Jump to content

Vaccini Covid19


Recommended Posts

  • Replies 569
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Saranno "202 milioni di dosi di vaccino" anti-Covid quelle disponibili dal primo trimestre 2021. In particolare il vaccino Pfizer arriverà tra il 23 e il 26 gennaio. E già dal 29 si potrebbe partire con le prime somministrazioni. Le dosi "andranno ai 300 punti individuati, che sono direttamente gli ospedali". E ogni dose, in base alle conoscenze attuali, "ha bisogno di richiamo e non sappiamo di quanto ci sia immunità".

Il piano vaccini dell'Italia è pronto e a illustrarlo ci ha pensato oggi il ministro della Salute, Roberto Speranza, illustrandolo ai capigruppo della maggioranza nella riunione a Palazzo Chigi, alla presenza anche del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Definita la road map: l'autorizzazione al vaccino di Pfizer potrebbe arrivare il 29 dicembre. E, a seguire, anche quella per le altre due case farmaceutiche da cui acquisterà fiale l'Italia. Si dovrebbe quindi partire il 29 gennaio con la campagna per la vaccinazione elaborata dal ministero della Salute e con le prime punture, a partire da medici e infermieri. Poi toccherà agli ospiti e agli operatori delle Rsa, duramente colpiti sia dalla prima che dalla seconda ondata di Covid-19. Dopo gli 80enne via a scendere per età anagrafica arrivando alla fascia di popolazione che ha tra i 60 e i 70 anni. Il passo successivo sarà la vaccinazione dei lavoratori cosiddetti essenziali, compresi quelli della scuola: insegnanti, presidi, amministrativi, personale ausiliario. 

 

Al momento, secondo quanto si apprende sempre dalla riunione, l'orientamento del governo è quello di non imporre alcun obbligo di vaccinazione, procedendo invece su base volontaria. Il piano di vaccinazione sarà trimestrale, strutturato di tre mesi in tre mesi, per seguire l'evoluzione della pandemia e quella delle somministrazioni delle dosi, e andrà avanti fino ai primi mesi del 2022. 

 

Si lavorerà a un doppio monitoraggio attento, sia per quanto riguarda la vigilanza, sia rispetto alla sorveglianza immunologica. Verrà allestito un sistema informativo ad hoc collegato con i sistemi regionali che sarà come una sorta di database delle vaccinazioni. E su questo Speranza ha sottolineato di voler coinvolgere l'esercito.

Il monitoraggio viene ritenuto fondamentale anche per una questione di tempi: l'inizio della vaccinazione cadrebbe proprio in un periodo in cui potrebbe presentarsi la terza e temuta ondata di Covid-19, dopo le feste e l'alleggerimento di alcune misure restrittive. Per questo, ha avvisato Speranza, l'obiettivo resta sempre la flessione della curva epidemiologica. 

 

https://www.repubblica.it/cronaca/2020/12/01/news/piano_vaccini_202_milioni_di_dosi_da_gennaio-276628837/?ref=RHTP-BH-I274746038-P1-S4-T1

Link to post
Share on other sites

I contratti stipulati con le aziende farmaceutiche
«Abbiamo sottoscritto in quota parte per il 13,46% tutti i contratti che la Ue ha formalizzato, perché non vogliamo correre il minimo rischio di non poter disporre di un vaccino efficace», ha detto Speranza, ricordando come la decisione Ue di centralizzare negoziazione e stipula dei contratti sia partita da un’iniziativa dell’Italia del giugno scorso. Queste le quote elencate dal ministro, opzionate dall’Italia per casa farmaceutica e tipologia di vaccino a partire dal primo trimestre 2021 e con completamento nel quarto trimestre: AstraZeneca, 40,38 mln di dosi; Johnson & Johnson, 26,92 milioni di dosi; Sanofi, 40,38 milioni di dosi; Pfizer-Biontec: 26,92 milioni di dosi; CureVac: 30,285 milioni di dosi; Moderna: 10,768 milioni di dosi.
- «Sorveglieremo su reazioni avverse»
Gestire in modo sicuro e trasparente la campagna di vaccinazione: si sta predisponendo un sistema informativo per ottimizzare tutti i processi organizzativi e gestionale. Dovranno essere predisposte procedure uguali per tutte le aree del Paese. Infine, l’obiettivo fondamentale è predisporre una sorveglianza monitorando gli eventi avversi ai vaccini, individuando eventuali problematiche. L’Aifa, in aggiunta alle attività di farmaco vigilanza, promuoverà alcuni studi indipendenti su vaccini covid predisporrà un comitato scientifico che per tutto il periodo della campagna vaccinale avrà il compito di analizzare i dati raccolti e nell’individuazione di possibili interventi. Importante la sorveglianza immunologica per indivduare la risposta immunitaria.
Ventimila persone per vaccinare: coinvolti anche gli specializzandi
La vaccinazione sarà centralizzata, con l’individuazione di siti ospedalieri o para-ospedalieri e in unità mobili. Con l’ampliarsi della campagna saranno coinvolti ambulatori vaccinali, medici di famiglia, sanità militare. Il personale delle unità vaccinali sarà costituita da medici, infermieri e personale di supporto. Si stima un fabbisogno di 20 mila persone: a tal riguardo si pensa di agire ad un ricorso a persone presenti nel Paese, con contratti ad hoc, anche con la pubblicazione di «invito» per partecipare alla campagna di vaccinazione nonché a stipula di accordi con il ministero della Ricerca per contatti con le scuole di specializzazione medica.

- Ecco chi avrà per primo il vaccino
In via prioritaria saranno vaccinati operatori sanitari e socio sanitari, che hanno un rischio più elevato (1,4 milioni). In secondo luogo residenti e operatori delle Rsa: i residenti di tali strutture sono ad alto rischio di malattia grave (570 mila). In terzo luogo, saranno vaccinati le persone della terza età, che sono anche quelle che hanno più spesso patologie a rischio (4,4 milioni). Poi personale scolastico, forze dell’ordine, e personale delle carceri. Se poi si sviluppassero focolai in specifiche aree del Paese, si distribuiranno vaccini anche in quei luoghi. Competenza della logistica per la distribuzione e vaccinazione sarà del commissario straordinario, con l’Esercito che interverrà per la parte pratica. Cuore della campagna vaccinale secondo le previsioni sarà tra la prossima primavera e l’estata. Per i vaccini che necessitano di catena del freddo standard ci sarà un sito nazionale di stoccaggio e siti territoriali, per i vaccini con catena del freddo estrema questi saranno consegnati da aziende presso 300 punti vaccinali.

Link to post
Share on other sites
23 hours fa, Metamorfo dice:

Intanto in UK è stato già approvato il vaccino Pfizer e a breve inizieranno la distribuzione.

Ho degli amici inglesi che vivono vicino a Londra e mi hanno detto che cominceranno anche da loro con le categorie più a rischio; prima gli over 65 e gli immunodepressi.

Il lui della coppia mi ha già annunciato che aspetterà un paio di mesi (o anche più) prima di farlo anche lui.....per vedere gli eventuali effetti collaterali, se ci saranno.

Letteralmente mi scrive che; "da loro nel giro di qualche giorno cominceranno a vaccinare gli anziani. Quando sarà il loro turno dovrebbero avere maggiori certezze sulla reale efficacia....ovvero, se tra qualche mese i loro anziani saranno ancora vivi, allora si vaccinerà anche lui:ehmmm:"

Per la serie, sono fiduciosi ma non troppo.......

Link to post
Share on other sites

Coronavirus: chi ha già avuto il Covid si deve vaccinare lo stesso?

Non sono persone con priorità alta, ma non cè nessun problema a ricevere il vaccino. Anzi, potrebbe essere un potenziamento delle difese. Molte persone che hanno avuto il coronavirus senza saperlo saranno comunque vaccinate

https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/20_dicembre_03/coronavirus-chi-ha-gia-avuto-covid-si-deve-vaccinare-stesso-af9a55ec-354c-11eb-bd9c-afff1b18009e.shtml

 

 

Link to post
Share on other sites

Locatelli: entro inizio autunno completata vaccinazione
«Il 29 dicembre e e 12 gennaio l’Ema si pronuncerà sulla documentazione fornita da Pfizer e Moderna sui vaccini anti Covid. Questo dovrebbe consentire di avere 3,4 milioni di dosi per vaccinare 1,7 milioni di persone. Nella seconda metà di gennaio è previsto l’inizio delle vaccinazioni, poi le dosi disponibili aumenteranno e, entro fine estate o inizio autunno, dovremmo aver completato la somministrazione della più grande campagna di vaccinazione di massa che abbia mai avuto corso nel Paese». Così Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) e membro del comitato tecnico scientifico (Cts) ad Agorà su Rai 3.

Link to post
Share on other sites

Arcuri: in seconda fase 1500 punti vaccini,anche pediatri e farmacie
Per la seconda ondata di vaccinazioni saranno in tutto 1.500 i luoghi che saranno indicati come centri di somministrazione. È molto probabile che medici di medicina generale e pediatri saranno coinvolti per la somministrazione e più avanti ancora sarà possibile coivolgere anche le farmacie. A riferirlo è il Commissario per l’emergenza, Domenico Arcuri, durante l’audizione alle commissioni riunite Trasporti e Affari sociali della Camera. Per il vaccino Pfizer, invece, «sono stati individuati 300 punti di somministrazione sul territorio, per lo piu presidi ospedalieri. L’87% dei presidi ospedalieri gia’ dispone della cella frigorifera necessaria per conservare alla temperatura adeguata il vaccino e avvieranno la somministrazione alle categorie elencate dal ministro Speranza. Al 13% ancora non organizzate arriveranno le celle frigo dalla struttura commissariale».

 

« Entro la fine dell’estate potremo vaccinare l’intera popolazione»

Link to post
Share on other sites


A Mosca da domani parte la campagna di vaccinazione di massa contro il coronavirus. Lo ha annunciato sul suo blog il sindaco della capitale russa Serghei Sobyanin. «In coordinamento con il governo, iniziamo ad offrire da domani appuntamenti online agli operatori educativi e sanitari, così come ai lavoratori dei servizi sociali della città», ha detto Sobyanin. «L’elenco ( di chi potrà vaccinarsi, ndr) sarà ampliato nelle prossime settimane man mano che arriveranno nuovi lotti del vaccino. I centri di vaccinazione apriranno il 5 dicembre», ha dichiarato Sobyanin.

Link to post
Share on other sites
28 minutes fa, Euron Gioiagrigia dice:

Voi lo imporreste per legge, pur tenendo conto che potrebbe essere incostituzionale (ma non sono un giurista)?

In che senso incostituzionale? Non ci sono già questi (http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/vaccini-obbligatori-e-offerta-gratuita-e-attiva-legge-1192017) resi obbligatori dalla legge 2017? Anche quando li ho fatti io erano obbligatori alcuni di questi

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...