Jump to content

TWOW – Shadrich, Morgarth e Byron: uno strano trio per Sansa Stark


Recommended Posts

Fonte: Shadrich, Morgarth and Byron – Mythological Weave of Ice & Fire (sweeticeandfiresunray.com)

 

La seguente teoria, pubblicata in origine da Blue-Eyed Wolf nel 2017, fa parte di quella categoria di ipotesi su ASOIAF che si potrebbero etichettare come "apparentemente incredibili, ma in realtà verosimili". Recentemente è stata citata a più riprese dal canale YouTube Il Podcast del Ghiaccio e del Fuoco, anche se "a spezzoni".

 

La lunga tesi, qui in versione il più possibile ridotta e rielaborata (anche con l'aggiunta di riflessioni personali, ad esempio la sezione su Rohanne Webber), afferma nientepopodimeno che: Shadrich, Morgarth e Byron, i tre cavalieri erranti al soldo di Petyr Baelish che incontriamo in AFFC, sono in realtà Howland Reed, l’Elder Brother di Quiet Isle e Sandor Clegane. Howland ha lasciato Greywater Watch per andare in soccorso di Sansa Stark, l'ultima figlia legittima apparentemente in vita di Ned Stark, ha pedinato Brienne Tarth fino a Quiet Isle e lì ha stretto un sodalizio con l'Elder Brother e Sandor (nei panni del Gravedigger) per trovare e aiutare la ragazza.

 

Detta così, la teoria sembra un'assurdità, ma nei successivi quattro paragrafi vedremo perché ha grosse chance di essere veritiera.

 

Innanzitutto, ricordiamo in estrema sintesi chi sono i protagonisti della teoria:

 

Ser Shadrich of the Shady Glen: detto The Mad Mouse, è un cavaliere al servizio del mercante Hibald ed è interessato alla taglia che Varys ha messo su Sansa Stark; in seguito si unisce alla corte di Littlefinger.

Ser Morgarth e Ser Byron: detti rispettivamente The Merry e The Beautiful, sono cavalieri erranti che affiancano Shadrich.

Howland Reed: è il lord a capo dei Crannogmen, nonché fedele alfiere e amico di Ned Stark; la sua attuale posizione è ignota.

Elder Brother: è il capo del monastero di Quiet Isle, nelle Riverlands, nonché un ex cavaliere, sfuggito miracolosamente alla morte e divenuto uomo di fede per espiare i suoi peccati compiuti in guerra.

Sandor Clegane: soprannominato The Hound, Il Segugio (nell'adattamento italiano "Il Mastino") è l'ex guardia personale di Joffrey Baratheon. Personaggio dall'animo tormentato (è stato sfregiato dal fratello Gregor in giovane età), è apparentemente morto a Quiet Isle al termine del suo viaggio con Arya Stark nelle Riverlands (in realtà dovrebbe essere ancora vivo, nei panni del Gravedigger). Malgrado il suo cinismo, ha dimostrato di provare affetto e senso di protezione nei confronti di Sansa Stark, e la stessa Sansa è l’unica persona che ha avuto compassione per lui. Il tenero e al tempo stesso drammatico  legame fra Sandor e Sansa è stato soprannominato SanSan dai fan di ASOIAF.

 

 

Parte I – Shadrich è Howland Reed

 

 

Il nome di Shadrich

 

GRRM non sceglie mai casualmente i nomi dei personaggi di ASOIAF: nel caso specifico, il nome Shadrich è probabilmente un riferimento ai personaggi biblici di Shadrach, Meshach e Abednego, la cui storia è narrata nel Libro di Daniele.

 

Un breve riassunto: i tre ebrei, i cui veri nomi erano Anania, Misaele e Azaria vennero nominati funzionari da Nabucodonosor, il re di Babilonia. Un giorno il sovrano costruì una statua e ordinò ai suoi sudditi di prostrarsi davanti ad essa, pena la morte, ma il trio si rifiutò di farlo. Quando, però, i tre ebrei vennero gettati in una fornace ardente, essi furono protetti da Dio per la loro fedeltà e accompagnati fuori dalla fornace da una quarta figura, un angelo.

 

Se quindi i tre uomini di Littlefinger sono ispirati ai tre eroi ebraici, possiamo elaborare un interessante parallelismo fra il trio del Libro di Daniele e il futuro del trio di cavalieri in The Winds of Winter:

 

1) Chi sono? 

LDD: Tre uomini sotto falso nome seguaci del dio Yahweh; un re accoglie il trio come servitori nella propria corte e in seguito diventa per loro una minaccia.

TWOW: Tre cavalieri che non sono chi dicono di essere, legati a entità magico-divine (aspetto che approfondiremo nel corso dell'analisi); il Lord Protettore della Valle Littlefinger li ha assoldati ma non sa che diverranno suoi avversari.

2) Che ruolo hanno?

LDD: Testimonianza di fede verso il dio ebraico e contro il sovrano babilonese; soccorso provvidenziale da parte di una figura angelica e conseguente sconfitta del monarca.

TWOW: La missione del trio martiniano sarà speculare a quella biblica, ossia consisterà in salvare la “donna angelo” Sansa, celata sotto l'identità di Alayne Stone, dalle grinfie di Littlefinger.

 

Il presunto luogo di origine di Shadrich, Shady Glen, è altrettanto interessante: il nome letteralmente vuol dire “valle ombrosa”, ed ha un significato identico a quello di Duskendale, la città verso cui Brienne si stava dirigendo quando incontra Shadrich per la prima volta. Duskendale è famosa per la Rivolta avvenuta durante il regno di Aerys II: in quell’occasione Barristan Selmy fu protagonista di una missione di salvataggio in cui liberò il re prigioniero dei Darklyn, missione che iniziò e si concluse durante due ore del lupo. Coincidenza curiosa...

 

 

Il cavallo e lo stemma di Shadrich

 

Cita

"Oh, these three are nought to fear." Ser Shadrich was a wiry, fox-faced man with a sharp nose and a shock of orange hair, mounted on a rangy chestnut courser. Though he could not have been more than five foot two, he had a cocksure manner. "The one is old, t'other fat, and the big one is a woman. Let them come.” (Brienne I, AFFC)

 

Brienne nota che Ser Shadrich cavalca un corsiero castano. Guarda caso, Sansa cavalca un corsiero dello stesso colore in ACOK, e Sandor monta su di esso per salvare la ragazza durante la rivolta del pane di King’s Landing. Inoltre, cavalcano corsieri simili un alleato degli Stark come Brynden Tully, e un aiutante di Brienne, a sua volta dalla parte degli Stark, come Hyle Hunt. Dato che GRRM associa spesso le caratteristiche dei cavalli alle personalità dei loro cavalieri, è naturale pensare che anche Shadrich sia un personaggio amico degli Stark.

 

Cita

Ser Shadrich of the Shady Glen. Some call me the Mad Mouse." He turned his shield to show her his sigil, a large white mouse with fierce red eyes, on bendy brown and blue. "The brown is for the lands I've roamed, the blue for the rivers that I've crossed. The mouse is me."

"And are you mad?"

"Oh, quite. Your common mouse will run from blood and battle. The mad mouse seeks them out.” (Brienne I, AFFC)

 

Il "topo bianco con occhi rossi" sullo scudo di Shadrich richiama subito alla mente i volti dei weirwood, e gli occhi rossi sono associati solitamente a maghi come Bloodraven e Melisandre. È un elemento alquanto insolito per un ser dato che la cultura cavalleresca è legata al sud di Westeros, mentre gli weirwood e gli Old Gods sono venerati principalmente al nord. E se Shadrich fosse un uomo del Nord che finge di essere un cavaliere?

 

Il soprannome di Shadrich, Topo Pazzo, presenta inoltre un'analogia di natura paradossale con l'Albero che Ride, l'identità fittizia adottata probabilmente da Lyanna Stark durante il Torneo di Harrenhal della Falsa Primavera. Così come Shadrich si autodefinisce "pazzo" in quanto topo che cerca il sangue anziché evitarlo, l'albero ridente è un'anomalia poiché le facce dei weirwood sono tradizionalmente serie e minacciose (e l'abilità da cavallerizza di Lyanna era inconsueta per una donna). Fra l'altro, nei pressi di Harrenhal c'è l'Isle of Faces, la maggiore sede di weirwood nel sud del continente, e Howland è famoso per aver visitato l’isola.

 

Ma i riferimenti agli Stark e a Harrenhal, che attualmente (non scordiamolo) è la sede ufficiale di Littlefinger, non sono finiti. Passiamo ora alle anticipazioni di TWOW:

 

Cita

“Will you be seeking wings?” the Royce girl said.

“A mouse with wings would be a silly sight.”

“Perhaps you will try the melee instead?” Alayne suggested. The melee was an afterthought, a sop for all the brothers, uncles, fathers, and friends who had accompanied the competitors to the Gates of the Moon to see them win their silver wings, but there would be prizes for the champions, and a chance to win ransoms.

“A good melee is all a hedge knight can hope for, unless he stumbles on a bag of dragons. And that’s not likely, is it?” (Alayne I, TWOW)

 

Innanzitutto si evince che Shadrich non è un cavaliere da tornei (tenete a mente questo dettaglio per dopo), e, cosa interessante, egli usa l'espressione "topo con le ali": in alcune lingue il pipistrello è definito per l'appunto un "topo volante", e ben due delle casate di Harrenhal, Lothston e Whent (quest'ultima imparentata con gli Stark) hanno pipistrelli sullo stemma. Per giunta Sansa è associata due volte in ASOS ai pipistrelli:

 

Cita

Tyrion scarce touched his food, Sansa noticed, though he drank several cups of the wine. For herself, she tried a little of the Dornish eggs, but the peppers burned her mouth. Otherwise she only nibbled at the fruit and fish and honeycakes. Every time Joffrey looked at her, her tummy got so fluttery that she felt as though she'd swallowed a bat. (Sansa IV, ASOS)

 

Cita

"I forgot, you've been hiding under a rock. The northern girl. Winterfell's daughter. We heard she killed the king with a spell, and afterward changed into a wolf with big leather wings like a bat, and flew out a tower window. But she left the dwarf behind and Cersei means to have his head." (Arya XIII, ASOS)

 

Un altro animale simile a un topo volante, infine, è lo scoiattolo, capace di planare fra gli alberi, e una delle abilità dei crannogmen è proprio quella di volare attraverso di essi (e pure Arya Stark, come osserveremo dopo, è associata a questo animale):

 

Cita

The gods give many gifts, Bran. My sister is a hunter. It is given to her to run swiftly, and stand so still she seems to vanish. She has sharp ears, keen eyes, a steady hand with net and spear. She can breathe mud and fly through trees. I could not do these things, no more than you could. To me the gods gave the green dreams, and to you . . . you could be more than me, Bran. You are the winged wolf, and there is no saying how far and high you might fly... if you had someone to teach you. How can I help you master a gift I do not understand? We remember the First Men in the Neck, and the children of the forest who were their friends… but so much is forgotten, and so much we never knew. (Bran I, ASOS)

 

 

L'aspetto di Shadrich

 

Riprendiamo questo passaggio in AFFC citato nella sezione sovrastante:

 

Cita

Ser Shadrich was a wiry, fox-faced man with a sharp nose and a shock of orange hair, mounted on a rangy chestnut courser.

 

E aggiungiamo questo da TWOW:

 

Cita

"We mice are quiet creatures." Ser Shadrich was so short that he might have been taken for a squire, but his face belonged to a much older man. She saw long leagues in the wrinkles at the corner of his mouth, old battles in the scar beneath his ear, and a hardness behind the eyes that no boy would ever have. This was a man grown. Even Randa overtopped him, though. (Alayne I, TWOW)

 

L’arancione brillante dei capelli di Shadrich è un colore senza dubbio inconsueto, a maggior ragione se consideriamo che il cavaliere sembra un uomo maturo, e che quindi dovrebbe avere in teoria dei capelli grigi o bianchi. Lo strano colore potrebbe essere dovuto a una tintura per capelli, e, come sappiamo, tingersi i capelli a Westeros è un’usanza comune per le persone che vogliono occultare la propria vera identità (lo fa la stessa Sansa nella Valle). È da notare, poi, che GRRM usa nella descrizione il termine “shock”, associabile narrativamente a un colpo di scena, e che nei POV di Brienne le arance hanno una valenza positiva, in quanto doni preziosi; per giunta, in Brienne V di AFFC Meribald le scambia per "vongole comuni come il fango", il che ricorda il passaggio di Sansa dalla capigliatura rossa (arancia) a quella marrone (fango).

 

Per quanto concerne il fisico, la piccola statura coincide con la descrizione di Howland Reed, notoriamente basso in quanto crannogman, e le rughe da uomo maturo di Shadrich non fanno che aumentare la possibilità che egli sia proprio il padre di Meera e Jojen. La cosa più interessante, però, è il viso da volpe di Shadrich, animale tradizionalmente associato ai concetti di astuzia e inganno: questo dettaglio, unito all'arancione dei capelli (colore tipicamente volpino) potrebbe essere stato ispirato dalla storia di Renart la Volpe (in inglese, Reynard the Fox) protagonista del ciclo di favole allegoriche medievali Roman de Renart:

 

1) Il castello di Renart si chiama Maleperduis ed è un labirinto atto a confondere i nemici della Volpe; il castello di Howland Reed, Greywater Watch, è addirittura capace di spostarsi e di rendersi introvabile.

2) In una storia, Renart inganna Bruin l’Orso, rubandogli del miele; il cavaliere che sorveglia Sansa nella Valle si chiama Lothor Brune, e il simbolo di Casa Brune è la zampa di un orso.

3) Uno dei personaggi principali del Roman si chiama Ysengrimus ed è un lupo vestito da monaco; in questo caso l’animale simbolo degli Stark è associato al personaggio di Elder Brother (di cui parleremo dopo).

 

 

Le abilità di Shadrich

 

Cita

He was small like all crannogmen, but brave and smart and strong as well. He grew up hunting and fishing and climbing trees, and learned all the magics of my people.

Bran was almost certain he had never heard this story. “Did he have green dreams like Jojen?”

“No,” said Meera, “but he could breathe mud and run on leaves, and change earth to water and water to earth with no more than a whispered word. He could talk to trees and weave words and make castles appear and disappear.”

[...]

“The lad knew the magics of the crannogs,” she continued, “but he wanted more. Our people seldom travel far from home, you know. We’re a small folk, and our ways seem queer to some, so the big people do not always treat us kindly. But this lad was bolder than most, and one day when he had grown to manhood he decided he would leave the crannogs and visit the Isle of Faces.

“No one visits the Isle of Faces,” objected Bran. “That’s where the green men live.”

“It was the green men he meant to find…”

[...]

“He passed beneath the Twins by night so the Freys would not attack him, and when he reached the Trident he climbed from the river and put his boat on his head and began to walk. It took him many a day, but finally he reached the Gods Eye, threw his boat in the lake, and paddled out to the Isle of Faces.” (Bran II, ASOS)

 

Così come un topo pazzo si distingue dai comuni roditori, Howland Reed è diverso da tutti gli altri crannogmen. Non solo conosce tutte le tecniche di caccia e sopravvivenza e la magia del suo popolo, ma è più ambizioso e coraggioso: lascia il Neck da solo, attraversando le Riverlands, per trascorrere un'intera stagione invernale con i Green Men e apprendere i loro segreti. E come abbiamo visto precedentemente, due degli elementi raffigurati sullo stemma di Shadrich sono “le terre e i fiumi attraversati”.

 

Altro punto di contatto fra Howland e Shadrich sta nel non essere cavalieri da tornei:

 

Cita

“[...] I am no tourney knight. I save my valor for the battlefield, woman.” (Brienne I, AFFC)

 

Cita

The lad was no knight, no more than any of his people. We sit a boat more often than a horse, and our hands are made for oars, not lances. (Bran II, ASOS)

 

 

Le intenzioni di Shadrich

 

Apparentemente Shadrich è un tipo poco raccomandabile, ma la realtà è plausibilmente l'opposta: GRRM vuole farci credere che Shadrich sia un personaggio negativo utilizzando il POV di Brienne, il quale è inattendibile. In AFFC, infatti, Brienne mostra uno schema ricorrente di lettura sbagliata delle persone: non capisce che Creighton e Illifer sono falsi cavalieri; ignora più volte che Podrick Payne la sta seguendo a distanza; pensa che Dick Crabb voglia farle del male, salvo poi pentirsene quando viene ucciso; pensa il peggio di Hyle Hunt nonostante lui cerchi di aiutarla e di farsi perdonare per i loro trascorsi negativi. La stessa cosa succede con Shadrich:

 

Cita

“I am searching for my sister.” She dared not mention Sansa’s name, with her accused of regicide. “She is a highborn maid and beautiful, with blue eyes and auburn hair.  Perhaps you saw her with a portly knight of forty years, or a drunken fool.”

“The roads are full of drunken fools and despoiled maidens. As to portly knights, it is hard for any honest man to keep his belly round when so many lack for food . . . though your Ser Creighton has not hungered, it would seem.”

[...]

Ser Shadrich laughed. “Oh, I doubt that, but it may be that you and I share a quest. A little lost sister, is it? With blue eyes and auburn hair?” He laughed again. “You are not the only hunter in the woods. I seek for Sansa Stark as well.”

Brienne kept her face a mask, to hide her dismay. “Who is this Sansa Stark, and why do you seek her?“

“For love, why else?”

She furrowed her brow. “Love?”

“Aye, love of gold. Unlike your good Ser Creighton, I did fight upon the Blackwater, but on the losing side. My ransom ruined me. You know who Varys is, I trust? The eunuch has offered a plump bag of gold for this girl you’ve never heard of. I am not a greedy man. If some oversized wench would help me find this naughty child, I would split the Spider’s coin with her.”

“I know no Sansa Stark,” she insisted. “I am searching for my sister, a highborn girl...”

“...with blue eyes and auburn hair, aye. Pray, who is this knight who travels with your sister? Or did you name him fool?” Ser Shadrich did not wait for her answer, which was good, since she had none. “A certain fool vanished from King’s Landing the night King Joffrey died, a stout fellow with a nose full of broken veins, one Ser Dontos the Red, formerly of Duskendale. I pray your sister and her drunken fool are not mistaken for the Stark girl and Ser Dontos. That could be most unfortunate.” He put his heels into his courser and trotted on ahead. (Brienne I, AFFC)

 

Shadrich si presenta come un cacciatore di taglie che vuole consegnare Sansa a Varys in cambio di una lauta ricompensa. Brienne non si fida di lui e tenta di nascondergli che anche lei sta cercando la giovane Stark, ma inutilmente: il cavaliere è astuto, svela il bluff e prova addirittura a convincerla ad allearsi con lui.

 

A dispetto della cattiva impressione filtrata da Brienne, la quale definisce Shadrich "sgradevole", ci sono dettagli sottili che indicano che in realtà le motivazioni del cavaliere non sono fondate sull’avidità, bensì sulla volontà di aiutare Sansa:

 

1) Shadrich dice a Brienne che Ser Creighton e Ser Illifer, gli accompagnatori di Brienne, sono bugiardi e truffatori, cosa che la ragazza di Tarth non aveva capito. Per giunta, l'avvisa che ci sono altre persone alla ricerca di Sansa. Perché Shadrich avrebbe dovuto darle questi avvertimenti se le sue intenzioni sono brutte? 

 

2) Shadrich spiega di aver combattuto con Stannis e che il riscatto da pagare dopo essere stato fatto prigioniero lo ha rovinato economicamente, per cui dà la caccia a Sansa Stark. Eppure non ha molto senso che un uomo apparentemente scaltro sia così disponibile a parlare dei suoi problemi e si offra di dividere una ricompensa con Brienne, una persona che ha appena incontrato. Inoltre, Shadrich non fornisce dettagli precisi sulla sua partecipazione alla Guerra dei Cinque Re: potrebbe aver detto una mezza bugia per nascondere i suoi veri fini, dato che Ned Stark sosteneva la legittimità di Stannis, o potrebbe aver effettivamente partecipato alla Battaglia delle Acque Nere per tentare di liberare Sansa.

 

3) Shadrich afferma di essere mosso dall’”amore per l’oro”, e il metallo più prezioso è in varie occasioni associato agli Stark. Alcuni esempi: è un tema ricorrente nel rapporto fra Sandor Clegane e le sorelle Stark (The Hound vince una borsa di dragoni al Torneo del Primo Cavaliere cui assiste Sansa, borsa che poi perderà quando rapirà Arya nelle Riverlands), Arya viene definita ”scoiattolo d’oro” da Lem, ed è anche un elemento presente nei vestiti di Sansa:
 

Cita

"Little one," Greenbeard answered, "a peasant may skin a common squirrel for his pot, but if he finds a gold squirrel in his tree he takes it to his lord, or he will wish he did." (Arya III, ASOS)

 

Cita

There was a gown of purple silk that gave her pause, and another of dark blue velvet slashed with silver that would have woken all the color in her eyes, but in the end she remembered that Alayne was after all a bastard, and must not presume to dress above her station. The dress she picked was lambswool, dark brown and simply cut, with leaves and vines embroidered around the bodice, sleeves, and hem in golden thread. It was modest and becoming, though scarce richer than something a serving girl might wear. Petyr had given her all of Lady Lysa's jewels as well, and she tried on several necklaces, but they all seemed ostentatious. In the end she chose a simple velvet ribbon in autumn gold. When Gretchel fetched her Lysa's silvered looking glass, the color seemed just perfect with Alayne's mass of dark brown hair. Lord Royce will never know me, she thought. Why, I hardly know myself. (Alayne I, AFFC)

 

4) Il fulcro del dialogo sembra essere Shadrich che studia le intenzioni di Brienne, anziché il contrario. Il cavaliere è incuriosito dalla guerriera che chiede a chiunque incontri se ha visto la sua sorella senza nome, la cui descrizione coincide con quella di Sansa Stark, e la interroga per comprendere se i suoi propositi nei confronti di Sansa sono genuini e se lei può aiutarlo a trovare la ragazza Stark: la risposta alla prima domanda è affermativa, in quanto Brienne rifiuta l'oro promesso da Varys, ma la risposta alla seconda è negativa, perché Brienne si dimostra troppo ingenua.

 

In seguito, Brienne abbandona i suoi compagni di viaggio, tra cui Shadrich, nel cuore della notte; all’inizio teme che Mad Mouse la stia seguendo, poi scopre che in realtà è Podrick che la sta pedinando.

 

Oppure no?

 

In realtà, è plausibile che stavolta Brienne non avesse tutti i torti: non era soltanto Podrick a seguire Brienne, ma anche Shadrich/Howland. Il percorso dei due cercatori di Sansa si è diviso a Quiet Isle: Brienne ha continuato il suo viaggio nelle Riverlands, mentre Shadrich ha trovato finalmente gli alleati di cui aveva bisogno, l’Elder Brother e il Gravedigger/Sandor, per raggiungere Sansa nella Valle.

 

La questione è meglio approfondita nella sezione dedicata ai "sentieri dell’edera e della ghianda". Per ora, basta notare che la descrizione di Quiet Isle sembra la fusione del Neck (zona paludosa e poco abitata) con l’Isle of Faces (sede di una misteriosa comunità religiosa). Ennesima coincidenza?

 

 

Parte II – Morgarth è l’Elder Brother

 

 

Il nome di Morgarth

 

Mentre il nome Shadrich non ha un’attinenza diretta con il personaggio di Howland, Morgarth (pseudonimo che inizia con la lettera M, proprio come il già citato Meshach del Libro di Daniele) presenta vari riferimenti all’Elder Brother. È probabile che GRRM lo abbia ideato unendo insieme le parole “mors” (morte in latino) e “garth” (chiostro in inglese) La parola “mors” è connessa al passato dell’Elder Brother, poiché egli era un guerriero che ha combattuto nella Ribellione di Robert ed è sopravvissuto miracolosamente alla Battaglia del Tridente, mentre “garth” è riferita al suo presente, in quanto capo di un septry, monastero del Credo dei Sette.

 

Non solo: “garth” è plausibilmente un collegamento a Garth Greenhand, figura leggendaria dell’Altopiano considerata un dio della fecondità (tra poco scenderemo nei dettagli), e l'epiteto di Morgarth, "The Merry" (L'Allegro) ha un valore antifrastico, dato che l'Elder Brother definisce il se stesso del passato un  "uomo triste".

 

Cita

"I never chose it. My father was a knight, and his before him. So were my brothers, every one. I was trained for battle since the day they deemed me old enough to hold a wooden sword. I saw my share of them, and did not disgrace myself. I had women too, and there I did disgrace myself, for some I took by force. There was a girl I wished to marry, the younger daughter of a petty lord, but I was my father's thirdborn son and had neither land nor wealth to offer her... only a sword, a horse, a shield. All in all, I was a sad man. When I was not fighting, I was drunk. My life was writ in red, in blood and wine." (Brienne VI, AFFC)

 

A latere: forse la scelta del nome Garth svela che l’Elder Brother proviene dall’Altopiano, per la precisione da Casa Vyrwel di Dark Dell. Dark Dell, infatti, significa “valle oscura”, proprio come Duskendale e Shady Glen, e il simbolo della casata è una viverna, animale che nel prologo di ACOK è associato al segugio infernale (Sandor) e al corvo (Old Gods, quindi Howland). I Vyrwel erano lealisti Targaryen sin dai conflitti coi Blackfyre, e infatti il monaco combatté dalla parte di Rhaegar durante la Ribellione. Per di più, non conoscendo l'origine dell'Elder Brother, non possiamo escludere a priori che Morgarth sia sempre stato il suo vero nome.

 

Cita

The maester stood on the windswept balcony outside his chambers. It was here the ravens came, after long flight. Their droppings speckled the gargoyles that rose twelve feet tall on either side of him, a hellhound and a wyvern, two of the thousand that brooded over the walls of the ancient fortress. When first he came to Dragonstone, the army of stone grotesques had made him uneasy, but as the years passed he had grown used to them. Now he thought of them as old friends. The three of them watched the sky together with foreboding.

 

 

L'aspetto di Morgarth

 

Cita

The Elder Brother was not what Brienne had expected. He could hardly be called elder, for a start; whereas the brothers weeding in the garden had had the stooped shoulders and bent backs of old men, he stood straight and tall, and moved with the vigor of a man in the prime of his years. Nor did he have the gentle, kindly face she expected of a healer. His head was large and square, his eyes shrewd, his nose veined and red. Though he wore a tonsure, his scalp was as stubbly as his heavy jaw. He looks more like a man made to break bones than to heal one, thought the Maid of Tarth.

[…]

He leaned forward, his big hands on his knees. (Brienne VI, AFFC)

“Aye,” said [Ser Morgarth], a burly fellow with a thick salt-and-pepper beard, a red nose bulbous with broken veins, and gnarled hands as large as hams.” (Alayne II, AFFC)

 

Le somiglianze fisiche tra l’Elder Brother e Ser Morgarth sono palesi:

 

1) Entrambi sono uomini forzuti e con mani notevolmente grandi.

2) Entrambi hanno nasi rosi e venosi (da notare che questa caratteristica è probabilmente dovuta all’alcolismo, problema di cui l’Elder Brother era affetto; uno dei figli di Garth Greenhand era Gilbert of the Vines, fondatore di Casa Redwyne, e su Quiet Isle è presente una distilleria).

3) Entrambi sono descritti come uomini di mezz’età (l’Elder Brother dice di avere 44 anni).

 

 

Le abilità di Morgarth

 

L’Elder Brother è famoso per le sue mani da guaritore, il che è un altro punto di contatto con Garth Greenhand, noto per rendere le donne sterili fertili con la sola imposizione delle mani, eppure Brienne osserva che il monaco sembra "un uomo fatto per rompere le ossa" piuttosto che un curatore. Come il Topo Matto, l’Elder Brother è una contraddizione, essendo un portatore sia di vita che morte, Mors Garth, e pertanto ha le capacità militari, oltre che mediche, per partecipare a una missione di salvataggio.

 

L'importanza del monaco, però, non risiede solo nell'esperienza marziale, ma anche nell'essere un custode di informazioni preziose: in virtù della sua posizione geografica a metà strada tra Riverlands, Vale e Crownlands, Quiet Isle è un'importante snodo comunicativo durante la Guerra dei Cinque Re, al punto da inviare lettere alla Fortezza Rossa:

 

Cita

How does he know that? "Some say. Reports are confused." The bird had come last night, from a septry on an island hard by the mouth of the Trident. The nearby town of Saltpans had been savagely raided by a band of outlaws, and some of the survivors claimed a roaring brute in a hound's head helm was amongst the raiders. Supposedly he'd killed a dozen men and raped a girl of twelve. "No doubt Lancel will be eager to hunt down Clegane and Lord Beric both, to restore the king's peace to the riverlands.” (Cersei III, AFFC)

 

Le informazioni a disposizione dell'Elder Brother, aggiunte a quelle di Sandor Clegane, ovvero il Gravedigger (possiamo dare per scontato che il misterioso scavatore di tombe sia proprio The Hound) e dello stesso Howland Reed possono aver consentito al trio di capire che Sansa si trovava plausibilmente nella Valle di Arryn.

 

Per prima cosa, i tre saranno stati a conoscenza la notizia del matrimonio di Lysa con Littlefinger, della morte di lei circa un mese dopo e di lui che è diventato il Lord Protettore della Valle: tutti eventi successivi alla sparizione di Sansa. Brienne scarta la possibilità che Sansa sia nella Valle proprio a causa della morte di Lysa, ma Sandor, essendo stato vicino alla famiglia reale, ha probabilmente fatto il ragionamento opposto, ipotizzando un coinvolgimento di Littlefinger. The Hound ha conosciuto di persona Petyr Baelish e Lysa Tully, è venuto a sapere quasi certamente del pettegolezzo secondo cui Baelish avrebbe deflorato Catelyn Tully ed è stato direttamente coinvolto nella caduta e nella morte di Ned Stark a opera di Petyr. Questi collegamenti fra Baelish, Tully e Stark sono sufficienti per insospettire chiunque.

 

In aggiunta a ciò, presumibilmente l'Elder Brother è a conoscenza dell'imminente matrimonio di Lyonel Corbray con la figlia di un ricco mercante della vicina città di Gulltown (nozze orchestrate proprio da Littlefinger) e Sandor avrà saputo che Littlefinger era stato in passato responsabile della dogana di Gulltown. È proprio in questa occasione che il Lord Protettore Baelish, presenziando al matrimonio a Gulltown, ha incontrato e assoldato Shadrich, Morgarth e Byron:

 

Cita

Petyr Baelish was clear across the Vale, though, attending Lord Lyonel Corbray at his wedding. A widower of forty-odd years, and childless, Lord Lyonel was to wed the strapping sixteen-year-old daughter of a rich Gulltown merchant. Petyr had brokered the match himself. The bride's dower was said to be staggering; it had to be, since she was of common birth. Corbray's vassals would be there, with the Lords Waxley, Grafton, Lynderly, some petty lords and landed knights . . . and Lord Belmore, who had lately reconciled with her father. The other Lords Declarant were expected to shun the nuptials, so Petyr's presence was essential.

[...]

As the riders were climbing off their mules, however, one of Petyr's guardsmen emerged from within the keep. "Lady Alayne," he said, "the Lord Protector has been waiting for you."

"He's back?" she said, startled.

"At evenfall. You'll find him in the west tower."

[...]

Alayne laughed. “Are you louts?” she said, teasing. “Why, I took the three of you for gallant knights.”

“Knights they are,” said Petyr. “Their gallantry has yet to be demonstrated, but we may hope. Allow me to present Ser Byron, Ser Morgarth, and Ser Shadrich. Sers, the Lady Alayne, my natural and very clever daughter… with whom I must needs confer, if you will be so good as to excuse us.”

The three knights bowed and withdrew, though the tall one with the blond hair kissed her hand before taking his leave. (Alayne II, AFFC)

 

Da notare la strizzata d’occhio di GRRM ai lettori in merito al fatto che la galanteria del trio “deve essere ancora dimostrata”, e il doppio senso insito nel termine “lout”, che significa sia “zotico” che “inchinarsi”.

 

Infine, l’Elder Brother può contribuire alla causa chiedendo un passaggio per la Valle ai pescatori con cui il monastero intrattiene relazioni commerciali e caritatevoli. Il vicino porto di Saltpans è stato distrutto, ma i pescherecci sono ancora disponibili nella Baia dei Granchi e i loro proprietari si sono trasferiti nelle località circostanti, come Maidenpool:

 

Cita

“Only the castle remains. Even the fisherfolk are gone, the fortunate few who were out on the water when the raiders came. They watched their houses burn and listened to screams and cries float across the harbor, too fearful to land their boats. When at last they came ashore, it was to bury friends and kin. What is there for them at Saltpans now but bones and bitter memories? They have moved to Maidenpool or other towns.” (Brienne VI, AFFC)

 

La missione di salvataggio in barca diretta a Gulltown è speculare a un episodio della Ribellione di Robert con Ned Stark protagonista. Il padre di Sansa cercò di lasciare la Valle per andare a Nord partendo da Gulltown via nave, ma la città si schierò coi Targaryen costringendo Ned a raggiungere le Dita per noleggiare un peschereccio che lo portasse attraverso a casa, e la fuga, che si interruppe sulle isole delle Tre Sorelle, ebbe infine successo grazie alla decisione di un lord Borrell (casata il cui stemma è un granchio) di lasciar passare lo Stark. Per Sansa sarà il contrario: la nave di Littlefinger la porta alle Dita anziché al Nord, dove sperava di andare, e la salvezza della ragazza si compirà grazie a tre fratelli in armi che sono giunti con una barca da pesca a Gulltown attraversando la Baia dei Granchi (e il crostaceo è un animale che vedremo essere associato a Sansa).

 

Esiste, per giunta, anche una celebre canzone di Westeros, Off to Gulltown, che rappresenta un’anticipazione di questo sviluppo di trama (oltre a essere un riferimento alla scena dell'UnKiss tra Sansa e Sandor in ACOK, argomento che approfondiremo a fine teoria):

 

Cita

Off to Gulltown to see the fair maid, heigh-ho, heigh-ho. I’ll steal a sweet kiss with the point of my blade, heigh-ho, heigh-ho.

 

 

Le intenzioni di Morgarth

 

Arriviamo adesso al punto cruciale di questo paragrafo: per quale ragione l’Elder Brother, un uomo che ha rinnegato la sua vita precedente votata alla guerra al punto da diventare un monaco e aiutare il popolino, dovrebbe impegnarsi a salvare Sansa Stark? I motivi sono due, entrambi collegati a un preciso evento, il massacro di Saltpans a opera dei Bravi Camerati:

 

1) Un debito con Sandor Clegane

 

Cita

“I buried him myself. I can tell you where his grave lies, if you wish. I covered him with stones to keep the carrion eaters from digging up his flesh, and set his helm atop the cairn to mark his final resting place. That was a grievous error. Some other wayfarer found my marker and claimed it for himself. The man who raped and killed at Saltpans was not Sandor Clegane” (Brienne VI, AFFC)

 

Prima del massacro, Sandor Clegane era solo accusato di essere un disertore dei Lannister, e con il passare del tempo e un cambio di regime a King’s Landing ciò avrebbe potuto essere perdonato. A causa dell'errore compiuto dal monaco di lasciare l’elmo di Sandor sulla sua finta tomba, invece, ora The Hound è ricercato per orribili crimini compiuti da Rorge, l’uomo che si è impossessato dell’elmo; sia i Frey che Randyll Tarly stanno dando la caccia a Sandor, così come Brienne, e quindi non può andare via dall'isola senza rischiare di essere ucciso: Sandor è intrappolato su Quiet Isle, costretto a essere un novizio del septry volente o nolente. È plausibile, dunque, che l’Elder Brother voglia aiutare Sandor a rimuovere il marchio di infamia di cui è ingiusta vittima, e salvare Sansa sarebbe un’ottimo modo.

 

2) L’ignavia di Quincy Cox e l’eroismo di Brienne Tarth

 

Cita

The smile vanished. “They burned everything at Saltpans, save the castle… It fell to me to treat some of the survivors. The fisherfolk brought them across the bay to me after the flames had gone out and they deemed it safe to land. One poor woman had been raped a dozen times, and her breasts…  her breasts had been torn and chewed and eaten, as if by some . . . cruel beast… As she lay dying, her worst curses were not for the men who had raped her, nor the monster who devoured her living flesh, but for Ser Quincy Cox, who barred his gates when the outlaws entered the town and sat safe behind stone walls as his people screamed and died.”

“Ser Quincy is an old man,” said Septon Meribald gently. “His sons and good-sons are far away or dead, his grandsons are still boys, and he has two daughters. What could he have done, one man against so many?”

He could have tried, Brienne thought. He could have died. Old or young, a true knight is sworn to protect those who are weaker than himself, or die in the attempt.

“True words, and wise,” the Elder Brother said to Septon Meribald. “When you cross to Saltpans, no doubt Ser Quincy will ask you for forgiveness. I am glad that you are here to give it. I could not.” (Brienne VI, AFFC)

 

È stato l’Elder Brother a occuparsi direttamente delle conseguenze del massacro. Ha assistito personalmente agli orrori che Rorge e Biter hanno inflitto alle persone. Non c'è dubbio che il monaco sia stato profondamente colpito da questo evento (anche perché lui stesso si sente ancora in colpa per aver violentato delle donne durante la Ribellione). L'unico edificio in piedi a Saltpans è il castello di Ser Quincy Cox, il quale ne ha sbarrato le porte mentre la sua gente cercava protezione, e l’Elder Brother non ha perdonato il cavaliere per la sua ignavia.

 

Contrapposto all’esempio negativo di Quincy, un uomo che aveva il potere di fare qualcosa di eroico e non ha fatto nulla per codardia, abbiamo l’esempio positivo di Brienne, la quale si dimostrerà un vero cavaliere difendendo in seguito gli orfani della Locanda dell’Incrocio da Rorge e Biter e prevenendo un nuovo eccidio.

 

Anche l’Elder Brother, in cuor suo, sa che a volte è necessario impegnarsi attivamente contro i mali del mondo, anche a costo della proprio sicurezza, eppure c’è un momento, durante il suo dialogo con Brienne, in cui si nasconde dietro bugie consolatorie, dissuadendo Brienne dall’azione (le guerre non sono vicine alla fine e il nuovo lord di Darry, Lancel Lannister, non può far fronte ai Bravi Camerati):

 

Cita

“If so, give up this quest of yours. The Hound is dead, and in any case he never had your Sansa Stark. As for this beast who wears his helm, he will be found and hanged. The wars are ending, and these outlaws cannot survive the peace. Randyll Tarly is hunting them from Maidenpool and Walder Frey from the Twins, and there is a new young lord in Darry, a pious man who will surely set his lands to rights. Go home, child.” (Brienne VI, AFFC)

 

La Vergine di Tarth, però, è risoluta nel compiere il suo dovere di salvare Sansa Stark, anche a costo della propria vita:

 

Cita

“I have to find her,” she finished. “There are others looking, all wanting to capture her and sell her to the queen. I have to find her first. I promised Jaime. Oathkeeper, he named the sword. I have to try to save her… or die in the attempt.” (Brienne VI, AFFC)

 

In un breve lasso di tempo sono arrivati su Quiet Isle Sandor e Brienne, due cavalieri di fatto ma non di nome che hanno provato o stanno cercando di salvare Sansa Stark da persone pericolose. Anche l’Elder Brother è un cavaliere, ancorché responsabile di crimini che tormentano la sua coscienza; il fatto che non sia in grado di perdonare Quincy Cox indica che non è stato ancora in grado di perdonare completamente se stesso per i suoi peccati dopo vent’anni. Ha perfettamente senso, quindi, che l’arrivo di una terza persona legata a Sansa Stark, Howland Reed, possa essere visto dall’Elder Brother come un segno mandato dai Sette Dei: Sansa può essere il mezzo con cui ottenere la redenzione per i propri errori del passato, compiendo un’impresa da vero cavaliere, ovvero soccorrere una damigella in pericolo.

 

Chicca finale: nei pressi della casa dell’Elder Brother è presente un castagno. Ricordate cosa detto in precedenza sui cavalli castani? Sono tutti associati ad aiutanti della famiglia Stark, in particolare di Sansa.

 

Cita

The brow of the hill was crowned by a low wall of unmortared stone, encircling a cluster of large buildings; the windmill, its sails creaking as they turned, the cloisters where the brothers slept and the common hall where they took their meals, a wooden sept for prayer and meditation. The sept had windows of leaded glass, wide doors carved with likenesses of the Mother and the Father, and a seven-sided steeple with a walk on top. Behind it was a vegetable garden where some older brothers were pulling weeds. Brother Narbert led the visitors around a chestnut tree to a wooden door set in the side of the hill. (Brienne VI, AFFC)

 

 

TO BE CONTINUED

Link to post
Share on other sites
  • Replies 37
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Parte III – Byron è Sandor Clegane

 

 

Il nome di Byron

 

Le abilità di Sandor Clegane e la sua importanza nella storia di Sansa Stark non hanno bisogno di ulteriori spiegazioni, per cui in questo paragrafo ci concentreremo solo sullo pseudonimo adottato per la missione e sull’aspetto fisico di Byron, totalmente diverso da quello di Sandor.

 

Dunque, perché il nome Byron? Presumibilmente GRRM ha fatto ricorso a questo nome perché il personaggio di The Hound ricalca le caratteristiche dell’”eroe byroniano”. Cito la voce in lingua italiana di  Wikipedia dedicata allo scrittore George Gordon Byron:

 

Cita

L'eroe byroniano è un personaggio idealizzato ma imperfetto, i cui attributi includono: grande talento e passione, avversione per la società e le sue istituzioni, mancanza di rispetto per l'alto rango e i suoi privilegi (sebbene possieda entrambi). Viene inoltre ostacolato nell'amore da vincoli sociali o dalla morte. È un ribelle, talvolta arrogante, spesso condannato all'esilio e tormentato da un passato doloroso. È un uomo presuntuoso o con mancanza di lungimiranza, spesso in preda a comportamenti auto-distruttivi.

 

Come se non bastasse, Byron compose nel 1808 una poesia, Epitaph to a Dog, che dedicò al suo amato cane Boatswain, morto di rabbia:

 

Cita

When some proud Son of Man returns to Earth,

Unknown to Glory but upheld by Birth,

The sculptor's art exhausts the pomp of woe,

And storied urns record who rests below.

When all is done, upon the Tomb is seen

Not what he was, but what he should have been.

But the poor Dog, in life the firmest friend,

The first to welcome, foremost to defend,

Whose honest heart is still his Masters own,

Who labours, fights, lives, breathes for him alone,

Unhonour'd falls, unnotic'd all his worth,

Deny'd in heaven the Soul he held on earth.

While man, vain insect! hopes to be forgiven,

And claims himself a sole exclusive heaven.

 

Oh man! thou feeble tenant of an hour,

Debas'd by slavery, or corrupt by power,

Who knows thee well, must quit thee with disgust,

Degraded mass of animated dust!

Thy love is lust, thy friendship all a cheat,

Thy tongue hypocrisy, thy heart deceit,

By nature vile, ennobled but by name,

Each kindred brute might bid thee blush for shame.

Ye! who behold perchance this simple urn,

Pass on, it honours none you wish to mourn.

To mark a friend's remains these stones arise;

I never knew but one — and here he lies.

 

Nel caso di Sandor Clegane, il cane ha solo finto di essere morto ed è diventato un becchino!

 

Inoltre, così come Shadrich/Howland e Morgarth/Elder Brother, anche la figura di Byron/Sandor presenta simbologie divine, in particolare norrene e celtiche:

 

1) "Muore" presso un albero, così come Odino si impicca a Yggdrasil, e va nell'"oltretomba", rappresentato da Quiet Isle/Avalon, per poi "rinascere".

2) Il suo essere stato sfregiato dal fuoco lo rende simile ai Wicker Men, figure sacrificali della cultura druidica (proprio nella Valle è presente il clan degli Uomini Bruciati, dedito ad analoghe pratiche di sacrificio).

3) Il suo destriero, Stranger, prende il nome dal dio della morte dei Sette.

4) La storia di Sansa è simile a quella della dea nordica Idhunn. Ella viene rapita da Thjazi, un gigante (simbolo di Casa Baelish) che si tramuta in aquila (l'emblema personale di Littlefinger è il tordo), con l'aiuto del dio imbroglione Loki (Dontos); tuttavia in seguito è lo stesso Loki, vestiti i panni dell'eroe (Sandor) a trasformarsi in un falco (simbolo di Casa Arryn) e a trarre in salvo Idhunn facendola diventare una noce (Alayne). Per di più, l’intera vicenda inizia con un viaggio di tre dei: Odino, Hoenir e ancora Loki (Shadrich, Morgarth e Byron), durante il quale catturano e macellano un branco di buoi (una scena simile avviene anche in Alayne II, AFFC), e la casa di Thjazi, Thrymheim, è in cima a una montagna (The Eyrie).

 

Infine, non può essere una semplice coincidenza il fatto che GRRM abbia già inserito esplicitamente un Sandor nella Valle, ossia Sandor Frey, scudiero di Donnel Waynwood. Sandor Frey non compare mai nel testo, è soltanto menzionato nell'appendice di ACOK, ed è l'unico altro Sandor presente nella saga oltre a The Hound.

 

 

L’aspetto di Byron

 

Siamo quindi giunti all'aspetto più controverso di tutta la teoria: posto che il nome Byron ben si attaglia a Sandor, com'è possibile che i due uomini siano la stessa persona se la loro descrizione fisica è radicalmente diversa (hanno in comune solo la stazza)? Byron è letteralmente The Beautiful, come il suo epiteto, mentre Sandor è stato dolorosamente sfregiato da Gregor Clegane, oltre ad avere capelli di colore differente:

 

Cita

“Dutiful and beautiful,” said an elegant young knight whose thick blond mane cascaded down well past his shoulders.” […] the tall one with the blond hair kissed her hand before taking his leave.” (Alayne II, AFFC)

 

Cita

The right side of his face was gaunt, with sharp cheekbones and a grey eye beneath a heavy brow. His nose was large and hooked, his hair thin, dark. He wore it long and brushed it sideways, because no hair grew on the other side of that face.

The left side of his face was a ruin. His ear had been burned away; there was nothing left but a hole. His eye was still good, but all around it was a twisted mass of scar, slick black flesh hard as leather, pocked with craters and fissured by deep cracks that gleamed red and wet when he moved. Down by his jaw, you could see a hint of bone where the flesh had been seared away. (Sansa II, AGOT)

 

La soluzione sta proprio nel succitato mito di Idhunn: per salvarla dal suo rapitore, Loki si trasforma. Sandor ha fatto ricorso a un glamor, una magia che consente al beneficiario di cambiare il suo aspetto esteriore per nascondere la propria identità. In particolare, Sandor ha assunto le sembianze di un "cavaliere delle favole", alto, bello ed elegante, non soltanto per non insospettire Littlefinger, ma al fine di ispirare maggiore fiducia in Sansa e risultare più attraente ai suoi occhi; a tal proposito, Byron fa inoltre un baciamano a Sansa, che si configura sia come un gesto di affetto, sia come un atto galante da “vero cavaliere”, sia come un segno di riconoscimento della ragazza rivolto a Shadrich e Morgarth (un "bacio di Giuda" in chiave positiva).

 

Tutto ciò è anche in linea con la notoria passione di GRRM per La Bella e la Bestia (i rapporti fra Sansa e Sandor e tra Brienne e Jaime sono ispirati proprio a questa fiaba). Nello specifico, Sandor/Byron ricalca la versione cinematografica del 1946, scritta e diretta da Jean Cocteau: in essa l’attore Jean Marais interpreta la Bestia e un altro dei pretendenti della Bella, il bello e biondo Avenant; alla fine della pellicola, mentre la Bestia si trasforma nel Principe Ardent, Avenant si tramuta a sua volta in una Bestia. Insomma, GRRM sta facendo interpretare a Sandor Clegane entrambi i ruoli di Jean Marais: l’animalesco Hound rinasce a nuova vita su Quiet Isle e diventa l’attraente Byron, e a sua volta Byron si rivelerà alla bella Sansa come Sandor (non però il Sandor “bestiale” dei primi tre romanzi, ma una persona più matura, “rinata a miglior vita”).

 

Guarda caso, in AFFC Myranda Royce chiede a Sansa se c'è uno "scudiero ardente" a cui desidera dare il proprio favore: ardente come il Principe Ardent, e scudiero non essendo Sandor tecnicamente un cavaliere:

 

Cita

“Saving yourself for Lord Robert?” Lady Myranda teased. “Or is there some ardent squire dreaming of your favors?”

“No,” said Alayne, even as Robert said, “She’s my friend. Terrance and Gyles can’t have her." (Alayne II, AFFC)

 

Fatta questa premessa, all’atto pratico in che modo può Sandor cambiarsi i connotati? Non è così difficile, in realtà: come abbiamo visto precedentemente, Howland Reed, e in generale i crannogmen, sono maestri dell’inganno e delle magie illusorie, per cui è ragionevole pensare che Shadrich sappia fabbricare un glamor. Inoltre, ecco così ci dice Melisandre, un’esperta del campo, al riguardo:

 

Cita

“The bones help,” said Melisandre. “The bones remember. The strongest glamors are built of such things. A dead man’s boots, a hank of hair, a bag of fingerbones. With whispered words and prayer, a man’s shadow can be drawn forth from such and draped about another like a cloak. The wearer’s essence does not change, only his seeming.”

[...]

“The glamor, aye.” In the black iron fetter about his wrist, the ruby seemed to pulse. He tapped it with the edge of his blade. The steel made a faint click against the stone.

“The spell is made of shadow and suggestion. Men see what they expect to see. The bones are part of that.” (Melisandre I, ADWD)

 

Per creare un glamor basta avere a disposizione una gemma, ad esempio un rubino, che faccia da “contenitore” della magia, e un oggetto o una parte del corpo appartenente alla persona da “imitare”, come un osso. E su Quiet Isle sono presenti in abbondanza entrambi questi “ingredienti”:

 

Cita

“[…] many strange and wondrous things are pushed toward us, to wash up on our shores. Driftwood is the least of it. We have found silver cups and iron pots, sacks of wool and bolts of silk, rusted helms and shining swords... aye, and rubies.”

[...]

“Better rubies than bones.” Septon Meribald was rubbing his foot, the mud flaking off beneath his finger. “Not all the river’s gifts are pleasant. The good brothers collect the dead as well<. Drowned cows, drowned deer, dead pigs swollen up to half the size of horses. Aye, and corpses.” (Brienne VI, AFFC)

 

Infine, è interessante notare che l’ipotesi Byron/Sandor, oltre a creare un collegamento fra The Hound e il leggendario cavaliere Florian the Fool (la cui armatura è descritta come “variopinta”, dunque “multiforme”), presenta parallelismi con altri due casi di glamor, i quali avvengono rispettivamente in ASOIAF e D&E:

 

1) Lo scambio di persona fra Rattleshirt e Mance Rayder, con quest’ultimo che va in missione a Winterfell per liberare Jeyne Poole (spacciata per Arya Stark) così come Byron/Sandor cerca di salvare Sansa Stark (spacciata per Alayne Stone). Per giunta, l’alias adottato da Mance, Abel, è un’anagramma a metà di Baelish, ed entrambi gli archi narrativi del Nord e della Valle coinvolgono: usurpatori che ricorrono a intrighi, omicidi a tradimento e matrimoni di convenienza, Roose Bolton e Petyr Baelish; un bastardo legittimato, Ramsay Bolton, e una finta bastarda, Alayne Stone; due eredi improbabili, Harrold Hardyng e la falsa Arya Stark.

 

2) La Seconda Ribellione Blackfyre a Whitewalls, ospitata da Ambrose Butterwell, un ex maestro del conio, come lo è stato Littlefinger. In questa circostanza, secondo una teoria accreditata, incontriamo Bloodraven nei panni di Maynard Plumm (gioco di parole con Reynard the Fox):

 

Cita

Dunk whirled. Through the rain, all he could make out was a hooded shape and a single pale white eye. It was only when the man came forward that the shadowed face beneath the cowl took on the familiar features of Ser Maynard Plumm, the pale eye no more than the moonstone brooch that pinned his cloak at the shoulder. (The Mystery Knight)

 

In questo caso abbiamo: un matrimonio; un torneo, come quello dei Winged Knights che avverrà in TWOW (ed è possibile che questa competizione sarà truccata per far vincere Harrold Hardyng, similarmente a Daemon II Blackfyre a Whitewalls); uovo di drago rosso come premio per il vincitore, e Shadrich paragona la rossa Sansa Stark a una “borsa di dragoni d’oro”; il trafugamento dell'uovo da parte di un agente di Bloodraven, così come Sansa verrà salvata dallo “strano trio”; la sconfitta di Daemon II nel torneo e la sua cattura, e plausibilmente Harrold farà una brutta fine.

 

L’unico dubbio rimasto è relativo alla zoppia che Sandor mostra di avere nei panni del Gravedigger, caratteristica che Byron sembra non avere affatto, ma anche ciò è facilmente risolvibile: è ragionevole pensare che Sandor sia guarito da questo problema nel lasso di tempo intercorso trascorso fra l’arrivo di Brienne a Quiet Isle e l’incontro del trio con Sansa; del resto, The Hound dimostra comunque doti notevoli di resistenza fisica scavando tombe tutto il giorno, quindi la difficoltà a camminare non era per lui così grave come si può credere.

 

 

Parte IV – Indizi vari

 

 

Il sentiero della ghianda e dell’edera

 

Con le espressioni “sentiero della ghianda” e “sentiero dell’edera”, l’autrice originaria della teoria indica i percorsi narrativi che conducono rispettivamente ai personaggi di Arya e Sansa Stark. Sebbene Brienne inizi il suo viaggio in AFFC credendo di essere sulle tracce di Sansa, poiché Arya è presunta morta, in realtà si ritrova a incontrare molte persone significative nella storyline di Arya. I due tragitti si intrecciano nel corso dei capitoli della Vergine di Tarth, dando vita a numerosissime simbologie.

 

La ghianda e l’edera sono elementi abbinati a due particolari vestiti indossati dalle sorelle Stark:

 

Cita

And afterward, they insisted she dress herself in girl's things, brown woolen stockings and a light linen shift, and over that a light green gown with acorns embroidered all over the bodice in brown thread, and more acorns bordering the hem. "My great-aunt is a septa at a motherhouse in Oldtown," Lady Smallwood said as the women laced the gown up Arya's back. "I sent my daughter there when the war began. She'll have outgrown these things by the time she returns, no doubt. Are you fond of dancing, child? My Carellen's a lovely dancer. She sings beautifully as well. What do you like to do?” (Aria IV, ASOS)

 

Cita

There was a gown of purple silk that gave her pause, and another of dark blue velvet slashed with silver that would have woken all the color in her eyes, but in the end she remembered that Alayne was after all a bastard, and must not presume to dress above her station. The dress she picked was lambswool, dark brown and simply cut, with leaves and vines embroidered around the bodice, sleeves, and hem in golden thread. It was modest and becoming, though scarce richer than something a serving girl might wear. Petyr had given her all of Lady Lysa's jewels as well, and she tried on several necklaces, but they all seemed ostentatious. In the end she chose a simple velvet ribbon in autumn gold. When Gretchel fetched her Lysa's silvered looking glass, the color seemed just perfect with Alayne's mass of dark brown hair. Lord Royce will never know me, she thought. Why, I hardly know myself. (Alayne I, AFFC)

 

Analizziamo le varie fasi del duplice cammino:

 

Brienne I: all’inizio Creighton e Ser Illifer si offrono di condividere il loro pasto a base di trote alla griglia (morte temporanea di Catelyn Tully; la mattina dopo Illifer affetta uno scoiattolo (simbolo di Arya) mentre Creighton urina su un albero (morte apparente di Sandor) e fanno colazione con pasta di ghiande (ancora Arya); successivamente Brienne mangia una capra allo spiedo (morte di Vargo Hoat).

 

Brienne II: quando la Vergine di Tarth va a farsi ridipingere il proprio scudo, osserva una particolare opera d’arte:

 

Cita

They showed a castle in an autumn wood, the trees done up in shades of gold and russet. Ivy crawled up the trunks of ancient oaks, and even the acorns had been done with loving care. When Brienne peered more closely, she saw creatures in the foliage: a sly red fox, two sparrows on a branch, and behind those leaves the shadow of a boar.

 

In un paesaggio autunnale, simile a quello contemporaneo di Westeros, sono presenti in primo piano querce con le ghiande (Arya), e l’edera (Sansa) che si arrampica sui loro tronchi. Inoltre, nel fogliame si nascondono una volpe (Shadrich/Howland), due passeri (Septon Meribald e l’Elder Brother) e l’ombra (glamor di Sandor) di un cinghiale (animale che nel linguaggio in codice martiniano significa un “cambio di regime”, in questo caso l’incombente sconfitta di Littlefinger); in seguito Brienne ascolta la storia del salvataggio di Aerys II a Duskendale (a cui abbiamo accennato in precedenza), mangia uno stufato di granchio (Dick Crabb) e discute con il Pious Dwarf, personaggio la cui descrizione è estremamente interessante:

 

Cita

Not until he hopped off the bench did Brienne realize that the speaker was a dwarf. The little man was not quite five feet tall. His nose was veined and bulbous, his teeth red from sourleaf, and he was dressed in the brown roughspun robes of a holy brother, with the iron hammer of the Smith dangling down about his thick neck.

[...]

“Do you serve some holy house in Duskendale, brother?”

“‘Twas nearer Maidenpool, m’lady, but the wolves burned us out,” the man replied, gnawing on a heel of bread. “We rebuilt as best we could, until some sellswords come. I could not say whose men they were, but they took our pigs and killed the brothers. I squeezed inside a hollow log and hid, but t’others were too big. It took me a long time to bury them all, but the Smith, he gave me strength. When that was done I dug up a few coins the elder brother had hid by and set off by myself.”

 

Il “nano pio” è la fusione di Howland, Elder Brother, Sandor e Septon Meribald:  è basso come Shadrich e si è nascosto tra gli alberi come i crannogmen, ha il naso bulboso di Morgarth, è un adoratore del Fabbro come Meribald, ha scavato tombe come il Gravedigger, e i fuorilegge che hanno attaccato la sua comunità erano alla ricerca di monete, come i dragoni d'oro associati a Sansa.

 

Brienne IV: Brienne, Podrick e Nimble Dick si dirigono verso il castello ancestrale di Casa Crabb, ricoperto di edera, in cerca di Sansa, e incontrano Shagwell, Timeon e Pyg; solo Brienne e Podrick  sopravvivono al combattimento che ne segue, e questa missione finisce in un vicolo cieco (preludio all'uscita di Brienne dal sentiero dell'edera).

 

Brienne V: Brienne, Podrick e Hyle Hunt si uniscono a Septon Meribald (anticipazione dell’Elder Brother) e il cane Dog (simbolo di Sandor Clegane) per trovare The Hound che presumibilmente ha Sansa con sé.

 

Cita

The lands they traveled through were low and wet, a wilderness of sandy dunes and salt marshes beneath a vast blue-grey vault of sky. The road was prone to vanishing amongst the reeds and tidal pools, only to appear again a mile farther on; without Meribald, Brienne knew, they surely would have lost their way. The ground was often soft, so in places the septon would walk ahead, tapping with his quarterstaff to make certain of the footing. There were no trees for leagues around, just sea and sky and sand.

 

Il territorio che la comitiva attraverso è paludoso e simile a quello in cui risiedono i crannogmen, e successivamente la popolazione che vive in queste terre è descritta come “timida”, proprio come gli abitatori del Neck.

 

Cita

No land could have been more different from Tarth, with its mountains and waterfalls, its high meadows and shadowed vales, yet this place had its own beauty, Brienne thought. They crossed a dozen slow-flowing streams alive with frogs and crickets, watched terns floating high above the bay, heard the sandpipers calling from amongst the dunes. Once a fox crossed their path, and set Meribald’s dog to barking wildly.

 

Dog abbaia quando vede una volpe (simbolo di Shadrich). Come già detto nel primo paragrafo, è plausibile che il Mad Mouse sia dietro di loro.

 

Cita

And there were people too. Some lived amongst the reeds in houses built of mud and straw, whilst others fished the bay in leather coracles and built their homes on rickety wooden stilts above the dunes. Most seemed to live alone, out of sight of any human habitation but their own. They seemed a shy folk for the most part, but near midday the dog began to bark again, and three women emerged from the reeds to give Meribald a woven basket full of clams. He gave each of them an orange in return, though clams were as common as mud in this world, and oranges were rare and costly. One of the women was very old, one was heavy with child, and one was a girl as fresh and pretty as a flower in spring. When Meribald took them off to hear their sins, Ser Hyle chuckled, and said, “It would seem the gods walk with us . . . at least the Maiden, the Mother, and the Crone.” Podrick looked so astonished that Brienne had to tell him no, they were only three marsh women.

 

All’improvviso, dai canneti (letteralmente Howland Reed) spuntano fuori tre donne che assomigliano alla Fanciulla, alla Madre e alla Vecchia della religione dei Sette. Le tre donne rappresentano allegoricamente tre donne Stark che hanno avuto, o hanno tuttora bisogno di aiuto: Catelyn/Stoneheart è la Vecchia, Lyanna è la Madre, Sansa è la fanciulla; Brienne ha giurato fedeltà a Catelyn, Howland ha accompagnato Ned nella sua ricerca di Lyanna e tutti e due vogliono salvare Sansa.

 

In questa occasione, accade lo scambio già citato fra arance e vongole, che, oltre a simboleggiare la trasformazione di Sansa in Alayne, indica l'imminente passaggio di Brienne dalla ricerca di Sansa (arance) a quella di Arya (venditrice di vongole e molluschi vari a Braavos).

 

Brienne VI: Il gruppo arriva a Quiet Isle, cioè il crocevia dei sentieri dell’edera e della ghianda. Dog cattura un granchio (Sandor trova Sansa, la quale, come abbiamo visto in Brienne IV, è stata associata al castello dei Crabb).

 

Cita

The soft brown mud squished up between his toes. As he walked he paused from time to time, to probe ahead with his quarterstaff. Dog stayed near his heels, sniffing at every rock, shell, and clump of seaweed. For once he did not bound ahead or stray. Brienne followed, taking care to keep close to the line of prints left by the dog, the donkey, and the holy man. Then came Podrick, and last of all Ser Hyle. A hundred yards out, Meribald turned abruptly toward the south, so his back was almost to the septry. He proceeded in that direction for another hundred yards, leading them between two shallow tidal pools. Dog stuck his nose in one and yelped when a crab pinched it with his claw. A brief but furious struggle ensued before the dog came trotting back, wet and mud-spattered, with the crab between his jaws. (Brienne VI, AFFC)

 

Sempre Dog si fa accarezzare dal Gravedigger (riferimento più chiaro di così!), e in particolare si fa grattare sull’orecchio. Le orecchie sono un tema ricorrente nei POV di Brienne e Sansa: sia Shadrich che Hyle hanno cicatrici vicino a un orecchio, Sandor e Brother Gillam sono privi di un orecchio, il mulo che trasporta Sansa in Alayne II di AFFC ha un orecchio mozzato e uno dei clan della Valle si chiama Black Ears. In particolare, il biondo Gillam (proprio come Byron) perde l'orecchio a causa di un morso di Stranger, il cavallo di Sandor, che fa le bizze perché non vuole essere una bestia da aratro (così come Sandor non può smettere di essere un guerriero).

 

Cita

Ser Hyle gave the big horse an admiring look as he was handing his reins to Brother Gillam. “A handsome beast.”

Brother Narbert sighed. “The Seven send us blessings, and the Seven send us trials. Handsome he may be, but Driftwood was surely whelped in hell. When we sought to harness him to a plow he kicked Brother Rawney and broke his shinbone in two places. We had hoped gelding might improve the beast’s ill temper, but . . . Brother Gillam, will you show them?”

Brother Gillam lowered his cowl. Underneath he had a mop of blond hair, a tonsured scalp, and a bloodstained bandage where he should have had an ear.

 

Da sottolineare che Hyle Hunt definisce Stranger una "bella bestia", una descrizione perfetta anche per Byron/Sandor.

 

Infine, abbiamo l’ultima cena di Brienne a Quiet Isle, la quale segna l’abbandono involontario da parte della Vergine di Tarth del sentiero dell’edera in favore di quello della ghianda. Lasciata l’isola, Brienne incontrerà la Fratellanza Senza Vessilli e Lady Stoneheart, mentre  lo “strano trio” andrà nella Valle.
 

Cita

Their supper in the septry was as strange a meal as Brienne had ever eaten, though not at all unpleasant. The food was plain, but very good; there were loaves of crusty bread still warm from the ovens, crocks of fresh-churned butter, honey from the septry’s hives, and a thick stew of crabs, mussels, and at least three different kinds of fish. (Brienne VI, AFFC)

 

In questo pasto, che Brienne definisce “strano, ma niente affatto spiacevole”, abbiamo sia granchi che cozze (simboli rispettivamente di Sansa e di Arya), nonché tre diversi tipi di pesce, come i tre “cavalieri” che andranno nella Valle.

 

 

Sansa Stark come Rohanne Webber

 

Come abbiamo già osservato, in The Mistery Knight è presente un riferimento alla storyline futura di Sansa, e anche in The Hedge Knight ci sono rimandi a Sansa, per la precisione il parallelismo fra i campioni della giovane Lady Ashford e i pretendenti della fanciulla Stark. I maggiori collegamenti con D&E sono, però, ravvisabili in The Sworn Sword, in special modo nel raffronto di Sansa col personaggio di Rohanne Webber:

 

1) Sansa e Rohanne sono entrambe belle ragazze dai capelli rossi.

2) Entrambe hanno avuto vari mariti o pretendenti (in particolare, un Lannister in comune). 

3) Entrambe sono lady di castelli "gelidi", Winterfell (Altura d'Inverno) e Coldmoat (Fossato Freddo).

4) Entrambe sono state accusate di essere streghe e avvelenatrici.

5) Entrambe sono minacciate da uomini gelosi, che vogliono sfruttarle con matrimoni di convenienza, e che hanno soprannomi che menzionano dita, Littlefinger (Mignolo) e Longinch (Lungo Pollice). Longinch, per giunta, cavalca un corsiero castano, proprio come diversi aiutanti degli Stark, dato che ufficialmente egli sarebbe un protettore di Rohanne.

6) Entrambe sono aiutate da cavalieri di fatto ma non di nome, particolarmente alti e forzuti, i quali finiscono per rubare loro un bacio, Duncan the Tall e Sandor Clegane (nel caso di Sandor, il bacio è in realtà un falso ricordo di Sansa).

7) Entrambe le donne sono sparite misteriosamente a un certo punto della loro vita: di Sansa sappiamo la destinazione (la Valle), di Rohanne non ancora, anche se è plausibile che Dunk scoprirà la verità (così come l'ha scoperta Byron per la Stark).

 

A questi sette punti, aggiungiamo che, secondo una celebre teoria, Dunk sarebbe avo di Sandor (e pure di Brienne), e che è proprio Dunk ad uccidere Longinch, e abbiamo dunque un parallelismo ben dettagliato fra Sansa e Rohanne che ci suggerisce che Sandor sarà implicato nella sconfitta di Petyr e dei suoi intrighi.

 

 

I falsi ricordi di Sansa

 

L'ultimissimo passaggio della teoria è la spiegazione del perché Sansa ha nel corso di ASOIAF dei ricordi imprecisi di certi avvenimenti, in particolare dell'UnKiss (il bacio mai verificatosi tra la ragazza e Sandor):

 

Cita

“I could keep you safe,” he rasped. “They’re all afraid of me. No one would hurt you again, or I’d kill them.” He yanked her closer, and for a moment she thought he meant to kiss her. He was too strong to fight. She closed her eyes, wanting it to be over, but nothing happened. (Sansa VII, ACOK)

 

Cita

Sansa wondered what Megga would think about kissing the Hound, as she had. He’d come to her the night of the battle stinking of wine and blood. He kissed me and threatened to kill me, and made me sing him a song. (Sansa II, ASOS)

 

Cita

She found herself thinking of another kiss. She could still remember how it felt, when his cruel mouth pressed down on her own. He had come to Sansa in the darkness as green fire filled the sky. He took a song and a kiss, and left me nothing but a bloody cloak. 

“You do know what goes on in a marriage bed, I hope?”

She thought of Tyrion, and of the Hound and how he’d kissed her, and gave a nod. (Alayne II, AFFC)

 

Una parziale risposta al mistero è che le esperienze traumatiche vissute da Sansa giochino brutti scherzi alla sua memoria, e che al contempo i lapsus rivelino emozioni di cui la ragazza non è pienamente consapevole, come un’inconscia attrazione romantica verso Sandor.

 

Secondo GRRM, tuttavia, l’UnKiss nasconde qualcosa di più complesso, ovvero il preludio a un evento futuro della vita di Sansa:

 

Cita

You will see, in A STORM OF SWORDS and later volumes, that Sansa remembers the Hound kissing her the night he came to her bedroom... but if you look at the scene, he never does. That will eventually mean something, but just now it's a subtle touch, something most of the readers may not even pick up on. (So Spake Martin, 26 giugno 2001)

 

È ragionevole supporre che il salvataggio da parte dello “strano trio” sia proprio l’avvenimento di cui parlava GRRM. Il primo lapsus di Sansa in ASOIAF, infatti, riguarda proprio il matrimonio con un cavaliere errante:

 

Cita

“Sweet one,” her father said gently, “listen to me. When you’re old enough, I will make you a match with a high lord who’s worthy of you, someone brave and gentle and strong.” (Sansa III, AGOT)

 

Cita

“He was going to take me back to Winterfell and marry me to some hedge knight…” (Sansa IV, AGOT)

 

GRRM ci sta dicendo con cinque libri di anticipo che Alayne/Sansa, contrariamente al volere del "padre" Littlefinger, non si sposerà con un alto lord come Harrold Hardyng-Arryn, ma si legherà a un cavaliere errante, cioè Byron/Sandor (beninteso, non credo che ci sarà un matrimonio effettivo tra Sansa e Sandor, ma un'unione simbolica).

 

E c’è dell’altro: in Alayne II di AFFC, Sansa promette a Robert Arryn un altro bacio se lui manterrà la sua parola:

 

Cita

Alayne pushed her little lord away. “That’s enough. You can kiss me again when we reach the Gates, if you keep your word.”

 

Chi nello stesso capitolo dà un bacio a Sansa? Byron. Chi è che, secondo Sansa, le ha già dato un bacio? Sandor. E chi, in occasione dell’UnKiss, ha fatto una promessa di protezione a Sansa? Ancora Sandor.

 

Cita

“I could keep you safe,” he rasped. “They’re all afraid of me. No one would hurt you again, or I’d kill them.”

 

Inoltre, in AFFC abbiamo un sogno premonitore di Sansa: le spade e il banchetto rappresentano il torneo di TWOW in cui sarà salvata da Littlefinger, mentre i cani e le pettegole del pozzo sono riferimenti a Sandor (in Sansa VI di ACOK c’è una scena in cui Sansa ascolta delle lavandaie parlottare di The Hound).

 

Cita

By the time they finally reached her father’s castle, Lady Myranda was drowsing too, and Alayne was dreaming of her bed. It will be a featherbed, she told herself, soft and warm and deep, piled high with furs. I will dream a sweet dream, and when I wake there will be dogs barking, women gossiping beside the well, swords ringing in the yard. And later there will be a feast, with music and dancing. After the deathly silence of the Eyrie, she yearned for shouts and laughter. (Alayne II, AFFC)

 

E alla fine di Alayne I in TWOW c’è l’anticipazione che Sansa concederà il suo favore (nel senso casto del termine) a un cavaliere della cui identità non è, tuttavia, ancora consapevole:

 

Cita

He grinned. “I will hold you to that promise, my lady. Until that day, may I wear your favor in the tourney?”

“You may not. It is promised to… another.” She was not sure who as yet, but she knew she would find someone.

 

 

THE END

Link to post
Share on other sites

L'ho letta velocemente e potrei aver perso qualcosa, ma la teoria è davvero ben argomentata e interessante. A naso mi sembra anche più verosimile di altre teorie ugualmente complesse e affrontate nel forum, come quella dei Kettleblack, perché si basa su alcune cose che i fan di ASOIAF danno per scontate e probabilmente sono vere (il Mastino è vivo ed è stato salvato dal capo del monastero di Quiet Isle) e danno significato a personaggi finora non comparsi (prima o poi Howland Reed dovrà manifestarsi). Tuttavia, se fosse vera, significherebbe che il Mastino non ha il compito di affrontare suo fratello al processo di Cersei in TWOW, cosa che ho sempre dato per scontata nel mio canon mentale di come andranno le cose nel prossimo libro. A meno che, dopo aver salvato Sansa, il Mastino non tornerà velocemente ad Approdo del Re, o magari il processo contro Cersei vedrà come campione del Credo Loras Tyrell, come era stato speculato da alcuni fan. Certo se la teoria fosse vera dovremmo veramente fare i complimenti a Martin per i fini intrecci e riferimenti incrociati che è riuscito a creare in cinque libri, cosa di certo non da poco. 

Una cosa che tuttavia non mi è chiara è cosa succederebbe dopo che i tre cavalieri libereranno Sansa: dando per scontata un'altra teoria argomentata sul forum, ossia quella del torneo di Ashford (Sansa si sposerà con un Targaryen, quindi Aegon), come è possibile che i tre cavalieri e in particolare Howland Reed permetteranno una cosa del genere, soprattutto se in base a quello che scrivi Sansa sposerà proprio Sandor?

Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

in base a quello che scrivi Sansa sposerà proprio Sandor

 

Aspetta, dove ho scritto questo? :huh:Non credo che Sansa e Sandor diverranno mai una coppia. L'ipotesi più probabile, anche secondo il summenzionato Podcast del Ghiaccio e del Fuoco, è che Sansa sposerà un lord minore del Nord e Sandor diventerà la sua spada giurata, quindi il legame tra i due rimarrà platonico, un po' come Aemon e Naerys.

 

Sul resto rispondo dopo.

Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

Aspetta, dove ho scritto questo? :huh:

 

Così avevo capito dall'ultimo pezzo della Parte III della tua argomentazione, in particolare da questo passaggio:

 

Il 12/9/2021 at 18:06, Jacaerys Velaryon ha scritto:

Inoltre, in AFFC abbiamo un sogno premonitore di Sansa: le spade e il banchetto rappresentano il torneo di TWOW in cui sarà salvata da Littlefinger, mentre i cani e le pettegole del pozzo sono riferimenti a Sandor (in Sansa VI di ACOK c’è una scena in cui Sansa ascolta delle lavandaie parlottare di The Hound).

 

Cita

By the time they finally reached her father’s castle, Lady Myranda was drowsing too, and Alayne was dreaming of her bed. It will be a featherbed, she told herself, soft and warm and deep, piled high with furs. I will dream a sweet dream, and when I wake there will be dogs barking, women gossiping beside the well, swords ringing in the yard. And later there will be a feast, with music and dancing. After the deathly silence of the Eyrie, she yearned for shouts and laughter. (Alayne II, AFFC)

 

E alla fine di Alayne I in TWOW c’è l’anticipazione che Sansa concederà il suo favore a un cavaliere della cui identità non è, tuttavia, ancora consapevole:

 

Cita

He grinned. “I will hold you to that promise, my lady. Until that day, may I wear your favor in the tourney?”

“You may not. It is promised to… another.” She was not sure who as yet, but she knew she would find someone.

 

Link to post
Share on other sites

Per concedere il suo favore intendo che il cavaliere che combatterà per l'onore di Sansa nella Valle non sarà Harry ma Sandor. Nei tornei di Westeros c'è l'usanza per le dame di donare un proprio oggetto ai cavalieri preferiti, i quali lo indosseranno durante i combattimenti. Si tratta un legame di fedeltà, ma non necessariamente di tipo romantico.

 

2 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Tuttavia, se fosse vera, significherebbe che il Mastino non ha il compito di affrontare suo fratello al processo di Cersei in TWOW, cosa che ho sempre dato per scontata nel mio canon mentale di come andranno le cose nel prossimo libro. A meno che, dopo aver salvato Sansa, il Mastino non tornerà velocemente ad Approdo del Re, o magari il processo contro Cersei vedrà come campione del Credo Loras Tyrell, come era stato speculato da alcuni fan.

 

Non credo alla teoria del Cleganebowl, penso anch'io che Loras abbia finto di essere morto con la collaborazione di Aurane Waters (Aurane ha una tresca con Margaery, probabilmente), ma forse a combattere contro Gregor sarà Lancel oppure un altro dei guerrieri del Credo.

 

2 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Certo se la teoria fosse vera dovremmo veramente fare i complimenti a Martin per i fini intrecci e riferimenti incrociati che è riuscito a creare in cinque libri, cosa di certo non da poco.

 

E pensare che i capitoli di Brienne sono considerati fra i più noiosi dell'intera saga (beninteso, non fanno impazzire neanche me). :ehmmm:

 

2 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Una cosa che tuttavia non mi è chiara è cosa succederebbe dopo che i tre cavalieri libereranno Sansa: dando per scontata un'altra teoria argomentata sul forum, ossia quella del torneo di Ashford (Sansa si sposerà con un Targaryen, quindi Aegon), come è possibile che i tre cavalieri e in particolare Howland Reed permetteranno una cosa del genere, soprattutto se in base a quello che scrivi Sansa sposerà proprio Sandor?

 

Se la teoria sullo "strano trio" è vera ne consegue automaticamente che quella su Aegon marito di Sansa è falsa: Sansa lascerebbe la Valle per andare a nord di propria volontà, e Littlefinger potrebbe morire a Winterfell (il gigante selvaggio ucciso nel castello di neve).

 

La Teoria di Ashford, di conseguenza, andrebbe derubricata a mero parallelismo storico: Lady Ashford ha avuto cinque campioni (Baratheon, Tyrell, Lannister, Hardyng, Targaryen) e Sansa ha quattro pretendenti uguali, più un quinto da chiarire (forse Littlefinger proporrà a Sansa di andare a sud da Aegon, ma il trio interverrà e farà fallire il piano).

 

Se, invece, si pensa che il Sansaegon sia una certezza, allora la tesi su Shadrich, Morgarth e Byron non può essere accettata.

 

Dopo aver studiato la Teoria del Trio, tendo a pensare che la Teoria di Ashford vada ridotta a un semplice parallelismo e nulla più. Tra l'altro, sempre il Podcast ha realizzato un video di ben due ore in cui elenca i vari punti deboli della Teoria di Ashford (anche se non sono d'accordo con tutte le critiche espresse):

 

Spoiler

 

 

Link to post
Share on other sites

@Euron Gioiagrigia Mi sono accorto che c'era un passaggio che poteva risultare ambiguo, ho provveduto a chiarire meglio il concetto.

 

Il 12/9/2021 at 18:06, Jacaerys Velaryon ha scritto:

GRRM ci sta dicendo con cinque libri di anticipo che Alayne/Sansa, contrariamente al volere del "padre" Littlefinger, non si sposerà con un alto lord come Harrold Hardyng-Arryn, ma si legherà a un cavaliere errante, cioè Byron/Sandor (beninteso, non credo che ci sarà un matrimonio effettivo tra Sansa e Sandor, ma un'unione simbolica).

 

Link to post
Share on other sites

Ok ora è tutto più chiaro.

Il mio riferimento alla Teoria di Ashford in realtà nasconde una perplessità di fondo: non è possibile che tutte le teorie su ASOIAF, per quanto elaborate e giustificate, siano contemporaneamente vere, altrimenti nascerebbero delle contraddizioni (ovviamente mi riferisco alle teorie mainstream più attendibili e non a quelle palesemente assurde o improbabili). A questo punto, se devo scegliere tra questa teoria e la Teoria di Ashford, scelgo quest'ultima. Non seguo il Podcast del Ghiaccio e del Fuoco ma la teoria che vede Sansa sposarsi con Aegon mi sembra più semplice e metterebbe nel calderone scenari più complessi e intricati.

È anche vero che la teoria secondo cui Sansa tornerà al Nord libera da Ditocorto era appoggiata da alcuni su questo forum, tra cui il forumista Zio Frank, che ora purtroppo causa ban non può più scrivere.

Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

A questo punto, se devo scegliere tra questa teoria e la Teoria di Ashford, scelgo quest'ultima. Non seguo il Podcast del Ghiaccio e del Fuoco ma la teoria che vede Sansa sposarsi con Aegon mi sembra più semplice e metterebbe nel calderone scenari più complessi e intricati.

 

Pure a me piace molto la Teoria di Ashford, per vari motivi tra cui la possibilità di una sfida fra Littlefinger e Varys. Tuttavia, riconosco che la marea di indizi e simbolismi a supporto della Teoria del Trio che sono presenti in ASOIAF e D&E non possono essere una pura coincidenza o addirittura una colossale presa in giro da parte di GRRM.

 

Alla fin fine, la prova regina della Teoria di Ashford consiste semplicemente nel parallelismo del torneo, mentre per la Teoria del Trio abbiamo un'analisi estremamente dettagliata di caratteristiche sia esteriori che interiori di vari personaggi, e persino di oggetti che incontrano nel loro percorso narrativo.

Link to post
Share on other sites

@Euron Gioiagrigia Aggiungo un'altra cosa importante: il Torneo di Ashford non si è mai concluso a causa del Giudizio dei Sette in cui fu coinvolto Dunk per aver protetto Tanselle da Aerion.

 

Il torneo incompiuto è probabilmente un'anticipazione del fatto che anche il torneo della Valle in TWOW fallirà, e la vittoria di Dunk (che è probabilmente un avo di Sandor) su Aerion è uno spoiler della vittoria di Sandor su Littlefinger.

 

Sia Dunk che Sandor salvano due ragazze a un torneo, il primo Tanselle e il secondo Sansa.

Link to post
Share on other sites

Supponendo sempre che la Teoria del Trio sia vera, mi chiedo cosa accadrà quando Sansa tornerà a Grande Inverno insieme a Sandor e Howland Reed. Quale sarà la situazione al momento? Stannis avrà già finito di vincere la battaglia contro i Bolton? E quale sarà il ruolo di Jon, che al momento è morto/in coma?

SPOILER GOT S6

Spoiler

Nella serie abbiamo Jon e Sansa che di fatto governano insieme Grande Inverno, ma la serie parte dal presupposto di uno Stannis morto in battaglia, quindi o Stannis vince ma muore in battaglia, oppure le cose nel medio termine andranno molto diversamente.

 

Link to post
Share on other sites

Bella domanda! Provo a formulare uno scenario:

 

1) Jon risorge/viene risvegliato e va contro Ramsay

2) Stannis finge di essere morto e Ramsay va contro Jon

3) Jon e Stannis chiudono Ramsay a tenaglia e lo sconfiggono, liberando Winterfell

4) Sansa e Rickon tornano a Winterfell, assieme a chi porta o conosce il testamento di Robb

5) Jon diventa re (forse venendo anche a conoscenza del fatto che è un Targaryen) e va a chiedere aiuto a Daenerys e ad Aegon, Sansa diventa lady e resta a presidiare Winterfell, Stannis è costretto a tornarsene al Forte della Notte

Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

3) Jon e Stannis chiudono Ramsay a tenaglia e lo sconfiggono, liberando Winterfell

 

Una cosa del genere se non erro l'aveva già prevista Loki di Asgard in questa discussione, anche se per quanto riguarda la battaglia di Grande Inverno sono più affezionato alla teoria del lago ghiacciato: il ghiaccio cederà e i Frey annegheranno, e Stannis entrerà travestendo i suoi soldati con le divise dei Frey stessi. Una volta dentro l'esercito di Stannis sfrutterà l'effetto sorpresa e l'aiuto dei lord del Nord per sopraffare i Bolton.

 

26 minuti fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

Stannis è costretto a tornarsene al Forte della Notte

 

E da lì sappiamo cosa può succedere...evoluzione in nuovo Re della Notte?

 

Riguardo Sandor, quale pensi sarà il suo destino in ADOS? Se non sbaglio ci sono teorie che lo vedono come un paradossale Azor Ahai, o mi confondo con le teorie sul valonqar? 

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

sono più affezionato alla teoria del lago ghiacciato: il ghiaccio cederà e i Frey annegheranno, e Stannis entrerà travestendo i suoi soldati con le divise dei Frey stessi

 

La battaglia del lago ghiacciato ci sarà anche per me, sarà l'omaggio di GRRM all'omonima battaglia di Aleksandr Nevskij. Però se Stannis entrasse nel castello semplicemente travestendosi non si spiegherebbe la redazione della lettera rosa, che invece parla di una lunga battaglia alla fine della quale Stannis "muore" e la sua spada viene portata a Winterfell.

 

8 minuti fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

E da lì sappiamo cosa può succedere...evoluzione in nuovo Re della Notte?

 

Il Re della Notte faceva sacrifici umani per amore di una donna blu. In questo caso la donna sarà rossa. <_<

Link to post
Share on other sites

bella teoria, peraltro sono tra i pochi che ritiene che sansa non tornera a sud ma andra verso nord entrando in una grande inverno ormai riconquistata e con stannis nei pressi della barriera appena crollata per affrontare in prima linea i WW, quindi tra le varie ipotesi questa potrebbe incastrarsi meglio...

 

non penso pero che sandor alla fine diventera la spada di sansa se non per un brevissimo momento, magari verra scelto come tale o sansa avra in mente di volerlo fare, ma il destino di sandor potrebbe concludersi molto piu a sud...

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...