Jump to content
Sign in to follow this  
Lady Monica

Serie A - 2019/2020

Recommended Posts

Con il calcio mercato e soprattutto con i primi ritiri delle squadre, è iniziata la nuova stagione del Campionato Italiano. 

Previsioni? speranze? Chi vince? chi retrocede? Coppe? 

Insomma, sfogatevi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla carta la Juve continua ad essere ancora avanti a tutti: serviva svecchiare la difesa e sono arrivati, in una sola sessione di mercato, Romero, Demiral (sorpresa assoluta, segnatevelo) e De Ligt; in attacco abbiamo addirittura da scegliere chi fare fuori, e come scegli scegli peschi gente che sarebbe titolare nel 90% delle squadre europee; in mezzo, beh...basti pensare che, ipoteticamente, la juve potrebbe permettersi di schierare un centrocampo Ramsey - Rabiot - Emre Can, per cui avrebbe pagato 0 euro di costo di cartellino. Se non è programmazione questa, non so cosa possa esserlo.

Poi però la "carta" va portata sul campo e, da che mondo è mondo, nessuna distinta ha mai vinto le partite. Da quel punto di vista andrà valutato l'impatto del nuovo allenatore, sopratutto nella capacità di entrare in sintonia con ambiente e calciatori, perchè più il gioco è dispendioso e certosino nell'applicazione, più è probabile che i grandi calciatori siano restii a sbattersi per applicarlo come si deve. Per questo metto in conto che la Juve possa partire col freno a mano un po' tirato, e sarà eventualmente da valutare al cospetto delle rivali quanto questo ritardo potrà risultare penalizzante.

A proposito di rivali...

 

Inutile dire che l'arma in più dell'Inter sarà Antonio Conte. Il "Misdè" noi Juventini lo conosciamo bene: non ha concetti tattici rivoluzionari o particolarmente arzigogolati, ma proprio la sua semplicità può diventare un fattore vantaggioso, perchè i calciatori ci mettono poco ad imparare i meccanismi e si sentono tutti immediatamente coinvolti. Che è poi l'arma più pericolosa a disposizione di Conte: noi ci abbiamo vinto due scudetti con due gol (Borriello a Cesena, Giaccherini a Catania l'anno dopo) segnati da due carneadi senza alcun ruolo primario nella squadra; ma è questo il suo talento...chiunque, nelle sue squadre, può essere l'uomo della provvidenza, quello che fa la stagione da fenomeno o che tira fuori la prestazione che ti fa vincere lo scontro diretto della situazione. Ogni fondo di ogni barile è raschiato, ogni limone è spremuto...per questo dopo 2-3 anni deve andare via.

Discorso a parte per il mercato, su cui dico solo una cosa: Lukaku, per cui tutti si stracciano le vesti, vale forse un quarto del partente Icardi. Ma ad essere generosi.

 

Il Napoli è l'altra antagonista della Juve, forse la più pericolosa. Ancelotti è arrivato, si è sistemato, ha visto dove andava migliorata la squadra, e adesso sta agendo per costruire una rosa di livello, potendo contare tra l'altro (unica squadra tra le top 6, oltre all'Atalanta) sul fatto di non aver cambiato la guida tecnica durante l'estate. Hanno rafforzato tantissimo la difesa col colpo Manolas (ma occhio a dare per scontata l'intesa con KK), e con James potrebbero finalmente avere il calciatore di spessore internazionale che è mancato in questi anni.

 

Dietro queste 3, destinate quasi certamente a giocarsi lo scudo, vedo un Milan che finalmente è riuscito a ficcarsi in testa l'idea di dover ripartire per gradi, scalando una posizione alla volta e comprando calciatori funzionali ad un idea di gioco e ad un progetto tecnico, invece che nomi roboanti presi giusto per dare l'idea di "noi siamo il Milan". Si giocheranno il quarto posto con una Roma che mai come a sto giro vivrà il suo Anno 0, de-romanizzata e ridimensionata e la Lazio, di cui si parla sempre poco, per poi stupirsi quando a marzo ce la si ritrova ormai stabilmente tra il terzo e il quinto posto.

 

Menzione a parte per l'Atalanta, che rappresenta un caso più unico che raro di squadra che inizia la sua stagione avendo già vinto. A Bergamo si godranno un viaggio meraviglioso fino a dicembre (poi chissà), e sarà un premio fantastico alla società italiana che negli ultimi anni, Juve ha parte, ha lavorato meglio e con maggior criterio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su lukaku e icardi concordo . Dovendo rifare l'attacco e senza un grande centrocampista internazionale firmerei per  l'Inter seconda a 8 punti dalla Juve. Se l'atalanta uscisse dalle coppe entro febbraio potrebbe pure riconfermare la posizione finale. Il Torino farà il salto di qualità? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 15/7/2019 at 15:28, joramun dice:

Discorso a parte per il mercato, su cui dico solo una cosa: Lukaku, per cui tutti si stracciano le vesti, vale forse un quarto del partente Icardi. Ma ad essere generosi.

 

Però Icardi rompe le scatole.

 

Il 15/7/2019 at 15:28, joramun dice:

 Si giocheranno il quarto posto con una Roma che mai come a sto giro vivrà il suo Anno 0, de-romanizzata e ridimensionata 

 

Il fatto che sia deromanizzata è un bene, non ho mai sopportato De Rossi e il modo con cui pugnalava Zeman alle spalle.

 

Il 15/7/2019 at 15:28, joramun dice:

Dietro queste 3, destinate quasi certamente a giocarsi lo scudo, vedo un Milan che finalmente è riuscito a ficcarsi in testa l'idea di dover ripartire per gradi, scalando una posizione alla volta e comprando calciatori funzionali ad un idea di gioco e ad un progetto tecnico, invece che nomi roboanti presi giusto per dare l'idea di "noi siamo il Milan".

 

L'allenatore è pessimo. Prevedo che il Milan arriverà sesto o settimo.

 

Il 15/7/2019 at 15:28, joramun dice:

Menzione a parte per l'Atalanta, che rappresenta un caso più unico che raro di squadra che inizia la sua stagione avendo già vinto. A Bergamo si godranno un viaggio meraviglioso fino a dicembre (poi chissà), e sarà un premio fantastico alla società italiana che negli ultimi anni, Juve ha parte, ha lavorato meglio e con maggior criterio.

 

Sarà un miracolo se non venderà i suoi prezzi pregiati questa estate, e in Champions verrà stritolata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Preso dal mio cinismo, non ho fatto le mie previsioni:

 

- Scudetto: lo vince la Juve, ovvio, ma il margine con la seconda si assottiglierà;
- Secondo posto: Inter. Conte riuscirà a raddrizzare l'ambiente e a rendere un pò meno "pazza" ma più efficiente la sua squadra. Non vincerà lo scudetto, ma secondo me la Champions è assicurata;

- Terzo posto: Napoli, ovviamente. Però temo che alla fine Ancelotti se ne andrà, perché non può perdere tempo in squadre in cui non si vince nulla;

- Quarto posto: bella domanda. Un amico mi ha suggerito come sorpresa la Sampdoria, per il fatto che è ha come allenatore Di Francesco e perché si è tolta quel "bidone" di Giampaolo (opinione che condivido). Devo vedere a quanto la quotano, potrei farci un pensierino...Per il resto, direi un mischione tra Atalanta, Milan, Roma, Lazio e appunto Samp;

- Europa League: vedi mischione sopra.

- Retrocessione: SPAL, Brescia, Verona.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 hours fa, Euron Gioiagrigia dice:

L'allenatore è pessimo

Oddio perché? :shock:

 

alla Samp ed Empoli ha fatto bene giocando un buon calcio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse il mio giudizio è stato troppo tranchant, ma oggettivamente Giampaolo non mi ha mai entusiasmato. Va benissimo per squadre come quelle da te citate, ma il Milan, anche se in declino e in ristrutturazione, è comunque un ambiente troppo pesante per lui. Se conquisterà il quarto posto tutto bene, altrimenti verrà buttato via e ripartirà il nuovo "anno zero".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono 5 o 6 anni che il Milan parte da un nuovo "anno 0", ed ogni volta succede perchè l'anno prima si è fatto il passo più lungo della gamba, si sono voluti prendere i giocatori col nome "perchè comunque siamo il Milan", si è puntato sulle bandiere con un esperienza in panchina prossima allo zero, e con ancora meno idee di gioco, si facevano campagne acquisti fantasiose e si arrivava a prendere in giro i tifosi promettendo champions facili o addirittura lotta per lo scudetto.

 

Adesso invece hanno capito che bisogna abbracciare in toto il ridimensionamento, e ricostruire andando per gradi. Oggi sei fuori dalla coppa UEFA? Bene, l'obiettivo per la prossima stagione è quello di ritornarci, possibilmente coi conti a posto. Poi si lavorerà per puntare ad un posto in Champions sudato; poi per un ritorno stabile nelle prime 4.

Per un percorso del genere, Giampaolo, allenatore con una marcata identità di gioco, è l'ideale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già l obbiettivo del Milan di quest'anno è di tornare in UCL.

Giampaolo è il primo allenatore vero (escluso Miha) dai tempi di Allegri. Giustamente, con ritardo, si è deciso di andare per gradi. Ci vorrà tempo e sarà dura ma sono certo che raccoglieremo i frutti più avanti 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma sì, sono d'accordo che il Milan deve ricominciare dal basso e con una società seria, senza spendere patrimoni per casi umani. Ho detto solo che secondo me Giampaolo non è adatto, avrei visto molto meglio Di Francesco.

Comunque magari il Milan ci stupirà tutti e vincerà lo scudetto :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente xD 

 

Di fra è un buon allenatore ma non è uscito bene dalla Roma inoltre Giampaolo lo pagano 1 milioncino o poco più 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai faccio anche io un pronostico di classifica:

 

1) Juventus: per me replicherà quanto fatto l'anno scorso: resterà prima in solitaria dalla terza-quarta giornata. Io sinceramente sono scioccata dalla rapacità della società in quanto a calciomercato. Apparentemente sono riusicti a migliorare una squadra già quasi perfetta (anzi, in Italia diciamo proprio "perfetta"). Certo resta da vedere come si inserianno i vari De Ligt, Ramsey, Rabiot. Ma non scherziamo, sono grandi giocatori che arrivano in una delle squadre più forti, dubito che saranno dei bidoni. L'unico che magari, forse, remotamente, potrebbe rischiare di bruciarsi è proprio De Ligt, per il semplice fatto che in difesa si contenderà il posto con dei mostri sacri. (Detto questo non so neanche con che modulo Sarri intende impostare la squadra sul lungo periodo)

 

2) Inter (perchè se non la metto seconda non sono contenta XD): non tanto per il mercato che ha fatto ma per l'arrivo di Conte. Sono sicura che ci metterà tanto del suo e la squadra non potrà che beneficiarne, soprattutto nella mentalità. Conte non solo è abituato a vincere, è anche un allenatore con un'idea precisa di calcio e tiene molto alla costanza, l'ordine e il rigore della squadra, sicuramente tutti attributi che adesso mancano all'Inter.

 

3) Napoli: mi dispiace, ma se uno non fa mercato non mi aspetto possa migliorare il risultato dell'anno precedente. Ho sperato fino all'ultimo che prendessero James (l'arrivo di un top player sarebbe una botta incredibile per l'umore e la propositività di tutti, penso), ma apparentemente non s'ha da far. Manolas da solo di certo non servirà a cambiare la squadra e gli altri acquisti neanche li nomino, senza offesa. Certo Carletto è Carletto e la squadra di qualità ne ha tanta, però diciamo che mi ha spaventato la facilità con cui ieri sera hanno preso 3 goal dalla Viola. Lo vedo al terzo posto, ma diciamo che si gioca il secondo con l'inter.

 

4) Boh. Di una sola cosa sono sicura: non sarà l'Atalanta. Per me l'impegno in Champions farà risentire molto le prestazioni in campionato anche se, a differenza di tutti gli altri qui probabilmente, non credo che in Europa farà una figura tanto peggiore di quelle che avrebbero potuto fare altre squadre che hanno lottato per la Champions tipo Milan o Lazio. Perciò la scelta più papabile rimane la solita Roma, oppure una tra Lazio e - sì, voglio dare tanta tanta fiducia alla nuova proprietà e a Ribery - la Fiorentina.

 

5)  Lazio (- Fiorentina - Milan)

 

6) Fiorentina (-Milan)

 

7) Milan: sinceramente, non penso si sia rafforzato abbastanza e Giampaolo, pur avendo fatto molto bene alla Samp, non mi sembra un allenatore all'altezza per rendere di nuovo grande una società come il Milan (non che le ultime esperienze, tra Montella e Gattuso, siano state degne di questo ruolo). Temo che faranno un campionato mediocre, ma spero di sbagliarmi.

 

8) Sampdoria-Torino-Cagliari-Atalanta

La Samp ha preso un allenatore che con una squadra circa di quella forza aveva fatto davvero un miracolo (Sassuolo 2015-16). Il Torino cercherà di ripetere quanto di buono fatto l'anno scorso ma se uno non fa mercato (per davvero stavolta, non come il Napoli che ha solo comprato poco) o ha la squadra più forte del mondo o non va da nessuna parte. Il Cagliari ha piazzato dei colpi pazzeschi e sono criosa di vederlo all'opera. L'Atalanta è sempre forte ma come ho già detto per me patirà molto il doppio impegno, oltre al fatto che la Champions è anche mentalmente particolarmente impegnativa.

 

Vedremo :yeah:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siamo ancora alla prima giornata, quindi non possiamo trarre conclusioni. Dico solo che rosico che la Roma si è fatta rimontare tre volte dal portentoso Genoa. Almeno Dzeko pare in forma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...