Jump to content
Sign in to follow this  
Euron Gioiagrigia

L'economia ai tempi del Coronavirus

Recommended Posts

Il ‎23‎/‎04‎/‎2020 at 09:49, Euron Gioiagrigia dice:

In particolare, comincio condividendo l'articolo sul BTP irrimediabile che avevo già proposto nell'altra discussione.

Ho letto l’articolo, noto che propongono un tasso di interesse del 2,5-3%. come saprete la spesa per interessi è cica del 3,5% del PIL, il rendimento medio dei titoli di stato è sul 2,5% con una durata media di 6 anni, infatti ci vuole tempo per vedere gli effetti dell’aumento o della riduzione dello Spread. Come è spesso ricordato L’Italia ha un avanzo primario che negli ultimi anni varia dal 1,5 al 2% del Pil. Purtroppo la spesa per interessi, che come abbiamo detto supera il 3%,ci porta in deficit, quest’Ultimo negli anni è del 1,6-2,5%. Ora non mi pare che un titolo, che appunto paga il 2,5-3%, possa ridurre la spesa per interessi più di tanto e arrivare ad un attivo di bilancio che riduca il debito pubblico.

Come saprete una parte consistente della riduzione della spesa per interessi è dovuta agli acquisti della BCE, Recentemente la BCE ha smesso di comparare titoli in proporzione al PIL e ha già affermato che acquisterà anche titoli di stato speculativi, come quelli Graci, cosa che sta già avvenendo. Sembra prefigurarsi per L’Europa un scenario economico simile a quello del Giappone (ma anche la Svizzera è in una situazione simile) cosa predetta da diversi analisti economici e finanziari anche prima del COVID-19. Non una fine orribile dunque, ma un orrore senza fine. Aggiungiamo che molti Americani hanno perso il lavoro e avranno difficoltà a ripagare mutui e debiti delle carte, al Covid 19 potrebbe seguire una seconda crisi finanziaria. Forse diversi paesi in Europa dovranno salvare di nuovo le banche. solo Deutsche Bank ha perso 2/3 del proprio valor in borsa negli ultimi anni, da chi e come prenderanno questi soldi?

Ora mi permetto di fare una provocazione. Se la Shock economy esiste davvero e dietro l’angolo di ogni aiuto europeo c’è il MES e la Troika, quindi tasse e tagli. Buttiamo il cuore oltre l’ostacolo come la donna cannone e diventiamo la Troika di noi stessi. Facciamo una sottoscrizione forzosa per una cifra importante della liquidità ferma nei nostri conti correnti, 375 miliardi (¼ del totale). In un titolo indicizzato all’inflazione o al’Euribor con una scadenza da ergastolo, un Btp Italia Ot99 Eur per dire. Un titolo del genere sul mercato sprofonderebbe, anche in condizioni di mercato pessimo come quello dei prossimi anni. Sarebbe quasi una patrimoniale mascherata. Ma sono 20 punti di pil, sarebbe una buona base per tenere in piedi la baracca.   Si prevede una perdita del pil di 8 punti, 170 miliardi andranno a sostenerlo. Come spiegato molte volte da diversi economisti, La crisi della produttività italiana è in una certa misura dovuta agli scarsi investimenti. misure come l’iperammortamento e le detrazioni fiscali sul modello del 65% si sono fate apprezzare negli anni in quanto si ripagano in parte da sole con l’emersione del nero. Grazie alla fattura elettronica si dovrebbero evitare le truffe legate alle fatture false permettendo una procedura burocratica minima. Si dovrebbe permettere ai privati di scaricare L’IVA degli acquisti superiori ai 50€, anche questa misura si finanzierà in parte da sola con l’emersione del nero, anche se non è facile sapere quanto. Tuttavia con quasi 9 punti di pil in campo siamo un minimo coperti. Si potrebbe provare ad aiutare le fusioni delle imprese in modo da averle più grandi e forti, magari con sgravi sull’IRAP, una delle tasse più controverse. Anche gli investimenti pubblici sarebbero fondamentali. Ma con l’attuale regolamentazione degli appalti i soldi potrebbero restare bloccati e il cosiddetto “modello Ponte Morandi” si porta dietro rischi non indifferenti. Non è facile sapere cosa è meglio fare, defiscalizzazioni e incentivi funzionano bene in periodi normali ma durante le crisi a volte porti l’acqua al cavallo, ma il cavallo non beve… Senza contare che avremo oltre 6 milioni di poveri, si dovrà dare una mano anche per loro.

Con i restanti 205 Miliardi si riacquistano titoli di stato in modo da ridurre il costo del debito. purtroppo è meno del 40% della cifra che normalmente ci serve ogni anno per rifinanziare i titoli in scadenza. Non è detto che basti, ma se davvero andiamo verso una Giapponizzazione dell’economia europea durante e in parte dopo la crisi. Forse riusciamo a portare la spesa per interessi sotto il punto percentuale sviluppando finalmente un avanzo di bilancio. Ovviamente qualche riforma per la crescita poco popolare si dovrà fare, Trasferire la tassazione dal lavoro alle reddite e alla casa temo sia indispensabile, l’OCSE ce lo consiglia da sempre.  Per quanto riguarda l’impopolarità di alcune manovre e la popolarità di altre penso che potrebbe esserci un cambiamento.  L’elettore è ora diventato anche creditore, starà sul fiato sul collo della politica, e avrà una tolleranza per sprechi corruzione e malversazioni molto bassa: Se l’unico modo per sbloccare i soldi del Btp Italia Ot99 è che il rapporto Debito-Pil cali permettendone il riacquisto, sarà difficile che premi chi promette quota cento o altre spese insostenibili a debito, perché ci rimette il giorno dopo. Le elezioni diventeranno un evento di stabilità e non di instabilità.

Se riusciamo a preservare una base economica sufficiente e sviluppare un minimo di crescita economica superiore a quella del debito, anche di poco, si svilupperà quasi certamente una spirare positiva per quanto lenta. Con un pareggio sempre più facile da mantenere. In fondo sono vent’anni che facciamo avanzo primario. Col tempo il nostro odiato BTP forzoso potrebbe anche guadagnare valore diventando vendibile, permettendo così ai cittadini di rientrare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
46 minutes fa, joramun dice:

Non hanno cambiato idea affatto. Semplicemente l'articolo originale di Wolf non dice affatto quanto sostenuto da "Italiaoggi".

Ecco, mi sembra più in linea con il solito FT

 

36 minutes fa, Quattro_Calzini dice:

Ora mi permetto di fare una provocazione. Se la Shock economy esiste davvero e dietro l’angolo di ogni aiuto europeo c’è il MES e la Troika, quindi tasse e tagli. Buttiamo il cuore oltre l’ostacolo come la donna cannone e diventiamo la Troika di noi stessi.

 

Ma buttiamo oltre l'ostacolo anche i polmoni e rivediamo, per ripartire,  l'idea di una patrimoniale? Piccola, sui conti veramente alti, solo sugli stipendi fissi ... chiaro che la aprola suoni male a tutti i risparmiatori (me compresa) ma in questo caso eccezionale non mi suona affatto ingiusto. 

Tanto l'impressione è che anche usando tutti gli strumenti 'a debito'  possibili e (se per qualche miracolo ci si accorda, ma come dice più su qualcuno NON siamo ad un rapporto così stretto tra paesi europei per andare oltre cosette come il Mes) quelli senza debito a fine anno, non basterà :(

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che sia una patrimoniale seria e coraggiosa però...non quella roba ridicola dei 100 euro una tantum sui redditi oltre gli 80.000 euro che qualcuno aveva proposto qualche settimana fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh si...soprattutto andare pesantemente sui redditi esteri.

Non apriamo il baratro dei prelievi forzosi su conti e libretti (e conti nei paradisi..)? Oppure si? :D

Insomma, visto che vogliamo tanto 'fare da soli' e non accettare i prestiti altrui  con stringhe, facciamo da soli fino in fondo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io una patrimoniale non la farei. Scoraggerebbe i futuri investimenti e rafforzerebbe l'idea che l'Italia è uno stato ipertassatore. Meglio il BTP a lunghissima scadenza a questo punto, almeno il sottoscrittore può lasciarlo in mano ai suoi eredi (e agli eredi degli eredi).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io una patrimoniale non la farei. Scoraggerebbe i futuri investimenti e rafforzerebbe l'idea che l'Italia è uno stato ipertassatore. Meglio il BTP a lunghissima scadenza a questo punto, almeno il sottoscrittore può lasciarlo in mano ai suoi eredi (e agli eredi degli eredi).
Ma negli stati nordeuropei ci sono patrimoniali e tassazioni sui redditi molto alte, e non mi pare che questo scoraggi gli investitori stranieri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perché almeno lì la burocrazia e il sistema legale funzionano bene. Paragonare l'Italia alla Scandinavia è come paragonare una Fiat Multipla a metano ad una Ferrari.

 

(Curiosamente, questo è lo stesso paragone che usai a suo tempo per paragonare AFFC e ADWD ai primi tre libri di ASOIAF :D)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Perché almeno lì la burocrazia e il sistema legale funzionano bene. Paragonare l'Italia alla Scandinavia è come paragonare una Fiat Multipla a metano ad una Ferrari.
 
(Curiosamente, questo è lo stesso paragone che usai a suo tempo per paragonare AFFC e ADWD ai primi tre libri di ASOIAF )
E quindi il problema non è che la tassazione progressiva o la patrimoniale siano sbagliate in sé, ma il fatto che sarebbero difficilmente applicabili in Italia.
Ma allora il problema è rimuovere quegli ostacoli che le rendono inapplicabili, non rigettarle a priori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oppure, in attesa che l'Italia diventi uguale alla Svezia (e lo dico senza ironia), si potrebbero applicare metodi meno coercitivi sull'economia, soprattutto in questi tempi difficili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lotta all'evasione fiscale, vera piaga del paese, snellimento della profilassi burocratica e riforme strutturali in ogni ambito della PA, che poi è quello che ci chiede l'UE da anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Euron Gioiagrigia dice:

Oppure, in attesa che l'Italia diventi uguale alla Svezia (e lo dico senza ironia), si potrebbero applicare metodi meno coercitivi sull'economia, soprattutto in questi tempi difficili.

non prenderei proprio la Svezia come termine di paragone in una questione correlata al Covid ... -_-

La loro scommessa per un non-lockdown e i 'consigli' di distanziamento - tanto puntavano sulla 'disciplina nordica innata' ha pagato come si vede. Poco.  Mentre da noi e in Spagna, gli 'indisciplinati' per eccellenza, le misure dittatoriali sono state rimpiante giusto da una minoranza e tutto sommato con poche infrazioni (in percentuale).

 

Sembra che in casi estremi e con misure implementate non dico benissimo ma già in modo appena appena decente a qualche risultato si arrivi, magari vale anche per le misure economiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io mi riferivo all'efficienza della macchina statale, non a come stanno affrontando l'emergenza sanitaria. Era un riferimento al post di joramun sull'efficienza dei paesi del Nord.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ho letto...e appunto secondo me in circostanze speciali una macchina che a regime funziona perfettamente può incepparsi, non ultimo per un problema di compiacenza e di aspettativa che non si fermi (la gestione di un'emergenza del genere può solo essere pensata a livello statale in tutte le sue declinazioni), mentre un catorcio come obbiettivamente è la nostra potrebbe, chissà, sopportare un revamp improvviso meglio di quanto pensiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per fare un paragone filmico, è noto che il Millennium Falcon fosse un rottame, ma era inaffondabile :D(e così la nostra macchina statale)

Share this post


Link to post
Share on other sites

:stralol: stavo pensando più a quel programm assurdo di MTV in cui prendevano catorci che qui sarebbero auto storiche e ci aggiungevano i sedili in seta e le protezioni anti-orso, ma il paragone con il MF è più ottimista :stralol:

 

Piuttosto, una domanda per gli esperti di economia seri, chè mi pare averne visti emergere in questo topic: l'altro paese che sta stampando moneta, ma senza avere tonnellate d'oro o vere risorse da convertire (per quel che ne so io), è il Regno Unito, vero? Scelta immagino obbligata visto che loro il Mes non possono più chiederlo, ma a parte questo come gli andrà secondo voi?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...