Jump to content

La politica del Bel Paese


Recommended Posts

1 ora fa, Mar ha scritto:

Mi riferivo invece all'idea, molto cinquestellina (non tua, lo so, non mi fraintendere almeno tu) che il titolo di studio o in generale il merito, siano una roba elitaria, da aristocratici, di destra che si fa la barba ogni giorno, quindi male, la sinistra deve puzzare.

 

Ma no, è un'idea che ho sempre trovato demenziale anche io, e la penso come te anche quando dici che:

 

1 ora fa, Mar ha scritto:

Il Parlamento dovrebbe invece essere un punto di arrivo, non ci candidi l'ultimo arrivato, lo scappato di casa, ma qualcuno che ha una sua vita alle spalle, che ha studiato, ha lavorato, qualcuno che abbia maturato qualche esperienza, che abbia qualche conoscenza (non personale, settoriale), capacità, competenza in qualcosa :ehmmm:

 

Però se poi si va a guardare più da vicino la Cucchi - che non è proprio appena uscita da scuola - e l'attività che ha portato avanti dopo la morte di suo fratello non mi pare che non sappia di cosa parla in tema di giustizia o di diritti umani. E' quello che porta con sè in Parlamento, e non mi pare sia irrilevante. Era solo questo. :)

 

2 ore fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

A sinistra, al contrario, c'è ipocrisia: la problematica femminista è più sentita, ma concretamente non si affronta il problema o non lo si fa abbastanza. A destra il femminismo è maquillage, a sinistra vuote parole.

 

Ok, però ho una domanda: le donne a sinistra, ecco... cioè... ehm... ma dove sono? :ehmmm:

Non lo dico con intento polemico, ma a me pare che ci sia una sorta di rabbiosa ma immobile rassegnazione al fatto che "Eh! Il patriarcato!", e che per il resto quando c'è da dare l'assalto alla breccia verso le poltrone, disponibili o meno che siano, siano sempre tutti maschietti.

 

Per dire, quando Letta si è insediato - dopo, ricordiamolo, il poco edificante spettacolo di dirigenti del PD che lo hanno supplicato sui social di accettare la segreteria, perchè il più grande partito di csx italiano è a questo che è ridotto per trovare un leader :yeah: - disse quella famosa frase, che gli sarebbe piaciuto che ci fosse stata finalmente una donna ai vertici del PD.

Lì era una questione di riflessi, gente. Solo di riflessi pronti. Perchè la prima donna del PD - la Schlein, magari, che è taaaanto ammirata ma anche parecchio silenziosa, almeno fino alla campagna elettorale? - che avesse avuto la prontezza di dire "Bravo Enrico, hai ragione! Allora scansati, la faccio io la leader del PD" il gioco era fatto, perchè Letta non avrebbe potuto dire "Eh no, sticazzi, l'hanno chiesto a me e ormai ho accettato, pussa via!" senza perdere la faccia e avremmo avuto, finalmente, anche noi la nostra prima [carica a caso] donna. Che poi al posto di Letta avrebbe saputo far meglio anche una suora, onestamente. :excl2:

 

No, perchè mi pare che il solo farsi carico delle istanze del femminismo non sia sufficiente ad emergere dal mucchio ed arrivare ai vertici, per quello bisogna brigare, mordere e sputare come fanno gli altri. Sennò bisogna dire che ha ragione Barbero e che evidentemente le donne non sono abbastanza spavalde per venirne fuori da sole, e tocca aspettare che arrivi il maschio illuminato che moltiplichi i pani, i pesci e le quote rosa. Sempre che arrivi. :blink:

Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

37 minuti fa, Menevyn ha scritto:

Ok, però ho una domanda: le donne a sinistra, ecco... cioè... ehm... ma dove sono? :ehmmm:

Esatto è quella che mi facevo anche io... per carità c'è la moglie di Fratoianni eh, o quella di Franceschini che correvano per un posto in Parlamento anche loro. Che poi pare che sia solo Silvio a mettere Marta Fascina in lista.

39 minuti fa, Menevyn ha scritto:

No, perchè mi pare che il solo farsi carico delle istanze del femminismo non sia sufficiente ad emergere dal mucchio ed arrivare ai vertici, per quello bisogna brigare, mordere e sputare come fanno gli altri. Sennò bisogna dire che ha ragione Barbero e che evidentemente le donne non sono abbastanza spavalde per venirne fuori da sole, e tocca aspettare che arrivi il maschio illuminato che moltiplichi i pani, i pesci e le quote rosa. Sempre che arrivi. :blink:

Ahi ahi non lanciare questi suggerimenti che qualcuno potrebbe ascoltarli :blink:Comunque devo ammettere che per esperienza personale, tornando sempre al mio ambito lavorativo, gli omen si fanno molti meno scrupoli proprio a dirtelo: oh cosa vuoi, scansati, pussa via. Soprattutto quelli giovani. E sempre per esperienza personale sono comunque sempre meglio di quelli che invece sono tutti gentili e poi passano il tempo a guardarti il c**o... :unsure: Ahimè la triste verità.

Link to post
Share on other sites
17 ore fa, Lyra Stark ha scritto:

Uno può pure citare questi temi ma poi non fare di concreto nulla. Alla fine non è che perché te ne riempi la bocca sei effettivamente qualcuno che tutela questi diritti. Quindi da citarli e fare poco o nulla a non citarli non vedo la grande differenza pratica.

 

Infatti credo di aver detto settecentoquattordici volte che, ad esempio per quanto riguarda la questione migranti, tra Minniti (PD) e Salvini (Lega), l'unica differenza è un certo garbo nei modi. La sostanza è la medesima.

Questo se parliamo a livello"micro", a livello di funzionamento dei partiti. Se invece parliamo a livello "macro", a livello di ideologie nel loro complesso, negare che ve ne sia una che della difesa dei diritti degli ultimi ha fatto, finchè c'è stata, il nucleo del suo agire politico, mentre un'altra quei diritti ha sempre cercato di osteggiarli...beh, equivale a dire che gli asini volano.

Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Menevyn ha scritto:
Il 28/9/2022 at 18:20, Mar ha scritto:

Il Parlamento dovrebbe invece essere un punto di arrivo, non ci candidi l'ultimo arrivato, lo scappato di casa, ma qualcuno che ha una sua vita alle spalle, che ha studiato, ha lavorato, qualcuno che abbia maturato qualche esperienza, che abbia qualche conoscenza (non personale, settoriale), capacità, competenza in qualcosa :ehmmm:

 

Però se poi si va a guardare più da vicino la Cucchi - che non è proprio appena uscita da scuola - e l'attività che ha portato avanti dopo la morte di suo fratello non mi pare che non sappia di cosa parla in tema di giustizia o di diritti umani. E' quello che porta con sè in Parlamento, e non mi pare sia irrilevante. Era solo questo. :)


Assolutamente, concordiamo.
 

 


Comunque, risultati pressochè ufficiali, a livello di voti e seggi :

FDI = 26%  vs 30% (+4)
PD = 19%  vs  17% (-2)

5S = 15%  vs  13% (-2)

LS = 8.7%  vs  16% (+8)
FI =  8%  vs  11% (+3)

AV = 7.8%  vs  5% (quasi -3)

SV = 3.6%  vs  3% (-+)

+E = 2.8%  vs  (-)
... ecc



 

Risultati elezioni politiche italiane 2022 - Camera dei deputati - Per liste.svg  Risultati elezioni politiche italiane 2022 - Senato della Repubblica - Per liste.svg

 

 

Mi sforzo di postare queste immagini nonostante dover mettere anche questo Senato mi arrechi dolore, così come vedere i Cinque Stelle tra Azione Viva e Forza Italia, ma come cavolo può venire in mente che sia una collocazione sensata, vabbè.

 

 

La maggioranza di governo aka "coalizione di centrodestra" vede trasformato il suo 43% di consensi in 58% dei seggi in Parlamento, in particolare la Lega addirittura raddoppia (tutta farina degli accordi sugli uninominali). Questo purtroppo ha già permesso a Salvini di salvare la pellaccia coi suoi e gli permetterà di puntare i piedi più del dovuto anche con la Meloni. La singola forza a perdere maggior rappresentanza pare proprio essere la neonata Azione Viva, prevedibile.

 

 

Buona Legislatura a tutti :ehmmm:

Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Mar ha scritto:

Questo purtroppo ha già permesso a Salvini di salvare la pellaccia coi suoi e gli permetterà di puntare i piedi più del dovuto anche con la Meloni.

 

Non ne sarei così sicuro. A salvare la pellaccia di Salvini sono stati gli incantesimi della legge elettorale, nel Paese i leghisti hanno perso milioni di voti e la forza della Lega è sempre stata la presenza sul territorio (dovrebbe esserlo per ogni partito, ma vabbè) e i loro amministratori e funzionari sono abbastanza neri. Oltretutto Salvini è ancora imputato nel processo Open Arms, cosa che potrebbe precludergli (al diavolo, di certo gli precluderà) il ritorno agli Interni - dove comunque Madre Giorgia non lo vuole e dove Mattarella potrebbe mettere il veto.

 

Si parla di appoggio esterno nel caso in cui non lo accontentassero, ma dubito che la Lega possa permettersi di non far attivamente parte di un governo con questa forza parlamentare, in caso contrario dovrà accontentarsi del primo posticino che gli offriranno e tenere la testa non dico raso terra ma comunque abbastanza bassa.

Link to post
Share on other sites

Qui è dove Marattin scopre che i poveri tendono a votare per chi ritengono faccia i loro interessi, esattamente come qualsiasi altro ceto o categoria. 

 

Immagino che sia scandalizzato da questa loro ulteriore inaccettabile pretesa.

Link to post
Share on other sites

Quelle che avevano visibilità o hanno hanno lasciato il PD o, al suo interno, erano delle appestate, la campagna elettorale lampo poi non ha aiutato (anche se a dirla tutta nel caso il voto fosse stato effettivamente nel 2023 non credo sarebbe stato diverso, magari una situazione migliore ma comunque troppi capicorrente restii a lasciare la poltrona a qualsiasi new entry).

Link to post
Share on other sites
14 ore fa, joramun ha scritto:

Immagino che sia scandalizzato da questa loro ulteriore inaccettabile pretesa.

 

Più che altro penso volesse dimostrare che il RDC sia configurabile come voto di scambio....

 

Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Il Lord ha scritto:

Quelle che avevano visibilità

 

Vale lo stesso discorso che ho già fatto, anzi, è lo stesso discorso. Le donne che a sinistra non "hanno visibilità" come si aspettano di ottenerla?

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, megadrive ha scritto:

 

Più che altro penso volesse dimostrare che il RDC sia configurabile come voto di scambio....

 

Che si sapeva. Oltretutto forse va rivisto l'assunto per cui i percettori del reddito di cittadinanza sono "i poveri" :ehmmm: ce ne sono che stanno meglio di me. Nella categoria "i poveri" rientrano anche tanti altri. 

Tra l'altro a proposito della Sinistra degli operai: i pensionati! Ecco una categoria cui si potrebbe rivolgersi, dato che in Italia sono numerosi e non tutti se la passano alla grande.

24 minuti fa, Menevyn ha scritto:

Le donne che a sinistra non "hanno visibilità" come si aspettano di ottenerla?

Forse dovresti chiederti se la vogliono. Replicando la tendenza PD magari a loro va bene di stare dove stanno e vivacchiare.

Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, megadrive ha scritto:

Più che altro penso volesse dimostrare che il RDC sia configurabile come voto di scambio.

 

Che è, appunto, la più grossa fesseria uscita fuori dal post elezioni.

 

Quando ad esempio il Pci prometteva agli operai di alzare loro lo stipendio, di dare loro più diritti, nessuno, ovviamente, parlava di voto di scambio. Cosi come non si parlava di voto di scambio dopo l'istituzione del regime forfettario per i lavoratori autonomi, o l'abolizione dell'IMU sulla prima casa, gli 80 euro, o l'attuale flat tax.
Perché difendere gli interessi di una specifica ceto o categoria sociale ritenuta bisognosa di un qualche intervento è politica, non è voto di scambio, come capisce chiunque non sia in malafede (evidentemente non Marattin).
Il voto di scambio è uno scambio individuale, non politico e non di classe: voto il tizio A perché ha promesso un lavoro a mia figlia, o di togliere una multa a mio zio etc.
I percettori di Rdc sono a tutti gli effetti (collettivamente e politicamente parlando) una classe, avendo un ruolo specifico (di assenza, ma cionondimeno specifico) nel sistema sociale ed economico.
A me questa cosa di accusare di voto di scambio chi promette di fare gli interessi di una classe mi sembra una regressione intellettuale e cognitiva da totale analfabetismo politico (ovviamente non mi riferisco a nessuno in particolare qui dentro).
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Menevyn ha scritto:

 

Vale lo stesso discorso che ho già fatto, anzi, è lo stesso discorso. Le donne che a sinistra non "hanno visibilità" come si aspettano di ottenerla?

Beh potrebbero dare un assaggio della loro stessa medicina agli attuali uomini pd che hanno sostituito le renziane, probabilmente il congresso è il luogo giusto o le elezioni locali, di sicuro non un'improvvisa campagna elettorale di appena 2 mesi con metà dei seggi tagliati.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,885
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    Carlo67
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,143
    • Total Posts
      751,179
×
×
  • Create New...