Jump to content

La politica del Bel Paese


Recommended Posts

Chiaramente ognuno ha le sue priorità e non mi pare vi siano classifiche, ma il mio intervento era in senso generale ovvero che anche in casi ben più gravi i ministri non hanno proferito parola. 

Mi pare comunque che la Cartabia abbia preso una posizione abbastanza netta.

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

I dettagli che stanno emergendo sulla Guantanamo di Santa Maria Capuavetere sono allucinanti: ci sono alcuni stralci delle intercettazioni in cui si sentono gli interessati dire frasi come "li abbattiamo come vitelli" o "c'è da andare a domare il bestiame". La vicenda diventa sempre più inaudita ad ogni giorno che passa, e appare evidente che è ridicolo anche solo pensare di appoggiarsi alla solita retorica delle "poche mele marce".

E mi piacerebbe che il nostro Presidente del Consiglio, di fronte a fatti di una tale gravità, abbandonasse per un attimo la sua maniacale attenzione a non sbilanciarsi, la sua ossessione nel presentarsi quasi asettico e scevro da qualsiasi manifestazione politica che esuli dalla tecnicalità, e pronunciasse qualche parola in merito a quei fatti. Mi rassicurerebbe non poco anche alla luce del fatto di avere in maggioranza uno che ci ha messo meno di 24 ore per precipitarsi a Santa Maria per solidarizzare coi torturatori.

Link to post
Share on other sites
17 ore fa, joramun ha scritto:

Mi rassicurerebbe non poco anche alla luce del fatto di avere in maggioranza uno che ci ha messo meno di 24 ore per precipitarsi a Santa Maria per solidarizzare coi torturatori

 

Dai, adesso ha firmato la Carta dei Valori Sovranisti con i peggiori personaggi politici a livello europeo. 

Link to post
Share on other sites

Una domanda per i politologi del forum e per @Mar in particolare: ormai da settimane Berlusconi parla di questa iniziativa del centrodestra unito dandogli pure un nome accattivante (CDU, come il partito tedesco) che però sembra lasciare freddi la Meloni e Salvini, che anche a livello europeo sono su tutt'altre sponde (la Lega sta con ID, FdI con ECR). Certo che se il Berlusca riuscisse a manipolare a suo vantaggio in qualche modo i suoi due alleati sarebbe un capolavoro di politica. È anche in vero in effetti che FI ha molte più cose in comune a livello di valori politici e idee con partiti come PD e IV, nel bene e nel male, che con Lega e FdI. La politica alle volte è davvero molto strana.

Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Una domanda per i politologi del forum e per @Mar in particolare

 

Politologi a chi oh !? :ehmmm:

 

Non ho capito se c'è una domanda precisa. Se devo commentare la cosa in generale, be visto il nome programmatico del progetto, sembra quasi una barzelletta che invece non ci sia accordo neanche in partenza.

 

Vero, il nome ricorda ovviamente la Cdu tedesca (che però ha altro significato e soprattutto diversa sostanza politica), forse l'ha esplicitato Berlusconi stesso ? (non lo so, non ho seguito da vicino). Un po' come chiamare i Governi con i colori associati ai partiti che li formano, o numerare le Repubbliche alla francese.

 

Ma a parte tutte le considerazioni che si potrebbero fare su questo eterno fermarsi alla forma, sulla passione nazionalpolare per le etichette e le disquisizioni sul sesso degli angeli, sul giudizio politico di una coalizione (?) disunita (?) da anni,

resta un fatto di natura "tecnica": il sistema politico italiano a livello nazionale, proporzionale, ma soprattutto molto poco formalizzato, non è adatto al bipolarismo (classico invece dei sistemi maggioritari, a doppio turno e non). Questo è il principale motivo per cui in Italia e in Europa vediamo coalizioni di governo di un certo tipo, mentre a livello regionale e locale resiste ancora, più o meno, il dualismo centrodestra / centrosinistra (aldilà di qualunque sostanza ognuno da poi a tali formule).

Link to post
Share on other sites
55 minuti fa, Mar ha scritto:

Non ho capito se c'è una domanda precisa. Se devo commentare la cosa in generale, be visto il nome programmatico del progetto, sembra quasi una barzelletta che invece non ci sia accordo neanche in partenza.

 

Sì mi ero espresso male, mi bastava un tuo commento che infatti è arrivato. 

Link to post
Share on other sites

Nel frattempo, mentre l'attenzione di tutta Italia (Barriera compresa) è concentrata sul Zan, che la merita tutta !, proseguono le riforme costituzionali. E così, dopo aver dimezzato il numero di deputati e senatori (mantenendo invariato il rapporto di 2 : 1), questa volta è toccato al limite d'età per poter esercitare il diritto di voto (lo stesso che qualche anno fa cercarono di toglierci!). Dunque finalmente anche i Senatori (o "Vecchi") potranno essere eletti dai 18-24enni (o "Ggggiovani"). Resta invece, almeno per ora, la maggiore età minima per poter essere eletti.

 

Insomma il nostro bel bicameralismo perfetto diventa un altro po' più perfetto. E pensare che cinque anni fa abbiamo rischiato la dittatura. Manco fossimo una Germania qualunque. Non ce la si fa, a Noi !

Link to post
Share on other sites

Ho sempre pensato che questo limite costituzionale per le votazioni al Senato posto a 25 anni fosse un residuato anacronistico, visto che per le votazioni per il Parlamento dovrebbe contare almeno a mio avviso la semplice maggiore età. Comunque la riforma non è stata ancora promulgata perché potrebbe essere indetto un referendum confermativo (se ci saranno i requisiti, ovviamente) visto che alla Camera non è stata raggiunta la maggioranza dei due terzi, quindi tutto può ancora accadere.

Riguardo il famoso referendum voluto da Renzi nel 2016, all'epoca mi informavo poco in fatto di politica ma ovviamente escludevo allora ed escluderei adesso che vi fosse in atto un tentativo di ribaltare le regole democratiche del Paese come dicevano all'epoca tutti quelli all'opposizione, Cinque Stelle e Lega compresi (ovviamente so che Mar è ironico).

Link to post
Share on other sites

Non credo che la tentata riforma del 2016 sia paragonabile per ampiezza e complessità a questa modifica. Nella proposta del 2016 il Senato era trasformato in un camera non eletta direttamente dal popolo, cosa che a me personalmente non piaceva e sembrava problematica.

 

Comunque, a questo punto perché non passare a un parlamento monocamerale, anziché uniformare ancora di più il Senato alla Camera dei Deputati?

Link to post
Share on other sites
Il 2/7/2021 at 15:33, joramun ha scritto:

Mi rassicurerebbe non poco anche alla luce del fatto di avere in maggioranza uno che ci ha messo meno di 24 ore per precipitarsi a Santa Maria per solidarizzare coi torturatori.

 

Neanche i Cinque Stelle in passato sono stati da meno: a ottobre 2020, durante il governo Conte II, l'allora sottosegretario alla Giustizia Vittorio Ferraresi ha parlato di "doverosa azione di ripristino della legalità e agibilità dell'intero reparto": https://www.ilriformista.it/i-pestaggi-di-santa-maria-capua-vetere-per-il-governo-servivano-per-ripristinare-la-legalita-168479/

 

Lo dissi a suo tempo e lo ripeto ancora: il secondo governo Conte è stato uno dei peggiori governi della storia repubblicana, forse allo stesso livello del primo governo Conte. Guarda caso, entrambi governi in cui i Cinque Stelle e/o la Lega hanno avuto mano libera, solo che nel primo governo le due forze populiste si spintonavano a vicenda (M5S di sinistra, Lega di destra, ma entrambi populisti) mentre nel secondo governo il PD inspiegabilmente, dopo aver parlato male (giustamente) per anni del M5S, si è liquefatto e sottomesso proprio agli odiati nemici. Per quanto mi riguarda prima i Cinque Stelle finiranno fuori dal parlamento dopo un'elezione (magari proprio quella del 2023, ammessa non si vada a votare prima) e meglio sarà per la politica italiana in generale.

Link to post
Share on other sites

Concordo. Anche perché ogni 2x3 si mettono a impuntarsi sul fatto che non vogliono cambiare i provvedimenti fatti sa loro in precedenza come fossero oro colato. E soprattutto come non fossero al governo di larghe intese con altri partiti. Sono totalmente incapaci di considerare l'opinione altrui: o si fa come dicono loro o niente. Questo non è fare politica, è fare i capricci.

Tra l'altro a proposito di giustizia sembra che tutti di siano dimenticati che in piena pandemia quel buontempone di Bonafede ha pensato bene di mandare a casa numerosi mafiosi, cosa che è un po' caduta nel dimenticatoio generale anche per quanto riguarda motivazioni e conclusione, ora invece i 5 stelle si scandalizzano per la riforma della giustizia.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

L'ostinazione con cui i simpatizzanti dei Cinque Stelle come Travaglio si sforzano di difendere il governo precedente fino ad arrivare agli insulti e al cattivo gusto mi lascia sempre più basito: https://www.repubblica.it/politica/2021/07/26/news/draghi_travaglio_renzi_italia_viva_articolo_uno_speranza_geloni-311796245/?ref=RHTP-BH-I304495303-P2-S2-T1

Link to post
Share on other sites

Se è per questo tempo fa disse che se l'Italia aveva avuto la fetta più grossa del Recovery Fund era stato grazie al fatto che Conte era un negoziatore bravissimo (e non perchè siamo stati i più colpiti dalla crisi, in Europa).

 

Credo che ormai abbia raggiunto Emilio Fede.

 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,875
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    James231295
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,128
    • Total Posts
      749,072
×
×
  • Create New...