Jump to content

TWOW – Le canzoni di Patchface: analisi completa


Recommended Posts

Il personaggio di Patchface, giullare di Shireen Baratheon, è uno dei più enigmatici di ASOIAF. Perso il senno a causa del naufragio della nave Windproud, circostanza nella quale Steffon Baratheon morì e lo stesso Patchface annegò per poi riprendersi miracolosamente, ha tuttavia sviluppato i poteri profetici legati al culto del Drowned God, diventando in questo modo il vero portavoce della divinità degli Ironborn, a differenza del prete Aeron Greyjoy.

 

Il giullare comunica le sue conoscenze sovrannaturali attraverso filastrocche che solo in apparenza sono prive di senso. Gli interlocutori di Patchface non comprendono mai il significato dei suoi messaggi, eppure Melisandre prova timore nei suoi confronti:

 

Cita

Melisandre's face darkened. "That creature is dangerous. Many a time I have glimpsed him in my flames. Sometimes there are skulls about him, and his lips are red with blood." ADWD, Jon X

 

Analizziamo tutte le profezie del giullare e alla fine proviamo a fare qualche ipotesi sul suo destino nella storia.

 

 

Le filastrocche del vate variopinto

 

 

Cita

"Indeed you may," Cressen answered. As if he would ever deny her. She had been denied too often in her time. Her name was Shireen. She would be ten on her next name day, and she was the saddest child that Maester Cressen had ever known. Her sadness is my shame, the old man thought, another mark of my failure. "Maester Pylos, do me a kindness and bring the bird down from the rookery for the Lady Shireen."

 

"It would be my pleasure." Pylos was a polite youth, no more than five-and-twenty, yet solemn as a man of sixty. If only he had more humor, more life in him; that was what was needed here. Grim places needed lightening, not solemnity, and Dragonstone was grim beyond a doubt, a lonely citadel in the wet waste surrounded by storm and salt, with the smoking shadow of the mountain at its back. A maester must go where he is sent, so Cressen had come here with his lord some twelve years past, and he had served, and served well. Yet he had never loved Dragonstone, nor ever felt truly at home here. Of late, when he woke from restless dreams in which the red woman figured disturbingly, he often did not know where he was.

 

"Under the sea, the birds have scales for feathers," he said, clang-a-langing. "I know, I know, oh, oh, oh." ACOK, Prologue

 

Uno degli elementi ricorrenti nelle profezie di Patchface è la formula introduttiva "under the sea", cioè "sotto il mare". Letteralmente indica l'esperienza tra la vita e la morte vissuta dal giullare, e in base a questa chiave di lettura gli uccelli con le squame della canzone sono i pesci; tuttavia, nel culto del Drowned God le profondità marine rappresentano l'aldilà. Secondo questa interpretazione religiosa, l'espressione "sotto il mare" è traducibile come "nel regno dei morti", inteso non soltanto come l'oltretomba ma anche come il reame di Westeros dilaniato dalla Guerra dei Cinque Re e minacciato dagli Others (Moqorro, infatti, associa il Drowned God al Great Other).

 

Gli uccelli con le squame, pertanto, sono i draghi che voleranno nei cieli durante la seconda Lunga Notte.

 

 

Cita

"In time," Cressen replied. "If the gods are good, they will grant us a warm autumn and bountiful harvests, so we might prepare for the winter to come." The smallfolk said that a long summer meant an even longer winter, but the maester saw no reason to frighten the child with such tales.

 

Patchface rang his bells. "It is always summer under the sea," he intoned. "The merwives wear nennymoans in their hair and weave gowns of silver seaweed. I know, I know, oh, oh, oh." ACOK, Prologue

 

È una profezia delle Nozze Viola. La sirena vestita d'argento è Sansa Stark durante il matrimonio, e gli anemoni viola rappresentano la retina per capelli nella quale era nascosto il cristallo dello Strangolatore, il veleno usato da Olenna Redwyne per uccidere re Joffrey Baratheon.

 

 

Cita

Shireen giggled. "I should like a gown of silver seaweed."

 

"Under the sea, it snows up," said the fool, "and the rain is dry as bone. I know, I know, oh, oh, oh." ACOK, Prologue

 

Il fatto che Patchface stia rispondendo a Shireen significa plausibilmente che la profezia riguarda la bambina. Probabilmente è un riferimento alla tanto ipotizzata morte di Shireen su un rogo accesso da Melisandre: la neve che sale verso l'alto e la pioggia secca come un osso sono rispettivamente la cenere e il fumo che si levano da una fiamma accesa.

 

 

Cita

"I'll see to your breakfast now," Pylos announced. Cressen nodded. "This is the Lady Shireen," he told the raven. The bird bobbed its pale head up and down, as if it were bowing. "Lady," it croaked. "Lady."

 

The child's mouth gaped open. "It talks!"

 

A few words. As I said, they are clever, these birds."

 

"Clever bird, clever man, clever clever fool," said Patchface, jangling. "Oh, clever clever clever fool." ACOK, Prologue

 

Facendo dire a Patchface "buffone perspicace", GRRM ci sta confermando che il giullare ha poteri profetici: dobbiamo prestare attenzione alle sue parole apparentemente insensate, perché è più intelligente di quel che sembra. Non a caso, Melisandre dirà più tardi a proposito di Patchface e Cressen: "Now here is a riddle, A clever fool and a foolish wise man." Cressen non crede alla magia e morirà a causa di ciò.

 

 

Cita

He began to sing. "The shadows come to dance, my lord, dance my lord, dance my lord," he sang, hopping from one foot to the other and back again. "The shadows come to stay, my lord, stay my lord, stay my lord." He jerked his head with each word, the bells in his antlers sending up a clangor. ACOK, Prologue

 

Le ombre che danzano e rimangono hanno un triplice significato: rappresentano le ombre assassine generate da Stannis e Melisandre, gli Others (anche detti "white shadows") e i draghi di Danerys (Drogon è soprannominato "the winged shadow"). In generale, la danza è un concetto spesso associato alla morte in ASOIAF (basti pensare alla Danza dei Draghi).

 

Cita

Cressen made his way toward the raised platform where the lords sat with the king. He had to step wide around Patchface. Dancing, his bells ringing, the fool neither saw nor heard his approach. As he hopped from one leg to the other, Patchface lurched into Cressen, knocking his cane out from under him. They went crashing down together amidst the rushes in a tangle of arms and legs, while a sudden gale of laughter went up around them. No doubt it was a comical sight.

 

Patchface sprawled half on top of him, motley fool's face pressed close to his own. He had lost his tin helm with its antlers and bells. "Under the sea, you fall up," he declared. "I know, I know, oh, oh, oh." Giggling, the fool rolled off, bounded to his feet, and did a little dance. ACOK, Prologue

 

In questo caso Patchface sta profetizzando la morte di maester Cressen: ciò che cade verso l'alto è un cadavere che galleggia in mezzo all'acqua, ma anche gli wights che si rialzano non appena rianimati dagli Others.

 

 

Cita

Patchface was capering about as the maester made his slow way around the table to Davos Seaworth. "Here we eat fish," the fool declared happily, waving a cod about like a scepter. "Under the sea, the fish eat us. I know, I know, oh, oh, oh." ACOK, Prologue

 

Letteralmente, nel mare sono i pesci che divorano i corpi delle persone; metaforicamente parlando, invece, i pesci sono i draghi (gli uccelli squamati) e gli Others (vedremo dopo perché) che portano morte e distruzione.

 

 

Cita

"Yes," Lady Selyse agreed. "Patches's helm. It suits you well, old man. Put it on again, I command you."

 

"Under the sea, no one wears hats," Patchface said. "I know, I know, oh, oh, oh." ACOK, Prologue

 

Se ipotizziamo che i cappelli rappresentino le corone, Patchface ci sta anticipando la moria di sovrani che accadrà durante la Guerra dei Cinque Re e la nuova Lunga Notte. Nessuno di questi porterà una corona perché saranno tutti vittime di un tragico destino.

 

 

Cita

Stannis Baratheon strode forward like a soldier marching into battle. His squires stepped up to attend him. Davos watched as his son Devan pulled a long padded glove over the king's right hand. The boy wore a cream-colored doublet with a fiery heart sewn on the breast. Bryen Farring was similarly garbed as he tied a stiff leather cape around His Grace's neck. Behind, Davos heard a faint clank and clatter of bells. "Under the sea, smoke rises in bubbles, and flames burn green and blue and black," Patchface sang somewhere. "I know, I know, oh, oh, oh." ACOK, Davos I

 

Questa profezia è udita da Davos Seaworth e rappresenta la distruzione della flotta di Stannis causata dall'esplosione di wildfire durante la Battaglia delle Acque Nere.

 

 

Cita

When the fool saw Davos, he jerked to a sudden halt, the bells on his antlered tin helmet going ting-a-ling, ting-a-ling. Hopping from one foot to the other, he sang, "Fool's blood, king's blood, blood on the maiden's thigh, but chains for the guests and chains for the bridegroom, aye aye aye." Shireen almost caught him then, but at the last instant he hopped over a patch of bracken and vanished among the trees. The princess was right behind him. The sight of them made Davos smile. ASOS, Davos II

 

È una descrizione accurata delle future Nozze Rosse: il sangue di buffone e quello di re sono le morti di Aegon Frey e Robb Stark, il sangue sulla coscia della vergine indica la messa a letto di Roslin Frey; le catene per gli ospiti e lo sposo rappresentano la prigionia degli uomini fedeli a Robb nonché di Edmure Tully.

 

 

Cita

At the top of the steps Davos heard a soft jingle of bells that could only herald Patchface. The princess's fool was waiting outside the maester's door for her like a faithful hound. Dough-soft and slump-shouldered, his broad face tattooed in a motley pattern of red and green squares, Patchface wore a helm made of a rack of deer antlers strapped to a tin bucket. A dozen bells hung from the tines and rang when he moved . . . which meant constantly, since the fool seldom stood still. He jingled and jangled his way everywhere he went; small wonder that Pylos had exiled him from Shireen's lessons. "Under the sea the old fish eat the young fish," the fool muttered at Davos. He bobbed his head, and his bells clanged and chimed and sang. "I know, I know, oh oh oh."

 

"Up here the young fish teach the old fish," said Davos, who never felt so ancient as when he sat down to try and read. It might have been different if aged Master Cressen had been the one teaching him, but Pylos was young enough to be his son. ASOS, Davos V

 

In questo caso Patchface riesce addirittura a leggere nella mente di Davos, rispondendo a un suo pensiero sui maester Cressen e Pylos. Poiché questa filastrocca è di poco successiva al Red Wedding, il pesce vecchio che mangia quello giovane rappresenta la sconfitta dei giovani Robb Stark ed Edmure Tully (il simbolo della casata di Riverrun è una trota) a opera dei vecchi Tywin Lannister e Walder Frey.

 

 

Cita

"In the dark the dead are dancing." Patchface shuffled his feet in a grotesque dance step. "I know, I know, oh oh oh." At Eastwatch someone had sewn him a motley cloak of beaver pelts, sheepskins, and rabbit fur. His hat sported antlers hung with bells and long brown flaps of squirrel fur that hung down over his ears. Every step he took set him to ringing. ADWD, Jon IX

 

I morti danzanti altro non sono che gli wights controllati dagli Others.

 

 

Cita

Ser Malegorn offered his arm, and Queen Selyse took it stiffly. Her other hand settled on her daughter's shoulder. The royal ducklings fell in behind them as they made their way across the yard, marching to the music of the bells on the fool's hat. "Under the sea the mermen feast on starfish soup, and all the serving men are crabs," Patchface proclaimed as they went. "I know, I know, oh, oh, oh." ADWD, Jon X

 

La filastrocca descrive il complotto di Casa Manderly e Davos: i tritoni rappresentano i Manderly; la stella marina è Davos (la forma della stella è simile a quella della mano mutilata del Cavaliere delle Cipolle); i granchi sono il simbolo di Casa Borrell, la quale ha consentito a Davos di raggiungere White Harbor; la zuppa è un riferimento al Sister's stew, lo stufato mangiato da Godric Borrell e Davos.

 

 

Cita

They found Her Grace sewing by the fire, whilst her fool danced about to music only he could hear, the cowbells on his antlers clanging. "The crow, the crow," Patchface cried when he saw Jon. "Under the sea the crows are white as snow, I know, I know, oh, oh, oh." Princess Shireen was curled up in a window seat, her hood drawn up to hide the worst of the greyscale that had disfigured her face. ADWD, Jon XI

 

Questa profezia riguarda Jon Snow: il giullare inizia a cantare quando vede il Lord Comandante e, per giunta, il corvo bianco come la neve è un riferimento al suo cognome e al suo ruolo di Guardiano della Notte. L'associazione tra Jon Snow e il fondo del mare, ossia la morte, è un'anticipazione del suo assassinio messo in atto dai propri confratelli.

 

 

Cita

The bells on his hat rang. "Away, away," the fool sang. "Come with me beneath the sea, away, away, away." He took the little princess by one hand and drew her from the room, skipping. ADWD, Jon XI

 

Patchface che invita Shireen a scendere nel mare con lui indica che entrambi i personaggi saranno destinati a morire, probabilmente insieme.

 

 

Cita

The queen’s nostrils flared. “You still mean to ride to Hardhome. I see it on your face. Let them die, I said, yet you will persist in this mad folly. Do not deny it.”

 

“I must do as I think best. With respect, Your Grace, the Wall is mine, and so is this decision.”

 

“It is,” Selyse allowed, “and you will answer for it when the king returns. And for other decisions you have made, I fear. But I see that you are deaf to sense. Do what you must.”
 

Up spoke Ser Malegorn. “Lord Snow, who will lead this ranging?”

 

"Are you offering yourself, ser?"

 

"Do I look so foolish?"

 

Patchface jumped up. "I will lead it!" His bells rang merrily. "We will march into the sea and out again. Under the waves we will ride seahorses, and mermaids will blow seashells to announce our coming, oh, oh, oh." ADWD, Jon XIII

 

Un'allegoria degli Others: marciare dentro e fuori dal mare significa morire e poi essere rianimati come wights, mentre le sirene che suonano le conchiglie sono i Guardiani della Notte che annunciano l'arrivo degli Others soffiando tre volte nei loro corni. Il fatto che Patchface dica che sarà lui a guidare la spedizione è un ulteriore presagio della morte del giullare.

 

 

Cita

"Sers." Jon inclined his head to the knights in question. "May you find happiness with your betrothed."

 

"Under the sea, men marry fishes." Patchface did a little dance step, jingling his bells. "They do, they do, they do." ADWD, Jon XIII

 

Gli uomini che sposano i pesci sono probabilmente un'allegoria degli wights: il matrimonio rappresenta il legame fra i morti e gli Others, cioè i pesci in questo caso.

 

 

Cosa accadrà in futuro a Patchface?

 

 

Un'ipotesi, condivisa da Egg della Cittadella in questo video, è che la visione di Melisandre in cui avverte Patchface come un pericolo potrebbe essere un riferimento al rogo in cui Shireen verrà sacrificata a R'hllor. Il giullare, affezionato alla principessina, forse cercherà di impedire la sua uccisione oppure di vendicarla dopo la morte (rappresentata dai teschi), aggredendo la Strega Rossa con le unghie e con i denti (la bocca insanguinata), e proprio in questa circostanza egli perderà la vita a sua volta.

 

Un'altra tesi interessante è quella secondo cui Patchface, scoccando un bacio a Shireen, verrà contagiato dal riacutizzarsi del morbo grigio che affliggeva la bambina e farà da diffusore della malattia nel Nord.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 20
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Jacaerys Velaryon changed the title to TWOW – Le canzoni di Patchface: analisi completa

Per me i poteri di Patchface derivano dalla weirwood net, che è strettamente collegata al culto del Drowned God. 

 

Nascondo questa parte che è un po' off topic rispetto all'argomento Patchface ma necessaria per spiegare brevemente il rapporto tra la rete degli alberi diga e il dio abissale.

Spoiler

Ritengo che la religione degli uomini di ferro sia un mix ed un retaggio del remoto passato: i cataclismi marini che hanno devastato Pyke in epoca ignota (probabilmente causati da una pioggia di meteoriti al tempo della Lunga Notte originale) e l'immenso potere degli alberi diga (da cui molto probabilmente derivano gli estranei, quindi tutta la leggenda del Night King che è quasi sicuramente contemporanea alla Lunga Notte). Cito solo un esempio, vale a dire la leggenda più famosa degli Ironborn, il Grey King che uccide Nagga. Stando alla leggenda il Re Grigio avrebbe ucciso il drago marino Nagga e poi costruito una grande sala con le sue ossa, riscaldata dal fuoco del mostro. Con le ossa di Nagga si sarebbe creato pure un trono ed una corona. Ma poiché i resti di questa grande sala a Old Wyk sono in realtà tronchi di albero diga ormai fatti pietra un'interpretazione plausibile di questa leggenda è che tale Grey King sia sopravvissuto ad una tempesta/cataclisma e giunto alle Isole di Ferro su un vascello costruito in legno di albero diga, e dalla rete degli alberi diga avrebbe ottenuto il suo potere di vivere per 10000 anni, come i greenseers che vivono molto più a lungo degli uomini (The Grey King also taught men to weave nets and sails and carved the first longship from the hard pale wood of Ygg, a demon tree who fed on human flesh, TWOIAF). Avremmo quindi il furto di un potere non destinato agli uomini, cioè il fuoco degli dei (Prometeo)/il fuoco di Nagga che riscalda la sala a Old Wyk e soprattutto un trono di albero diga, cosa che lo renderebbe un greenseer. Guarda caso c'è una località che fa parte della Foresta del Lupo, Sea Dragon Point, piena di passaggi sotterranei (come la caverna di Bloodraven dove vivono i figli della foresta) ed ideale per costruire barche per la sua vegetazione. Questo luogo è stato pure possesso degli uomini di ferro (...) ed è anche dove risiedeva il Warg King con i suoi alleati, i figli della foresta, uccisi da qualche antico Stark. Mi fermo qui (ci sarebbe da citare l'intero capitolo The Wayward Bride di ADWD) ma spero si sia più o meno capito il legame, ci sono tantissimi altri passaggi nel testo che evidenziano il rapporto tra gli uomini di ferro e gli alberi diga. Più in generale è presentissimo anche il concetto di green sea come allusione alla weirwood net.

 

Tornando a Patchface, la sua descrizione rimanda completamente al potere della weirwood net:

a) indossa un secchio a cui sono attaccate delle corna, elemento tipico dei greenseers (come ad esempio Garth mano verde)
b) le sue macchie sono rosse e verdi, cioè i colori degli occhi dei greenseers
c) nella lettera di Steffon Baratheon si può vagamente notare una somiglianza tra la descrizione del giullare e i figli della foresta (Only a boy, yet nimble as a monkey and witty as a dozen courtiers. He juggles and riddles and does magic, and he can sing prettily in four tongues). Così come i figli della foresta che appunto sono piccoli, conoscono la magia e cantano la canzone della terra in una lingua diversa da quella degli uomini.
d) più generalmente Patchface rimanda alla figura di Santa Klaus (e non solo per "oh oh oh"). Infatti Klaus nella mitologia nordica è un oscuro dio dei boschi munito di corna, una variante dell'Holly King. Questa figura è la personificazione dell'inverno, rappresentato dal colore grigio, ed il suo opposto è l'Oak King, la personificazione dell'estate dal colore verde. In ASOIAF abbiamo entrambe queste due figure: Gart Greenhand ed il Barrow King. Garth è associato al colore verde, rappresenta la fertilità, l'estate ed i suoi discendenti Gardener usavano un trono scavato in una quercia (oak), mentre il Barrow King è il re dei tumuli, collegato alla morte ed all'inverno del Nord. Entrambi vengono considerati da fonti diverse come i primi re dei primi uomini, perché sono mitologicamente due facce diverse della stessa medaglia. L'Oak King (Garth) muore all'arrivo dell'inverno per lasciare spazio all'Holly King (Barrow King) per poi rinascere in primavera. Queste due figure sono entrambe collegate ai primi uomini e ai figli della foresta, quindi la weirwood net, evidenziando quindi i rimandi che Patchface ha con gli alberi diga. Se poi sostituiamo all'Holly King il Grey King degli uomini di ferro è facile collegare ulteriormente la rete degli alberi diga al dio abissale.

3 ore fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

 

 

Cita

The queen’s nostrils flared. “You still mean to ride to Hardhome. I see it on your face. Let them die, I said, yet you will persist in this mad folly. Do not deny it.”

 

“I must do as I think best. With respect, Your Grace, the Wall is mine, and so is this decision.”

 

“It is,” Selyse allowed, “and you will answer for it when the king returns. And for other decisions you have made, I fear. But I see that you are deaf to sense. Do what you must.”
 

Up spoke Ser Malegorn. “Lord Snow, who will lead this ranging?”

 

"Are you offering yourself, ser?"

 

"Do I look so foolish?"

 

Patchface jumped up. "I will lead it!" His bells rang merrily. "We will march into the sea and out again. Under the waves we will ride seahorses, and mermaids will blow seashells to announce our coming, oh, oh, oh." ADWD, Jon XIII

Expand  

 

Simbolicamente qui un'interpretazione è che una horned figure come Macchia si propone come capo di una spedizione nelle terre dell'inverno, che porterebbe prima alla morte e poi alla rinascita (into the sea and out again), così come l'Oak King fa ogni anno.

 

In generale penso anche io che con "under the sea" Patchface intenda la morte e/o la weirwood net (che infatti sono strettamente legate). Come abbia ottenuto la greensight come Jojen non lo saprei dire con precisione, può essere che Bloodraven lo abbia contattato quando era più morto che vivo così come ha fatto con Bran.

 

Piccola parentesi: anche Macchia dopo la morte è tornato in vita molto diverso da come era prima, così come successo a Catelyn, Beric, Coldhands e anche Aerion. Anche Jon sarà molto diverso da quello che conosciamo.

Link to post
Share on other sites

In pratica il culto del Drowned God rappresenta il "lato oscuro" della religione degli Old Gods, la sua variante ctonia e lovecraftiana: anziché vita e prosperità, i suoi temi dominanti sono la morte, il mondo sotterraneo e sottomarino e il legame con i Deep Ones (forse potremmo definire gli uomini pesce dei "metamorfi acquatici").

 

La cosa interessante di Patchface è che, essendo originario di Volantis, non ha sangue dei First Men e quindi non può essere un vero e proprio greenseer. A mio parere, il suo talento vaticinatorio non è innato ma acquisito: si tratta di un caso eccezionale dovuto al fatto che il giullare è stato fra la vita e la morte nonché forse in contatto con gli ultimi Deep Ones. Un po' come Jaime che dorme presso un weirwood in ASOS, ma anche i vari personaggi resuscitati, Patchface è diventato un recipiente involontario di un potere magico. Non è neanche da escludere, in effetti, che Bloodraven sia in qualche modo coinvolto: in tal caso Patchface sarebbe il secondo allievo del Three-eyed Crow, dopo Euron Greyjoy e prima di Jojen Reed e Bran Stark.

Link to post
Share on other sites

La ricostruzione di Jacaerys è come al solito ottima, ma non riesco a capire come abbia fatto Macchia a diventare una sorta di profeta involontario di varie sciagure future, e che ruolo possa avere (semplice anticipatore o un ruolo attivo?).

Riguardo le varie ipotesi date sempre da Jacaerys

 

2 ore fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

A mio parere, il suo talento vaticinatorio non è innato ma acquisito: si tratta di un caso eccezionale dovuto al fatto che il giullare è stato fra la vita e la morte nonché forse in contatto con gli ultimi Deep Ones. Un po' come Jaime che dorme presso un weirwood in ASOS, ma anche i vari personaggi resuscitati, Patchface è diventato un recipiente involontario di un potere magico. Non è neanche da escludere, in effetti, che Bloodraven sia in qualche modo coinvolto: in tal caso Patchface sarebbe il secondo allievo del Three-eyed Crow, dopo Euron Greyjoy e prima di Jojen Reed e Bran Stark.

 

la possibilità che Macchia sia rimasto a contatto con i Deep Ones durante il suo naufragio è possibile ma immagino non avremo mai la controprova, visto che i Deep Ones sono solo una fonte di speculazione in ASOIAF e TWOIAF. Riguardo invece la possibilità che Macchia sia un allievo mancato di Bloodraven, ci credo meno anche perché vorrebbe dire che Bloodraven è veramente inetto a trovare allievi adatti, visto il fallimento clamoroso con Euron (teoria quest'ultima in cui invece credo).

Link to post
Share on other sites

Probabilmente "allievo" non è il termine corretto, perché Patchface non ha sangue dei First Men o degli Ironborn. Forse Patchface è entrato in contatto con Bloodraven, oppure con qualche altra entità magica, durante la sua esperienza di pre-morte, e quando si è ripreso è diventato un profeta involontario. È una situazione paragonabile più a quella di Beric che a quella degli skinchanger.

Link to post
Share on other sites

In ogni caso c'è un altro dettaglio poco chiaro su Macchia: Cressen nel prologo di ACOK ricorda distintamente che una persona della corte dei Baratheon (non ricordo il nome, chiedo venia) giurava che Macchia fosse freddo come un cadavere prima che si rianimasse. Come si accordo ciò con l'esperienza pre-morte da te citata?

Link to post
Share on other sites

Ottima considerazione. Cito la parte cui fai riferimento:

 

Cita
It saddened Cressen to remember that letter. No one had ever taught Stannis how to laugh, least of all the boy Patchface. The storm came up suddenly, howling, and Shipbreaker Bay proved the truth of its name. The lord's two-masted galley Windproud broke up within sight of his castle. From its parapets his two eldest sons had watched as their father's ship was smashed against the rocks and swallowed by the waters. A hundred oarsmen and sailors went down with Lord Steffon Baratheon and his lady wife, and for days thereafter every tide left a fresh crop of swollen corpses on the strand below Storm's End.
 
The boy washed up on the third day. Maester Cressen had come down with the rest, to help put names to the dead. When they found the fool he was naked, his skin white and wrinkled and powdered with wet sand. Cressen had thought him another corpse, but when Jommy grabbed his ankles to drag him off to the burial wagon, the boy coughed water and sat up. To his dying day, Jommy had sworn that Patchface's flesh was clammy cold.
 
No one ever explained those two days the fool had been lost in the sea. The fisherfolk liked to say a mermaid had taught him to breathe water in return for his seed. Patchface himself had said nothing. The witty, clever lad that Lord Steffon had written of never reached Storm's End; the boy they found was someone else, broken in body and mind, hardly capable of speech, much less of wit. Yet his fool's face left no doubt of who he was. It was the fashion in the Free City of Volantis to tattoo the faces of slaves and servants; from neck to scalp the boy's skin had been patterned in squares of red and green motley. ACOK, Prologue

 

Questo passaggio suggerisce che il giullare non abbia semplicemente oscillato fra la vita e la morte, ma che sia effettivamente morto e poi resuscitato perdendo la propria identità e l'equilibrio mentale, come è capitato a Lady Stoneheart. Il popolino, inoltre, sostiene che i Deep Ones abbiano avuto un ruolo nella risurrezione (il seme in cambio del respiro è un classico esempio di sacrificio di sangue, ossia di energia vitale). Dopo gli ice wight e i fire wight, abbiamo Patchface lo water wight.

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

In pratica il culto del Drowned God rappresenta il "lato oscuro" della religione degli Old Gods, la sua variante ctonia e lovecraftiana: anziché vita e prosperità, i suoi temi dominanti sono la morte, il mondo sotterraneo e sottomarino e il legame con i Deep Ones (forse potremmo definire gli uomini pesce dei "metamorfi acquatici").

Sì, io lo intendo un culto ancora più oscuro di una religione molto oscura già di per sè. Tra l'altro la leggenda del Grey King è molto simile a quella di Durran Godsgrief (ed entrambi hanno grandi legami con gli alberi), non a caso nella religione degli uomini di ferro l'opposto del Drowned God è lo Storm God. Personalmente penso che possa essere la stessa storia con le stesse persone coinvolte, poi diversificata e mitizzata nel tempo in base al contesto culturale.

 

 

3 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Riguardo invece la possibilità che Macchia sia un allievo mancato di Bloodraven, ci credo meno anche perché vorrebbe dire che Bloodraven è veramente inetto a trovare allievi adatti, visto il fallimento clamoroso con Euron (teoria quest'ultima in cui invece credo).

In verità in Bran III AGOT veniamo a conoscenza di un migliaio di sognatori che, al contrario di Bran, non sono riusciti a volare.

Cita

Bran looked down. There was nothing 

below him now but snow and cold and death, a frozen wasteland where jagged blue white spires of ice waited to embrace him. They flew up at him like spears. He saw the 

bones of a thousand other dreamers impaled upon their points. He was desperately 

afraid.

[...]

"I'm flying!" he cried out in delight.

I've noticed, said the three-eyed crow.

Che questo migliaio di potenziali allievi sia effettivamente morto o no non lo sappiamo per certo, può essere che siano sopravvissuti ma "spezzati". Come appunto Euron e Jojen, o potenzialmente anche Macchia.

Dalla reazione del corvo sembra anche lui sorpreso che Bran sia riuscito a volare (I've noticed è in corsivo nel testo originale). Tecnicamente ha anche senso che Bloodraven stia provando a cercare qualcuno da diverso tempo, poiché nel momento in cui Bran viene contattato per la prima volta gli Estranei hanno già ucciso diversi confratelli dei Guardiani della Notte. 

Link to post
Share on other sites

Avevo dimenticato il pezzo postato da Casey. Certo che se Bloodraven avesse condizionato anche Macchia sarebbe veramente uno dei personaggi involontariamente più negativi della saga, visto che Euron porterà caos e distruzione e Macchia potrebbe rendersi protagonista di situazioni molto oscure.

Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

Magari la maggioranza dei sognatori impalati appartiene a epoche passate. Comunque, a sensazione direi che i poteri di Patchface sono di origine diversa dal Three-eyed Crow, è una magia più legata al Drowned God che agli Old Gods.

Anche perché sennò, a parte Rhollor, tutta la parte Magica sarebbe riconducibile agli Antichi dei che sono certamente importanti ma non penso fino al punto di ricomprendere anche Dio Abissale e Dio della tempesta che magari hanno delle proprie peculiarità. 

Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Metamorfo ha scritto:

Avevamo fatto un pò di fantasiose ipotesiì

 

Un'altra ipotesi fantasiosa che mi è venuta in mente adesso: se Macchia fosse una "creatura" di Bran alla

Spoiler

Hodor

?

 

Ci sarebbero similitudini tra i due: 

Spoiler

due ragazzi intelligenti che diventano dei "semplici" per un trauma provocate dal giovane Stark.

Per qualche motivo, Bran potrebbe aver tentato di controllare Macchia o permesso alla sua mente di vagare nel mare del tempo finchè non si è persa. La differenza con Hodor sarebbe che Macchia ricorda parte di quanto visto (o visto da Bran) nelle sue visioni del passato e del futuro, anche se in maniera distorta ed enigmatica.

 

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

In ogni caso c'è un altro dettaglio poco chiaro su Macchia: Cressen nel prologo di ACOK ricorda distintamente che una persona della corte dei Baratheon (non ricordo il nome, chiedo venia) giurava che Macchia fosse freddo come un cadavere prima che si rianimasse. Come si accordo ciò con l'esperienza pre-morte da te citata?

Anche non fosse effettivamente morto so potrebbe tranquillamente spiegare come ipotermia, normale se ti ripescano dopo ore passate in mare. 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,834
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    ros
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      15,948
    • Total Posts
      733,060
×
×
  • Create New...