Jump to content
Sign in to follow this  
Zio Frank

Ned è innocente, non fesso

Recommended Posts

Probabilmente dopo essersi fermato a guardare Robertino. :blink:Il titolo comunque viene restituito agli Arryn proprio da Tywin.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A guerra finita, ma contestualizzando a quel momento sembra proprio una mossa per diventare l'esercito potenzialmente più grosso e invincibile in previsione di qualcosa che sarebbe avvenuta alla morte di Robert anche senza il segreto di Cersei e Jaime, cosa che infatti avviene, infatti Renly si ribella senza quella informazione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando Robert concede il titolo a Jaime i Lord della Valle protestano vivamente e Jaime era un Cavaliere della Guardia Reale, non un uomo dei Lannister, infatti quando si unisce alle truppe di suo padre tecnicamente si macchia di tradimento infrangendo (per la seconda e meno grave volta, vabbè) il suo voto. Jaime resta Protettore durante la prima fase della Guerra dei Cinque Re, ma la Valle se ne resta bellamente neutrale, quindi il conferimento alla fine non valeva la carta su cui era stato scritto. Tywin era determinato ad accrescere il potere della sua famiglia, non a fare un colpo di stato, cosa che gli avrebbe procurato più problemi che altro, oltretutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma neanche Tywin poteva immaginare che Ditocorto portasse il nord nell' equazione,  quindi ragionare su ciò che avviene dopo al variare dell' equazione  .....

Considera che Robert faccia Jaime protettore dell' est e o lui o Tywin stesso primo cavaliere ,senza cercare Ned, senza che Ned sia convinto da Cat che legge la lettera di Lysa mandata su suggerimento di Ditocorto .

Sarebbe Lannister con eserciti della Valle contro il sud ,Quindi la Valle non ha parentele o simpatie varie. 

Nord neutrale e se uno fra joffrey e gli altri avesse avuto i capelli neri Stannis dalla parte dei Lannister. 

Quindi Ditocorto e probabilmente non solo lui ,Non lavorano contro una casata ma contro la stabilità,  che un regno Lannister avrebbe dato .

Ned era spacciato perché stava cercando il nemico sbagliato ,era una vittima in un gioco più grande ,anche Tywin o Stannis lo sono .

Pensate davvero che con Ned, Stannis, Tywin uniti qualcuno si azzarderebbe a passare il mare stretto? Ma manco coi draghi. 

Persino gli estranei stanno aspettando che muoiono tutte le persone competenti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 hours fa, Menevyn dice:

Non mi sembra... Tywin stava facendo quello che ha fatto per tutta una vita, e in misure diverse ciò che faceva più o meno ogni casata d'Occidente: accrescere il proprio potere e la propria influenza. Contendersi Robertino Arryn rientrava in questo disegno. Senza contare che Robert da beone che era si era circondato di Lannister e loro partigiani fin dall'inizio del suo regno, dando loro ulteriore potere. E Tywin era "i Lannister". Cersei stava accelerando la propria vedovanza perchè ormai in troppi avevano dei sospetti suoi suoi figli, e Ned il Genio dopo averle detto di sapere la verità le diede addirittura del tempo per mettersi in salvo, tempo che lei impiega in ben altro modo, come sappiamo.

 

A ben vedere Tywin non aveva mai preso o pensato di prendere un protetto prima di allora, e l'idea, se non ricordo male, parte da Cersei che convince re Robert in tal senso.

 

Forse non è esatto parlare di "colpo di stato", ma di una strategia atta a prevenire un'imminente guerra che potesse togliere ai Lannister il predominio nel reame, o quantomeno atta ad assicurare la vittoria degli stessi Lannister.

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Jacaerys Velaryon dice:

se non ricordo male, parte da Cersei che convince re Robert in tal senso.

 

Uhm, questo non me lo ricordo, so che Ned sospetta che Tywin voglia usare Robert come potenziale ostaggio, ma non so fino a che punto Tywin vedesse una guerra all'orizzonte; questa guerra la vedeva Robert, conscio di non essere un Re amato, di non avere un regno stabile e con due Targ dall'altra parte del Mare Stretto a tramare di riconquistare il Trono, Varys e Ditocorto perchè sono loro due dei principali burattinai e Cersei che stava pianificando di uccidere il marito e che sapeva dei sospetti di Stannis.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/5/2020 at 10:40, Euron Gioiagrigia dice:

È in un certo senso prigioniero del suo onore, ma non è ingenuo come pensavo all'inizio. Alla fine al primo incontro con Ditocorto fiuta di non doversi fidare di lui, per esempio.

 

Sull'onore sono d'accordo ma è anche bravo a dare l'idea che ciò che gli conviene rientri nell'insieme dell'onore.

Alla fine cos'è l'onore? In senso lato la reputazione, in senso più specifico è il valore morale che causa la stima da parte degli altri. Ora, a prescindere da come lo si intenda, è strettamente dipendente dal modo con cui le azioni che ti fanno la reputazione o ti fanno ritenere degno di stima agli occhi degli altri sono "vendute". Inoltre, nel caso del personaggio, vi è anche un doppio piano morale: uno legato al contesto dell'opera e quindi agli usi e costumi del mondo medievale creato da Martin e uno esterno legato agli usi e costumi di chi legge l'opera.

 

Ned ci fa credere di essere onorevole perché fa ciò che ci si aspetta da lui in molte situazioni: rispetta il patto coi Tully rendendo Cat comunque la Lady di Winterfell, nonostante fosse promessa al fratello, scende in guerra nella Ribellione solo per questione di sopravvivenza, partecipa alla guerra contro Balon, accetta la nomina a mano del suo re.

In più si rende amabile al lettore perché tutte le volte in cui non si comporta come l'onore del suo contesto sociale vorrebbe, lo fa in maniera positiva ai nostri occhi moderni: protegge Jon dalla morte, protegge i bastardi di Cersei dalla morte, rispetta le volontà raccolte sul letto di morte dalla sorella.

 

Eppure, se pensiamo al discorso sull'onore e sull'amore che Maester Aemon fa a Jon, ci rendiamo conto che ogni volta che Ned ha dovuto scegliere tra il suo sangue e il suo onore ha scelto il suo sangue: quando sceglie Lyanna mettendo a rischio il trono che ha appena contribuito a conquistare e quando sceglie tornare a sud mosso dalla volontà di vendicare - che nel suo contesto coincide col fare giustizia - la morte di Jon Arryn, colui che per lui è stato un padre.

 

E lì sta anche la sua ipocrisia: Ned che scegliendo il suo sangue mette in pericolo il proprio re, giudica Jaime dall'alto in basso nel momento in cui da cappa bianca uccide il suo re. Noi sappiamo che Jaime compie il suo finest act per impedire che il re bruci la capitale e tutta la popolazione, il che ce lo rende simpatico, eppure a Ned, dato il suo metro di comportamento, per non condannarlo, dovrebbe bastare il fatto che lo abbia ucciso per difendere la vita del proprio padre. 

Invece lo condanna. 

 

E Martin è molto bravo a illuderci che Ned sia un buonone quando in realtà è anch'egli molto umano e altrettanto grigio quanto gli altri personaggi.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di certo comunque è artefice di molte meno schifezze, anzi nessuna, rispetto ad altri. Per questo alcuni lo potranno definire fesso perché non sa giocare al gioco del trono, ma personalmente non trovo alcun merito nel volerci prendere parte (difatti Ned non è interessato), per me rimane "pulito" e una brava persona.

E comunque credo sia sbagliato ritenerlo solo quello "onorevole" molte azioni le compie invece mosso dal cuore (verso la sorella, verso l'amico Robert, verso Cat, verso i figli, persino verso Theon) quindi anche lui è Stark sotto il punto di vista del lasciarsi guidare dalle emozioni.

Io lo chiamerei il lupo civile rispetto ai suoi predecessori. 

Non dimentichiamo inoltre che esistono 2 tipi di Stark: quelli indomiti e selvaggi come lupi tipo Arya e quelli distaccati e glaciali. Ned da chi non lo conosce è sempre descritto in questo modo.

Comunque le sue contraddizioni sono la cosa più bella e caratteristica del personaggio, soprattutto leggere come lui non ha mai desiderato il ruolo che ha e lo ha sempre "subito", cosa che lo rende molto simile a Robb nella sensazione di inadeguatezza e stanchezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo quando sei a corte anche se te ne dissoci vi devi prendere parte, se non altro per sicurezza personale.

Ma infatti ho sottolineato che l'onorevolezza è quasi più una questione di facciata che altro, riconducibile alla faccia da "Lord Stark" per intenderci. In verità, è molto più sensibile alle questioni di sangue, o di cuore, come le chiami tu.

Ed è questo che lo rende anche ipocrita e autoreferenziale nella sua presunta superiorità morale, perché giudica duramente chi ha compiuto azioni mosso dalle stesse ragioni.

Non è l'unico a difendere la sorella, la famiglia, l'amata, eppure è l'unico secondo il suo metro di giudizio a farlo giustamente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute fa, ***Silk*** dice:

Ed è questo che lo rende anche ipocrita e autoreferenziale nella sua presunta superiorità morale, perché giudica duramente chi ha compiuto azioni mosso dalle stesse ragioni.

 

Prima se non sbaglio hai fatto l'esempio di Jaime Lannister. Credo sia uno dei grandi equivoci dei POV: dal punto di vista di Ned, vedere lo sprezzante Jaime seduto sul trono dopo aver assassinato il legittimo re dev'essere stato come fumo negli occhi. Che ne sa Ned di tutti i travagli interiori di Jaime?

Per il resto, continuo a considerare Ned un personaggio più complesso di quanto appaia.

 

PS: la contrapposizione tra il POV di Ned e il POV di Jaime riguardo la famosa scena del trono è una delle cose più belle di ASOIAF.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se Jaime avesse cercato di spiegare perché aveva agito in quel modo, invece di fare lo sprezzante e l'incompreso, sarebbe stato meglio.

 

Ci sta che Ned in quella situazione abbia pensato a male, fermo restando che è vero che nei momenti decisivi della sua vita ha anteposto il sangue e la famiglia all'onore e al dovere. Tra l'altro, in un certo senso lo ha fatto persino Stannis quando ha scelto di combattere dalla parte di Robert.

Share this post


Link to post
Share on other sites
49 minutes fa, Jacaerys Velaryon dice:

Se Jaime avesse cercato di spiegare perché aveva agito in quel modo, invece di fare lo sprezzante e l'incompreso, sarebbe stato meglio.

 

Certo, ma staremmo parlando di un Jaime diverso da quello di ASOIAF.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io a Jaime domanderei perché vive da 15 anni su una bomba atomica, Ma vabbè sorvoliamo sul buco di trama  (l'unico) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour fa, Euron Gioiagrigia dice:

 

Prima se non sbaglio hai fatto l'esempio di Jaime Lannister. Credo sia uno dei grandi equivoci dei POV: dal punto di vista di Ned, vedere lo sprezzante Jaime seduto sul trono dopo aver assassinato il legittimo re dev'essere stato come fumo negli occhi. Che ne sa Ned di tutti i travagli interiori di Jaime?

Per il resto, continuo a considerare Ned un personaggio più complesso di quanto appaia.

 

PS: la contrapposizione tra il POV di Ned e il POV di Jaime riguardo la famosa scena del trono è una delle cose più belle di ASOIAF.

Poesia, sì!

 

Ma per come abbiamo conosciuto Ned che quando c'è in ballo onore e famiglia, non ha neanche bisogno di conoscere i travagli interiori di Jamie: in città c'era il padre, fa 2+2 da solo e capisce che uccidendo il re ha impedito la morte del padre. Fine.

Per come ragiona lui non ha bisogno di sapere i motivi più alti per cui Jaime ha anche fatto ciò che ha fatto. 

Però a Ned stanno sulle balle i Lannister perché sono stati alleati della Corona e Tywin ne è stato la mano e si sono uniti alla Ribellione solo all'ultimo momento, quindi con un bel po' di pregiudizio tende a mal vedere tutte le azioni Lannister. 

 

Poi è chiaro che Tywin si sia unito all'ultimo solo perché puntava a mettere Rhaegar sul trono, ma una volta morto al Tridente per non avere Aerys gli restava poco altro da fare che unirsi alla Ribellione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...