go west, back to go forward. And to touch the light I have to pass beneath the shadow." E successivamente, quando si trova davanti ai draghi, pensa "If I look back I am doomed". Che le due cose siano collegate? che per andare avanti Dany debba tornare sui suoi passi e sulle sue scelte? Questo in relazione ovviamente alla frase che per andare avanti debba tornare indietro.

Nel momento in cui cambia il suo mantra in effetti è un po' come se rinnegasse la sua identità. Ritorna a vedere se stessa e i draghi come i dothraki: dei meri conquistatori. Arriva fino a definirli mostri, ma questi mostri sono ciò da cui il suo potere deriva e parte stessa della sua natura. E con l'identificazione finale sembra quasi averla abbracciata. Vedremo poi. 

Per queste ragioni, non sono d'accordo con questa visione di Dany:

Il 21/7/2019 at 11:40, Figlia dell' estate dice:

Questo passo dimostra sia l'intransigenza e la chiusura mentale di Dany (aspetti che mi ricordano molto Stannis)

Ha una serie di blocchi ancora presenti in sé, dovuti all'essere cresciuta con la retorica usata da Viserys e mai smentita da alcuno prima d'ora. Non è facile accettare che le persone che ritieni più vicine e che, per mancanza di conoscenza, sono state idealizzate, vengano smontate di punto in bianco. È un processo che richiede tempo. Tuttavia, Dany ha più volte mostrato capacità di apertura, nonostante abbia per adesso un approccio più ideologico che concreto (e lo dico in accezione negativa). 

Il discorso su Ned Stark è un secondo mattoncino affinché ella trovi il modo e sia pronta ad aprirsi alla possibilità che lo Stark non fosse solo un cane dell'usurpatore, ma un qualcosa di più complesso e più etico degli altri ribelli. Ciò non di meno, anche l'etico Stark che si era pronunciato contro l'assassinio di Dany e si era precedentemente ritirato a Winterfell in seguito alla ribellione per esprimere dissenso verso gli atti compiuti dai Lannister, in concreto non ha fatto granché, per quanto non fosse certo in suo potere. 

 

Prima di arrivare a Quaithe, 2 parole su Hizdar: genio! 

Dany mette fuori legge le pit, il prezzo crolla e le compra tutte. Dopodiché continua ad andare in udienza per chiederne la riapertura ed arricchirsi. Tocco da maestro l'essersi portato gli ex combattenti a convincere Dany: ha capito la sua avversione alle logiche schiaviste e la prende dove è debole, nel tentativo di confermarsi ai vertici della nuova società post-rivoluzionaria. 

 

Infine, Quaithe. 

Interessante l'idea lanciata da @Meribald Blackwood sul fatto che possa trattarsi di un'allucinazione. Andrebbero ricontrollati tutti i loro incontri.

Detto questo, ho un'opinione diversa sui 3 tradimenti. In generale si tende a ritenere che siano Mirri quello di sangue, Jorah quello per l'oro e ci si interroga su quale sarà il terzo. 

In primi, come si ebbe già modo di discutere nella rilettura di ACOK (io, Aegon, Aemon e Jon), se quella è una profezia va applicata al futuro e quindi non a Mirri. Ritengo infatti che il tradimento di sangue sarà compiuto da Illyrio/Varys per fAegon. 

Il tradimento per l'oro, è comprensibile che per Dany sia Jorah, ma noi che siamo a conoscenza dei patti tra Varys/Illyrio e Jorah non possiamo ritenerlo plausibile. Potrebbe anche essere fAegon che si concede ai Tyrell per necessità anziché attendere Dany, o qualcosa relativo a qualche compagnia mercenaria. 

Il tradimento per amore si può applicare ancora una volta a Aegon, se dovesse cedere alle advances di Arianne, o a qualche altro personaggio westerosiano sulla stregua di GOT. 

Potrebbe anche essere un riferimento a 3 tipi di tradimenti che subirà e non che ce ne sia solo uno per tipo. 

Una parte della profezia che mi ha sempre convinto poco sono le accoppiate leone-grifone e figlio del sole-drago del guitto, perché sappiamo che i Griff cambiano direzione, a meno che Quaithe, non predica in quel momento le intenzioni di viaggio dei 4, caso in cui i Griff non dovrebbero ancora aver incontrato Tyrion. 

Il 21/7/2019 at 01:34, Lady DragonSnow dice:

Comunque leggendo su westeros.org la discussione sulla profezia, un utente ha fatto notare che secondo lui quando Martin lesse il capitolo originale ad una con, prima della pubblicazione suppongo, la profezia diceva "crow and kraken" e non dark flame. Il crow eventualmente suppongo sia Euron? 

Questa ipotesi è interessante. Appena arriviamo ai pov di Victarion e Moqorro andrà analizzata meglio anche perché Victarion dopo l'intervento di Moqorro va anche capito che cosa sia diventato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah sempre su questo ultimo capitolo, mi aveva anche colpito il fatto che Barristan abbia buttato la colpa della strage di Targaryen della ribellione interamente sui Lannister. Non perché non sia vero, ma perché alla casa degli eterni era stato introdotto il tema per cui la posizione di Jaime potesse non essere come sembrava. La sua opinione in strenua difesa di Ned va a contrapporsi a questo spiraglio che mi faceva vedere come riscatto per Jaime un suo schierarsi a favore di ciò che resta dei parenti di Rhaegar. Ma perché si verifichi deve essere accettato da questi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me i tradinenti sono collegati alle tre fasi della vita di Dany (la fase Dothraki, la fase di Meereen e quella di Westeros). Il tradimento per il sangue é Jorah, che voleva tornare dalla sua famiglia. Il tradimento era giá avvenuto all'epoca della profezia, ma Dany non ne era a conoscenza "Tre tradimenti dovrai conoscere".

Il secondo tradimento potrebbe essere il Testarasata o addirittura Daario. Il terzo potrebbe essere Aegon o anche SPOILER GOT 8:

Spoiler

Uno tra Tyrion e Jon. Tra i due trovo piú probabile Tyrion perché c'é la profezia di Quaithe "Non fidarti del leone" e perché tutto ADWD sembra ruotare intorno all'incontro tra Tyrion e Fany, quindi il rapporto per me sará determinante per il futuro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguardo al dubbio su Quaithe di @Meribald Blackwood, dopo la visione di Quaithe Daenerys stesse si chiede se stia impazzendo e sognando tutto. Io personalmente propendo a credere che sia una visione data dalle candele di vetro, quindi comunque reale. A tale scopo, qualcuno si ricorda il capitolo di ASOS in cui appare per la prima volta? Sto pensando di andare a ripescare la sua descrizione per vedere se ci sono dettagli di somiglianza con Alleras. Magari potrebbero essere lei e Marwyn, anche se io sono convinta che questi ultimi lavorino con Doran e per il suo Masterplan di portare a tutta Westeros la legge di Dorne, quella dei Rhonyar (spero di averlo scritto giusto). Ma su questo ci tornerò man mano leggendo i capitoli di Dorne e quellibdi Cersei. Convincerò anche voi :stralol:

 

Comunque concordo con @***Silk*** riguardo a Hizdar, personaggio che a me personalmente piace molto.

 

Riguardo ai tradimenti, è molto interessante la teoria delle tre fasi della vita di Daenerys! Non ci avevo mai pensato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
15 hours fa, ***Silk*** dice:

Interessante l'idea lanciata da @Meribald Blackwood sul fatto che possa trattarsi di un'allucinazione. Andrebbero ricontrollati tutti i loro incontri.

 

Grazie @***Silk***, preciso però che io la butto lì come dubbio purtroppo fondato e come un  "speriamo che non sia così", perché la mia preferenza è che nella saga eventi paranormali, dei, e creature mostruose compaiano "a manetta"... :).

 

Il 21/7/2019 at 23:06, Euron Gioiagrigia dice:

 

Eh, il discorso sarebbe lungo, e si aggancerebbe alla passione di Giorgione per un certo scrittore americano di inizio Novecento vissuto in una cittadina del Rhode Island...ma immagino non vedremo esplicitamente nessuna strana creatura, neanche SPOILER TWOW 

  Mostra contenuto nascosto

nel prossimo ed imminente assalto di Occhio di Corvo a Vecchia Città.

 

 

A tal proposito bravo Euron, sono molto d'accordo con te, anche se spero che, anche senza vedere niente, ci sia qualche indizio più sostanzioso.

 

Sono curiosissimo di vedere l'evoluzione di quanto tu metti sotto spoiler!! :dart::yeah:

 

 

14 hours fa, Lady DragonSnow dice:

Sto pensando di andare a ripescare la sua descrizione per vedere se ci sono dettagli di somiglianza con Alleras

 

Ecco, fatta la tara di dovuta razionalità con il mio dubbio di poco sopra, ho una mia teoria "di cuore" sull'identità di Qaithe:

SPOILER F&B:

Spoiler

come già detto nella discussione su F&B e vari sviluppi, io credo che Qaithe sia Elissa Farman, che dopo aver rubato le uova di drago (che sono poi quelle che Illirio ha donato a Dany) ha intrapreso il viaggio verso ovest, ha attraversato il mare del tramonto e ha raggiunto Asshai delle ombre, dove per qualche sortilegio è rimasta viva per circa 200 anni, magari solo come spirito alla Obi uan kenobi, e adesso istruisce l'ultima erede nota di casa Targaryen.

 

Edit: aggiungo il carico e dico che è anche possibile che la "divulgazione pubblica" dell'episodio di Elissa Farman in F&B sia uno dei motivi principali (oltre a svagarsi con materiale "facile" e fare soldi) dell'uscita di quel libro... :unsure:

 

Edited by Meribald Blackwood
fatta un'aggiunta

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 hours fa, Meribald Blackwood dice:

Grazie @***Silk***, preciso però che io la butto lì come dubbio purtroppo fondato e come un  "speriamo che non sia così", perché la mia preferenza è che nella saga eventi paranormali, dei, e creature mostruose compaiano "a manetta"... :).

 

Capisco le pie speranza, ma ciò non avverrà mai. E non lo dico io, ma lo ha detto Martin più volte in molte dichiarazioni. Cosa del resto coerente con la sua visione del fantasy, molto diversa da Tolkien (niente magia esplicita, solo riferimenti velati ed ambigui ad esseri strani) e della religione (Martin è ateo/agnostico, quindi mai farebbe comparire divinità nella sua opera).

Tutto il discorso che gira attorno allo scrittore americano da me citato (please, non diciamo il nome) è solo una serie di omaggi da parte di Martin per arricchire il suo world building.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 hours fa, Euron Gioiagrigia dice:

Capisco le pie speranza, ma ciò non avverrà mai. E non lo dico io, ma lo ha detto Martin più volte in molte dichiarazioni. Cosa del resto coerente con la sua visione del fantasy, molto diversa da Tolkien (niente magia esplicita, solo riferimenti velati ed ambigui ad esseri strani) e della religione (Martin è ateo/agnostico, quindi mai farebbe comparire divinità nella sua opera).

Sì, certo, non mi aspetto niente di così "esplicito".

 

Però: qualcosa di meno che velato e ambiguo per le questioni del dio abissale me lo aspetto.

Inoltre, sul fatto che Martin sia ateo, lo prendo per buono. Però sono curioso di vedere come sviluppa la sua "cosmogonia" nel mondo di ASOIAF, perché è indubbio che di cosmogonia e vari pantheon religiosi dei vari popoli ce n'è un bel po' nei libri; e secondo me Martin tratta anche di come questa sia "sovrapponibile" di volta in volta andando a grattare sotto la superficie e perché. (Esempio i 7 dei che per i dotti sono solo i 7 aspetti sotto cui si manifesta la divinità etc. etc.)

 

Domanda per i moderatori e gli esperti: possiamo cominciare a postare i capitoli della settimana del 21?

 

Edit: forse cosmogonia non è la parola che avrei voluto / dovuto usare e non c'entra niente. Filosofia va meglio? Correggetemi pure senza pietà... :unsure:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/7/2019 at 20:58, Euron Gioiagrigia dice:

 

Capisco le pie speranza, ma ciò non avverrà mai. E non lo dico io, ma lo ha detto Martin più volte in molte dichiarazioni. Cosa del resto coerente con la sua visione del fantasy, molto diversa da Tolkien (niente magia esplicita, solo riferimenti velati ed ambigui ad esseri strani) e della religione (Martin è ateo/agnostico, quindi mai farebbe comparire divinità nella sua opera).

Faccio una breve digressione, nell'eventualità se è il caso si può anche aprire una discussione.

Coerente non direi. In Asoiaf c'è parecchia magia (gente che si cambia i connotati, partorisce ombre, fa strani rituali con strani effetti, profezie e visioni, resuscitamenti e fenomeni soprannaturali come se piovesse), ci sono molti più morti resuscitati che non in ISDA (dove di fatto la cosa è un unicum e avviene con un personaggio non umano ma semidivino nella natura), e non parliamo dei riferimenti religiosi.

Anzi, personalmente trovo l'elemento magico e religioso molto più invadente in Asoiaf che non in ISDA, anche perché il contesto di partenza è più realistico. L'unico punto in cui emerge di più il fantasy in ISDA è la presenza delle diverse razze.

Se poi per magia esplicita si intendono esseri strani ni: abbiamo comunque draghi, metalupi, figli della foresta, corvi con tre occhi, ombre assassine, giganti e mammuth... per quanto mi riguarda questa credenza è appunto una credenza, una leggenda metropolitana. 

Gli elementi compaiono eccome. E ho il sospetto che se mai si andrà avanti aumenteranno, come è già accaduto finora. E ci si dovrà venire a patti nei libri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 hours fa, Meribald Blackwood dice:

Domanda per i moderatori e gli esperti: possiamo cominciare a postare i capitoli della settimana del 21?

Beh sì, siamo nella settimana di quei capitoli. Si può postare appena si è pronti. Io parto:

 

AFFC02 - The Captain of Guards 

Areoh ha l'accento di Norvos. Si può pensare che sia la guardia di Doran attraverso Mellario. Il fatto che sia ancora la sua guardia fidata ma che i due siano separati è significativo. Secondo me, Mellario è a Essos ad occuparsi del dornish masterplan. Ci sono alcune teorie che la identificano con septa lemore, ora fisicamente di septa Lemore sappiamo un gran poco, di Mellario si evince che non sia molto alta, visto che Arianne dovrebbe aver preso da lei. Al momento, non si può dire. L'ipotesi non mi ha mai scaldato più di tanto, ammetto. Anche perché il contratto di matrimonio tra Viserys e Arianne non avrebbe avuto senso, tanto meno inviare Quentyn da Dany. 

 

Tornando a Areoh, molto scarno il voto del suo ordine: serve. Obey. Protect. Altro che I gdn e - immagino - le guardie reali. 

 

Maester Caleotte viene definito bald as an egg. Dev'essere un'espressione che Martin ama molto. Fatto sta che mi fa un po' cadere la teoria per cui ci sia una ragione se questa attribuzione sia stata usata alla prima introduzione di Varys. Vedremo. 

 

La decisione di rientrare a Sunspear di Doran è significativa: implica mostrare la sua debolezza fisica ai suoi nemici o ai loro emissari; implica anche trovarsi davanti al grido di vendetta e allo scherno della popolazione. È interessante che voglia continuare a tenersi buoni i Lannister e che non sia preoccupato da Sarella. 

 

Infine sui water gardens. Se pensiamo all'origine Rhoynar dei dorniani, ha un certo peso il legame di Doran con il luogo e anche il fatto che in quell'ambiente siano ospitati i figli dei nobili. 

 

AFFC11 - The kraken's daughter

Mi ha colpito l'interesse di Rodrik Harlaw per i libri e anche la sua collezione: il libro dei libri perduti dell'arcimaestro Marwyn, un libro sulla guerra di Maegor contro il credo. Menziona la parte in cui tratta delle visioni della figlia di Aenar Targaryen. Sapendo che ci sono dei Targaryen ancora in giro e coi poteri di un tempo, potrebbe avere un peso. 

 

Lord Harlaw per il momento sembra essere uno dei pochi uomini di ferro con un minimo di senno. Oltre a leggere e ritenere che la storia si ripete, capisce che la old way era possibile prima della conquista, ma adesso è una nostalgia deleteria per i fasti che furono. Per prosperare, le isole hanno bisogno di terre e pace. 

 

L'impresa di Asha come di Aeron/Victarion capiamo che sarà un insuccesso dalle mosse attuate da Euron: sta usando i tesori reperiti in questi anni passati a oriente per comprarsi i favori dei capitani. Sappiamo inoltre che si è portato dei mostri (abitanti di altre razze) e maghi (cough... Cough...) al seguito. 

 

Piccolo inciso sulle datazioni. Secondo il libro sulla storia delle isole di ferro, gli Andali arrivarono nelle Isole di Ferro alternativamente 3000 o 1000 anni fa. Mi pareva di ricordare che altre fonti avessero spostato di mille anni indietro le rispettive ipotesi di datazione, ma non ritrovo i passi. Voi vi ricordate? 

 

AFFC18 - The iron captain

Le vicende di Euron ci dimostrano che la maledizione sui kinslayer non è proprio verissima: nonostante abbia ucciso Balon, sembra prosperare rispetto ai suoi contendenti, certo non lo ammette. Quindi si tratta più di un perdere il favore degli uomini quando questi ritengono l'atto una certezza. 

 

In questo capitolo, Victarion dimostra tutta la sua inadeguatezza come leader, per quanto sia un buon capitano. La trovata del kingsmoot fa effetto su di lui, ma non dovrebbe, deve fare effetto su chi vota, non su chi concorre. Risulta perdente nel dialogo con Asha, ancor più rispetto a Euron. Nonostante sia chiaro che lui e Asha usciranno perdenti, non riesce neanche a portarla dalla sua parte per acquisire dei voti in più, le loro visioni sono inconciliabili e quella di Asha è quella sensata, ma non è quella che i capitani vogliono sentire. 

 

Aeron non è il solo a disprezzare profondamente Euron: questi gli ha messo incinta la moglie e per questo è stato esiliato. Victarion ha quindi cercato l'anima alla moglie a forza di botte, per ridurre la storia al Silenzio. Come la nave di Euron. Certo in confronto ad aver abusato di Aeron e Urrathon si può dire che sia poca cosa. 

 

Da un certo punto di vista, Victarion mi è parso per Balon quello che Stannis è stato per Robert. Poi, certo, individualmente, la levatura e la complessità di Stannis sono ben altra cosa. 

 

La settimana scorsa avevo parlato dell'arroganza e sopravvalutazione di sé da parte di Aeron. Da questo capitolo viene ancora più fuori sia visto il risultato del kingsmoot a cui vogliono proporsi anche i discendenti della dinastia nera, sia per il risultato che gli deriva dal dibattito con Euron. 

 

Finalmente, Euron. La smiling face è lo smiling eye, mi riportano alla mente le descrizioni iniziali di Theon, in cui spesso era riportato come sorridente per poi finire come è finito. Non so se abbia un significato anche nel caso di Euron questa caratterizzazione. Dalle labbra capiamo che fa uso dell'ombra della sera, la sostanza dagli effetti non dissimili alla pasta di weirwood. Fantastiche le risposte che dà ad Aeron:

You serve one God, Damphair. But I have served ten thousand. From Ib to Asshaii, when men see my sails they pray. 

 

Perhaps it should be you who kneels to me for blessing. 

 

Ironico, irriverente, sa cosa dire e come dirlo, dopo aver visto un vasto parco di umanità e aver probabilmente compreso dall'esperienza come funziona. È geniale: prende tutti in giro risultando il più credibile alla folla che dovrà votarli. Chapeau. 

 

Ultimo inciso. Lord Harlaw non è il solo uomo di ferro sensato, anche Baelor Blacktide. Tra l'altro, interessante la quantità di nomi ispirati ai Targaryen in una terra che ricerca l'indipendenza dal momento in cui Balon è al potere. Si può pensare che Quellon avesse un indirizzo completamente diverso. 

 

Postilla organizzativa:

Le prossime due settimane sarò in pausa. Vi raggiungo successivamente. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Lyra Stark

Hai ragione solo in parte: la magia esiste senz'altro in ASOIAF (altrimenti sarebbe un romanzo storico e non un fantasy), ma è presentata in maniera molto più ambigua e "oscura", e molte volte le persone si stupiscono quando la vedono. Pensa agli Estranei, al Corvo con Tre Occhi, ai Figli della Foresta: nessuno ci crede, a cominciare dai Maestri, però esistono. Ma anche la resurrezione di Lady Stoneheart è palese: nessuno crede sia Catelyn Tully, tutti hanno una loro idea "complottista" e vaga, solo quelli della Fratellanza senza Vessilli sanno la verità. E non parliamo di tutti i discorsi attorno agli uomini pesce di cui parlava prima Meribald...

In Tolkien non è così: la magia è, per così dire, ufficiale. Nessuno ha dubbi sul fatto che Morgoth abbia tentata di distruggere il mondo a suo tempo o che lo spirito di Sauron sia ancora vivo, o sull'esistenza di determinate divinità (non ricordo il nome, sorry). Sono proprio due visioni del mondo diverse, e come ho detto c'entra anche la visione che hanno Martin e Tolkien delle religioni, oltre che la naturale evoluzione subita dal genere fantasy nel tempo.

 

6 hours fa, Lyra Stark dice:

Gli elementi compaiono eccome. E ho il sospetto che se mai si andrà avanti aumenteranno, come è già accaduto finora. E ci si dovrà venire a patti nei libri.

 

Su questo hai assolutamente ragione: TWOW e ADOS saranno il culmine di un discorso iniziato con il ritorno degli Estranei e dei Draghi (guarda caso, gli avvenimenti che incorniciano AGOT) e incentrato sul rinascere della magia. In pratica, il ritorno di fiamma di un Medioevo contro l'Illuminismo dei Maestri. Ma non credo sia una cosa negativa, altrimenti, come ho detto, ASOIAF non sarebbe un fantasy.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...