Jump to content

ASOIAF alla prova del tempo


Recommended Posts

Il 18/9/2021 at 09:54, Lyra Stark ha scritto:

Di fatto se un qualsiasi lavoro è incompleto è un fallimento.

Quindi la Sagrada Familia, l’Ottava di Schubert e tutta la produzione di Kafka sono dei fallimenti? Capisco.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 111
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

9 ore fa, Winter Warrior ha scritto:

Quindi la Sagrada Familia, l’Ottava di Schubert e tutta la produzione di Kafka sono dei fallimenti? Capisco.

 

Per Kafka non so dire (non so a cosa ti riferisci), per il resto non é proprio la stessa cosa: un
opera architettonica la si puó aprezzare anche se incompleta, e lo stesso vale per la musica. 

Ma una storia va raccontata dall'inizio alla fine, e nessuno si imbarca nella lettura di una saga di migliaia di pagine che non ha una fine. E se nessuno la legge, verrá presto dimenticata, a meno che quanto esiste non abbia un valore talmente grande che sopravviverá comunque. Non so se un'opera come ASOIAF ce la fará, secondo me sará una voce in qualche enciclopedia e "storia del fantasy", ma nulla piú...

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Manifredde ha scritto:

Per Kafka non so dire (non so a cosa ti riferisci)

 

Credo si riferisca a Il Castello, opera notoriamente incompiuta. Ma il paragone non regge: Martin non diventerebbe famoso e importante come Kafka neanche se avesse già terminato ASOIAF, figuriamoci con un'opera incompiuta. Io rimango dell'idea che se ASOIAF non sarà conclusa verrà dimenticata nel giro di pochi anni, anzi purtroppo è già parzialmente successo, perché parte della fama di ASOIAF era legata a GoT.

Link to post
Share on other sites

Per quanto apprezzi l' opera e trovi la storia davvero avvincente, il fatto che sia incompiuta rimane un difetto troppo grande da colmare con i lati positivi. Ad esempio una saga come Harry Potter, per quanto mi piaccia di meno, la troverei comunque superiore già solo per il semplice fatto di avere un inizio, uno svolgimento e una fine.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

Secondo me in ambito fantasy e fantascientifico GRRM verrà ricordato anche in caso di non completamento di ASOIAF, e indirettamente verrà ricordato in ambito televisivo per GOT e, teoricamente, gli spinoff di GOT.

Dipende da quale livello intendiamo. Nelle nicchie nerd probabilmente si. Probabilmente anzi sarà ricordato per il caso creatosi. Certo però se io fossi un nuovo lettore non mi metterei a leggere una saga che so già priva di una fine. Un po' come una serie TV che so già essere stata cancellata dopo tot stagioni. Un conto è iniziare quando non sai cosa succederà ma se sai già che rimane sospesa a metà...

Link to post
Share on other sites

Il fantasy e la fantascienza sono delle nicchie, è implicito. GRRM è un autore di nicchia, a differenza del succitato Kafka.

 

Gli autori in queste nicchie diventati famosi anche nel circuito generalista sono una minoranza, GRRM ci è riuscito in via indiretta grazie a GOT.

Link to post
Share on other sites

Sì ma per quanto voglia bene a Martin non lo paragonerei mai a Kafka, che è uno degli autori che ha fatto la storia della letteratura moderna. Inoltre Kafka non ha terminato le opere perché è morto prematuramente, mentre nel caso di Martin stiamo assistendo alla situazione grottesca di un libro che non esce dopo neanche 10 anni di scrittura, e una saga che è stata iniziata a scrivere nel 1991 (30 anni fa!).

Link to post
Share on other sites

Ma mica li ho paragonati. Ho premesso che uno è un autore di nicchia e l'altro no. Semplicemente, secondo me il non completare un'opera non significa necessariamente cadere nel dimenticatoio, specialmente se l'opera è comunque valida.

 

Fra l'altro, già nel 2019 scrissi questo in merito:

 

Cita

Sulla questione finale: personalmente preferisco una storia che non ha un finale a una che ne ha uno pessimo. Per dire, Il Castello di Kafka è un romanzo incompiuto, eppure è considerato un capolavoro (indipendentemente dal fatto che Martin può vedere Kafka solo col binocolo, sia chiaro).

 

Link to post
Share on other sites
Il 20/10/2021 at 15:24, Jacaerys Velaryon ha scritto:

Non solo Il Castello, tutti e tre i romanzi di Kafka sono incompiuti. Eppure sono considerati dei capolavori.

 

Per molti romanzi come quelli di Kafka o Orwell  il finale è la cosa meno importante, il libro potrebbe terminare praticamente in qualsiasi pagina.. Quello che conta è il significato intrinseco, la critica che è mossa alla società, al potere e quant'altro...

 

ASOIAF invece è basato su intrighi e misteri sui personaggi, che se non vengono svelati , fanno perdere tutto il valore all'opera..

Link to post
Share on other sites

Tutti i paragoni fatti sulle opere incompiute sono fallaci.

Trattasi di artisti (da Kafka a Gaudì a Schubert) che prima del lavoro incompiuto avevano prodotto numerose altre opere, di qualità altissima, ampiamente migliori o comunque di livello analogo rispetto all'incompiuto. 

Il loro status di geni si fonda su altri capolavori compiuti. Precede e prescinde dall'incompiuto.

 

Martin viceversa ha prodotto una serie di ciofeche illeggibili, e una singola, isolata opera di alto livello.

Che tuttavia resterà incompiuta.

 

Non potrà fondare la sua legacy su nient'altro che un potenziale capolavoro, mai concretizzatosi come tale.

Troppo poco. 

 

Probabilmente la sua fama non reggerà alla prova del tempo.

Tra 50 anni il fenomeno game of thrones (serie tv) sarà un lontano ricordo, perso in un mitico passato di una televisione preistorica (tipo Dallas o Happy Days).

E ancora di meno si ricorderà che quello show invecchiato così male era vagamente tratto da una saga di un tizio chiamato George RR Martin.

Saga peraltro andata in calando e mai conclusa.

E tra 100 anni? Adios.

 

Non solo gli sarà precluso lo status di un Kafka o di un Tolkien.

Gli sarà precluso anche quello di una Rowling, di un King, di un Howard.

Se la giocherà con gli Hobb e gli Abercrombie nella sottonicchia della subnicchia della nicchia fantasy.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...