Jump to content

La politica del Bel Paese


Recommended Posts

42 minuti fa, Lyra Stark ha scritto:

E secondo te il reddito di cittadinanza lo hanno inventato a caso? Personalmente concordo con Renzi che lo accosta al voto di scambio >_>

 

Mah, è la stessa cosa che è stata detta a Renzi stesso per il bonus degli 80€ approvato guarda caso poco prima delle europee.

Ovviamente sono solo uscite propagandistiche fatte apposta per indignare perché se dovessero essere prese sul serio, essendo il voto di scambio un reato, uno rischia di dover dimostrare la cosa in un'aula di tribunale pena il beccarsi querele per diffamazione.

 

42 minuti fa, Lyra Stark ha scritto:

Guarda che per il PD qui sfioriamo la fantascienza, la cagata è dietro l'angolo.

 

Beh, intanto hanno evitato quella di allearsi prima delle elezioni romane (e sarebbe stato deleterio per il PD considerata la situazione contingente della capitale: non puoi presentarti come alleato con la stessa persona a cui hai fatto opposizione per cinque anni, e non puoi allearti con chi rifiuta ogni forma di confronto imponendo sé stesso come candidato di coalizione), vediamo se evitano anche l'apparentamento formale.

 

42 minuti fa, Lyra Stark ha scritto:

Il problema sta nel PD Veneto che è pure peggio di quello nazionale per cagate che propina. Dico solo che al mio paese il cavallo di battaglia della campagna elettorale era trasformare l'orrido abuso edilizio in centro paese bloccato e incompiuto da 20 anni (che tutti vogliono vedere abbattuto) nella nuova sede del Comune!! Cioè il simbolo delle istituzioni del Paese :stralol: be dai, anche piazzare i dissuasori di velocità :unsure: a volte sono così naif... non serve neanche scomodare Zaia si segano da soli.

 

Non conosco la situazione del Veneto e credo assolutamente a quanto riporti, ma il punto è che l'Italia non sono gli USA, dove hai di fatto 50 partiti democratici e 50 partiti repubblicani anche molto diversi tra loro. I repubblicani della California sono probabilmente molto più progressisti dei democratici dell'Alabama. Lì lo puoi fare perché c'è una scala di territorio e popolazione che lo consente, oltre a un sistema politico che rende gli USA quasi 50 stati separati.

Da noi un partito non può sostenere certe cose in Veneto e altre in Campania. Salvini ci ha provato, e a forza di dire "prima i sardi", "prima i pugliesi", "prima i piemontesi", possiamo dire che il giochetto è durato il giusto.

Onestamente fossi un qualsiasi partito di centrosinistra di tipo classico mi dimenticherei semplicemente dell'esistenza del Veneto e penserei a rafforzarmi altrove.

Al massimo lì può attecchire - ed è quello che se favorirei se fossi nella stanza dei bottoni di un partito di centrosinistra classico - una qualche forma di partito di tipo liberale... ma non vedo né Renzi né Calenda così ansiosi di mettersi alla prova da quelle parti.

 

42 minuti fa, Lyra Stark ha scritto:

Altra notazione di costume: il PD stampa champagne dappertutto (lo spumante solo i leghisti del nord) magnificando gli ottimi risultati ottenuti al governo e il presidente Draghi, peccato che fosse per il PD Draghi non lo avremmo con noi e manco questo governo :ehmmm: 

 

E fanno benissimo, è proprio da prima elementare della politica.

Il problema è che quando avranno convinto l'elettorato di essere i fautori del governo Draghi sarà quando Draghi sarà odiato alla stregua di Monti.

 

 

 

 

 

Comunque notavo che a Milano il PD ha da solo più voti dell'intero centrodestra e in questo momento ha il triplo dei voti della Lega. Lega che a sua volta ha solo un punto in più di FDI.

Questo dato, unito al probabile fatto che il centrosinistra dovrebbe riuscire tra due settimane a tenere Varese, dovrebbe far tremare i polsi a qualcuno a Via Bellerio.

Aggiungo che anche l'esperimento di dare al centrodestra un volto moderato sembra essere fallito: a Torino Damilano non sfonda, è sotto Lo Russo al primo turno (inaspettato) e ha pochi margini di crescita, al contrario dello sfidante di centrosinistra. Questo è un dato politicamente molto rilevante, perché testimonia come nelle grandi città anche la mossa del "civico di centrodestra" che spesso aveva tolto le castagne dal fuoco in quell'area adesso stenta.

Insomma, per una volta l'Analisi della SconfittaTM, da sempre appannaggio della sinistra anche quando non perde, deve proprio essere fatta dalla Lega perché ha perso una barcata di voti e di comuni, e da FdI perché - inaspettato anche questo - non è riuscita a intercettare davvero i voti in uscita dalla Lega.

 

L'americanizzazione della politica italiana procede a spron battuto, non mi stupirei se tra vent'anni avessimo, come negli USA, le grandi città che alle politiche votano a sinistra con percentuali tipo 85-90% e poi nelle zone rurali voto a destra con analoghe percentuali.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 427
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

La Lega ha perso a Milano anche per via della PESSIMA gestione che la Regione Lombardia ha fatto durante la pandemia.....credo che, al di là dei colori politici, nessuno vorrebbe un tipo arrendevole come Fontana, incapace di prendere una linea condotta coerente e succube del volere dei grandi industriali....(a causa dei quali ha mancato la chiusura di Lodi prima e Bergamo poi), con i risultati che tutti abbiamo visto......

Poi c'è il populismo di Salvini che, invece di ringalluzzire "l'amor proprio lombardo" non ha fatto altro (e menomale) che alienarsi una gran fetta di elettorato potenziale che non è abituato a ragionare (solo) di pancia.... La sua incoerenza (unita a quella di FdI, che ha solo avuto il merito di essere lungimirante all'inizio della pandemia, quando chiedeva la chiusura degli aeroporti) è diventata sintomatica nel momento del "chiudiamo tutto", "no, apriamo tutto" durante praticamente tutto il 2020 e "no alle vaccinazioni, ma non sono no-vax", per poi correggersi in un "massì è giusto vaccinarsi, ma non deve essere obbligatorio", oppure ancora "il green-pass è inutile", salvo poi votarne l'utilizzo in Parlamento......credo che simili "sbroccate" della peggior specie di banderuola politica abbiano reso abbastanza l'idea di chi sia veramente il leader della Lega; un mero imbonitore di folle che blatera ciò che la gente vuole sentirsi dire, ma che non si prende neppure la briga di informarsi su ciò che strepita dal suo pulpito....

 

Spero che sempre più persone si rendano conto di ciò che sta ora sotto gli occhi di molti (sempre troppo pochi purtroppo) e che soprattutto sia tenuto a mente l'atteggiamento assolutamente non equo che Salvini ha nei confronti dei suoi sgherri e dei suoi avversari (politici e non) se beccati con le mani nella marmellata........qualcuno ha detto Morisi?

Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Lord Beric ha scritto:

Mah, è la stessa cosa che è stata detta a Renzi stesso per il bonus degli 80€ approvato guarda caso poco prima delle europee.

Ovviamente sono solo uscite propagandistiche fatte apposta per indignare perché se dovessero essere prese sul serio, essendo il voto di scambio un reato, uno rischia di dover dimostrare la cosa in un'aula di tribunale pena il beccarsi querele per diffamazione.

Certo, ciò non toglie che sono giornaliere le segnalazioni di gente che percepisce tale bonus indebitamente e si parla di centinaia di persone e soldi pubblici. 

Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Lord Beric ha scritto:

e non puoi allearti con chi rifiuta ogni forma di confronto imponendo sé stesso come candidato di coalizione

Ma qua a chi ti riferisci? Perché mi pare che neanche il PD si confronti tanto con gli altri anzi siamo di fronte alla solita tendenza: accaparrare una cadrega per uno rimasto vacante da altre alte cariche. 

 

7 minuti fa, Darklady ha scritto:

Fontana, incapace di prendere una linea condotta coerente e succube del volere dei grandi industriali....(a causa dei quali ha mancato la chiusura di Lodi prima e Bergamo poi), con i risultati che tutti abbiamo visto......

E pure indagato per tangenti sui camici non dimentichiamo.

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Lyra Stark ha scritto:

Certo, ciò non toglie che sono giornaliere le segnalazioni di gente che percepisce tale bonus indebitamente e si parla di centinaia di persone e soldi pubblici. 

 

Ciò significa (anche) che si fanno i benedetti controlli.....il che, mi pare, sia del tutto positivo.

Trovassero con altrettanta solerzia anche gli evasori, potremmo sistemare un po' i conti dello Stato......Il fatto è che fa più notizia dire che hanno trovato "enne" persone che indebitamente percepivano il reddito di cittadinanza, che non gente che non pagava le tasse perché, è brutto dirlo, l'italiano medio si è abituato all'idea che ci sia una fetta di cittadinanza (più o meno benestante o più o meno delinquente) che non paga (in parte o in toto) le tasse.

Link to post
Share on other sites

Mah insomma mi pare una prospettiva molto triste... non dovrebbero proprio neanche prenderlo, vuol dire che i parametri scelti per aggiudicarselo non sono efficaci. Oltretutto sti soldi torneranno indietro?

Link to post
Share on other sites

Non è una prospettiva triste, è la realtà dei fatti.......

Così prevede la legge.....chi è beccato deve restituire, così come chi non paga le tasse e viene beccato dovrebbe saldare il debito nei confronti dello Stato.....

Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, Lyra Stark ha scritto:

Certo, ciò non toglie che sono giornaliere le segnalazioni di gente che percepisce tale bonus indebitamente e si parla di centinaia di persone e soldi pubblici. 

 

Se ricordi, con gli 80 euro era capitato che un sacco di gente li avesse presi per mesi senza averne diritto e fosse poi costretta a restituirli.

La propensione alla scappatoia è comune nelle leggi italiane, il reddito di cittadinanza non mi sembra né meglio né peggio di altre da questo punto di vista.

 

Piuttosto, il motivo per cui il reddito di cittadinanza è una porcata è che tenta di riassumere in un unico strumento il sostegno alla povertà e la ricerca dell'occupazione, facendo male entrambe. Ma è una valutazione politica, che nulla ha a che fare con il voto di scambio o con le falle dei criteri di assegnazione.

 

55 minuti fa, Lyra Stark ha scritto:

Ma qua a chi ti riferisci? Perché mi pare che neanche il PD si confronti tanto con gli altri anzi siamo di fronte alla solita tendenza: accaparrare una cadrega per uno rimasto vacante da altre alte cariche. 

 

Il PD ha proposto (e fatto) primarie di coalizione a Roma, Calenda le ha rifiutate - stupidamente, perché avrebbe vinto in carrozza - partendo dalla posizione che il centrosinistra *doveva* (ma perché poi?) sostenere lui.

Link to post
Share on other sites
17 ore fa, Lord Beric ha scritto:

E fanno benissimo, è proprio da prima elementare della politica.

Il problema è che quando avranno convinto l'elettorato di essere i fautori del governo Draghi sarà quando Draghi sarà odiato alla stregua di Monti.


Forse, forse, visto il nuovo corso tedesco, si riuscirà ad evitare quel famoso bagno di sangue / autunno caldo / malcontento sociale, che puntualmente viene agitato e cavalcato. Quello che ha dato vita a questo Parlamento nel 2018, oserei dire.

 

 

Comunque, ma stiamo scherzando ? Il PD è a tanto così dal riprendersi Roma (dopo la sua storia recente da quelle parti !!!), ha Napoli e Palermo, forse riconquista a sorpresa pure Torino O.O, Milano-Bologna-Firenze-Bari neanche a dirlo. Sono otto dei nove comuni più popolosi d'Italia, tutti ovviamente capoluogo di Regione. Per una tornata elettorale "amministrativa" questo è da 30 e lode. A parti invertite ci girerebbero lungometraggi e verserebbero fiumi di inchiostro e lacrime, eddai.

Link to post
Share on other sites

C'è da dire che Napoli, Bologna e Firenze sono in mano al centrosinistra da una vita. A Napoli l'ultimo sindaco di centrodestra manco se lo ricordano, mi sa. Roma sarebbe un bel colpo perchè di tutte le grandi città italiane è sempre stata quella in cui la destra (spesso estrema) era più forte.

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Mar ha scritto:

Comunque, ma stiamo scherzando ? Il PD è a tanto così dal riprendersi Roma (dopo la sua storia recente da quelle parti !!!), ha Napoli e Palermo, forse riconquista a sorpresa pure Torino O.O, Milano-Bologna-Firenze-Bari neanche a dirlo. Sono otto dei nove comuni più popolosi d'Italia, tutti ovviamente capoluogo di Regione. Per una tornata elettorale "amministrativa" questo è da 30 e lode. A parti invertite ci girerebbero lungometraggi e verserebbero fiumi di inchiostro e lacrime, eddai.

 

E stoppo subito chi parla di vittoria dimezzata per via dell'astensione: rispetto al 2016 il centrosinistra *guadagna* centomila voti in termini assoluti solo nelle quattro città più popolose (Roma, Milano, Napoli e Torino), analisi Demopolis andata in onda oggi su La7.

 

Ah, per i ballottaggi vedo ora come ora il CDX avvantaggiato solo a Latina e Trieste.

Link to post
Share on other sites

In questa tornata elettorale il PD è stato bravo, per tutta una serie di motivi:

 - ha vinto (o vincerà tra due settimane) tutte le disfide principali ad eccezione della regione Calabria - che diciamocelo, fa meno abitanti di Roma

 - ha dimostrato tanto ai 5 stelle quanto ai liberali che o vanno in coalizione con il PD oppure perdono

 - si è fatto trovare pronto per l'appuntamento elettorale

 

I problemi del centrodestra o l'implosione del M5S non sono "colpi di fortuna". Sono opera paziente e costante di amplificazione delle loro contraddizioni.

Se il centrodestra ha mandato messaggi poco chiari perché Salvini e Meloni sono su fronti opposti di governo, non è un effetto del fato cinico e baro. È politica. Salvini ha voluto saltare sul carro di gestione dei soldi del Recovery Fund? Si becca i pro e i contro. Se Meloni e Salvini invece che pensare ai candidati migliori hanno cercato solo di piantare bandierine per capire chi sarebbe stato il leader del centrodestra che verrà, è una precisa scelta politica.

Quante volte il PD ha perso elettori perché travagliato dalla lotta tra correnti? Così come quando questo accadeva era colpa del PD e non certo un colpo di fortuna del centrodestra, ora vale la stessa cosa a parti invertite.

 

Diciamo che le elezioni di oggi sono state la finale della 4x100.

Il PD è la squadra che ha vinto perché 1) correva sulla pista a lui più congeniale, le grandi città sono il suo forte 2) si è fatto trovare pronto alla gara perché ha fatto una preparazione adeguata con gli atleti giusti.

Il centrodestra è quella squadra che nella settimana prima della gara ha fatto 3 rave party e 4 serate all'osteria finite al limite del coma etilico, e non ha provato una volta sola i cambi perché gli atleti non si parlavano tra loro.*

No, non è fortuna, è politica.

 

 

 

Riguardo i problemi del PD, ovviamente sono sempre tutti lì, ma non capisco cosa questo abbia a che fare con le elezioni.

 

 

 

* Calenda è quell'atleta che invece ha voluto saltare i trial chiedendo di essere convocato in nazionale, e quando gli è stato detto che per essere convocato doveva fare i trials come tutti gli altri, ha deciso di farsi naturalizzare per un altro paese. :D 

Link to post
Share on other sites

Certo, è la parte interessante del confronto.

 

Ad esempio, a parere tuo, quale sarebbero stati i risultati per cui, rispettivamente, PD, M5S, Lega e FdI avrebbero potuto fissare il limite tra vittoria e sconfitta?

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...